Durata scie chimiche

Di più
18/07/2019 20:43 #30185 da fumeo17
Risposta da fumeo17 al topic Durata scie chimiche
Sai cos' è che sta diventando veramente ridicolo!?
tu, Tarello Rancido.
Ma ti pagano a ore o a parola per rimanere qui tutto il tempo col solo intento di frantumarceli?
Se è il 1° caso, allora fatti cambiare contratto che guadagneresti molto ma molto di più.
Il mio commento è unicamente fatto per sostenere le povere persone che ancora replicano alle tue "discussioni", lo fanno solamente per cortesia verso uno che non se lo merita affatto.
Ragazzi, ed agraziate fanciulle, lasciate questo benemerito ... e certamente salariato DEBUNKER nel suo brodo, non sprecate parole ed, soprattutto, energie.
Essendo, per l'appunto, un metodo usato a partire dall'infanzia, come per un infante meno gli date retta meno...romperà i cocomeri ;-)

nəməste

Di più
18/07/2019 21:23 #30186 da DeadKillWar
Risposta da DeadKillWar al topic Durata scie chimiche
non penso sia davvero un debunker. In un certo senso posso comprendere la sua situazione visto che sembra essere un uno vs tutti. Seguendo la discussione da nuovo arrivato ho notato pure io delle contraddizioni. Tra l'altro sapevo che gli stessi USA hanno usato scie chimiche nella guerra del vietnam per modificarne il clima ed equilibrio geologico (non quindi spruzzare semplicemente veleno da aerei), confermandone di fatto l'esistenza.

Di più
18/07/2019 22:55 - 18/07/2019 22:57 #30187 da Tavernello Acido
Risposta da Tavernello Acido al topic Durata scie chimiche

fumeo17 ha scritto: Sai cos' è che sta diventando veramente ridicolo!?
tu, Tarello Rancido.
Ma ti pagano a ore o a parola per rimanere qui tutto il tempo col solo intento di frantumarceli?
Se è il 1° caso, allora fatti cambiare contratto che guadagneresti molto ma molto di più.
Il mio commento è unicamente fatto per sostenere le povere persone che ancora replicano alle tue "discussioni", lo fanno solamente per cortesia verso uno che non se lo merita affatto.
Ragazzi, ed agraziate fanciulle, lasciate questo benemerito ... e certamente salariato DEBUNKER nel suo brodo, non sprecate parole ed, soprattutto, energie.
Essendo, per l'appunto, un metodo usato a partire dall'infanzia, come per un infante meno gli date retta meno...romperà i cocomeri ;-)

nəməste


Ahahhahahhaah ma va a quel paese.
Attenzione: Spoiler! [Clicca per espandere]

nella guerra del vietnam per modificarne il clima ed equilibrio geologico

In Vietnam gli usa usarono sia l'agente orange (un defoliante) per cercare di distruggere la vegetazione, e il cloud seeding nel tentativo di allagarli e farli uscire dalla foresta. Non sono nuovi a queste porcherie, se guardi il link che ho mandato prima, fa elenco anche di un'altra operazione simile a quella inglese.

confermandone di fatto l'esistenza.

Tralasciando che un defoliante e il cloud seeding non corrispondono al mix comico che si può udire nemmeno nel peggior video di Straker, ma io non negò che ne siano "capaci". Io giudico l'oggettività dei fatti, e non ci vuole niente a capire che quelle che vedi sono scie di condensa. Tra l'altro esiste una fattore importantissimo che distingue qualunque sgancio di sostanze tossiche (come quelle appena descritte) e una scia di condensa. Questo particolare lo si può captare solo se nelle imagini si vede l'aereo incriminato. Mi riserverò questa come prova definitiva per porre fine a sta scemenza delle scie chimiche. Ancora è troppo presto, per ora mi limito a divertirmi smontando prove.
Ultima Modifica 18/07/2019 22:57 da Tavernello Acido.

Di più
18/07/2019 23:23 #30188 da charliemike
Risposta da charliemike al topic Durata scie chimiche

Tavernello Acido ha scritto: Mi riserverò questa come prova definitiva per porre fine a sta scemenza delle scie chimiche. Ancora è troppo presto, per ora mi limito a divertirmi smontando prove.



Countdown to 1984

Di più
19/07/2019 01:37 #30189 da Primus eccetera
Risposta da Primus eccetera al topic Durata scie chimiche
Solo un appunto.

Avete mai letto la frase "contiene solfiti", "può contenere solfiti" sull'etichetta della bottiglia di vino che vi state bevendo?
Quella è SO2 anidride solforosa (un eccellente disinfettante del mosto, nel senso che previene fermentazioni acetiche - il sodio metabisolfito che viene comunemente aggiunto ai mosti svolge appunto SO2)
A seconda dei vari parametri di legge -e ad es.per i vini australiani vi assicuro che sono alti, infatti a me fan venire un mal di testa bestiale-, ve ne state pippando un tot (e non parlo di ppb, ma ppm)

Non sono pro, e non sono contro, in questa gazzarra sulle scie

mi piacerebbe soltanto si capisse che una sostanza viene definita "tossica" a certi determinati livelli
che sono a loro volta definiti per legge (e qui si che si dovrebbe aprire una discussione; ma non interessa a nessuno)

(in altri thread ho letto cazzate del tono, "la CO2 (anidride carbonica) è tossica". Non lo è. è che occupa spazio come gli altri gas, e se c'è quella, manca ossigeno. e io crepo per anossia, non per avvelenamento)
(si, a concentrazioni di 1000 volte superiori a quella atmosferica ha un effetto saturante nei confronti dell'emoglobina e bla-bla. Ma un veleno è un'altra roba)

"ppb di SO2", è solo una frase ad effetto. Un'eruzione vulcanica te la tira addosso a livelli di molte centinaia di ppm, la SO2.

Questo non per andare pro o contro questo o quello.
Io e chiunque altro (Sertes ad esempio :wink:) abbiamo tutto il diritto di dire, tanta o poca, non voglio che nessuno mi tiri addosso anidride solforosa, perché quando me la bevo nel vino, scelgo io, e quando me la sparano in testa non è una mia scelta e dunque vfc.

