Il problema delle Fasce è l'elettronica?

Di più
26/09/2018 11:11 #21135 da michele.penello
Ciao,
da profano potrei sapere perché al mondo c'è questo: "Sonda giapponese atterra su un asteroide e invia le prime immagini"
Che implica "che si trova a 280 milioni di chilometri dalla Terra" e "Hayabusa 2 aveva raggiunto l’asteroide lo scorso giugno dopo un viaggio di 3 anni e mezzo lungo 3,2 miliardi di chilometri" e poi c'è Orion, che richiede studi su danni da radiazioni che i nostri amici debunker di quartiere dicono essere dovuti alla tecnologia e non alle persone.
La domanda è: ma se questi, e molti altri con tantissimi esperimenti (NASA compresa), stanno nello spazio profondo per anni, davvero siamo ancora qui a domandarci che danni possono provocare le radiazioni sui sistemi elettronici?

A logica, non capisco. Mi potreste spiegare?

www.corriere.it/scienze/18_settembre_25/...34b69fe8a3d_amp.html

Di più
26/09/2018 11:51 #21136 da Crotti

kamiokande ha scritto:

TdC Ghost ha scritto: @ Crotti

Nel paper pubblicato su Nature Van Allen mostra i risultati del PIONEER III stimando delle dosi tra 50 e 100 rads/ora dietro una schermatura tra 0.67 e 1 g/cm². Il grafico che posto qui di seguito mostra la dose oraria per un corpo che attraversi la fascia interna seguendo la stessa traiettoria di uscita (TLI) di Apollo 14 al variare della schermatura di Alluminio



Siccome il modulo di comando e servizio (CSM) aveva una schermatura superiore a 3 g/cm², puoi vedere quale possa essere stata la dose assorbita tenendo conto che il passaggio è durato circa 20 minuti (parliamo di meno di un rad).

Quindi ci troviamo di fronte ad un paradosso: Van Allen, dopo aver scoperto l'esistenza delle Fasce che portano il suo nome, dice che le radiazioni in quella zona sono così forti che se si vuole andare nello spazio l'astronave deve per forza avere una schermatura apposita anti-radiazioni, anche solo per un rapido passaggio attraverso le fasce stesse....e poi però pubblica un grafico dove si auto-smentisce sostenendo l'esatto contrario di quanto affermato da lui stesso precedentemente??Ma quel grafico da dove arriva, per curiosità?Fa parte delle "ritrattazioni" di Van Allen del 1982 (o giù di li)delle quali parlano i debunkers?

Ringraziano per il messaggio: Mikahel

Di più
26/09/2018 16:35 #21137 da Mikahel

michele.penello ha scritto: Ciao,
da profano potrei sapere perché al mondo c'è questo: "Sonda giapponese atterra su un asteroide e invia le prime immagini"
Che implica "che si trova a 280 milioni di chilometri dalla Terra" e "Hayabusa 2 aveva raggiunto l’asteroide lo scorso giugno dopo un viaggio di 3 anni e mezzo lungo 3,2 miliardi di chilometri" e poi c'è Orion, che richiede studi su danni da radiazioni che i nostri amici debunker di quartiere dicono essere dovuti alla tecnologia e non alle persone.
La domanda è: ma se questi, e molti altri con tantissimi esperimenti (NASA compresa), stanno nello spazio profondo per anni, davvero siamo ancora qui a domandarci che danni possono provocare le radiazioni sui sistemi elettronici?

A logica, non capisco. Mi potreste spiegare?

www.corriere.it/scienze/18_settembre_25/...34b69fe8a3d_amp.html


La logica, che mi sono dato io, è questa:

Se, supponiamo, una persona nascesse e vivesse tutto il suo tempo all'interno di una stanza che non ha aparenti uscite, ma al cui interno trova poche ma potenti persone che alleate e grazie a conoscenza che si passano l'un l'altro, lo convincono che oltre la stanza ci sono altre stanze ma per poterci andare devi usare i loro mezzi, tu cosa faresti al posto di questa persona?

La maggior parte di noi lavorerebbe per queste persone nella convinzione che solo obbedendo a questa logica, ed hai potenti quindi, si potrà un giorno uscire dalla stanza, così nessuno cercherà un'altro modo di uscire e soprattutto nessuno vorrà disobbedire.
Se invece la gente sapesse che vi sono i mezzi per uscirne, scoprirebbe di non avere alcuna dipendenza dai potenti.
E se sapessi chi sono i potenti, capiresti meglio.

