Il problema delle Fasce è l'elettronica?

Di più
06/10/2018 11:41 - 06/10/2018 11:42 #21264 da kamiokande
@ finzi78 e Polidoro_

Vi ringrazio per i complimenti :shake: , cerco solo di rendermi utile per come posso.

"La stampa è morta" (Egon Spengler - Ghostbuster)
Ultima Modifica 06/10/2018 11:42 da kamiokande.

Di più
06/10/2018 20:32 - 06/10/2018 20:34 #21269 da Calipro
@Kamiokande

Oltretutto è da fine 2017 che hai aperto il thread sul tuo simulatore (a parametri pubblicati e verificabile da tutti) a smentita del simulatorissimo di NVidia:
luogocomune.net/LC/forum/missioni-apollo...fisicamente-corretto

...e finora i debunkers non si sono nemmeno fatti vivi!
A Ottobre non hanno semplicemente avuto ancora nulla da ridire, nemmeno sui dettagli.

Quindi possiamo iniziare a dire che il tuo simulatore rispecchia la realtà, altrimenti ti avrebbero segnalato errori. E possiamo iniziare a sostenere che il simulatorissimo di NVidia (a parametri non pubblicati e non verificabile) è palesemente errato.

E quasi quasi potremmo iniziare a spiegare la cosa sui forum che parlano di schede video, perché se quelle di NVidia simulano le scene in questo modo, magari i loro potenziali clienti hanno il diritto di saperlo, giusto? :-)
Ultima Modifica 06/10/2018 20:34 da Calipro.

Di più
07/10/2018 11:25 #21274 da kamiokande
@ Calipro
Se è per questo neanche lo studio sulle pellicole fotografiche ha ricevuto repliche, comunque siamo già abbondantemente off topic, quindi sarebbe meglio parlare di queste cose nei rispettivi thread.

"La stampa è morta" (Egon Spengler - Ghostbuster)

Di più
07/10/2018 12:20 - 07/10/2018 14:59 #21275 da finzi78
@ Kamiokande
Dunque, per provare a mettere un punto fermo, potrei affermare in parole molto povere:
L'attraversamento in velocità delle FVA (almeno attraverso le zone di minore "spessore") non comporta criticismi insormontabili, in base ai dati attualmente a disposizione, nè per l'elettronica nè per la biologia umana. Tutto ciò, però, in assenza di eruzioni/tempeste solari di forte intensità.
Invece, ciò che non é stato rilevato e studiato ancora oggi, é l'effetto (su elettronica e corpo umano) delle radiazioni cosmiche che sarebbero state assorbire dai vari equipaggi, con esposizioni continue di diversi giorni.
E sappiamo - se ho ben capito - che si tratta di radiazioni molto potenti.
Questo suscita interrogativi sulla effettività dei sette allunaggi, specie vista la mancanza di test con animali che avrebbero dovuto essere spediti per primi lassù a "saggiare" gli effetti delle radiazioni cosmiche, nonchè gli effetti di altri fenomeni di cui non si poteva sapere nulla se non forse a livello teorico, ma non in concreto, non essendoci mai andati prima.

Edit:
Per l'aspetto "effetti biologici" abbiamo le tartarughe delle missioni Zond, come hai spiegato.
Ma bisognerebbe anche capire - e tu stesso poni la questione mi sembra - quanto sia attendibile un test su un rettile, piuttosto che su un mammifero come la scimmia, biologicamente affine a noi.

In the land of the blind, the one-eyed man is king
Ultima Modifica 07/10/2018 14:59 da finzi78.

Di più
07/10/2018 15:01 - 07/10/2018 15:06 #21278 da Sacco
Trattasi di particelle cariche ma non sono raggi gamma o X non serve il piombo per schermarle< le fasce di Van Allen non esistono ai poli

Radiation plan for the Apollo lunar mission
arc.aiaa.org/doi/abs/10.2514/6.1969-19

Finzi78

Questo suscita interrogativi sulla effettività dei sette allunaggi, specie vista la mancanza di test con animali che avrebbero dovuto essere spediti per primi lassù a "saggiare" gli effetti delle radiazioni cosmiche, nonchè gli effetti di altri fenomeni di cui non si poteva sapere nulla se non forse a livello teorico, ma non in concreto, non essendoci mai andati prima.


cosesovietiche.blogspot.com/2015/12/zond...ri-viventi-luna.html

La missione Zond 5 fu realizzata dal programma spaziale sovietico in preparazione a un futuro volo con equipaggio in orbita lunare e con successivo rientro sulla Terra.

