Italian English French German Portuguese Russian Spanish

Forum

Commenti Recenti

rss

Nel 2004 il presidente americano Bush lanciava il progetto Constellation, che prevedeva di tornare con sonde automatiche sulla luna entro il 2008, e con missioni umane entro il 2020.

Ricordiamo che il progetto Apollo fu ufficialmente lanciato nel 1961, e giunse al suo pieno successo, con la missione Apollo 11, nel 1969. In altre parole, cinquant'anni fa furono sufficienti otto anni per mettere in piedi dal nulla, e senza alcuna esperienza pregressa, un programma completo per portare l'uomo sulla luna. Mentre nel 2004, con tutta l'esperienza già accumulata grazie alle missioni Apollo, allo Shuttle, alla ISS ecc., il programma prevedeva di ottenere lo stesso tipo di risultato nell'arco di 16 anni. Il doppio esatto del tempo.

Ma non basta, perché il 2008 arrivò e se ne andò senza che nessuna sonda fosse mai stata mandata sulla superficie lunare, mentre nel 2010 il presidente Obama decise addirittura di cancellare del tutto il progetto Constellation. La motivazione ufficiale fu che il progetto era diventato troppo costoso.

Ma i rocket-men non si arresero, e nel 2014 tornarono alla carica con un documento della US National Academy of Sciences, che richiamava la necessità di riprendere le esplorazioni spaziali, e proponeva di arrivare su Marte entro il 2037. Naturalmente, suggeriva il documento, era indispensabile tornare prima sulla luna, per stabilire una adeguata base di lancio verso il pianeta rosso.

Ed ecco che esce puntualmente la solita notizia sulla stampa mainstream, il cui scopo appunto è quello di sostenere presso l'opinione pubblica questa nuova impresa spaziale: "Nasa: Pronti a tornare sulla Luna, base per i viaggi verso Marte. Il piano dell’Agenzia americana - dice l'articolo - prevede, infatti, di giungere entro il 2021 sul vicino corpo celeste che sarà usato, poi, come una sorta di trampolino di lancio per esplorare il ben più lontano Marte. A sbarcare per primo, però, non sarà un uomo ma un robot."

Sempre "prima un robot", mi raccomando. Metti mai che la superficie del suolo lunare sia cambiata, negli ultimi 50 anni, e se ci mandiamo direttamente un astronauta rischia magari di affondare nella sabbia. Meglio andare a verificare con una sonda automatica.

Ma attenzione, non bisogna fermarsi troppo a riflettere su questi dettagli, perchè abbiamo delle scadenze precise davanti a noi: "I tempi sono piuttosto stretti - prosegue l'articolo - e non si può lasciare nulla la caso; per questo il mondo scientifico e le industrie sono già al lavoro per mettere a punto nuove tecnologie al fine di portare sul satellite tutti gli strumenti e le macchine necessarie per organizzare l'avamposto per i futuri equipaggi umani. Contemporaneamente si sta lavorando al progetto della creazione di una stazione spaziale in orbita lunare chiamata Lunar Orbital Platform-Gateway, la cui realizzazione dovrebbe iniziare nel 2022."

E' curioso come leggendo questi articoli si riesca a scivolare rapidamente dalla realtà quotidiana alla fiction più sfrenata, senza nemmeno accorgersene. Ve la vedete voi, veramente, una stazione spaziale orbitante intorno alla luna che viene costruita fra poco più di tre anni? Quando oggi non abbiamo nemmeno più lo Shuttle, e dobbiamo chiedere un passaggio ai russi ogni volta che vogliamo andare sulla ISS?

Ovviamente siamo di fronte ad una colossale presa per i fondelli, reiterata nel tempo senza la minima vergogna.

Molti però, a questo punto, si domanderanno a cosa possa servire tutta questa propaganda per le missioni spaziali, se poi dietro le quinte si sa già benissimo che non verranno mai realizzate? La risposta è molto semplice: follow the money. Quanti soldi sono stati incassati dalla Lockeed o dalla Boeing - o da tutte le altre società correlate - nel corso di tutti questi anni per "mettere in piedi" un programma che non vedrà mai la propria esecuzione? Di preciso non lo sapremo mai, ma una cifra almeno ce l'abbiamo: quando Bush nel 2004 annunciò il nuovo progetto spaziale, ottenne dal congresso americano 16 miliardi di dollari solo per "far partire il progetto" (kickstarter money).

Sedici m-i-l-i-a-r-d-i di dollari.

Secondo voi dove sono finiti tutti quei soldi? Alle associazioni di beneficienza?

Massimo Mazzucco

Aggiungi Commento   

fefochip
#1 fefochip 2018-06-19 11:54
dai però max questi americani sono dei geni.

pensa alla finestra di overton o le tre fasi di schopenhauer
prima di poterci andare l'umanità deve concepire di andare sulla luna

prima di poter viaggiare tra le stelle (tecnologia a pate) l'uomo deve poter concepire di andarci (sta trek ...e tutti i film di fantascienza di questo tipo)

gli americani sono i fabbricatori di sogni del pianeta ...nel bene e nel male
pencri93
#2 pencri93 2018-06-19 11:54
A proposito di Marte e luna, c'è chi pensa che dovremmo colonizzarle per far sopravvivere la specie dopo la terza guerra mondiale.

Elon Musk.

theguardian.com/.../...



Secondo me era ubriaco di brutto. Diversamente trovatemi un senso alla frase "penso che una base su Marte sia abbastanza lontana ed abbia più possibilità di sopravvivere rispetto ad una sulla luna".

E che cazzo di bombe dovremmo lanciarci?

Troppo Dragonball, Elon.
juss
#3 juss 2018-06-19 13:02
io propongo a Massimo di realizzare già un bel filmatino dello sbarco sia sulla luna e poi su marte...tanto come esperienza forse potrai fare meglio te così di quei ....anta miliardi qualcuno lo intaschi e ci offri da bere. Chi fa il marziano??
Ticaisem
#4 Ticaisem 2018-06-19 13:18
Ighina (discepolo di Marconi e non un coglione qualunque) diceva che la terra è ferma. Io gli credo, per esperienza quotidiana. La stessa esperienza che ci dimostra l'assenza di curvatura terrestre. Un pensiero: forse questa missione della NASA (1986) ci dimostra che su quei razzi non sono mai stati imbarcati uomini. E allora forse è tutto uno show per indottrinarci, succhiarci soldi e renderci sempre più schiavi. Gli "astronauti" di quella missione sono ancora vivi!! Lo dimostra questo video:

www.youtube.com/watch?v=oVwjNxHgoiw
music-band
#5 music-band 2018-06-19 13:20
Citazione:
pensa alla finestra di overton o le tre fasi di schopenhauer
La finestra di Overton è una tecnica di ingegneria sociale, non ha nulla a che vedere con la riflessione sulla società espressa da Gandhi (non Schopenhauer)
xpi
#6 xpi 2018-06-19 14:27
xpi
#7 xpi 2018-06-19 14:31
TdC Ghost
#8 TdC Ghost 2018-06-19 14:46
In CGI la stazione orbitante la fai in un oretta...tutta la base lunare in due o tre giorni tenendo conto pure degli interni...non crederai mica che la NASA costruisca veramente le stazioni spaziali?...!!! Prima c'erano i modellini ora c'è il CGI...che è molto più comodo...!!!
fefochip
#9 fefochip 2018-06-19 15:19
#5 music-bandCitazione:
La finestra di Overton è una tecnica di ingegneria sociale, non ha nulla a che vedere con la riflessione sulla società espressa da Gandhi (non Schopenhauer)
ok, ma chiedilo a max è lui che ha detto che secondo lui sono la stessa cosa.

in ogni caso era per dire che prima una cosa deve essere concepita prima di poter essere reale
paeven
#10 paeven 2018-06-19 15:36
scusa Massimo se ho ancora studiato poco...ma in sostanza non esiste nemmono una singola prova solida sulla discesa dell'uomo sulla luna?
Tutte e sei le missioni sarebbero motivate da strategia in politica estera e avere la "scusa" per far sparire tanti quattrini pubblici?
Grazie

ps
quando riabiliterai l'acquisto dell ultimo documentario?
-ZR-
#11 -ZR- 2018-06-19 15:46
Credo però, da come è scritto l'articolo, che il primo robot a sbarcare al posto dell'uomo sia su Marte e non sulla luna.