PS: x tutti, Attenzione ad i troll, essi sono coloro che pretendono spiegazioni e prove delle versioni cosidette "non ufficiali" ma non ne danno alcuna delle spiegazioni ufficiali, partendo dal presupposto che se è scritto su un libro di scienza, allora è vero, oppure se c'è un immagine digitale, allora è vero, ma quanto a riuscire a spiegare e dimostrare la teoria "ufficiale" non lo faranno mai, se non inventandosi arzigogolati schemi, spesso coadiuvati da espressioni o frasi in lingue non nostre, cercando di ingannarti con una sorta di supercazzola, se li conoscete, li evitate.

Di più
26/09/2018 16:54 - 26/09/2018 16:54 #21138 da Aigor

PS: x tutti, Attenzione ad i troll, essi sono coloro che pretendono spiegazioni e prove delle versioni cosidette "non ufficiali" ma non ne danno alcuna delle spiegazioni ufficiali, partendo dal presupposto che se è scritto su un libro di scienza, allora è vero, oppure se c'è un immagine digitale, allora è vero, ma quanto a riuscire a spiegare e dimostrare la teoria "ufficiale" non lo faranno mai, se non inventandosi arzigogolati schemi, spesso coadiuvati da espressioni o frasi in lingue non nostre, cercando di ingannarti con una sorta di supercazzola, se li conoscete, li evitate.


Giuro che non ho capito nulla... ma magari è colpa mia.

"La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci" (I. Asimov - Il crollo della galassia centrale)
Ultima Modifica 26/09/2018 16:54 da Aigor.

Di più
26/09/2018 17:06 #21139 da Mikahel
avrò scritto di fretta :

I troll si rivolgono a te che hai dubbi sull'ufficialità di una cosa, senza dover spiegare perchè quella legge fisica o teoria è giusta, semplicemente pretendono che tu la accetti perchè è ufficiale (l'uomo è andato sulla luna, la terra è tonda, il cielo è blù perchè è blu, etc...).
Ma, se sei te a teorizzare o dimostrare con la logica che una cosa ufficiale non torna, allora pretendono le prove, gli scritti etc... cosa che ovviamente sanno sia impossibile o di difficile attuazione.
Ecco, questo è il modus operandi di persone pagate per disinformare, appunto i troll.

Di più
26/09/2018 19:46 - 27/09/2018 09:06 #21144 da kamiokande
@ Aigor

Mikahel ti sta dicendo che devi diffidare di me perché io, a suo insindacabile giudizio, sarei un troll per il solo fatto di avergli chiesto un riferimento per le sue affermazioni riguardo ai "punti d'appoggio necessari ai corpi per muoversi nello spaio vuoto". Ovviamente anche charliemike è in odore di trollaggine, ma io ho proprio il bollino dell'ufficialità! Infatti questa è la foto della mia patente



Chiaro ora?! Quindi fai attenzione a quel che dici :laugh: .

@ Crotti

Il grafico l'ho fatto io usando Oltaris, un software online creato dalla NASA per valutare l'effetto delle radiazioni nello spazio. Comunque non c'è alcun paradosso questo è quello che scriveva Van Allen nel 1959 su Nature







quindi dietro uno schermo di circa 1 g/cm² la dose andrebbe da 5-10 rep/h (rep/h = Röntgen equivalent physical per ora) a 50-100 rep/h a seconda della composizione (protoni/elettroni ed energia). Questo è quello che scriveva nello stesso hanno su Scientific American

File allegato:


Ovvero la stessa cosa. E questo è quello che ha scritto nel 1961 su Space World nell'articolo "The Danger Zone"

File allegato:


Qui ha fissato la dose assorbita nella fascia interna a 20 rep/h e specifica chiaramente che la zona è inabitabile, ovvero non ci si può mettere nulla che debba permanere (appunto abitare) per giorni, ma che per un passaggio come quello del Pioneer IV, che è durato 6 ore con una permanenza di circa 2 ore nella zona più intensa, una navicella con una schermatura leggera di 1 g/cm² assorbirebbe una dose di circa 10 rep. Per avere il 50% di probabilità di morte occorrono almeno 200 rep circa. Quindi ben prima del 1968, ed anche prima del famoso discorso di Kennedy, i dati riguardo l'attraversamento delle fasce erano stati pubblicati con le dovute osservazioni. Quindi nessuna ritrattazione.

In ultimo i dati della Zond 5, persino più bassi di quelli qui riportati, confermano la cosa.

