AMERICAN MOON - 42 domande

Di più
24/07/2019 10:38 #30482 da D. Bunker
Risposta da D. Bunker al topic AMERICAN MOON - 42 domande

michele.penello ha scritto: L'affermazione di Smith interpretata "alla debunker" (cioè falle sulla tecnologia) però non torna, proprio perché la reazione delle nuove tecnologie (ultimi 20/30 anni) oltre le fasce è già (o dovrebbe essere già) nota, quindi il vero cuore del discorso è proprio una verifica sulla protezione nei confronti delle radiazioni per gli astronauti; sono quelle "le sfide da superare"; altrimenti si dovrebbe mettere in discussione la tecnologia di rover e sonde che però funzionano benone.

Ma è Smith a dire che le radiazioni possono danneggiare l’elettronica di bordo, mica i debunker.
Dobbiamo dare credito a questo signore oppure no? Decidetevi.
L'argomento è stato bloccato.
Di più
24/07/2019 10:38 #30483 da k29
Risposta da k29 al topic AMERICAN MOON - 42 domande

Satirus ha scritto: Abbiate fede, nella Luna ci andranno (non ho scritto ritorneranno) presto...


Quindi anche tu non credi all'allunaggio?
L'argomento è stato bloccato.
Di più
24/07/2019 10:40 - 24/07/2019 10:43 #30484 da Satirus
Risposta da Satirus al topic AMERICAN MOON - 42 domande
Charlie ... se devo mandare un raffinato sensore da un kg gli posso fare intorno un sarcofago di piombo da 100 kg ma se devo mandare un appartamentino per 5 persone con: televisore, frigobar e playstation il problema progettuale è LEGGERMENTE differente.

k20 Quindi anche tu non credi all'allunaggio?
Io sono agnostico, mi chiamavano San Tommaso da quando ho iniziato a parlare.

I follow: Maurizio Antolini, Rafterry, Marauder.
Ultima Modifica 24/07/2019 10:43 da Satirus.
L'argomento è stato bloccato.
Di più
24/07/2019 10:42 #30485 da Decalagon
Risposta da Decalagon al topic AMERICAN MOON - 42 domande

Ma è Smith a dire che le radiazioni possono danneggiare l’elettronica di bordo, mica i debunker.


Certo, ma dice anche che "bisogna superare queste sfide prima di mandare uomini in questa regione dello spazio", che viene definita "pericolosa".

Perché, se tanto durante le missioni Apollo hanno ricevuto dosi di radiazioni "minime", equivalenti a circa una radiografia al giorno"?

Diamogli credito e rispondiamo un po' al quesito.

Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità, la Vita. E grazie a Shenron risorgo quando mi pare.
L'argomento è stato bloccato.
Di più
24/07/2019 10:46 - 24/07/2019 10:47 #30486 da tommy77
Risposta da tommy77 al topic AMERICAN MOON - 42 domande
LA VERSIONE UFFICIALE dice che la NASA negli anni 60 e soprattutto dopo la tragedia del 1967,ha impiegato 2 anni e mezzo per imbastire la ''messinscena'' lunare......
I FATTI,ad oggi 2019,dicono invece tutt'altro :

1)PROGETTO ORION nato nel 2014!!!!!!(dalle ceneri del progetto CONSTELLATION anno 2004/2005!!!!!!!!!!!!!!)
2)doveva portare uomini sulla LUNA già nel 2018....rinviato al 2020....rinviato al 2023.....vediamo quale sarà il prossimo rinvio...
3)nel giro di 5 anni non sono riusciti nemmeno ad assemblare la caserma dei pompieri della LEGO...nimmanco con l'aiuto dell'Agenzia Spaziale Europea o di chissà chi......

Ed è,con la tecnologia attuale,un rinvio sopra rinvio.....un problema che nasce,al giorno, sopra un altro problema preesistente....
Già basterebbero queste 3/4 osservazioni a MANDARE IN VAKKA non il TOPIC ma la + GRANDE MESSINSCENA DELLA STORIA DELL' UOMO..........

quello che conta è solo LA PAROLA (dalla Lettera di San Pietro)
Ultima Modifica 24/07/2019 10:47 da tommy77.
L'argomento è stato bloccato.
Di più
24/07/2019 10:47 #30487 da charliemike

Satirus ha scritto: Charlie ... se devo mandare un raffinato sensore da un kg gli posso fare intorno un sarcofago di piombo da 100 kg ma se devo mandare un appartamentino per 5 persone con: televisore, frigobar e playstation il problema progettuale è LEGGERMENTE differente.

k20 Quindi anche tu non credi all'allunaggio?
Io sono agnostico, mi chiamavano San Tommaso da quando ho iniziato a parlare.