-ZR-
Vapensiero
#12 Vapensiero 2018-06-19 15:55
#4 Ticaisem - A dire il vero ci sono anche altri scienziati che con fondi solidi e attrezzatura ad alta precisione hanno già verificato l'assenza della curvatura terrestre pertanto si mette male per coloro che sostengono il contrario. Comunque detto questo, esistono anche altri astronomi che non sono affatto allineati con i sistemi eliocentrici delle palle, ma, come è ovvio, vengono silenziati ed i loro studi neppure menzionati. Se poi aggiungiamo che il fisico svizzero Auguste Piccard, il primo uomo che volò a bordo di un pallone ad elio fino a raggiungere per primo la stratosfera, non viene neppure menzionato... ti sembra normale? A me no... comunque a buon intenditore, poche parole. Chi capisce ha capito e chi no, mi spiace per lui/lei... Sul Popluar Mechanix del 1931 è interessante notare la descrizione del ns. pianeta da parte del fisico svizzero, anche qui, a buon intenditore...

archive.org/.../...
redazione
#13 redazione 2018-06-19 15:59
MUSICBAND: Citazione:
La finestra di Overton è una tecnica di ingegneria sociale, non ha nulla a che vedere con la riflessione sulla società espressa da Gandhi (non Schopenhauer).
Potrà anche essere una "tecnica" di ingegneria sociale", ma riflette in pieno i diversi passaggi che deve attraversare la verità prima di essere accettata. E' quindi corretto sostenere - come ho fatto io nell'intervista - che siano due facce della stessa medaglia.

Che poi questa "riflessione sulla società" siata stata espressa da Gandhi e non da Schopenhauer è una affermazione tutta tua.

Tecnicamente, Schopenhauer non ha mai pronunciato la frase come è conosciuta oggi ("Tutte le grandi verità passano attraverso tre fasi, prima vieni deriso, poi vieni attaccato, e infine la verità viene accettata come evidente") ma è stato sicuramente lui il primo a formulare il concetto.

Nell'introduzione al "Mondo come volontà e rappresentazione" (1818) Schopenhaurer scrisse: "To truth only a brief celebration of victory is allowed between the two long periods during which it is condemned as paradoxical, or disparaged as trivial".

"Alla verità è destinato solo un breve trionfo, fra i due lunghi spazi di tempo in cui ella è condannata come paradossale o disprezzata come banale".

Dopodichè diversi scrittori hanno elaborato questo concetto in forme diverse. Ad esempio, Agassiz (sempre nell'800) ha scritto: "When a new doctrine is proposed, it goes through three stages. First, people say it is not true; then, that it is against religion; and in the third stage, that it was long known".

Huxley nel 1880 ha scritto "It is the customary fate of new truths to begin as heresies and to end as superstitions."

Eccetera eccetera.

Quindi, si potrà discutere su quando sia nata la FORMULAZIONE ESATTA della frase come è conosciuta oggi, ma venire a sostenere che sia stato Gandhi il primo a formulare quel concetto è semplicemente ridicolo. Gandhi ha vissuto nel secolo scorso, non è un uomo dell'800.
rafterry
#14 rafterry 2018-06-19 17:01
Ma di preciso, l'obiettivo di andare sulla Luna, qual'è?
E di preciso, l'obiettivo di andare su Marte, qual'è?
Perchè "bisogna" andare su marte? (almeno ufficialmente, ufficiosamente l'abbiamo capito che la Nasa sta veicolando soldi alle lobby delle armi)

@xpi
te lo dico io perchè Massimo s'è rotto le palle di ripeterlo a tutti: hai verificato sul sito della Nasa, se quella foto c'è?
"Suggerimento: se vedi lo stesso paesaggio, da angolazioni diverse, potrebbe essere un gombloddo.. ma se vedi la STESSA FOTO di un paesaggio terrestre, solo colorata di rosso, puzza di contraffazione." (cit. +o- M.M.)
music-band
#15 music-band 2018-06-19 17:03
@ Redazione
Citazione:
Che poi questa "riflessione sulla società" siata stata espressa da Gandhi e non da Schopenhauer è una affermazione tutta tua
Assolutamente no Max, tu sul video formuli la frase detta da Gandhi: prima ti deridono, poi ti attaccano, poi accettano... La frase esatta è questa: Prima ti ignorano, poi ti deridono, poi ti combattono. Poi vinci. Quindi è ovvio che tu ti riferisci a quella affermazione che è appunto di Gandhi e non di Schopenhauer.
Nel video non ti sei riferito alla frase che hai scritto adesso, e cioè: "Alla verità è destinato solo un breve trionfo, fra i due lunghi spazi di tempo in cui ella è condannata come paradossale o disprezzata come banale". Ci tengo alla correttezza e non c'è nulla di male se ti sei confusio.

Citazione:
Potrà anche essere una "tecnica" di ingegneria sociale", ma riflette in pieno i diversi passaggi che deve attraversare la verità prima di essere accettata. E' quindi corretto sostenere - come ho fatto io nell'intervista - che siano due facce della stessa medaglia.
No perchè nella teoria di Overton non si fa alcun riferimento alla "verità" ma semplicemente alla metodologia per far accettare delle idee alle persone; idee che che ad esempio nella società sono considerate talmente deplorevoli che non vengono nemmeno discusse come ad esempio: cannibalismo o pedofilia (Overton fa degli esempi concreti sul cannibalismo).

L'idea che sta alla base di questa tenica è quella di rendere tali concetti prima socialmente accettabili e poi, quando la gente è pronta renderli "Legge"
renatop
#16 renatop 2018-06-19 18:14
@ Ticaisem
i video di Tinelli....proprio nooo!
umax
#17 umax 2018-06-19 18:29
Sempre li a parlar male dei russi o di Putin però sulla ISS ci possono andare solo grazie a loro...

Massimo cosa ne pensi dei tanti video apparentemente o sfacciatamente falsi (con uso massiccio di CGI) della ISS ?
redazione
#18 redazione 2018-06-19 19:07
MUSICBAND: Che tristezza, vedere una persona intelligente che finge di non capire.

(Coglione io, che ho sprecato mezz'ora a fare una ricerca seria sull'argomento cs.uwaterloo.ca/~shallit/Papers/stages.pdf)

La prossima volta ti do ragione subito, così evito di perdere tempo.
redazione
#19 redazione 2018-06-19 19:10
UMAX:Citazione:
Massimo cosa ne pensi dei tanti video apparentemente o sfacciatamente falsi (con uso massiccio di CGI) della ISS?
Non so di cosa parli. Non mi risulta che esistano video "sfacciatamente falsi" della ISS. A meno che tu ti riferisca alle minchiate di Tinelli & C.

