Cosa è l'ACIDO ASCORBICO (vitaamina C)?

Di più
02/04/2016 20:50 #3335 da genfranco
Oltre le DROGHE: TE' e CAFFE', gli "AROMI" o gli "AROMI NATURALI" e il GLUTAMMATO MONOSODICO, abbiamo una situazione molto poco ROSEA per il nostro futuro, ma sopratutto quello dei nostri figli, e si chiama
FARINA 00.
uno di quei prodotti detti CIBI per cui prof. Berrino dichiara:
"Sono tutti questi prodotti: queste merendine, queste patatine... La libertà è una cosa estremamente importante, ma dobbiamo essere informati e dobbiamo avere la libertà di scegliere un'alternativa. E questa alternativa deve essere disponibile. Oggi per molte persone l'alternativa non è di fatto disponibile. Perché i bambini mangiano a scuola della MERDA, nelle mense mangiamo della MERDA, e poi la gente vede la televisione e dice: Ah, com’è buona quella MERDA lì!"Lo ha detto il Professor Franco Berrino durante una puntata de Le Invasioni Barbariche, il programma condotto da Daria Bignardi. L'epidemiologo dell'Istituto dei Tumori di Milano ha spiegato che il "junk food", il cibo spazzatura, è "una delle componenti della crisi" ed è una delle cause principali dell'obesità."
digilander.libero.it/genfranco5/Immagini...mipanoramicaberr.htm
LA FARINA CHE CONOSCIAMO E’ UNA INVENZIONE MODERNA
La farina che riteniamo essere normale in realtà non ha più di 60 anni, prima la farina normale era quella integrale!
La farina bianca è privata della crusca e del germe di grano e inoltre per renderla bianca in modo omogeneo, viene trattata con sbiancanti chimici come l’ossido di azoto, di cloro e il perossido di benzoile miscelato con sali chimici vari, addirittura l’ossido di cloro combinandosi con le proteine, ancora presenti nel chicco può dare origine alla ALLOSSANA, sostanza utilizzata per provocare il diabete in animali da laboratorio. Cosa che spiega anche l’esplosione di malati di diabete negli ultimi anni.
Vengono aggiunti anche additivi chimici per impedire che si formino dei grumi e che si sviluppino larve di insetto. Il Prof. Berrino ha detto bene definendola il più grande veleno della storia (VEDI VIDEO)
digilander.libero.it/anna945/Immagini/intestinifarinabianca.htm
"L’intolleranza al glutine e la Celiachia stanno crescendo in maniera esponenziale in Europa, negli USA e nel resto del mondo tanto da essere in forma epidemica e si stima che il 5% della popolazione Europea e Statunitense siano affette da questa patologia.
Uno studio pubblicato sulla rivista Interdisciplinary Toxicology (1) mette in discussione l’origine delle malattia che viene definita secondo la medicina ufficiale una malattia autoimmune, i cui effetti sono collegati al consumo di alimenti contenenti glutine una proteina presente nei cereali come frumento, orzo , segale e avena. Lo studio sostiene che un maggior uso del diserbante a base di glifosate, conosciuto principalmente con il nome commerciale di Roundup, nella coltivazione dei cereali e non solo, potrebbe essere la causa della crescita dei casi di celiachia, intolleranza al glutine, come mostra questo grafico riportato nell’articolo, ma anche della sindrome dell'intestino irritabile.
Hospital discharge diagnosis (any) of celiac disease ICD-9 579 and glyphosate applications to wheat (R=0.9759, p=1.862e-06). Sources: USDA:NASS; CDC. (Figure courtesy of Nancy Swanson).
I ricercatori suggeriscono che il glifosato, il principio attivo dell’erbicida Roundup, può essere il fattore principale che causa questa epidemia.
Secondo gli autori, la malattia celiaca è associata a squilibri nei batteri intestinali che possono essere completamente spiegati dagli effetti noti del glifosato sui batteri intestinali, tra cui la riduzione dei Lactobacilli e dei Bifidobateri da un lato e da una sovracrescita del C. difficilis e Desulfovibrio dall’altro come riportato in tabella 1.
Tabella 1: Distruzione dei batteri intestinali
Un recente studio sull’esposizione al glifosato nei pesci carnivori ha rivelato notevoli effetti negativi in tutto il sistema digerente (Senapati et al. , 2009 ). L’attività di proteasi, lipasi, amilasi sono tutti diminuiti in esofago, stomaco e nell’intestino di questi pesci in seguito all’esposizione al glifosato. Gli autori hanno anche osservato “distruzione delle pieghe delle mucose e disordine di struttura dei microvilli” nella parete intestinale, insieme ad una secrezione esagerata di mucina in tutto il tratto gastrointestinale. Queste caratteristiche ricordano molto la celiachia.
