Una notizia pubblicata dal quotidiano israeliano Haaretz costituisce la prova più significativa che Israele ha ucciso i propri cittadini nel tentativo di impedire ai combattenti di Hamas di tornare a Gaza dopo l'operazione armata del gruppo palestinese.

La "direttiva Hannibal" è stata emanata già alle 7:18 del mattino del 7 ottobre, e ordinava alle forze israeliane di uccidere i propri soldati e civili, se necessario, trasformando il proprio territorio in una "zona di sterminio". Lo ha riferito, ieri, il quotidiano israeliano Haaretz.

"I documenti ottenuti da Haaretz, insieme alle testimonianze di soldati e ufficiali di alto e medio grado dell'esercito [israeliano], rivelano una serie di ordini e procedure ricevute dalla Divisione Gaza, dal Comando Sud e dallo Stato Maggiore fino al pomeriggio del 7 ottobre - dettagli che rivelano quanto sia stato esteso l'uso della procedura Hannibal durante le prime ore dell'attacco di Hamas, e in vari punti dell'area circostante", ha spiegato il media ebraico.

Nel reportage di Haaretz si precisa che "non si sa se e quanti soldati e civili siano stati colpiti a seguito di queste istruzioni, ma dalle informazioni accumulate, sembra che parecchi di loro siano stati a rischio, esposti al fuoco israeliano - anche se non erano il bersaglio".

La Procedura Hannibal è una controversa politica militare israeliana che prevede che sia lecito uccidere soldati e civili israeliani per evitare che vengano fatti prigionieri da un nemico.

Il 7 ottobre, le forze israeliane aprirono il fuoco contro le proprie basi militari, gli insediamenti e la zona di confine con Gaza, utilizzando armi pesanti da elicotteri d'attacco, droni e carri armati. Volevano eliminare i combattenti di Hamas che attaccavano Israele da Gaza, anche se ciò significava uccidere gli israeliani che Hamas era riuscito a catturare durante l'operazione. Di conseguenza, molti dei 1.200 israeliani morti quel giorno sono stati uccisi dalle forze israeliane.

Haaretz spiega che la direttiva Hannibal è stata emessa per la prima volta alle 7:18 del mattino in risposta ai combattenti del braccio armato di Hamas, le Brigate Qassam, che avevano rapito dei soldati dal valico di Erez, adiacente al quartier generale di coordinamento e collegamento dell'esercito al confine con Gaza.

L'ordine è stato emesso di nuovo alle 7:41 per garantire che "nessun soldato venisse portato via" quando i combattenti di Qassam hanno attaccato il quartier generale stesso.

Precedenti resoconti dei media israeliani suggerivano che la direttiva Hannibal non fosse stata emessa prima di mezzogiorno circa.

Haaretz sostiene che la direttiva Hannibal è stata emanata nuovamente alle 10:19 nella base militare di Re'im, sede della Divisione Gaza dell'esercito israeliano. Il generale di brigata Avi Rosenfeld ha dato l'ordine agli elicotteri israeliani di aprire il fuoco sulla base mentre era barricato nel centro di comando sotterraneo.

In quel momento, le forze speciali israeliane dell'unità Shaldag stavano combattendo contro i combattenti Qassam sia all'interno che all'esterno della base.

Secondo quanto riportato in precedenza da Yedioth Ahronoth, gli elicotteri d'attacco Apache israeliani hanno aperto il fuoco sulla base e sui campi e le foreste che la circondano.

È stato anche dato l'ordine agli elicotteri di attaccare l'avamposto di Nahal Oz, dove i combattenti di "Qassam" hanno fatto prigionieri sette soldati.

Una fonte importante della sicurezza afferma che la decisione di attaccare all'interno di Rei'm e di altre basi "accompagnerà questi alti comandanti per il resto della loro vita". La fonte ha aggiunto: "Chiunque abbia preso queste decisioni sapeva che i membri delle forze armate sul campo rischiavano di essere colpiti".

Alle 10:32 è stato emesso un nuovo ordine, attribuito al generale di brigata Rosenfeld, che ordinava a "tutti i battaglioni del settore" di "sparare con i mortai verso la striscia".

Haaretz riferisce che questa decisione è stata aspramente criticata perché "l'IDF non aveva un quadro completo di tutte le forze in campo, dove c'erano ancora combattenti e molti civili; alcuni di loro sono rimasti in aree aperte e nei boschi vicino al confine, dove hanno cercato di nascondersi dai terroristi".

