COVID: Il numero dei morti

Di più
4 Anni 1 Mese fa #37473 da ildieffe
Risposta da ildieffe al topic COVID: Il numero dei morti
#Nomit

Ahh, mi pareva strano. allora è un passo indietro dato che tutto quello che scrivi non ha nulla a che vedere con terapie intensive al collasso: sicuramente c'è in giro un "agente" mai visto prima. Poi è un discorso che riguarda il mondo intero per cui sei completamente fuori strada

L' uomo lo riconosci quando sbaglia. Se chiede scusa ha le palle. Se cerca scuse è un fessacchiotto.

Si prega Accesso a partecipare alla conversazione.

Di più
4 Anni 1 Mese fa #37474 da Anto72
Risposta da Anto72 al topic COVID: Il numero dei morti
#ildieffe
Anche i 18000 del 2017 sono parziali, arrivano fino alla decima settimana del 2017. Ripeto, ho confrontato dati omogenei.
Ah, è vero i modelli matematici. Tipo quello che indicava che senza il lockdown avremmo avuto 400 mila ricoverati in TI, o forse erano decessi, ovvero più di quelli che si sono avuti nel mondo intero.
Intanto hai visto la l'incidenza della mortalità in Svezia, rispetto alla Lombardia, o fai finta di niente come al solito.
Per ora i dati reali li conosciamo e li abbiamo confrontati.

Si prega Accesso a partecipare alla conversazione.

Di più
4 Anni 1 Mese fa - 4 Anni 1 Mese fa #37475 da Vinerba
Risposta da Vinerba al topic COVID: Il numero dei morti
Xché, dieffe, non hai ancora capito che razza di soggetti sono questi? Fanno due passi indietro e 5 in avanti.

E ora veniamo a questi 3 soggetti che continuano ad impestare di stronzate il forum.


Avatar di Anto72
21/05/2020 09:36 #37460
Risposta da Anto72 al topic COVID: Il numero dei morti
Il totale della popolazione delle zone urbane (o località) in Svezia è di 7.631.952 abitanti su una superficie di 5.286,23 km², per una densità media di 1.444/km². L'84% della popolazione svedese vive in località (vale a dire in tätortor). Il 50% vive nelle 64 aree urbane più popolose.


MA NON TI VERGOGNI NEMMENO UN PO' eh?
Lo sai che la Svezia è riuscita ad arrivare al maggior numero di morti pro-capite a livello europeo in quest'ultima settimana? 6 x 1 mln, mentre da noi siamo scesi a 3x 1mln.

La Norvegia ha 7 volte meno vittime rispetto alla popolazione, la Danimarca 3 volte, la Finlandia anche di meno!

Grazie al 'non lock-down' la Svezia ha 3.000 morti in più di Danimarca e Norvegia messi insieme!

Qualsiasi serio statistico direbbe che la Svezia dovrebbe essere paragonata alle nazioni confinanti, sennò facciamo così: la compariamo alla CINA, che ha 140 volte la sua popolazione ma solo il 30% di morti in più. E ha fatto il lock-down.

Inoltre non è affatto corretto parlare della popolazione svedese 'che vive nelle aree urbane': la popolazione svedese è sparsa, città incluse, nell'intero paese e sono solo 25 abitanti x kmq.

MA a Roma e Napoli ci sono molti meno morti che a Stoccolma, idem Napoli,quindi te paragoni ARBITRARIAMENTE Milano e non gli altri agglomerati urbani dove stranamente ci sono moooolti meno morti per covid!

Ma io dico se sia possibile perdete tempo con un tale spalatore di cazzate.

Lombardia: SI lockdown
Svezia: NO lockdown
No, e allora è legittimo confrontare due territori urbani con caratteristiche simili.


E ALLORA VEDIAMO I TERRITORI URBANI 'con caratteristiche simili':
MILANO: Densità 7 653,62 ab./km²
GOTEBORG: Densità 1 279,1 ab./km²
STOCCOLMA: densità circa 5.000 ab/kmq

MILANO E' SEI VOLTE PIU' DENSA DI GOTEBORG e il 50% più di STOCCOLMA!

Te sei riuscito ad essere talmente DISONESTO da paragonare la densità dell'intera REGIONE lombardia con le CITTA' svedesi, quando caso mai avresti dovuto paragonare i 400 ab/kmq della Lombardia con i 25 della Svezia oppure i 7.6000 milanesi contro i 1.300 di Goteborg o i 5.100 di Stoccolma!