Di più
19/07/2019 08:31 - 19/07/2019 08:54 #30190 da Piero68
Risposta da Piero68 al topic Durata scie chimiche
@Tavernello acido

Calma amico caro. Io ho soltanto estrapolato una dizione scientifica da wikipedia e l'ho ragionata. Punto
E' chiaro che non tutte le nubi portano pioggia e qualcuna si dissolverà nell'aria. Comunque nel Cloud Atlas le scie di condensa non sono previste
Ultima Modifica 19/07/2019 08:54 da Piero68.

Di più
19/07/2019 09:40 #30191 da Sertes
Risposta da Sertes al topic Durata scie chimiche

Primus eccetera ha scritto: Questo non per andare pro o contro questo o quello.
Io e chiunque altro (Sertes ad esempio :wink:) abbiamo tutto il diritto di dire, tanta o poca, non voglio che nessuno mi tiri addosso anidride solforosa, perché quando me la bevo nel vino, scelgo io, e quando me la sparano in testa non è una mia scelta e dunque vfc.

Ok, ma facciamo il discorso completo.
Harward ha fatto il seguente studio:
1) una delle risorse che il capitalismo divora è la salute del pianeta, in particolare le emissioni del mondo industrializzato stanno distruggendo il bilanciato ecosistema con l'aumento delle temperature
2) il capitalismo è inarrestabile, abbiamo visto che non è credibile aspettarsi che il mondo politico possa condizionare la fame infinita insita nel capitalismo
3) dobbiamo quindi trovare un modo per abbassare le temperature
4) possiamo produrre scie chimiche su base permanente per creare uno schermo riflettente in cielo e respingere i raggi solari
5) questo può essere fatto con scie chimiche di SO2 che però causa piogge acide, e il problema non è sulle persone ma sui mari, perchè l'acidificazione dei mari è un problema serio quanto o superiore all'aumento delle temperature mondiali
6) quindi proponiamo di spruzzare ossido di alluminio PM1... perchè è il male minore

Questa è la parte UFFICIALE e RICONOSCIUTA anche nella comunità scientifica, cioè sono CERTEZZE, così come che il progetto è già finanziato dai soliti noti.

C'è poi chi dice che questo progetto é già in atto da 25 anni e che ora questa gente sta solo provando ad auto-assolversi uscendo allo scoperto, e queste sono TEORIE molto probabili e molto provabili

Poi ci sono i negazionisti che invece stanno ancora a difendere gli interessi del sistema e che con le loro splendide logiche circolari ci vengono a raccontare che le scie chimiche non esistono perché le scie chimiche non esistono, oppure che le scie di condensa possono essere persistenti ed espansive e diventare anche nubi che oscurano il 10% dell'inghilterra al singolo passaggio di 1 aereo. Roba così ridicola da ridergli in faccia, ma il debunker deve solo prorogare lo status quo, non è qui per far belle figure, ma per mandarla in chiacchera il più a lungo possibile, mentendo spudoratamente pure su cose assodate ed ufficiali.

Di più
19/07/2019 11:24 #30192 da orsoinpiedi
Risposta da orsoinpiedi al topic Durata scie chimiche
Intanto una cosa è assodata:la geoingegneria contempla la diffusione di sostanze nocive tramite l'irrorazione in atmosfera,su vastissima scala,da effettuare tramite aeromobili.E questo è il primo punto fondamentale.
Il secondo punto è quanto sia probabile la formazione di scie di condensa persistenti in rapporto alle condizioni atmosferiche.Chiarisco,quante volte esisteranno le condizioni atmosferiche in base alla temperatura,all'altezza,alla pressione,ed in questo caso direi anche alla saturazione del ghiaccio. affinchè si formino le scie PERSISTENTI.
Tanto per rispondere a Tavernello circa la saturazione su ghiaccio---report della Cornell University (Cornell Aeronautical Laboratory INC.of Cornell University, Buffalo 21, N.Y. Prediction of aircraft condensation trails Project contrails Final Report Report noVC-1055-P-
S Contract No. Nonr-1857 (00) 31 October 1951)
"If the environment is supersaturated with respect to ice, the ice particle forming a contrail can grow by diffusional accumulation of water vapour from the ambient air. Such a contrail can persist for a long time and spread out to cover a large area (several Kilometers in widht). On such a day the sky is often covered with very broad contrails that hardly can be distinguished from ordinary cirrus clouds"
.:"Le scie di condensa costituite da particelle di ghiaccio, la situazione più comune, persisteranno per ore se le condizioni ambiente eccedono la saturazione su ghiaccio, ad esempio se eccedono l'umidità ambientale relativa del 60-70% (tabella). Quando l'umidità ambiente è minore della saturazione su ghiaccio, le scie composte da cristalli di ghiaccio sublimeranno (cioè passeranno allo stato di vapore) in secondi o minuti, dipendentemente dalla densità della scia."

Di più
19/07/2019 12:18 #30194 da Primus eccetera
Risposta da Primus eccetera al topic Durata scie chimiche

1) una delle risorse che il capitalismo divora è la salute del pianeta,

sfondi una porta aperta

...in particolare le emissioni del mondo industrializzato stanno distruggendo il bilanciato ecosistema con l'aumento delle temperature

personalmente sono parzialmente d'accordo (in particolare su altri tipi di emissioni del mondo industrializzato), ma ricordo che se questo discorso lo fa la Greta di turno, ci rivoltiamo come bisce; com'è la storia, quando fa comodo, esiste il global warming, e quando non fa comodo è una gretinata?