Scusami Satirus. Sono logorroico e ti capisco.
Ti faccio un breve sunto.

Nel ns sistema solare ci sono centinaia di sonde, nuove e vecchie, americane e non. TUTTE PERFETTAMENTE FUNZIONANTI.
Gli unici uomini che hanno superato le FVA e l'orbita bassa sono quelli delle missioni Apollo (seeeee...)

Ergo: le radiazioni non comportano problemi per l'elettronica, ma non possiamo esserne sicuri per l'organismo umano.


Più chiaro di così non so come dirlo.


Countdown to 1984
L'argomento è stato bloccato.
Di più
24/07/2019 10:48 #30488 da Satirus
Risposta da Satirus al topic AMERICAN MOON - 42 domande
Decalagon Perché, se tanto durante le missioni Apollo hanno ricevuto dosi di radiazioni "minime", equivalenti a circa una radiografia al giorno"?

Cosa ti risulta così difficile da capire: riprogettare da zero un vettore spaziale, dopo 50 anni, entro ben precisi limiti di costo, richiede dati e tempo. Vuoi provare a correre un gran premio di formula uno, di oggi, a bordo di una SCAT con motore Hispano-Suiza ?

I follow: Maurizio Antolini, Rafterry, Marauder.
L'argomento è stato bloccato.
Di più
24/07/2019 10:48 - 24/07/2019 10:50 #30489 da D. Bunker
Risposta da D. Bunker al topic AMERICAN MOON - 42 domande
Decalagon, ho già risposto.
Le radiazioni nelle fasce di Van Allen all’esterno della navicella sono le stesse di allora, ciò che è cambiato profondamente è la navicella, per questo bisogna rifare tutti i test e le misurazioni all’interno della navicella.
Ultima Modifica 24/07/2019 10:50 da D. Bunker.
L'argomento è stato bloccato.
Di più
24/07/2019 10:50 #30490 da Roberto70
Risposta da Roberto70 al topic AMERICAN MOON - 42 domande
Il problema è tutto nel costo dell'operazione. I dati di 50 anni fa sarete d'accordo anche voi che non possano essere risolutivi, navicelle completamente diverse, tecnologie completamente diverse.