La Sojuz 7K-L1 sarebbe infatti servita come precursore delle capsule di volo umano intorno alla Luna.

Lanciata dal poligono di Tjuratam il 15 di settembre del 1968, Zond 5 raggiunse la Luna dopo tre giorni di viaggio e sorvolò il satellite naturale fino a una distanza minima di 1.950 chilometri dalla superficie.

Durante il viaggio verso la Luna si presentarono dei guasti interni al veicolo che costrinsero la capsula a utilizzare i sensori di riserva per poter proseguire la missione senza alcun problema.

Dopo aver svolto efficacemente il sorvolo lunare Zond 5 prese la rotta verso la Terra scattando fotografie di alta qualità al nostro pianeta da una distanza di 90.000 chilometri.

I fotogrammi della Terra, ottenuti dall'orbita lunare, permisero al programma spaziale sovietico di ammirare le immagini del pianeta tre mesi prima che gli astronauti americani scattassero le stesse fotografie durante la missione Apollo 8.

Il rientro in atmosfera avvenne il 21 di settembre con il sistema di paracadute azionato a 7 chilometri di altezza dal suolo per rallentare la corsa.

Per la prima volta una sonda costruita dall'uomo era ritornata sulla Terra dopo aver effettuato un sorvolo lunare.

La missione diede al mondo occidentale un importante segnale: il programma Zond costituiva una prima fase di preparazione dello sbarco umano sulla Luna. I Sovietici avevano infatti sperimentato su Zond 5 anche il canale di trasmissione vocale. I segnali delle voci dei tecnici erano stati captati dall'osservatorio di Jodrell Bank, ma il ministro degli esteri sovietico aveva immediatamente smentito che si fosse trattato di un veicolo nei pressi della Luna.

La notizia del volo attorno alla Luna, già sospettata dall'osservatorio inglese, fu infine confermata dall'agenzia di stampa sovietica il 21 di settembre del 1968.

Lo scopo di questo insolito carico era lo studio delle reazioni dei voli nello spazio translunare sugli esseri viventi e le capacità di adattamento degli organismi agli ambienti dello spazio cosmico.

Secondo le divulgazioni dell’Accademia delle Scienze la Sojuz in questione trasportava anche un manichino alto 175 centimetri e pesante 70 chili che conteneva un rilevatore di radiazioni.

Grazie al suo carico biologico la Zond 5 risulta essere la prima navicella potenzialmente abitabile lanciata verso la Luna.

Il 20 di settembre del 1968 l'Unione Sovietica dichiarò che la sonda con gli esseri viventi a bordo aveva sorvolato il nostro satellite ma che non vi era al momento alcuna missione lunare umana in programma.

Gli esseri viventi a bordo erano riusciti a sopravvivere all'intero viaggio ritornando sulla Terra in buone condizioni e dimostrando agli scienziati sovietici che per gli organismi viventi era biologicamente possibile sopravvivere a un sorvolo lunare e ritornare salvi sulla Terra.

Dopo il recupero della capsula si constatò che le tartarughe avevano perso circa il 10 percento della loro massa corporea ma erano rimaste attive per tutta la durata del viaggio e in particolare al ritorno sulla Terra non avevano dimostrato meno appetito rispetto al momento prima del lancio.

La missione, che tra i vari obiettivi aveva previsto anche lo studio degli effetti delle radiazioni e dei voli spaziali su esseri viventi, si era risolta nel migliore dei modi
Ultima Modifica 07/10/2018 15:06 da Sacco.
Ringraziano per il messaggio: finzi78

Di più
07/10/2018 16:52 #21279 da Ilriga

Calipro ha scritto: @Kamiokande

Oltretutto è da fine 2017 che hai aperto il thread sul tuo simulatore (a parametri pubblicati e verificabile da tutti) a smentita del simulatorissimo di NVidia:
luogocomune.net/LC/forum/missioni-apollo...fisicamente-corretto

...e finora i debunkers non si sono nemmeno fatti vivi!
A Ottobre non hanno semplicemente avuto ancora nulla da ridire, nemmeno sui dettagli.