E questo senza considerare quel che succede in DANIMARCA (530 morti) e Norvegia (240 morti) che sono state molto più prudenti (la Danimarca ha fatto anche il lock-down) e hanno da 3 a 7 volte meno morti della Svezia, che come in Italia lascia morire i suoi anziani negli ospizi!

Vergognati, falsario.


Tonki
Che ci facevano con tutti questi morti ammazzati e i migliaia di indigenti che morivano più o meno naturalmente prima del covid non lo so. Li cremavano? Facevano fosse comuni già allora?
Poi il covid avrà sicuramente aumentato la mortalità: facile in un paese dove non c'é una sanità diffusa e se non sei ricco hai, se va bene, una sanità di merda. Pertanto più che il covid, i problemi sono altri.
E infatti che un paese come il Brasile si preoccupi del covid fa rotolare dal ridere. Solo per il fatto che contrariamente a noi, gli over 65 sono poco più l'8% della popolazione. Quindi quasi il 90% della popolazione brasiliana non è in fascia rischio covid.
L'età media in brasile è infatti trent'anni, da noi 45.


MA CHE CAZZO RIDI? Quelli crepano a MIGLIAIA comunque e spesso lì crepano i giovani, a cominciare dagli indios. Ma ti rendi conto delle scemenze che dici?

Con questo non voglio difendere la politica di Bolzonaro. Dico solo che notizie e foto dal brasile, decontestualizzate, non contano niente. E che data la situazione, ci sono tante di quelle situzioni atroci in Brasile ( certo, se sei ricco no ) che il covid a confronto sarebbe un influenza anche se fosse mortale la peste.
Va anche aggiunto che le priorità dell'industria medica brasiliana sono il cambio di sesso e le protesi per glutei più grandi. Avrà il covid fermato gli impianti di culi? Andrebbe anche guardato come curano i covid la. Usano ancora le terapie che hanno ucciso mezzo nord italia, o le hanno bloccate e sono passati a eparina, plasma etc? Difficile saperlo, dato che persino in Italia per settimane a seconda di che ospedale finivi rischiavi o di essere facilmente salvato o di essere ucciso con un inutile ventilatore nei polmoni. In tal caso bisognerebbe quindi anche considerare le morti a causa delle cure sbagliate.


No, guarda: LI' USANO (o provano ad usare) gli stessi protocolli che cercano di usare da altre parti del mondo.

Che i ventilatori siano 'inutili' per pazienti che non riescono a respirare l'hai deciso te, Montanari o il mago Othelma? Sì lo so dei trombi, ma comunque E' FALSO che i ventilatori siano inutili.

E quanto alla sanità brasiliana, sarà pure da 3o mondo, sarà pure dedicata ai culi e alle tette, ma quello che dici è RIDICOLO visto che il problema è che lì è difficile trovare qualsiasi cura e se c'é una malattia pericolosa è difficile curarsi e basta!

Quanto al discorso delle foto 'deconsteutalizzare' che non vogliono dire niente, basta vedere quel che dicono i governatori di sei stati brasiliani nonché i sindaci come quello di Manaus!

Altro che 'decontestualizzato', sei te che cerchi di deviare la discussione dal covid al cambiamento del sesso.


Un altro falsario ideologico che interviene tanto per smentire le notizie catastrofiche del Brasile, sparando stronzate nella maniera più spudorata e IGNORANDO qualsiasi fatto!

Anto 72:
www.quotidianosanita.it/scienza-e-farmac...hp?articolo_id=48850
Se si considera tutto il periodo finora osservato, che va dalla 42ª settimana del 2016 alla 10ª del 2017, la mortalità over 65 nelle 34 città campione, a fronte di un attesa di 31.129 decessi ha fatto registrare 34.748 decessi, vale a dire 3.619 in più del previsto.
Considerando che tale dato si riferisce al 19% della popolazione over 65 italiana, si può stimare un eccesso di mortalità tra gli over 65 per tutte le cause in Italia in questo periodo di circa 18 mila morti, dei quali una parte può essere certamente attribuita all'influenza stagionale e alle sue complicazioni.
Ebbene nel primo bimestre del 2020, non si è avuto alcun eccesso di mortalità, cioè 0% in più, anzi si è avuto un decremento. Dati ISTAT già postati.
Nell'ultimi report ISTAT si parla di 26.000 decessi in più, nel periodo successivo febbraio-marzo, di cui 12.000 imputati sicuramente all'epidemia di covid19.
Nel 2017 fino alla decima settimana (cioè fino a marzo) vi è stato un eccesso di morti pari a 18.000.


ECCO perché oramai non ho alcun rispetto di gente come te.