In ogni caso, sulla questione dei CGI sulla ISS abbiamo già discusso in vari forum, non è il caso di riprendere qui l'argomento.
frostyboy
#20 frostyboy 2018-06-19 19:17
@ticaisem
Non voglio affatto contestare le tue opinioni, ma dire "lo dimostra questo video" mi pare quantomeno azzardato in ogni caso. Non basta un video per dimostrare qualcosa, soprattutto oggi
Nomit
#21 Nomit 2018-06-19 20:35
Citazione:
Sedici m-i-l-i-a-r-d-i di dollari.

Secondo voi dove sono finiti tutti quei soldi? Alle associazioni di beneficienza?
Secondo me ci finanziano il ponte sullo stretto.
Mirellina
#22 Mirellina 2018-06-19 21:31
Anche qui, prima tutto un pavoneggiarsi.

Perché non si sente più niente?
:evil:

miles
#23 miles 2018-06-19 22:28
Premetto di nutrire più di un dubbio sulle modalità delle "esplorazioni lunari" degli anni 60/70, però non per questo, ho la mente cosi' bacata de lanciarmi nei deliri che mi tocca leggere ormai normalmente, ogni volta che si intavola questo argomento.
Su questa storia della terra piatta non se ne può davvero più.
Mi tocca leggere che in base a quale delirio non si sa, non esisterebbe il raggio di curvatura terrestre.
Una roba che un marinaio constata nella realtà ogni volta che traccia una rotta su di una carta, oppure si avvicina a terra dal largo.
E non venitemi a dire "a te l'ha detto tuo cugino" perchè ho traversato due volte l'Atlantico, e ho preso parte su di un VOR, facendo una tappa dall'Australia al Brasile , ad una regata che fa il giro del mondo.
Sentir dire queste castronerie mi fa venire l'orticaria.
Davide71
#24 Davide71 2018-06-19 23:16
Ciao a tutti:

Cosa ne hanno fatto dei sedici miliardi? Se li sono spesi in allucinogeni.
Usare la Luna come base di lancio per Marte?
In effetti come trip non c'è che dire!
miles
#25 miles 2018-06-19 23:30
Citazione:
Usare la Luna come base di lancio per Marte?
Ormai è chiaro che ci manca la tecnologia per mantenere in vita esseri umani nello spazio profondo.
Oltre l'orbita bassa, al riparo dalle radiazioni, non c'è scampo.
Avevamo gli Shuttle, con i quali sarebbe stato possibile anche solo fare un giro intorno alla Luna ma ce ne siamo ben guardati.
Poi un altra mia idea è che ci manchi anche la tecnologia per rendere effettivamente possibili viaggi cosi' lunghi, con vettori molto complessi
come quelli che dovrebbero contenere equipaggi attrezzati per restare in navigazione per mesi.
Un conto è mandare su Marte una sonda grande come una lavatrice, un altro è mandarci un astronave grande come tre o quattro container.
Melfi
#26 Melfi 2018-06-20 00:25
...credo che con le tecniche cinematografiche odierne sarà molto più facile inventarsi lo sbarco sui pianeti, tanto per i prossimi 100 anni sono coperti dalla incapacità tecnologica di essere sputtanati…


i 16 miliardi serviranno a comprare la complicità dei russi…


I fautori della terra piatta sono dei sociologi che sostengono un esperimento sulla deriva intellettuale dell'uomo: fanno un censimento sulla percentuale di persone regredite allo stato embrionale ...
Ticaisem
#27 Ticaisem 2018-06-20 01:37
Citazione:
#16 renatop
@ Ticaisem
i video di Tinelli....proprio nooo!
Non per difendere Tinelli che dice anche cazzate.Tuttavia, forse non lo sai, ma la totalità dei suoi video sono solo traduzioni dall'inglese di video di altri. Tanti video dicono cose che non condivido affatto nemmeno io. In questo caso però mi pare che viene mostrato qualcosa di molto interessante e volerlo etichettare come bufala solo perchè è di Tinelli mi sembra controproducente per chi lo fa. Credo che si debba sempre cercare di distinguere, con la propria intelligenza, voglia di ricerca e spirito critico.
Ticaisem
#28 Ticaisem 2018-06-20 01:48
Citazione:
#12 Vapensiero
Se poi aggiungiamo che il fisico svizzero Auguste Piccard, il primo uomo che volò a bordo di un pallone ad elio fino a raggiungere per primo la stratosfera...
Grazie per l'articolo che hai linkato..molto interessante, ad un certo punto dice:
guardando dall'oblò vide che la terra sembrava un disco piatto con il bordo rialzato...notevole..
Vapensiero
#29 Vapensiero 2018-06-20 04:05
#28 Ticaisem - Prego, lo so e detto da uno come Piccard dovrebbe far riflettere molti qui... Ho lavorato ad una collaborazione con la Warner Bros, la Stanley Kubrick Estate (Jan Harlan - amico mio tra l'altro) e il dipartimento effetti speciali della Warner Bros Burbank California per un progetto che ho creato io - non sto qui a dilungarmi. Morale della favola, a detta degli specialisti nel settore, molte immagini che ci arrivano dallo spazio sono CGI. Sfido chiunque qui a spiegarmi come mai nella foto che sto per postare gli Stati Uniti su una terra-palla hanno dimensioni differenti? Da quando in qua i continenti aumenterebbero di volume esattamente? hebrewsisraelitesvsthereds.files.wordpress.com/... /...

Spiegatemi questo poi posso anche iniziare a credere che Tinelli (semmai) traduce correttamente fregnacce, perché i video sono di altri e non suoi.

Infine, dobbiamo credere che la NASA abbia mentito sulla Luna, ma le altre missioni ed informazioni che sono appannaggio esclusivo suo siano tutte genuine? Mi fermo qui...
Nomit
#30 Nomit 2018-06-20 08:54
Citazione:
Sfido chiunque qui a spiegarmi come mai nella foto che sto per postare gli Stati Uniti su una terra-palla hanno dimensioni differenti? Da quando in qua i continenti aumenterebbero di volume esattamente?
Anche l'immagine della Luna davanti alla Terra del satellite DSCVR è incredibile.
Vapensiero
#31 Vapensiero 2018-06-20 09:18
#30 - Nomit

Appunto, inoltre vogliamo parlare delle traiettorie a parabola dei razzi? Oppure dei 3 Go-Fast rocket che si fermano tutti alla stessa altitudine di punto in bianco? (72 miglia di altitudine). Mah... non possiamo attribuire alla NASA attendibilità a giorni alterni. O è attendibile o non lo è. Voi che dite?
fabiomln
#32 fabiomln 2018-06-20 09:20
#29 Vapensiero
mi costa un po' perdere tempo su questo tema.
Le cosiddette foto della terra sono in realtà una rappresentazione della terra ovvero sono foto ritagliate a forma di palla per dare l'idea della terra.
Il fatto stesso che la terra sia così rotonda in quelle rappresentazioni dimostra che 'rappresentano' la terra ma non sono la terra stessa. Ovvero invece di mettere la foto del continente su una mappa quadrata, la foto è stata messa su una mappa tonda rappresentante la terra.
Chiaramente, a seconda di quanto è grande il tondo della rappresentazione della terra risulta più o meno grande il continente in essa 'incastonato'. In sintesi il continente è la foto ma la terra è una rappresentazione. Con questo chiudo sia perché siamo fuori tema con l'articolo sia perché l'argomento non merita discussione.
Vapensiero
#33 Vapensiero 2018-06-20 09:29
#32 - Fabiomin - l’argomento merita discussione eccome. Siamo fuori tema e non lo siamo perché qui non è solo la missione sulla Luna o su Marte in discussione ma l’attendibilità della NASA stessa sulle informazioni divulgate. Non si può sostenere che le missioni Apollo siano un falso, ma la Terra ripresa dall’equipaggio Dell’Apollo 17 (the blue marble) sia una foto autentica, essendo proveniente da una falsa missione. O una cosa o l’altra.