[EDIT]Mi sono accorto ora che le ultime due pagine per qualche motivo sono state scalate dal server di sharing e quindi sono poco leggibili, appena ho tempo le riposto in un formato più leggibile.[/EDIT]
[EDIT2]Ho aggiornato le immagini sottolineando i punti esposti[/EDIT2]

"La stampa è morta" (Egon Spengler - Ghostbuster)
Ultima Modifica 27/09/2018 09:06 da kamiokande. Motivo: immagini aggiornate

Di più
26/09/2018 22:08 - 26/09/2018 22:20 #21146 da charliemike

kamiokande ha scritto: Ovviamente anche charliemike è in odore di trollaggine

Negativo. Io parlavo a te.
"Stai calmo e non cibare i trolls"


Scusa il malinteso. Dai tuoi interventi su LC ho imparato a conoscerti e so perfettamente che non sei un troll.


P.s.: chissà perchè ti immaginavo biondo.


Countdown to 1984
Ultima Modifica 26/09/2018 22:20 da charliemike.

Di più
27/09/2018 01:08 #21151 da kamiokande
@ charlie
[OT]
Nessun malinteso figurati! Io parlavo del fatto che l'amico Mikahel, se non ho capito male, avrebbe tacciato di trollagine anche te :laugh: . Quando l'ho letto la mia prima espressione è stata questa :omg: ma poi sono morto dalle risate.

Riguardo la foto, in genere in foto vengo peggio di come sono, il che è di per se difficile, ma può accadere. Il colore dei capelli l'ho ereditato da Satomi dei Bee Hive :rock: .
[Fine OT][Almeno Spero]

"La stampa è morta" (Egon Spengler - Ghostbuster)

Di più
27/09/2018 11:14 #21153 da Aigor
@kamiokande

Quello lo avevo capito... :hammer:

Non difettavo di comprensione per quanto riguarda l'obiettivo finale della supercazzola, semplicemente segnalavo che era espressa in modo incomprensibile :wink:

"La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci" (I. Asimov - Il crollo della galassia centrale)

Di più
27/09/2018 12:44 - 27/09/2018 12:46 #21155 da Mikahel

Aigor ha scritto: @kamiokande

Quello lo avevo capito... :hammer:

Non difettavo di comprensione per quanto riguarda l'obiettivo finale della supercazzola, semplicemente segnalavo che era espressa in modo incomprensibile :wink:


Sono testè andato a rileggerla, forse perché è nel mio modo di esprimermi, ma io non ho trovato il testo scritto in un modo incomprensibile.
Comunque ne approfitto per mostrare una volta di più che avevo ragione, forse kamiokande (visto che lo nega) non è un troll, ma di certo lo è il suo modo di esporre le cose, ha creato un post supercazzola degno di fare da esempio di come sgamare un troll.

Spero, questo, di averlo scritto in modo comprensibile.
Ultima Modifica 27/09/2018 12:46 da Mikahel. Motivo: Correzione

  • JProctor
  • Avatar di JProctor Autore della discussione
  • Assente
  • La scienza non è tecnocratica (m.k.)
Di più
27/09/2018 13:58 #21159 da JProctor
@Mikahel Basta con questa polemica infantile, hai già fatto deragliare abbastanza la discussione. RIENTRATE TUTTI IN TOPIC.

Di più
27/09/2018 14:53 #21160 da Mikahel
Infantile un par di cifoli, io le mie risposte le ho date non ho fatto deragliare un bel niente, sono di poco sopra.
Cercare di far capire i metodi usati per incasinare la discussione, è altresì importante.

Comunque metto un altro dubbio nel vespaio, perchè la Nasa non usa la vecchia tecnologia più 'resistente'?

Di più
28/09/2018 09:56 #21168 da michele.penello
Vedo che anche qui si prova un'attrazione irresistibile per guardare il dito e non la Luna. Potrei avere un vostro parere quanto più tecnico possibile in merito a quello che ho chiesto?
E' o non è questo tipo di contraddizione che fa cadere tutta la storiella dell' Orion che necessiterebbe di test per i componenti elettronici mentre sonde vanno da ogni parte del cosmo da anni?!

Di più
28/09/2018 15:39 - 28/09/2018 15:40 #21169 da Mikahel

michele.penello ha scritto: Vedo che anche qui si prova un'attrazione irresistibile per guardare il dito e non la Luna. Potrei avere un vostro parere quanto più tecnico possibile in merito a quello che ho chiesto?
E' o non è questo tipo di contraddizione che fa cadere tutta la storiella dell' Orion che necessiterebbe di test per i componenti elettronici mentre sonde vanno da ogni parte del cosmo da anni?!


