Salve, potete rispondere a questo?

Di più
5 Anni 6 Mesi fa - 5 Anni 6 Mesi fa #24565 da Learjet45

miroshima ha scritto:

Ilriga ha scritto:

pencri93 ha scritto:

però, visto che non ritieni che siano gli aerei della versione ufficiale, avrai una stramaledetta idea di cosa diavolo fossero le cose che hanno colpito torri e pentagono, o nemmeno questo?


Il fine della discussione è provare la falsità della versione ufficiale, non proporne un’altra.

Poi, eventualmente si possono avanzare delle ipotesi come Massimo ha fatto parlando nel film del progetto Northwood, ma sempre ricordando che il nocciolo della questione è la versione ufficiale, e che anche “smentendo” una contro-ipotesi non stai implicitamente provando la validità della VU stessa.


La nemesi della versione ufficiale deve stare in piedi, se non sta in piedi vale la versione ufficiale.


Se non sta in piedi la versioni ufficiale la versione ufficiale non vale più, punto. A quel punto le versioni alternative possono essere molteplici e non è che smentendone una significa che la versione ufficiale è giusto.
A mio parere il rasoio di Occam perde valore man mano che l'argomento diventa sempre più complesso e tecnico .


Se però qualcuno dimostra che la versione ufficiale sta in piedi, debunkando quello che i complottisti dicono, allora la versione ufficiale è quella che bisogna abbracciare, perché la versione ufficiale si basa su cose che tutti abbiamo visto, che nessuno può negare.

Ovviamente io parlo dei SINGOLI PEZZI della versione ufficiale.
Se debunki un SINGOLO PEZZO, per quel SINGOLO PEZZO si torna alla versione ufficiale.
Ovviamente quello che intendo dire non è che debunkando un SINGOLO PEZZO tutta la versione ufficiale poi sta in piedi.

Dopo aver debunkato la teoria del complotto pezzo per pezzo, può darsi che qualche ragionevole dubbio resta.

È anche nell'interesse di chi sostiene le teoria dell'autoattentato quello di eliminare le cose scorrette, perché se i complottisti continuano a ripetere cose scorrette fanno fare una brutta figura al movimento dell'autoattentato.

Quindi non capisco l'astio di alcuni utenti nei miei confronti, una persona che alla fine è soltanto qui per mettere in discussione la correttezza di alcune cose.
Ultima Modifica 5 Anni 6 Mesi fa da Learjet45.
L\'Argomento è stato bloccato.
Di più
5 Anni 6 Mesi fa #24566 da CharlieMike
@Learjet45,
hai portato elementi a sostegno del fatto che gli aerei possono raggiungere le velocità dichiarate, e dato che non sono competente devo fidarmi, tuttavia ciò non toglie che "Hanjour" abbia fatto una manovra del tutto illogica per un principiante.

Buongiorno, qui è il comandante che vi parla.
Stiamo per schiantarsi sul Pentagono, ma prima vogliamo farvi avere un ultima panoramica di Washington, per cui faremo una virata di 360° per permettere a tutti una ottima visione.
Allah achbar!
:hammer: :hammer:


Vulgus vult decipi, ergo decipiatur.
L\'Argomento è stato bloccato.
Di più
5 Anni 6 Mesi fa - 5 Anni 6 Mesi fa #24567 da Learjet45

charliemike ha scritto: @Learjet45
Quindi secondo il vostro rasoio se io vedo un asino che vola dobbiamo concludere che abbia imparato a volare, e quindi tutti i possibili studi e verifiche se questo può essere possibile diventano inutili?

GENIALE!!

Bisogna farlo sapere alla Polizia che perde giorni di tempo ad investigare su un omicidio quando basterebbe arrestare il primo che passa.

Questo thread sta diventando più divertente di Zelig.
Qui i comici si sprecano.

Aspetto la prossima cazzata.
:popcorn: :popcorn:

(Qui non mi autocensuro perché a queste uscite non si può attribuire un termine diverso).


Accendi il cervello prima di premere il tasto INVIA.

Quello che sto dicendo è che se un cacciatore spara verso un cervo e in quel momento il cervo cade a terra, probabilmente il cervo è stato colpito dal cacciatore e per questo è caduto a terra.
Non si può escludere che in realtà il cervo ha avuto un malore proprio in quel momento, ma l'ipotesi elementare è che sia stato colpito.

Se l'ipotesi viene poi confermata da un'autopsia, allora quell'ipotesi si trasforma in teoria scientifica, basata sui fatti.