Quindi possiamo iniziare a dire che il tuo simulatore rispecchia la realtà, altrimenti ti avrebbero segnalato errori. E possiamo iniziare a sostenere che il simulatorissimo di NVidia (a parametri non pubblicati e non verificabile) è palesemente errato.

E quasi quasi potremmo iniziare a spiegare la cosa sui forum che parlano di schede video, perché se quelle di NVidia simulano le scene in questo modo, magari i loro potenziali clienti hanno il diritto di saperlo, giusto? :-)


Permettimi una considerazione.
Quello che scrive kamiokande è si interessante, ma è alquanto tecnico, e come tale interpretabile da chi è tecnicamente preparato.
Chi non capisce un cazzo di quello che scrive, sarebbe tenuto almeno “moralmente” a definire le sue teorie interessanti.
Io, almeno, le prendo per quello che sono, ossia...”interessanti”.
Chi le prende per oro colato può essere definito o un grandissimo coglione, o uno che ha qualche particolare interesse a riguardo dell’argomento discusso.
Detto questo, mi pare che sia stato chiesto , a suo tempo, se il “modello kamiokande” fosse quantomeno stato testato anche sulle fotografie ritenute corrette, ma non trovo nulla a riguardo.
Questo intervento per dire cosa vi chiederete voi?
Mi piacerebbe vedere il “modello kamiokande” discusso da chi è in grado di discuterlo, mentre vedo che è preso in considerazione da molti che non hanno minimamente le basi sia per capirlo che men che meno per discuterlo.
Interessante invece come esista molta più tolleranza per chi la pensa come voi (tipo mikelek) rispetto a chi non la pensa come voi, ma questo non mi sconvolge più di tanto.

Di più
07/10/2018 17:41 #21280 da Calipro
[OT]

Ilriga ha scritto: Quello che scrive kamiokande è si interessante, ma è alquanto tecnico, e come tale interpretabile da chi è tecnicamente preparato.


Ed è quello che è successo. Addirittura, durante il dibattito, i simulatori erano diventati in un certo senso di moda e un debunker esperto aveva iniziato anche lui a farne uno per il famoso movimento della bandiera, dovuto a suo dire allo sfiato di una valvola. Ma poi non se n'è fatto più nulla.

Vai tranquillo che il simulatore di kamiokande è stato analizzato nei minimi dettagli dai debunkers tecnicamente preparati.

Mi piacerebbe vedere il “modello kamiokande” discusso da chi è in grado di discuterlo


E' esattamente questo il punto. Di tutti i debunkers con una certa competenza che ci sono qui, nessuno ha trovato errori. Nessuno ne ha discusso.
La mancanza di debunkate fatte da gente competente è proprio quella che mi indica che la cosa è inoppugnabile.

Se ci fossero stati errori, anche piccoli, i debunkers si sarebbero fatti vivi senz'altro.
Se non mi credi prova tu a pubblicare qualcosa del genere e a sbagliare una virgola.

Di più
07/10/2018 19:39 - 07/10/2018 19:41 #21281 da kamiokande
@ Calipro e Ilriga

Non è questo il thread giusto per parlare del mio modello, evitiamo di dirottare la discussione. Ilriga, la questione è molto meno complessa di come sembri, se hai domande da farmi sono disponibile a risponderti. Esistono due thread specifici, possiamo continuare lì.

@ finzi78

La radiazione cosmica è molto diversa dalla radiazione terrestre o che si trova nelle fasce. In merito all'elettronica sappiamo che hanno mandato molte sonde automatizzate nello spazio oltre le fasce prima delle missioni Apollo, quindi avevano già un buon livello di confidenza, anche se per una missione umana occorre comunque fare verifiche rigorose. Un conto è perdere una sonda (come è capitato con qualche sonda Ranger), un conto è perdere degli astronauti.

Gli effetti biologici della radiazione cosmica rimangono uno dei problemi aperti a causa di mancanza di studi in vivo. Sempre per rimanere nel mondo dell'assurdo, su Apollo 17, l'ultima missione Apollo, hanno imbarcato anche 7 topi per studiare l'effetto dei raggi cosmici sul cervello dei roditori. Hanno scelto quindi Apollo 17 invece che Apollo 8, cosa che a mio parere sembra comunque "comica", visto che mandi persone assieme a topi per verificare l'effetto delle radiazioni; il che sarebbe come sperimentare un farmaco contemporaneamente su animali e su persone, ovvero un nonsense.

