Il materiale di RA secondo Dipende

Di più
6 Anni 6 Mesi fa #12063 da Pavillion
Si potrebbe "reinventare" ed è quel che strutturalmente si fa, nel muoversi in tal senso, chiedo, quale sarebbe la "differenza" tra il niente e il nulla o li si dovrebbe considerare un tutt'uno.

Si prega Accesso a partecipare alla conversazione.

Di più
6 Anni 6 Mesi fa #12075 da Dipende

Si potrebbe "reinventare" ed è quel che strutturalmente si fa


Eh?

chiedo, quale sarebbe la "differenza" tra il niente e il nulla o li si dovrebbe considerare un tutt'uno


Eh?

Io sto cercando di essere il meno criptico possibile, cercate anche voi di esserlo. Io capisco l'ego dello scrivente, ma la retorica, il sarcasmo, la parabola, le frasi velate, le pillole di saggezza e le avventure filosofiche fino ad ora non hanno portato grossi benefici. Potremmo cominciare proprio da qui, forse parlare come se avessimo 11 anni potrebbe portare a qualcosa di nuovo.

Spesso ho immaginato un virus che sterminasse chiunque abbia più di 7 anni (facciamo 5 è meglio)
Come si potrebbe evolvere un mondo (Terra) dominato da bambini terrestri di 5 anni?
I sopravvissuti commetterebbero gli stessi nostri errori? Cambierebbe la tendenza?
Io credo che se li lasciassimo in pace e se le distorsioni fossero al minimo, forse ne uscirebbe qualcosa di buono, di molto insolito, ma buono... almeno dal punto di vista evolutivo.

I bambini non sono tutti buoni.
Dalle rivelazioni di RA viene fuori che esistono alcune entità che, anche se in numero assai minore (credo che il rapporto sia 1 a 10) s'incarnano proprio con l'intento di metterlo nel culo al prossimo. In un Pianeta misto come la Terra s'incarnano sia entità che vogliono servire il prossimo, sia quelle che vogliono servire solo se stesse. Immaginate un bambino, che a noi appare un innocente bambino, ma dentro di egli esiste un'entità, più o meno esperta, che come programma di sviluppo ha come priorità l'apprendimento/specializzazione del potere e come dominare gli altri senza farsi scrupoli. Anche Himmler, o Rasputin sono stati bambini.

Probabilmente questi bambini che potremmo erroneamente definirli cattivi, prima o poi si uniranno e formeranno dei nuovi club esclusivi con potere piramidale col più forte in cima, dove s'insegna/impara come dominare gli altri.
Poi, vista la situazione abbastanza anomala che si è venuta a creare sulla Terra dove sperimentano assieme entità che provengono dai più disparati luoghi della nostra Galassia, io credo che se tornassimo sul pianeta Terra dei bambini dopo 500 anni, troveremmo un manipolo di eredi dei bambini cattivi che dominerà il resto degli eredi dei bambini buoni (ancora re, imperatori, presidenti, papi, un simbolo da adorare... etc.)
Questa è la prerogativa dei Pianeti ad affluenza mista.
Questo non vuol dire che il “Male” sia più forte del “Bene” anzi, in fin dei conti sembrerebbe il contrario, ma significa che chi s'incarna per il percorso negativo, s'impegna di più di chi s'incarna scegliendo il percorso positivo, almeno sul pianeta Terra è così.

Logicamente io sto parlando della Terra, non della terza densità in generale. Il pianeta Terra come tutte le entità planetarie ha una sua storia che crea un registro/patrimonio sociale metafisico mondiale (una specie di memoria storica planetaria) che geneticamente/energeticamente influenza tutte le entità che sperimentano dal momento della nascita.

Se invece prendessimo dei bambini terrestri di 5 anni misti e li portassimo su di un Pianeta di terza densità vergine, cioè senza storia pregressa che potrebbe fare da preconcetto genetico, non so come andrebbe a finire. Di sicuro si muoverebbero/evolverebbero più veloci di quanto non facciano qui adesso, in entrambi i sensi di marcia.