Se un aereo si schianta contro un edificio e l'edificio crolla, probabilmente l'edificio è crollato a causa dell'impatto aereo.
Se poi gli investigatori FORMATI lo confermano (e non trovano nessun altro elemento che possa spiegare il crollo) allora l'ipotesi diventa una teoria scientifica.

Comunque, lasciamo perdere il discorso dei crolli, in questo thread si parla di aerei e su questo argomento bisogna restare (altrimenti andiamo OT).

Per restare in tema, il punto è che una persona che non ha conoscenze approfondite nell'aeronautica e nel pilotaggio di aerei può anche credere che affermare che un aereo volava a una velocità superiore alla VMO equivalga a dire "c'era un asino che volava", ma è dovuto al fatto che le manca un'istruzione tecnica in quell'ambito.

Piloti e ingegneri sanno che un aereo può volare al di sopra della VMO, che la VMO è solo un limite di velocità fissato dalla legge per via del fatto che una pressione dinamica alta aumenta la probabilità di cedimenti strutturali.
Nell'altro topic (molto più dettagliato) spiego che la VMO viene fissata a un valore di molto inferiore rispetto ai valori che comportano una pressione dinamica pericolosa.

Quando un aereo vola a una velocità molto elevata, tale per cui la pressione dinamica è davvero troppo alta (come nel volo 175), si può certamente dire che si trova in una situazione rischiosa che può comportare cedimenti strutturali, ma questo non significa che l'aereo sicuramente si sbriciola in aria.
È un po' come dire: fare un sorpasso in curva dove c'è la linea continua è una cosa pericolosa, se lo fai rischi la vita, ma questo non significa che se lo fai, sicuramente farai un incidente.

Quindi, per concludere, una persona che ha conoscenze poco approfondite su un argomento può pensare che gli altri sono asini o che credono agli asini che volano, ma dopo che qualcuno la spiega che quello che crede lei è sbagliato, dovrebbe semplicemente prendere atto del fatto che probabilmente è lei a credere che gli asini volano.

Se i vari investigatori che si sono occupati dell'11 settembre non hanno ritenuto che esistano leggi fisiche o mistiche che impediscono di fare quello che è stato fatto, probabilmente è perché sanno molte cose che tu non sai.
Non so te, ma io credo molto nel valore dell'istruzione e andare in giro a parlare a vanvera di cose che non si capiscono o che si capiscono a metà non mi sembra una buona idea.
Ultima Modifica 5 Anni 6 Mesi fa da Learjet45.
L\'Argomento è stato bloccato.
Di più
5 Anni 6 Mesi fa #24568 da CharlieMike

Learjet45 ha scritto: Dopo aver debunkato la teoria del complotto pezzo per pezzo, può darsi che qualche ragionevole dubbio resta.

Se riesci a farlo per tutte le domande del film di Mazzucco, in maniera onesta senza inventare assurde spiegazioni senza fondamento, forse qualche dubbio può venire.
Debunkarne solo una non significa rendere la VU la verità assoluta.


Vulgus vult decipi, ergo decipiatur.
L\'Argomento è stato bloccato.
Di più
5 Anni 6 Mesi fa #24570 da CharlieMike

Learjet45 ha scritto: Accendi il cervello prima di premere il tasto INVIA.

Quello che sto dicendo è che se un cacciatore spara verso un cervo e in quel momento il cervo cade a terra, probabilmente il cervo è stato colpito dal cacciatore e per questo è caduto a terra.
Non si può escludere che in realtà il cervo ha avuto un malore proprio in quel momento, ma l'ipotesi elementare è che sia stato colpito.

Se l'ipotesi viene poi confermata da un'autopsia, allora quell'ipotesi si trasforma in teoria scientifica, basata sui fatti.


Se un aereo si schianta contro un edificio e l'edificio crolla, probabilmente l'edificio è crollato a causa dell'impatto aereo.
Se poi gli investigatori FORMATI lo confermano (e non trovano nessun altro elemento che possa spiegare il crollo) allora l'ipotesi diventa una teoria scientifica.

Comunque, lasciamo perdere il discorso dei crolli, in questo thread si parla di aerei e su questo argomento bisogna restare (altrimenti andiamo OT).

Se il cervo cade morto ma non c'è traccia del cacciatore, come si fa dire che è stato colpito?
Se si vede l'edificio crollato, come si fa a dire che è stato un aereo se non ce né traccia?
Ma soprattutto cosa hanno confermato gli investigatori FORMATI se i rottami trovati non riempono nemmeno il cassonetto di in Ape, non sono visibili corpi, bagagli, sedili o altro che si possa ricondurre ad un aereo passeggeri, il prato antistante il Pentagono è intonso, il DNA si degrada con il calore e non sono stati trovati documenti di identità?