Molti civili si trovavano nelle aree aperte e nei campi vicino al confine perché migliaia di israeliani avevano partecipato al Nova Music Festival a pochi chilometri dalla base di Re'im. Quando è iniziato l'attacco di Hamas, i partecipanti alla festa si sono riparati nei campi e nelle foreste che circondano il luogo del concerto.

Haaretz rende noto che la direttiva Hannibal è stata emanata nuovamente alle 11:22, quando è stato impartito l'ordine che "nessun veicolo deve rientrare nella Striscia di Gaza".

Questo implicava l'uccisione degli israeliani fatti prigionieri da Hamas negli insediamenti e nel quartiere Nova, perché "era chiaro a tutti che potevano essere rapiti nei veicoli", ha dichiarato ad Haaretz una fonte militare del Comando Sud.

"Non c'è stato nessun caso in cui hanno attaccato veicoli in cui hanno identificato i rapiti, ma era anche impossibile sapere se c'erano dei rapiti nei veicoli. Non posso dire che ci sia stata una direttiva chiara, ma tutti avevano chiaro il significato del divieto di ritorno a Gaza per i veicoli", ha precisato la fonte.

Un altro ordine è stato emesso intorno alle 14:00, in cui si affermava che a tutte le forze combattenti era vietato lasciare gli insediamenti e dirigersi a ovest verso il confine con Gaza per inseguire i combattenti di Hamas. Haaretz sottolinea che "durante quelle ore, l'area della recinzione è diventata un campo di fuoco - sia per i terroristi che per chiunque altro si trovasse lì - un pericolo da cui era impossibile fuggire".

"L'istruzione", ha detto la fonte del Comando Sud, "era di trasformare l'area della recinzione in una zona di distruzione, per chiudere la linea di contatto verso ovest".

"Probabilmente non si saprà mai fino a che punto quest'area fosse un campo di battaglia", ha scritto Haaretz, ma secondo l'esercito, un civile israeliano è stato ucciso vicino al confine durante questo periodo, Dolev Yehud, medico volontario di 35 anni.

Alle 18:40, le forze israeliane hanno iniziato a sparare con l'artiglieria verso la recinzione di confine con Gaza, molto vicino agli insediamenti di Be'eri, Kfar Azza e Kissufim, dopo aver ottenuto informazioni che suggerivano che i combattenti di Qassam avrebbero cercato di ritirarsi a Gaza in modo organizzato. Eventuali civili israeliani fatti prigionieri da questi combattenti di Hamas sarebbero stati quindi esposti al pericolo dei bombardamenti. Haaretz sostiene che l'esercito non sa se alcuni civili israeliani siano stati uccisi o feriti durante questo bombardamento di artiglieria.

I media israeliani hanno precedentemente riferito che la direttiva Hannibal è stata probabilmente eseguita nella casa di Pasi Cohen, nel Kibbutz Be'eri, quando un carro armato israeliano ha aperto il fuoco sulla casa piena di combattenti di Hamas e dei loro prigionieri israeliani.

Dei 14 prigionieri israeliani, 13 sono stati uccisi, tra cui Liel Hetzroni, 12 anni, e suo fratello gemello Yanai, che sono stati bruciati vivi.

In un'intervista al New York Times, il generale di brigata Barak Hiram, comandante della Divisione 99, ha riconosciuto di aver ordinato al carro armato di attaccare la casa piena di prigionieri, "anche a costo di vittime civili". Ma il Times ha definito l'ordine di Hiram come un evento eccezionale e isolato.

Tuttavia, il reportage di Haaretz sostiene che "è possibile che le azioni del generale di brigata Hiram fossero semplicemente in linea con la norma della condotta dell'IDF quel giorno".

Il giornale ebraico aggiunge che la direttiva Hannibal è stata probabilmente emessa in un altro caso il 7 ottobre. Alle 21:33, il Comando meridionale ha emesso l'ordine di "chiudere con i carri armati l'intera linea di contatto di fronte alla Striscia di Gaza". Tutte le forze israeliane nel settore hanno ricevuto un ordine in cui si affermava che "il fuoco vivo può essere aperto su chiunque si avvicini all'area; non c'è alcuna restrizione alla politica di fuoco".

Fonte L'Antidiplomatico

Comments  
7 Ottobre come 11/9.
stavo per scrivere la stessa cosa, ma la storia è piena di fatti simili per poi giustificare azioni belligeranti !!!
Documenti devastanti per la leadership israeliana... la quale se ne fotterà bellamente. Tra l'altro la notizia esce contemporaneamente a quella sul bombardamento dell'ospedale pediatrico di Kiev (bella merda pure questa) e si parlerà solo di questo.
I MENTANI diranno che sono le regole di ingaggio di Israele, che si, si possono biasimare, ma erano già chiare da subito.