Le tartarughe hanno una capacità di resistenza alle radiazioni molto superiori all'uomo. Studi, fatti quando gli animalisti non esistevano, hanno mostrato che la dose di raggi X letale per il 50% dei soggetti esposti (LD50) per le "tartarughe scatola" (Terrapene) corrisponde a 1500 rad, mentre per gli esseri umani sappiamo (da studi fatti quando i diritti umani già c'erano ma non erano molto rispettati) che bastano 200 rad .

Chiudo dicendo che i Russi, in collaborazione con gli Americani, hanno effettuato diversi studi (dal 1966 al 1996) in orbita bassa per verificare gli effetti di microgravità e radiazione su materiale biologico ed esseri viventi, tramite le sonde Bion (da cui ho ricavato i dati per il grafico che ho postato in precedenza)



ma sempre in orbita bassa. Nel 1983 hanno persino mandato in orbita per 5 giorni 2 macachi con il Kosmos 1514



Ovviamente per prepararsi al lancio della stazione spaziale MIR avvenuto nel 1986.

"La stampa è morta" (Egon Spengler - Ghostbuster)
Ultima Modifica 07/10/2018 19:41 da kamiokande. Motivo: corretti refusi
Ringraziano per il messaggio: finzi78

Di più
07/10/2018 19:40 #21282 da Ilriga

Calipro ha scritto: [OT]



Vai tranquillo che il simulatore di kamiokande è stato analizzato nei minimi dettagli dai debunkers tecnicamente preparati.

Mi piacerebbe vedere il “modello kamiokande” discusso da chi è in grado di discuterlo


E' esattamente questo il punto. Di tutti i debunkers con una certa competenza che ci sono qui, nessuno ha trovato errori. Nessuno ne ha discusso.
La mancanza di debunkate fatte da gente competente è proprio quella che mi indica che la cosa è inoppugnabile.

Se ci fossero stati errori, anche piccoli, i debunkers si sarebbero fatti vivi senz'altro.
Se non mi credi prova tu a pubblicare qualcosa del genere e a sbagliare una virgola.


Ma va la.
È stato discusso forse da una persona, uno con la stessa voglia e passione per i modelli proposti da kamiokande, alla stragrande maggioranza non importa una sega di perdere ore e ore dietro complicate formule e programmi vari dai.

Di più
08/10/2018 00:09 - 08/10/2018 00:12 #21284 da finzi78

Ma va la.
È stato discusso forse da una persona, uno con la stessa voglia e passione per i modelli proposti da kamiokande, alla stragrande maggioranza non importa una sega di perdere ore e ore dietro complicate formule e programmi vari dai.


Ma allora di che stiamo parlando?
Se si fa avanti chi é in grado di discuterlo, ne parlerà con Kamiokande nella sede opportuna. Lui stesso si é dichiarato disponibile mi pare.
Ma se alla "stragrande maggioranza non importa una sega di perderci tempo", significa che quella stragrande maggioranza non vuole fare contestazioni, o non é in grado di farle. Pertanto almeno per ora il modello rimane valido. A questo ci arrivo anch'io che sono un ignorante totale in materia.
In conclusione, é insensato sviare questo thread in un OT evidentemente inutile

In the land of the blind, the one-eyed man is king
Ultima Modifica 08/10/2018 00:12 da finzi78.

Di più
08/10/2018 08:36 - 08/10/2018 09:58 #21286 da Rebelde
Ilriga

Ma va la.
È stato discusso forse da una persona, uno con la stessa voglia e passione per i modelli proposti da kamiokande, alla stragrande maggioranza non importa una sega di perdere ore e ore dietro complicate formule e programmi vari dai.