Io credo che all'epoca di Joshua, e prima di lui, le parabole, le velature ed il mistero egocentrico che la personalità dello scrivente smania per mettere in mostra, andavano bene, ma credo che nel momento in cui ci troviamo adesso, questa epoca sia terminata. Bisognerebbe cominciare a parlar chiaro, appunto come se avessimo 11 anni.

Questo parlar chiaro però potrebbe, a quanto pare, minacciare il libero arbitrio delle entità che tu vorresti far evolvere più velocemente.
Per cui non solo non si può costringere gli altri a credere nella Legge dell'Uno, ma non bisognerebbe nemmeno fare troppa pressione, o loro sceglierebbero la TUA dottrina solo per il fatto che sei credibile, o perchè gli stai simpatico, o sceglierebbero per paura di ritorsioni e questa non è una vera scelta...e non avremmo fatto un solo passo avanti.

Insomma qui la questione è più che spinosa, non per niente nei millenni scorsi nessuna entità, per quanto esperta e cazzuta fosse, è riuscita ad invertire definitivamente il senso di marcia.
Però nei secoli scorsi era diverso. C'era meno urgenza, le “nuove energie” spingevano meno, o non spingevano affatto, adesso le nuove energie sono fuori la porta..anzi a sentire RA e molti altri, dovrebbero essere già nel salotto.

Un'altra cosa che sarebbe utile, è la pacatezza nell'esporre il proprio punto di vista e questa cosa è valida in ogni contesto di vita.
Il corpo umano è composto principalmente da acqua. Questo perché l'acqua è un buon conduttore elettrico, ma anche perché l'acqua ha una memoria di ferro.
L'acqua presente nei nostri corpi reagisce agli stati d'animo e ne conserva la memoria.
Uno scienziato giapponese, da poco scomparso, ci ha mostrato che se prendi dell'acqua pura, i cristalli di ghiaccio che si formeranno al momento del congelamento assumeranno forme geometriche perfette, armoniose e belle a vedersi. Se prendi dell'acqua inquinata, al momento del congelamento si formeranno cristalli irregolari, poco armoniosi e fastidiosi a vedersi.
Ma la parte più interessante dell'esperimento sta nel fatto che se prendi un bicchiere di acqua del rubinetto e parli all'acqua in modo gentile, in modo pacato e le doni amore e gratitudine, quest'acqua prenderà una conformazione armoniosa e rimarrà limpida e pura per parecchio tempo.
Se invece le dirai parole di odio e lo farai in modo aggressivo, l'acqua dopo un po' ristagnerà e diventerà sporca e non potabile.

-Apro parentesi E' per questo motivo che RA dice al gruppo di mettere un calice colmo d'acqua e riempirlo con pensieri positivi d'amore e poi farlo bere a Carla dopo la seduta. Quell'acqua così configurata diventa poi energizzante e può più facilmente ripristinare lo stato debilitato di Carla dopo una trance – chiudo la parentesi.

Visto che noi siamo fatti prevalentemente di acqua, approcciare una persona in maniera aggressiva le crea un “pantano” dentro che risulta poco armonioso e foriero di:
stati difensivi, malintesi, incomprensioni, tensioni, sfide, stati arrendevoli fino alla sottomissione, o in antitesi al predominio e comunque manda in malora ogni proposito di iniziativa/dialogo che si era deciso di intraprendere.
Per cui, anche se si è fondamentalmente in contrasto su un argomento, è consigliabile rimanere calmi e cercare di essere il meno aggressivi possibile.

Sia la pacatezza e la gioia, che l'aggressività e l'odio si propagano tramite onde sinusoidali di ampiezza però diversa. Quella che potremmo definire dell'amore ha un'ampiezza maggiore e più regolare, quella dell'odio invece forma un'onda più stretta e irregolare, entrambe misurabili.
Non solo, se si mettono a confronto simultaneamente queste due onde di ampiezza diversa, dopo un po' una comincerà a assomigliare all'altra fino a diventare uguale.
Indovinate quale? Quella più corta (dell'odio) dopo un po' muterà e comincerà a propagarsi come quella dell'amore.
Io credo che il senso di “porgi l'altra guancia” sia tutto qui. Joshua, o se preferite “Gesù” per me è stato un brillante professore di fisica quantistica.