Te paragoni la mortalità del 2016 con aumento di '18.000 morti' tra la fine del 2016 a marzo del 2017.... STIMANDOLO.

QUI ABBIAMO UN SOLO MESE che ha fatto 25.000 morti, questa si qualifica come emergenza sanitaria e il 2017 non ha MAI avuto un picco di mortalità paragonabile e non solo con le città campione, ma con TUTTA l'Italia, come ho già spiegato in precedenza. Persino il picco del 2017 è superato di almeno il 22% dal picco del 2020. (70 vs 86 mila nell'intera EUROPA! )

E te continui a stronzeggiare con il 2017, negando il problema attuale. Ipocrita e oltretutto, totale ignorante in termini di statistica.

Perciò, se la matematica non è ancora una opinione, anche se consideriamo tutti i 26.000 decessi imputati al covid19, vi è stato un eccesso di morti del 40%, e non del 400% come continui a sostenere.

AH, e chi l'ha detto che il 40% NON sia un'emergenza? TE? Te l'assumi te la responsabilità di imporre o meno misure di distanziamento che dove applicate correttamente, da SEMPRE riescono a contenere le epidemie, a differenza di quello che qualche IMBECILLE continua a propagandare?

Perché non è corretto considerare di tutti i decessi imputabili al covid19? Perché rispetto all'anno 2017 gli ospedali erano accessibili i posti letto disponibili, i pronti soccorsi erano aperti, si poteva farsi visitare dal proprio medico curante, ci si poteva muovere liberamente come al solito e non essere inchiodati a casa con la paura di essere contagiati, ecc. Tutte questa precauzioni anti-pandemia non vi erano nel 2017, e di certo oggi hanno avuto pesanti ricadute sulla salute delle persone, che allora non c'erano. Inoltre c'è un altro fatto da considerare nel 2020 che nel 2017 non era neanche immaginabile: il fenomeno Lombardia, come ho già dimostrato nell'ultimo post. In Lombardia si è avuto il 50% di tutti i decessi in più a livello nazionale. Possiamo dire che, a parte il virus, in Lombardia qualche meccanismo deve essersi inceppato? E' legittimo ritenere che in Lombardia la gestione delle RSA è stata pessima ed ha contribuito a diffondere il virus proprio laddove non avrebbe neanche dovuto entrarci? E quando si è deciso per il lockdown ormai il danno era già stato fatto?

MA TE LO VUOI CAPIRE CHE, a parte la criminale gestione delle RSA (era l'ora, eh), le misure ANTI-COVID AIUTANO LA GENTE A SOPRAVVIVERE E NON A CREPARE DI PIU?

Da TERNI a PALERMO, dall'AQUILA a FOGGIA, non si sono registrati eccessi di mortalità in assenza di focolai covid, il che significa che la tua teoria sui morti 'aumentati' dall'isolamento è FALSA, ripeto, FALSA e dimostrabilmente FALSA.

Palermo ha avuto 40 morti MENO della media, Terni, Crotone, l'Aquila, UGUALI, Foggia appena di più (ed era pure afflitta da un grosso focolaio COVID).
AL SOLITO: o non sai di che parli, o MENTI, oppure tutte e due le cose.

Qualcuno parla di Brasile. Ebbene se dovessimo parametrizzare il Brasile con la Lombardia potremmo aspettarci fino a 300.000 decessi! Mi risulta che ad oggi non siamo neanche a 20.000.

PROVA A DIRLO AI GOVERNATORI DI SEI STATI BRASILIANI che prima di allarmarci bisogna arrivare a '300.000 decessi'. Ma come cazzo ragiona la gente come te? Loro sono MOLTO allarmati, e non saranno 4 scappati di casa ignoranti e disonesti intellettualmente come questi che fanno i negazionisti a tempo perso, a far cambiare loro idea.

Infine perché confrontare la situazione attuale con il periodo peggiore degli ultimi anni, l'ho già spiegato. La situazione attuale è UNICA, milioni di italiani costretti agli arresti domiciliari e poi in libertà vigilata, Pil a picco in pochi mesi, disoccupazione galoppante, ecc. Essendo UNICA deve confrontarsi con un'annualità omogenea, cioè UNICA, anche se ovviamente diversa.

21/05/2020 10:46 - 21/05/2020 10:47 #37465
Anche i 18000 del 2017, lo erano, per tutte le cause. Vedi link che ho appena postato. E allora? Ho confrontato dati omogenei. E poi ho spiegato che la situazione attuale che ha negato letteralmente le cure e le visite agli italiani, che non fossero legato ai problemi respiratori, è UNICA, e certamente ha impattato su una parte di quei decessi. Quanto? Lo deve stabilire l'ISTAT.


