Opinioni sull'universo e su Dio

Di più
4 Anni 11 Mesi fa #31145 da Tonki
Risposta da Tonki al topic Opinioni sull'universo e su Dio

Ok, facciamo un piccolo passetto avanti: non è che le proteine si sono generate a caso tra miliardi di possibilità. Quello che è accaduto è che grazie alle leggi fisiche che noi ben conosciamo e grazie successivamente al processo di selezione che conosciamo, si sono andate a formare delle proteine.

Come vedi non è solo tirare a caso un bussolotto ma applicare al tiro di un bussolotto delle leggi fisiche.

Noi non sappiamo quali leggi esistano nell' "oltre" l'universo di cui stiamo parlando, ma una ipotesi è proprio che ci siano delle leggi che hanno fatto avvenire il big bang. Ipotesi che trovo ben più plausibile di una entità intelligente.


Ti sbagli, la proteina è letteralmente una combinazione di aminoacidi vincente, e le altre sono tutte inefficaci. Darwin scrive testualmente, visto che parliamo di proteine, di un "piccolo e tiepido stagno, contenente ammoniaca e sali fosforici, luce, calore, elettricità, ecc., in modo che una proteina fosse chimicamente prodotta pronta per subire nuovi e più complessi cambiamenti".

Quindi si, la "prima proteina" o il "primo gruppo di proteine" si è letteralmente formata a caso, se la si vuole attribuire al caso. Certo, in virtù di alcune leggi della fisica, chimiche, elettriche, che agiscono dentro il bussolotto che è scosso, che in questo caso è l'ipotetico brodo primordiale, di cui non abbiamo alcuna prova però. E infatti nessuno in realtà ha mai visto formarsi una proteina o altro per conto suo, ed è una mera ipotesi che, come ho scritto prima, è matematicamente impossibile e senza alcun riscontro sperimentale. Nessun esperimento dimostra che è possibile, anzi, tutti i tentativi dimostrano eventualmente il contrario. E un requisito della scienza dovrebbe essere la riproducibilità. E' pertanto per mera scelta ideologica che si crede che qualcosa di indimostrabile e matematicamente non plausibile, possa essere accaduto.

Anzi, se vogliamo essere empirici e onesti, l'unico modo per creare una proteina conosciuto e funzionante a questo mondo, è avere del codice genetico necessario alla biosintesi di una proteina. Infatti, ciò che mette realmente in imbarazzo, non è tanto come si sia formata una proteina. E' come si possa essere prodotto un codice genetico che le forma, il quale contiene informazioni e avvia operazioni come le contiene un software in un hard disk. E' anzi a tutti gli effetti un programma biologico che manipola e regola la sintesi di tutto, in primis le proteine, anche nell'organismo più semplice. Darwin, porello, non sapeva dell'esistenza del dna. Così come non lo sapevano tutti i neodarwinisti, e così potevano credere che le cose si formassero per caso. Ma le cose si formano solo se qualcuno gli dall'input sulla base di informazioni codificate. E noi lo sappiamo adesso. Le proteine, in fondo, vengono letteralmente stampate sui modelli scritti nel codice genetico.
E il problema è quindi al limite stato spostato indietro, non più alla prima proteina, ma al codice genetico. Ma questo è una cosa intelligente, non un aggregato di molecole...al massimo si può far finta di no.
D'altro canto bisognerebbe anche essere onesti e guardare il dna di un ameba, o di un organismo probabilmente primordiale, e rendersi conto che il computer con cui sto scrivendo adesso, in termini di complessità, al confronto è un abaco, un giochetto per bambini ritardati. Nessuno penserebbe che un pc, tanto semplice a confronto, si sia autocreato. Eppure per il codice genetico, neppure rappresentabile e tuttora puro mistero e complessità e estrema precisione, lo si pensa.

Magari questo non si collega direttamente al big bang, ma occorre capire che se c'é un errore interpretativo nell'attribuire tutto al caso anche quando c'é evidenza di precisione e organizzazione ( come nella sintesi proteica ) lo stesso errore si ripercuote anche nei campi circostanti.
Non c'é neppure bisogno di credere a entità intelligenti. Tanta gente in questo sito crede agli ufo e li vede come i codificatori genetici dell'umanità. Possibile, ma perlomeno non nega l'esistenza di quella intelligenza. L'intelligenza è pianificazione e non nasce dal caso. Crederlo è un atto di fede, come credere in Giove o nel dio Indra. Negare l'intelligenza è una cosa, e significa negarla credendo al dio caso; attribuirla ( a Dio, agli Ufo, alla Matrix, all'olouniverso ) è un altra faccenda.
I seguenti utenti hanno detto grazie : Ghilgamesh

Si prega Accesso a partecipare alla conversazione.