PS Sto leggendo la nuova versione tradotta da Gianluca Mosaico per L/L Reserch e rileggendo il tutto ho pensato: “Cazzo, questo materiale è davvero incredibile, ogni volta che lo rileggo ci trovo delle cose nuove...deve essere il mio grado di consapevolezza che aumenta...”
Invece è la traduzione precedente, quella a cui avevo avuto accesso anni fa che, oltre ad essere spesso tradotta in maniera imprecisa, è mancante di vari pezzi.
Non solo manca l'introduzione, ma alcune domande e le relative risposte sono state completamente rimosse, spero che non sia per motivi di censura.
Comunque il messaggio fondamentale rimane intatto, le omissioni riguardano solo rivelazioni più o meno considerabili “gossip” La Legge dell'Uno rimane tale, come tutte le sue distorsioni e tutte le spiegazioni che ho tentato di esporvi nella mia rivisitazione.
I seguenti utenti hanno detto grazie : Pavillion

Si prega Accesso a partecipare alla conversazione.

Di più
6 Anni 6 Mesi fa #12090 da Dipende
Buongiorno amici, io comprendo che è complicato per qualsiasi categoria di umano mettere questi discorsi in cima alle proprie priorità.
Chi ha un livello troppo basso non può usare né l'intelletto, né ha capacità di deduzione per poter comprendere discorsi del genere.
Chi invece potrebbe comprenderli (e qui ce ne sono parecchi) ha altre priorità su cui discutere.
Renzi che fa il pagliaccio, i 5stelle che non sono quello che parevano fossero, il coglione americano che rispecchia la personalità bifolca dei propri paesani....e poi si ci sono i vaccini, i microchips, l'uomo che non è mai andato sulla luna, gli attentati che fanno acqua da tutte le parti, la proibizione della canapa, le scie di merda in cielo e devo dire che ce ne sarebbero anche altre se non ci fosse un limite imposto dalla “ragione” umana.
RA nelle sue rivelazioni, che ricordo sono datate 1981, parla anche degli oggetti volanti che noi terrestri non sappiamo identificare e che fanno parte della flotta terrestre, (questa fu una delle cose che più sconvolse Don che cominciò a dubitare di RA) parla delle organizzazioni di sicurezza nazionale segrete e del controllo climatico.
Ma io avevo omesso queste ed altre rivelazioni perché specialmente noi di LC chesappiamo bene o male , anche se marginalmente, una parte di schifezze che alcuni umani da secoli combinano ai danni degli altri.

Io comprendo tutto questo, soprattutto perché questi discorsi hanno preso anche me, però poi mi sono accorto di girare in tondo....e non solo...mi sono accorto di essermi imbruttito ed imbrutito.
Io credo che sia tutto legato, ed essendo tale, se tu ti concentri solo su una parte del gioco, quella negativa, ti distruggi.
Ogni cosa negativa, ha la sua espressione positiva, faccio un esempio. Prendete gli ultimi attentati dal 2001 ad oggi. Ogni qualvolta avviene un attentato dove muoiono persone innocenti, già dopo poche ore, sul luogo dell'attentato cominceranno a venire persone che si riuniranno in preghiera, che solidarizzano fra di loro che si abbracciano e che donano amore.
A voi pare na cazzata? A me pure pareva, o meglio pensavo che fosse una goccia nel mare, invece poi ho studiato e mi sono accorto che così non è. I pensieri non solo sono creativi, ma hanno una potenza che noi umani abbiamo sempre sottovalutato.

