Il materiale di RA secondo Dipende

Di più
6 Anni 5 Mesi fa #12488 da FranZeta


Scusa Dipende, è stato più forte di me...

FranZη

Si prega Accesso a partecipare alla conversazione.

Di più
6 Anni 5 Mesi fa #12489 da Dipende
Lo sapevo... dovevo chiamarlo ROT e non TOR :down: :laugh:


Ritornando sul punto di vista tecnico di come possa fare un'anima ad entrare in un corpo,ho già scritto rispondendo a Maski che non so dirvi tecnicamente/energeticamente come avviene la cosa, so solo che:
In genere l'anima prende possesso del corpo al terzo mese di gestazione. Ho scritto prende possesso perché dal punto di vista tecnico è come se l'anima parassitasse il corpo umano che già possiede una certa personalità genetica individuale istintiva che è la risultante dell'incrocio genetico genealogico della famiglia e dal meccanismo energetico terrestre che crea delle “attinenze” o se vogliamo dei “preconcetti”.
Ho scritto “in genere” perché non esiste un iter prestabilito per tutti, però da quanto ho capito più tardi si prende possesso del corpo, più sarà complicato armonizzare le energie del corpo con le energie dell'anima.
Ciò che significa? Che l'anima deve abituarsi al corpo e che il corpo deve abituarsi all'anima, se ciò non avviene, potrebbe addirittura avvenire una cosa simile al rigetto che noi notiamo nel trapianto di organi umani.
So che l'anima entra ed esce dalla parte superiore della testa, in genere la parte destra del cervello.
So che esiste una determinata vibrazione (non so precisamente quanti Hertz) che “stacca” l'anima dal corpo, però in maniera temporanea.

Non so altro, o almeno non mi viene null'altro in mente di rilevante.

Si prega Accesso a partecipare alla conversazione.

Di più
6 Anni 5 Mesi fa #12508 da Dipende
Vedi Maski, ho anche provato a risponderti, ma poi ho cancellato tutto. A parte il fatto che le tue considerazioni sono molto simili a quelle che fece l'utente Invisibile qualche tempo fa (solo che le sue venivano più da Est), a cui io ho risposto ampiamente e ritengo inutile ripetermi, ma poi spero tu ti sarai accorto che il mio intento, la mia necessità, era quella di discutere questi argomenti sotto una luce nuova, una luce diversa, una luce moderna.
Leggere testi risalenti a millenni fa, andava bene millenni fa, quando una navicella aliena che usa un sistema di propulsione antigravitazionale poteva essere chiamata “carro di fuoco” , ma adesso no, non si può.
Sapere che gli Egizi, o gli Atlantidei decine di millenni fa interpretavano le cose metaforicamente sia per mantenere in piedi il velo della dimenticanza, che per il fatto che all'umano piace essere criptico, a me non interessa.
Non per niente questi scritti hanno dato vita in seguito alle credenze religiose che sono il vero cancro di questo Pianeta. I tempi adesso sono cambiati.

Faccio un esempio per far comprendere io come “lavoro”

Ad esempio, come ci ricorda Fran nel suo intervento, RA dice che per costruire la Grande piramide si è fatto aiutare dalle “pietre”.
RA, essendo di sesta densità usa il tempo in maniera diversa da noi, o meglio lo percepisce diversamente (vi prego non chiedetemi come fa) vede il passato, vede il presente e vede il futuro, o meglio, lui vede la possibilità dei passati, la possibilità dei presenti e la possibilità dei futuri.
Prendendo in esame il caso delle “pietre” RA vede l'entità che sta sperimentando al momento “panoramicamente” come roccia (la montagna di granito), ipoteticamente la vedrebbe anche come animale e poi la vedrebbe in forma umana (densità successiva), poi in forma “aliena”, in forma “divina” e nella forma simile alla sua (una forma di sesta densità).
E' come se RA invece di prendere la roccia di terza che formava la montagna in Egitto con martello e piccone, sia andato avanti nel tempo e sia arrivato in un “luogo”, fra miliardi di anni, dove “colui/coloro” che componeva/componevano le pietre in Egitto 6.000 anni fa, si è/sono evoluto/i in una entità di sesta e gli ha chiesto di poter usare il suo materiale originale di quando risiedeva in terza e di poterlo utilizzare per formare una struttura piramidale.
Pazzesco vero? Lo è anche per me, certo lo trovo affascinante, ma non crediate che io dia tutto questo per scontato. Io continuo a meravigliarmi e ad affascinarmi sempre come la prima volta.