Come dire: Si, vi buttiamo la bomba atomica se ci uccidete il presidente, però lo sapevate già da prima.

Quote:

#4 bushfamilyguy

I MENTANI diranno che sono le regole di ingaggio di Israele, che si, si possono biasimare, ma erano già chiare da subito.

Lo stesso valeva per l'attentato di via Rasella e conseguente fucilazione delle fosse ardeatine.
Non faccio paragoni tra regimi perché è contrario alla legge (che tutela la nostra libertà di espressione); noto solo che in un caso storico, quello più antico, il rapporto tra vittime di attentato e di ritorsione fu 10,16 volte tanto, mentre nel caso più recente siamo a oltre 27 volte tanto.
Questo fattore 27 considera le 1400 vittime iniziali come uccise esclusivamente dai partigiani, quando sappiamo che una buona metà fu vittima del fuoco amico, e considera i 38.000 morti come il totale delle vittime, quando invece sono solo le vittime contate e identificate,.
Considerando che sotto le macerie dei bombardamenti ce ne saranno probabilmente altrettante, una stima più realistica del rapporto tra le vittime di attentato/rappresaglia è di 1/100
errore.
Quanto alla stima dei morti è intervenuta niente meno che la rivista medica "the lancet".
Secondo loro i morti stimati sarebbero verosimilmente 186.000
Qui il link all'articolo originale
https://www.thelancet.com/journals/lancet/article/PIIS0140-6736(24)01169-3/fulltext
I sionisti da sempre sacrificano tutti, ebrei compresi...
Che barbari, ma non spiegano perché ci hanno messo delle ore ad intervenire... La mia impressione è che chi è nei posti di comando del mondo, per la maggior parte sono proprio criminali, non solo gente che prende bustarelle, e che si vuole arricchire, ma veri e propri sadici che godono a fare del male.

Anche qui tanti ad eseguire "gli ordini".
Dov'è la novità, si sapeva da subito tutto ciò.
Ciò che mi lascia esterrefatta è pensare che tutti leggiamo le notizie che puntualmente vengono pubblicate,, ma chissà perchè certe notizie non arrivano a tutti nella stesso modo, ognuno legge ciò che vuole sentire e non ciò che è, certe considerazioni o notizie che non rientrano nella narrativa ( cosi detta ufficiale) si scartano a priori anzichè portare il lettore ad usare un senso critico e a porsi dei dubbi. Non ho parole, siamo veramente in un abisso da cui forse non ne verremo più fuori.
"Colpa loro che ci hanno costretti".
@jesaell: scusa ma non capisco. Se dici che i media hanno passato la notizia dell'auto agguato...io non l'ho vista. E sono abbastanza convinto del tipo di operazione fatta.

Quote:

JESAELL: Dov'è la novità, si sapeva da subito tutto ciò.

Questa è la prima volta che una notizia del genere esce su una testata mainstream. Ed è proprio Haaretz a darla, il quotidiano di Tel Aviv che più di tutti osteggia la destra sionista.
E che non saprà nessuno salvo 4 gatti.
Nel mentre c'è l'ospedale di Kiev che è diverso da quelli di gaza e il cambiamento climatico con il giugno più caldo di sempre. Conta poco se sino a pochi gg fa la gente si chiedeva quando sarebbe iniziata l'estate. Ora li senti in giro dire che è un caldo insopportabile. Non è una battuta, li sento girando per lavoro nelle attività commerciali.
Ho provato a seguire il link ad haaretz, sia da qui che da l'antidiplomatico, ma mi dà


Error 403 Forbidden
Forbidden

Error 54113
Details: cache-mxp6980-MXP 1720524646 2514399197


che vuol dire?
Non si finisce mai di inorridire difronte alle nefande azioni israelite.
Scusate, ma sarebbe quello il popolo eletto?
E poi eletto a fare cosa?
Perche simili individui pensano di avere diritto alla Terra Promessa?
E poi la Terra Promessa a chi? E' terra rubata ai palestinesi.
Gli Statunitensi forniscono armi agli israeliani, perche per loro i palestinesi sono considerati animali come loro consideravano gli indiani 2 secoli fa, perche e' la stessa roba che hanno fatto ai loro Indiani al tempo del Far West. Anche in Israele dopo lo sterminio, si vedranno apparire le Riserve. le Riserve palestinesi. Pochi fazzoletti di terra arida posti nel Sinai.
Intanto la frontiera si avvicina. Non ve ne siete ancora accorti che diceva bene Ugo Mattei? tutto cio' che succede in frontiera, e' solo un banco di prova per vedere la reazione dei popoli, in questo caso europeo. Cio' che succede in Ucraina e' una prova lampante, solo che gli Statunitensi la' hanno trovato i russi, che erano decenni che si preparavano a quello che sta accadendo adesso. Ma in Ucraina e lo so per certo, Putin non permettera' agli Statunitensi di fare le cose con il metodo "frontiera". In Ucraina non ci saranno Riserve ucraine. L'Ucraina sara' difesa dall'orda Occidentale.