Ma certo, ti piacerebbe è?
Ti piacerebbe rimanere costantemente nelle discussioni sterili da bar nelle quali puoi scatenarti come anche i debunkers non esperti, vero?
Ti piacerebbe che le discussioni rimangano al livello di semplici opinioni personali date dalla ignoranza in materia
per continuare poi all'infinito senza arrivare a conclusioni certe, vero?
Fantastico, quando c' è un esperto che fa le pulci alle pulci, non va bene ugualmente perchè è troppo esperto rispetto a te
e non puoi contestarlo se non dopo esserti sbattuto chissà quanto a studiare a fondo l'argomento per verificare quanto dice.
Troppo facile caro mio, troppo comodo.
E sbattiti, studia!
Altrimenti fai come fanno gli altri, stattene zitto e cerca di imparare prima di postare.
Partecipa solo alle discussioni alle quali puoi competere.
Chiedi informazioni, cerca di capire, impara qualcosa e non giudicare prima.
Fai come ha fatto JProctor che ha lanciato la discussione ma poi, dopo dimostrazioni e dati professionali, giustamente, non ha continuato.
Ultima Modifica 08/10/2018 09:58 da Rebelde.

Di più
08/10/2018 08:58 #21287 da Ilriga

Rebelde ha scritto: Ilriga

Ma va la.
È stato discusso forse da una persona, uno con la stessa voglia e passione per i modelli proposti da kamiokande, alla stragrande maggioranza non importa una sega di perdere ore e ore dietro complicate formule e programmi vari dai.


Ma certo, ti piacerebbe è?
Ti piacerebbe rimanere costantemente nelle discussioni sterili da bar alle quali puoi scatenarti come anche i debunkers non esperti, vero?
Ti piacerebbe che le discussioni rimangano al livello di semplici opinioni personali date dalla ignoranza in materia
per continuare poi all'infinito senza arrivare a conclusioni certe, vero?
Fantastico, quando c' è un esperto che fa le pulci alle pulci, non va bene ugualmente perchè è troppo esperto rispetto a te
e non puoi contestarlo se non dopo esserti sbattuto chissà quanto a studiare a fondo l'argomento per verificare quanto dice.
Troppo facile caro mio, troppo comodo.
E sbattiti, studia!
Altrimenti fai come fanno gli altri, stattene zitto e cerca di imparare prima di postare.
Partecipa solo alle discussioni alle quali puoi competere.
Chiedi informazioni, cerca di capire, impara qualcosa e non giudicare prima.
Fai come ha fatto JProctor che ha lanciato la discussione ma poi, dopo dimostrazioni e dati professionali, giustamente, non ha continuato.


veramente ho detto che si prende per oro colato quello che scrivono gli esperti (in questo caso il lavoro di kamiokande) senza avere la capacità di capire cosa dice quel lavoro.
Nel caso specifico qualcuno (Calipro) qui ha detto che, dato il lavoro fatto da kamiokande, il modello nvidia è sbagliato.
Benissimo, qualcuno qui dentro è in grado di confermare che il modello nvidia è sbagliato e quello kamiokande è corretto?

Di più
08/10/2018 09:52 - 08/10/2018 09:54 #21288 da Rebelde
Veramente stai dimostrando che ti stai arrampicando sugli specchi.
meglio che lasci stare fino a quando non sarai in grado di competere e sostenere le tue posizioni.
Tutto questo tuo discorso è solo polvere, caos, confusione e sbilanciamento della discussione su altri temi non inerenti.
Ribadisco quanto detto prima, se non puoi competere perchè sei ignorante in materia,
sbattiti e studia altrimenti come fanno gli altri evita di intervenire.
Ultima Modifica 08/10/2018 09:54 da Rebelde.

Di più
08/10/2018 12:25 #21289 da Ilriga

Rebelde ha scritto: Ribadisco quanto detto prima, se non puoi competere perchè sei ignorante in materia,
sbattiti e studia altrimenti come fanno gli altri evita di intervenire.


Mi stai riprendendo perchè hai capito e studiato il modello di kamiokande, e lo ritieni corretto rispetto a quello nvidia?
O mi stai quotando solo per rompermi i coglioni?

  • JProctor
  • Avatar di JProctor Autore della discussione
  • Offline
  • La scienza non è tecnocratica (m.k.)
Di più
08/10/2018 13:34 #21290 da JProctor

Rebelde ha scritto: Fai come ha fatto JProctor che ha lanciato la discussione ma poi, dopo dimostrazioni e dati professionali, giustamente, non ha continuato.

Io non sono più intervenuto semplicemente perché dopo il quinto commento di Crotti nessuno ha più tentato di rispondere nel merito alla domanda originale, dimostrando lo stallo esistente. Ai post con "dati professionali" di Kamiokande io ho risposto eccome, come si può vedere.
Come ho già detto, sarebbe più saggio evitare di presumere a vanvera e concentrarsi solo su ciò che viene scritto.