Io credo che quando San Francesco “parlava” con gli uccelli, usava una tecnica del genere, cioè non è che lui conosceva il “cinguettese” , ma quando si concentrava e si apriva al Tutto, riusciva a carpire l'essenza (futura) dell'essere che al momento si presentava sotto forma di uccello (seconda densità) e riusciva a comunicare con loro (nel futuro) ...ma non ne sono sicuro e non chiedetemi alcuna prova di ciò che dico e di come facesse San Francesco a fare una cosa del genere, ma dico che potrebbe essere così, considerando le rivelazioni del materiale.

Avrete notato tutti che io posso essere definito un ricercatore spirituale atipico. Uso molto l'intelletto e la deduzione quando possibile, non amo spassionatamente tutti gli altri me (le altre persone) e sono animato più da un senso di giustizia che da un senso di amore incondizionato.
Dico parolacce e m'arrabbio e faccio spesso dei collegamenti, che a rileggermi a volte non ci capisco un cazzo manco io.
Discutere di questi argomenti è affascinante, ma troppo complicato. Ci sono alcune cose che ancora non ho compreso (tante cose) ma ci sono anche cose che ho compreso ma non riesco a spiegare perché non riesco a trovare gli appigli giusti, o meglio ci provo, ma quando mi rileggo mi rendo conto che se avessi proposto questi argomenti al mio sè di 15 anni fa, lui mi avrebbe mandato sicuramente a fare in culo, ne sono certo.
Per cui, con la consapevolezza che molti di voi mi considerino come io stesso 15 anni fa mi sarei considerato (un perfetto coglione) cerco/cercavo costantemente un modo nuovo, un metodo per approcciare le persone sotto un'altra luce. Una luce che non prevede gli Annunaki, i Veda, i vari Buddha, Maometto, Cristo etc. e tutte queste cazzo di figure/letture criptico/metaforiche che non fanno altro che creare confusione e posizioni elitarie. A l'umano piace pensare: “Poveri/beati voi che non sapete”.

Io non ho mai avvertito una grossa pericolosità nel materiale di RA e di conseguenza non ho mai avvertito pericolosità nella mia esposizione, ma potrei sbagliarmi. Forse il Pianeta davvero non è pronto per cambiare pagina definitivamente (come era millenni di anni fa) e questo tipo di informazioni potrebbero ancora adesso far più male che bene... si potrebbe essere, lo ammetto.
Fortunatamente questo mio 3D si trova in un sito di nicchia e in un forum di nicchia che l'uomo comune non ricerca e credo proprio che questo sarà il mio ultimo intervento per quanto riguarda l'argomento.
Se avete domande, sia tecniche che non, sul materiale di RA “La Legge dell'Uno” , non dovete fare altro che andare sul sito L/L Research e scaricarvi il materiale originale. Se conoscete perfettamente l'inglese potete leggere tutti e 5 i libri, se non conoscete l'inglese, potete per ora scaricare il primo libro tradotto, poi quando metteranno la traduzione del resto, potrete continuare.

Io vi auguro di non smettere mai di essere curiosi e vi auguro di poter conservare una buona memoria, perché ritengo che queste due componenti siano alla base di qualsiasi tipo di “Intelligenza” sia materiale che spirituale.
Vi auguro di portare a termine la vostra “missione” qualsiasi essa sia, qualunque sia il vostro luogo di provenienza, anche se, dal mio punto di vista, al momento non ci sono assolutamente le basi nel caso la vostra missione comporti una velocizzazione dell'evoluzione umana intesa come entità planetaria.
Vi ringrazio di essere stati nel “Mondo di Dipende” con la speranza che queste informazioni, che non sono affatto nuove, ma poste sotto una luce diversa, che non sono affatto la Verità assoluta, ma possono scardinare certi meccanismi terrestri morbosi, possano invogliarvi ad indagare fra i misteri della “vita” e quelli della “morte”, non importa quale porta userete per entrare, l'importante è entrare e, se posso darvi un consiglio, fatelo con gioia e serenità, con la consapevolezza che ognuno di noi è parte integrante del Creatore, per cui in definitiva, come recita un proverbio indiano e che io ripeto spesso, “Alla fine andrà tutto bene e se non dovesse andare bene, vuol dire che non è ancora la fine”.
Buona vita a tutti.
I seguenti utenti hanno detto grazie : Grappa, Al2012, Pavillion

Si prega Accesso a partecipare alla conversazione.

Di più
6 Anni 5 Mesi fa #12510 da Al2012

“Alla fine andrà tutto bene e se non dovesse andare bene, vuol dire che non è ancora la fine”.


Non ci crederai, ma è un po' che mi girava in testa questa frase.
Volevo anche postarla, ma temevo che apparisse conclusiva!