HAI CONFRONTATO COSA? I DATI OMOGENEI ESISTONO GIA', Nel 2017 la situazione non era nemmeno COMPARABILE a quella che abbiamo avuto tra marzo e aprile scorso! MARZO SCORSO +49% di mortalità (25.000). IN UN SINGOLO MESE.

QUANTO ALL'UNICITA': infatti, MAI si erano messe in atto misure di prevenzione e profilassi -quelle che gente come te dice che aumentano la mortalità MENTENDO,per evitare danni peggiori.

Nomit
Registered
21/05/2020 11:20
Vorrei ricordare che in Islanda (360 mila abitanti) è stato condotto uno screening da cui è risultato che i positivi erano il 5% della popolazione (rapportato al totale, 18 mila persone) ma i decessi bollati come covid sono stati DIECI, con un'età di circa 80 anni.
Questo indica che il tasso di letalità di questo terribile virus è molto inferiore a uno su mille, visto che i positivi non rappresentano la totalità di coloro che hanno il virus.
Quindi ad uccidere non è il virus.
Vorrei ricordare anche che il virus era già presente ad OTTOBRE.
Quindi non è il virus ad uccidere. Mai sentito parlare di false flag?
Accedi al sito per partecipare alle discussioni.
Come "passo avanti", è dall'inizio che dico che le mascherine, i farmaci, la reclusione in casa o nelle stanze delle RSA e altri fenomeni non possono non accelerare la morte di un grande numero di anziani e che questo è la vera causa dell'impennata della mortalità, mentre il virus circolava da mesi www.luogocomune.net/forum/coronavirus/10...morti?start=60#36608


ALTRA SERIE DI BUFFONATE. Anzitutto l'ISLANDA non è comparabile a noi perché fin da SUBITO sono stati molto attenti ad individuare e a distanziare e curare TUTTI i soggetti sospetti di covid... e non li hanno rinchiusi nelle RSA per far infettare anche gli altri!
Quanto alla presenza del virus ad ottobre, SE fosse stato così, era quanto meno in una forma MOLTO MENO LETALE, altrimenti avremmo visto picchi di mortalità insoliti anche allora, mentre nel gennaio-febbraio c'é stata minore mortalità.

Qui di falso c'é solo gente come te che continua a negare l'evidenza e non capisce niente di statistica e tanto meno di misure igieniche, del resto te l'ho già detto, te sei il più ipocrita del branco e se a maggio ancora dici che il virus non uccide vuol dire che sei in malafede.
Massimo disprezzo per i negazionisti ipocriti e falsari.
Ultima Modifica 4 Anni 1 Mese fa da Vinerba.

Si prega Accesso a partecipare alla conversazione.

Di più
4 Anni 1 Mese fa #37477 da ildieffe
Risposta da ildieffe al topic COVID: Il numero dei morti
Aggiornamento dell'ultima ora da parte dell'INPS

"Il conto non torna, mancano quasi ventimila vittime del coronavirus nel conteggio 'ufficioso' redatto in base ai numeri forniti dalla Protezione Civile. A fare chiarezza statistica è l'analisi della mortalità nel periodo di epidemia da Covid-19 redatta dall'Inps, che spiega: "La quantificazione dei decessi per coronavirus, condotta utilizzando il numero di pazienti deceduti positivi fornito su base giornaliera dal dipartimento della Protezione Civile, è considerata poco attendibile, in quanto influenzata non solo dalla modalità di classificazione della causa di morte, ma anche dall’esecuzione di un test di positività al virus". Inoltre, "anche il luogo in cui avviene il decesso è rilevante poiché, mentre è molto probabile che il test venga effettuato in ambito ospedaliero, è molto difficile che questo venga effettuato se il decesso avviene in casa".
Il periodo dal 1° marzo al 30 aprile 2020 registra un aumento di 46.909 decessi rispetto ai 109.520 attesi. Il numero di morti dichiarate come Covid-19 nello stesso periodo è stato di 27.938. A questo punto ci si può chiedere: quali sono i motivi di un ulteriore aumento di decessi pari a 18.971, di cui 18.412 tutti al Nord? Tenuto conto che il numero di decessi è piuttosto stabile nel tempo, con le dovute cautele, possiamo attribuire una gran parte dei maggiori decessi avvenuti negli ultimi due mesi, rispetto a quelli della baseline riferita allo stesso periodo, all’epidemia in atto".

www.adnkronos.com/fatti/cronaca/2020/05/...tALyrlSLueUv0ZN.html

L' uomo lo riconosci quando sbaglia. Se chiede scusa ha le palle. Se cerca scuse è un fessacchiotto.

