Siria : 5 anni di violenza e di menzogne

Di più
04/01/2018 17:30 #11996 da MARCO M5S
wow marocg... qualcuno dovrà renderti merito di tutte le ottime informazioni che ci stai fornendo in questo thread..

THANK YOU
Grazie
.)
Ringraziano per il messaggio: marocg

Di più
07/01/2018 02:29 - 07/01/2018 02:50 #12013 da marocg
L'Osservatorio dei Diritti umani
---
Repubblica, che figuraccia! Sull'Osservatorio siriano dei diritti umani ora cambia titolo e contenuti dell'articolo
Notizia del: 05/01/2018 - Francesco Santoianni
www.lantidiplomatico.it/dettnews-repubbl...articolo/6119_22710/
---
Vano tentativo di lavarsi la coscienza. Dopo anni di bufale, La Repubblica solo ora scarica la centrale di fake news sulla Siria
Il quotidiano di Calabresi prende le distanze dall'"Osservatorio siriano per i diritti umani", per anni usato come unica fonte sulla guerra contro il governo di Assad.
Notizia del: 05/01/2018 - di Omar Minniti
www.lantidiplomatico.it/dettnews-vano_te...ulla_siria/82_22705/
---
Siria, il difficile mestiere di informare
Il 4 gennaio in questa pagina è stato pubblicato un articolo dal titolo "Siria, le narrazioni fasulle dell''Osservatorio siriano sui diritti' che copre i crimini dei cosiddetti 'ribelli'" che non rispettava gli standard di accuratezza e imparzialità di questa testata. Ce ne scusiamo con i lettori. Quello che segue è un tentativo di fornire un punto documentato e il più possibile oggettivo sullo stato dell'informazione riguardo alla guerra in Siria
04 gennaio 2018
www.repubblica.it/solidarieta/immigrazio...ews/siria-185788804/
---
P.S.: L'Osservatorio (dell'One World Trade Center): Il simbolo della menzogna (Freedom Tower).
Dichiarazione Universale
dei Diritti Umani.
Ultima Modifica 07/01/2018 02:50 da marocg.

Di più
11/01/2018 05:47 #12074 da marocg
Terroristi 2.0
---
Siria, i militari russi hanno bloccato un attacco con 13 droni dei jihadisti "prodotti da paesi con alta capacità tecnologica"
Nella notte tra il 5 e il 6 gennaio scorso, la difesa aerea russa è riuscita a evitare gli attacchi dei terroristi effettuati con 13 droni contro le basi militari di Hmaymim e Tartus.
Notizia del: 08/01/2018 - Fonte: RT
www.lantidiplomatico.it/dettnews-siria_i...ecnologica/82_22736/
P.S.: Russia: un aereo statunitense ha pattugliato il Mediterraneo durante l'attacco dell'ISIS con i droni in Siria
Dal Ministero della Difesa russo sostengono che un aereo dell'intelligence statunitense era di pattuglia nel Mediterraneo durante il recente attacco con 13 droni lanciato dall'ISIS contro due installazioni militari russe in Siria.
Notizia del: 09/01/2018 - Fonte: Tass
www.lantidiplomatico.it/dettnews-russia_...i_in_siria/82_22752/
---
L'Esercito siriano avanza contro i terroristi a Idlib e la Turchia convoca per protesta gli ambasciatori di Russia e Iran
Il ministero degli Esteri turco ha convocato gli ambasciatori di Russia e Iran sostenendo che le forze del governo siriano hanno "violato il cessate il fuoco nella zona di riduzione della tensione a Idlib."
Notizia del: 09/01/2018 - Fonte: Al MAsdar - Daily Sabah
www.lantidiplomatico.it/dettnews-leserci...sia_e_iran/82_22753/
---
L'esercito siriano libera oltre 400 Km² di territorio a Idlib dai gruppi affiliati ad al Qaeda
L'esercito arabo siriano nella sua offensiva contro i gruppi affiliati ad al Qaeda nel Governatorato di Idlib, ha liberato oltre 15 città nel giro di 72 ore.
Notizia del: 09/01/2018 - Fonte: Al Masdar News
www.lantidiplomatico.it/dettnews-leserci...ad_al_qaeda/8_22741/
---
P.S.: Terroristi 2.0.: Prove tecniche di distruzione di massa.
"... i terroristi possono ora lanciare attacchi da circa 100 chilometri. Si è anche scoperto che i congegni esplosivi improvvisati che erano attaccati ai veicoli aerei senza pilota utilizzavano fusibili di fabbricazione straniera.
Il fatto che i terroristi usino i droni indica che hanno ricevuto tecnologie che consentono di effettuare attacchi terroristici simili "in qualsiasi paese", secondo l'esercito russo".
P.P.S.: Chi ha consegnato i droni ai terroristi, non e' meno terrorista.
A che serve vedere assegnato per ben 19 volte il
Premio Nobel per la Pace ?

Di più
13/01/2018 20:53 #12123 da marocg
2011-2018 ... E se non è la Turchia.
---
Assad: Grazie all'appoggio dei suoi alleati e della Russia, la Siria ha sventato i complotti dell'Occidente
Il presidente siriano Bashar al-Assad ha dichiarato che grazie alla collaborazione della Russia e dei suoi altri alleati, le vittorie del suo paese contro i terroristi hanno sventato i complotti dell'Occidente contro la Siria e contro la regione.
Notizia del: 12/01/2018 - Fonte: SANA
www.lantidiplomatico.it/dettnews-assad_g...loccidente/82_22775/
---
SouthFront Syrian War Report 10-01-18
gennaio 12, 2018
sakeritalia.it/video/southfront-syrian-war-report-10-01-18/
---
Sitrep con Stefano Orsi Nr.019
gennaio 13, 2018
sakeritalia.it/video/sitrep-con-stefano-orsi-nr-019/
---
P.S.: Putin: La Russia sa chi ha organizzato gli attacchi alle sue basi in Siria. E non è la Turchia
I recenti attacchi alla base aerea russa di Khmeimim in Siria sono stati una provocazione volta a minare le relazioni del paese con i suoi partner, Turchia e Iran, e la soluzione pacifica della crisi siriana, ha dichiarato Vladimir Putin.
Notizia del: 12/01/2018 - Fonte: RT
www.lantidiplomatico.it/dettnews-putin_l...la_turchia/82_22774/
...
E se non è la Turchia, ma chi cazz' la canosce?
Io non "ho" stato, non sarei qui a "raccontarla".
"Ha" stato Assad? ... NOOO! ... c'e' l'esclusiva per l'inside job (Al-Qaeda/Bin Laden).
"Ha" stato Putin? ... NOOO! ... nome troppo abusato, da Obama-(bin)Trump.
"Ha" stato «EF.ES.a ssòreta»? ... NOOO! ... troppo Nàpule per noi.
Guagliò
'cca nisciuno è fesso!

Di più
15/01/2018 06:13 #12147 da marocg
Come volevasi dimostrare: Mamma li turchi.
---
Gli Stati Uniti addestrano 30.000 miliziani da schierare come nuove forze di frontiera in Siria
La nuova forza sarà schierata sui confini turco e iracheno e sul fiume Eufrate.
La coalizione internazionale guidata dagli Stati Uniti sta lavorando con i militanti curdi e arabi in Siria per addestrare una forza di confine di 30.000 uomini.
Notizia del: 14/01/2018 - Fonte: Reuters
www.lantidiplomatico.it/dettnews-la_turc...no_a_idlib/82_22789/
---
La Turchia in soccorso ai jihadisti e Siria e Russia intensificano le operazioni militari a Idlib
Nonostante la Turchia abbia inviato rinforzi alle milizie jihadiste nella provincia di Idlib, l'esercito siriano, con il supporto dell'aviazione russa, continua senza sosta la sua avanzata giungendo a pochi passi dal recupero della strategica base aerea di Abu Dhuhour ed è sul punto di ricongiungersi con altre truppe in arrivo da Aleppo.
Notizia del: 11/01/2018 - Fonte: Al Masdar News
www.lantidiplomatico.it/dettnews-gli_sta...a_in_siria/82_22770/
---
La Turchia sostiene i gruppi terroristici nella battaglia contro l'esercito siriano a Idlib
La protesta turca alle operazioni dell'esercito siriano a Idlib indica il suo sostegno ai gruppi terroristici che combattono l'esercito, specialmente il Fronte al-Nusra (Tahrir al-Sham Hay'at), ha dichiarato oggi un esperto militare.
Notizia del: 14/01/2018 - Fonte: Fars News
www.lantidiplomatico.it/dettnews-la_turc...no_a_idlib/82_22790/
---
P.S.: Come volevasi dimostrare: Mamma li turchi.
Diceva Giulio Ba’al Zevùv (il signore della mosca):
"A pensar male degli altri si fa peccato, ma spesso si indovina."
---
Golpe in Turchia: Giulietto Chiesa live dalla Grecia
"Ho raggiunto Giulietto Chiesa in Grecia, e gli ho chiesto cosa ne pensa del fallito golpe in Turchia, dei rapporti tra Erdogan e Putin e molto altro."
Pubblicato il 16 lug 2016 - byoblu