I peptidi del glutine nel grano sono idrofobici e quindi resistenti alla degradazione gastrica, pancreatica e alla proteasi intestinale (Hershko e Patz, 2008 ). Pertanto, l’evidenza di questo effetto sui pesci suggerisce che il glifosate può interferire con la riduzione delle proteine complesse nello stomaco umano, lasciando grandi frammenti di glutine nell’intestino umano che poi innesca una risposta autoimmune, portando a difetti nel rivestimento del tenue che sono caratteristici di questi pesci esposti al glifosato e dei pazienti celiaci.
Altre caratteristiche della malattia celiaca sono la riduzione di molti enzimi citocromo P450, che agiscono nella detossificazione di tossine ambientali, nell’attivazione della vitamina D3, nel catabolismo della vitamina A e nel mantenere la produzione di acidi biliari e fonti di solfato nell’intestino e, secondo gli autori dello studio, il glifosato è noto per inibire gli enzimi citocromo P450.
Anche carenze di ferro, cobalto, molibdeno, rame e altri metalli rari associati alla malattia celiaca possono essere attribuiti alla forte capacità di glifosato di chelare questi elementi. Analogamente, deficit di triptofano, tirosina, metionina e selenometionina associati alla malattia celiaca corrispondono alla capacità nota del glifosato di esaurire questi aminoacidi. I ricercatori sottolineano inoltre che i pazienti con malattia celiaca presentano un rischio più elevato di sviluppare il Linfoma non-Hodgkin, malattia che è stata anche associata all’esposizione al glifosato. Inoltre, essi sostengono che problemi riproduttivi associati alla malattia celiaca, come l’infertilità, aborti e la nascita di bambini con malformazioni possono essere spiegati dal glifosato.
Tutti i noti effetti biologici del glifosato (inibizione del citocromo P450, interruzione della sintesi di acidi aromatici amminoacidi, chelazione di metalli di transizione e azione antibatterica) contribuiscono all’insorgere della patologia della malattia celiaca, afferma il documento.
Gli autori riportano nelle seguenti tabelle gli effetti del glifosate e le relative disfunzioni e conseguenze.
Tabella 2: Chelazione dei metalli di transizione
Tabella 3: Inibizione citocromo P450
Tabella 4: soppressione della via dello Schikimato
Effetto del glifosate
L’utilizzo del diserbante glifosate nella coltivazione del grano
Il diserbante glifosato viene impiegato nella preparazione del letto di semina del grano e di recente è stato anche ammesso l’uso come disseccante totale nel trattamento pre raccolta tra i sette e i quattordici giorni dalla raccolta per provocare l’indurimento della granella soprattutto nelle annate piovose o se coltivato in zone con clima freddo.
I ricercatori hanno riferito che i residui di glifosato nel grano e in altre colture sono aumentati notevolmente negli ultimi anni grazie a questa pratica della essiccazione delle colture con il veleno per facilitare la raccolta e che ha aumentato l’esposizione della popolazione al veleno attraverso il cibo. Richiamano inoltre l’attenzione sul fatto che dal 2001, l’uso del glifosato in agricoltura è aumentato esponenzialmente a causa della diffusione di colture OGM Roundup Ready, ovvero resistenti al diserbante in questione.
L’uso del diserbante glifosate è vietato nel disciplinare di coltivazione del metodo biologico.
Figura 1: preparazione del letto di semina con diserbante glifosate
Celiachia e cofattori
Altri cofattori che intervengono nell’aumento dei casi di celiachia oltre a un sempre crescente utilizzo del diserbante glifosate potrebbero essere l’utilizzo di concimi chimici a base di nitrati che tendono ad aumentare la percentuale proteica e quindi di glutine nella farina ed anche il fatto che a partire dagli anni 60 i grani sono stati irraggiati per aumentare la produttività e quindi sono stati selezionati grani “nanizzati” ad alto rendimento che hanno bisogno di un maggior numero di trattamenti con pesticidi chimici di sintesi tra cui diserbanti, fungicidi e insetticidi, trattamenti che sono vietati nel metodo biologico.
Conclusioni