2) il capitalismo è inarrestabile, abbiamo visto che non è credibile aspettarsi che il mondo politico possa condizionare la fame infinita insita nel capitalismo

sfondi una porta aperta

5) questo può essere fatto con scie chimiche di SO2

non sono d'accordo nemmeno sul "può".
Ragazzi lasciamo in pace la SO2 per piacere. Una qualunque eruzione del Pinatubo ne immette sull'ambiente quantitativi che noi anzi LORO non possono neppure sognarsi, da un punto di vista puramente economico. Con buona pace dell'acidificazione dei mari.
parti per miliardo di SO2 te le bevi a manetta col vino, te le respiri a manetta passando dietro un camion col motore acceso. L'inquinante della terra, è l'uomo, poco da farci.

6) quindi proponiamo di spruzzare ossido di alluminio PM1... perchè è il male minore

beh...ma è così difficile trovarlo? troviamolo e chiudiamo una volta per tutte la questione.

Io non ho visto nulla, finora, in questo senso. Se mi è sfuggito qualche studio che riporti aumenti anomali di "ossido di Al PM1" per piacere evidenziamelo.
Sennò tutto il discorso mi sembra riassumibile in, "non so che cosa spruzzano ma so che lo spruzzano", abbi pazienza, è un atto di fede

Di più
19/07/2019 12:22 #30197 da NiHiLaNtH
Risposta da NiHiLaNtH al topic Durata scie chimiche

l progetto di Harvard non c'entra nulla con le scie chimiche. Questo deriva solo da una grande ignoranza relativa al tema geoingegneria. Inoltre hai anche detto una scemenza (che hanno sparato solo quegli idioti del TG italiano, e che nel loro studio non hanno mai proposto), ovvero l'ossido di alluminio


è proprio David Keith a parlare di ossido di alluminio e titanato di bario

www.pnas.org/content/107/38/16428
www.pnas.org/content/pnas/107/38/16428.full.pdf

Paul Crutzen invece se non sbaglio è stato uno dei primi ad ipotizzare l'uso dei composti dello zolfo

qui invece si parla di diossido di silicio o diossido di titanio rilasciato sotto forma di polvere o di diossido di silicio come prodotto della combustione di un additivo nel carburante per gli aerei

publications.parliament.uk/pa/cm200708/c...s/memo/1264/ucm1.pdf
www.atmos-chem-phys.net/15/11835/2015/acp-15-11835-2015.pdf
www.nextbigfuture.com/2007/06/geoenginee...counter-climate.html
patents.google.com/patent/US20120117003A1/en
www.futurepundit.com/archives/cat_climate_engineering.html
www.futurepundit.com/archives/004079.html
www.sciencemag.org/news/2014/11/what-hav...ring-boffins-learned
groups.google.com/forum/#!topic/geoengineering/DPxD0Vl_Wuk
www.ncpathinktank.org/pub/ba607

Di più
19/07/2019 12:40 #30198 da Primus eccetera
Risposta da Primus eccetera al topic Durata scie chimiche
ne ho cliccati 4 o 5 ma sono tutte ipotesi/brevetti/studi di fattibilità.
Chiedevo un'altra cosa (analisi di materiali), comunque grazie

Di più
19/07/2019 14:14 #30199 da Sertes
Risposta da Sertes al topic Durata scie chimiche

Primus eccetera ha scritto: ma ricordo che se questo discorso lo fa la Greta di turno, ci rivoltiamo come bisce; com'è la storia, quando fa comodo, esiste il global warming, e quando non fa comodo è una gretinata?

Beh, allora dovresti vedere quando ricordiamo che la maggior parte delle emissioni umane è collegata all'industria degli allevamenti. Allora apriti cielo, se il complottista medio si scopre dalla parte del carnefice invece che dalla parte della vittima scattano comportamenti stizziti ed infantili che fanno invidia all'asilo nido.
Allora tocca ricordare che magari alcuni criticano il progetto Greta non tanto per quello che dice (vero e sacrosanto) ma per il restante effetto che ha sull'opinione pubblica: la normalizzazione dell'autismo e anzi l'esaltazione del ritardo asperger
Ma qui andiamo pesantemente off-topic, e dopotutto stiamo parlando con gente che non vede le scie chimiche ufficiali e riconosciute, figuriamoci discutere di temi controversi.

Di più
19/07/2019 15:59 #30206 da NiHiLaNtH
Risposta da NiHiLaNtH al topic Durata scie chimiche

esiste il global warming, e quando non fa comodo è una gretinata?


chi ha detto che esiste il global warming ( riscaldamento causato da co2 ) ?
lista degli utenti per favore

Di più
19/07/2019 16:39 #30207 da Primus eccetera
Risposta da Primus eccetera al topic Durata scie chimiche
il post di sertes poco sopra

Di più
19/07/2019 16:53 #30208 da orsoinpiedi
Risposta da orsoinpiedi al topic Durata scie chimiche
se questo è fuel dumping,io mi taglio i testicoli


o forse qualcuno ha tirato la catena del cesso.

Di più
19/07/2019 17:11 #30209 da orsoinpiedi
Risposta da orsoinpiedi al topic Durata scie chimiche
Credo che molti di noi abbiano notato,in certi momenti,ed il sole ad un certo angolo,quando la scia si è espanza creando quel famoso cielo latteo,una certa irridescenza:
IRIDESCENZA DELLE SCIE CHIMICHE

Secondo il fisico canadese Neil Finley questi effetti atmosferici rappresentano una firma chimica delle irrorazioni clandestine in atto.

ARCHI CHIMICI

Come ha raccontato Finley, il 16 giugno 2006, mentre guidava nella Statale 1 vicino a Victoria (British Columbia), "Mi fermai per vedere una piatta nuvola bianca, incredibilmente bianca, incredibilmente ampia. Era sconvolgente da vedere".

La luce solare riflessa da quella enorme nuvola innaturale attraverso la sua sfumata visiera solare "occultava" il sole, come ha detto lui, in strisce prismatiche: "tutto rosa, verde e viola". Una tale "birifrangenza", ha spiegato Finley, "non si verifica mai con il vapore acqueo, perché la separazione dei colori si ha solo in un sistema di rifrazione cristallino".

Tali interferenze prismatiche con lunghezze d'onda luminose avvengono solo con "materiale solido estremamente, estremamente fine", ha spiegato di nuovo Finley. Queste fini particelle sospese "generano campi di interferenza attorno ad ogni particella, cambiando il colore della luce".