Di più
19/01/2018 03:22 #12243 da marocg
Chi sono gli "storici"?
(Quitate tu pa' ponerme yo)
---
Lavrov: I terroristi in Siria e Iraq hanno tecnologie per creare armi chimiche
Il ministro degli Esteri russo si rammarica del fatto che alcuni paesi occidentali scelgano di "chiudere un occhio" sui casi di uso e fabbricazione di armi chimiche da parte dei terroristi.
Notizia del: 18/01/2018 - Fonte: RIA Novosti
www.lantidiplomatico.it/dettnews-lavrov_...i_chimiche/82_22837/
---
P.S.: ... Storico ...
Siria, le armi chimiche sono vietate. Perché Assad non viene destituito?
Mondo | 5 aprile 2017 - Mirco Dondi : Storico
www.ilfattoquotidiano.it/2017/04/05/siri...-destituito/3501470/
L’attacco chimico, attribuito alle milizie del presidente siriano Bashar al- Assad a Khan Sheikhun nella provincia di Idlib, è costato la vita sinora a 72 persone (37 fra donne e bambini), oltre ad alcune centinaia di intossicati. E’ l’ulteriore tappa di sangue di una guerra civile che insanguina la Siria dal novembre del 2011, un contesto bellico dove obiettivi militari e obiettivi economici finiscono per coincidere. Idlib – come Homs e Deir Ezzor – è rimasta un’area controllata dall’Isis.
Le armi chimiche sono state bandite dalla Convenzione di Parigi del 1993 (entrata in vigore nel 1997) che ne impedisce il deposito, la fabbricazione e l’uso stabilendo iter di controlli preventivi. La convenzione è rimasta lettera morta per la Siria di Assad, basti ricordare l’attacco chimico di Ghuta, nella zona sud – est di Damasco controllata dall’opposizione, avvenuto il 21 agosto 2013. Il computo delle vittime non è mai stato accertato con precisione: 281 morti secondo la stima più bassa, 1.729 secondo le organizzazioni umanitarie. Allora come oggi, il gas usato è il sarin, un gas nervino scoperto dalla Ig Farben (l’industria tedesca che ha realizzato i gas di Auschwitz) che colpisce il sistema nervoso e porta alla morte per soffocamento e spasmi. Si è trattato del più grave attacco chimico dal 1988, quando il dittatore iracheno Saddam Hussein colpì i curdi ad Halabia, causando la morte di almeno 5.000 persone.
Dopo Ghuta, in Siria, ci sono stati altri attacchi chimici da parte delle forze governative nel 2015 e nel 2016 con lancio di bombe al cloro (a basso costo e di facile realizzazione), non letali come il sarin, ma in ogni caso armi proibite.

Un crimine contro l’umanità è stato definito, quest’ultimo attacco di aprile, dal Consiglio di sicurezza dell’Onu. Per l’Unione europea si tratta di un crimine inaccettabile. Come mai, nonostante i precedenti, Assad è riuscito a conservare la presidenza sino ad ora? Il rapporto dell’Onu, stilato nel settembre 2013 dopo la strage di Ghuta, certifica l’impiego di armi chimiche, ma non indica chi ne sia stato l’autore. Dinanzi alle pressioni internazionali, il presidente siriano Assad ha consegnato un consistente arsenale chimico, ma si potrebbe supporre che non siano state rimesse tutte le dotazioni, trattandosi anche di armi facilmente occultabili.
Il regime siriano ha smentito allora, come nega oggi, l’uso di armi chimiche. Su quest’ultimo attacco, il governo siriano ha addotto la giustificazione che sia stato colpito dall’aviazione un deposito di armi chimiche in mano ai ribelli. La Russia, grande protettrice di Assad, avvalora questa versione. Se Assad ha conservato il suo posto lo deve innanzitutto a Putin, ma la guerra civile siriana è, all’interno e all’esterno dei suoi confini, un complicato coacervo di interessi e schieramenti che minano le intenzioni punitive della comunità internazionale.

L’Isis non è che uno degli attori in campo (e una giustificazione indiretta per fare accettare anche gli atti più riprovevoli) di un’opposizione anti Assad profondamente divisa tra islamisti, jihadisti ed esercito libero siriano, formazione che vorrebbe rappresentare l’area civile dei primi manifestanti della primavera siriana del 2011 e che si è ingrossato con le defezioni di una parte delle forze governative.
L’area mediorientale è attraversata da un sotterraneo conflitto tra Iran (pro Assad) e Arabia Saudita interessata invece ad accrescere il ruolo dei musulmani sunniti. Affiancano il governo di Damasco, i libanesi sciiti di Hezbollah – collegati alla milizia filo iraniana di al-Jaysh al-Sha’bi -, gli afghani sciiti e i curdi, a loro volta bombardati dalla Turchia. Poi c’è l’Occidente: contro l’Isis, ma anche contro Assad. Fuori dalla Siria, questo conflitto sta ridefinendo la carta geopolitica dell’area, in una evidente contrapposizione tra sciiti e sunniti che sta minando anche la stabilità del Libano.

Dentro a questi intrecci che appaiono inestricabili, l’attacco di Idlib potrebbe rimanere inaccettabile soltanto a parole, con il rischio di assistere a nuove stragi. L’aspetto ancora più grave, che ormai passa sottotraccia, sono le quotidiane vessazioni contro la popolazione da parte di formazioni armate, compiute dall’Isis come dalle milizie filogovernative, fra queste Shabiha, responsabile di saccheggi e violazioni di diritti umani alla quale il governo di Damasco garantisce l’impunità.
Non serve soltanto punire l’attacco di Idlib quando si è di fronte a una guerra che ha provocato, al momento, almeno 300.000 morti, costringendo oltre 11.600.000 persone ad abbandonare le proprie case.
...
P.P.S.: I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.
Questo si legge in calce all'articolo su il Fatto Quotidiano.
Uno legge "l'articolo" e potrebbe pensare che chissa' l'autore potrebbe non essere molto informato sui fatti, trattandosi di politica estera.
Poi rileva che lo stesso articolo era per "Mondo", e subito si ha una sensazione di "visione globale" che non lascia spazio a dubbi.
La curiosita' di verificare la fonte e' presto soddisfatta dalla autorevolezza "certificata" da wikipedia.
it.wikipedia.org/wiki/Mirco_Dondi
No, non e' casuale, il cerchio si chiude ricordando l'intervista di Travaglio (11/01/2017 21:32 #8378)
Da "Video" LA7 di Floris del 10-1-2017.
"...ma e' alleato di un tagliagole diciamo che non fa certamente rimpiangere l'ISIS e cioe' Assad e' capo di un regime da molto tempo nel quale curiosamente i giornalisti scomodi stentano a morire nel loro letto ma di solito muoiono ammazzati prima..."
Con il senno di poi, uno si pone la domanda:
Chi si prende cura dei "giornalisti scomodi" e perche'?
E' evidente che la "verita'" che deve essere raccontata
(ma sarebbe piu' oppurtuno dire insegnata),
deve essere piu' autorevole.
... giornalisti scomodi ...
"Quitate tu pa' ponerme yo" (voce fuori campo).
Scusate un attimo vado a chiudere la finestra che c'e' un casino con
'sta musica a tutto volume, abusadores ... (reggaeton) ...
Los 12 Discipulos - Quitate Tú (feat. Ivy queen)

Di più
23/01/2018 22:15 #12367 da marocg
Il "piede di porco" in due scarpe.
La posizione della Turchia, con i bombardamenti di Afrin, e' estremamente chiara.
Erdogan si trova in una situazione incredibilmente favorevole , direi irripetibile, ... quando si dice il caso ...
Gli obiettivi a breve termine sono gia' stati raggiunti, tramite il finto colpo di stato, ossia di avere pieni poteri: mani libere su tutti i "fronti", nel senso piu' ampio del termine.
A medio termine, con la guerra in Siria ormai "alla resa dei conti" ha la possibilita' concreta di liquidare in un colpo solo, le questioni con i curdi e con il PKK:
Parte I - Parte II.
Equipaggiata NATO, con un potenziale imponente di uomini e mezzi, puo' permettersi di utilizzare quasi il doppio della forza aerea russa in Siria, senza ostacoli.
Siria, Russia e Iran, aldila' delle proteste di rito , si limitano ad osservare, a distanza di sicurezza (per ora).
USraele (intrusi illegali) si guardano bene dal "tossire", di difendere i curdi (abilmente illusi) e i mercenari false flag (a libro paga C.I.A.).
Due voci di spesa indifendibili al momento per le note difficolta' dello
shutdown ”, la chiusura dell’amministrazione federale U.S.A..
I curdi che si salveranno, saranno costretti a capire di essere stati raggirati e si dovranno accontentare di risiedere in Siria, come minoranza etnica.
I mercenari, molti gia' trasferiti in Turchia in attesa di tempi migliori, sapendo che rimpiazzare le perdite e' l'ultimo dei problemi per chi e' esportatore abituale di democrazia.
Quindi la Turchia entrera' in questa fase, legittimamente, con tutto il suo "peso" politico per la sigla degli accordi finali, business della ricostruzione incluso.
Come garante, proprio per la capacita' dimostrata di " piede di porco " di mantenere la sua presenza nella Nato (e possibilmente poi in Europa), con l'approvazione delle due superpotenze.
Sarebbe la consacrazione del suo storico ruolo strategico, in un'area strategica, scalzando l'Arabia Saudita da posizioni privilegiate e difficilmente sostenibili.
Sicuramente in "pole position" per svolgere da par suo, il ruolo chiave nella partita piu' importante, a lungo termine, tanto cara a Israele: L'Iran.
Quanto al problema (di poi ...):
Tenere il piede in due scarpe? Meglio evitare. Un paio di calzature importate dall'estero su 2 proviene dalla Cina e contiene sostanze nocive per la salute.
---
Situazione operativa sui fronti siriani del 21-1-2018
Stefano Orsi
sakeritalia.it/sitrep-geopolitica/situaz...riani-del-21-1-2018/

Di più
26/01/2018 15:43 #12422 da marocg
Scuola per criminali.
Russia: L'Esercito siriano ha eliminato 5 miliziani dotati di armi di fabbricazione europea provenienti da un'area controllata dagli USA
"I miliziani uccisi potrebbero appartenere a un gruppo di opposizione armata addestrato dagli USA, secondo il ministero. "Le bandiere con le insegne delle" Forze del martire Ahmad al-Abdo "sono state trovate all'interno dei veicoli", si legge nella dichiarazione, riferendosi al nome di un gruppo addestrato dalle forze speciali americane ad Al-Tanf.
L'esercito russo ritiene che le forze statunitensi abbiano effettivamente trasformato la loro base militare vicino alla città di Al-Tanf, nel sud-est della Siria, in un campo di addestramento per terroristi".
Notizia del: 26/01/2018 - Fonte: Il Ministero della Difesa russo
www.lantidiplomatico.it/dettnews-russia_..._dagli_usa/82_22935/
P.S.: Scuola per criminali a domicilio.
"EE.UU. crea en Siria su propia oposición armada de yihadistas para torpedear el proceso pacífico"
Con il supporto dei "civilizzati" e l'indifferenza dei cerebrolesi.
... fornitori di armi ...
"... equipaggiamento di guerra elettronica fabbricato in Europa e grandi quantità di munizioni per armi di piccolo calibro".
... fornitori di fake news ...
"Durante il controllo del sito dove è avvenuto lo scontro, le forze siriane hanno trovato materiale propagandistico dell'ISIS ...".
ISIS ...