Inoltre, per ammissione della stessa NASA le foto della terra sono tutte scomposte e ricomposte ergo inattendibili. Quelle che ho postato erano rappresentazioni NASA del ns. pianeta in anni diversi. Ora: la NASA ha investito in macchinette fotografiche Nikon per oltre 1 milione e mezzo di dollari nonché ha investito in lenti professionali Nikkor. C’è da chiedersi come mai non si abbia una foto intera del pianeta con un grandangolare tipo 8 mm?

Detto ciò sono convinto Massimo abbia messo il dito sulla piaga col suo documentario e che le missioni Apollo furono dei falsi storici oramai provati senza ombra di dubbio.

Pertanto non ci arrampichiamo sugli specchi glissando sul tema dell’attendibilità della NASA per cortesia.
ahmbar
#34 ahmbar 2018-06-20 11:37
Citazione:
Siamo fuori tema e non lo siamo perché qui non è solo la missione sulla Luna o su Marte in discussione ma l’attendibilità della NASA stessa sulle informazioni divulgate. Non si può sostenere che le missioni Apollo siano un falso, ma la Terra ripresa dall’equipaggio Dell’Apollo 17 (the blue marble) sia una foto autentica, essendo proveniente da una falsa missione. O una cosa o l’altra.

Oppure puo' essere una foto scattata da una delle millemila sonde ed attribuita ad Apollo 17
Il tema dell'articolo non e' l'attendibilita' della Nasa stessa (tantomeno la terra piatta, per cui esiste un thread dedicato), ma la fattibilita' delle future missioni lunari
Oltretutto non e' il solo materiale Nasa che possiamo esaminare al giorno d'oggi, ma quello di tutte le agenzie spaziali di tutto il mondo

Potremo farci un parere piu' corretto sulla veridicita' delle missioni Apollo a seconda di come risolveranno (sempre che sia possibile, al livello attuale della nostra tecnologia) i problemi legati alle radiazioni, quelli che "stiamo studiando per i possibili danni alla strumentazione elettronica"
Di sicuro e' un problema non da poco, perche' se ammetteranno che le radiazioni sono un pericolo serio anche per gli astronauti, come potranno giustificare che 50 anni fa' nessuno degli equipaggi ha manifestato il minimo problema?
E come giustificheranno quelle tabelle Apollo che mostrano dosi irrisorie di RAD assorbite per ogni missione, malgrado non avessero che una frazione delle schermature considerate oggi indispensabili?

Citazione:
Oltre l'orbita bassa, al riparo dalle radiazioni, non c'è scampo.
Avevamo gli Shuttle, con i quali sarebbe stato possibile anche solo fare un giro intorno alla Luna ma ce ne siamo ben guardati..
In effetti e' davvero strano che nemmeno una missione shuttle lo abbia mai fatto, erano piu' che adatti, certamente molto di piu' di una navicella Apollo
Mi ero chiesto perche' non li avessero mai usati per orbitare o trasportare materiale sulla luna, in effetti le radiazioni sarebbero IL motivo che le ha rese impossibili

Vedremo se il vecchio detto "le bugie hanno le ganbe corte" si dimostrera' ancora vero, per la Nasa sono tempi sempre piu' duri
horselover
#35 horselover 2018-06-20 12:32
magari scopriranno degli alieni pericolosi rendendo indispensabile un alleanza mondiale
FranZeta
#36 FranZeta 2018-06-20 13:39
#18 Redazione
Vae victis!
Che tra l’altro è una citazione da Attila flagello di dio...
Maurizio Antolini
#37 Maurizio Antolini 2018-06-20 14:33
#21 Nomit
Citazione:
Secondo me ci finanziano il ponte sullo stretto.
No i soldi per il ponte sullo stretto li hanno presi dai famosi 80 euro che renzi si e' fatto ridare indietro dopo averli elargiti :-D
Vapensiero
#38 Vapensiero 2018-06-20 15:03
#34 ahmbar - Citazione:
Oppure puo' essere una foto scattata da una delle millemila sonde ed attribuita ad Apollo 17
In qual caso avresti comunque una menzogna. Se la foto fosse stata scattata da una sonda ed attribuita all'Apollo 17, tu come lo chiameresti questo? A casa mia è dire il falso. Noi dobbiamo basarci sulle prove che abbiamo e sulle affermazioni NASA la quale dice essere una foto di Apollo 17. Inoltre è la stessa NASA che in un'intervista ha rilasciato ufficialmente la versione che le foto del ns. pianeta sono composit fatti in photoshop (oggi).

Citazione:
Il tema dell'articolo non e' l'attendibilita' della Nasa stessa (tantomeno la terra piatta, per cui esiste un thread dedicato), ma la fattibilita' delle future missioni lunari
Certo, ma questo avviene grazie ad un'affermazione recente della NASA in merito a future missioni lunari e/o su Marte, poi smentite, poi riaffermate ecc ecc. Insomma un carosello che ha dell'imbarazzante ergo per cui tutti questi annunci e smentite si vanno ad aggiungere al problema della scarsa attendibilità che la NASA stessa ha creato.


Citazione:
Oltretutto non e' il solo materiale Nasa che possiamo esaminare al giorno d'oggi, ma quello di tutte le agenzie spaziali di tutto il mondo
Beh qui ce ne sarebbe da dire, tanto per iniziare vanno imparati e decodificati i simboli massonici e di simbologia massonica nei filmati/foto NASA ce n'è a quintali. Tanto per iniziare il Vector Logo che è comune a tutte le agenzie spaziali mondiali. In secondo luogo l'enorme discrepanza su quello che sarebbe il look del ns. pianeta (e nei casi specifici della NASA addirittura le dimensioni dei continenti o quanto meno degli USA che variano a seconda dell'annata). In una situazione del genere la credibilità è a zero a casa mia. Dai un po' un'occhiatina alle foto del ns. pianeta qui sotto allegate, quale ci rappresenterebbe esattamente? Quali sono i colori veri del ns. pianeta? E soprattutto gli USA che dimensioni hanno veramente?

Russia RASA theverge.com/.../...

Giappone Jaxa global.jaxa.jp/.../20080411_kaguya_01l.jpg

Europa ESA www.esa.int/.../Earth_seen_by_Meteosat

America NASA nasa.gov/.../...


