Il bene il male, armonia e disarmonia.

Di più
1 Anno 1 Mese fa #51134 da flor das aguas
@TheNecrons
Interessante, volevo appunto commentare a proposito, che per me...i serpenti, rettili o altre creature di questo tipo...non sono per niente ripugnanti, ma proprio zero. Lo dico, perché sembra che tu l'abbia messa come se valesse per tutti gli umani, ecco per me non è così, quindi non è oggettivo.
Quello che invece, personalmente, trovo ripugnante è lo scarafaggio, non so perché, devo ammetterlo.

S', in effetti neanche io li trovo ripugnanti, a me le lucertole piacciono. Ma cosi' sono descritti, creature rettiliane, draghi della mitologia, feroci squamosi, insidiosi, ingannatori, incantatori, come il cobra, credo quella sia la rappresentazione se vogliamo. Insomma la loro apparenza rispecchia l'aspetto "non amichevole" verso la razza umana, di una creatura che in qualche modo non ha intenzioni buone.
Poi francamente non mi sono mai posta i problema nel rapporto con la forma assunta nella nostra realta' fisica, e' l'entita' che prende possesso
L\'Argomento è stato bloccato.
Di più
1 Anno 1 Mese fa #51137 da flor das aguas
@Invisibile
I rettiliani, come ne hai parlato tu, sono una roba moderna e quindi, a mio avviso, è molto verosimile che qualcuno li abbia scelti per i motivi che ho esposto.
Per quanto riguarda i racconti ed i miti antichi su questi variegati esseri, ci sono varie ipotesi ma qui andiamo OT e quindi mi fermo.

No, non e' roba moderna. Manco sai di cosa parlo. David Icke ha scritto libri, mattoni pieni di riferimenti bibliografici a culture antiche, leggende, religioni, soffermandosi sulla descrizione del serpente e la rappresentazione del serpente come oggetto di culto e adorazione. Molte civilizzazioni descrivono queste razze che sono venute come rettiliforme. Poi nessuno ti dice che tu debba per forza prenderle per verita', ma ci sono collegamenti e fili logici da seguire Non e' roba moderna tirata fuori dal cilindro.
Il mio è un discorso diverso: SICCOME esistono FENOMENI ANCHE sul piano materiale (mattone rotto, schiaffo di Federico), e siccome questi fenomeni sono dimostrabili oggettivamente (mattone rotto, schiaffo di Federico),
 ecco che se TU, tu non io, porti elementi che riguardano ANCHE il piano materiale

Stai separando il mondo manifesto dal mondo non manifesto, questo stai facendo. Quando in realta' coesistono e l'influenza nel mondo non manifesto genera effetti fenomenici nel mondo manifesto!
Il mondo materiale non e' un luogo legato allo spazio, e' un luogo legato alla percezione.
Sono fenomeni legati alla percezione di una banda di frequenze data, manipolata.
Dovremmo sapere che ci sono dei limiti che derivano dall'esperienza fisica, perche' i sensi non sono in grado di cogliere l'essenza! E l'essenza e' qui, l'essenza si nasconde  dietro l'apparenza dei fenomeni, non mi pare un discorso cosi' difficile
per uno come te da capire!
E se noi vogliamo indagarla dobbiamo considerare il piano fisico nella sua realta' energetica, non separato, non c'e' separazione, se non nella nostra mente.
Il fenomeno dolore provocato dallo schiaffo e' fenomeno si' oggettivo, ma e' legato alla percezione nella quale il cervello e' rinchiuso, se il programma della banda percettiva prevede che a botta (contatto, interconnessione) corrisponda dolore, quello sara' il fenomeno oggettivo che rileveremo come conseguenza. E ne' io ne' te possiamo esimerci, perche' non so tu ma io non ho imparato a non provare dolore fisico. Ma il maestro che rompe il mattonne, quello che cammina sui carboni ardenti... loro si', hanno "deprogrammato" le loro facolta' sensoriali e riescono a rompere il mattone e camminare sul fuoco senza dolore.
"Tu donna partorirai con dolore...tu uomo lavorerai col sudore...", dice il dio quando caccia Adamo ed Eva dal paradiso. Il paradiso di adamo ed eva e' la Terra Prima. Noi da li' veniamo, ed e' qui allo stesso tempo, solo invisibile ai nostri sensi.
Non c'e' dolore non c'e' fatica, non c'e' percezione limitata ai sensi nella Terra Prima, ma con l'avvento di queste entita' nei secoli, milioni di anni noi siamo stati programmati e manipolati dentro quei limiti. E solo quello vediamo, pensando che il resto sia fuori. NO E' DENTRO DI NOI
Le streghe che la santa inquisizione mando' al rogo, erano anche quelle che aiutavano le donne a partorire senza dolore. Il programma entro il quale siamo  tenuti attraverso la percezione limitata vuole cancellare la conoscenza, ma di nuovo e' dentro di noi, bisogna riportarla alla luce. E' tutto qui, e li' nello stesso tempo e nello stesso spazio.
Queste forze controllano la mente attraverso la percezione. La liberazione passa attraverso la deprogrammazione. Il modo in cui percepiamo noi stessi e' il primo passo.