Io non voglio trovare una soluzione proprio adesso, in questo momento, Sarebbe stupido da parte mia aspettarmi qualche utente del forum che possa dire: “Si ce l'ho io la soluzione” però ci sono da tenere in considerazione alcuni aspetti.
Primo non bisogna aver timore di provare a cercare una soluzione e possibilmente sbagliare.
Come scrivevo in precedenza e, soprattutto se avete letto il materiale, o la mia esposizione, vi sarete accorti che RA comincia questo contatto per riparare ad una cazzata fatta millenni fa.
Da quel che ho capito le cazzate fatte dalla Confederazione non si contano, RA non è stato l'unico a sbagliare, ma noi siamo umani cazzo, siamo “vaccinati” contro la merda travestita da muffin.

Insomma, a quanto pare nessuno è infallibile, manco il Creatore (che saremmo noi) e direi di più, il Creatore ama sbagliare, perché così facendo crea nuove opportunità, crea nuovi nexi, nuovi noduli nell'energia che qualcuno prima o poi sbroglierà e per farlo si farà un mazzo che voi non avete idea.
Tutto questo poi formerà nuova creazione, con nuove possibilità e nuove direttive.
Il pericolo di essere fraintesi su questo Pianeta è altissimo!

RA dice che sulla Terra nel 1981 erano incarnati una settantina di milioni di erranti. Ripeto gli erranti sono entità che hanno compiuto il loro lavoro di terza densità, hanno compiuto anche il quarto e spesso anche il quinto e sono arrivati al sesto livello vibrazionale (al pari di RA) e hanno deciso di reincarnarsi in terza densità, sul pianeta Terra per dare una mano.
Ebbene questi erranti (che adesso sono di più di 70 milioni) se ricordassero potrebbero essere paragonati ad un Dio, ma quasi sempre rimangono impelagati mani e piedi in questa illusione e molti di loro non riescono a combinare una mazza. Visto quanto sono infami le distorsioni qui?

Immagino un errante di sesta forte e cazzuto che si sta per incarnare sulla Terra. Spavaldo nella sua corazza di luce, certo del suo bagaglio di esperienze, con un sorriso quasi beffardo saluta i propri compagni esclamando: “La rimetto io a posto la Terra!”
Poi viene qui e lo sfasciano di mazzate. Poi lui depresso e sconfortato si fa una canna in un parco e poi passa una volante....

Ragazzi, continuerò a scrivere ancora per un po', poi se non vi va di partecipare alla discussione va bene lo comprendo però poi dovrò smettere perché tanto vale aprirmi un blog tutto mio ( e non ho voglia) e perché non voglio fare come l'utente “Alimento” che continua imperterrito a scrivere una nuova bibbia.
I seguenti utenti hanno detto grazie : Pavillion

Si prega Accesso a partecipare alla conversazione.

Di più
6 Anni 6 Mesi fa - 6 Anni 6 Mesi fa #12104 da Al2012
Ciao Dipente,

L'obiettivo della Confederazione e di tutti gli erranti che decidono di incarnarsi carne ed ossa in una densità inferiore all'esperienza da loro raggiunta, è proprio questo, escogitare un metodo che possa fa venire “voglia” all'entità di evolversi.
Tutto questo però deve farlo senza minacciare il libero arbitrio, o la libera scelta (o la Legge della confusione come la chiama RA) e, come abbiamo visto fin ora, non è che è servito a molto, almeno se parliamo della massa terrestre.


Per come la vedo io la spinta evolutiva è innata, è la caratteristica principale del “fenomeno Vita” , quindi, a livello individuale, la “voglia” di evolversi è dentro ad ognuno di noi, ma è una “vocina” flebile che è difficile da percepire.

Personalmente verso la fine del 2004 ho ripreso un percorso di ricerca di quel ponte che può unire la mia materialità con la mia spiritualità, ricerca che avevo interrotto immergendomi di più nella materialità.

Percorso che si può intravedere nel Topic "Il Campo del Punto Zero" che ho aperto sul vecchio sito, che va dal 2/10/2006 -- 01/12/2012 ed in altri Topic.

Anche nel mio nickname, (che mi ha fatto guadagnare l’etichetta di newage), c’è racchiusa la speranza/illusione di un possibile “salto quantico” della coscienza collettiva, possibile se si raggiungesse la famosa massa critica.