Per cortesia evitiamo di prenderci per i cosiddetti e facciamo un'analisi con pensiero critico, shall we? Ci hanno detto tante cazzate a scuola, una più una meno non ci cambia nulla arrivati a questo punto, cerchiamo di non aver paura di formulare domande, alla peggio, prendiamo un granchio... e allora?
macco83
#39 macco83 2018-06-20 17:56
@ #25 Miles

Citazione:
Ormai è chiaro che ci manca la tecnologia per mantenere in vita esseri umani nello spazio profondo. Oltre l'orbita bassa, al riparo dalle radiazioni, non c'è scampo.
Al riguardo ho un piccolo aneddoto che ho già raccontato a Massimo. Un giorno ero su un volo e per caso avevo di fianco a me un pezzo grosso dell' ESA (non faccio nomi).
Ho iniziato a fargli un po' di domande poiché da un po' sono incuriosito sulla fisiologia umana a gravitá zero (come é fisicamente possibile vivere per mesi in un ambiente in cui il corpo non ha alcuna esperienza di adattamento, anzi si é adattato proprio all'opposto). All'inizio era molto aperto a rispondere, mi ha detto che il problema principale piú che la mancanza di gravitá sono le radiazioni e che quindi stanno cercando di porre rimedi testando speciali tute filtranti imbottite ad acqua. Ovviamente ho iniziato ad addentrarmi piú nel dettaglio (volevo proprio arrivare alla fattibilitá delle missioni umane lunari e marziane) ma ad un certo punto non mi ha piú parlato ed ha iniziato a leggere.
Morale, secondo me sono ancora in alto mare nella progettazione di missioni nello spazio a lungo termine (soprattutto con esseri umani). Tutta la favoletta della colonnizzazione di altri pianeti nei prossimi 20 anni ecc resta una favoletta piú emozionante che interessante. Probabilmente con una computer grafica certosina e ben mirata ci convinceranno per altri 100 anni delle loro imprese ben finanziate. Intanto da qui non potremo mai verificare (piú lontano andranno piú sará difficile da verificare da Terra).
Ticaisem
#40 Ticaisem 2018-06-20 18:49
fatto
redazione
#41 redazione 2018-06-20 19:19
TICAISEM: Da adesso in poi evita di postare PUTTANATE sul sito. A fare copia-incolla di certe minchiate sono capaci tutti, ma non è questo lo standard di luogocomune.
ahmbar
#42 ahmbar 2018-06-20 21:03
Citazione:
Se la foto fosse stata scattata da una sonda ed attribuita all'Apollo 17, tu come lo chiameresti questo? A casa mia è dire il falso
Perche' pensi che invece "a casa mia" lo si chiami diversamente?
E' una conseguenza inevitabile che se le missioni sono state simulate tutto il materiale non puo' essere mai autentico, foto Apollo17 compresa

Citazione:
è la stessa NASA che in un'intervista ha rilasciato ufficialmente la versione che le foto del ns. pianeta sono composit fatti in photoshop (oggi).
E' una loro specialita', mi piacerebbe proprio sapere perche' si continuino a diffondere immagini che NON sono immagini, ma collage di scatti diversi, di cui Marte e' l'esempio degli esempi di manipolazione
Quello che poi e' completamente senza senso e' che e' la stessa Nasa a distribuire le foto reali, che smentiscono quelle precedenti (e ne sottolineano la non originalita'a/autenticita')
Ci saranno due anime in lotta anche nell'ente spaziale piu' famoso del mondo?


Citazione:
avviene grazie ad un'affermazione recente della NASA in merito a future missioni lunari e/o su Marte, poi smentite, poi riaffermate ecc ecc. Insomma un carosello che ha dell'imbarazzante ergo per cui tutti questi annunci e smentite si vanno ad aggiungere al problema della scarsa attendibilità che la NASA stessa ha creato.
Concordo, continuo a pensare che il problema di "misurare le radiazioni per salvaguardare gli strumenti ed i software" riguardi invece prettamente la protezione degli organismi biologici, inconveniente che sono ancora lontani dall'aver risolto

Dilettanti, evidentemente, riassumano gli ingegneri ed i medici di allora, che questo problema lo hanno superato brillantemente :-D
aumakua
#43 aumakua 2018-06-20 22:58
NASA... già il nome è una garanzia

www.youtube.com/.../
maurixio
#44 maurixio 2018-06-21 00:04
A parte i giapponesi che pare abbiano lanciato uno specchio sulla luna, sembra che a nessunno gliene fotta niente di andare sulla luna. Mericani a parte

Ora dico che la seguente affermazione non so dire se abbia un valore assoluto o relativo , ma diventa sempre piu evidente che l'universo è formato da elettroni protoni neutroni e coglioni
Joda
#45 Joda 2018-06-21 01:15
In un qualsiasi tribunale, se viene appurato che il teste ha mentito, anche solo una volta (missioni Apollo), lo stesso teste viene dichiarato NON attendibile e si stralciano TUTTE le sue informazioni.
Io di questi non mi fido e non mi fiderò più. Possono andare avanti in eterno a raccontare barzellette su fantomatici viaggi spaziali e sbarchi sulla luna, marte e perchè non venere ?! Ma per me rimangono inaffidabili e NON attendibili.
Avessero almeno il coraggio di ammettere che in passato hanno mentito...
Invece no ci raccontano che con la tecnologia attuale non siamo in grado di attraversare le fasce di Val Allen in sicurezza, mentre con la tecnologia degli anni 60/70 si ?! Ma per favore...
Si tolgano la maschera, si mettano a fare film come una normale casa cinematografica con tanto di registi attori e colonne sonore. Solo così sarebbero credibili
Vapensiero
#46 Vapensiero 2018-06-21 04:51
#42 ahmbar -