Kamiokande mi ha anticipato ma vedo che no ha fatto presa: Ilriga, Rebelde, questo non è il thread per discutere delle simulazioni di Kamiokande. Continuate lì la discussione se volete.

Di più
08/10/2018 20:43 #21291 da Rebelde

Kamiokande mi ha anticipato ma vedo che no ha fatto presa: Ilriga, Rebelde, questo non è il thread per discutere delle simulazioni di Kamiokande. Continuate lì la discussione se volete.


E no, bello mio, non rigirare la frittata.
Io non ho cominciato il discorso simulazioni.
vedi di non scadere così in basso con questo giochetto furbesco, non perdere così tanto di stile.

Di più
09/10/2018 09:41 - 09/10/2018 09:47 #21294 da kamiokande
@ JProctor

Mi spiace di aver contribuito (sia direttamente che indirettamente) al deragliamento del topic, ma lo stallo io non lo vedo, la risposta è stata data. Se questa è la domanda:

Esistono prove che l’elettronica di guida della capsula Orion sia più sensibile alle radiazioni rispetto a quella della capsula Apollo e rispetto ad un organismo umano?

Ripeto che la risposta è no. Perché l'elettronica di Orion, che usa componenti standard, come qualunque sistema electronica è in grado di resistere a dosi migliaia di volte superiori a quella del corpo umano senza rompersi , e questo è un fatto. L'altro fatto è che l'unico problema che può incorrere l'elettronica di Orion sono i single event effects (SEE) , errori software dovuti all'interazione della radiazione ionizzante con l'elettronica. Tutti questi fattori, come mostra il documento che ho riportato, sono stati ampiamente previsti e l'elettronica di Orion ha funzionato anche meglio del previsto, in particolare i computer di navigazione (due principali, per la ridondanza, ed uno per il controllo di errore) non hanno mostrato alcun errore durante il funzionamento (zero bit error).

Se vuoi altri dati ti riporto una pagina del libro "Radiation defects on electronic systems" del 1966

Dove si leggono due cose:

1) che la dose stimata per l'attraversamento delle fasce è di 10 rad/h, che vanno al pari dei 13 rad/h della chandrayaan-1 e dei 20 rad/h riportati da Van Allen nel paper "The Danger Zone" del 1961 (e con questo rispondo anche a Crotti che continua a fare la stessa domanda, alla quale do sempre la stessa risposta, Van Allen nel 1961 dice che la zona è inabitabile, non che non si può attraversare, quindi occorre starne al di dentro o al di fuori, e per starne al di fuori occorre attraversarla);
2) che l'elettronica del 1966 ha una soglia di sopportazione pari o superiore a 10^4 rad, ovvero 10000 rad, ovvero 10 krad, l'uomo ha una soglia di sopportazione a 0.2/0.4 krad, l'elettronica moderna qualificata per lo spazio arriva anche fino a 1000 krad (1000krad > 10krad > 0.2krad, QED)

Prendiamo per esempio il componente FPGA (Field Programmable Gate Array) Virtex-5QV

• Guaranteed 1 Mrad(Si) total ionizing dose per method 1019
• Guaranteed SEE latch-up immunity to LET >100 MeV per mg-cm²

Ovvero per danneggiarlo fisicamente occorrono 1 megarad ovvero 1000krad, ed un nucleo atomico con un Linear Energy Transfer (LET) > 100 MeV/(cm²/mg), e questi sono gli spettri della radiazione cosmica



E per una eruzione solare



Dove si vede che non c'è nulla sopra 100 MeV/(cm²/mg), e che comunque i flussi di particelle a quei livelli sono praticamente nulli. Quindi l'elettronica moderna batte tranquillamente l'elettronica del 1966, anche perché ora esistono tecniche di produzione che utilizzano tecnologie di per se resistenti alle radiazione, e sicuramente più resistenti dei processi usati nel 1966. Se si considera poi che su Orion gli effetti dovuti a SEE sono stati ampiamente previsti e sono avvenuti solo su componenti minori (la VPU), possiamo quindi smentire con i dati l'affermazione che l'elettronica di Orion sia più sensibile alle radiazioni dei componenti usati sull'Apollo.