Nel 2004 il presidente americano Bush lanciava il progetto Constellation, che prevedeva di tornare con sonde automatiche sulla luna entro il 2008, e con missioni umane entro il 2020.
Ricordiamo che il progetto Apollo fu ufficialmente lanciato nel 1961, e giunse al suo pieno successo, con la missione Apollo 11, nel 1969. In altre parole, cinquant'anni fa furono sufficienti otto anni per mettere in piedi dal nulla, e senza alcuna esperienza pregressa, un programma completo per portare l'uomo sulla luna. Mentre nel 2004, con tutta l'esperienza già accumulata grazie alle missioni Apollo, allo Shuttle, alla ISS ecc., il programma prevedeva di ottenere lo stesso tipo di risultato nell'arco di 16 anni. Il doppio esatto del tempo.
Ma non basta, perché il 2008 arrivò e se ne andò senza che nessuna sonda fosse mai stata mandata sulla superficie lunare, mentre nel 2010 il presidente Obama decise addirittura di cancellare del tutto il progetto Constellation. La motivazione ufficiale fu che il progetto era diventato troppo costoso.
Ma i rocket-men non si arresero, e nel 2014 tornarono alla carica con un documento della US National Academy of Sciences, che richiamava la necessità di riprendere le esplorazioni spaziali, e proponeva di arrivare su Marte entro il 2037. Naturalmente, suggeriva il documento, era indispensabile tornare prima sulla luna, per stabilire una adeguata base di lancio verso il pianeta rosso.
Ed ecco che esce puntualmente la solita notizia sulla stampa mainstream, il cui scopo appunto è quello di sostenere presso l'opinione pubblica questa nuova impresa spaziale: "Nasa: Pronti a tornare sulla Luna, base per i viaggi verso Marte. Il piano dell’Agenzia americana - dice l'articolo - prevede, infatti, di giungere entro il 2021 sul vicino corpo celeste che sarà usato, poi, come una sorta di trampolino di lancio per esplorare il ben più lontano Marte. A sbarcare per primo, però, non sarà un uomo ma un robot."
Sempre "prima un robot", mi raccomando. Metti mai che la superficie del suolo lunare sia cambiata, negli ultimi 50 anni, e se ci mandiamo direttamente un astronauta rischia magari di affondare nella sabbia. Meglio andare a verificare con una sonda automatica.
Ma attenzione, non bisogna fermarsi troppo a riflettere su questi dettagli, perchè abbiamo delle scadenze precise davanti a noi: "I tempi sono piuttosto stretti - prosegue l'articolo - e non si può lasciare nulla la caso; per questo il mondo scientifico e le industrie sono già al lavoro per mettere a punto nuove tecnologie al fine di portare sul satellite tutti gli strumenti e le macchine necessarie per organizzare l'avamposto per i futuri equipaggi umani. Contemporaneamente si sta lavorando al progetto della creazione di una stazione spaziale in orbita lunare chiamata Lunar Orbital Platform-Gateway, la cui realizzazione dovrebbe iniziare nel 2022."
E' curioso come leggendo questi articoli si riesca a scivolare rapidamente dalla realtà quotidiana alla fiction più sfrenata, senza nemmeno accorgersene. Ve la vedete voi, veramente, una stazione spaziale orbitante intorno alla luna che viene costruita fra poco più di tre anni? Quando oggi non abbiamo nemmeno più lo Shuttle, e dobbiamo chiedere un passaggio ai russi ogni volta che vogliamo andare sulla ISS?
Ovviamente siamo di fronte ad una colossale presa per i fondelli, reiterata nel tempo senza la minima vergogna.
Molti però, a questo punto, si domanderanno a cosa possa servire tutta questa propaganda per le missioni spaziali, se poi dietro le quinte si sa già benissimo che non verranno mai realizzate? La risposta è molto semplice: follow the money. Quanti soldi sono stati incassati dalla Lockeed o dalla Boeing - o da tutte le altre società correlate - nel corso di tutti questi anni per "mettere in piedi" un programma che non vedrà mai la propria esecuzione? Di preciso non lo sapremo mai, ma una cifra almeno ce l'abbiamo: quando Bush nel 2004 annunciò il nuovo progetto spaziale, ottenne dal congresso americano 16 miliardi di dollari solo per "far partire il progetto" (kickstarter money).
Sedici m-i-l-i-a-r-d-i di dollari.
Secondo voi dove sono finiti tutti quei soldi? Alle associazioni di beneficienza?
Massimo Mazzucco

www.luogocomune.net/LC/30-scienza-e-tecn...-torniamo-sulla-luna
L'argomento è stato bloccato.
Di più
24/07/2019 10:51 #30491 da Decalagon
Risposta da Decalagon al topic AMERICAN MOON - 42 domande

Le radiazioni sono le stesse di allora, ciò che è cambiato profondamente è la navicella, per questo bisogna rifare tutti i test e le misurazioni.


Se sono le stesse di allora, e allora non hanno destato preoccupazioni dato che i moduli erano stati costruiti nella maniera più leggera possibile al punto tale che non potevano manco metterci dentro abbastanza aria da raggiungere la pressione a livello del mare (proprio per fare le pareti più sottili), COME MAI oggi tornano a preoccupare la NASA? Come mai le definisce "pericolose"? Ma se equivalgono ad una sola radiografia al giorno! :-)

Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità, la Vita. E grazie a Shenron risorgo quando mi pare.
L'argomento è stato bloccato.
Di più
24/07/2019 10:52 #30492 da charliemike
@Tommy
è più o meno quello che è successo negli anni '60: problemi su problemi, solo che allora non potevano rinviare: avevano una scadenza da rispettare e avrebbero fatto una figura di melma galattica.

Oggi, senza scadenze da rispettare, se la possono prendere comoda.