Finley ha detto che si stava riferendo specificamente agli agenti chimici rilasciati artificialmente nel cielo da "aviocisterne".

Mentre il vapore acqueo che si solidifica in cristalli di ghiaccio ad elevate altitudini può predisporre dei "paraeli" (cerchi luminosi) attorno al Sole e un'occasionale aureola attorno alla luna, gli oleosi colori dell'arcobaleno visti molto più comunemente nelle scie dei jets e nelle nuvole artificiali sono firme chimiche, ha riferito.

Esattamento come più volte ho visto.

Di più
19/07/2019 18:07 - 19/07/2019 18:12 #30210 da orsoinpiedi
Risposta da orsoinpiedi al topic Durata scie chimiche
A proposito del termine scie chimiche(termine stupido ad un problema inesistente per i debunker )

Come nasce il termine “Chemtrails” (o “Scie Chimiche”)?
In un sito(che ora non ricordo) leggevo : “La responsabilità per aver iniziato la diffusione della bufala delle scie chimiche può essere attribuita al giornalista americano William Thomas, al conduttore radiofonico Art Bell ed ad un altro conduttore radiofonico americano, Bill Brumbaugh (quest’ultimo è considerato da molti come uno dei principali artefici della bufala)… dei furbi hanno pensato di sfruttare le persone che non sanno che gli aerei possono naturalmente emettere delle scie, o che sono troppo giovani per sapere che queste scie gli aerei le hanno sempre emesse, e quindi hanno creato la bufala delle scie chimiche, la quale va avanti imperterrita dal 1995. L’opinione generale è che ancora una volta si approfitta della scarsa conoscenza generale di una cosa per tirarci su un fiorente mercato complottistico, e d’altronde i fatti confermano tutto ciò…. sostenere l’esistenze delle scie chimiche, oltre a rivelare l’ignoranza e la malafede di chi le propone, è ILLEGALE ed è punibile severamente dalla LEGGE, cosa che prima o poi accadrà“ citando art. 656 . art. 658 e art. 661 . (1)

Se non è Attivissimo ad averlo scritto,certamente è suo fratello.
Qual'è la verita?
United States Air Force Academy – Dipartimento di Chimica USAFA gia nel 1990 usava il termine"scie chimiche.La copertina del fascicolo per il corso del 1990 è questa www.nogeoingegneria.com/wp-content/uploads/2013/04/libro_p.jpg -ed il libro,pubblicato nel 1992, conservato nella Biblioteca della Kent State University, a titolo “Chemtrails” ISBN: 0840378246 da Staff USAF e pubblicato da: Kendall / Hunt Publishing Company ed è del maggio 1992

Come si evice il termine "scie chimiche"non è stato coniato dai cosidetti"complottisti".
Atro esempio lo abbiamo nel – HR 2977 sotto il nome di Space Preservation Act nel 2001 -un disegno di legge introdotto dal Senatore statunitense Kucinich.
Il termine “Chemtrails” compare sotto la categoria di “Arma esotica”
La sua richiesta verteva sull' eliminazione delle armi nello spazio,che comprendeva : (i) electronic, psychotronic, or information weapons;
(ii) chemtrails;
(iii) high altitude ultra low frequency weapons systems;
(iv) plasma, electromagnetic, sonic, or ultrasonic weapons;
(v) laser weapons systems;
(vi) strategic, theater, tactical, or extraterrestrial weapons; and
(vii) chemical, biological, environmental, climate, or tectonic weapons.

Chemtrails????Ma guarda un pò,questi complottisti.
Il documento: fas.org/sgp/congress/2001/hr2977.html
Fatto curioso è che la seconda stesura,quella poi approvata,non riposta più il termine chemtrails.Che strano
Il testo finale : fas.org/sgp/congress/2002/hr3616.html

Che i debunker non ci scassino la m....a
Ultima Modifica 19/07/2019 18:12 da orsoinpiedi.

Di più
19/07/2019 21:25 - 19/07/2019 21:28 #30214 da Tavernello Acido
Risposta da Tavernello Acido al topic Durata scie chimiche
Purtroppo in questi giorni non potrò essere costante nella discussione e probabilmente farò solo 1 intervento al giorno (si spera). Da settimana prossima invece devo abbandonare temporaneamente la discussione. Lo dico per evitare di far gasare i vari orsi selvatici che potrebbero nuovamente esultare di gioia nel non vedermi più.

Piero68

Piero68: Comunque nel Cloud Atlas le scie di condensa non sono previste

Condensation trails (contrails)
Three condensation trails (I, 2, 3) can be seen. They expand with time. The two older trails (I, 2). probably made 15-30
minutes before the picture was taken, have assumed a fleecy aspect, while the most recent onc (3). which is just being
produced, merely looks like a white streak in the sky. Numerous Cirrus clouds can also be seen; they may have developed out of contrails formed earlier. A weak trough associated with a low near Iceland was passing over southern England. Rather humid and warm air. associated with a weak warm front at about 700 km distance, was invading the higher layers of the troposphere from the north-west.

Condensation trails (contrails)
The sky is erossed in every direction by contrails of different ages. As they expand progressively they form fluffy or fibrous
clouds and it is impossible to say with certainty whether there are also clouds of natural origin in the sky. Note the pendant
swellings, like inverted toadstools, at 1-2, typical of recently formed contrails. From an anticyclone in the south-west a strong ridge of high pressure extended over the area. In the higher layers, advection of warm and rather humid air was in progress from the north-north-east. The associated warm front was at about 250 km west-north-west of Farnborough; it caused only light precipitation when it passed.

www.google.com/url?sa=t&source=web&rct=j...Xbzo1PQm75un8goytrrt

Piero68: E' chiaro che non tutte le nubi portano pioggia

Peccato che sei stato tu a dirlo

Piero68: Le scie di condensa non mi pare diano origini a precipitazioni ma si dissolvono semplicemente nell'atmosfera. Quindi non possono essere classificate come nuvole



Charliemike

Ridi che ti fa bene alla salute


Orso

effettuare tramite aeromobili

Va bene, credi a quello che ti pare. Non parlo con i muri

Chiarisco,quante volte esisteranno le condizioni atmosferiche in base alla temperatura,all'altezza,alla pressione,ed in questo caso direi anche alla saturazione del ghiaccio.