Quoting senoniochi:

Ho provato a seguire il link ad haaretz, sia da qui che da l'antidiplomatico, ma mi dà..."
che vuol dire?



Per caso sei a lavoro o in un posto dove un firewall sta gestendo il traffico internet?
Alle volte viene interdetta la navigazione verso siti che si trovano in determinate aree geografiche. Ho appena provato ed il sito è raggiungibile.

"The 403 Forbidden Error happens when the web page (or another resource) that you’re trying to open in your web browser is a resource that you’re not allowed to access. It’s called a 403 error because that’s the HTTP status code that the webserver uses to describe that kind of error."

QUI puoi vedere se un sito web è inaccessibile solo per te oppure a tutti (non funziona).
SENONIOCHI: Qui trovi l'articolo di Haaretz in inglese:

https://www.haaretz.com/israel-news/2024-07-07/ty-article-magazine/.premium/idf-ordered-hannibal-directive-on-october-7-to-prevent-hamas-taking-soldiers-captive/00000190-89a2-d776-a3b1-fdbe45520000
Salve ,come scrissi sul blog sentii parlare della direttiva Annibale per la prima volte da Franco Fracassi, ed ora non sono in grado di trovare i video ma ricordo di averli visti gli elicotteri israeliani il 7 ottobre che sparavano all'impazzata indistintamente sequestrati e sequestratori applicando quella direttiva. Ci metto un altro paio di insulti che ricevo spesso ad un commento che ho fatto mesi fa dicendo che "l'esercito israeliano è l'unico esercito al mondo che arresta I bambini" e questo tipo di argomentazioni proprio non va giù a sti cazzo di sionisti...che puntualmente mi insultano...

#19 joppo82
Se fossi in loro inizierei a coprirmi con un velo di umiltà (citando sarcasticamente il corano sulle donne) visto che l'esercito sta iniziando ad avere un po' di problemi e il Moloch alle sue spalle rischia (con noi) di finire in crisi economica sistemica e quindi di non poter più proteggere il popolo eletto.
Rischiamo presto di vedere "Gerusalemme circondata da eserciti, allora sappiate che la sua devastazione è vicina" Luca 21
Purtroppo tutto questo verrà annullato dal missile di Putin guarda caso e arrivato al momento giusto.
#20 Tianos 09-07-2024 19:14
citazione
Se fossi in loro inizierei a coprirmi con un velo di umiltà

Giusto si tratta proprio di umiltà,una parola che non va tanto più di moda....
#DirettivaAnnibale

Quote:

"Il 7 ottobre, le forze israeliane aprirono il fuoco contro le proprie basi militari, gli insediamenti e la zona di confine con Gaza, utilizzando armi pesanti da elicotteri d'attacco, droni e carri armati. Volevano eliminare i combattenti di Hamas che attaccavano Israele da Gaza, anche se ciò significava uccidere gli israeliani che Hamas era riuscito a catturare durante l'operazione. Di conseguenza, molti dei 1.200 israeliani morti quel giorno sono stati uccisi dalle forze israeliane."

Questo dovrebbe mettere fine alla sequela di utili idioti che si ostinato ancora a negare l'esistenza della Direttiva Annibale in vigore presso 'IDF che consente loro di sparare e uccidere sui propri ostaggi se il fine è quello di liberarli e se non ci si riesce "meglio morti che in mani nemiche", un concetto tribale e troglodita che contraddistingue certe ideologie ormai anacorniste.

Se si va ad approfondire anche solo un pochino, chiunque può capire che l'attacco del 7 ottobre di Hamas è stato pilotato
https://dubitoergosum.it/2023/10/18/il-palestinese/

Quote:

#19 joppo82
ricordo di averli visti gli elicotteri israeliani il 7 ottobre che sparavano all'impazzata indistintamente sequestrati e sequestratori applicando quella direttiva.

Questi Video?