Questo però porta con se anche il fatto che le fasce di Van Alle sono tranquillamente superabili a bordo di duna capsula come Orion, ed io aggiungo di una capsula come era il modulo di servizio e comando Apollo.

"La stampa è morta" (Egon Spengler - Ghostbuster)
Ultima Modifica 09/10/2018 09:47 da kamiokande. Motivo: corretto unità di misura del LET
Ringraziano per il messaggio: JProctor, Crotti

Di più
09/10/2018 13:03 #21298 da Crotti

kamiokande ha scritto: 1) che la dose stimata per l'attraversamento delle fasce è di 10 rad/h, che vanno al pari dei 13 rad/h della chandrayaan-1 e dei 20 rad/h riportati da Van Allen nel paper "The Danger Zone" del 1961 (e con questo rispondo anche a Crotti che continua a fare la stessa domanda, alla quale do sempre la stessa risposta, Van Allen nel 1961 dice che la zona è inabitabile, non che non si può attraversare, quindi occorre starne al di dentro o al di fuori, e per starne al di fuori occorre attraversarla);

Io ho chiesto lumi basandomi sulle dichiarazioni di Van Allen contenute in American Moon; ho letto ciò che hai scritto ed è assolutamente plausibile....a questo punto direi che sarebbe utile anche un parere di Massimo sulla questione, giusto per sapere cosa pensa a riguardo.

  • JProctor
  • Avatar di JProctor Autore della discussione
  • Offline
  • La scienza non è tecnocratica (m.k.)
Di più
09/10/2018 15:30 #21301 da JProctor
@Kamiokande
La tua risposta a Finzi era assolutamente giustificata e in tema. Non capisco perché ti scusi di cose che non hai fatto.
Il materiale da te presentato al commento #21294 meriterebbe l'homepage, è esattamente ciò di cui stavo parlando. Sopratutto l'e.g. dell'FPGA, che mostra una chiara fotografia della resilianza elettronica moderna rispetto a quella d'epoca. All'infuori di clamorose confutazioni, tutto ciò potrebbe tornare molto utile. Se qualcuno non lo avesse capito, dare una risposta alla domanda del topic significa togliere una ennesima foglia di fico ai debunkers che cavillano sulla domanda 3 del documentario. Se la loro obiezione fondamentale cade (ossia che il problema per i voli con equipaggio attraverso le Fasce è rappresentato dalla sensibilità dell'elettronica moderna) sarebbe dunque possibile anticiparla nel film per poi smontarla. Così come per la questione dell'ALSEP. Ma solo e unicamente se le prove sono inattaccabili. Mi dispiace solo che queste siano arrivate così tardi e non, per dire, due anni fa.

Di più
09/10/2018 18:34 #21308 da finzi78
Concordo: Kamiokande non é andato affatto OT, secondo me, e quindi non ha motivo di scusarsi.
Anzi, ha dimostrato disponibilità ed educazione (merce rara, ragazzi...) in ogni risposta.
Se c'è stato un leggero "ampliamento" del topic (non considerando nemmeno la questione dei rendering, che qui non c'entra assolutamente niente), forse l'ho provocato io con le mie domande.
Ma l'ho fatto sinceramente in buonafede, per tentare di avere un inquadramento generale sull'argomento FVA e quindi dei punti fermi

In the land of the blind, the one-eyed man is king

Di più
10/10/2018 22:45 #21315 da Nomit

MIKAHEL: Sei stato espulso.

ma...così non scoprirò mai il nome segreto di Gesù contenuto nel Corano! :blank:

Di più
22/07/2019 15:31 #30296 da charliemike
Visto che il thread sulle 42 domande è stato chiuso, approfitto di questo per fare la mia osservazione.
Se è già stata data risposta vi prego di indicarmi il link.

Grazie.

Ci stiamo litigando se le fasce sono pericolose o meno, oppure se la loro pericolosità può essere minimizzata da un passaggio veloce.

Ma ci stiamo dimenticando che al di fuori delle fasce ci sono le radiazioni cosmiche, ben più pericolose (p.es. raggi gamma contro cui non c'è protezione), che avrebbero bombardato navicella, LEM e gli astronauti per tutta la durata delle missioni 24h su 24.