Io credo che Joda al commento 45 abbia espresso molto bene il concetto. In un tribunale se il teste mente semplicemente non è attendibile. Punto e basta. E di menzogne la NASA ce ne ha propinate a quintali. Credo siamo tutti d'accordo qui su questo no? Pertanto, dato che non c'è Oliviero Toscani in orbita con la Canon (o la Hasselblad) a fare fotografie, chiedo: come possiamo fidarci pure lontanamente delle informazioni rese pubbliche dalla NASA? Ammesso e concesso che la NASA inoltrasse un 30% di informazioni genuine (ad esempio) chi di noi potrebbe dire quale fosse questo 30% 'buono'? Qui c'è un problema di fondo che è l'attendibilità e certo non a causa di Massimo né mia né di nessun altro qui sul forum. La NASA s'è data la zappa sui piedi da sola, pertanto chi se ne accorge può solo iniziare a fare ricerca in questa direzione, ma non tutti si arriva allo stesso punto. Ciò è dovuto anche alle dimensioni della menzogna inculcataci (che è di dimensioni colossali) ed il pesce da ingoiare qui è enorme. Ognuno di noi ha un limite di tolleranza oltre il quale può scattare la dissonanza cognitiva (e non sto qui a polemizzare su questo aspetto ma va messa in conto, eccome!). Quindi le diottrie mentali di ciascuno di noi non sono tutte uguali, mi spiego?
Citazione:
E' una conseguenza inevitabile che se le missioni sono state simulate tutto il materiale non puo' essere mai autentico, foto Apollo17 compresa
Qui magari ti indico una riflessione: se le missioni Apollo furono falsificate, se la NASA stessa ha ammesso che nel 2018 non hanno ancora risolto il problema di oltrepassare le fasce di Van Allen, come possiamo esonerare le sonde senza equipaggio ad essere soggette a radiazioni come quelle pesanti che si riscontrano nelle fasce di Van Allen? (Qui Smith Kelly, l'ingegnere NASA, docet e puntualizza in un video firmato NASA i problemi inerenti la sicurezza per la strumentazione a bordo delle navicelle senza e con equipaggio). Se la NASA stessa attraverso gli astronauti intervistati a più riprese, Cristoforetti in testa, avrebbe ammesso che oggi "possiamo arrivare solo nell'orbita bassa" (cit.) e sopratutto se la tecnologia va sempre avanti e non indietro, come è anche lontanamente concepibile che la NASA possa aver inviato sonde oltre l'orbita bassa dei 400 km di altitudine oltrepassando le fasce di Van Allen e riuscendo nell'impresa di fotografare la Terra in un solo scatto? È possibile che non l'abbia mai fatto, no? E che anche il rimanente materiale pubblicato possa essere stato interamente falsificato. Non dico che sia certamente così, ma è una possibilità... no?
Citazione:
mi piacerebbe proprio sapere perche' si continuino a diffondere immagini che NON sono immagini, ma collage di scatti diversi, di cui Marte e' l'esempio degli esempi di manipolazione
Mi interesso di astronomia dai tempi del mio vicino il Prof. Pellegrini (oggi deceduto) docente dell'università di Padova in fisica astronomica. Andavo con lui ad osservare le stelle e la Luna col suo telescopio di notte nei cieli dell'Umbria, quando avevo soli 8 anni. Certo, ho diversi libri e ne ho comprati altri con tutte, e sottolineo tutte, immagini in CGI. Perché? Che motivo c'è se veramente abbiamo sonde in giro per il sistema solare? E a milioni di chilometri da noi come potrebbe un segnale radio arrivare fin sulla Terra e trasmettere immagini così nitide di Saturno, Giove e quant'altro quando sulla terra per parlare da un isolato all'altro abbiamo bisogno di ponti radio per amplificare il segnale che altrimenti si degraderebbe man mano che ci si allontana dalla fonte? Hai idea di come una variazione nel posizionamento dell'antenna possa 'mancare la Terra' di migliaia di chilometri ad enormi distanze (come Massimo ha fatto giustamente notare sul suo documentario American Moon)?
Citazione:
Quello che poi e' completamente senza senso e' che e' la stessa Nasa a distribuire le foto reali, che smentiscono quelle precedenti
Tu (e altri) come fai/fate a sapere con certezza matematica quali siano le foto/filmati reali da quelli fasulli e operare i distinguo? Sei tra coloro che credono alla NASA a giorni alterni pure tu? O sei tra coloro che smentiscono fino a dove si sentono a proprio agio, ma oltre non si va? Personalmente quando io inizio a scavare, non guardo in faccia a nessuno e mi fermo quando si rompe l'attrezzo... (per poi prenderne uno nuovo e più robusto e continuare a scavare).
Citazione:
Ci saranno due anime in lotta anche nell'ente spaziale piu' famoso del mondo?
Non esistono lotte all'interno della NASA, chi non si allinea fa una brutta fine (ti ricordo i tre bruciati vivi nella capsula durante gli addestramenti o altra gente trovata morta prima di testimoniare davanti al congresso). Nei tribunali massonici esiste ancora la pena di morte (Italia inclusa - qui Franceschetti docet). Tra agenzie internazionali se hanno un logo in comune (il vector) hanno anche degli obiettivi in comune, tanto è che sia gli americani che i cinesi, guarda caso, fan le bollicine nello spazio. Questo l'ha fatto notare pure Massimo in un video intitolato "signora maestra anche i cinesi fan le bolle". Allora dove sono esattamente questi? In una piscina, o sulle fantasmagoriche acque sopra il firmamento tanto care ai terrapiattisti? (Come facciano senza prove a sostenere una cosa simile... mah?). Quali delle due ipotesi è più plausibile per te? La terza magari...? L'ipotesi dell'acqua nella tuta che intrappola radiazioni è una cazzata che merita il Nobel ma faccio i complimenti a Macco83 per il terzo grado fatto al signore dell'ESA in volo (hai fatto benissimo Macco83 anche se io l'avrei spremuto un po' di più il tizio...).
Citazione:
riassumano gli ingegneri ed i medici di allora, che questo problema lo hanno superato brillantemente
Già, quelli del LEM di cartapesta e dei razzi che esplodevano sulle rampe, suggerisco di lasciar perdere gli archivisti che sono riusciti a perdere non solo tutti i blueprint ma anche tutti i filmati originali degli sbarchi. Ma si sa, la NASA è credibile. Solo l'ottavo giorno della settimana, però.
juss
#47 juss 2018-06-21 11:00
miles
#48 miles 2018-06-21 11:07
Citazione:
Solo l'ottavo giorno della settimana, però.
:hammer: :hammer: :hammer: :hammer:
Mio padre diceva sempre:la settimana dei due giovedi'!!!
rafterry
#49 rafterry 2018-06-21 13:49
Sarà sicuramente un caso, ma sta uscendo un film sulle missioni Lunari!! :hammer:
Joda
#50 Joda 2018-06-21 14:14
#47 juss

questo filmato in diretta cosa dimostrerebbe, di grazia ?
Potrebbero essere ovunque... e stanno usando una camera con lente fisheye (occhio di pesce) che deforma le immagini.
Basta osservare il pannello solare in alto a dx che invece di essere dritto "curva" (come pure il suolo terrestre).
Dobbiamo credere a queste cose ?!
juss
#51 juss 2018-06-21 14:50
#50 Joda

no non intendevo che bisogna crederci...l'ho messo per avere qualche impressione vostra...vera o falsa, se vera perchè, se falsa perchè?
A oggi è veramente difficile credere a queste cose a priori conoscendo, in parte, l'immensità di cui è capace holliwood.
Vapensiero
#52 Vapensiero 2018-06-21 15:26
#50 Joda - E difatti le immagini dallo spazio effettuate con lenti non così estreme (con distorsione a barile per intenderci) non presentano questo tipo di anomalie. Di solito l'occhio di pesce fa una curva verso il basso nella parte superiore dell'immagine, è perfettamente diritta al centro e fa una curva verso l'alto nella parte inferiore dell'immagine. Se riprendi la Terra con un 300mm oppure correggi con Lightroom l'immagine che ne deriva è tutt'altra cosa.
macco83
#53 macco83 2018-06-21 15:40
#47 juss

il video non è live..secondo il tracking online la ISS dovrebbe essere (alle 15 nostre) nella zona indiana australiana quindi notte fonda ma nel video si vede chiaramente il sole..almeno da mezz'ora ora che lo sto guardando..
Vapensiero
#54 Vapensiero 2018-06-21 15:47
51 -Juss
Citazione:
A oggi è veramente difficile credere a queste cose a priori conoscendo, in parte, l'immensità di cui è capace holliwood.
Se è per questo la Cristoforetti gioca con dei pupazzetti che saltano fuori dal nulla (prodotti in CGI). In altre sequenze la si vede in postura massonica e, rammento per chi non lo sapesse, i massoni hanno l'obbligo di verità. Certo non te la spiattellano sulla faccia, ma va vista aguzzando lo sguardo e con un po' di conoscenza della simbologia massonica. Solo allora il CGI col quale gioca la Cristoforetti ha un senso. Per il resto della simbologia, l'esperto in materia è Gianfranco Pecoraro (in arte Carpeoro).
juss
#55 juss 2018-06-21 16:49
a me invece piacerebbe sapere perchè mostrano solo quella fetta di pianeta e non anche la parte più in basso.