Countdown to 1984
L'argomento è stato bloccato.
Di più
24/07/2019 10:54 #30493 da tommy77
Risposta da tommy77 al topic AMERICAN MOON - 42 domande
Charliemike

Guarda...la vediamo sicuramente in modo diverso in merito alla FEDE nella Bibbia e nel Signore Gesù....ciò non toglie che sei una persona che stimo ed è sempre un piacere parlare con te.....SEI UN GRANDE Charli :laugh: :wave: :laugh: :wave: :wink:

quello che conta è solo LA PAROLA (dalla Lettera di San Pietro)
Ringraziano per il messaggio: charliemike
L'argomento è stato bloccato.
Di più
24/07/2019 10:55 #30494 da Ghilgamesh
Risposta da Ghilgamesh al topic AMERICAN MOON - 42 domande

Satirus ha scritto: Roberto
Decalagon
Ghilgamesh

Il problema è tutto nel costo dell'operazione. I dati di 50 anni fa sarete d'accordo anche voi che non possano essere risolutivi, navicelle completamente diverse, tecnologie completamente diverse.
Non si può simulare sulla terra una radiazione complessa come il vento solare. Servono dati PRECISI i sensori di 50 anni fa non possono essere affidabili per le necessità di oggi.
Abbiate fede, nella Luna ci andranno (non ho scritto ritorneranno) presto, se non saranno gli americani nel 2024, saranno i cinesi o gli indiani, poi vedremo le vostre facce sulle insuperabili fasce di Van Allen. OK!?


Scusa, gradirei non mi venissero affibbiate cose che non ho mai detto o pensato.
Ho chiarito, che da quello che si sa, OGGI è IMPOSSIBILE superarle ... non può nessuno!
Sei d'accordo? (il punto interrogativo indica una domanda, sarebbe gradita na risposta)

Non so se siano "insuperabili", ritengo servano delle protezioni!
Una volta fatta, le supereranno... E a quel punto, le supereranno Americani, Cinesi, Russi, Indiani, Giapponesi e Europei ... e poi vorrei vedere io la tua faccia, che pe 50 anni i costi erano proibitivi per tutti, poi uno compie l'impresa DAVVERO ... e ci vanno TUTTI!

p.s. La storia dei dati precisi non mi convince ... ma sai quanto costa mandare un razzo in orbita?
E se hanno fatto un errore grossolano e esplode?
Butti tutti quei miliardi?

E non ci penso ci siano solo i valori di 50 anni fa, hanno sparato sonde in ogni dove ultimamente, costava tanto mandarne su una con dei sensori per le radiazioni? (che sono quasi sicuro tra l'altro l'abbiano mandata, ma vado a memoria e non ho voglia di sbattermi in ricerche)
Così lo testavi al sicuro e più economicamente ...

Da un lato hai (sempre se non l'hanno fatto) mezzo chilo di sensore da qualche migliaio di dollari da mandare oltre le FVA, dall'altro diverse tonnellate di Orion che costa svariati miliardi di dollari, da mandare oltre le FVA per testarlo.
Cosa dici che costa meno?

Uno scettico dai piedi di balsa, inventore di una storia falsa ...
L'argomento è stato bloccato.
Di più
24/07/2019 10:55 - 24/07/2019 11:00 #30495 da Satirus
Risposta da Satirus al topic AMERICAN MOON - 42 domande
Charlie Gli unici uomini che hanno superato le FVA e l'orbita bassa sono quelli delle missioni Apollo (seeeee...)

Ergo: le radiazioni non comportano problemi per l'elettronica, ma non possiamo esserne sicuri per l'organismo umano.


Le sonde, ho già detto: proteggi i circuiti e sei a posto.
L'elettronica delle missioni Apollo era ridicola, a scala millimetrica quando non a componenti discreti, oggi nessuno si sognerebbe di viaggiare con quella tecnologia, ricordati la bellissima frase di Sergei Korolev: "Se scoprissero che voliamo con queste cose me ne vergognerei troppo".

I follow: Maurizio Antolini, Rafterry, Marauder.
Ultima Modifica 24/07/2019 11:00 da Satirus.
L'argomento è stato bloccato.
Di più
24/07/2019 10:59 #30496 da Decalagon
Risposta da Decalagon al topic AMERICAN MOON - 42 domande

L'elettronica delle missioni Apollo era ridicola, a scala millimetrica quando non a condensatori discreti, oggi nessuno si sognerebbe di viaggiare con quella tecnologia


:hammer: :hammer: :hammer: :hammer: :hammer:

Ma se hanno portato 5 equipaggi sulla Luna con quella tecnologia, e uno di questi intorno alla sua orbita, e li hanno fatti rientrare sani e salvi, con quale criterio la definisci "ridicola"? :-D

Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità, la Vita. E grazie a Shenron risorgo quando mi pare.
L'argomento è stato bloccato.
Di più
24/07/2019 11:00 - 24/07/2019 11:01 #30497 da k29
Risposta da k29 al topic AMERICAN MOON - 42 domande

D. Bunker ha scritto:

K29 Perché "fisso" ? hanno fatto tutte le prove più disparate, inclusa quella della caduta dei "gravi", e non hanno avuto l'accortezza di portarsi una macchina fotografica con tempi di esposizione variabili?