Questo e' il discorso che sto facendo per cercare di dire che questi esseri che appaiono come esseri umani potrebbero non esserlo.
Il campo aurico e' l'informazione che crea la forma, Un cambio di forma e' un cambio di energia, per questo siamo  costantemente sotto attacco elettromagnetico.
Ora qui poi tu ti soffermi sulle "scaglie" e non sei minimamente interessato al mio discorso sul fatto che queste persone hanno perso la loro "umanita" per via delle loro azioni antiumane, che hanno modificato il campo energetico, lasciando che queste entita' entrassero nel campo. Si chiamano possessioni, tu ci credi alle possessioni?
Chi le ha viste, chi ha subito i loro abusi, gli stessi satanisti che hanno preso parte ai rituali confermano che in momenti di eccitazione il campo aurico della person cambia forma simile a un rettile. Sono testimonianze, che a te non bastano. Ci puo' stare, va bene, ma non cercare oggettivita' in una realta' fenomenica il cui fenomeno e' percettivo.
Quindi discutiamo di questo, per favore, se ti va.
va bene flor ma allora la chiudiamo qui perché non vedo nessun motivo per continuare.
Fai come vuoi, come tu l'hai aperta tu la chiudi.
Non e' il caso di continuare in questo modo se non prendi in considerazione altri aspetti che ruotano intorno al rettile e quello che il rettile rappresenta, invece delle scaglie.
L\'Argomento è stato bloccato.
Di più
1 Anno 1 Mese fa - 1 Anno 1 Mese fa #51138 da invisibile
@flor

I rettiliani, come ne hai parlato tu, sono una roba moderna e quindi, a mio avviso, è molto verosimile che qualcuno li abbia scelti per i motivi che ho esposto.
Per quanto riguarda i racconti ed i miti antichi su questi variegati esseri, ci sono varie ipotesi ma qui andiamo OT e quindi mi fermo.

No, non e' roba moderna. Manco sai di cosa parlo. David Icke ha scritto libri, mattoni pieni di riferimenti bibliografici a culture antiche, leggende, religioni, soffermandosi sulla descrizione del serpente e la rappresentazione del serpente come oggetto di culto e adorazione. Molte civilizzazioni descrivono queste razze che sono venute come rettiliforme. Poi nessuno ti dice che tu debba per forza prenderle per verita', ma ci sono collegamenti e fili logici da seguire Non e' roba moderna tirata fuori dal cilindro.

I RETTILIANI a me risulta che siano roba moderna. Se hai qualche evidenza antica della teoria dei RETTLIANI sarei interessato a vederla ma credo che non esista proprio.
Icke, ed altri, hanno preso antichi miti, racconti etc. e li hanno usati per sostenere lamoderna teoria del RETTILIANI.

Il mio è un discorso diverso: SICCOME esistono FENOMENI ANCHE sul piano materiale (mattone rotto, schiaffo di Federico), e siccome questi fenomeni sono dimostrabili oggettivamente (mattone rotto, schiaffo di Federico),
 ecco che se TU, tu non io, porti elementi che riguardano ANCHE il piano materiale

Stai separando il mondo manifesto dal mondo non manifesto, questo stai facendo.

No per niente, ed ho spiegato fino allo sfinimento il perché è NECESSARIO FARE LA DISTINZIONE, ma tu questa cosa non la vuoi proprio capire.