edit: c'è pure questa inquadratura
www.youtube.com/watch?v=qyEzsAy4qeU
macco83
#56 macco83 2018-06-21 18:01
Per i commenti sulla ISS consiglio di usare il topic apposta
ISS e la teoria del complotto: luogocomune.net/.../...
..altrimenti ci perdiamo.
ahmbar
#57 ahmbar 2018-06-21 19:01
Citazione:
se la NASA stessa ha ammesso che nel 2018 non hanno ancora risolto il problema di oltrepassare le fasce di Van Allen, come possiamo esonerare le sonde senza equipaggio ad essere soggette a radiazioni come quelle pesanti che si riscontrano nelle fasce di Van Allen?
Se la storia dell'astronomia spaziale non e' una completa invenzione, rispondono alla tua domanda le decine e decine di sonde che altri paesi hanno inviato in giro per il sistema solare
Riguardo ai vari problemi tecnici e/o audiovisivi che sollevi non possiedo le competenze scientifiche o pratiche per poterti rispondere compiutamente, ti dico l'idea che mi sono fatto in proposito leggendo i vari thread lunari susseguenti al film

Kelly Smith , nel descrivere come " necessari i test sui nuovi schermi antiradiazioni" non ha implicitamente ammesso che le FVA siano un problema non ancora risolto per la strumentazione (in specie quella meno evoluta degli anni passati), ma che i nuovi schermi studiati per i sistemi Orion vanno messi alla prova nello spazio
Dopo aver saputo delle parole della Cristoforetti e di altri astronauti, e' evidente che i test vanno fatti in primis per la protezione degli esseri umani,cosa che non possono ammettere perche' in contrasto con i dati Apollo, ma ritengo una forzatura leggere nella sola intervista di Kelly l'ammissione che le FVA siano insuperabili anche per la parte strumentale


Quello che poi e' completamente senza senso e' che e' la stessa Nasa a distribuire le foto reali, che smentiscono quelle precedenti
Citazione:
Tu (e altri) come fai/fate a sapere con certezza matematica quali siano le foto/filmati reali da quelli fasulli e operare i distinguo?
Dopo aver scoperto cio' che so ora di come va il mondo e di come funziona il nostro cervello non ho certezze, non piu', figurati in un caso che coinvolge l'ente americano

Diciamo che tendo a credere alla verdicita' di una foto Nasa se questa corrisponde a quello che e' verificabile anche da altri, non mi spingo oltre con la fiducia
Se Hubble mi mostra il volto di Marte in una serie di foto come questa

che sono praticamente identiche a quelle che si possono ottenere da chiunque anche qui dalla terra, (con molti particolari in meno, ovviamente) non vedo motivo di dubitare che sia vera

Quello che per me non ha nessuna spiegazione e' il perche' a Nasa abbia creato il mito del pianeta rosso attraverso delle immagini che non sono immagini (come la stessa Nasa sottolinea, ma collage di scatti differenti), ed alterando i colori


ed ancora oggi continua a diffondere immagini artatamente contraffatte nei colori contemporaneamente a quelle che ne dimostrano la evidente manipolazione


Esiste una spegazione? C'e' di mezzo la psicologia?
O sono prigionieri dei miti che si sono creati ai tempi, quando era impossibile immaginare che un ragazzino qualunque potesse accedere a strumenti in grado di smascherarne le menzogne?
Nel thread luogocomune.net/.../... e' stato postato un filmato dove la doppiezza Nasa e' pluridocumentata, ma le spiegazioni a questo comportamento latitano


Ci saranno due anime in lotta anche nell'ente spaziale piu' famoso del mondo?
Citazione:
Non esistono lotte all'interno della NASA, chi non si allinea fa una brutta fine
Un "non allineato", se ha imparato qualcosa dagli....incidenti pregressi, non ci metterebbe la faccia, ma le immagini che la sputtanano, o particolari delle interviste, cose simili
Mio parere, off course
Vapensiero
#58 Vapensiero 2018-06-22 04:37
#57 ahmbar

Allora presumo che tu l'inglese lo capisca ergo per cui mi sono permesso di trascrivere parola per parola i passi salienti di Kelly in quel video. Analizziamone il contenuto, perché una cosa è sentirli in un video, un'altra è vederli scritti. (I puntini sono passaggi dove parla della rava e la fava, non importanti).


Vediamo cosa dice esattamente Smith Kelly:


".... NASA next generation spacecraft built with versatility in mind it can take astronauts deeper into space than we've ever gone before, to an asteroid or even onto Mars. For these missions Orion has to be one tough spacecraft withstanding high speeds, searing temperatures, and extreme radiation. Before we can send astronauts into space on Orion, we have to test all its systems and there's only one way to know if we got right: fly it in space. For Orion first flight, no astronauts will be aboard. The spacecraft is loaded with sensors to record and measure all aspects of the flight in every detail. It all begins with launch aboard a Delta 4 heavy rocket (...) Orion over a hundred miles off, going about 17.000 miles per hour (27.358 Kmh! hai idea del calore generato dall'attrito?!? E hai idea del materiale col quale queste navicelle sono costruite? ma sorvoliamo sto punto) just as it passes over the India Ocean, we lose communication. This is expected. The communication link we have through satellites to Orion is momentarily lost, but Orion continues to receive and process data, its computer can handle 480 million instructions per second (...) We are headed 3600 miles above Earth. Fifteen times higher from the planet than the International Space Station (non proprio perché secondo la NASA la stazione orbiterebbe a 254 miglia di altezza dando un totale di 3810 miglia e non 3600).

As we get further away from Earth we'll pass through the Van Allen Belts an area of dangerous radiation. Radiation like this can harm the guidance systems onboard computers and other electronics on Orion. Naturally, we have to pass through this dangerous zone twice: once up, and once back. But Orion has protection. Shielding will be put to the test as the vehicle cuts through the waves of radiation. Sensors aboard will record radiation levels for scientists to study. (Ma come non l'aveva già fatto Van Allen con tanto di charts pubblicate dalla NASA cone valori minimi??). WE MUST SOLVE THESE CHALLENGES BEFORE WE SEND PEOPLE THROUGH THIS REGION OF SPACE. For this flight, it's time to head home (...)


Allora vediamo di analizzare bene la trascrizione (che è corretta, fidati del mio inglese).

Quando dice "we must solve these challenges before we send people through this region of space(...)" sta dicendo che "...dobbiamo risolvere queste sfide PRIMA di inviare delle persone in questa regione dello spazio...", a casa mia questo vuol dire che non l'hanno ancora fatto, altrimenti non avrebbero utilizzato l'avverbio di tempo 'prima'. Se avessero risolto questo problema si sarebbe espresso diversamente del tipo "thanks to our advance shielding technology, we are now capable of crossing the Van Allen Belt safely for both, instruments and crew etc etc".

Qui io non ci vedo alcun dubbio. Il problema ovviamente non è risolto, o quanto meno non risolto alla data nella quale il video fu girato.


Vediamo che altro dice:

Quando parla di 'searing temperatures' è il medesimo problema che incontra la ISS a 254 miglia di altitudine a quelle velocità folli. I materiali pesanti hanno un costo proibitivo nello spazio e le leghe con le quali sono costruite queste stazioni non sono abilitate a sostenere tali temperature senza che i materiali con i quali sono costruite, ne risentano.