Eppure "abbiamo avuto" ben 6 missioni sulla superficie lunare, due solo orbitali (A8 e A13), dove nessun astronauta ha riportato problemi da radiazioni e la strumentazione (a parte A13) ha avuto inconvenienti.
Le stesse pellicole usate nelle macchine fotografiche, come ha sottolineato anche Massimo, non presentano danni da radiazione.

Insomma, sembra che le FVA ci proteggono dal NIENTE.


Countdown to 1984

Di più
22/07/2019 20:33 - 22/07/2019 20:43 #30306 da Crotti

charliemike ha scritto: Visto che il thread sulle 42 domande è stato chiuso, approfitto di questo per fare la mia osservazione.
Se è già stata data risposta vi prego di indicarmi il link.

Grazie.

Ci stiamo litigando se le fasce sono pericolose o meno, oppure se la loro pericolosità può essere minimizzata da un passaggio veloce.

Ma ci stiamo dimenticando che al di fuori delle fasce ci sono le radiazioni cosmiche, ben più pericolose (p.es. raggi gamma contro cui non c'è protezione), che avrebbero bombardato navicella, LEM e gli astronauti per tutta la durata delle missioni 24h su 24.

Eppure "abbiamo avuto" ben 6 missioni sulla superficie lunare, due solo orbitali (A8 e A13), dove nessun astronauta ha riportato problemi da radiazioni e la strumentazione (a parte A13) ha avuto inconvenienti.
Le stesse pellicole usate nelle macchine fotografiche, come ha sottolineato anche Massimo, non presentano danni da radiazione.

Insomma, sembra che le FVA ci proteggono dal NIENTE.

Charlie, sei stato troppo gentile: fuori dalle fasce di Van Allen, gli astronauti si cuccano i venti solari, con protoni ed elettroni ad altissima energia che viaggiano a 2.000 km al secondo; raggi ultravioletti, raggi Alfa,Raggi X,Raggi Gamma e Raggi cosmici che viaggiano a 3.000 km al secondo.Chris Hadfield, astronauta canadese della NASA ci dice che «Senza l’intralcio della protezione offerta dall’atmosfera, i raggi cosmici ci bombardano all'interno della Stazione Spaziale, trapassandone lo scafo quasi come se non ci fosse. Colpiscono tutto quello che c’è all’interno, causando guai come blocchi dei nostri laptop e facendo sballare i pixel delle nostre fotocamere. I computer si riprendono con un riavvio, ma le fotocamere subiscono danni permanenti. Dopo circa un anno, le loro immagini sembrano coperte di neve elettronica». E tutto ciò in orbita bassa, schermati dalle fasce di Van Allen, ma senza la protezione dell'atmosfera.Pensa te nello spazio aperto, dove non c'è alcun tipo di protezione naturale a bloccare tutta sta' merdaccia radioattiva..Ed ancora, la dottoressa Ellen Stofan, Chief Scientist NASA, and principal advisor
to NASA Administrator, in un'intervista alla BBC del 2014 dichiara testualmente che: “NASA’s focus now is on sending humans beyond low-Earth orbit to Mars… We are trying to develop the technologies to get there, it is actually a huge technological challenge. There are a couple of really big issues. For one thing – Radiation. Once you get outside the Earth’s magnetic field we are going to be exposing the astronauts to not just radiation coming from the Sun, but also to cosmic radiation. That's a higher dose than we think humans right now should really get.” .In più, fossero stati veramente a camminare sulla Luna, i presunti eroi si sarebbero cuccati anche la quota di radiazioni proveniente dal suolo lunare, che, senza essere protetto ne da magnetosfera, nè tantomeno da atmosfera, è bombardato costantemente da 4 miliardi di anni da tutta le merdaccia radioattiva sopra descritta.Infatti io sostengo con forza che parlando di radiazioni spaziali, le Fasce di Van Allen sono solo la punta dell'iceberg...i veri problemacci arrivano una volta che si è FUORI dalle Fasce, nello spazio aperto.Solo che questo problema in American Moon è affrontato solo di "striscio" parlando dei danni delle radiazioni spaziali riferiti alle pellicole fotografiche.Quindi non saprei neanche io dove parlarne....magari aprendo un topic apposito.
Ultima Modifica 22/07/2019 20:43 da Crotti.

Tempo creazione pagina: 0.177 secondi

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. INFO