In base ai dati riportati nell’articolo (1) è molto probabile che la celiachia abbia origine dall’utilizzo del diserbante e/o disseccante totale glifosate e dalla relativa ingestione di residui più che dalla presenza di glutine nella farina stessa e che l’intolleranza al glutine sia una conseguenza piuttosto che la vera causa della malattia. Pertanto nella maggior parte dei casi, soprattutto quando viene esclusa la sua origine genetica, si può prevenire nutrendosi con farine ed alimenti coltivati con il metodo biologico. Interessanti e gustosi sono pane e pasta prodotti con grani antichi coltivati in Italia fino agli anni ‘60 circa e ora riscoperti, che non sono stati irraggiati e che si sviluppano con uno stelo alto un metro e mezzo circa per cui non hanno bisogno di diserbanti né di fungicidi e vengono coltivati con il metodo biologico mantenendo il profumo del pane e della pasta di una volta.
Glyphosate, pathways to modern diseases II: Celiac sprue and gluten intolerance, Anthony Samsel and Stephanie Senef, Interdiscip Toxicol. 2013, Vol. 6 (4): 159-184." www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3945755/
digilander.libero.it/genfranco5/Immagini...megranoglifosate.htm
“La farina 00 è il più grande veleno della storia, anche se biologica“, così il professor Franco Berrino definiva questo alimento in una puntata di Report del 2009. E il motivo è che la farina bianca, così come tutti i prodotti raffinati, causa un aumento della glicemia e, di conseguenza, un incremento dell’insulina, portando col tempo ad un maggior accumulo di grassi depositati, e al conseguente indebolimento del nostro organismo, che diventa maggiormente esposto ad ogni tipo di malattie, anche tumori. Berrino ha spiegato che la farina 00, malgrado non abbia alcun gusto, ha avuto successo commerciale perché si conserva per un tempo indeterminato. Quando la farina viene raffinata perde le proprietà nutrienti tipiche del frumento integrale, che è un’ottima fonte di fibre ed è ricco di numerose sostanze, che si trovano nella crusca e nel germe
Farina 00: "Il più grande veleno della storia". Perché fa male?
Quando mangiamo prodotti raffinati, tra cui il pane bianco, gli zuccheri presenti nel sangue aumentano improvvisamente e in maniera notevole e di conseguenza il nostro organismo produce più insulina, che porta all’incremento di grassi depositati e favorisce un rapido aumento di peso e di trigliceridi elevati. Tutto ciò può causare malattie cardiache. Inoltre, col passare del tempo, la produzione di insulina si blocca perché il pancreas è troppo carico di lavoro, provocando stati patologici come l’ipoglicemia e malattie come il diabete.
L’unico modo per ovviare al problema è consumare prodotti integrali, ma bisogna stare attenti! Perché spesso il pane integrale venduto nei supermercati è “finto” e lo si può riconoscere perché è più chiaro di quello “vero”. Negli scaffali dei supermercati troviamo anche altri finti prodotti integrali come pasta, fette biscottate, crackers e dolci. La maggior parte di questi viene prodotta aggiungendo alla farina 00 della crusca finemente rimacinata, che è un residuo della raffinazione.
E il danno provocato dai “finti prodotti integrali” è doppio, spiega Franco Berrino, perché “provoca l’indice glicemico alto della farina raffinata e l’effetto dannoso della troppa crusca, che è quello di ridurre l’assorbimento del ferro e del calcio“.
E in merito alla farina 00 biologica l’epidemiologo ha spiegato: “Così si trova anche il paradosso assurdo del supermercato che ti vende la farina 00 biologica. Ma come si può sciupare un grano biologico per fare una farina 00? Se mangio la farina 00 posso prendere anche quella non biologica, tanto i pesticidi rimangono nella parte integrale, cioè nel germe e nella crusca, e dunque sono eliminati col processo di raffinazione che porta alla 00“.
Dunque la cosa ideale da fare, sempre secondo Berrino, è “acquistare grano biologico dai nostri contadini (possibilmente il grano duro, che ha un contenuto più basso di zuccheri) e macinarselo da soli. In casa“. Dove si compra il mulino? Su internet si possono trovare dei mulini a pietra di dimensioni ridotte e i costi vanno dai 300 ai 500 euro. Un investimento che in un periodo di crisi può essere gravoso per molte famiglie, ma che sicuramente farà risparmiare sia in salute che in denaro in futuro.
(Video – Elisir, intervista al Dott. Franco Berrino)
digilander.libero.it/genfranco5/Immagini/farina00berrino.htm

