di Bet17


Edward Snowden, reso famoso nel 2013 per aver rivelato informazioni altamente classificate dalla National Security Agency (NSA), inclusa la connessione tra governi occidentali e i "Five Eyes", ha affrontato il tema dello sviluppo della tecnologia IA durante il recente meeting internazionale dedicato all'intelligenza artificiale, svoltosi a Singapore all'inizio di giugno 2024.

Il suo interlocutore è il dottor Ben Goertzel, uno scienziato informatico interdisciplinare, a capo di diverse fondazioni e società informatiche che ha lavorato come docente universitario in vari dipartimenti accademici di tutto il mondo.

La discussione ha evidenziato le preoccupazioni e le sfide poste dalla nuova tecnologia IA-G o AGI (dall'inglese Artificial General Intelligence) nel contesto dell'open source, mettendo in luce come le grandi aziende tecnologiche e i governi collusi con esse cerchino di ostacolare lo sviluppo di una tecnologia aperta, decentralizzata, democratica, inclusiva e vantaggiosa per la collettività mondiale.

L'intervento ha sottolineato l'importanza di creare un'AGI accessibile a tutti, senza restrizioni centralizzate e senza essere limitata agli interessi di singole entità multinazionali o Stati.


Fonte: Il Futuro dell'IA: La Visione di Edward Snowden

Comments  
Chiarisco: Bet17 ha usato una voce femminile per doppiare Ben Goertzel, solo perchè non ne trovava un'altra maschile di buona qualità. Non c'è nessun sottinteso "gender" in questa scelta. :-D
Mooooolto interessante la tesi espressa da Goertzel sulle manovre che starebbero facendo i soliti noti per avere il futuro controllo totale sulla IA. Mi ha fatto venire un "bel" dubbio...
...a volte penso che l'IA che conosciamo e di cui dibattiamo possa essere solo la punta di un'iceberg, solo l'ombra di un moloch invisibile...
Non bisogna frenare: bisogna bloccare lo sviluppo dell ' IA
Dato che il progetto è gestito dalle solite aziende e finanziato dai soliti investitori, non possiamo meravigliarci che il fine sia il controllo attraverso tale strumento.
Questi non anelano al miglioramento del mondo e della società, ma esattamente al suo opposto.
Il futuro, almeno qui nel "democratico occidente" sarà segnato da una distopia e da un controllo feroce, i segni premonitori ci sono tutti.
L'intelligenza artificiale e solo un altro tassello del puzzle.
Probabilmente, ma forse mi sbaglio di brutto, l'IA diventera la versione iper doppata di internet, se da una parte ti permette di controllare veicolare manipolare la gente, dall'altra, per chi tutto questo non va bene, rischia di diventare un elemento di disturbo gigantesco (per i cosidetti padroni universali) che per quanto facciano per gestirla in esclusiva, essa gli scapperà a velocità super sonica da tutte le parti.
Per chi volesse approfondire la conoscienza del dott. Ben Goertzel vi metto il link a QUESTA interessante intervista.

“Se si vuole creare una macchina pensante e un tessuto di calcolo distribuito su scala nanometrica, sarebbe molto bello se questo fosse di proprietà di tutti e di nessuno, piuttosto che controllato dall'alto verso il basso."

Quote:

Mooooolto interessante la tesi espressa da Goertzel sulle manovre che starebbero facendo i soliti noti per avere il futuro controllo totale sulla IA. Mi ha fatto venire un "bel" dubbio...

Già... ed è giusto che sia così.

Insomma, c'è una parte della società umana che non è allineata ai poteri forti e che "sogna" un mondo senza di essi. Possiamo essere d'accordo o meno con le loro opinioni o scelte, ma è importante che esistano e che ci offrano alternative per opporci a quei poteri.

Questo mondo, al quale appartengono Snowden, Assange, Goertzel e molti altri (compreso chi vi scrive), è collegato al pensiero anarco-pacifista e in particolare all'Hacktivismo, che cerca di sviluppare tecnologie senza confini, diffondere la libera informazione e promuovere idee e strumenti per una società più inclusiva e giusta.

Ora, a parte il discorso politico che mi sta a cuore, vorrei informarvi che, dopo quella conferenza, il mondo delle criptovalute ha sentito la "chiamata" di Goertzel per sviluppare un'intelligenza artificiale libera da restrizioni e manipolazioni che il "Big-Government" vorrebbe imporre per mantenere ed accrescere il suo "Big-Power".

Questa iniziativa ha portato alla nascita di una joint-venture tra tre famosi progetti blockchain, che insieme hanno una capitalizzazione di oltre 4 miliardi di dollari.