Ora gli entusiasmi si sono affievoliti, dire spenti.
Comunque sono contento d’aver raggiunto alcuni punti fermi che mi permettono di osservare il mondo da un punto di vista differente.
D’essermi allontanato dal paradigma riduzionistico e di essermi avvicinato al paradigma olistico e il solo focalizzarmi su questo fatto mi dà un senso di benessere.

Ecco, se dovessi suggerire a qualcuno come iniziare gli direi di abbandonare il paradigma riduzionistico, cosa non facile e che non avviene con un schicco di dita, essendo il paradigma in cui siamo nati da generazioni.
Anche la falsità della linearità temporale della vita, quando in natura tutto è ciclico, l’idea di vivere in un sistema isolato, quando non esiste un sistema totalmente isolato.

Ora so con certezza che non siamo solo materia, anzi è la materia ad non essere solo quel concetto di cubetti lego che probabilmente tutti immaginiamo.
La materia un insieme, un sistema di vibrazione che va ben oltre a quello che possiamo osservare dal nostro punto di vista.

Noi guardiamo, ma non vediamo, la Realtà.
Quello che noi chiamiamo realtà è quella “comunemente accettata” la realtà ordinaria, ma altri, da punti di vista differenti, guardano realtà differenti.
Ultima Modifica 6 Anni 6 Mesi fa da Al2012.

Si prega Accesso a partecipare alla conversazione.

Di più
6 Anni 6 Mesi fa #12113 da Dipende
Ciao Al speravo in una tua comparsa...

Per come la vedo io la spinta evolutiva è innata, è la caratteristica principale del “fenomeno Vita” , quindi, a livello individuale, la “voglia” di evolversi è dentro ad ognuno di noi, ma è una “vocina” flebile che è difficile da percepire.


Si, ne sono convinto anche io, o meglio credo anche io che tutto il gioco si fondi proprio sul fatto di riuscire ad intercettare questa flebile vocina come dici tu e per far ciò c'è chi inventa modi, tecniche, o sotterfugi...però qui da noi, sul pianeta Terra è successo qualcosa, qualcosa di molto grosso che RA e gli altri continuano a sminuire.
Lo fanno perché dal loro punto di vista non è importante e anche per non farti spaventare/arrendere.
E' come se ci fosse qualcuno/qualcosa/alcuni che non vuole che tu ascolti la vocina.

Come ho sempre detto esistono 2 modi di esistere, due polarità, una positiva, l'altra negativa. Entrambe le polarità possono far accendere una lampadina e far evolvere un'entità.
Però, come abbiamo più volte detto esiste una terza polarità, anzi per essere corretti una non polarità, la polarità neutra.
Per cui, tutto sommato, dal punto di vista spirituale, fa molto più danno chi ti tiene ancorato ad una polarità neutra, che chi vuol farti polarizzare negativamente.
Per cui bisognerebbe prima di tutto individuare chi ti vuole fermo, non chi ti vuole male.
Qual è l'istituzione più conservatrice della Terra?

Anche nel mio nickname, (che mi ha fatto guadagnare l’etichetta di newage), c’è racchiusa la speranza/illusione di un possibile “salto quantico” della coscienza collettiva, possibile se si raggiungesse la famosa massa critica.


Salto quantico e massa critica, due termini importanti, ma poco chiari.
Un salto quantico, che non ha nulla a che vedere con la new age è nient'altro che il passaggio da uno stato ad un altro di un elettrone, o meglio la capacità di un elettrone di comparire in un guscio esterno al suo originale.
Dal punto di vista spirituale, questo “salto quantico” avverrebbe quando l'entità vibra in modo assonante alla vibrazione successiva, appunto come fa un elettrone quando cambia casa.
Ma la maggioranza delle entità della Terra non potranno farlo.
Ed è proprio questo il punto. Qui nessuno andrà all'inferno, nessuno verrà punito, o torturato per questo, però se l'obiettivo era quello di fare questo benedetto “salto quantico” l'umanità ha fallito.
La massa critica si può raggiungere solo quando gli intenti collimano, quando le intenzioni si armonizzano, tu hai il sentore che le intenzioni degli umani si stiano armonizzando?
L'energia intelligente non ti rende onnisciente se ti colpisce in fronte....potremmo dire più che altro che l'energia intelligente, al momento della morte del corpo, fa da scanner. Controlla il tuo stato vibrazionale e poi ti porrà dove tu meriti di stare (a livello vibrazionale s'intende) e se tu meriti ancora e ancora e ancora la terza densità...lì andrai.

