Reincarnazione approfondimento

Di più
8 Anni 5 Mesi fa #1080 da Murakami
Buongiorno a tutti, non pratico nessuna religione anche se tramite la tecnica della meditazione trascendentale ho coltivato molto la sfera spirituale e leggendo vari libri di filosofia e dei vari credi, le teorie che mi hanno più convinto e meno influenzate dall'uomo mi sono sembrate quelle sul buddismo,, però una delle cose che non mi è ancora chiara è come si sia arrivati al concetto di reincarnazione, infatti sono qui per chiedere a chi è ferrato in materia una spiegazione più chiara.
Domanda:
Premetto che non conosco bene questa religione buddista quindi potrei usare termini semplificati ma il mio scopo è semplicemente quello di capire. Secondo il buddismo la morte è una trasformazione di energia che in base a come abbiamo coltivato questa energia "karma" la nostra vita verrà riincarnata in un altro contenitore biologico, tale contenitore varia di complessità in base a come abbiamo coltivato il karma. Ora la cosa che non capisco, è come abbiano fatto a stabilire che sei proprio tu a rincarnarti in quel contenitore, visto che parte di quello che ci identifica sono i ricordi e se quelli con la morte svaniscono e rimane sono una nostra identità profonda scollegata dai ricordi come fai ad essere sicuro che quella nuova vita dopo la nostra morte siamo noi? Non potrebbe essere semplicemente una energia simile alla nostra (come due persone che si assomigliano) senza portarsi dietro nessuna esperienza passata di altre vite ma facendo parte di un flusso energetico che cresce :sun: ?
Con le mie lacune. spero di essere riuscito a spiegare la mia domanda a persone che conoscono bene tale argomento :question:

Si prega Accesso a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 5 Mesi fa - 8 Anni 5 Mesi fa #1092 da Alimento

Murakami ha scritto: Buongiorno a tutti, non pratico nessuna religione anche se tramite la tecnica della meditazione trascendentale ho coltivato molto la sfera spirituale e leggendo vari libri di filosofia e dei vari credi, le teorie che mi hanno più convinto e meno influenzate dall'uomo mi sono sembrate quelle sul buddismo,, però una delle cose che non mi è ancora chiara è come si sia arrivati al concetto di reincarnazione, infatti sono qui per chiedere a chi è ferrato in materia una spiegazione più chiara.
Domanda:
Premetto che non conosco bene questa religione buddista quindi potrei usare termini semplificati ma il mio scopo è semplicemente quello di capire. Secondo il buddismo la morte è una trasformazione di energia che in base a come abbiamo coltivato questa energia "karma" la nostra vita verrà riincarnata in un altro contenitore biologico, tale contenitore varia di complessità in base a come abbiamo coltivato il karma. Ora la cosa che non capisco, è come abbiano fatto a stabilire che sei proprio tu a rincarnarti in quel contenitore, visto che parte di quello che ci identifica sono i ricordi e se quelli con la morte svaniscono e rimane sono una nostra identità profonda scollegata dai ricordi come fai ad essere sicuro che quella nuova vita dopo la nostra morte siamo noi? Non potrebbe essere semplicemente una energia simile alla nostra (come due persone che si assomigliano) senza portarsi dietro nessuna esperienza passata di altre vite ma facendo parte di un flusso energetico che cresce :sun: ?
Con le mie lacune. spero di essere riuscito a spiegare la mia domanda a persone che conoscono bene tale argomento :question:


In questo libro spiega perfettamente cosa succede quando lasciamo il corpo, parla da come passiamo la vita nell'aldilà e spiega come avviene la nostra nascita ed altro ancora.

Il documento in pdf lo puoi scaricare e lo puoi leggere quando lo decidi tu:

risveglio.myblog.it/media/01/02/2729257194.pdf

Amare Dio per tornare a casa con Dio
librolettura.altervista.org/
......................
Per capire meglio questi miei scritti si consiglia di iniziare dall'inizio in modo di evitare le stesse domande
www.luogocomune.net/LC/forum/miracoli-e-...nare-al-padre-dovete


Ultima Modifica 8 Anni 5 Mesi fa da Alimento.