Evidentemente non hai capito mai NULLA di quello che ho detto. Anzi, non hai idea di che significhino i termini. Intanto l'altezza e la pressione non c'entrano niente! L'altezza non è mai stato un fattore fisico, ma lo è la pressione che è collegata ad essa. Bastava dire solo una delle 2. Ma in ogni caso è sbagliato, la pressione non c'entra un cazzo, e lo ho già dimostrato.

IO HO SEMPRE DETTO CHE UNA SCIA PERSISTE SE RAGGIUNGE L'RHI (CHE È IL PUNTO DI SATURAZIONE), E QUESTO È DATO DALLA QUANTITÀ DI UMIDITÀ (RH) IN FUNZIONE DELLA TEMPERATURA.

Le scie di condensa costituite da particelle di ghiaccio, la situazione più comune, persisteranno per ore se le condizioni ambiente eccedono la saturazione su ghiaccio, ad esempio se eccedono l'umidità ambientale relativa del 60-70% (tabella). Quando l'umidità ambiente è minore della saturazione su ghiaccio, le scie composte da cristalli di ghiaccio sublimeranno (cioè passeranno allo stato di vapore) in secondi o minuti, dipendentemente dalla densità della scia

Che è esattamente quello che ho sempre detto. SVEGLIA.
Tra l'altro il rapporto che hai citato, è sia presente nel mio articolo, che lo stesso al quale si ispira la tabella di persistenza. Ti sei autoaffondato definitivamente


se questo è fuel dumping,io mi taglio i testicoli

Ahhaahah. Siccome sarai un uomo di parola, aspetteremo il certificato medico che attesterà la tua castrazione. L'aereo è un AP-3C Orion, ed ha proprio lì gli scarichi del carburante. Ne tu hai mai fornito un motivo per cui non dovrebbe essere così. www.metabunk.org/explained-search-plane-...ean-fuel-dump.t3378/

ARCHI CHIMICI

Peccato che zio Marcianò abbia copiato paro paro le frasi di William Thomas (il famoso cazzaro senza fonti). Infatti il suo articolo originale, è il suo classico fatto di parole senza mai un riferimento.
www.metabunk.org/original-source-for-nei...ut-chemtrails.t4343/
Le nuvole iridiscenti sono state già affrontate. È un fenomeno naturalussimo che anche avviene per le nuvole, dovuto allo scattering (vedi il documento di Gierens linkato nel forum sopra)
www.google.com/search?q=iridescent+clouds&tbm=isch

Space Preservation Act nel 2001

Dello S.P.A. ne abbiamo già parlato allo sfinimento. Si tratta di un documento mai letto dal senatore, che venne scritto da 2 iper complottisti (che credevano anche [mica solo però] alla macchina del tempo e agli amici rettiliani), che non è mai stato approvato fino a diversi anni dopo, dove è stata rimossa tutta la parte imbecille delle scie chimiche.
contrailscience.com/kucinich-chemtrails-and-hr-2977/


"Overcast"
Gli aerei (così come lo fanno le macchine o le navi) hanno sempre prodotto metalli pesanti come prodotto di scarto. Ma allora, in base a cosa deduciamo se sia in corso il complotto delle scie chimiche o meno? Ovviamente in base alla quantità, altrimenti dovremmo ammettere tutti che le nostre auto e le navi emettono scie chimiche. Sono quantità ridicole, ma pur sempre presenti.
Nello studio si legge la quantità di 3 parti per milione (si vede anche nel video), questo significa che l'alluminio occupa lo 0,0003% del composto del jet A1. Mentre il bario lo 0,000008%. È questo il complotto? Che nelle scie ci siano particelle di fuliggine che contangono anche metalli, già si sapeva e sta scritto pure SUL SITO DELLA NASA (come è normale che sia).
science-edu.larc.nasa.gov/contrail-edu/science.html
Il punto sta nella quantità, altrimenti dovremmo gridare al complotto delle scie chimiche che fuoriescono dalle nostre auto. Quegli imbecille di Overcast non hanno capito un bel nulla.

La copertina del fascicolo per il corso del 1990

Già, peccato che NON C'ENTRI UN CAZZO CON LE SCIE CHIMICHE, MENTRE SI TRATTA DI UN LIBRO DI CHIMICA.


NiHiLaNtH

Guarda che Keith non c'entra nulla con il servizio del tg2. Quello si riferisce al documento di Smith che ho citato sopra, CHE NON PARLA DI ALLUMINIO. INFATTI NEI FUTURI ESPERIMENTI SARANNO UTILIZZATI SOLFATI. Che si ipotizzò anche l'alluminio già si sapeva, venne citato pure da Teller. Inoltre Keith nell'intervista parla proprio di solfati, visto che verranno usati quelli.
Ultima Modifica 19/07/2019 21:28 da Tavernello Acido.

Di più
20/07/2019 00:36 #30217 da orsoinpiedi
Risposta da orsoinpiedi al topic Durata scie chimiche
Classico dei debunker.Ti sommergono di documenti,che pensano tu non leggerai mai.Ma ti sbagli,ci vorrà tempo,ma li tradurro' e ti risponderò con calma.Intanto,non ti permettere di storpiare il mio nik,poi dimmi se le condizioni per la formazione di scie permanenti è la stessa ai poli ed all'equatoriale.In secondo luogo,forse colpa dell'alcol,non hai capito un c...di ciò che dicevo sulla saturazione del ghiaccio e sulle condizioni particolarissime in cui le scie si manifestano.Pulisci le orecchie,io ho chiesto quante volte si manifestano quelle situazioni.Non mi interessa una ceppa dei dati che porti sino allo sfinimento.Ho riportato anche io quei dati,e sono giusti, ma non è quello il punto.L'informazione che non date mai ,è quante volte queste situazioni si presentano.Per essere più chiaro,hai mai controllato,vedendo una scia permanente,se in quel momento esistevano le condizioni necessarie?
Ora ti lascio al tuo Tavernerio, per di più acido,e mi gusto,con calma,il mio Kavalan Solis.