Potevano cambiare il tempo di esposizione.
1/250 era l’impostazione consigliata dai tecnici e stampata sulle macchine.


Quindi se potevano cambiare il tempo di esposizione, perchè in 6 missioni non l'hanno mai fatto?

Ma ripeto l'altra domanda, perchè durante l'orbita attorno alla luna, nel lato "buio", nemmeno Collins, ha mai visto le stelle coi propri occhi?
Ultima Modifica 24/07/2019 11:01 da k29.
L'argomento è stato bloccato.
Di più
24/07/2019 11:00 - 24/07/2019 11:11 #30498 da Satirus
Risposta da Satirus al topic AMERICAN MOON - 42 domande
Decalagon ridicola rispetto a quella di oggi ... Guardati l'elettronica dello Sputnik.

Ghilgamesh p.s. La storia dei dati precisi non mi convince ... ok gli diremo di andare tranquilli con dati approssimativi. Tanto che vuoi che sia riprogettare una navicella spaziale.

I follow: Maurizio Antolini, Rafterry, Marauder.
Ultima Modifica 24/07/2019 11:11 da Satirus.
L'argomento è stato bloccato.
Di più
24/07/2019 11:03 #30499 da Decalagon
Risposta da Decalagon al topic AMERICAN MOON - 42 domande

Decalagon ridicola rispetto a quella di oggi ...


Quella di oggi quale, se ancora non esiste la tecnologia per portare esseri umani oltre l'orbita terrestre?

Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità, la Vita. E grazie a Shenron risorgo quando mi pare.
L'argomento è stato bloccato.
Di più
24/07/2019 11:09 - 24/07/2019 11:16 #30500 da Satirus
Risposta da Satirus al topic AMERICAN MOON - 42 domande
Quella di oggi quale, se ancora non esiste la tecnologia per portare esseri umani oltre l'orbita terrestre?

Quella di oggi, vuoi che ti faccia un trattato sulle capacità dell'elettronica di punta? La tecnologia esiste manca la realizzazione materiale del miglior progetto che rispetti il budget.

Ho chiarito, che da quello che si sa, OGGI è IMPOSSIBILE superarle ... non può nessuno!
Sei d'accordo?

Impossibile materialmente, nel senso che ancora non hanno costruito il grattacielo, non tecnologicamente.

K29 - Le stelle non interessavano nelle missioni lunari, vuoi le stelle ?

I follow: Maurizio Antolini, Rafterry, Marauder.
Ultima Modifica 24/07/2019 11:16 da Satirus.
L'argomento è stato bloccato.
Di più
24/07/2019 11:14 - 24/07/2019 11:16 #30501 da Decalagon
Risposta da Decalagon al topic AMERICAN MOON - 42 domande

Quella di oggi, vuoi che ti faccia un trattato sulle capacità dell'elettronica di punta? La tecnologia esiste manca la realizzazione materiale del miglior progetto che rispetti il budget.


Si, fammi un trattato, grazie. Perché sono curioso di capire di cosa stai parlando, visto che perfino Paolo Attivissimo riconosce che queste tecnologie non esistono più.

"se manco sanno che sono 45 anni che non andiamo più sulla Luna e che non abbiamo più neanche le tecnologie per andarci con un equipaggio"
LINK: attivissimo.blogspot.com/2017/03/samanth...zEtCfg9GylI_g5Nq5pF8

Questo lo ha scritto nel 2017, per cui ALMENO fino al 2017 le tecnologie non esistevano, come ci conferma il maggior esperto nazionale di missioni spaziali. E in 3 anni cosa è cambiato?

Aspetto il trattato.

Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità, la Vita. E grazie a Shenron risorgo quando mi pare.
Ultima Modifica 24/07/2019 11:16 da Decalagon.
L'argomento è stato bloccato.
Di più
24/07/2019 11:19 #30502 da Marauder
Risposta da Marauder al topic AMERICAN MOON - 42 domande

D. Bunker ha scritto: Marauder, hai parlato di sassolini “esterni alla zona bruciata e non parzialmente interrati”.
Quel “non parzialmente interrati” l’ho capito come “del tutto fuori dal terreno”. Ho capito male?