Ed ancora:
"...The communication link we have through satellites to Orion is momentarily lost, but Orion continues to receive and process data..." Ma come sarebbe a dire "nel collegamento col satellite ad Orion cade la comunicazione"? Ma non abbiamo centinaia se non miglia di satelliti in orbita terrestre? Strana sta cosa, no? Ci arrivano segnali da milioni di chilometri (così ci racconta nonna NASA) e un giretto sopra l'Oceano Indiano ed Orion è già fuori copertura segnale radio-satellitare. Inoltre "Orion continua a ricevere ed elaborare dati" malgrado cada la comunicazione? Mah.. le contraddizioni si sprecano. Tecnologie 'molto avanzate' vedo...


Ed ancora:
"...Sensors aboard will record radiation levels for scientists to study...." Pensavo lo avessero già fatto Van Allen & Co. tanto da pubblicare una tabellina di radiazioni-inezia, così sicure da non preoccupare minimamente gli astronauti delle missioni Apollo. Neppure sapevano le avessero attraversate... (vedi American Moon & l'intervista di Bart Sibrel).



Come vedi il livello di menzogne e contraddizioni si spreca. Nonna NASA in realtà è il lupo cattivo della situazione, cerchiamo di non fare i Cappuccetto Rosso noi però!

Quanto alle foto di Marte mi sembrano tutte (senza eccezioni) CGI. Osserva bene la luce come cade nella foto 'amatoriale'. A me non tornano i conti, e soprattuto non tornano i conti con le aberrazioni cromatiche di quella foto. Un telescopio che raggiunga certe distanze dovrebbe costare un bel po' ergo per cui le lenti con quei costi, non dovrebbero presentare aberrazioni cromatiche e COMA così forti. Non solo, ma il modo nel quale è illuminato il pianeta non mi torna come non mi torna la morfologia dell'oggetto ritratto dal c.d. 'amatore' e quello di nonna NASA.

Infine che prove hai che si tratti davvero di una foto amatoriale? Torniamo sempre a monte: le fonti e la loro autenticità (hence lack of credibility my friend).

Hasta luego, hombre.
Pavillion
#59 Pavillion 2018-06-22 13:14
"Sono convinto che tutto questo dibattito e questo filone complottistico sia creato artificialmente per gli stessi motivi per cui il 50% delle argomentazioni complottistiche sono state create da quelli che i complottisti credono di combattere per rendere inattendibile quell'altro 50% di complottismo che sarebbe fastidioso per loro"

...Luna...e..non solo...
Joda
#60 Joda 2018-06-23 00:08
#59 Pavillion

Qua non si tratta di credere a complotti o sollevare argomentazioni complottistiche.
Le agenzie spaziali ci hanno raccontato di essere arrivate sulla Luna, compiendo la missione più importante della storia dell'umanità. E la gente negli anni '70 ci ha creduto (la maggior parte). Ora abbiamo la possibilità di analizzare le immagini e le "prove documentali" e veniamo a scoprire che ci hanno mentito -.-
Non è una cosa da poco, non è una piccola omissione o piccola informazione "manipolata", si tratta della Storia dell'Umanità, contraffatta.
Se non escono allo scoperto e dicono davvero come sono andate le cose, non se ne esce più da questo equivoco.
E io come cittadino mi sento preso in giro sapendo che lavoro e pago le tasse anche per mettere in scena questo teatrino delle marionette.
Non mi sta bene.
Vapensiero
#61 Vapensiero 2018-06-23 00:42
#60 Joda

Già, non sta bene neppure a me. Ma chi racconta una menzogna di tali proporzioni, ed è una struttura de facto militare con tanto di connessioni alla CIA secondo voi mentono solo sulla Luna? E con tutta la tecnologia che dicono di avere perché allora ci innondano di immagini CGI? Basterebbe girare l'Hubble verso la terra e fare una foto a New York, no? Ma non l'hanno mai fatto. Chi è capace di una menzogna di tali proporzioni secondo voi si ferma al ns. satellite?!? Evidentemente c'è dell'altro. A me vengono in mente le parole dell'Ammiraglio Byrd a riguardo dell'Antartide quando parla di una terra inesplorata delle dimensioni degli Stati Uniti e soprattutto quando usa il termine 'beyond Antarctica' (oltre l'Antartide), ma 'oltre' l'Antartide sul ns. mappamondo non abbiamo nessuna terra di tali dimensioni. Allora cosa ci viene nascosto? Magari una cosa talmente grande da giustificare il trattato antartico tra USRR e Stati Uniti (tra gli altri paesi) in piena guerra fredda?
Pavillion
#62 Pavillion 2018-06-23 00:57
#60 Joda
#59 Pavillion
Qua non si tratta di credere a complotti o sollevare argomentazioni complottistiche.
Le agenzie spaziali ci hanno raccontato di essere arrivate sulla Luna, compiendo la missione più importante della storia dell'umanità. E la gente negli anni '70 ci ha creduto (la maggior parte). Ora abbiamo la possibilità di analizzare le immagini e le "prove documentali" e veniamo a scoprire che ci hanno mentito -.-
Non è una cosa da poco, non è una piccola omissione o piccola informazione "manipolata", si tratta della Storia dell'Umanità, contraffatta.
Se non escono allo scoperto e dicono davvero come sono andate le cose, non se ne esce più da questo equivoco.
E io come cittadino mi sento preso in giro sapendo che lavoro e pago le tasse anche per mettere in scena questo teatrino delle marionette.
Non mi sta bene.

__ __ ____
Gianfranco Pecoraro, quando capita mi piace ascoltarlo ha una conoscenza che non ho, tempo fa nacque una "diatriba" in merito ad una sua *frase che all'interno ospitava il termine complottista.
Se ne dissero di cotte e di crude al riguardo e allora mi presi la briga di trascriverla parola per parola.

*
"Sono convinto che tutto questo dibattito e questo filone complottistico sia creato artificialmente per gli stessi motivi per cui il 50% delle argomentazioni complottistiche sono state create da quelli che i complottisti credono di combattere per rendere inattendibile quell'altro 50% di complottismo che sarebbe fastidioso per loro"
Carpeoro.
Pavillion
#63 Pavillion 2018-06-24 17:43
Per correttezza dovrei spezzettare il continuum per inviarlo ai 3D di pertinenza.

Carpeoro on line:
"Sono convinto che tutto questo dibattito e questo filone complottistico sia creato artificialmente per gli stessi motivi per cui il 50% delle argomentazioni complottistiche sono state create da quelli che i complottisti credono di combattere per rendere inattendibile quell'altro 50% di complottismo che sarebbe fastidioso per loro"

Mazzucco on Line:
..."purtroppo per loro la rete è diventata molto più forte di quanto lo fosse dieci anni fa e quindi appunto uno come Burioni tante sberle tira quante ne prende da dietro... un pò come Mentana...

... un pò prosaicamente egli definì Macron una testa di cazzo e io figata di testa masturbante mi permisi di ricordarlo per la terza volta.
Grazie all'assist di un utente riportai:
Da svolgimento ultimato appare che la Macronon sia uno scalino della santa scala parietale dei psicopatici.

Dato che il troppo stroppia frantumerò parte del continuum per trarne PM.

Per postare dei commenti è necessario essere iscritti al sito.

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. INFO