Di più
31/01/2018 01:41 - 31/01/2018 04:12 #12528 da marocg
VACCA i Siriani.
"Solamente el pueblo sirio tiene el derecho de determinar el futuro de su país", ha afirmado el mandatario ruso.
"Solo il popolo siriano ha il diritto di determinare il futuro del proprio paese", ha affermato il leader russo.
Publicado: 30 ene 2018 09:46 GMT
actualidad.rt.com/actualidad/261355-cong...-dialogo-siria-putin
Gen 30, 2018 - Fonte: Al Manar - Traduzione: Alejandro Sanchez
www.controinformazione.info/putin-soltan...futuro-della-siria/#
---
P.S.: Il leader russo, oltre ad Al Bano Carrisi, dovrebbe conoscere Vasco!
Dopodiche' potrebbe гул , ehm canticchiare:
- (versione "maroccata")
...
Domani sera sono di guardia alla polveriera
mi scoccia un poco a dire la verità
perché è domenica sera
ma non ci si può rilassare
i Turchi possono arrivare
ogni ora, ogni ora,
e se ci portano via le armi
come facciamo la guerra dimmi... coi bastoni?
"ma io non lo so ....io piango e basta"
domani c'è esercitazione di tiro con il cannone
spariamo colpi che possono arrivare
fino in Corea .....Buuuuuu....
ma non si può provare
non si può stare a sparare in giro
Non siamo mica gli AmeriCANI
che loro possono sparare ai Siriani
VACCA i Siriani,
Non siamo mica gli AmeriCANI
che loro possono sparare ai Siriani
VACCA i Siriani............................
.............................................
Non siamo mica gli AmeriCANI
che loro possono sparare ai Siriani
VACCA i Siriani..........................

- (versione originale, live)
Massimo Riva e Vasco Rossi - Non siamo mica gli americani
Ultima Modifica 31/01/2018 04:12 da marocg.

Di più
04/02/2018 21:13 - 08/02/2018 22:35 #12731 da marocg
L'odore delle guerre.
Situazione operativa sui fronti siriani del 2-2-2018
Stefano Orsi
sakeritalia.it/sitrep-geopolitica/situaz...iriani-del-2-2-2018/
P.S.: Per oggi è tutto ed il materiale non vi manca di certo.
---
P.S.: Sitrep con Stefano Orsi Nr.021 (1:02:34)
Come sempre, video molto interessante, pero' ...
Sara' perche' condivido le analisi di Stefano e mi ritrovo nei suoi commenti.
Saranno gli occhi miei che fanno sempre piu' fatica a mettere a fuoco l'output del monitor.
Ma vedo mille e mille immagini che non rendono giustizia alla realta' dei fatti commentati.
Mi "trascino" quasi sino alla fine, rialzando di scatto la testa per non farmi vincere dal sonno (guarda come dondolo), nonostante una pausa caffe'.
Poi d'improvviso una frustata (da minuto 48 in poi):
"... Il campo di battaglia e' fatto soprattutto di odori fortissimi ..."
Ecco una cosa che manca alla realta' virtuale, oltre ovviamente al dolore delle vittime e dei loro familiari.
... La stanchezza e' quasi scomparsa, lasciando il campo agli interrogativi che mi pare di sentire con le immagini che si formano nella mia mente, visualizzando gli orrori della guerra:
Perche'?, PERCHE'?
Ultima Modifica 08/02/2018 22:35 da marocg.

Di più
09/02/2018 03:26 - 09/02/2018 03:29 #12920 da marocg
L'aviazione Usa bombarda le truppe di Assad.
LOOP:do
{

L'aviazione Usa bombarda le truppe di Assad
Gli americani: abbiamo fermato l’attacco del regime contro i nostri alleati. Ma in tutta la Siria è stata una giornata di massacri: i raid sui civili hanno ucciso 12 bambini. E la Francia denuncia: Damasco usa ancora armi chimiche
08 febbraio 2018
"Per la prima volta l’aviazione americana ha bombardato reparti del regime siriano".
"Il Pentagono ha comunicato che i raid sono stati decisi come risposta a un attacco delle truppe di Bashar Assad contro le basi della Sdf, l’alleanza delle Forze democratiche siriane sostenuta dagli Stati Uniti".
www.repubblica.it/esteri/2018/02/08/news...88300968/?ref=nrct-4
P.S.:
goto LOOP;
}
Ultima Modifica 09/02/2018 03:29 da marocg.

Di più
16/02/2018 23:17 - 17/02/2018 00:23 #13196 da marocg
Chi ha rubato la marmellata? No perche' ...
I morti a causa dell'uso delle armi chimiche in Siria, erano veri oppure erano delle marionette?
No perche' la gente era stata incitata ad arte a scendere in piazza per manifestare contro queste atrocita'!
No perche' le accuse contro il "dittatore" Assad, costruite ad arte erano reali, ripetute nei telegiornali di tutto il mondo!
No perche' il consiglio di sicurezza dell'ONU, convocato d'urgenza per far condannare la Siria con un embargo criminale e' avvenuto e ripetutamente!
No perche' Trump ha fatto lanciare dei missili in risposta ai fatti addebitati alla Siria!
Allora, se il terrorista si chiama Bashar ci va bene, abbiamo tutti ragione di indignarci e di manifestare a comando, di scendere in piazza (e poi magari andare a mangiare una pizza).
Se invece non e' stato lui, e non e' stato lui, altrimenti lo avrebbero gia' fatto a pezzi senza attendere alcun via libera, allora niente ... non e' successo niente per cui debbano rendere conto a noi, all'umanita', ma soprattutto alle vittime.
E quindi anche a Bashar al-Assad, Presidente della Siria.
... E il mondo ora dovrebbe tirare un sospiro di sollievo, perche' no ... gli Usa non hanno le prove ...
Tutto il mondo ora sa che le prove non ci sono mai state e che l'unica "provetta" mostrata in passato era quella di Colin Powell.
Ma guarda un po', ... e ora che facciamo, andiamo a prenderci una pizza?
No perche' gli autori delle stragi sono ancora li, sono abusivi, sono i veri terroristi (altro che ISIS), e i manifestanti e gli indignati che fanno?
No perche' i veri terroristi sono prezzolati, e' gente che per denaro e' disposta a tutto, mercenari, ma i manifestanti e gli indignati?
Forse qualche sculacciata, ben assestata e per tempo, ... pero' i genitori non sono gli unici colpevoli e bisogna metterci del "proprio", non c'e' proprio limite alla sopportazione delle menzogne.
Sara' perche' siamo sempre a caccia di primati da battere, Let's Go Roger!
---
E così, dopo tante piccole bugie e grandi fake news... gli Usa ammettono: non abbiamo prove delle armi chimiche di Assad
Notizia del: 16/02/2018
www.lantidiplomatico.it/dettnews-e_cos_d...i_assad/16658_23148/
Ultima Modifica 17/02/2018 00:23 da marocg.

Di più
24/02/2018 05:32 #13557 da marocg
La mano e i mercenari YPG.
---
South front Syrian War Report 2-2-18
Servizio di SouthFront, sottotitoli a cura di Luther per SakerItalia.it
sakeritalia.it/video/south-front-syrian-war-report-2-2-18/
---
Sitrep con Stefano Orsi Nr.022
Nella puntata di ieri sera Stefano ci ha proposto l’analisi della situazione nell’enclave curda di Afrin. Ci siamo poi spostati poi verso la sacca del Goutha, dove l’esercito siriano si sta muovendo per circondarla e porvi fine. Apriamo anche una piccola parentesi per fare il punto della situazione a Deir Ezzour.
Buona visione!
sakeritalia.it/video/sitrep-con-stefano-orsi-nr-022/
---
VIDEO. Portavoce YPG: Le forze siriane sono venute per difendere Afrin, ma nessun accordo con Damasco
Alle parole del rappresentante delle YPG hanno fatto eco quelle di altri combattenti presenti che hanno ribadito: "Siamo venuti dai nostri fratelli curdi per essere una mano sola, la nostra attuale missione è proteggere Afrin e dare una mano con i curdi.
Notizia del: 23/02/2018 - Fonte: Ruptly
www.lantidiplomatico.it/dettnews-video_p...on_damasco/82_23214/
---
P.S.: I mercenari in difesa di Afrin:
- YPG curdi
- resto YPG
Chi li paga?
Siria? NO, perche' "nessun accordo con Damasco" (fonte:Portavoce YPG).
Turchia? per YPG curdi: NO, perche' li sta bombardando ...
Chi c'e' rimasto? ... ancora loro, U.S.A. & Alleati, C.I.A. & Mossad,
e perche' mai dovrebbero aiutare Assad?
Portavoce YPG:

"Siamo venuti dai nostri fratelli curdi per essere una mano sola"

Tempestivi, direi lesti. Se deve essere mano, oserei mano ... lesta!