ciaooo Franco Genre
.
.

Di più
05/04/2016 21:00 #3404 da genfranco
Ciao, già conosciamo il dottor Angelo Bona per averci sottoposto la sua informazione molto valida sulla OMOCISTEINA che riporto anche su questa pagina, ma subito sotto riporto quanto scrive sulla vitamina D documentando il suo scritto.
digilander.libero.it/genfranco5/Immagini...aminadangelobona.htm

Sai che la vitamina D previene il cancro e ne riduce la progressione?

Non devi sapere che esiste l’omocisteina: perché? Un amminoacido che smaschera il business.
Chi dice questo è un dottore, il dottor Angelo Bona il quale spiega molto dettagliatamente quali danni può causare la OMOCISTEINA e ne cita molti studi fatti al riguardo:
"Ciao, ieri ho visto un paziente che ha subito un infarto un anno fa e al quale hanno inserito uno “stent”. Dicesi stent un tubicino espandibile che viene posizionato in una arteria coronarica per ripristinare il flusso sanguigno.

Ho chiesto che mi portasse una serie di esami clinici tra cui l’OMOCISTEINA. Il valore era molto alto: 50 µmol/L. Sapendo che non deve superare i 10 µmol/L, soprattutto nei disturbi cardiovascolari ho chiesto se dopo l’infarto il cardiologo avesse richiesto questo importantissimo esame.

La risposta del paziente è stata naturalmente negativa. Chiediamoci come mai.

Cosa è l’omocisteina?
L'articolo lo trovi sotto

Le DROGHE CAFFE', TE' e TABACCO le prime cause di morte prematura.
La OMOCESTEINA la SOLA CAUSA DI ICTUS ED INFARTI, controllatela con questo semplice esame del sangue:
vitamina D
PARATORMONE
CALCIO
POTASSIO
FERRO
FOSFOREMIA
vitamina B12
MAGNESIO
OMOCISTEINA
e sono certo che oltre che avere il COLESTEROLO ALTO hai anche CARENZA di vitamina D, poichè questi due sono legati l'uno all'altro e sono inversamente proporzionali.
Se invece hai la OMOCISTEINA alta sei a rischio infarto o ictus, quindi alle malattie cardiovascolari legate.
Questa OMOCISTEINA è nei cibi, ma sopratutto è aumentata dalle DROGHE come il TABACCO ed il CAFFE'. Quindi evitarle è TANTA SALUTE.
Una vitamina e precisamente la vitamina B9 (ACIDO FOLICO) è quello che te la fà abbassare. Questo ACIDO FOLICO è nei vegetali, sopratutto nelle verdure a foglia verde che vanno ingoiate CRUDE.
digilander.libero.it/anna945/Immagini/omocisteina.htm

Ed ora sulla vitamina D:
SUL VIDEO LA DOTTORESSA Debora Rasio....

DICE
"Sono Debora Rasio, sono oncologa e nutrizionista, e nel 1992 appena laureata sono stata inviata negli Stati Uniti dove ho fatto ricerca.
"Sono rimasta per 8 anni e mi occupavo di ricerche nell'ambito oncologico, quindi studiavo quali erano i meccanismi alla base dello sviluppo del tumore.
Dopo 4 anni di questa ricerca, ero un pò insoddisfatta quindi ho proseguito...perchè avevo un'idea che questa teoria non avrebbe poi mai fatto questa differenza straordinaria per trasformare la vita di tutti quanti, sebbene in verità lo fà, perchè i farmaci stanno andando vanti nelle loro capacità di modulare l'espressione della malattia ed anche di curare."
SCUSATE SE MI PERMETTO, MA VORREI INTERPRETARE QUESTO VIDEO CERCANDO DI CAPIRE IL VERO MOTIVO PER CUI E' STATO FATTO, IN QUANTO NON SI FA' MAI NULLA PER NULLA E NOI QUESTO LO SAPPIAMO MOLTO BENE.
ORA, LA SOPRADETTA DICHIARAZIONE POSSO SOLO INTERPRETARLA CHE LEI HA CAPITO CHE L'UNICA POSSIBILITA' ESISTENTE ERA CHE "DI NON SCOPRIRE NULLA", POICHE' IN EFFETTI NON VI E' NULLA DA SCOPRIRE PER CURARE I TUMORI, SPECIALMENTE DI "CHIMICO" POI.
QUINDI AVENDO CAPITO QUESTO HA PREFERITO LASCIARE "LA RICERCA" RINUNCIANDO A QUEL LAUTO STIPENDIO GARANTITO (ANCHE LAUTO SICURAMENTE POICHE' NON DEVONO DIFFONDERE LE VERITA') POICHE' QUESTO E' SENZA ALCUNA SODDISFAZIONE, PER TUTTA UNA VITA POI,.
ANCHE SE ALLA FINE DEL SUO RACCONTO, PER COPRIRE LE CARTE DICHIARA CHE I FARMACI IN FONDO "CURANO".
QUANTO HO INTERPRETATO SOPRA E' DIMOSTRATO AMPIAMENTE E CHIARAMENTE SOTTO PARLANDO DELLA VITAMINA D, DELLA QUALE LEI DICE CHE PREVIENE E CURA IL TUMORE E NON SOLO, MA TANTE ALTRE MALATTIE DICHIARATE FIN'ORA INCURABILI. ADDIRITTURA CONSIGLIA DI ANDARE CONTRO CERTE REGOLE, QUELLE SULLE "CREME SOLARI" INCULCATE A TUTTI DA MOLTI ANNI.
digilander.libero.it/genfranca/Immagini/...inadgiustoefalso.htm
Questa tabella invece aiuta a scegliere autonomamente il valore di vitamina D che si deve ingoiare giornalmente per raggiungere un certo valore avendo il valore rilevato da un esame del sangue:

LA CURA DEL SOLE - Per decenni, i malati di Tbc, prima che fossero disponibili gli antibiotici, venivano mandati in luoghi esposti al sole per sottoporsi a elioterapia, senza conoscere il perchè delle guarigioni. Ora, per la prima volta, lo studio della Queen Mary University di Londra evidenzia che la vitamina D ad alto dosaggio, somministrata in aggiunta alla terapia antibiotica, aiuta i pazienti a recuperare più rapidamente grazie a una migliore risposta immunitaria. «Fino a pochi anni fa, infatti, si credeva che fosse l’abbinamento sole, aria pura e frizzante della montagna – spiega Giancarlo Isaia, geriatra ed esperto di malattie metaboliche dell’osso all’università di Torino delle Molinette – a produrre le guarigioni, ma oggi c’è la conferma che il sole metabolizzando la vitamina, aumenta la capacità immunitaria dell’organismo, tanto da contribuire a debellare le infezioni da Tbc».
I GIUSTI LIVELLI - Da molto tempo è noto che la vitamina D, che è sintetizzata per l’80% dall’irradiazione della pelle da parte della luce solare e per il 20% dall’alimentazione, è assai utile per la salute delle ossa e dei muscoli. Non tutti sanno, invece, che è stato recentemente evidenziato un positivo effetto della vitamina D nella prevenzione di numerose malattie degenerative, come alcuni tipi di tumore (mammella, prostata, colon), nelle malattie cardiovascolari (infarto, ictus), patologie neurologiche come la demenza ed il morbo Parkinson, nel diabete mellito ed anche in alcune malattie autoimmuni ed infettive. Le linee guida dell’OMS hanno, infatti, stabilito che l’individuo deve avere nel sangue un livello di vitamina D pari a 30 nanogrammi per millilitro di sangue, mentre nel 75% della popolazione italiana le quantità stanno molto al di sotto.  
digilander.libero.it/genfranca/Immagini/...minadtubercolosi.htm
In seguito a ricerche fatte con i nostri contatti è risultato che chi è CARENTE di questa vitamina D è in eccesso di COLESTEROLO.
Sembra che il corpo che NON E' STUPIDO e dato che si AUTOPRODUCE entrambi dica:
"...io ti produco più COLESTEROLO, tu ESPONITI AL SOLE che HO BISOGNO DI vitamina D", poichè questa è l'AUTOPRODUZIONE di questa vitamina.
COLESTEROLO + RAGGI UV = vitamina D
Personalmente ne sono un esempio lampante con questi valori datati 21 gennaio 2014 di cui:
VITAMINA D TOTALE (25-OH D) 22.9 valori di riferimento [30.0 - 74.0]
COLESTEROLO TOTALE 223 valore ottimale 110-200 mc/dl
rilevabili dall'esame sopra.
L'importante e comunque dosare sempre il livello di vitamina D. Vanno dosati, devono essere non solo sufficienti, perchè la sufficienza è 30 ng/ml serve e ci garantisce un buon metabolismo dell'osso.
Però se vogliamo far funzionare al meglio tutti i nostri meccanismi per la prevenzione dei tumori, o comunque contro i batteri ed i virus esogeni, allora è importante che i nostri livelli si attesti intorno ai 70.
Quindi se vediamo che i nostri livelli sono insufficienti, lo possiamo vedere soltanto con un dosaggio, dobbiamo supplementare. La dose raccomandata dal md Coimbra è di 10000 UI al giorno che corrispondono a 40 gocce della Dibase 10000 UI gocce della farmacia, oppure del generico ma quando si è raggiunto tale soglia, per mantenere il valore si dovrà monitorare con i 5000 UI pari a 20 gocce al giorno.
"E' importante che si dica che la dose giornaliera che è raccomandata oggi, internazionalmente, non esclude nessun paziente dalla carenza di vitamina D, è una dose irrisoria, molto sotto la dose fisiologica.
E allora, quando abbiamo iniziato a dare la dose fisiologica, che è la dose di 10.000 unità giornaliere, cioè la dose che si produce con pochi minuti di esposizione solare, ossia, se hai addosso canottiera e bermuda, con le gambe e le braccia esposte al sole, produrrai in 20 minuti, se hai la pelle chiara e sei giovane, 10.000 unità di vitamina D al giorno.
Allora, 10.000 UI è una dose fisiologica, non è una super dose.
Però la maggior parte dei dottori considerano questa dose potenzialmente tossica."
digilander.libero.it/genfranco2/Immagini/vitaminadcoimbraa.htm