Di più
20/07/2019 00:59 - 20/07/2019 08:38 #30218 da Tavernello Acido
Risposta da Tavernello Acido al topic Durata scie chimiche

non ti permettere di storpiare il mio nik

Oh, non sia mai. Ti pare che rischio ancora l'ergastolo?


Comunque mi fa piacere che te la sia presa per la parte più scherzosa dell'intero commento.

dimmi se le condizioni per la formazione di scie permanenti è la stessa ai poli ed all'equatoriale.

TI HO GIÀ RISPOSTO

Pulisci le orecchie,io ho chiesto quante volte si manifestano quelle situazioni.

Ma santo Dio ti ho già risposto 3/4 volte
Puliscile tu e ascolta le risposte. Io non posso forzare le risposte ad entrare nel cervello, se non ti piacciono mi spiace per te.

Per essere più chiaro,hai mai controllato,vedendo una scia permanente,se in quel momento esistevano le condizioni necessarie?

Si, quando faccio planespotting

E comunque sei tu che "sommergi di prove fasulle", per cui non si capisce perché non dovrei sommergere io di risposte. Tu attieniti ad una discussione più lineare e vedrai altrettanto tornare indietro.
Ultima Modifica 20/07/2019 08:38 da Tavernello Acido.

Di più
20/07/2019 09:13 - 20/07/2019 09:16 #30222 da orsoinpiedi
Risposta da orsoinpiedi al topic Durata scie chimiche
Facciamo cosi,siccome sono un poco rincoglionito (ma lo dico io e nessun altro),e siccome dici una valanga di stronzate messe insieme in post chilometrici,per di più in lingua straniera,se vuoi discutere,facciamo a domanda singolare risposta secca.
La prima è : quante volte,in termini percentuali, ci sono in atmosfera,le condizioni affinché si formino le scie chimiche?
Forse sbaglio,ma a questa domanda NON HAI MAI RISPOSTO.
Ultima Modifica 20/07/2019 09:16 da orsoinpiedi.

Di più
20/07/2019 10:16 #30224 da Tavernello Acido
Risposta da Tavernello Acido al topic Durata scie chimiche
Te lo dico l'ultima volta, quindi

Pulisci le orecchie

Wikipedia: I cirri coprono fino al 25% della terra


Questo significa che nel 25% del pianeta esistono condizioni di circa il 100% di RH ad altitudine di volo. Ma in realtà si tratta molto più del 25%, perché come ho spiegato le condizioni di persistenza (ovvero di saturazione) sono ben diverse da quelle di formazione delle nuvole. C'è quindi solitamente uno scarto che va mediamente dal 20 al 40% di umidità relativa. Questo significa che è ancora più probabile del famoso 25%.

Usually a little more humidification is required which brings the relative humidity to over 100 percent, a state known as supersaturation, before a cloud will form... If the quantity and composition of the dust content is ideal, condensation may begin at a relative humidity below 100 percent. If the air is very clean, it may take high levels of supersaturation to produce cloud droplets. But typically condensation begins at relative humidity a few tenths of a percent above saturation


www.weather.gov/source/zhu/ZHU_Training_...velopment/clouds.htm

Comunque mi sono accorto che a questo avevo risposto solo 1 volta a pagina 2. Quella che avevo quotato già diverse volte era l'altra sulle vecchie scie che facevi finta di non vedere


Se io scrivo messaggi kilometrici dipende da voi, non da me. Io rispondo solo alle accuse che fate voi, non ho mai ancora messo roba in mezzo.

Di più
20/07/2019 13:19 #30228 da orsoinpiedi
Risposta da orsoinpiedi al topic Durata scie chimiche
Allora sarò ancora più chiaro,visto che continui a non capire:Quante volte,SU UNA SINGLA ZONA,ci sono le condizioni per la formazione delle SCIE PERSISTENTI (e qui entra in ballo anche il concetto di saturazione su ghiaccio,nonostante con ironia tu mi risponda con il classico" che c.....c'entra.)

Di più
20/07/2019 13:34 - 20/07/2019 13:35 #30229 da Tavernello Acido
Risposta da Tavernello Acido al topic Durata scie chimiche
Quante volte su una singola zona non significa niente. L'umidità si sposta da una zona all'altra. Possono esserci una fila di giorni consecutivi in cui c'è saturazione, e una fila di giorni consecutivi in cui non c'è. Così come può esserci oggi e domani no. Così come può esserci la mattina e non più al pomeriggio. Così come può esserci a 11.000 e a 11.500 metri no. O può esserci a 13.000 e a 9.000 no. La natura non ha nessuna regola da dover seguire. Al massimo puoi prevedere i prossimi giorni od ore, ma non hai nessuna regola che dice un giorno si e tre no, o cose del genere. Ho già detto che bisogna guardare i giornalmente i dati GFS (e non le radiosonde, che per quanto ottime nella misurazione della temperatura hanno problemi e difetti nel calcolo di umidità a temperature estremamente basse.
Ultima Modifica 20/07/2019 13:35 da Tavernello Acido.