Portavoce YPG:

"la nostra attuale missione è proteggere Afrin"

Direi i giacimenti di Afrin, piu' che altro ....

Portavoce YPG:

"... e dare una mano con i curdi".

Beh, dopo averli sedotti e abbandonati, ...
e dopo aver autorizzato Erdogan a decimarli!


Mi immagino le istruzioni per l'istruttore del Portavoce:
"... missione è dare una mano con i curdi".
(porgere nel senso di "prendere", pero' questo potrebbe essere il finale!)

Di più
24/02/2018 09:16 #13559 da peterpan3
Giacimenti di cosa ? In Afrin non c'è nulla da estrarre, ne pozzi ne miniere.

Una considerazione sul chi paga YPG e YPJ: Finora abbiamo chiaramente visto solo aiuti iraniani, le due Safir distrutte a Ginderes, una quantità di Toophan (le copie casalinghe dei TOW ), munizionamento vario per mortai e razzi (107mm fotografati in più occasioni). Ma che i russi abbiano provveduto a rifornire i curdi è un dato di fatto, ma non di recente. Subito dopo che i turchi abbatterono il su-24 ci furono veloci consultazioni con i curdi e i russi provvidero rpg, metis e konkurs in quantità attraverso i curdi iracheni. Di aiuti americani non se ne sono visti. E neanche aiuti SDF, nonostante dichiarino di aver mandato lunghe colonne di rifornimenti e rinforzi in Afrin via Aleppo. Infatti di Mrap e hummvee non se n'è visto manco mezzo in Afrin.

Gli accordi con Damasco ci sono, i curdi hanno consegnato tutti i checkpoint e le strutture militari fuori da Sheik massud, in Aleppo (Bustan Basha e le aree a est), ai siriani, in cambio di uomini delle strutture NDF nella parte nord della provincia di Aleppo, quindi al Zahara e Nubl, e un lasciapassare per le forze curde liberate dai compiti in Aleppo, circa 800-1000 uomini. Considerato che Assad rifornì i curdi durante la battaglia di Aleppo, l'anno scorso, si tratterebbe di una forza decentemente equipaggiata. I siriani NDF sono stati spostati nella zona di Ginderes. Ma i turchi non sembra se ne preoccupino tanto, infatti continuano le loro operazioni per assediare il grosso villaggio. Sembravano più preoccupati dai rinforzi e infatti hanno lanciato gli F-16 al limite del confine imposto dai russi, distruggendo un convoglio curdo ( umanitario) appena arrivato in Afrin da sud e diretto a nord.

La situazione in Afrin sembra stabilizzata dopo le clamorose ritirate curde degli ultimi quattro giorni, ieri i turchi hanno preso solo due villaggi, ma i curdi hanno perso la totalità delle aree fortificate, le gigantesche strutture in cemento armato non servono a niente se non sono supportate dall'artiglieria. Ora si trovano davanti a una scelta: Continuare ad affrontare organicamente i mercenari turchi sul campo fino all'inevitabile e rapido esaurimento delle risorse o tornare a quello che sanno fare meglio, la guerriglia per unità indipendenti, lunga e logorante che genera instabilità e insicurezza.

Di più
24/02/2018 13:25 #13568 da marocg
peterpan3:

Giacimenti di cosa ? In Afrin non c'è nulla da estrarre, ne pozzi ne miniere.

Le Syrian Democratic Forces sono composte da armeni, circassi, curdi, arabi, yazidi, turcomanni e assiri.
Alcune settimane fa le SAA attaccavano le SDF per riprendersi uno dei tanti campi petroliferi "liberati"dalla "coalizione a guida USA", che per l'appunto adopera le SDF come manovalanza a basso costo.
Ad Afrin, la Turchia ha dato all'operazione il nome in codice di "Ramoscello d'Ulivo".
Si puo' anche continuare a credere che nelle varie "sacche" si stia combattendo una guerra di religione o di etnie, o di democrazia, ma non e' cosi'.
Anche ad Afrin si combatte per i giacimenti della Siria.

Di più
03/03/2018 23:42 - 04/03/2018 03:36 #14056 da marocg
Il ruolo russo in suolo sirio.
---
VIDEO. Madre Agnese Mariam de la Croix: "I ribelli bloccano l'evacuazione dei civili nel Ghouta per usarli come scudi umani"
Secondo Madre Agnes-Mariam De La Croix alcune organizzazioni "gonfiano" per scopi oscuri il numero di persone intrappolate nell'enclave.
Notizia del: 03/03/2018 - fonte: RT
www.lantidiplomatico.it/dettnews-video_m...cudi_umani/82_23276/
---
P.S.: Solo voglio evidenziare che nella parte finale di questa intervista, per me molto equilibrata, Madre Agnese Mariam ricorda il ruolo importante che ha avuto la Russia in questo conflitto.
Secondo me, se non ci fosse stato, la guerra sarebbe finita da un pezzo.
P.P.S.: Sitrep con Stefano Orsi Nr.024
marzo 03, 2018
Per il fine settimana siamo riusciti a sentire Stefano Orsi, ci aggiornerà sulla situazione dei fronti di Afrin, Idlib e Ghouta.
Come sempre parleremo dei media e apriremo una parentesi sui falsi attacchi chimici in previsione. Ringraziamo gli ascoltatori per l’attenzione e per il sostegno.
Buona visione!

Durata circa 1 ora e 20 min
sakeritalia.it/video/sitrep-con-stefano-orsi-nr-024/
Ultima Modifica 04/03/2018 03:36 da marocg.

Di più
05/03/2018 22:31 - 05/03/2018 22:36 #14242 da marocg
Rispetto per i morti (*).
La categoria dei giornalisti ha un elenco interminabile di vittime.
Raccontare i fatti da "inviato speciale" nei luoghi di guerra e' un mestiere rischioso, da protagonista.
Per questo i proprietari dei mezzi di comunicazione selezionano con cura i propri dipendenti, dovendo rendere conto ai "poderosi" che quasi sempre hanno interessi nei conflitti.
Colpirne uno per educarne 100, gli "incidenti di percorso", aggiornano il necrologio tra l'indifferenza di quelli che dovrebbero essere informati, alterando le percezioni delle violazioni in essere e spostando l'asticella a limiti inaccessibili.
In questo gioco al massacro, si aggiungono vittime mediatiche ignare alle sopraffazioni perpetrate in nome di civilizzazioni mai riscontrabili.
Solo i ritocchi delle speculative ricostruzioni possono mitigare disastri immani, narrati e forse compresi solo quando i ricordi sono sfuocati e "addolciti" dai pennivendoli superstiti in odore di santita' (storici?).
In mezzo, la quotidianita', l'imperterrito tam-tam del mainstream, incurante delle cocenti umiliazioni e MAI RICONOSCIUTE causate dai pochi che hanno smantellato i castelli di sabbia, per le fantasie improponibili e proprio per questo "credute".
La ripetizione di questi orecchiabili ritornelli assume presunzione di verita' e "mina" alla base, la buona volonta' dei sopravvissuti a tentare di insinuare dubbi (almeno quelli ...) non richiesti.
E' una lotta feroce perche' il pericolo dell'isolazionismo in questa societa' che non ha piu' tempo per ascoltare, che rifiuta gli "anticorpi", e' reale:
Ma che glielo diciamo a fa', Pubblicato il 26 dic 2016 !!!.
Tutto questo panegirico per prepararci al bombardamento mediatico che si ripetera' sino a quando (il fine giustifica i mezzi ... *), le "coalizioni" riterranno colma la misura per passare alle vie di fatto tanto agognate.
...
OSCAR 2018
La muerte lleva a Siria por primera vez a los Oscar
El documental 'Los últimos hombres en Alepo' retrata sin filtro las misiones de los cascos blancos para rescatar a las víctimas de los bombardeos
Madrid 28 FEB 2018 - TOMMASO KOCH
elpais.com/cultura/2018/02/27/actualidad/1519747110_671377.html
---
P.S.: Dopo la fiction, torniamo alla realta:
Assad: L'occidente appoggia ISIS, al Nosra e altre organizzazioni terroristiche senza la minima vergogna
Il presidente siriano Bashar al-Assad ha dichiarato nel corso di un incontro con diversi media che la campagna politica e mediatica contro la Siria, con slogan umanitari, mira a far risorgere i terroristi che hanno ricevuto attacchi pesanti.
Notizia del: 04/03/2018 - Fonte: SANA
www.lantidiplomatico.it/dettnews-assad_l...a_vergogna/82_23279/
Ultima Modifica 05/03/2018 22:36 da marocg.

Di più
10/03/2018 06:07 #14580 da marocg
L'osso.
Il petrolio, "l'osso" conteso, sta diventando una vera ossessione, per alcuni, negli Stati Uniti d'America.
Non se ne vogliono andare dalla Siria, nonostante sia ormai chiaro a tutti che sono illegali, abusivi:
Si ostinano a rimanere sul pezzo (ma sarebbe meglio dire pozzo!)!
Vediamo alcuni titoli di queste "manifestazioni" internazionali:
La guerra economica contro il Venezuela, mito o realtà?
"Qualsiasi analisi sul Venezuela deve partire da una premessa, quella di essere il paese con le maggiori riserve di petrolio certificate al mondo"
Notizia del: 01/03/2018 - di Katu Arkonada - teleSUR
www.lantidiplomatico.it/dettnews-la_guer..._o_realt/5694_23255/
...
Ancora truppe americane in Afganistan, per tenere fuori i cinesi? Il litio e la lotta per le ricchezze minerarie dell’Afganistan
sakeritalia.it/asia-centrale/afghanistan...arie-dellafganistan/
...
Iraq: un dossier sul furto multinazionale del petrolio
www.vita.it/it/article/2006/02/20/iraq-u...-del-petrolio/52332/
...
Siria, forze speciali Usa e curdi strappano i pozzi di petrolio all’Isis
www.lastampa.it/2017/10/23/esteri/siria-...ewrUdjK/premium.html
---
P.S.: D'accordo il colore del petrolio, pero' l'ossessione li fa vedere "nero", anche dove nero non c'e' (un ossi...moro!).
La Siria, come anche gli altri Stati, prima del tentativo maldestro di civilizzazione by U.S.A., era un Paese prospero, si puo' parlare di paradiso perduto.
Forse agli ameriCANI bisognerebbe provare a dipingere una realta' piu' consona ai loro istinti, tipo distrazione di "tazza" (licenza):
Non levare mai un Osso al Cane...
... Magari ci fossero tante "tazze" come questa per vivere senza ... news ...
...
Cina, scoperto gigantesco giacimento di petrolio
Nel nord-ovest della Cina è stato scoperto un gigantesco giacimento di petrolio, le cui riserve possono ammontare a oltre un miliardo di tonnellate di greggio. Lo riporta oggi l'agenzia stampa Xinhua.
01.12.2017
it.sputniknews.com/mondo/201712015351999...giacimento-petrolio/
... Mi ripeto, magari ci fossero tante "tazze" come questa "scoperta", (magari) potremmo vivere in pace!