La conferma dei 10000 UI di vitamina D giornalieri sono necessari per la BUONA SALUTE l'abbiamo da questo articolo che recita:
"La Vitamina D è memorizzata nel corpo umano come calcidiol (25-hydroxy-vitamin D) che ha un grande volume di distribuzione e un'emivita dei circa 20 - 29 giorni. Livelli del Siero di calcidiol (25-hydroxy-vitamin D) sono usati tipicamente per diagnosticare la dose eccessiva di vitamina D. In persone in buona salute, i livelli di calcidiol sono normalmente fra 32 - 70 ng/mL (80 - 175 nmol/L), ma questi livelli può essere fino alla volta 15 maggior nei casi della tossicità di vitamina D. Livelli del Siero di ormone bioactive di vitamina D (1,25 (OH2) D) sono solitamente normali nei casi della dose eccessiva di vitamina D., ma questo è osservato da alcuni ricercatori come antiquato ed eccessivamente restrittivo.
Una valutazione del rischio 2007 è stata fatta da due impiegati del Consiglio di associazione commerciale di supplemento dietetico per Nutrizione Responsabile e dai loro due colleghi, che hanno dichiarato che hanno avuti conflitti di interessi non personali o finanziari. Hanno suggerito che 250 microgrammi/giorno (10.000 IU) in adulti in buona salute dovrebbero essere adottati come il limite superiore tollerabile. In ratti un LD50 orale di 619 mg/kg è notato. Tutti I casi conosciuti della tossicità di vitamina D con il hypercalcemia hanno compreso l'assunzione oltre di 1.000 microgrammi/giorno (40.000 IU) se contenuto un tentativo di aumentare i livelli di vitamina D. La Maggior Parte delle casse storiche ufficiale-registrate della dose eccessiva di vitamina D hanno accaduto dovuto la fabbricazione e gli infortuni sul lavoro. Negli Stati Uniti, l'esposizione della dose eccessiva della vitamina D è stata riferita da 284 persone nel 2004 (un anno a caso selezionato), piombo a 1 morte.
Alcuni sintomi della tossicità di vitamina D sono un risultato del hypercalcemia (un livello elevato di calcio nel sangue) causato da assorbimento intestinale aumentato del calcio. La tossicità di Vitamina D è conosciuta per essere una causa di ipertensione. I sintomi Gastrointestinali della tossicità di vitamina D possono comprendere l'anoressia, la nausea ed il vomito. Questi sintomi sono seguiti spesso dalla poliuria (eccessiva produzione di urina), dalla polidipsia (sete aumentata), dalla debolezza, dal nervosismo, dal prurito (prurito) e finalmente dall'insufficienza renale. Altri segnali della malattia renale compreso proteina elevata livella nell'urina, colate urinarie e un'accumulazione degli sprechi nella circolazione sanguigna può anche svilupparsi. Un Altro studio indicato ha elevato il rischio di malattia di cuore ischemica quando 25D era superiore a 89 ng/mL. La tossicità di Vitamina D è trattata interrompendo il completamento di vitamina D e limitando l'assunzione del calcio. Se la tossicità è severa i livelli del calcio di sangue possono più ulteriormente essere diminuiti con i corticosteroidi o i bifosfonati. In alcuni casi il danno del rene può essere irreversibile. Secondo alcune sorgenti, la produzione endogena con l'esposizione completa dell'organismo a luce solare è circa 250 µg (10.000 IU) al giorno.
digilander.libero.it/anna945/Immagini/esamemariucciavitd.htm
e sono certo che oltre che avere il COLESTEROLO ALTO hai anche CARENZA di vitamina D poichè questi hanno un legame imprenscindibile, data la necessità del COLESTEROLO per AUTOPRODURRE questa vitamina D. Te lo dice la dottoressa e lo trovi sopra.
MENTRE PER I VALORI 30 E 50 ng/ml è FALSO, POICHE' QUESTI VALORI SONO STATI FISSATI DALLA MEDICINA SPERIMENTANDO SU PERSONAGGI SCORBUTICI E CIOE' "CARENTI" DI ACIDO ASCORBICO IL QUALE METTE IL CORPO IN CONDIZIONE DI ESSERE AL TOP E QUINDI COME STABILITO DA MADRE NATURA E LA EVOLUZIONE. Il valore nel sangue di massimo deve essere 70 ng/ml come indicato: "In persone in buona salute, i livelli di calcidiol sono normalmente fra 32 - 70 ng/mL (80 - 175 nmol/L)"
LA PROVA E' SU QUESTO LINK:
digilander.libero.it/anna945/Immagini/vi...adintossicazione.htm