Insisto su questo punto perché il problema sembrerebbe derivare unicamente dalla mancata scelta della maggioranza degli umani, perché impossibilitati a farla. La maggior parte degli umani non anela, non desidera un salto quantico soprattutto perché non sa della sua esistenza.

Ecco, se dovessi suggerire a qualcuno come iniziare gli direi di abbandonare il paradigma riduzionistico, cosa non facile e che non avviene con un schicco di dita, essendo il paradigma in cui siamo nati da generazioni.
Anche la falsità della linearità temporale della vita, quando in natura tutto è ciclico, l’idea di vivere in un sistema isolato, quando non esiste un sistema totalmente isolato.


Hai consigli pratici da dare? Qualcosa di semplice che possa aiutare almeno a mettersi nello stato d'animo ideale per fare questa "trasformazione?"

Si prega Accesso a partecipare alla conversazione.

Di più
6 Anni 6 Mesi fa #12126 da Al2012
Ciao avatar imbronciato!

però qui da noi, sul pianeta Terra è successo qualcosa, qualcosa di molto grosso che RA e gli altri continuano a sminuire.
Lo fanno perché dal loro punto di vista non è importante e anche per non farti spaventare/arrendere.
E' come se ci fosse qualcuno/qualcosa/alcuni che non vuole che tu ascolti la vocina.

Semplificando, la spinta evolutiva deve essere contrastata da qualcosa, altrimenti il gioco finisce troppo presto e senza sforzo non c’è gusto.

Sforzo vuol dire: sofferenza, fatica, cadere e risollevarsi …. Un impegno continuo che deve rinforzare la volontà e forgiare l’intento .

Sinceramente non so se sulla Terra le cose sono più complesse che da altre parti, il fatto è che se siamo qui c’è un motivo, è anche vero che il grado delle difficoltà superata da più gloria e rafforzano l’intento.

Per cui bisognerebbe prima di tutto individuare chi ti vuole fermo, non chi ti vuole male.
Qual è l'istituzione più conservatrice della Terra?

La religione!

Insisto su questo punto perché il problema sembrerebbe derivare unicamente dalla mancata scelta della maggioranza degli umani, perché impossibilitati a farla. La maggior parte degli umani non anela, non desidera un salto quantico soprattutto perché non sa della sua esistenza.

Qui devo farti una domanda.
Non mi è chiaro se il passaggio dimensionale deve essere collettivo o può essere individuale?

Mi rendo conto che le cattive compagnie rendono difficile anche al singolo il raggiungimento e mantenimento della giusta vibrazione,

Il rapporto tra coscienza individuale e collettiva è innegabile, ma non saprei definire fino a quale punto può impedire il passaggio ad un’altra dimensione o densità.

Hai consigli pratici da dare? Qualcosa di semplice che possa aiutare almeno a mettersi nello stato d'animo ideale per fare questa "trasformazione?

Il consiglio più pratico che posso dare è che se la cosa interessa veramente ci sono sicuramente tutti i mezzi per poterla approfondire, seguendo le proprie sensazioni.

I primi input li ho ricevuti dal libro Avere o Essere? di Fromm e alcune letture di libri di maestri Indiani, ultimamente e in modo più approfondito attraverso la lettura di alcuni libri di F. Capra

Qualcosa di semplice potrebbe essere comprendere che l’olismo unifica e il riduzionismo separa.
L’olismo rappresenta il presente/futuro, il riduzionismo il passato ….

Non saprei che parole utilizzare per creare lo stato d’animo ideale per una trasformazione che unisce cose che prima erano vissute come separate se non “Amore”.

Si prega Accesso a partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.323 secondi
Powered by Forum Kunena