Quello che ti ho scritto in risposta predentemente, era ovviamente per confermare la legittimità dei tuoi dubbi, è solo ridicolo ed inopportuno andare a cercare di difendere la posizione della Nasa con la sciocchezza della nuova tecnologia peggiore della precedente, una cretinata folle.
Ma ora ti posto questo video sul tubo per conferma di quel che dicevo, ovvero, lo sò che ti sembrerà folle e avrai la tendenza a scartare la cosa, ma questi sono coloro che ci mentono ed il motivo è per tenerci in schiavitù.
Vedrai da queste immagini che questi signori che ci mentono, non sono come noi, sono esseri differenti. Se li incontri per strada, non ti accorgi minimamente della loro differenza, sembrano umani, ma a volte, non sò perchè, ma grazie proprio alle telecamere i loro veri volti vengono fuori.
Nel video il tizio che parla ripete che indossano maschere, perchè anche lui non può capire ed accettare un'altra versione.

Dopo questo verrò screditato, anche perchè non posso mostrare le prove, è impossibile, ma bisogna rifletterci, se ci mentono ci deve essere un motivo forte, importante.
Ultima Modifica 28/09/2018 15:40 da Mikahel.

Di più
28/09/2018 16:20 #21170 da charliemike
@Mikahel
Nessun discredito, ma quella si chiama pareidolia.
it.wikipedia.org/wiki/Pareidolia


Countdown to 1984

Di più
28/09/2018 23:14 - 28/09/2018 23:14 #21172 da Fabrizio70

Potrei avere un vostro parere quanto più tecnico possibile in merito a quello che ho chiesto?
E' o non è questo tipo di contraddizione che fa cadere tutta la storiella dell' Orion che necessiterebbe di test per i componenti elettronici mentre sonde vanno da ogni parte del cosmo da anni?!


Se si vuole un parere tecnico servono dati tecnici , che tipo di processori e componenti usa Orion ?

Senza questi dati non si possono dare risposte definitive , usa un componente standard od un prototipo ?

Se la risposta è la seconda mi sembra ovvio che servano dei test a prescindere da quello che hanno usato fino ad ora , se la risposta è la prima bisogna verificare se gli standard sono adeguati per la missione ed in ogni caso essendoci delle vite umane di mezzo io farei in ogni caso dei test , non è detto che determinati componenti assemblati per un tipo di missione funzioni ugualmente bene per un altro tipo di missione, all'aumento della complessità aumenta anche la probabilità di guasto.

Detto questo in ogni caso la risposta dei debunker è fallace

Lo fa perché l'elettronica integrata usata nei veicoli spaziali di oggi è più sensibile agli effetti delle radiazioni di quanto lo fossero i cablaggi e i circuiti integrati semplici degli anni Sessanta per via della densità dei circuiti e della miniaturizzazione dei componenti, come descritto nella sezione 8.1.

E' vero che la miniaturizzazione aumenta la sensibilità dei componenti alle radiazioni ma questo se usi il processore di casa , per le missioni spaziali si usano processori dedicati che nulla hanno a che vedere con quelli normali ( infatti i satelliti funzionano perfettamente ) e ad un aumento della sensibilità corrisponde un aumento delle protezioni quindi non è questo il motivo dei test.

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
Ultima Modifica 28/09/2018 23:14 da Fabrizio70.

Di più
28/09/2018 23:53 - 28/09/2018 23:53 #21173 da Mikahel

charliemike ha scritto: @Mikahel
Nessun discredito, ma quella si chiama pareidolia.
it.wikipedia.org/wiki/Pareidolia


Hai visto il filmato? Non credo.
Comunque il filmato per me rappresenta una conferma, non un punto di partenza.
visto che bisogna essere certi, questo stuzzicherà la curiosità dei veri ricercatori, sperando avranno ulteriori e molto più concrete esperienze.
Ovviamente non è roba per i CiCaPisconopoco
Ultima Modifica 28/09/2018 23:53 da Mikahel.

Di più
29/09/2018 04:28 #21175 da FranZeta
Scusate l'intrusione, ma...non ci sono più i troll di una volta! Ricordo i bei tempi quando ci si sfanculava con @kamiokande per via delle trasformazioni di Lorentz o la radiazione del corpo nero...che tristezza vederlo qui a discutere sul fatto che i razzi nel vuoto non possono funzionare! E la gravità che fuori dall'atmosfera cessa di esistere...anche qui grandi disquisizioni con quel @RobertoXX (non ricordo le cifre al posto delle X)...
...Ricapitolando: nello spazio non c'è gravità, se vuoi spostarti devi fare leva sulla gravità, ergo nello spazio non ci si muove. Altrimenti, portami le prove! E chi lo nega è un troll. Forse la scuola italiana ha davvero sbagliato da qualche parte...

Perdonate l'OT, vi lascio al vostro thread.