Quando in realta' coesistono e l'influenza nel mondo non manifesto genera effetti fenomenici nel mondo manifesto!

Il mattone è rotto flor ed è dimostrabile in qualunque momento. Quindi se dici delle scaglie dovrebbero essere dimostrabili. E' molto semplice e nesun discorso sulla pecezione, i piani o le frequenze potrà mai cambiare questa realtà oggettiva. Quindi o neghi tutto compeso il mattone, il che va contro le eidenze oggettive, oppure se parli di scaglie DEVI prtare evidenze. Non lo dico io è così che funziona la logica.
Quindi quato hai scritto dopo non ha nessuna valenza su questo particolare aspetto.

E se noi vogliamo indagarla dobbiamo considerare il piano fisico nella sua realta' energetica, non separato, non c'e' separazione, se non nella nostra mente.

Io questo lo so bene e sostengo che sia proprio questa l'illusione, anche se la pensiamo in modo molto diverso su cosa la generi. Ma qusto non c'entra nulla con il mattone, lo schiaffo di Federico o le scaglie dei rettiliani. Se il mattone è rotto è dimostrabile che lo sia, dimostrabile materialmente come ho fatto. Quindi finché qualcuno non dimostra l'esistenza dei rettiliani, altrettanto materialmente, è solo un racconto. Tu credici che ti devo dire, ma è un racconto e non perchè lo dico io è una cosa oggettiva proprio.

Il fenomeno dolore provocato dallo schiaffo e' fenomeno si' oggettivo, ma e' legato alla percezione nella quale il cervello e' rinchiuso, se il programma della banda percettiva prevede che a botta (contatto, interconnessione) corrisponda dolore, quello sara' il fenomeno oggettivo che rileveremo come conseguenza. E ne' io ne' te possiamo esimerci, perche' non so tu ma io non ho imparato a non provare dolore fisico. Ma il maestro che rompe il mattonne, quello che cammina sui carboni ardenti... loro si', hanno "deprogrammato" le loro facolta' sensoriali e riescono a rompere il mattone e camminare sul fuoco senza dolore.

Salto il resto, perché sembra che parli con un altro, perché ripeti cose che hai già esperesso e perché non risolve la questione, nemmeno minimamente. Dove sono ste scaglie?

Ora qui poi tu ti soffermi sulle "scaglie" e non sei minimamente interessato al mio discorso sul fatto che queste persone hanno perso la loro "umanita" per via delle loro azioni antiumane, che hanno modificato il campo energetico, lasciando che queste entita' entrassero nel campo. Si chiamano possessioni, tu ci credi alle possessioni?
Chi le ha viste, chi ha subito i loro abusi, gli stessi satanisti che hanno preso parte ai rituali confermano che in momenti di eccitazione il campo


Ma che dici? Boh... in che senso non sono interessato se è proprio questo uno dei temi fondantio del thread?
Poi se mi dici di nuovo""ma che prove vuoi" io mi suicido a sto giro :-D

Sono testimonianze, che a te non bastano. Ci puo' stare, va bene, ma non cercare oggettivita' in una realta' fenomenica il cui fenomeno e' percettivo.

Sei tu che hai portato l'oggettività dicendo che questi rettiliani si manifestano anche nel mondo fisico, scaglie, occhi di rettile, mica io. Se le porti tu sta a te dimostrarne l'esistenza reale di questi fenomeni sul piano materiale.

va bene flor ma allora la chiudiamo qui perché non vedo nessun motivo per continuare.
Fai come vuoi, come tu l'hai aperta tu la chiudi.

No flor, tu l'hai aperta portando i racconti dei rettiliani di cui non esiste uno straccio di evidenza.

Non e' il caso di continuare in questo modo se non prendi in considerazione altri aspetti che ruotano intorno al rettile e quello che il rettile rappresenta, invece delle scaglie.

No scusa eh io li ho presi eccome in considerazione. Quello che non ho fatto e considerare questi aspetti, miti e racconti, come prove, o quantomeno come elementi convincenti, della loro esistenza reale, nella versione moderna ovviamente, come hai fatto tu. Ma siccoeme di prove non ne esistono ecco che il problema è solo tuo, non mio.