Se i vari investigatori che si sono occupati dell'11 settembre non hanno ritenuto che esistano leggi fisiche o mistiche che impediscono di fare quello che è stato fatto, probabilmente è perché sanno molte cose che tu non sai.

Io non sarò competente ma ci sono migliaia di persone che lo sono, vedi gli architetti e ingegneri di "A&E for 9/11 truth" e che sono riusciti a fare accettare la caduta libera del WTC 7 al NIST.

Non so te, ma io credo molto nel valore dell'istruzione e andare in giro a parlare a vanvera di cose che non si capiscono o che si capiscono a metà non mi sembra una buona idea.

Non so te, ma io non comprendo come persone come te che si dichiarano istruite buttino la propria istruzione alle ortiche negando l'evidenza e dando addosso a chi invece si pone solo delle domande.

È giusto per rimanere in tema di aerei, non mi hai ancora spiegato il motivo plausibile per un principiante come Hanjour di fare una virata di 360° Per scendere di quota nel tentativo di colpire il Pentagono su un fianco, quando sarebbe stato molto più semplice una bella picchiata in verticale stile kamikaze.


Vulgus vult decipi, ergo decipiatur.
L\'Argomento è stato bloccato.
Di più
5 Anni 6 Mesi fa - 5 Anni 6 Mesi fa #24571 da Learjet45

charliemike ha scritto: @Learjet45,
hai portato elementi a sostegno del fatto che gli aerei possono raggiungere le velocità dichiarate, e dato che non sono competente devo fidarmi, tuttavia ciò non toglie che "Hanjour" abbia fatto una manovra del tutto illogica per un principiante.

Buongiorno, qui è il comandante che vi parla.
Stiamo per schiantarsi sul Pentagono, ma prima vogliamo farvi avere un ultima panoramica di Washington, per cui faremo una virata di 360° per permettere a tutti una ottima visione.
Allah achbar!
:hammer: :hammer:


Ho già spiegato anche questa cosa.

Fissiamo due punti nello spazio.

Punto A: coordinata geografica X, altitudine 10'000 metri

Punto B: coordinata geografica Y, altitudine 300 metri.

Quando un aereo deve volare da A a B, un errore che può commettere un pilota (soprattutto se è un principante come Hanjour) è quello di arrivare al punto B a una quota troppo alta.

Nel volo ordinario, il punto B è il punto in cui l'aereo intercetta l'ILS per compiere l'avvicinamento finale, che lo porta ad atterrare sulla pista dell'aeroporto.
Non puoi arrivare al punto B alla cazzo di quota che vuoi, perché altrimenti per riuscire ad atterrare sulla pista devi andare in picchiata, mentre normalmente si segue un angolo di discesa di 3 gradi... in alcuni aeroporti (tipo quello di Lugano) il sentiero di discesa prescritto è di 6° ed è già una cosa piuttosto estrema.

Nel caso dell'attentato al pentagono, il punto B era il punto in cui l'aereo doveva trovarsi per compiere l'avvicinamento finale verso il pentagono.
Quando l'aereo è arrivato al punto B (cioè vicino al pentagono) l'aereo era a una quota di oltre 2'000 metri, perciò Hanjour si è reso conto che doveva perdere quota e il circuito che ha fatto è la cosa più logica che poteva fare.

Non poteva andare in picchiata sul pentagono? No, non poteva, perché c'è un limite alla picchiata che puoi fare con un aereo. Oltre un certo limite, l'aereo precipita. Non è impossibile riprenderlo, ma è una cosa difficile anche per un pilota esperto.
Se l'aereo si fosse trovato leggermente più in alto rispetto alla quota ottimale, sicuramente Hanjour avrebbe potuto fare una discesa ripida verso il pentagono, ma per colpire il pentagono dal punto in cui era avrebbe dovuto mandarlo in una picchiata tale che l'aereo sarebbe precipitato.

Quindi ha fatto quello che doveva fare: ha fatto un circuito per perdera quota.
In finale, ha seguito un sentiero di discesa sbagliato, troppo basso (cosa che è compatibile con la sua inesperienza nel pilotaggio di aerei di linea) perciò ha tranciato i piloni dell'autostrada. Voi continuate a sostenere che fosse una manovra da esperto e invece si capisce molto bene che alla guida c'era un manovale, altrimenti non avrebbe tranciato i piloni dell'auostrada, avrebbe seguito un sentiero di discesa più corretto.
Ultima Modifica 5 Anni 6 Mesi fa da Learjet45.
L\'Argomento è stato bloccato.
Tempo creazione pagina: 0.454 secondi
Powered by Forum Kunena