FranZη
Ringraziano per il messaggio: Mikahel

Di più
29/09/2018 09:14 #21177 da Azrael66
Michele-Pennello.
Domanda legittima, tra l'altro la mitica sonda Voyager lanciata nel lontano Dettembre del 1977 sta ancora operando dopo ben 40 anni di attività, e continuerà a svolgere il suo compito fino al 2025!
"Nell'Agosto del 2012 la Voyager 1 ha oltrepassato l'eliopausa diventando il primo oggetto costruito dall'uomo ad uscire nello spazio interstellare."
it.wikipedia.org/wiki/Voyager_1

Non accontentarti dell'orizzonte, cerca sempre l'infinito.

Di più
29/09/2018 10:42 #21179 da Ghilgamesh

Fabrizio70 ha scritto:
Senza questi dati non si possono dare risposte definitive , usa un componente standard od un prototipo ?

Se la risposta è la seconda mi sembra ovvio che servano dei test a prescindere da quello che hanno usato fino ad ora ,


il "problema" è che in genere questo tipo di test, oramai, mica si fanno "live".

La società di mi fratello aveva inventato un nuovo tipo di tetto, per testarlo e ottenere le certificazioni, mica hanno dovuto aspettare 20 anni... hanno riprodotto in laboratorio i dati di stress di 20 anni di vita del tetto.

Fai prima e spendi meno.

Non si capisce perchè ste cose debbano testarle nello spazio, quando hanno tutti i dati relativi alle radiazioni (dalle varie sonde) e potrebbero replicarle più semplicemente in laboratorio.

Uno scettico dai piedi di balsa, inventore di una storia falsa ...

Di più
29/09/2018 12:00 - 29/09/2018 12:05 #21182 da Fabrizio70
Non perdi mai l'occasione di tacere a quanto leggo , devi sempre dimostrare la tua ignoranza , in quale laboratorio si può testare una capsula Orion sottoposta ad un flusso di particelle simile ?



Giusto per dare un'idea...

en.wikipedia.org/wiki/Cosmic_ray

Cosmic rays attract great interest practically, due to the damage they inflict on microelectronics and life outside the protection of an atmosphere and magnetic field, and scientifically, because the energies of the most energetic ultra-high-energy cosmic rays (UHECRs) have been observed to approach 3 × 1020 eV,[9] about 40 million times the energy of particles accelerated by the Large Hadron Collider.

Quindi ti puoi scordare di testare le alte energie , per quelle basse in quale acceleratore di particelle è presente una camera di collisione grande da contenere la capsula Orion ?

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
Ultima Modifica 29/09/2018 12:05 da Fabrizio70.

Di più
29/09/2018 16:45 #21186 da Ghilgamesh
Io non sono pratico e non ho mai detto di esserlo, MA i debunker paragonano spesso l'esposizione a "qualche radiografia" ... non si possono replicare?

per quelle basse in quale acceleratore di particelle è presente una camera di collisione grande da contenere la capsula Orion ?


Fortuna che di furbo ci sei te ... io che so stupido, testerei solo i componenti elettronici che mi interessano ... o nel caso della tuta per umani, un brandello di tuta per vedere quanto frena di questi raggi.

Ma ringraziando il cielo ci sei te, che sei studiato ... e ci hai informato che bisogna infilarla tutta la capsula ...

Uno scettico dai piedi di balsa, inventore di una storia falsa ...

Di più
30/09/2018 07:53 #21194 da Fabrizio70

io che so stupido, testerei solo i componenti elettronici che mi interessano ..


Eccerto , tu i componenti elettronici li lasci esposti all'esterno della capsula , io invece li metto all'interno e considero pure le protezioni date dai rivestimenti e materiali vari , che ovviamente risolvono un problema ma ne creano un altro...



Piuttosto che passare per stupido facevi una figura migliore se non intervenivi...

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849

Di più
30/09/2018 08:39 #21195 da Ghilgamesh
Niente Fabrì, quando scrivi na stronzata, n ce voi sta mai!

Eccerto , tu i componenti elettronici li lasci esposti all'esterno della capsula , io invece li metto all'interno e considero pure le protezioni date dai rivestimenti e materiali vari , che ovviamente risolvono un problema ma ne creano un altro...


No, io SE devo testare le protezioni, OLTRE ai componenti metto uno strato della protezione che devo studiare ... ma se tu preferisci costruire un accelleratore di particelle 1 volte più grande o mandare tutto nello spazio, sei libero di farlo ... un coglione, ma ugualmente liberissimo!

E su, avevi scritto una cazzata con la sonda che doveva essere infilata tutta, ora provi a metterci una pezza inventandoti che il pezzo si mette da solo ... le protezioni che hai studiato per proteggerlo no, che ce le metti a fare?!