Lo affermano i ricercatori delle piu' importanti università del mondo come Harvard, Stanford University School of Medicine e tante altre.PubMed link 1.
digilander.libero.it/genfranco5/Immagini/link1a.htm
Clicca su author information per vedere da dove provengono gli articoli che ti indico. ??
PubMed è l'enciclopedia di tutti gli studi approvati dalla comunità scientifica mondiale ed ogni mia affermazione ha sempre una pezza d'appoggio sicura.??
E' molto importante che tu lo sappia perchè non mi pare che te lo dica nessuno. Sai perchè? Perchè la vitamina D costa pochissimo e nessuna lobbies privata ci puo' speculare sopra.??
Ti chiederai come si puo' curarsi preventivamente con la vitamina D.??
A questo punto si creerà attorno a te un vuoto incomprensibile. Nessuno ti vuole far fare l'esame fondamentale per capire la tua quasi certa carenza che si accerta con un piccolo prelievo di sangue per dosare la 25OHD3??.
Te lo dico perchè piu' della metà della popolazione è fortemente carente di vitamina D.??
Poi magari anche se qualcuno pensa di compensarla, ti daranno qualche gocciolina inutile che non serve assolutamente per aggiungere il dosaggio idoneo per prevenire il cancro che è tra i 60 gli 80 ng/ml. PubMed link 2.
digilander.libero.it/genfranco5/Immagini/link2a.htm .
L’Italia è tra i paesi con maggiori livelli di carenza di vitamina D ed è stato osservato che tra le persone anziane la percentuale di soggetti carenti raggiunge il 70-80%, ma è già nei giovani e soprattutto nei bambini obesi che possiamo parlare di pandemia, cioè di epidemia dilagante. PubMed link 3.
digilander.libero.it/genfranco5/Immagini/link3a.htm
Come molti studiosi sanno il cancro è poi profondamente legato alla depressione e guarda caso la vitamina D cura anche la depressione ed i disturbi d'ansia e di panico agendo sul gene TPH2 producendo la serotonina. PubMed link 4.??
digilander.libero.it/genfranco5/Immagini/link4a.htm
Anche questa seconda dritta non la devi sapere.
Insieme alla vitamina D, l'ipnosi regressiva evocativa rappresenta una cura efficacissima per la depressione elevando i livelli di serotonina.
Quindi non mi spiego come mai un rimedio miracoloso come la vitamina D sia emarginato e sottovalutato.??
Come mai non assistiamo a trasmissioni televisive divulgative dove si dica la verità alla gente su questa vitamina fondamentale di prevenzione del cancro e della depressione???
Mi assalgono dubbi che non riesco a fugare e ai quali chiedo a voi di dare una risposta.
Possibile che viviamo in un mondo tanto spietato e privatizzato al quale non conviene la salute collettiva???
Ora non gettarti ad acquistare la vitamina D. Non puoi da sola/o pensare di autocurarti per raggiungere il dosaggio giusto. Pochissimi specialisti sanno come fare e tu non devi provarci da sola/o. La vitamina D puo' essere tossica oltre il dosaggio appropriato.
Non pensare neppure che l'esposizione al sole (Pub Med 5)
digilander.libero.it/genfranco5/Immagini/link5a.htm
e alle lampade UV-A UV-B (PubMed 6)
digilander.libero.it/genfranco5/Immagini/link6a.htm
possano risolvere i tuoi problemi. Non basta una tintarella o un solariun ogni tanto per far crescere la vitamina D prodotta dal colesterolo cutaneo e occhio ai melanomi. Bisogna assumerla mensilmente come integrazione sapendo come fare.
Se vuoi posso aiutarti con un TAGLIANDO che ti permetterà di riequilibrare rapidamente il valore della vitamina D.
Leggi gli articoli dei link che ho selezionato e se non li comprendi google translate ti potrà aiutare.??
Mi fa piacere darti una mano perchè tu resti sano/a.
Domande: C'è qualcuno che ti ha svelato l'importanza della vitamina D? Sai che previene il cancro? Sai che previene la depresione? Come mai la vitamina D è poco consigliata? Credi che dietro il mercato della malattia esista il piu' grande business del mondo?
Buona Vita Angelo Bona

ciaooo Franco Genre
.
.