Di più
20/07/2019 20:30 #30236 da orsoinpiedi
Risposta da orsoinpiedi al topic Durata scie chimiche
Come non significa nulla.E' una questione essenziale.Sono testimone che da un cielo perfettamente azzurro e senza il più piccolo sbuffo di nuvola,poi,per tutto il giorno,ho visto aerei rilasciare scie permanenti,ed il cielo diventa permanentememte lattiginoso,mi dici che la zona non ha importanza?L' osservazione deve essere su una sola zona di cielo,e su quella zona verificarne le condizioni.Altra considerazione,mi spieghi come altri aerei,in quei giorni (e si,perché la questione si è ripetuta per una ventina di giorni di seguito,il mio periodo di spiaggia )non rilasciavano alcuna scie,a pochi altri scie brevissime,al massimo circa 60 (cronometrate).Preciso che questi aerei passavano sopra e sotto le scie persistenti.Non ricordo esattamente l'anno,doveva essere il 2007/2008,ma dimostrami che le condizioni per la formazione di scie persistenti,che si allargano in un ampia coltre lattiginosa,possono persistere per così tanto tempo,e come è possibile che aerei che non fanno alcuna scia,ed altri con breve scia,possano passare tra le altre scie persistenti a diverse altezze.Tutti ,nello stabilimento hanno notato il fenomeno,pochi se ne sono interessati.Successivamente ho studiato i valori di umidità e temperatura di alcuni centri,ma ho trovato un solo giorno in cui,per alcune ore ,i valori espressi ,davano la possibilita di scie persistenti a quote,se non ricordo male, dai 9000 agli 11000 metri.Sfortunatamente erano dati di altre zone,e non mi dimostravano nulla circa la mia zona

Di più
21/07/2019 00:06 #30241 da Tavernello Acido
Risposta da Tavernello Acido al topic Durata scie chimiche
Non significa nulla nel senso che non esiste un modo di stabilire una durata massima di giorni per cui possono o meno persistere. E hai capito benissimo quello che volevo dire, NON HO DETTO CHE NON SONO IMPORTANTI LE CONDIZIONI GIORNALIERE, non mentiamo. Ho detto che è imbecille credere che ci sia un calendario stabilito di giornate adatte alla persistenza.

Poi,per tutto il giorno,ho visto aerei rilasciare scie permanenti,ed il cielo diventa permanentememte lattiginoso

L'ho già spiegato perché. E non è nulla di nuovo. Ormai siamo alle solite scemenze ripetute allo sfinimento.
1944 The News, Frederick, MD March 07

È molto comune vedere grosse scie ogni giorno lasciate dai bombardieri ad alta quota...
In Idaho ho visto scie di condensazione formarsi in un cielo perfettamente chiaro e quattro ore dopo è risultato un cielo completamente coperto...
Mentre alcune scie persistono per diverse ore, altre sono solo di breve durata

newspaperarchive.com/news-mar-07-1944-p-10/

mi spieghi come altri aerei,in quei giorni (e si,perché la questione si è ripetuta per una ventina di giorni di seguito,il mio periodo di spiaggia )non rilasciavano alcuna scie,a pochi altri scie brevissime,al massimo circa 60 (cronometrate)

PERCHÉ LE CONDIZIONI ATMOSFERICHE VARIANO INCREDIBILMENTE CON L'ALTITUDINE, ad un'altezza avrai una condizione e 300 metri sopra potresti anche averla diversa. Gli aerei volano per livelli di volo, per cui non sono alla stessa altezza.
Vedi qua per una risposta più completa
luogocomune.net/LC/forum/scie-chimiche/7...-di-2?start=30#27091

ma dimostrami che le condizioni per la formazione di scie persistenti,che si allargano in un ampia coltre lattiginosa,possono persistere per così tanto tempo

Non significa nulla, anzi ti sei autocontradetto. Se ci sono le condizioni di persistenza perché dovrei spiegare come mai la scia dura a lungo? MA SIANO SERI? Se ci sono le condizioni di persistenza è ovvio che persiste. Sta frase non significa nulla, quindi ipotizzo che tu abbia sbagliato a scrivere.

e come è possibile che aerei che non fanno alcuna scia,ed altri con breve scia,possano passare tra le altre scie persistenti a diverse altezze.

Risposta sopra

Successivamente ho studiato i valori di umidità e temperatura di alcuni centri,ma ho trovato un solo giorno in cui,per alcune ore ,i valori espressi ,davano la possibilita di scie persistenti a quote,se non ricordo male, dai 9000 agli 11000 metri.Sfortunatamente erano dati di altre zone,e non mi dimostravano nulla circa la mia zona

Bene

Di più
21/07/2019 23:57 #30286 da orsoinpiedi
Risposta da orsoinpiedi al topic Durata scie chimiche
Tavernerio, non so come "citare"col tablet, ma spero che tu mi capirai ugualmente.
Per quanto concerne la tua prima considerazione,come sempre travisi a modo tuo il mio pensiero.Le condizioni giornaliere sono importanti,come credo che anche tu lo pensi,ma sono andato oltre,chiedendo quante possibilità/probabilità ci sono che le condizioni in atmosfera permettano la formazione di scie PERSISTENTI per minimo una ventina di giorni consecutivi e con caratteristiche identiche nei voli degli aerei. Dimostramii che in piena estate,alle nostre latitudini,questo è un fatto normale.
Per quanto concerne il giornale del 1944,ometti di considerare che quei motori erano molto,molto inquinanti,con altissimo rilascio di particolato.E tu sai perfettamente come si formano le goccie d'acqua nelle nuvole.
Alla tua terza risposta,diventi ridicolo.Secondo te a 9000 abbiamo condizioni per le scie (ricordati che parlo sempre di scie PERSISTENTI),a 9500 non si forma nessun scia a 10000 invece riprendono le giuste condizioni per riperderle a 10500.Visivamente valuti benissimo se un aereo passa sopra o sotto una scia.Le scie che si intersecano erano talmente tante e visibili,a stadi diversi di espansione,e contemporaneamente.Allora non potevo valutarne l'altezza effettiva a cui viaggiavano gli aerei,ma sicuramente 4/5 scie erano ad altezze diverse(punti di intersezione).Altre invece non si intersecano, e non potrei di niente.Ma gli aerei che non rilasciavano nulla ci passavano sia sopra che sotto le diverse scie.
Alla quarta tua domanda allora devo arguire che tu credi in condizione arlecchino,ORA SI,ORA NO ,ORA SI,ORA NO.Azzo che atmosfera...Puoi dimostrarmelo?
Quinta tua risposta,dove io mi sono autocontradetto.Anche qui Travis, e fai finta di non capire.QUELLE CONDIZIONI SUSSISTONO PER UNA VENTINA DI GIORNI.Ora,ti ripeto, ci sono studi scientifici che spiegano questo?
Alla sesta risposta,....no,non hai risposto ( vedi la quinta)
Settima tua risposta,il tuo laconico "bene".BENE COSA?Che non ho mai riscontrato in nessuna località la condizioni sopra la mia testa,e che vivo in un posto speciale,con condizioni mai riscontrate da nessuna altra parte ?Be,forse è meglio chiudete il discorso.