Si prega Accesso a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 5 Mesi fa - 8 Anni 5 Mesi fa #1106 da Robin 1610
ops autorimosso

Memento mori
Ultima Modifica 8 Anni 5 Mesi fa da Robin 1610.

Si prega Accesso a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 5 Mesi fa #1113 da Murakami

Alimento ha scritto:

Murakami ha scritto: Buongiorno a tutti, non pratico nessuna religione anche se tramite la tecnica della meditazione trascendentale ho coltivato molto la sfera spirituale e leggendo vari libri di filosofia e dei vari credi, le teorie che mi hanno più convinto e meno influenzate dall'uomo mi sono sembrate quelle sul buddismo,, però una delle cose che non mi è ancora chiara è come si sia arrivati al concetto di reincarnazione, infatti sono qui per chiedere a chi è ferrato in materia una spiegazione più chiara.
Domanda:
Premetto che non conosco bene questa religione buddista quindi potrei usare termini semplificati ma il mio scopo è semplicemente quello di capire. Secondo il buddismo la morte è una trasformazione di energia che in base a come abbiamo coltivato questa energia "karma" la nostra vita verrà riincarnata in un altro contenitore biologico, tale contenitore varia di complessità in base a come abbiamo coltivato il karma. Ora la cosa che non capisco, è come abbiano fatto a stabilire che sei proprio tu a rincarnarti in quel contenitore, visto che parte di quello che ci identifica sono i ricordi e se quelli con la morte svaniscono e rimane sono una nostra identità profonda scollegata dai ricordi come fai ad essere sicuro che quella nuova vita dopo la nostra morte siamo noi? Non potrebbe essere semplicemente una energia simile alla nostra (come due persone che si assomigliano) senza portarsi dietro nessuna esperienza passata di altre vite ma facendo parte di un flusso energetico che cresce :sun: ?
Con le mie lacune. spero di essere riuscito a spiegare la mia domanda a persone che conoscono bene tale argomento :question:


In questo libro spiega perfettamente cosa succede quando lasciamo il corpo, parla da come passiamo la vita nell'aldilà e spiega come avviene la nostra nascita ed altro ancora.

Il documento in pdf lo puoi scaricare e lo puoi leggere quando lo decidi tu:

risveglio.myblog.it/media/01/02/2729257194.pdf


Grazie per la tua risposta, ho letto alcuni capitoli inerenti alla mia domanda e dovo dire che vengono date delle risposte abbastanza approfondite, solo che dato il mio scetticismo mi verebbe gia da chiedere, in base a quelle sensazione o ragionamento si stabiliscie l'esistenza dell'atomo germe,? Te lo ha detto un angelo se si come fai a vederlo?
Come vedi sono abbastanza scettico per questo ho puntato sulla reincarnazione buddista perchè in linea generale mi sembra la religione piò coerente e meno influenzata dall'uomo quindi continuo a chiedermi, Siddharta quando ebbe l'illuminazione in base a quele ragionamento o sensazione ha stabilito che la mia energia si riincarna in un altro corpo,

Si prega Accesso a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 5 Mesi fa #1121 da Alimento

Murakami ha scritto:

Alimento ha scritto:

Murakami ha scritto: Buongiorno a tutti, non pratico nessuna religione anche se tramite la tecnica della meditazione trascendentale ho coltivato molto la sfera spirituale e leggendo vari libri di filosofia e dei vari credi, le teorie che mi hanno più convinto e meno influenzate dall'uomo mi sono sembrate quelle sul buddismo,, però una delle cose che non mi è ancora chiara è come si sia arrivati al concetto di reincarnazione, infatti sono qui per chiedere a chi è ferrato in materia una spiegazione più chiara.
Domanda:
Premetto che non conosco bene questa religione buddista quindi potrei usare termini semplificati ma il mio scopo è semplicemente quello di capire. Secondo il buddismo la morte è una trasformazione di energia che in base a come abbiamo coltivato questa energia "karma" la nostra vita verrà riincarnata in un altro contenitore biologico, tale contenitore varia di complessità in base a come abbiamo coltivato il karma. Ora la cosa che non capisco, è come abbiano fatto a stabilire che sei proprio tu a rincarnarti in quel contenitore, visto che parte di quello che ci identifica sono i ricordi e se quelli con la morte svaniscono e rimane sono una nostra identità profonda scollegata dai ricordi come fai ad essere sicuro che quella nuova vita dopo la nostra morte siamo noi? Non potrebbe essere semplicemente una energia simile alla nostra (come due persone che si assomigliano) senza portarsi dietro nessuna esperienza passata di altre vite ma facendo parte di un flusso energetico che cresce :sun: ?
Con le mie lacune. spero di essere riuscito a spiegare la mia domanda a persone che conoscono bene tale argomento :question:


In questo libro spiega perfettamente cosa succede quando lasciamo il corpo, parla da come passiamo la vita nell'aldilà e spiega come avviene la nostra nascita ed altro ancora.

Il documento in pdf lo puoi scaricare e lo puoi leggere quando lo decidi tu:

risveglio.myblog.it/media/01/02/2729257194.pdf


Grazie per la tua risposta, ho letto alcuni capitoli inerenti alla mia domanda e dovo dire che vengono date delle risposte abbastanza approfondite, solo che dato il mio scetticismo mi verebbe gia da chiedere, in base a quelle sensazione o ragionamento si stabiliscie l'esistenza dell'atomo germe,? Te lo ha detto un angelo se si come fai a vederlo?
Come vedi sono abbastanza scettico per questo ho puntato sulla reincarnazione buddista perchè in linea generale mi sembra la religione piò coerente e meno influenzata dall'uomo quindi continuo a chiedermi, Siddharta quando ebbe l'illuminazione in base a quele ragionamento o sensazione ha stabilito che la mia energia si riincarna in un altro corpo,


Alcune persone vedono l'Angelo o gli Angeli, altri ricevono dei messaggi, gli Angeli vivono in frequenze più alte e quasi tutti noi viviamo nelle basse frequenze ed è per questo motivo che non li vediamo, mentre alcune persone che vivono in frequenze maggiori hanno possibilità di sentirli.

È anche ovvio se tutti dovremmo vivere una sola vita non potremmo mai salire di frequenza, tutti siamo destinati a migliorare a vivere in pace ed in armonia e per arrivarci abbiamo bisogno di tante esperienze di vita, con vite vissute differenti, se non fosse così non ci sarebbero mai stati i grandi maestri.

Non credi agli Angeli allora scegli per la prima volta cliccando sulla carta del link che trovi sotto e poi leggiti la risposta che ricevi. (Solo per una volta e leggiti attentamente il messaggio che ti arriva e riflettici, perché la persona quando nega una qualsiasi cosa sarà ben difficile che possa scoprire la verità, la verità va cercata, se vuoi arrivare ad ottenerla).

doreenvirtue.it/le-risposte-degli-angeli/

Amare Dio per tornare a casa con Dio
librolettura.altervista.org/
......................
Per capire meglio questi miei scritti si consiglia di iniziare dall'inizio in modo di evitare le stesse domande
www.luogocomune.net/LC/forum/miracoli-e-...nare-al-padre-dovete


Si prega Accesso a partecipare alla conversazione.