Anche questa interpretazione della danza di Siva presa dal libro “Il Tao della fisica” di Fritjof Capra, mi da un senso di pace/serenità


“Gli artisti indiani del decimo e del dodicesimo secolo hanno rappresentato la danza cosmica di Siva in magnifiche sculture in bronzo di figure umane danzanti, con quattro braccia, i cui gesti, stupendamente equilibrati e tuttavia dinamici, esprimo il ritmo e l’unità della Vita.

I vari significati della danza sono espressi dai particolari di queste figure in una complessa e vivida allegoria.

La mano destra superiore della divinità tiene un tamburo per simboleggiare il suono primordiale della creazione, la mano sinistra superiore regge una fiamma, l’elemento della distruzione. L’equilibrio delle due mani rappresenta l’equilibrio dinamico di creazione e distruzione nel mondo, reso ancora più evidente dalla calma e dalla serenità del volto del Danzatore, al centro tra le due mani, in cui la polarità di creazione e distruzione è dissolta e trascende.

La seconda mano destra è alzata nel segno del “non temere”, e simboleggia la conservazione, la protezione e la pace, mentre l’altra mano sinistra è rivolta in basso verso il piede sollevato che simboleggia la liberazione dall’incantesimo della maya.

Il dio è rappresentato mentre danza sul corpo di un demone, il simbolo dell’ignoranza umana che deve essere sconfitta prima che si possa raggiungere la liberazione.”
I seguenti utenti hanno detto grazie : Dipende

Si prega Accesso a partecipare alla conversazione.

Di più
6 Anni 5 Mesi fa #12511 da Maksi
Dipende hai fatto un ottimo lavoro e non e' la tua esposizione il problema. Anzi penso che meglio non si poteva fare.

C'e' pero' in questo materiale un'ideologia di fondo, che seppur il disegno complessivo sia simile alle tradizioni molto antiche (ripeto: il Ra in questione non diffonde nulla di nuovo, ma ricicla sopratutto la cosmologia vedica) inneggia' a dottrine che hanno abbastanza mistificato il vero significato (cosa gia' avvenuta col buddismo a dir la verita'). Io non lo so se sia stato questo l'intento di questo essere, ma forse l'ambiente cristiano, umanista e anche un po laico (insomma moderno) dei ricercatori, abbaia parecchio influito su punti determinanti del discorso. Se ti esprimi dalle fonti non tue e riprendi concetti che sono stati ben evidenziati ben prima di te, allora non puoi comodamente riadattarle allo spirito del tempo attuale, perche' manipoli. Io non so se i testi vedici siano la verita' assoluta, pero' sono i piu' originali e hanno una sua essenza specifica e certamente non puoi raidattarli ad una spiritualita' politicamente corretta. Nel Kali Yuga la mistificazione tra Bene e Male e' in fase piu' profonda e molti concetti che noi ora riteniamo giusti moralmente ed eticamente, all'epoca non erano e lo hanno ampiamente spiegato perche'. In definitiva nell'ordine cosmico l'amore universale non e' contemplato, anzi e' un degenerazione che annichilisce lo spirito umano.

Non per niente questi scritti hanno dato vita in seguito alle credenze religiose che sono il vero cancro di questo Pianeta. I tempi adesso sono cambiati.

Sono cambiati in peggio. Nella regola dell'UNO del tempo ciclico, adesso noi siamo spiritualmente il punto piu' l'ontano - o degenerato - dall'Origine/Uno. Il cancro non e' la religio, che e' una manifestazione sprituale, ma le dottrine infettate da sentimentalismo. I sentimenti sono cosa da arginare dalle religioni, perche' sono con essi che ci manipolano. Anche qui certe dottrine originali spiegano come i sentimenti sono da lasciarli fuori dal contesto spirituale. Nell'era moderna questo e' quasi impossibile. Oggi il fanatismo assolutista si basa proprio sulle parole di uguaglianza, amore e fratellanza. C'e' stata una corruzione a riguardo che non ha eguali. Questo lo apredno tutti i giorni quando cerco di ricercare la verita', che e' quella che determina la bonta' del tutto.

A parte il fatto che le tue considerazioni sono molto simili a quelle che fece l'utente Invisibile qualche tempo fa (solo che le sue venivano più da Est)

Questa te la potevi risparmiare. :goof:

Non sono un prete che predicozza con fuffa moralizzatrice. :zombie:

Saluti.
I seguenti utenti hanno detto grazie : Dipende

Si prega Accesso a partecipare alla conversazione.