No, hai capito bene.

You'll not see this coming.
L'argomento è stato bloccato.
Di più
24/07/2019 11:20 - 24/07/2019 11:24 #30503 da Satirus
Risposta da Satirus al topic AMERICAN MOON - 42 domande
Decalagon stai operando dentro un'area semantica ampia, non confondere, tecnologia è: sia ciò che sottende il progetto esecutivo della missione lunare (e questo oggi non c'è, non è stato completato), sia l'insieme delle possibilità tecnologiche di oggi e queste sono immense, potrebbero assemblare anche un'astronave tipo Star Trek nello spazio e spedirla verso Alpha Centauri ... solo che i soldi per farla non ce li ha neanche la moglie di Jeff Bezos dopo il divorzio.

Il trattato sull'elettronica di oggi sarebbe lunghetto ... inizia da qui.
Questo supercomputer ha una potenza massima di 143,5 petaflop (un milione di miliardi di operazioni al secondo)



Poi vai a guardare l'elettronica delle missioni Apollo

I follow: Maurizio Antolini, Rafterry, Marauder.
Ultima Modifica 24/07/2019 11:24 da Satirus.
L'argomento è stato bloccato.
Di più
24/07/2019 11:21 #30504 da michele.penello
Satirus, non sono bravo ad esprimermi in maniera concisa per testo, ma Charlie ha capito quello che intendevo.

Cerco di metterla più chiara: considerando che la tecnologia NASA di oggi (sonde e rover) va senza problemi "verso l'infinito e oltre", si deduce che Smith si stia riferendo esclusivamente al test del progetto in se (che ci sta) e alla schermatura necessaria per le persone. Ergo, il problema sono le radiazioni per le persone; problema che c'è oggi ma che era stato risolto 50 anni fa. Non credo si possa considerare solo come un'interpretazione personale perché è una conclusione che tiene conto del passato e del presente riguardo le tecnologie per schermare persone e tecnologia. Per le persone dovremmo già sapere cosa è sufficiente e cosa no considerando le missioni Apollo; per le tecnologie dovremmo già saperlo perché quella che attualmente è in giro per lo spazio funziona.
Non serve farmi presente che ovviamente l'Orion ha sistemi aggiuntivi perché è più grande e trasporta persone, parlando di "mettere in sicurezza la parte elettronica" lo sanno già fare bene a quanto risulta.
L'argomento è stato bloccato.
Di più
24/07/2019 11:22 #30505 da k29
Risposta da k29 al topic AMERICAN MOON - 42 domande

Satirus ha scritto: K29 - Le stelle non interessavano nelle missioni lunari, vuoi le stelle ?


Bello il filmatino, quindi anche dall'iss di "notte" è possibile vedere le stelle. Ma Collins a quella domanda ha detto nisba , forse era talmente assuefatto dalla "missione lunare" che aveva "filtrato" le stelle anche mentalmente, probabile :jason:
L'argomento è stato bloccato.
Di più
24/07/2019 11:27 - 24/07/2019 11:29 #30506 da Decalagon
Risposta da Decalagon al topic AMERICAN MOON - 42 domande
Satirus, ti ho chiesto di farmi vedere sta favolosa tecnologia in grado di portare uomini su altri pianeti e tu mi fai vedere un computer? :-)

potrebbero assemblare anche un'astronave tipo Star Trek nello spazio e spedirla verso Alpha Centauri


Scusa ma.. cazzo dici se ancora stanno studiando le schermature della Orion per evitare che le persone dentro crepino per le radiazioni durante il tragitto Terra-Luna? :-)
Hai visto troppi film.

Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità, la Vita. E grazie a Shenron risorgo quando mi pare.
Ultima Modifica 24/07/2019 11:29 da Decalagon.
Ringraziano per il messaggio: Sertes
L'argomento è stato bloccato.
Di più
24/07/2019 11:28 #30507 da Satirus
Risposta da Satirus al topic AMERICAN MOON - 42 domande
K29 devi vedere tutte le interviste di tutti gli astronauti delle missioni Apollo, poi è altamente probabile che gli oblò del modulo di comando avessero una schermatura notevole (per attraversare le FdVA), tanto da rendere la visione delle stelle davvero poco interessante.