È solo un primo passo, ma sono molto contento di averlo appreso perché potrò sostenere questa iniziativa finanziariamente partecipando al lancio del Token. Se volete approfondire o partecipare, vi lascio il link al Paper.

È inutile dirvi che non sto dando consigli di investimento e che il mondo delle criptovalute è altamente volatile, ma credo che stiamo assistendo al lancio di qualcosa di molto interessante anche dal punto di vista speculativo (ma non pensate al discorso puramente finanziario, partecipare a quel progetto dovrebbe presupporre che crediate davvero che sia una causa nobile e quindi da sostenere).

Per il resto, sto già contribuendo come Hack-tivista, insieme a LC e ai siti di informazione indipendenti, diffondendo notizie spesso ignorate o distorte dai media mainstream. Oggi, questo accade anche con il tema dell'IA, dove le notizie dei grandi media cercano di influenzare le persone instillando paura anziché il ragionamento per consentire loro di formarsi un'opinione obiettiva su un argomento che sarà di vitale importanza per tutti noi.

Ora stacco... ciao LC... devo lavorare ad un certo docufilm

^_^
Assange libero!

Bé Snowden anche se rivelato informazioni altamente classificate dalla National Security Agency (NSA), non ha dovuto pagare il prezzo che ha pagato Assange per aver fatto più o meno la stessa cosa.

Comunque oggi è un davvero un buon giorno visto che la BBC riporta:

Quote:

Il fondatore di Wikileaks è stato liberato dopo cinque anni di prigione!

"Secondo la CBS, partner statunitense della BBC, Assange non trascorrerà alcun periodo in custodia negli Stati Uniti e gli verrà riconosciuto il tempo trascorso in carcere nel Regno Unito.
Assange tornerà in Australia, secondo una lettera del dipartimento di giustizia."



Julian Assange ha patteggiato e tornerà libero molto presto!

Quote:

#7 bebbo.r

Per chi volesse approfondire la conoscienza del dott. Ben Goertzel vi metto il link a QUESTA interessante intervista....

Conoscevo già Goertzel , seppur per sommi capi , e l'ho sempre considerato positivamente, ma quando nell'articolo da te segnalato parla di terapie geniche , per come vedo io le cose , inizia a "deragliare" di brutto : quella è una delle tappe fondamentali , seppur presentata con buoni fini ed intenti, del transumanesimo...
--------------
carogiu
--------------

Quote:

Bé Snowden anche se rivelato informazioni altamente classificate dalla National Security Agency (NSA), non ha dovuto pagare il prezzo che ha pagato Assange per aver fatto più o meno la stessa cosa

Non lo ha pagato proprio perchè aveva visto cosa avevano fatto ad Assange... e ha capito che l'unica via era scappare (poi vabbè essendo lui parte di quel mondo infame... lo sapeva anche prima che la sua vita sarebbe cambiata per sempre quando ha deciso di fare quello che ha fatto).

Ricordiamoci che Snowden è attualmente ricercato nel "mondo libero" (su di lui pendono accuse pesantissime... esposte in questo documento dall'Intelligence USA) e che attualmente vive come esiliato... tra l'altro in un Paese che è tacciato di essere "non libero" (NDR Federazione Russa).

Su Assange temo il peggio... ma attendo gli eventi.

Leggo che il volo per le Marianne che trasporta Assange fa uno scalo a Bangkok.. bene spero che Assange sparisca durante lo scalo.. così come fece ad Hong Kong Edward Snowden.

Altrimenti incrocio le dita per lui.

Ma stiamo andando off-topic.

Qui si dovrebbe discutere di una tecnologia emergente e delle potenziali evoluzioni e sfide che la comunità mondiale dovrà affrontare nei prossimi anni.

--------------
Ruminator
--------------

Quote:

Conoscevo già Goertzel , seppur per sommi capi , e l'ho sempre considerato positivamente, ma quando nell'articolo da te segnalato parla di terapie geniche , per come vedo io le cose , inizia a "deragliare" di brutto : quella è una delle tappe fondamentali , seppur presentata con buoni fini ed intenti, del transumanesimo

Lui faceva parte del movimento transumanista invero... ma non è il transumanesimo del WEF per intenderci (almeno in termini filosofici)... cmq questo è quello che pensava al proposito "da giovane"... 24 anni fa.

Meno male che dovevo tornare al docufilm...

^_~
#10 Ruminator

Quote:


Conoscevo già Goertzel , seppur per sommi capi , e l'ho sempre considerato positivamente, ma quando nell'articolo da te segnalato parla di terapie geniche , per come vedo io le cose , inizia a "deragliare" di brutto : quella è una delle tappe fondamentali , seppur presentata con buoni fini ed intenti, del transumanesimo...

