DISTRAZIONI di massa & affini...

Di più
4 Anni 7 Mesi fa #32657 da CharlieMike

Nomit ha scritto: Secondo voi chi è il miglior comico italiano o il vostro comico italiano preferito?

Giuseppe Giacobazzi
E' il comico romagnolo (di Rav'nna) di Zelig.


Vulgus vult decipi, ergo decipiatur.

Si prega Accesso a partecipare alla conversazione.

Di più
4 Anni 7 Mesi fa #32793 da Nomit
:laugh: "tu sei il bersaglio perfetto per il body-shaming", detto dalla Dandini alla Murgia! La povera Murgia era andata lì per lamentarsi degli insulti ricevuti sul web! Segnalerò la gaffe a Signorini.

Si prega Accesso a partecipare alla conversazione.

Di più
4 Anni 5 Mesi fa #34203 da Nomit

Si prega Accesso a partecipare alla conversazione.

Di più
4 Anni 2 Mesi fa #36395 da Nomit
Quali giochi di carte conoscete? Che abbiano meccanismi chiari e riproducibili.
Io conosco

briscola
tresette
scopa
asino
ramino/scala40
uno
dummy

Si prega Accesso a partecipare alla conversazione.

Di più
4 Anni 2 Mesi fa #36837 da Pavillion
IL PORTICO DIPINTO
L’ORGANIZZAZIONE DEL TESTO

Il testo è suddiviso in UNITÀ che si aprono con una Linea del Tempo e con il Piano dell’Unità.

I CAPITOLI sono articolati in paragrafi e sottoparagrafi, la cui titolazione è una breve sintesi dei contenuti.

Al termine di ogni paragrafo è collocata la GUIDA ALLO STUDIO: si tratta di alcune domande utili a focalizzare l’attenzione dello studente sulle problematiche di maggiore interesse.

La biografia degli autori più importanti è accompagnata da IL MONDO DI…, una carta politica dell’epoca in cui è vissuto l’autore, con l’indicazioni dei luoghi notevoli della sua esistenza.

L’attenzione all’uso corretto del linguaggio filosofico è una delle caratteristiche principali dell’opera. Costanti sono i rimandi al LESSICO per precisare e approfondire il significato dei termini o delle espressioni più complesse.

Le MAPPE CONCETTUALI mostrano visivamente lo sviluppo delle argomentazioni, evidenziando la trama delle relazioni e delle inferenze.

FILOSOFIA PER TEMI o CONFRONTARE, oltre a essere uno strumento di approfondimento tematico, consente un approccio comparativo tra gli autori.

I capitoli terminano con L’ESSENZIALE, un articolato sommario degli
argomenti trattati, e con la VERIFICA.

Il LABORATORIO delle conoscenze e delle competenze, collocato tra i capitoli, si presenta in tre sezioni: il metodo, i testi filosofici, la storiografia.
Soprattutto nel primo e nel secondo volume, si propone una lettura guidata dei testi filosofici.

CITTADINANZA: al tema della convivenza civile sono riconducibili testi e brani storiografici. L’intento è quello di far crescere negli studenti la consapevolezza delle radici culturali su cui si fonda la nostra Costituzione.

Per loro natura, le competenze riguardano il presente.
Da qui l’inserimento al centro di ogni volume di un grande laboratorio
per evidenziarne l’attualità.

LEZIONI DI LOGICA
In ciascun volume è presente un ciclo di LEZIONI DI LOGICA, finalizzate allo sviluppo delle competenze degli studenti nell’area logico-argomentativa.
Le lezioni forniscono strumenti che accompagnano e aiutano gli studenti nella lettura e comprensione del testo e dei brani antologici, e rafforzano l’acquisizione da parte degli alunni di alcune fondamentali competenze: precisione lessicale, coordinazione dei nessi logici, organizzazione di argomentazioni.
Le lezioni di logica evidenziano agli allievi una peculiarità della disciplina filosofica: l’importanza dell’argomentazione e della cura dei nessi logici nell’elaborazione e presentazione delle tesi che si vogliono sostenere.
Gli esercizi che corredano le lezioni permettono di collegare proficuamente gli argomenti trattati alla storia della filosofia esposta nei capitoli del manuale.