Si prega Accesso a partecipare alla conversazione.

Di più
4 Anni 1 Mese fa #37478 da Ghilgamesh
Risposta da Ghilgamesh al topic COVID: Il numero dei morti

Vinerba ha scritto: AH, e chi l'ha detto che il 40% NON sia un'emergenza? TE? Te l'assumi te la responsabilità di imporre o meno misure di distanziamento che dove applicate correttamente, da SEMPRE riescono a contenere le epidemie, a differenza di quello che qualche IMBECILLE continua a propagandare?


Si!

Possiamo chiudere la discussione?

Me la assumo io la responsabilità delle mie azioni, pensa che stronzo!
Se lo facessimo tutti, non ci sarebbero problemi.

Il punto è che MAI nessuna DITTATURA, figuriamoci stati liberi, ha mai IMPOSTO una quarantena totale alla popolazione!
In tutta la storia!
Dite sia un caso?
Che la gente de na volta, non era rincoglionita come quella attuale, non passava le giornate a vedesse la d'urso!

L'avessero fatto una volta, da mo che c'erano teste penzolanti in piazza!

La gente, GIUSTAMENTE, avrebbe accettato al massimo un:
C'è una pandemia, utilizzate questi accorgimenti, altrimenti non possiamo garantirvi un posto in ospedale!

FINE!

Il resto sono cazzi della gente!

Vuoi stare a casa? Stai a casa!
Vuoi uscire? Esci!

Io me la prenderei la responsabilità di avere una popolazione adulta in grado di prendere decisioni ... questi preferiscono avere bimbi piccoli rincoglioniti a cui imporre regolamenti da teste di cazzo!
(tipo la respirazione bocca a bocca dei bagnini ... o il dover prendere i mezzi pubblici con decine di estranei, invece della macchina con la madre, per "non" prendere malattie! giusto per dirne due)

Son dei deficienti che vi trattano da deficienti ... e a voi piace!

Uno scettico dai piedi di balsa, inventore di una storia falsa ...

Si prega Accesso a partecipare alla conversazione.

Di più
4 Anni 1 Mese fa - 4 Anni 1 Mese fa #37479 da Vinerba
Risposta da Vinerba al topic COVID: Il numero dei morti
Aggiornamento dell'ultima ora da parte dell'INPS

"Il conto non torna, mancano quasi ventimila vittime del coronavirus nel conteggio 'ufficioso' redatto in base ai numeri forniti dalla Protezione Civile. A fare chiarezza statistica è l'analisi della mortalità nel periodo di epidemia da Covid-19 redatta dall'Inps, che spiega: "La quantificazione dei decessi per coronavirus, condotta utilizzando il numero di pazienti deceduti positivi fornito su base giornaliera dal dipartimento della Protezione Civile, è considerata poco attendibile, in quanto influenzata non solo dalla modalità di classificazione della causa di morte, ma anche dall’esecuzione di un test di positività al virus". Inoltre, "anche il luogo in cui avviene il decesso è rilevante poiché, mentre è molto probabile che il test venga effettuato in ambito ospedaliero, è molto difficile che questo venga effettuato se il decesso avviene in casa".
Il periodo dal 1° marzo al 30 aprile 2020 registra un aumento di 46.909 decessi rispetto ai 109.520 attesi. Il numero di morti dichiarate come Covid-19 nello stesso periodo è stato di 27.938. A questo punto ci si può chiedere: quali sono i motivi di un ulteriore aumento di decessi pari a 18.971, di cui 18.412 tutti al Nord? Tenuto conto che il numero di decessi è piuttosto stabile nel tempo, con le dovute cautele, possiamo attribuire una gran parte dei maggiori decessi avvenuti negli ultimi due mesi, rispetto a quelli della baseline riferita allo stesso periodo, all’epidemia in atto".

www.adnkronos.com/fatti/cronaca/2020/05/...tALyrlSLueUv0ZN.html


Oh-oh-oh. Se non fosse che parliamo di tragedie umane, ci sarebbe solo da ridersela pensando alla faccia dei negazionisti. Reazioni tipo queste:

:omg: :angry: :cry: :sos: :ambulance:

Chissà cosa si inventeranno stavolta per negare l'evidenza. Ma già immagino la sostanza:


:lies:
Ultima Modifica 4 Anni 1 Mese fa da Vinerba.

Si prega Accesso a partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.555 secondi
Powered by Forum Kunena