L'orion ha (ipoteticamente!) una schermatura di 2 cm?

Quello sveglio ne mette un pezzo davanti al componente e vede quanto "protegge" ... il Fabri Fibra della situazione no, lui si sente in obbligo di mettere tutta la cazzo di capsula!

So approcci differenti ... lascio alla gente pensare a quale sia più efficace.

Uno scettico dai piedi di balsa, inventore di una storia falsa ...

Di più
30/09/2018 08:50 #21197 da Ghilgamesh
Per essere più specifici, aggiungo che un test "live" nello spazio, andrebbe molto a "fortuna", a DIFFERENZA dei test in laboratorio.

SE vuoi sapere se le protezioni funzionano anche in caso di eruzione o tempesta solare, DEVI avere il culo di beccarne una MENTRE fai il test... in laboratorio INVECE, avendo i dati, la simuli e vedi.


Quindi ripeto, fare test live mi sembra una grossa fesseria ... ma posso anche aspettarlmelo da gente che ha buttato 4 miliardi di dollari, facendo schiantase una sonda su Marte, per aver usato unità di misura differenti nel progetto ...
me lo aspetto, MA non rimane una cosa furba.

Uno scettico dai piedi di balsa, inventore di una storia falsa ...

Di più
30/09/2018 10:49 #21198 da Fabrizio70

SE vuoi sapere se le protezioni funzionano anche in caso di eruzione o tempesta solare, DEVI avere il culo di beccarne una MENTRE fai il test... in laboratorio INVECE, avendo i dati, la simuli e vedi


Giusto uno che vive in un mondo di fantasia può pensare che con delle vite in gioco le simulazioni corrispondano alla realtà...

F-22

Il primo test in volo avvenne il 7 settembre 1997, mentre i primi esemplari prodotti in serie furono consegnati alla base aerea di Nellis, Nevada, il 4 gennaio 2003.

F-35

Il primo prototipo dimostratore è stato presentato nel 2000 e il 15 dicembre 2006 è stato compiuto il primo volo. Data entrata in servizio: Luglio 2015 con i Marines

SU-35

Data primo volo 19 febbraio 2008 - Data entrata in servizio 2010

Y-20

Data primo volo 26 gennaio 2013 - Data entrata in servizio 26 dicembre 2015

A380

Il primo volo di prova è avvenuto il 27 aprile 2005. La prima consegna è stata effettuata il 15 ottobre 2007 alla compagnia aerea Singapore Airlines,[4] che il 25 ottobre ha realizzato il primo volo commerciale, da Singapore a Sydney.

EC-725

Il Caracal ha effettuato il suo primo volo il 27 novembre 2000 nei pressi di Marignane ed è stato presentato ufficialmente il 15 gennaio 2001. L'Armée de l'air ordinò 6 apparecchi consegnati nel 2005

AW-139

Data primo volo 3 febbraio 2001 - Data entrata in servizio 2003

Tutti fessi che dal giorno del primo volo fanno passare anni per la messa in servizio o per la consegna , è arrivato il genio...

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849

Di più
30/09/2018 11:18 - 30/09/2018 11:19 #21200 da Ghilgamesh

Giusto uno che vive in un mondo di fantasia può pensare che con delle vite in gioco le simulazioni corrispondano alla realtà...


Premesso che io, NON ho MAI usato il termine "simulazione", che ricorda una "simulazione al computer" ... ho proposto dei test in laboratorio, che sono sempre una simulazione, MA decisamente più realistica e concreta.
Premesso che, a quanto mi risulta, alla NASA non sembrano sbattersene molto delle tue IDEE ... visto che gli uomini oltre le fva, li avrebbero mandati allo sbaraglio, con il solo parere di Van Allen, che diceva si sarebbero fritti.
Si vede alla NASA c'hanno parecchia fantasia ...

Chiarito questo ... non capisco cosa c'entri o cosa me ne freghi di quanto tempo è passato dal test alla vendita.

Ho solo fatto notare che i test, in molti casi, si possono fare MEGLIO, in laboratorio!

I crash test mica li fanno in strada con gente vera!
Anche li ci sono "delle vite in gioco" ... quindi cosa stai dicendo?

Per sostenere l'impossibilità dei test in laboratorio, prima ti sei INVENTATO che bisogna testare tutta la capsula insieme ... quando per vedere la resistenza ai raggi cosmici dei componenti elettronici, ti basta farlo dei vari componenti.
Poi ti sei INVENTATO che io, quello stupido, non ho pensato alla protezione ... quando qualsiasi cretino, anche della NASA, capisce che se deve testare la resistenza di un componenete e le relative protezioni, ti basta mettercene un pezzo davanti!