Di più
21/07/2019 23:57 #30287 da orsoinpiedi
Risposta da orsoinpiedi al topic Durata scie chimiche
Tavernerio, non so come "citare"col tablet, ma spero che tu mi capirai ugualmente.
Per quanto concerne la tua prima considerazione,come sempre travisi a modo tuo il mio pensiero.Le condizioni giornaliere sono importanti,come credo che anche tu lo pensi,ma sono andato oltre,chiedendo quante possibilità/probabilità ci sono che le condizioni in atmosfera permettano la formazione di scie PERSISTENTI per minimo una ventina di giorni consecutivi e con caratteristiche identiche nei voli degli aerei. Dimostramii che in piena estate,alle nostre latitudini,questo è un fatto normale.
Per quanto concerne il giornale del 1944,ometti di considerare che quei motori erano molto,molto inquinanti,con altissimo rilascio di particolato.E tu sai perfettamente come si formano le goccie d'acqua nelle nuvole.
Alla tua terza risposta,diventi ridicolo.Secondo te a 9000 abbiamo condizioni per le scie (ricordati che parlo sempre di scie PERSISTENTI),a 9500 non si forma nessun scia a 10000 invece riprendono le giuste condizioni per riperderle a 10500.Visivamente valuti benissimo se un aereo passa sopra o sotto una scia.Le scie che si intersecano erano talmente tante e visibili,a stadi diversi di espansione,e contemporaneamente.Allora non potevo valutarne l'altezza effettiva a cui viaggiavano gli aerei,ma sicuramente 4/5 scie erano ad altezze diverse(punti di intersezione).Altre invece non si intersecano, e non potrei di niente.Ma gli aerei che non rilasciavano nulla ci passavano sia sopra che sotto le diverse scie.
Alla quarta tua domanda allora devo arguire che tu credi in condizione arlecchino,ORA SI,ORA NO ,ORA SI,ORA NO.Azzo che atmosfera...Puoi dimostrarmelo?
Quinta tua risposta,dove io mi sono autocontradetto.Anche qui Travis, e fai finta di non capire.QUELLE CONDIZIONI SUSSISTONO PER UNA VENTINA DI GIORNI.Ora,ti ripeto, ci sono studi scientifici che spiegano questo?
Alla sesta risposta,....no,non hai risposto ( vedi la quinta)
Settima tua risposta,il tuo laconico "bene".BENE COSA?Che non ho mai riscontrato in nessuna località la condizioni sopra la mia testa,e che vivo in un posto speciale,con condizioni mai riscontrate da nessuna altra parte ?Be,forse è meglio chiudete il discorso.

Di più
21/07/2019 23:57 #30288 da orsoinpiedi
Risposta da orsoinpiedi al topic Durata scie chimiche
Tavernerio, non so come "citare"col tablet, ma spero che tu mi capirai ugualmente.
Per quanto concerne la tua prima considerazione,come sempre travisi a modo tuo il mio pensiero.Le condizioni giornaliere sono importanti,come credo che anche tu lo pensi,ma sono andato oltre,chiedendo quante possibilità/probabilità ci sono che le condizioni in atmosfera permettano la formazione di scie PERSISTENTI per minimo una ventina di giorni consecutivi e con caratteristiche identiche nei voli degli aerei. Dimostramii che in piena estate,alle nostre latitudini,questo è un fatto normale.
Per quanto concerne il giornale del 1944,ometti di considerare che quei motori erano molto,molto inquinanti,con altissimo rilascio di particolato.E tu sai perfettamente come si formano le goccie d'acqua nelle nuvole.
Alla tua terza risposta,diventi ridicolo.Secondo te a 9000 abbiamo condizioni per le scie (ricordati che parlo sempre di scie PERSISTENTI),a 9500 non si forma nessun scia a 10000 invece riprendono le giuste condizioni per riperderle a 10500.Visivamente valuti benissimo se un aereo passa sopra o sotto una scia.Le scie che si intersecano erano talmente tante e visibili,a stadi diversi di espansione,e contemporaneamente.Allora non potevo valutarne l'altezza effettiva a cui viaggiavano gli aerei,ma sicuramente 4/5 scie erano ad altezze diverse(punti di intersezione).Altre invece non si intersecano, e non potrei di niente.Ma gli aerei che non rilasciavano nulla ci passavano sia sopra che sotto le diverse scie.
Alla quarta tua domanda allora devo arguire che tu credi in condizione arlecchino,ORA SI,ORA NO ,ORA SI,ORA NO.Azzo che atmosfera...Puoi dimostrarmelo?
Quinta tua risposta,dove io mi sono autocontradetto.Anche qui Travis, e fai finta di non capire.QUELLE CONDIZIONI SUSSISTONO PER UNA VENTINA DI GIORNI.Ora,ti ripeto, ci sono studi scientifici che spiegano questo?
Alla sesta risposta,....no,non hai risposto ( vedi la quinta)
Settima tua risposta,il tuo laconico "bene".BENE COSA?Che non ho mai riscontrato in nessuna località la condizioni sopra la mia testa,e che vivo in un posto speciale,con condizioni mai riscontrate da nessuna altra parte ?Be,forse è meglio chiudete il discorso.

Di più
22/07/2019 00:00 #30289 da orsoinpiedi
Risposta da orsoinpiedi al topic Durata scie chimiche
MALEDETTO TABLET.Scusatemi

Tempo creazione pagina: 0.163 secondi

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. INFO