E sai cosa rappresenta il drago per i cinesi fin dalla più remota antichità? Un essere magico alleato dell'uomo, simbolo della fertilità e della fortuna. Che dici sarà per questo che hanno scelto di far venire fuori la storia dei rettiliani in occidente e non in Cina perché in Cina sarebbe risultata una cosa ridicola?

www.worldhistory.org/trans/it/2-1125/il-drago-nellantica-cina/

Ma cosi' sono descritti, creature rettiliane, draghi della mitologia, feroci squamosi, insidiosi, ingannatori, incantatori, come il cobra, credo quella sia la rappresentazione se vogliamo.

Appunto, così come li hanno descritti.

Domanda: chi è che ha DESCRITTO i rettiliani in quel modo?
Ultima Modifica 1 Anno 1 Mese fa da invisibile.
L\'Argomento è stato bloccato.
Di più
1 Anno 1 Mese fa - 1 Anno 1 Mese fa #51144 da Sertes
Su questa ti aiuto volentieri io. Il più celebre rettiliano appare nell'Antico Testamento, nel mito della cacciata dal paradiso.
Il rettile corrompe il maschio adam e la femmina eva con il frutto della conoscenza, e Dio li scopre condannando l'uomo a lavorare col sudore della fronte, la donna a partorire con dolore, e il rettiliano a strisciare. Ergo, il "serpente/rettile/rettiliano" prima non strisciava.

Infatti diversi pittori medioevali dipingevano in questo modo la celebre scena del testo sacro:


Miniatura del Breviario Grimani (sec. XV, Venezia, Biblioteca Marciana)


Adamo ed Eva, pittura ad olio del 1479 di Hugo van der Gus, Kunsthistorisches Museum, Vienna


Adam, Eve e Lilith (illustrazione di manoscritto medioevale)

bye!
Ultima Modifica 1 Anno 1 Mese fa da Sertes.
L\'Argomento è stato bloccato.
Di più
1 Anno 1 Mese fa #51145 da TheNecrons
@Flor:

Credi che l'uomo possa creare qualcosa del genere? per me no. L'uomo avrebbe creato una energia antiumana?

La mente di un essere umano non puo' "deciere" di avere comportamenti antiumani, puo' essere indotta, manipolata, ma non decide

Allora, facciamo così: i cani possono avere comportamenti "anti-cani"? No. Gli animali possono fare comportamenti "anti-natura"? No. Gli animali possono provare vera "cattiveria", "malvagità? No. Perché, sono stati creati (almeno secondo quello che sappiamo) secondo un disegno, dove stanno pressoché sempre (a parte piccole disarmonie per cambiare e crescere), dentro l'Armonia del mondo.

Quindi, se anche gli umani sono così...stai dicendo che gli umani sono esattamente come gli animali.
Oppure, detto forse in modo più brutto, siamo dei robot. Perché possiamo solo seguire il nostro programma.
Dici che gli umani sono creature di amore, quindi se il programma degli umani è "seguire l'amore", e loro possono solo fare quello, allora siamo dei robot. Siamo programmati e possiamo solo ed esclusivamente seguire il nostro programma.
Se fosse così, perché stiamo qua a discutere di queste cose filosofiche?! Tanto non possiamo cambiare. Dobbiamo solo..."non fare un cazzo", appunto, perché non facendo un cazzo, si segue il programma.

Inoltre, non ci sarebbe (secondo me), nessun valore ad essere "buoni, bravi onesti e saggi".

Infatti, questo è uno dei problemi che vedo con questa teoria dei rettiliani (o le altre molto simili). Dice che gli umani sono solo capaci di fare del bene e che il male è causato da agenti esterni, che si sono introfulati nel nostro mondo. Questo implica una serie di fatti, per il momento parlo solo di uno: il fatto che gli umani sono automi, visto che possono solo creare il bene. Siamo innocenti come i bambini, non possiamo mai desiderare il male e rimaniamo bambini tutta la vita, invece di diventare adulti. La base dellla New-Age diciamo xD :)
Guarda caso, è proprio quello che vuole il potere: farci credere che siamo programmati e che non abbiamo poteri enormi.

Invece, io penso che gli umani, a differenza di tutti gli altri animali che conosciamo, hanno il libero arbitrio, e sono anche gli unici che hanno l'interesse e la facoltà a "investigare i misteri" (per esempio, un animali non vorrebbe mai quant'è la massa del Sole, per esempio). Quindi ci sono differenze abissali proprio.