Tra l'altro, potresti ANCHE provare il componenete SENZA protezioni, così vedi se regge pure senza, se non regge, metti protezioni e vedi, aumentando, che spessore DEVI mettere ... tutte cose che, in una prova live, NON puoi fare!

O hai fatto bene i calcoli, o butti tutta la Orion!

Vedi tu, cosa ti conviene fare ...

p.s. I tetti de mi fratello son certificati per 40 anni, fosse per te, avrebbero la certificazione fra 38 anni ... fortuna loro ragionano e l'anno scorso hanno vinto il Watt D'or in Svizzera! ^__^

Uno scettico dai piedi di balsa, inventore di una storia falsa ...
Ultima Modifica 30/09/2018 11:19 da Ghilgamesh.

Di più
30/09/2018 12:12 - 30/09/2018 12:27 #21203 da kamiokande
@ Fabrizio70 e Gilgamesh

Avete entrambi ragione.

@ Fabrizio70
Testing facility per i raggi cosmici ne esistono ma si contano su una mano, per esempio il Tandem Van de Graaff del Brookhaven National Laboratory, che riproduce abbastanza bene lo spettro dei "nuclei pesanti" (HZE) che si trova nei raggi cosmici ( vedi tabella ), e che è stato usato per testare i componenti di Mars Pathfinder .

@ Gilgamesh
Il fatto che si possa simulare con modelli, o con test semplificati, non significa sapere come si comporterà il sistema completo. L'affidabilità dei sistemi complessi, come i sistemi di guida e l'avionica in generale, va necessariamente testata sul campo, specie se la sua sicurezza impatta vite umane (perché la BMW fa crash test sia sulla serie 2 che sulla serie 3 se sono virtualmente identiche? Sono fessi?), alcuni difetti di design si vedono solo sul sistema completo ed integrato.

***
Il test EFT-1 è stato fatto principalmente per testare le prestazioni di rientro da una missione lunare o marziana.

Orion: EFT-1 Flight Test Results and EM-1/2 Status
II. EFT-1 Mission Description
[...]
The initial injection orbit was in low earth orbit. A second upper stage burn put the vehicle in an elliptical orbit with an apogee altitude of 5800 km. This elliptical orbit set up the conditions for re-entry at 81% (8.9 km/s) of the expected ∆V of a lunar return.
[...]

III. EFT-1 Flight Test Objectives and Instrumentation
[...]
Eighty-seven EFT-1 flight test objectives were identified in the early phases of the test development program. These objectives included verification of Orion’s subsystems ability to launch, control its trajectory with Operational Flight Instrumentation (OFI), complete all separation events, re-enter the Earth’s atmosphere at 20,000 mph and 4000 degrees F, land accurately in the Pacific Ocean and be recovered without damage. Eighty-one of the eighty-seven flight test objectives were fully satisfied with six being partially met. Four of the six objectives were related to suspect Developmental Flight Instrumentation (DFI) performance. Two flight test objectives related to the Crew Module Up-Righting System were partially met.

Riguardo alle radiazioni, tutti gli eventi osservati sono stati previsti in fase di progetto e le performance complessive dell'elettronica di bordo hanno confermato le aspettative, e per ceti aspetti funzionando anche meglio del previsto.

[...]
The APW (Avionics, Power, and Wiring) subsystems and the overall system performed exceptionally well. The margins at the subsystem level were as expected or better. Instrumentation data integrity was maintained overall. Only expected radiation impacts were noted. Several vision processing unit video field programmable gate array (FPGA) resets were observed in flight. The various root causes were anticipated and the ensuing FPGA reset was instigated by software as designed to resolve each issue. Each root cause is understood and either doesn’t apply for the upcoming exploration missions or will be resolved within the new exploration mission designs. There were no radiation induced resets of the vehicle management computers.

(Piccolo quiz: chi è uno dei responsabili di sistemi avionici di Orion? In particolare del backup flight software?) In generale si può affermare con certezza che il problema non sono le fasce (almeno in condizioni normali, ovvero in assenza di elevata attività solare, o SPE ). Questo grafico mostra la dose di radiazione accumulata da Orion durante l'EFT-1