La ricerca sul prolungare la vita, meglio se eterna...
L'adesione alla narrazione sul cambiamento climatico...
Altre ideuzze strane che mi sono sfuggite...

Ma parliamo di blockchain visto che la nomina anche #8 Bet17.

Esattamente a cosa servirebbe mettere una ipotetica IA dentro una blockchain?
Alla democrazia? Condivisione? Uguaglianza? Libero accesso a tutti?
Ci sono molti modi diversi, meno dispendiosi e più efficaci per ottenere questo senza l'uso di blockchain.
Se Goertzel ed altri spingono verso la blockchain il vantaggio che si può ottenere è uno solo.
Impossibilità (o alta difficoltà meglio) di spegnere/cancellare una IA che potesse dare esiti imprevisti.
Per farlo bisognerebbe trovare ogni singolo utente che la condivide e cancellarla da tutti. Impresa ardua.
Un coltello a doppia lama che secondo me non ha senso.

Se hai creato una IA democratica, che da fastidio ai poteri forti, che qualche eminenza grigia vuole eliminare...
Che problema c'è?
Condividi (anche in blockchain se vuoi) le informazioni su come sei arrivato a farlo. Domani la potrai sempre ricreare o qualcun altro potrà farlo per te.
Un conto è rendere perenne e incancellabile una informazione custodendola in una blockchain. Un altro è rendere eterna una ipotetica intelligenza.

Se Goertzel non è uno sprovveduto che parla a caso è distante dal mio "modo di sentire" quanto un Gates od un Soros.
Hollywood e la letteratura fantascientifica hanno "imposto" una visione delle IA negativa.
Nella vita quotidiana si potrebbe dire il contrario, usiamo (o veniamo usati) la (dalla) tecnologia con evidenti benefici.

Sulla possibilità di far "crescere" una intelligenza non organica nutro dei dubbi, all' umanità non basta far progredire la propria di intelligenza?

Un saluto a tutti.
COSA E' CAMBIATO NEL MONDO DELL'I.A.

Nell'ultima discussione sull'IA ci chiedevamo in molti cosa fosse successo di così eclatante per far fare un balzo in avanti a tecnologie che in fondo esistono da decenni.
La risposta me la ha fornita un ricercatore italiano che si occupa di LLM (large language model) tre giorni fa.

Video "piuttosto lunghetto" ma interessante che parte da un escursus storico.

La svolta, secondo questo ricercatore, risale al 2020 col paper di open AI "Language Model are few-shot lerners".
Cosa significa in pratica?
Ogni AI che si può creare normalmente risolve uno e un solo problema specifico. Esegue uno e un solo compito. A differenza appunto di una AGI che potrebbe risolverne svariati come l'intelligenza umana.
Per esemplificare una IA che sappia creare immagini non sa parlare o risolvere equazioni o giocare a scacchi. Sa solo generare immagini!
Ma gli LLM come chat-gpt? Avendo "appreso" il linguaggio possono essere istruiti a nuovi compiti in maniera semplice e veloce utilizzando proprio il linguaggio.
Si può creare e addestrare una IA per generare dei riassunti di un testo. Richiede molta energia e capacità computazionale l'addestramento.
Chat-gpt può essere addestrata a farlo con tre quattro esempi come un essere umano. E questo vale per ogni attività. Dal risolvere equazioni al tenere la contabilità all'organizzare un evento.
Tramite questo "trucco" ci stiamo avvicinando a una AGI, o segretamente potremmo averne già di pronte.


Attenzione a non fraintendere alcuni passaggi che cercherò di esplicitare dopo il video


Viene più volte fatto riferimento a una sorta di "predizione" da parte dell'IA.
Il termine è accettabile ma potrebbe generare confusione.
Praticamente all'interno della rete neurale si genera una conoscienza/consapevolezza di cosa sia una lingua e di come si usi.
In base a questo modello di realtà l'IA "predice" la parola successiva.
Se parlassimo di fisica sarebbe come dire che un uomo può "predirre" la traiettoria di un grave conoscendo le leggi della dinamica.
Qualcuno salterebbe sulla sedia e direbbe che l'uomo non predice la traiettoria ma la calcola.
La conoscenza del linguaggio che si genera all'interno di una rete neurale è qualcosa di un po più sfumato e impreciso di una legge fisica per cui dire che l'IA "calcola" le parole giuste da usare è una definizione eccessiva. Ma allo stesso modo è riduttivo dire che una ia "predice" le parole. Potrebbe essere inteso come un "le spara a caso". La realtà è un po più sfumata e molto probabilmente non abbiamo un termine corretto per descriverla o io non lo conosco.
-------
Mande
--------

Quote:

Esattamente a cosa servirebbe mettere una ipotetica IA dentro una blockchain?