Di più
13/03/2018 16:08 #14891 da marocg
Afrin e Ghouta, come mai ce l'hanno raccontata!
Grazie a Sascha Picciotto e Stefano Orsi, contro il logorio della guerra moderna.
---
Sitrep con Stefano Orsi Nr.025
E’ passata una settimana dall’ultimo aggiornamento, quest’oggi parleremo con Stefano di due fronti in particolare.
Il fronte di Afrin con le ultime conquiste e successi turchi a discapito dei curdi e il fronte del Ghouta dove ci sono novità positive. Le forze governative avanzano guadagnando territorio, dividendo il Ghouta in 3 sacche distinte.
Buona visione!
Durata circa 45 min.
sakeritalia.it/video/sitrep-con-stefano-orsi-nr-025/

Di più
14/03/2018 13:52 #15005 da marocg
SIETE STATI VOI.
---
VIDEO. Ghouta orientale. L'esercito siriano scopre una grande struttura gestita dai "ribelli" per produrre armi chimiche
L'Esercito siriano ha scoperto un grande magazzino contenente sostanze chimiche di origine saudita nella regione del Ghouta orientale.
Notizia del: 14/03/2018 - Fonte: Al-Ikhbariya
www.lantidiplomatico.it/dettnews-video_g...i_chimiche/82_23382/
---
P.S.: Nel Ghouta i ribelli sono stati reclutati, addestrati, finanziati dagli alleati a guida USA.
Ossia, la coalizione che da anni si e' impadronita del territorio e delle risorse di Iraq, Libia e parte della Siria.
Con il rinnovo dei MEGA-finanziamenti bellici negli accordi in Medioriente dalla prima visita di Trump agli Stati alleati.
Con il "benestare" della ONU tramite le misure criminali dell'embargo e delle mancate condanne agli Stati che hanno agito arbitrariamente negli assunti interni di Stati sovrani.
Con il supporto di molte ONG e di altre organizzazioni criminali come gli "elmetti bianchi" e "l'osservatorio" dei diritti umani con sede U.K.
Con la propaganda mainstream che "imbavaglia" e manipola da un periodo molto lungo gran parte dell'opinione pubblica mondiale.
Con la complicita' degli Stati Occidentali che partecipano alle attivita' della NATO, braccio armato delle potenze nucleari USA e Israele.
Solo dei cerebrolesi possono credere che Assad sia cosi' ingenuo da fornire questo inflazionato pretesto ai bombardieri coalizzati.
SIETE STATI VOI.

Di più
19/03/2018 15:43 #15622 da marocg
Paure senza fine.
---
Così i soldati di Erdogan stanno massacrando i curdi ad Afrin
Le Forze armate turche continuano la loro avanzata su Afrin nel nord-ovest della Siria contro i curdi siriani. Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha lanciato l’operazione "Ramo d’olivo" il 20 gennaio scorso attaccando le forze armate curde delle Unità di protezione del popolo (Ypg). Secondo Erdogan lo Ypg è associato al gruppo del Partito curdo dei lavoratori (Pkk), designato come gruppo terroristico in Turchia.
Gli Occhi della Guerra - Pubblicato il 13 mar 2018
Video di Alessandra Bocchi e Roberto Di Matteo
---
I terroristi lasciano Ghouta, i loro cugini islamisti invadono Afrin. Ma i media vi raccontano un'altra storia
Notizia del: 19/03/2018 - Marinella Correggia - Sibialiria
www.lantidiplomatico.it/dettnews-i_terro...tra_storia/82_23426/
P.S.: Imperdibile l'approfondimento sui conquistatori di Afrin.
---
La coalición de EE.UU. evacua a varios líderes del Estado Islámico en el noreste de Siria
Los militares acompañaron a cuatro personas de nacionalidad iraquí que residían en una vivienda identificada como un centro para líderes del Estado Islámico.
Publicado: 19 mar 2018
actualidad.rt.com/actualidad/265962-coal...eres-estado-islamico
P.S.: La CIA senza veli.
---
Sitrep con Stefano Orsi Nr.026
In questo appuntamento discuteremo gli ultimi eventi nella sacca del Ghouta e la fine della resistenza curda nel cantone di Afrin. Parleremo dei nuovi sviluppi che minacciano la nazione siriana, dall’insediarsi dei turchi nelle zone abbandonate dai curdi alla minaccia americana di intervenire.
Pubblicato: 18 mar 2018
sakeritalia.it/sitrep-geopolitica/sitrep...stefano-orsi-nr-026/
P.S.: La minaccia ingiustificata di un bombardamento criminale USA prende corpo.
Se non fosse per la paura delle reazioni "missilistiche" della Russia, non intercettabili, l'avrebbero gia' attuato.

Di più
22/03/2018 20:44 - 22/03/2018 21:09 #15891 da marocg
"Giochi" Senza Frontiere.
---
Truppe siriane e alleati si schierano contro le forze appoggiate dagli USA nei pressi dell'Eufrate
La coalizione guidata dagli Stati Uniti ha ancora una volta accusato i militari siriani di schierare le sue forze lungo la sponda orientale del fiume Eufrate.
"Le forze filo-regime si stanno riunendo vicino a dove forze alleate con il presidente siriano Bashar al-Assad hanno avviato un attacco non provocato alle forze democratiche siriane appoggiate dagli Stati Uniti", ha dichiarato il portavoce della coalizione dell'esercito statunitense Ryan Dillon alla CNN.
Dillion ha affermato che la Coalizione guidata dagli Stati Uniti è di solito la prima a tentare di ridurre la tensione; tuttavia, non hanno canali diretti di comunicazione con l'esercito siriano al di fuori delle loro controparti russe.
Gli Stati Uniti sostengono di combattere l'ISIS e continueranno a farlo senza l'approvazione di Damasco, senza curarsi di avere neanche l'approvazione dell'ONU.
Notizia del: 21/03/2018 - Fonte: CNN
www.lantidiplomatico.it/dettnews-israele...e_di_putin/82_23459/
P.S.: CNN "gioca" con la superficialita' della gente.
Mister Schonfeld: La Cnn sono io
Nel 1980 ha convinto Ted Turner a fare una tv di sole news. Tre anni dopo è stato licenziato
Pubblicato il 11/08/2007 - LE MONDE
www.lastampa.it/2007/08/11/esteri/mister...NmSwJbdM/pagina.html
P.P.S.: Il fondatore della CNN, Ted Turner, è il più grande proprietario terriero privato negli Stati Uniti. ....
Il che, certamente non e' una colpa, pero' ...:
"Se sai risparmiare e non compri aerei nuovi a lungo raggio, o cose del genere, con uno o due miliardi di dollari puoi tirare avanti». Parola di Ted Turner".
www.millionaire.it/turner-il-casinaro/
---
Más de 1.000 muertos en Guta Oriental, Siria, en solo dos semanas
Più di 1.000 morti a Guta Orientale, in Siria, in sole due settimane
Las instalaciones médicas de Médicos Sin Fronteras (MSF) han recibido más de 1.000 muertos y 4.800 heridos en el sitiado Gusta Oriental, en Siria, en solo dos semanas, informó la organización en un comunicado.
Le strutture mediche di Medici Senza Frontiere (MSF) hanno ricevuto più di 1.000 morti e 4.800 feriti nell'assediato Guta Orientale, in Siria, in sole due settimane, ha detto l'organizzazione in un comunicato.
Quince de las 20 instalaciones de MSF fueron bombardeadas en la ofensiva gubernamental, según la ong.
Quindici delle 20 strutture di MSF sono state bombardate nell'offensiva del governo, secondo l'organizzazione non governativa (ong).
9 marzo, 2018 - Tamara Qiblawi, CNN
cnnespanol.cnn.com/2018/03/09/mas-de-1-0...en-solo-dos-semanas/
P.S.: MSF "gioca" con la solidarieta' della gente.
La rabia de Kouchner: Retrato de un judío belicista e inmigracionista
Publicado el mayo 4, 2016
pormiedoalosjudios.wordpress.com/2016/05...a-e-inmigracionista/
Traduzione di google:
translate.google.com/translate?hl=en&sl=...onger.html&sandbox=1
Ultima Modifica 22/03/2018 21:09 da marocg.