Di più
4 Anni 11 Mesi fa #31146 da Roberto70
Io leggo la bibbia e la bibbia e' chiarissima, se a te non piace e' un tuo problema. La realtà non la cambi con i bla bla bla.
Per quanto riguarda dio, io non ho la certezza degli atei, quindi non so se esiste o non esiste e non mi pongo il problema. Diciamo che se esistesse non capisco come possa permettere guerre e altre ingiustizie varie. La storiella del libero arbitrio e di una vita migliore dopo la morte (e di conseguenza giustificare la sofferenza) e' una bella invenzione per far stare bene i meno e male i più.

I COMPLOTTI esistono quando ci sono prove solide ed incontrovertibili altrimenti rimangono solo nella mente di chi non li puo' dimostrare

Si prega Accesso a partecipare alla conversazione.

Di più
4 Anni 11 Mesi fa - 4 Anni 11 Mesi fa #31149 da orsoinpiedi
Gbhnjk,chi crede in Dio,crede nella sua atemporalita',quindi la tua risposta (per che crede) non ha senso.
P.s ma come caspita si pronuncia il tuo nik?Mi si è intrecciata la lingua a furia di provarci

"Leggi non per contraddire e confutare, né per credere e dare per scontato, ma per soppesare e considerare."
Ultima Modifica 4 Anni 11 Mesi fa da orsoinpiedi.

Si prega Accesso a partecipare alla conversazione.

Di più
4 Anni 11 Mesi fa - 4 Anni 11 Mesi fa #31150 da orsoinpiedi
Tonki,il tuo discorso non fa una grinza.Difficile pensare che dietro la creazioni non ci fosse un intento ben definito.Tutto sembra così perfetto che diventa difficile credere al caso.Ma potrebbe esistere una spiegazione alternativa.Se guardiamo all'universo vediamo che questo è percorso da "autostrade"(perdonatemi il termine),che collegano tutte le galassie.Visto nella sua interezza,troviamo una sorprendente similitudine con la rete neurale del nostro cervello (a sua immagine e somiglianza).
È eresia pensare,ad un dato momento, ad una presa di coscienza dell'universo stesso?Da qui l'iniziale intento di creare i presupposti per la vita in tutto se stesso.
Questo è solo un pensiero.D'altronde, non siamo fatti della stessa sostanza delle stelle?

"Leggi non per contraddire e confutare, né per credere e dare per scontato, ma per soppesare e considerare."
Ultima Modifica 4 Anni 11 Mesi fa da orsoinpiedi.

Si prega Accesso a partecipare alla conversazione.

Di più
4 Anni 11 Mesi fa - 4 Anni 11 Mesi fa #31151 da Ghilgamesh
Prendo spunto dal post di Tonki, per dire che personalmente ritengo l'uomo una creazione aliena, MA questo non implica che una forza creatrice abbia creato gli alieni.
E come hanno fatto notare in tanti, credere a un Dio, o al Tutto, sposta solo il problema ... sto Dio, quando è nato e come?

Ritengo il corpo umano troppo limitato per trovare ste risposte ... alcune cose, semplicemente, in questa vita non possiamo saperle.

Anche io fatico a credere al "caso", ma forse, fra miliardi e miliardi di universi, il nostro è uno dei pochi in cui il bussolotto, ha partorito al vita ... però non credo avremo mai una risposta certa.
Non in questa vita ...

Uno scettico dai piedi di balsa, inventore di una storia falsa ...
Ultima Modifica 4 Anni 11 Mesi fa da Ghilgamesh.

Si prega Accesso a partecipare alla conversazione.

Di più
4 Anni 11 Mesi fa #31153 da Corrado-5834

Ghilgamesh ha scritto: Ritengo il corpo umano troppo limitato per trovare ste risposte ... alcune cose, semplicemente, in questa vita non possiamo saperle.


Bravo, il cervello soprattutto.
Quanti Filosofi, pensatori, scienziati, religiosi, etc..., etc..., etc..., si sono cimentati in passato?
E NESSUNO ci ha capito niente.
E dovremmo riuscirci noi ... adesso ... ???
Mi dispiace, passo.
Forse dobbiamo solo rassegnarci, forse il nostro cervello è inadatto a concepire l'immensità dell'universo. E noi stessi.
Confido nella AI ... :poop:

Si prega Accesso a partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.565 secondi
Powered by Forum Kunena