Evitare che risieda solo nel suo contrario.

Ovvero su reti private, con codice chiuso e che possa essere manipolata per fare quello che espongono i relatori nel video.

Sul resto non favello, sarebbe come discutere se si crede o meno in forze trascendenti... o se esiste la sintropia in opposizione all'entropia o se è nato prima l'uovo o la gallina (non se ne esce).

Personalmente quello che reputo interessante è che possa esistere anche la visione alternativa a quella governativa e monopolisitica sul tema, discutere se ipoteticamente possa nascere l'intelligenza all'interno della macchina è altro.. ma è indubbio che la ricerca vuole scoprirlo (e a mio avviso tale ricerca deve essere resa accessibile... a tutti... belli e brutti).

^_^
-------
#11 Bet17
--------

Quote:

Non lo ha pagato proprio perchè aveva visto cosa avevano fatto ad Assange... e ha capito che l'unica via era scappare

Sì in effetti è proprio ciò a cu pensavomentre scrivevo... lui si defilò per tempo dopo le sue dichiarazioni e lo fece proprio perché sapeva esattamente con chi aveva a che fare!
queste le mie considerazioni in ambito artistico sull'IA:

[BZak McKracken and the Alien MindBenders] -= Pagliaccione - BZak Feat. IA =-

"Quando cantava BZak era tutta un'altra cosa, sono d'accordissimo con voi, ma a BZak è passata la voglia di cantare e quindi ha deciso di provare a fare un esperimento; la canzone non è niente di che, ma molto meglio di tante canzonette e canzoncine che si sentono questo periodo nel panorama del mercato musicale, sopratutto nell'ambito dei Circoli e Circoletti dei Nuovi Paladini del Dissenso Artistico; poi lamentatevi se l'IA vi ruba il lavoro; forse il problema sussiste proprio nell'abuso delle parole arte, artista; nei processi industriali non parlerei di arte e artista, ma di lavori diciamo creativi e di lavoratori; li l'IA rappresenta un problema, se diventa uno strumento sostitutivo, dove poi il processo industriale vuole minimizzare i costi; ma se sei sostituibile è perchè sei un mercante che crea prodotti senza anima e non un artista la cui esigenza è solo quella di creare e il cui clima psicologico è solo quello di giocare, divertirsi ed esplorare. Ma non vi preoccupate, abbiamo i Nuovi Paladini del Dissenso che si sono svegliati nel 2020, perchè non li facevano più suonare, e che lotteranno per voi, per lo sbigliettamento libero." BZak

NESSUNA INTELLIGENZA ARTIFICIALE È STATA MALTRATTATA DURANTE LA CREAZIONE DI QUESTA CANZONE; OGNI RIFERIMENTO A PERSONE ESISTENTI O A FATTI REALMENTE ACCADUTI È PURAMENTE CASUALE.

https://www.youtube.com/watch?v=Ej2HzblMKy4
Intelligenza Artificiale ?