Di più
25/03/2018 07:20 - 25/03/2018 07:27 #15934 da marocg
Ambasciator non porti pene!
---
Siria: siamo pronti a respingere qualsiasi attacco degli Stati Uniti
L'ambasciatore della Siria a Mosca, Riad Haddad, ha avvertito gli Stati Uniti che il paese arabo e la sua difesa antiaerea sono pienamente pronti a rispondere a qualsiasi aggressione straniera, compreso il possibile bombardamento di Washington.
"Siamo pronti per ogni possibile situazione che la Siria possa affrontare. Il nostro esercito, così come le nostre forze antiaeree, sono pronte a respingere qualsiasi attacco per preservare la sovranità del nostro territorio e difendere i nostri cittadini", ha sottolineato il diplomatico.
Notizia del: 23/03/2018 - Fonte: Sputnik
www.lantidiplomatico.it/dettnews-gli_sta...o_lo_yemen/82_23489/
---
P.S.: Ambasciator non porti pene!
Capisco che Riad Haddad possa sentirsi King Kong "Kim Jong-un" spar(l)ando da Mosca.
Pero' gia' sarebbe un successo se riuscissero a respingere la coalizione presente con i suoi mercenari addestrati a ribellarsi.
Se proprio "devono" bombardare gli americani, potrebbero iniziare dalle "loro" basi illegalmente installate in suolo sirio.
Quelli si sono obiettivi militari, non i civili di Washington.
...
P.P.S.: David Riondino – La ragazza di Kobane
Ultima Modifica 25/03/2018 07:27 da marocg.

Di più
29/03/2018 10:04 #16226 da marocg
Da "iuremembermami" ai "selfie".

Wozz america e "Usted ... internet?" nel pàtio trasero (divagazioni indigene).
La moda del "selfie" e poi, il desiderio di veder condivisa la nostra indignazione per gli orrori che ci circondano.
Forse anche per questo siamo presenti sui social e al termine di una giornata, di tribolata sopravvivenza, non ci pare vero di incontrare "casualmente" il selfie che fa giusto al caso nostro, ossia da condividere.
Il tempo e' tiranno, come diceva qualcuno e poi, chi è senza peccato scagli la prima pietra, diceva quell'altro.
Tutto per qualche:
Mi piace, Commenta, Condividi.
I like it, Comment, Share.
Me gusta, Commentar, Compartir.
I danni collaterali sono celati e la terza funzione qualche volta urta con "l'amicizia", capita.
Ogni tanto le bugie vengono a galla, ma e' tardi, gli effetti sono patrimonio culturale e la storia non aspetta:
Syria: The Truth against the NATO's lies. La Verità contro la PROPAGANDA NATO (ENG/ITA)
Che fatica essere complottisti.
---
SIRIA. CONDIVIDERE IMMAGINI FALSE AIUTA E FOMENTA LA GUERRA
Pubblicato il 26 mar 2018 - PandoraTV
Le immagini dalla Siria ti commuovono e ti indignano?
Fermati. Ti stanno prendendo in giro. Sono i servizi segreti e i media.
Questa è la realtà. Non farti prendere in giro. Apri gli occhi. Non fidarti di quello che arriva sul tuo computer. Chi falsifica le notizie e le immagini vuole coprire e diffondere l’inganno.
Risposta a Roberto Saviano: Chi condivide immagini false aiuta e fomenta la guerra.
A cura di Giulietto Chiesa, Margherita Furlan, Stefano Citrigno
---
Menzogne Rai su Ghouta. Roberto Saviano, quando lascerai in pace la Siria e il suo popolo?
Notizia del: 26/03/2018 - Francesco Santoianni
www.lantidiplomatico.it/dettnews-menzogn...o_popolo/6119_23501/
P.S.: Ai colpi di coda dell'impero morente, replicano gli sfrattati di casa nostra.
Ma che e' Saviano, la ruota di scorta di Travaglio?

Di più
30/03/2018 07:24 #16270 da marocg
La logica dei "curchi".
---
Sitrep con Stefano Orsi Nr.027
marzo 28, 2018
sakeritalia.it/video/sitrep-con-stefano-orsi-nr-027/
---
P.S.: Forse occorrera' attendere la fine della guerra in Siria per capire la tattica dei turchi e dei curdi.
L'obiettivo ovvio e' che "se" combattono e' per appropriarsi di territori siriani.
L'impressione che ho e' che si siano accordati, approfittando della situazione ambigua nella quale la presenza illegale della coalizione, possa essere fermata SOLO con un intervento "straordinario" della Russia che potrebbe far allargare il conflitto in modo incontrollabile.
I vari fronti aperti, altro non sono che situazioni illegali per tentare di legittimare gli aggressori a ribaltare le sorti del conflitto tramite il consenso internazionale "collaudato" da TUTTE le guerre provocate da U.S.A.
Se la Turchia sta combattendo in Siria non e' per casualita' e certamente non e' autonoma.
Ha fornito le "sue" basi di Incirlik (NATO), cosi' come per gli altri conflitti in M.O. e, nonostante manifestazioni ambigue (tipo colpo di Stato), e' membro della NATO.
E' certo che questa ambiguita' possa fare comodo alle superpotenze per favorire "fini particolari" nelle mediazioni, penso alla Russia che potrebbe essere rappresentativamente meno isolata (finche' dura).
Sicuramente fa comodo agli USA che, dopo che gli e' scoppiato in mano il giocattolo ISIS, puo' continuare ad agire nell'ombra, tentando vanamente di costruire uno Stato Islamico con i mercenari "ricavati" dagli esodi epocali causati ad arte.
Quando si dice la combinazione, sono loro stessi a confermarlo (la strategia, mica l'ammissione dell'inesistenza dell'ISIS, che credevate ... !):
Trump annuncia che presto le truppe statunitensi si ritireranno dalla Siria
Notizia del: 29/03/2018 - Fonte: ABC news
www.lantidiplomatico.it/dettnews-trump_a...alla_siria/82_23543/
"Usciremo dalla Siria molto presto. Lasceremo che le altre persone si occupino di questo ora ", ha dichiarato Trump alla folla.
Per me, "le altre persone" significa i turchi, e/o i curdi. In sintesi i "curchi" (copyright).
Tornando all'ambiguita' turca, completo il panorama con la dichiarazione ufficiale del Ministero degli Affari Esteri della Siria:
Damasco risponde a Erdogan: "È il principale responsabile dello spargimento di sangue in Siria"
Notizia del: 28/12/2017 - Fonte: SANA
www.lantidiplomatico.it/dettnews-Damasco..._In_Siria_/82_22625/
Ora per chiudere con Afrin, riguardo alle aspettative di Stefano Orsi sul comportamento dei curdi che ora senza combattere si ritirano da Afrin:
Erdogan a Trump e Putin: Dopo Afrin, andremo a Manbij e Idlib
Erdogan ha avvertito che l'operazione 'Ramoscello d'ulivo' effettuata da Ankara nel nord della Siria non è limitata alla città di Afrin, ma si estenderà a Manbij (nella provincia di Aleppo) e Idlib (nord-ovest della Siria).
Notizia del: 23/03/2018 - Fonte: www.hurriyetdailynews.com
www.lantidiplomatico.it/dettnews-erdogan...ij_e_idlib/82_23488/
Forse che se i curdi in fuga da Afrin "decidessero" di andare in capitale, i turchi si sentirebbero autorizzati (come per 'Ramoscello d'ulivo') a bombardare Damasco? ... end of story ...

Di più
05/04/2018 21:11 #16558 da marocg
W Striscia!
---
Trump dice que quiere a las tropas estadounidenses fuera de Siria
Trump dice che vuole le truppe americane fuori dalla Siria
Publicado: 3 abr 2018 18:18 GMT | Última actualización: 3 abr 2018 19:03 GMT
El presidente de EE.UU. lo aseguró este martes en sintonía con lo que venía planteando las semanas previas.
Il presidente degli Stati Uniti lo ha detto questo martedì, in linea con quello che aveva sollevato nelle settimane precedenti.
Desde la Casa Blanca, el jefe de Estado declaró: "Quiero traer a nuestras tropas a casa" porque el objetivo es "comenzar a reconstruir" la nación estadounidense.
Dalla Casa Bianca, il capo dello stato dichiarò: "Voglio portare a casa le nostre truppe" perché l'obiettivo è "iniziare a ricostruire" la nazione americana.
Días atrás había asegurado que los soldados dejarían ese país de Medio Oriente "pronto".
Giorni fa aveva assicurato che i soldati avrebbero lasciato "presto" quel paese del Medio Oriente.
actualidad.rt.com/actualidad/267397-trump-tropas-eeuu-siria
---
VIDEO: EE.UU. crea una nueva base militar en Siria tras anunciar su salida del país
VIDEO: USA crea una nuova base militare in Siria dopo aver annunciato la sua partenza dal paese
Publicado: 4 abr 2018 15:38 GMT - Fonte: Al-Masdar News
Además, Washington ha enviado a territorio sirio más de 200 soldados y material bélico.
Inoltre, Washington ha inviato più di 200 soldati e materiale bellico in territorio siriano.
El pasado febrero el ministro de Asuntos Exteriores de Turquía, Mevlut Cavusoglu, afirmó que su país espera "pasos concretos" de Washington y dijo, que a Ankara le preocupan las informaciones sobre el apoyo que EE.UU. proporciona a las milicias kurdas en Siria.
Lo scorso febbraio, il ministro degli esteri turco Mevlut Cavusoglu ha affermato che il suo paese si aspetta "passi concreti" da Washington e ha affermato che Ankara è preoccupata per le notizie sul sostegno che gli Stati Uniti forniscono alle milizie curde in Siria.
A finales de marzo, el presidente estadounidense, Donald Trump, anunció que las tropas de EE.UU. regresarán a casa: "Pronto saldremos de Siria. Dejemos que otras personas se ocupen de eso ahora", aseveró el mandatario.
Alla fine di marzo, il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha annunciato che le truppe statunitensi torneranno a casa: "Presto lasceremo la Siria, lasciamo che siano gli altri a occuparsene ora", ha detto il presidente.
actualidad.rt.com/actualidad/267483-eeuu...a-base-militar-siria
---
Rusia: EE.UU. planea crear un cuasi-estado en el territorio sirio
Russia: USA prevede di creare un quasi-stato in territorio siriano
Publicado: 5 abr 2018 11:45 GMT
El ministro de Exteriores ruso, Serguéi Lavrov, ha tachado de "contradictorias" las acciones de Washington en Siria.
Il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov ha definito "contraddittorie le azioni di Washington in Siria".
EE.UU. planea crear un cuasi-estado en el territorio de Siria, según lo ha declarado este jueves el ministro ruso de Exteriores, Serguéi Lavrov, tras mantener negociaciones con su homólogo chino, Wang Yi.
Stati Uniti ha in programma di creare un quasi-stato nel territorio della Siria, ha detto il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov giovedì dopo aver avuto colloqui con il suo omologo cinese, Wang Yi.
"Moscú todavía no entiende qué metas persigue EE.UU. en Siria. Las acciones de Washington en este país son contradictorias", ha señalado el ministro.
"Mosca continua a non capire quali obiettivi perseguano gli Stati Uniti in Siria, le azioni di Washington in questo paese sono contraddittorie", ha detto il ministro.
actualidad.rt.com/actualidad/267561-rusi...a-crear-cuasi-estado
---
P.S.: W Striscia!