I follow: Maurizio Antolini, Rafterry, Marauder.
L'argomento è stato bloccato.
Di più
24/07/2019 11:29 - 24/07/2019 11:32 #30508 da Satirus
Risposta da Satirus al topic AMERICAN MOON - 42 domande
Satirus, ti ho chiesto di farmi vedere sta favolosa tecnologia in grado di portare uomini su altri pianeti e tu mi fai vedere un computer? :-)
No, ti ho dato dei dati concreti da confrontare con l'elettronica del '69.

Decalogon ... ma esattamente cosa ti sfugge del concetto di COSTI !?

I follow: Maurizio Antolini, Rafterry, Marauder.
Ultima Modifica 24/07/2019 11:32 da Satirus.
L'argomento è stato bloccato.
Di più
24/07/2019 11:31 #30509 da Decalagon
Risposta da Decalagon al topic AMERICAN MOON - 42 domande

Decalogon ... ma esattamente cosa ti sfugge del concetto di COSTI !?


Perché eludi le mie domande spostando il focus su altre questioni? I costi sono il problema minore, quello maggiore è TROVARE LA TECNOLOGIA per permettere a degli esseri umani di viaggiare nello spazio profondo senza crepare per le radiazioni o a causa di altri fattori ambientali, come ad esempio i meteoroidi.

Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità, la Vita. E grazie a Shenron risorgo quando mi pare.
L'argomento è stato bloccato.
Di più
24/07/2019 11:34 - 24/07/2019 11:39 #30510 da Satirus
Risposta da Satirus al topic AMERICAN MOON - 42 domande
Decalogon Perché eludi le mie domande spostando il focus su altre questioni? I costi sono il problema minore, quello maggiore è TROVARE LA TECNOLOGIA per permettere a degli esseri umani di viaggiare nello spazio profondo senza crepare per le radiazioni o a causa di altri fattori ambientali, come ad esempio i meteoroidi.
Rispondo a tutto ma siete in 40 contro uno.
I meteoriti sono un problema maggiore in orbita bassa, campo gravitazionale terrestre, eppure stazioni spaziali e satelliti sono li da decenni.
Se i costi per te non sono un problema mi regaleresti un po' di Lamborghini e qualche villa in località amene?

e alla schermatura necessaria per le persone. Ergo, il problema sono le radiazioni per le persone; problema che c'è oggi ma che era stato risolto 50 anni fa.
Quando hai i dati progettuali di una Balilla e vuoi progettare una Lamborghini Aventador che fai? Usi i dati della Balilla?

I follow: Maurizio Antolini, Rafterry, Marauder.
Ultima Modifica 24/07/2019 11:39 da Satirus.
L'argomento è stato bloccato.
Di più
24/07/2019 11:39 #30511 da Decalagon
Risposta da Decalagon al topic AMERICAN MOON - 42 domande

Rispondo a tutto ma siete in 40 contro uno.


Capisco la tua difficoltà, però non è importante il numero delle persone che sostengono sostanzialmente la stessa cosa, ma le argomentazioni. Su facebook mi sono trovato anch'io l'altro giorno a discutere con 40 utenti che mi deridevano e mi insultavano, ma alla fine NESSUNO è riuscito a rispondere alle mie domande. Esattamente come sta succedendo qua.
Quindi se hai delle argomentazioni valide e documentate, possono arrivare anche in 500 a darti contro, ma è la solidità degli argomenti che conta; cosa che però io non riesco a vedere.

I meteoriti sono un problema maggiore in orbita bassa, campo gravitazionale terrestre, eppure stazioni spaziali e satelliti sono li da decenni.


Non ho detto meteoriti, ho detto "METEOROIDI", ovvero dei corpi solidi di piccolissime dimensioni (anche grandi come granelli di sabbia) che viaggiano nello spazio a decine di migliaia di km/h, e se uno di questi dovesse colpire lo scafo di una navicella o un astronauta, iniziano i problemi :-)
Sulla Luna ad esempio questo fenomeno è molto presente, tuttavia nessuno degli equipaggi delle missioni Apollo ha avuto difficoltà. Come mai? Boh.

Adesso resta da capire dove sia questa tecnologia odierna in grado di portare umani su altri pianeti.

Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità, la Vita. E grazie a Shenron risorgo quando mi pare.
L'argomento è stato bloccato.
Tempo creazione pagina: 0.229 secondi

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. INFO