Di più
6 Anni 5 Mesi fa #12515 da Dipende

A parte il fatto che le tue considerazioni sono molto simili a quelle che fece l'utente Invisibile qualche tempo fa (solo che le sue venivano più da Est)

Questa te la potevi risparmiare.

Non sono un prete che predicozza con fuffa moralizzatrice


Mai sfiorata nemmeno l'idea di paragonarti all'utente “Invisibile” c'è stato un malinteso. Io, in un certo senso considero le tue opinioni valide, è la struttura delle informazioni che ritengo contorta e comunque hai espresso i tuoi punti di vista in maniera logica e non arrogante. La similitudine sta in alcune obiezioni che lui aveva espresso e le informazioni le aveva prese da luoghi posizionati un po' più ad oriente rispetto le tue.

Tu scrivi:

Per farla breve questo Ra virtuale pare abbia catalogato umani passivi (quelli che si annullano spiritualmente per trovare l'Amore universale) come virtuosi e quelli attivi (quelli che costruiscono civilta' per dire) come quelli che incatenano la nostar liberta' spirituale.



Dal punto di vista materiale io condivido quel che hai scritto, anzi devo dire che questo è stato il fattore che mi fece allontanare da ogni forma di spiritualità quando ero ragazzo. Amore un cazzo! Non potevo concepire di amare passivamente qualche figlio di troia che distruggeva la vita di altre persone, sebbene mi sforzassi, non ne ero capace....e a dirla tutta non lo sono nemmeno ora.

Poi ho cominciato ad interessarmi meglio alla questione, ho superato i miei preconcetti e sono riuscito per un attimo a resettare sia le informazioni che avevo fino a quel momento, ma anche (in maniera minore) il mio ego.
Ho capito che dal punto di vista “galattico” sbagliavo a pensarla così. L'Amore non è sottomissione, anzi è volontà!
Scegliere di sacrificarsi per gli altri (che non vuol dire subire passivamente come un robot) è una SCELTA ed ha un valore “galattico” molto incisivo.
Sacrificarsi invece come un cazzone per un leader, o qualche lupo vestito da pecora non determina una SCELTA e non ha alcun valore. Incazzarsi come una iena e farsi esplodere in un palazzo del potere genera, oltre che un fottio di karma, terrore, confusione, tragedia.
Non puoi usare le stesse armi che usano loro, o diventi come loro.
Questo non vuol dire essere passivi. L'Amore non è un sentimento è un modo di esistere che tutte le entità usano, c'è chi lo usa solo per se stesso, chi anche per gli altri, ma essendo un modo di esistere, ha delle regole e si evolve.
RA dice che dopo la terza densità (la nostra) dove si impara ad essere individuo pensante separato dal resto, in quarta si studia proprio l'Amore e dice pure che nella densità successiva (la quinta) si studia la Luce. Ho detto più volte che fuori dal nostro Pianeta l'”Amore” viene inteso come forza di volontà e la “Luce”come una serie di informazioni, per cui tu sei “obbligato” a studiare prima l'Amore, poi la Luce...questo ha un senso molto profondo....o ci faremmo prendere la mano e distruggeremmo l'Universo in continuazione.

In terza densità si prendono posizioni! E queste posizioni vanno difese a tutti i costi, che sia nel dominare qualcuno, che nel sostenerlo. E' questo il succo di tutto! Si, è vero, i “negativi” costruiscono imperi, ma avrai notato anche che le loro società non durano assai, prima o poi vengono distrutte da loro stessi. Accade perché i negativi non collaborano, non donano la loro conoscenza, non fanno gruppo veramente e prima o poi soccombono e devono ricominciare.

Nessuno nell'Universo, tanto meno RA ti sta dicendo di essere passivo, anzi, ti stanno ripetendo da millenni di fare sta benedetta scelta, ma di farla sul serio! Hai deciso di polarizzarti negativamente, cioè di fare il pezzo di merda? E forza, dai...facci vedere di cosa sei capace! Hai scelto di polarizzarti positivamente, cioè di aiutare gli altri, di collaborare, di non farti prendere da gelosie, invidie, ed egoismi? Forza allora! Facci vedere che sai fare!
Non hai scelto ancora? Datti na mossa!!

Io solo di una cosa sono davvero certo, sono certo del fatto che su questo Pianeta le distorsioni sono talmente opprimenti e totalizzanti che davvero la gente (e qui mi ci metto pure io) non sa mai se sta sbagliando, o sta facendo bene. Per questo, non dico che mi sono pentito di aver aperto questa discussione, ma penso sia il caso di smettere.

Si prega Accesso a partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.311 secondi
Powered by Forum Kunena