Di più
09/04/2018 01:59 #16694 da marocg
Il travestimento del lupo.
---
Siria, Douma sotto attacco: "Armi chimiche". Trump: "Putin e Iran colpevoli. Assad animale"
Ribelli negoziano la resa dopo un sospetto bombardamento con gas al cloro. Tv di Stato: "Intesa per evacuazione dell'ala dura Jaish al-Islam verso Jarablus". Tra gli oltre mille i feriti, molte donne e bambini con "difficoltà respiratorie". Mosca nega, ma gli Usa valutano raid missilistico sul regime. Chiesta riunione del Consiglio di Sicurezza Onu. Il Papa: "Niente può giustificare strumenti di sterminio"
ROMA - Un nuovo attacco aereo a Douma con armi chimiche provoca almeno 100 morti e mille feriti. Continua una guerra diplomatica Usa-Russia, con Washington che chiede ai russi di abbandonare Assad e Trump denuncia "l'insensato attacco chimico" con un tweet in cui punta il dito contro "il presidente Putin": "La Russia e l'Iran sono responsabili per il sostegno all'Animale Assad. Ci sarà un alto prezzo da pagare".
LA MAGGIOR PARTE DELLE VITTIME DEL GAS: DONNE E BAMBINI
I White Helmets, un gruppo di soccorritori che opera in aree controllate dall'opposizione in Siria, hanno affermato che la maggior parte delle vittime sono donne e bambini, intere famiglie sterminate dai gas nelle loro case e nei rifugi. L'Osservatorio siriano per i diritti umani parla di 100 vittime morte per soffocamento (un'altra organizzazione fissa il bilancio a 150 morti).
Pubblicato: 8-4-2018 - di ALBERTO CUSTODERO e KATIA RICCARDI
www.repubblica.it/esteri/2018/04/08/news...-BH-I0-C8-P3-S1.8-T1
---
Donald J. Trump Account verificato @realDonaldTrump - 45th President of the United States of America
Se il Presidente Obama aveva attraversato la sua linea rossa dichiarato nella sabbia, il disastro siriano sarebbe finita molto tempo fa! Gli animali Assad sarebbero stati storia!
Molti morti, tra cui donne e bambini, in insensato attacco chimico in Siria. Area di atrocità è in blocco e circondato da esercito siriano, rendendolo completamente inaccessibile al mondo esterno. Il Presidente Putin, la Russia e l'Iran sono responsabili del backup degli animali Assad. Grande prezzo...
.... a pagare. Area aperta immediatamente per assistenza medica e verifica. Un altro disastro umanitario per nessuna ragione. Malato!
---
P.S.: Attenti all'animale con copricapo bianco che vuole "accedere", poi:
"Dentro casa c'era una grossa pentola sopra il fuoco del camino. L'acqua stava per bollire.
Il lupo si calò dal camino.
Siccome non c'era il coperchio sulla pentola il lupo vi ruzzolò dentro e finì nell'acqua bollente".

Di più
10/04/2018 16:32 - 10/04/2018 16:42 #16789 da marocg
Per la guerra contro la Siria, misure da alieni.
Fuori dalla O.N.U. e sanzioni subito, la misura e' colma:
Israele e' guidato da incivili guerrafondai.
La O.N.U. tollera giornalmente il massacro e i soprusi contro il popolo della palestina, che non e' in condizione di difendersi.
Quello che la O.N.U. non puo' piu' tollerare, pena la poca credibilita' residua, e' il rischio di una guerra "fuori controllo" (che ora e' in Siria ma che potrebbe estendersi a tutto il M.O.) a causa delle ingerenze con bombardamenti provocatori, l'ultimo dei quali e' troppo evidente per non essere riconosciuto:
E così è stato l’“invincibile Tsahal”
Pubblicato su The Saker.is il 9 aprile 2018.
Traduzione in italiano a cura di Raffaele Ucci per SakerItalia
sakeritalia.it/medio-oriente/siria/e-cos...linvincibile-tsahal/
Naturalmente questo non e' altro che l'ultimo atto, preparato goffamente da U.S.A per generare consensi nella opinione pubblica mondiale e per supportare e quindi portare a compimento il tragico disegno sionista.
Dai precedenti attacchi chimici, messi nelle mani ai nemici di Assad e del popolo siriano, per poterli poi incolpare di stragi che hanno dimostrato con i fatti di voler evitare, sempre, e dai quali e' evidente, anche al piu' idiota di questa terra, che e' controproducente.
Assad, grazie all'aiuto e al sacrificio dei russi, oltre al coraggio del popolo sirio di non arrendersi allo strapotere delle forze liderate da U.S.A. e alleati, sta vincendo la guerra, non ha bisogno di questi mezzucci, spacciati come crimini contro l'umanita', per liberare i propri territori dagli invasori.
E' vero il contrario che U.S.A. ha bisogno di rianimare l'ISIS e i ribelli addestrati, dopo le sconfitte evidenti a cui TUTTO IL MONDO dovrebbe essere grato, ossia aver mostrato per la prima volta, il vero volto dell'ISIS, finalmente senza maschera.
Prove inesistenti, costruite a tavolino come la provetta di Colin Powell, come il caso Skripal per "commozionare" il mondo, tutto puntualmente smentito e smontato dalla realta' e senza che gli autori siano puniti come meritano.
L'esercito di Israele va totalmente disarmato, prima che sia troppo tardi.
Non ha bisogno di difendersi, il mondo conosce perfettamente il nome dell'alleato principale e questo basta e avanza per scoraggiare chiunque a torcere un solo capello a Israele.
Va messa ai voti senza veti la espulsione dalla O.N.U. e il commissariamento per evitari i rischi della guerra mondiale.
Stesso trattamento per Arabia Saudita.
E naturalmente per U.S.A. ordine di espulsione dalla Siria e da TUTTI i territori abusivamente invasi.
Credo sia utile iniziare a invocare la presenza attiva della CINA, condizione indispensabile per gli equilibri internazionali e per ripristinare la legalita' calpestata da troppi Paesi, i nomi sono noti.
La stessa O.N.U. deve uscire dalla Sede: New York, Stato di New York, Stati Uniti, ma soprattutto dal controllo di USraele. La vedo dura, forse neppure gli alieni ...
Ultima Modifica 10/04/2018 16:42 da marocg.
Ringraziano per il messaggio: Azrael66

Di più
12/04/2018 17:40 - 12/04/2018 23:14 #16880 da marocg
Il banco di prova di Macron: “Thank you America”
---
«La Francia fornirà supporto per stabilizzare il Kurdistan in Siria». I curdi: «Macron ha promesso truppe»
L’annuncio dell’Eliseo in serata. Le fonti curde parlano esplicitamente di un invio di truppe. Trump annuncia: «Presto il ritiro da lì, altri se ne occuperanno»
di Stefano Montefiori - Dal nostro corrispondente
PARIGI — Il presidente francese Emmanuel Macron ha ricevuto ieri, per la prima volta dall’inizio della crisi nel Nord della Siria, una delegazione delle Forze Democratiche Siriane (Fds), «composta in parti uguali di donne e uomini, di arabi e di curdi siriani», si legge nel comunicato dell’Eliseo. Già l’avere ricevuto il Fds è una svolta da parte della Francia, che annuncia ufficialmente «il sostegno al Fds, in particolare per la stabilizzazione della zona di sicurezza nel Nord-Est della Siria, nel quadro di un governo inclusivo e equilibrato, per prevenire qualsiasi ritorno dell’Isis in attesa di una soluzione politica al conflitto siriano».
Le «truppe»
Ma, stando al rappresentante del Rojava (la zona autonoma autoproclamata curda nel Nord della Siria) a Parigi, Khaled Issa, c’è di più: nell’incontro con la delegazione delle Fds Macron si sarebbe impegnato a garantire il ritorno a Afrin dei civili curdi cacciati dall’offensiva della Turchia, e a questo scopo avrebbe deciso di inviare truppe nella zona. Secondo le fonti curde, Macron ha garantito che le forze speciali francesi saranno dispiegate sul territorio molto rapidamente, e si coordineranno con quelle americane. L’obiettivo è proteggere Manbij, che dopo Afrin rischia di cadere nelle mani della Turchia.
Proteggere i curdi
La presenza di soldati francesi sul suolo siriano non è una novità, e la Francia in passato ha confermato di avere forze speciali sul posto: lo ha fatto in particolare nel 2016, ammettendo che i consiglieri militari francesi aiutavano le forze curde impegnate nella battaglia contro lo Stato islamico. Un anno dopo il ministero della Difesa di Parigi ha confermato che le forze speciali operavano non solo in Iraq ma anche in Siria, aggiungendo però che non era previsto «l’invio massiccio di soldati francesi». La novità sarebbe l’invio di altri soldati non per combattere lo Stato islamico, ma per proteggere i curdi dall’avanzata della Turchia e di quel che resta dei combattenti dell’Isis.
Spezzare l'inazione
Macron sembra avere deciso di rompere l’inazione della comunità internazionale, che per mesi ha assistito senza intervenire all’attacco sferrato nel Nord della Siria dalla Turchia contro i curdi, che pure hanno avuto un ruolo decisivo nella sconfitta dello Stato islamico in Siria e in Iraq. Una svolta che arriva proprio nel giorno in cui il presidente americano Donald Trump dice che gli Stati Uniti lasceranno la Siria molto presto, «lasciamo che siano altri a occuparsene». Il comunicato dell’Eliseo, diffuso a tarda sera, dice che il presidente Macron «ha reso omaggio ai sacrifici e al ruolo determinante delle Fds nella lotta contro l’Isis, e ha riaffermato la priorità di questa battaglia mentre perdura la minaccia terroristica».
29 marzo 2018
www.corriere.it/cronache/18_marzo_29/fra...5-67d9ee233e6b.shtml
...
P.S.: Domanda: Dov'era Macron il giorno 4-8-2018 o meglio: la notte tra il sette e l'otto aprile 2018?