Potrebbe sembrare paradossale, ma per me una delle cose che rende speciale l'essere umano, è che ha la capacità di fare del male, il più grande male mai possibile da immaginare. Questo mostra: il suo potere, la nostra responsabilità, ed il valore che c'è nel scegliere il Bene, quando si può anche scegliere il male.
Per me, che sono maschio, i concetti di "onore e virtù", sono molto attraenti. Non c'è onore nel scegliere il male, e non c'è onore nel scegliere il bene quando è letteralmente l'unica cosa che puoi fare.
Come, non c'è neanche colpa nel scegliere il male, quando è l'unica cosa che si può fare.

***

Chi le ha viste, chi ha subito i loro abusi, gli stessi satanisti che hanno preso parte ai rituali confermano che in momenti di eccitazione il campo aurico della person cambia forma simile a un rettile.

Eh ma, queste vittime di abusi, a volta parlano di aver visto quell'essere lì...Kamos, quello con la testa di toro; c'è chi dice di aver visto "alieni", con le fattezze note, "pelle grigia, testa grande, occhi neri e grandi" e che lo abbiano stuprato, addirittura c'è stato un thread abbastanza seguito sul (vecchio) Luogocomune a riguardo, avevo anche fatto delle domande ad Invisibile a proposito (penso che non si ricorda) ecc; c'è chi dice di aver visto l'immagine di "satana" , una pelle rossa, corna, coda e quant'altro...
Quindi come la mettiamo esattamente? Io, personalmente, non prendo tanto seriamente queste "testimonianze" (metto tra virgolette, peché non sono mai dimostrate).

L'unica risposta di uno che supporta la teoria dei rettiliani, che ho letto riguardo a questa obiezione, è "Eh, ci sono state razze di cattivi...una di quelle sono i rettiliani".
Quindi tutte le volte, che esce una versione diversa, cercano in qualche modo di farla incastrare nella teoria generale.
Solo che così, quando uno guarda la teoria nel suo insieme, trova tante contraddizioni, tanta vaghezza e tanti "buchi" di informazioni.

***


Come avevo accennato sopra, trovo altre implicazioni della teoria dei rettliani, che scrivo qua:
questa teoria toglie tanta responsabilità all'essere umano, visto che "chi beve il sange dei bambini, non può essere umano"; e denota che l'essere umano è un essere debole, abbindolabile che può essere facilmente influenzato da "agenti esterni".
Il fatto che l'essere umano, possa essere facilmente vulnerabile è vero, ma io sono d'accordo con Invisibile, e cioè che è così, solo se lo decide lui. Altrimenti, come dice Invisibile (e sono d'accordo per esperienze dirette), con un bel vaffanculo può mandare via qualsiasi influenza.
L\'Argomento è stato bloccato.
Di più
1 Anno 1 Mese fa - 1 Anno 1 Mese fa #51147 da invisibile
@Sertes

Il più celebre rettiliano appare nell'Antico Testamento, nel mito della cacciata dal paradiso.
Il rettile corrompe il maschio adam e la femmina eva con il frutto della conoscenza, e Dio li scopre condannando l'uomo a lavorare col sudore della fronte, la donna a partorire con dolore, e il rettiliano a strisciare. Ergo, il "serpente/rettile/rettiliano" prima non strisciava.


E sai anche come poi è riuscito a fregare Dio e rimettersi sulle due gambe in piedi?
Quindi non solo avrebbe fregato Dio, avrebbe pure acquisito il potere di cambiare forma e così facendo prendere il dominio del mondo.
E le gambe e le braccia le aveva anche quando strisciava o le aveva perse? E se le aveva perse poi come le ha riacquistate?
Tranquillo Sertes, le illogicità  rimangono anche se si sostiene la favoletta bigliniana che il Dio della bibbia era un alieno cattivissimo.
Farsi due domandine due prima di postare sta roba no eh.

Quella dei rettiliani è una teoria moderna, ecco cosa succede a voler forzare la logica.

bye!

bye  bye! 
Ultima Modifica 1 Anno 1 Mese fa da invisibile.
L\'Argomento è stato bloccato.
Tempo creazione pagina: 0.452 secondi
Powered by Forum Kunena