Di più
8 Anni 5 Mesi fa - 8 Anni 5 Mesi fa #1183 da Robin 1610

Murakami ha scritto: Siddharta quando ebbe l'illuminazione in base a quele ragionamento o sensazione ha stabilito che la mia energia si riincarna in un altro corpo,


In realtà il concetto di reincarnazione non nasce con Siddhartha Gautama era già presente.
In ogni caso non è il buddismo che ha come tema centrale della sua "filosofia"la reincarnazione, ma l'induismo
Inoltre il buddismo e l'induismo differiscono dal concetto di reincarnazione in quanto il buddismo seppure parli di nascita morte e rinacita,(samsara) insegna che non esiste un "sè" che continua a vivere nella vita successiva.
Non credendo ad un anima inividuale,i buddisti non credono possa esserci una “trasmigrazione”.
L'attenzione del buddismo è sull'illuminazione o risveglio (budda) inquanto ciò che ci deve preoccupare e l'illusione della realtà (maya) che lo inibisce.

Ora c'è da dire anche ma di che buddismo stiamo parlando?Perchè nel buddismo ci sono molte correnti ed anche loro appunto hanno divisioni:
buddismo tibetano,buddismo zen,soka gakkai? etc...
Voglio dire che neanche il buddismo ha la risposta o meglio ogniuno ha la sua.

Cmq leggendo il tuo primo post in particolare quando dici:

Murakami ha scritto: Non potrebbe essere semplicemente una energia simile alla nostra (come due persone che si assomigliano) senza portarsi dietro nessuna esperienza passata di altre vite ma facendo parte di un flusso energetico che cresce ?


sono d'accordo con te penso sia così.

Parlare di reincarnazione non è facile dato che stiamo parlando di qualcosa di ineffabile ed il solo usare parole in questo"campo"ne altera il significato profondo.
Cmq si,per me la memoria umana è un po' come una ram del computer:mancando la corrente (energia vitale)tutto viene perso.

Per questo in campo esoterico-alchemico si parla di lavoro su di Sè.Ossia attraverso la sublimazione (nigredo rubedo albedo) si arriva a qualcosa che persiste oltre la morte (chiamata corpo di gloria in alchimia)Cioè un "corpo" che si forma attraverso la sublimazione e persiste oltre la morte.
Ovviamente tutto questo non può avvenire in modo meccanico,ossia con un individuo che vive la vita in modo robotico senza una certa consapevolezza di sè,senza che si sia mai posto certe domande.Senza che lavori e si disciplini alla ricerca di sè
Anche qui,è vero? non è vero?
Chissà, ogniuno faccia il suo percorso;che ogniuno sperimenti;ogniuno provi su di sè.
Personalmente credo non sia importante sapere o.non sapere circa la reincarnazione.Penso sia invece importante conoscere o meglio svelare (togliere il velo) il perchè di questa Giostra
In conclusione credo che ci siano persone come dici,che conoscono bene l'argomento buddismo,e forse qui ti risponderanno,ma non esistono a mio parere persone che sanno cosa sia la reincarnazione.

bye

ps

Ti lascio questo breve scritto di Nisargadatta Maharj per me profondo:
L’ “io sono” è senza forma
2 febbraio 1980
Maharaj: . Questa conoscenza che pervade tutto è venuta spontaneamente e spontaneamente
se ne va e si mescola con la coscienza universale.
Quando arriva, spontaneamente si identifica erroneamente col corpo e le circostanze locali
e così si appropria delle sofferenze e delle miserie.
In realtà fa parte della coscienza universale e quindi non interessata a delle circostanze particolari o al corpo.
Anche se un individuo muore con paura, tutto tornerà agli elementi e la coscienza si mescolerà con la coscienza universale.
Negli strumenti a corde, il suono si mescola allo spazio e così succede alla coscienza.
Non appare da nessuna parte, ma si manifesta nel corpo come “io sono” e osserva il soffio vitale, quindi non è il corpo,
ma il respiro che prevale come lo spazio,ovunque.
“Tu sei” significa solo coscienza, ma con la nascita del corpo e del soffio vitale, tu ti rendi
degno dell’ “io sono” che è senza forma.

Memento mori
Ultima Modifica 8 Anni 5 Mesi fa da Robin 1610.

Si prega Accesso a partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.517 secondi
Powered by Forum Kunena