G. Gentile - R. Ronga - M. Bertelli

Gioco -Specchio Rispecchio-

Spe - Mamma mia, come sei invecchiato

RIS - Raffreddo che d'un tratto capitò anche a me... a un ritratto di me.
L'altro tratto pur conservandone aspetto e misura si mantenne accordato così come si confà a qual sè che fotone non ha.
Accampato diluire tra Festo ed Efesto,anfratto di un incastonato altrove.
Interno scarno tranne Lui Voi e L'io.

___

..dopo avermi presentato varie rughe che si intoneranno alla mia fanciullezza Colui che provvede a distruggermi senza procurarmi effetti collaterali si alza, và a prendere due gelati. Ritorna.
Non so cosa dirgli, cosa raccontargli, questo mi rende felice.
Leggendola mi indica un testo... eeh.

Man mano espandendosi catturato dal violino di Isacco, archetto produce l'armonia degli anelli blu. Energizia fosforescente unente stella a stella. E nel mentre scorgo che è stato complicato farlo per tutti i Padre Lo ringrazio per aver rinsavito il mio. Non sono così scaltro da chiedermi il perchè.
L'educazione nella storia del pensiero è stata fondamentale per intuirne l'evoluzione.
E se fra pensiero e fondamenta non vi fosse stato più silenzio. Incidentalmebte, accidentalmente la si potrebbe definire una diversa connessione.
Fascinato dalla varia forma dell'alfabeto latteo. Sul finire dell'armonia Lui trae da se' una bella invenzione. La sua Radio. Grazie Stern.

E se il silenzio potesse inseminare il pensiero per insegnargli a comunicare, per insegnargli a scrivere. Tranquillo disteso sull'erba mi lascio penetrare da una stella sperando che lei non abbia difficoltà a centrarmi. Il mio spazio è smisuratamente più piccolo della distanza che ci separa. Il pensare, l'essenza più antica nell'incamerare cose e volti dell'umano incedere. Ancestro com'è stato possibile dimenticare i grandi errori che orrori sono rimasti.
Investiti di potere, di sovranità, per noi che siamo più avanti delle loro finte beghe e dei loro sondaggianti motori di ricerca.
Perdurante smarrito nella generale asfissiante decadenza dell'operato imperante.

.. -Da QR a ST- A quasi remastered page from the Blue's Book
Anno 1999.

Si prega Accesso a partecipare alla conversazione.

Di più
3 Anni 4 Mesi fa #43018 da danielas
C'è stato lottomarzolafestadelladonna e qui non ho visto niente.
Oibò, saremo tutti buzzurri qui?
Va bene. Avendo conquistato l'età della ragione da più di mezzo secolo ed essendone ancora in possesso, posso dire cosa ci faccio con la festadelladonna? Niente di volgare lo giuro! Semplicemente la tiro ai/alle mittenti, lasciando loro di mettersela dove loro aggrada di più.
Casomai qualcuno volesse aggiungersi al lancio, vista la mia indubbia signorilità di linguaggio.
Ho visto anche un articolo sull' ansa, marcia da Biella a Roma in rigorosa mascherina rossa degli uomini. (finalmente! Commenta l'ansa )
Su l'Antidiplomatico ho visto l'articolo che ripristina il dato storico sull'origine di tale ricorrenza: non statunitense come mi avevano informata già ai tempi della scuola, l'8 marzo ha nascita russa e le mimosa suo simbolo nacque in Italì.
Posso dirlo? A questo punto non mi interessa più, che sia nato a Treviso o a Pechino mi fa lo stesso.
Non metto in dubbio che quando è nato possa aver avuto valore.
Quel che so è che da quando l'età della ragione l'ho avuta io, non mi ha mai convinta, adesso poi mi ha proprio rotto esattamente gli attributi che essendo femmina felicemente non possiedo sempre augurando ai legittimi portatori di tali attributi di portarli altrettanto felicemente di quanto io felicemente ne sia priva.
Almeno riconoscetemi che non dico volgarità.
Ma me le hanno rotte lo stesso.
Rimando al mittente lottomarzo e anche le scarpetterosse e le rossemascherine ancora di più, indipendentemente dal sesso o non sesso ( bisogna tenersi al passo!) di chi le porta.
Hanno messo le mani dappertutto e fossero solo le mani, tamponi siringhe cateteri pillolame suppostame manipolato mistificato qualunque sentimento genuino di ricorrenza collettiva.
La buona notizia: non sono proprio tutte/i uguali, sull'ansa non li mettono ma ci sono e li amiamo.

Si prega Accesso a partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.455 secondi
Powered by Forum Kunena