Ma soprattutto, avra' convinto Trump delle misure prese per manifestargli l'amicizia?
---
Macron: «La Siria ha usato armi chimiche, ne abbiamo le prove»
Ma Trump frena sui tempi del raid
Il presidente francese: «Vogliamo togliere a Damasco la possibilità di usarle». Trump: «Mai detto quando attaccheremo». Merkel: «La Germania non parteciperà ad azioni militari»
La Francia vuole «togliere la possibilità di utilizzare armi chimiche» al regime siriano, affinché «mai più si debbano vedere le immagini atroci viste in questi giorni, di bambini e donne che stanno morendo»: lo ha detto il presidente francese, Emmanuel Macron, intervistato in diretta da TF1, parlando del presunto attacco chimico che, tra il 7 e l'8 aprile scorso, ha colpito la città di Douma, a est di Damasco, nell'area di Al Ghouta. Il bombardamento ha causato più di 70 morti e oltre 1.000 feriti tra gli abitanti, provocando l'indignazione della comunità internazionale. Uno degli obiettivi della Francia in Siria - ha spiegato Macron - è «rimuovere le capacità del regime di compiere attacchi chimici». Quanto ai tempi di un eventuale intervento, il capo dell’Eliseo si è limitato ad affermare: «Ci sono decisioni che prenderemo quando lo riterremo più utile ed efficace».
La Ue: «Ci sono le prove»
Dura la condanna della Nato: «L'uso di armi chimiche è una minaccia per la pace e la sicurezza internazionali e i responsabili ne pagheranno le conseguenze - ha detto il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg -. L'ultimo attacco è stato orrendo, con decine di persone uccise, compresi molti bambini», ha detto, confermando che «sono in corso consultazioni tra gli alleati della Nato su come rispondere all'attacco». Sul sito web dell'alleanza si legge che venerdì il segretario Stoltenberg incontrerà l'Alta rappresentante per la Politica estera dell'Unione europea, Federica Mogherini. Mentre anche dalla Ue è arrivata la conferma dell'uso di armi chimiche a Douma: «La maggior parte delle prove indicano che siano state usate armi chimiche in Siria nell'attacco del fine settimana scorso», ha affermato Maja Kocijancic, portavoce della Commissione europea, che ha parlato di «un alto numero di civili uccisi, comprese le famiglie che sono morte nei rifugi in cui si nascondevano».

Donald J. Trump Account verificato @realDonaldTrump
Never said when an attack on Syria would take place. Could be very soon or not so soon at all! In any event, the United States, under my Administration, has done a great job of ridding the region of ISIS. Where is our “Thank you America?”
6:15 AM - Apr 12, 2018

di Antonella De Gregorio
www.corriere.it/esteri/18_aprile_12/macr...7-b22f62e05f02.shtml
---
P.S.: E' la prova dell'amicizia, cosa avevate capito?
“Thank you America”, “Thank you Donald”
... Thank you Cats!
Ultima Modifica 12/04/2018 23:14 da marocg.

Di più
13/04/2018 21:40 #16914 da marocg
La seconda che NON hai detto.
Nella fretta di pubblicare la prima parte del servizio , si sono dimenticati di soppesare la seconda parte, estremamente importante.
Se a parlare fosse un bischero qualsiasi, si potrebbe anche lasciar perdere, ma si tratta del capo del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti d'America.
Se le parole hanno un senso ci sono responsabilita' che in un mondo normale hanno valore penale e giuridico.
Siccome stiamo parlando di persone che si ritengono i "padroni del mondo", il senso di queste parole (condivise dagli alleati fino a prova contraria) deve essere tenuto ben presente in tutte le valutazioni che lo riguardano .
---
Jefe del Pentágono: "No debemos esperar a que estemos bajo ataque químico para atacar a Siria"
Publicado: 12 abr 2018 22:01 GMT
James Mattis sostiene que Trump no necesita el aval del Congreso para atacar.
James Mattis, jefe del Departamento de Defensa de EE.UU., ha afirmado este jueves que el presidente Donald Trump tiene la autoridad para ordenar un ataque en Siria sin la necesidad de esperar al aval del Congreso de su país.
"Bajo el artículo 2 [de la Constitución de EE.UU.], el presidente tiene el derecho de emplear al Ejército [...] creo que tenemos la autoridad para tratar con esto", afirmó Mattis en una audiencia ante el Congreso, refiriéndose a la amenaza percibida de ataques químicos en suelo sirio.
"Tenemos fuerzas en territorio sirio. No podemos asumir que si [Bashar al Assad] no utilizó [armas químicas] contra nosotros en el pasado, no lo hará esta vez", aseveró Mattis, respondiendo a la petición de un legislador de que presente confirmación legal que justifique una intervención.
"Es la protección de nuestras fuerzas, no creo que debamos esperar [para atacar] hasta que estemos bajo ataque químico, cuando esas armas se están usando en el mismo territorio en el que operamos", agregó el jefe del Pentágono.
Durante esta audiencia, Mattis afirmó que Washington no cuenta con pruebas que demuestren que en la ciudad siria de Duma se haya perpetrado un ataque químico, e indicó que se mantiene a la espera de que los expertos de la Organización para la Prohibición de las Armas Químicas (OPAQ) obtengan esas evidencias.
... traduzione effettuata con l'aiuto di traduttore Google
Capo del Pentagono: "Non dobbiamo aspettare che siamo sotto attacco chimico per attaccare la Siria"
Pubblicato: 12 Apr 2018 22:01 GMT
James Mattis sostiene che Trump non ha bisogno del sostegno del Congresso per attaccare.
James Mattis, capo del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti, ha dichiarato giovedì che il presidente Donald Trump ha l'autorità di ordinare un attacco in Siria senza la necessità di attendere l'approvazione del Congresso del suo paese.
"Secondo l'articolo 2 [della Costituzione degli Stati Uniti], il presidente ha il diritto di impiegare l'esercito [...] Penso che abbiamo l'autorità per affrontare questo", ha detto Mattis in un'udienza al Congresso, riferendosi alla minaccia percepita di attacchi chimici sul suolo siriano.
"Abbiamo forze in territorio siriano, non possiamo supporre che se [Bashar al Assad] non abbia usato [armi chimiche] contro di noi in passato, non lo farà questa volta", ha detto Mattis, rispondendo alla richiesta di un legislatore di presentare conferma. base giuridica che giustifica un intervento.
"È la protezione delle nostre forze, non penso che dovremmo aspettare [per attaccare] fino a quando non siamo sotto attacco chimico, quando quelle armi vengono utilizzate nello stesso territorio in cui operiamo", ha aggiunto il capo del Pentagono.
Durante questa udienza, Mattis ha detto che Washington non ha prove per dimostrare che un attacco chimico è stato perpetrato nella città siriana di Duma, e ha indicato che è in attesa di esperti dell'Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche (OPCW) ottengano quelle prove.
actualidad.rt.com/actualidad/268279-eeuu...menazas-ataque-siria

---
P.S.: Ho spento il P.C. quando ho terminato di leggere questa notizia!
Poi ho pensato che avevo gia' iniziato a preparare questo commento, pensando alla traduzione, con la tentazione che potrebbe essere l'ultima.
Mattis e' il Capo del Pentagono, da Wikipedia:
Il Capo e' il responsabile dell'edificio sede del quartier generale del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti d'America. Per metonimia, nel linguaggio comune e giornalistico, con il termine "Pentagono" si intende spesso il Dipartimento della Difesa piuttosto che l'edificio in sé.
E' il 26° Segretario della Difesa degli Stati Uniti, in carica dal 20 gennaio 2017 ufficialmente confermato dal Senato con un voto contrario (immagino che sia il suo) e 98 favorevoli, inoltre:
"Essendosi ritirato da meno di 7 anni dal servizio militare attivo, è stato necessario approvare una deroga speciale alla legge vigente per potergli consentire di ricoprire l'incarico".
Verrebbe da dire: invocato a furor di popolo, visto che Trump era appena stato eletto Presidente.
"Fra molte frasi celebri quella che lo lega al complesso militare-industriale e politico: Ci sono persone che credono che tu debba odiare qualcuno per ucciderlo. Non credo che sia così per voi. E' semplicemente business".
...
Intanto in Siria e' avvenuto un mezzo miracolo e per la buona "novella", questa volta forse, saranno felici gli israeliti:
Pare che abbiano visto dei cherubini, sono scesi in due, sono ripartiti in tre e uno non camminava.
Be' d'altronde la resurrezione dell'ISIS era " nell'aria ", ed essendo un fenomeno virtuale, non poteva che essere immortale.

Tempo creazione pagina: 0.312 secondi

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. INFO