Per come la vedo io non esiste un'intelligenza artificiale , è solo un nome dato dai potenti per poter giocare la partita con le loro regole, già circa 20 anni fa attraverso dei film veniva ventilata a questione algoritmi , per imbellire la cosa e farla piacere ,in un film in particolare il fratello del poliziotto ,genio matematico precoce ed insegnante universitario attraverso algoritmi scritti da lui riusciva a controllare telecamere ,treni , autobus , semafori etc. aiutando così il fratello a catturare i cattivi . La cosa, come al solito, è divenuta realtà e l'hanno chiamata IA . Forse il nome appropriato invece potebbe essere Algoritmic imputation , imputazione algoritmica , perchè per funzionare devono essere imputati dati e parametri di una routine specifica per l'argomento che si sta trattando ma nel contesto ,con il nome di cui sopra , sarebbe stata sottovalutata perchè non proietta le menti nel futuro dorato "per loro" che promettono . Il computer è ignorante non possiede intelligenza e creatività ma elabora più velocemente del cervello umano dati in formato alfanumerico, ma cosa deve elaborare lo impone l'uomo con algoritmi appunto. Per ottenere il controllo delle persone perchè ilfine ultimo è solo questo di questi tempi, si sta cercando di "umanizzare" agli occhi della gente la macchina computer attraverso l'uso di routine molto estese e multi argomentate e anche con imputazioni vocali , sempre diversi anni fa provai un programma che si chiamava "Dragon Dictate" che girava sul sistema windows e previa un "addestramento" di riconocimento della voce si poteva fare a meno della tastiera per scrivere su word,execl etc. o dare dei comandi vocali semplici al pc e lanciare un rogramma , questo era già basato su algoritmi , ma ora è più figo chiamarla "intelligenza artificiale".
Come tutto ciò che è creato dall'uomo, forse in passato, per fini utili alla gente ,oggi i "predatori" del sistema vogliono fare profitti e controllo sulla gente per farla "zappare" per loro con il sorriso sulle labbra . Quello che mi sconcerta è che per fare questo debbono comunque influenzare la mente umana e il modo per farlo sono i dannati telefonini , se provate a contare, come ho fatto io, le persone che passano con un cellulare in mano mentre camminano , sicuramente ne conterete 19 su 20 , inoltre da due anni a questa parte questi dannati telefonini hanno un chip dedicato alle "istruzioni" algoritmiche ricevute dai centri operativi a nostra insaputa ,tipo la famosa applicazione non richiesta ma imposta "allarme terremoto" . Ho fatto una prova dopo un sospetto, a telefono in ricarica posato sul tavolo, ho parlato con mia moglie di autovetture questo per due volte nel giro di mezzora , un'ora dopo ho ricevuto una chiamata che volevano farmi un'offerta per permutare la mia vettura , quindi ergo che mentre si ricaricava il telefono "ascoltava" e forse "vedeva" , da quando lo ricarico in una stanza che non uso niente è più successo e quando lo porto con me è sempre in tasca e mai in mano senza usarlo. Inoltre ,sempre secondo me, il pericolo maggiore non è la truffa, la disinformazione o il fastidio che può arrecare ma la possibilità nel futuro che con l'accesso della cosidetta IA ai sistemi operativi centralizzati delle nazioni possa davvero provocare danni e morti e dare cos¡ compimento a quanto scritto da Swabbe nei suoi libri del WEF.
IIIH AAAH
cito dal video: " E' come se stessimo assistendo alla nascita di un bambino" "Ho figli piccoli ... stiamo costruendo nuove intelligenze che devono seguire processi simili".
Bene. Durante gli ultimi arresti domiciliari, era consentito portare a spasso il cane, il bimbo no.
La prossima volta il bimbo no, il cane no, ma sarà consentito, per motivi umanitari e gentilezza d'animo (della quale gentilezza parlano nel video), portare a spasso la iiihaaah.
Quasi quasi comincio a vedere se qualcuno ne ha una da prestarmi, visto come si stanno mettendo le cose, una boccata d'aria potrà sempre far comodo.

Quote:

L'intervento ha sottolineato l'importanza di creare un'AGI accessibile a tutti, senza restrizioni centralizzate e senza essere limitata agli interessi di singole entità multinazionali o Stati.

No.
Queste cose valgono per l'IA normale.
Per quanto riguarda un'ipotetica AGI, ciò che è realmente importante è che essa non venga MAI e poi MAI creata, non importa da chi.
Sfortunatamente, non conosco nessuno che abbia il coraggio e la capacità di impedire che ciò avvenga, per cui non posso fare altro che sperare che esista un limite fisico alla potenza di calcolo raggiungibile un computer, e che tale limite sia tale da rendere un'AGI fisicamente impossibile.
Usano cervelli umani cresciuti in laboratorio e resi schiavi, chiamati "Organoidi", per far funzionare i computer

Quote:

Quando ho iniziato a documentarmi, non riuscivo a credere che fosse vero. Un'azienda svizzera nota come "Final Spark" ha costruito un bizzarro biocomputer ibrido che combina cervelli umani in miniatura cresciuti in laboratorio con circuiti elettronici convenzionali. Questo approccio consente di risparmiare una quantità straordinaria di energia rispetto ai normali computer, ma c'è un grosso problema. I cervelli umani in miniatura cresciuti in laboratorio continuano a consumarsi e a morire, per cui gli scienziati devono continuare a farne crescere di nuovi per sostituirli. Per creare i 16 "organoidi" cerebrali sferici da cui dipende il sistema, si utilizzano cellule staminali derivate dal tessuto cutaneo umano. Mi rendo conto che sembra un'idea uscita da un pessimo film di fantascienza, ma sta accadendo davvero ...

https://themostimportantnews.com/archives/they-are-using-lab-grown-human-brains-that-they-have-enslaved-called-organoids-to-run-computers
https://finalspark.com/
Organoidi

Quote:

#21 prati
Usano cervelli umani cresciuti in laboratorio e resi schiavi, chiamati "Organoidi", per far funzionare i computer

Organoidi + AGI = .......