La curva continua è il dato realmente misurato, la curva tratteggiata è la previsione che io ho fatto con OLTARIS partendo dai parametri orbitali della manovra di rientro, ed ipotizzando la schermatura media della capsula (5.5g/cm² di alluminio) sulla base dei dati Apollo. Come vedete il modello predice bene il comportamento reale, quindi l'ordine di grandezza della dose assorbita alla NASA già lo conoscevano. Parliamo di circa 18 rad complessivi, di cui circa 2 accumulati durante il primo passaggio (durato approssimativamente 20 minuti ), e 16 accumulati durante il secondo passaggio (durato approssimativamente 60 minuti). Se consideriamo che i componenti elettronici space-grade possono resistere anche fino a livelli di megarad prima di rompersi, capite che la dose accumulata non è il problema. Il problema maggiore sono i Single Event Upset , ovvero il cambio di stato di un registro di memoria, di un bus o di una unità di calcolo, che altro non è che un errore "software" transitorio ma che, per esempio, può far sbagliare i calcoli della traiettoria di rientro, e quindi sono cazzi. Il problema si risolve con la ridondanza, ovvero ci sono diversi computer che fanno la stessa cosa, e quando uno di questi produce risultati diversi dagli altri viene riavviato (fonti: geek.com about Orion e Orion GNC Mitigation Efforts for Van Allen Radiation ).

Inoltre se ascoltate la clip di Kelly Smith ad un certo punto dice che la parte più pericolosa è il rientro in atmosfera. Ma non erano le fasce? Se superi le fasce il rientro dovrebbe essere una passeggiata, o no? Ed ancora, quanti rientri sono già stati fisicamente effettuati? Oltre alle missioni Apollo (sia che siano andati oltre le fasce sia che siano rimasti in orbita bassa), tutte le Mercury e le Gemini. Ma non hanno già dati a sufficienza per evitare altri test? Ovviamente non funziona così: i sistemi vanno testati, lo scudo termico va testato, l'avionica va testata, e alla fine la capsula va testata nel suo complesso.

Per quel che mi riguarda, una volta conosciuti i dati, il video di Kelly Smith appare un semplice video di propaganda, ne più ne meno come quello di NVIDIA sul rendering farlocco. Le fasce sono un problema in senso stretto? Sì, perché se non so quel che faccio muoio, non è certo una passeggiata nel parco. Sono un problema assoluto ed insormontabile? No, simple as that. Quello che può succedere oltre le fasce invece è tutto un altro paio di maniche, ed è per questo che, a mio parere, la missione Orion EM-2 , che dovrebbe avvenire nel 2023, se ci sarà non avrà astronauti a bordo. Così come credo che anche l'annuncio di SpaceX di voler mandare 9 persone intorno alla Luna sempre nel 2023 ( fonte: The Verge ) sia una sparata pubblicitaria, visto che il precedente annuncio riguardava 2 persone già quest'anno ( fonte: The Verge ).

"La stampa è morta" (Egon Spengler - Ghostbuster)
Ultima Modifica 30/09/2018 12:27 da kamiokande. Motivo: corretti typo

Di più
30/09/2018 12:22 #21204 da Fabrizio70
I crash test mica li fanno in strada con gente vera!
Anche li ci sono "delle vite in gioco" ... quindi cosa stai dicendo?


E che usano dei campioni di qualche centimetro cubo di metallo per effettuare il test ?

Sei capace persino di smentirti da solo , distruggono macchine complete , ma tanto per te basta la simulazione ed un campione mica il test integrale , a genio....

P.S:

I tetti de mi fratello son certificati per 40 anni... l'anno scorso hanno vinto il Watt D'or in Svizzera!


www.bfe.admin.ch/org/00483/00638/index.html?lang=it

l'Ufficio federale dell'energia (UFE) ha istituito nel 2006 il riconoscimento Watt d'Or, sigillo di qualità per l'eccellenza nell'energia. Il premio viene attribuito a persone, imprese e organizzazioni che sviluppano tecnologie energetiche pionieristiche, lanciano sul mercato prodotti innovativi e stabiliscono nuovi standard per soluzioni pratiche che tengono conto delle nostre elevate esigenze in termini di comfort, estetica e reddittività

Ennesima dimostrazione d'ignoranza , la certificazione energetica non centra nulla con la durata :hammer:

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849

Di più
30/09/2018 13:04 #21205 da Crotti
Ma allora perchè, come si vede in American Moon nella sezione "radiazioni", Van Allen sostiene che è necessaria una schermatura anti-radiazioni anche solo per un rapido passaggio attraverso le Fasce?Specificando che "a causa della grande capacità di penetrazione dei protoni ad alta energia qui contenuti, una schermatura efficace è ben lontana dalle nostre capacità ingegneristiche nel prossimo futuro"?E aggiungendo anche che le eventuali future missioni spaziali dovranno tenersi lontane da queste Fasce finchè non sarà stato sviluppato un sistema di schermatura adeguato per proteggere gli astronauti?

Tempo creazione pagina: 0.228 secondi

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. INFO