Di più
07/04/2016 22:55 #3503 da genfranco
Ora ad aprile iniziamo ad avere bisogno di AUTOPRODURRE tanta vitamina D fino all'autunno, che servirà a superare l'inverno, periodo in cui dovremo lasciar riposare il corpo come è per TUTTI gli esseri viventi. Basti pensare all'orso che in questo periodo invernale addirittura và in letargo, quindi usa quella vitamina D immagazzinata nel periodo estivo.
Per fare bene però abbiamo bisogno delle GIUSTE INFORMAZIONI:
ECCOLE.....

Il libro dedicato a questa vitamina D in visione sotto riporta:
"1. Colecalciferolo (che da questo punto in poi chiamerò vitamina D3): è prodotto naturalmente dal corpo in grandi quantità quando i raggi UVB arrivano alla pelle. Quando sono stati prodotti circa 20000 UI di vitamina D3, nella pelle si attiva un apposito meccanismo che distrugge la quantità in eccesso in modo che non diventi tossica. La vitamina D3, è disponibile sotto forma di integratore, è da preferire alle altre ed è la più potente forma di vitamina D, come ho già detto in precedenza.
digilander.libero.it/genfranco5/Immagini/vitaminadpelle.htm

Questo "apposito meccanismo" conferma che il corpo conosce molto bene la parola AUTOGUARIGIONE, che grazie a questi SENSORI che attivano i vari sistemi di prevenzione o di attivazione delle AUTOPRODUZIONE evitano il bisogno del proprio simile che funziona per TUTTI gli esseri viventi escluso l'Homo Sapiens. Si perchè anche il corpo dell'Homo Sapiens è in grado di AUTOGUARIRSI perchè ha perso SOLO la possibilità di AUTOPRODURSI l'ACIDO ASCORBICO e basta.
L'articolo scrive:
“L'Accademia Americana di Dermatologia e l'industria dei protettivi solari hanno svolto un trentennale lavaggio del cervello alla popolazione mondiale con l'incalzante messaggio che non ci si dovrebbe mai esporre alla luce solare diretta perché può causare il cancro della pelle e condurre alla morte.” (dr. Michael Holick)"
digilander.libero.it/genfraglo/Immagini/vitaminaD1.htm
Vuoi ovviare a queste FALSITA' dei "PROTETTIVI SOLARI" prodotti CHIMICI CANCEROGENI?
E' molto semplice, fai come noi Franca e me:
"Devo riportare una esperienza fatta da Franca e me. Siamo neri come il carbone!!! e sapete come abbiamo ottenuto questa abbronzatura? Facile. Franca si è procurata uno spruzzino ed ogni mattina preparavo 1/2 bicchiere di acqua di rubinetto con sciolto 2 cucchiaini di ACIDO ASCORBICO, oppure 1 bicchiere con 3-4 cucchiaini di ACIDO ASCORBICO, ed 1 cucchiaino di CLORURO DI MAGNESIO, secondo se lo passavamo anche a qualche vicino. Appena distesi sul lettino ci spruzzavamo quel liquido su tutto il corpo e VIA!!! se capitava che si entrava in acqua si ripetevano gli spruzzi dopo esserci asciugati, e quindi lo lo ripetevamo, buttando l'avanzo prima di tornare in albergo. Il pomeriggio tornavo a prepararne un'altra dose che rispruzzavamo come se fossero micidiali creme ma senza il bisogno di spalmare. I risultati? Ieri il nostro amico Lucio, albergatore si è complimentato poichè eravamo i più abbronzati dell'albergo. Faccio presente che le persone che erano vicini di ombrellone e si sono scottate l'abbiamo spruzzato con profitto, difatti più nessun dolore e la loro pelle non ha sviluppato le classiche bolle. Provare per credere.
Questo il video che ti dimostra la mia salute attuale:
A Rimini la corsa sulla passerella:
www.facebook.com/photo.php?v=10201526855...5891408656788&type=3

L'ultima esperienza, quella di Gigi Mar ne è un'altra conferma che le creme solari causano i tumori, ma che ingoiando gli "ALIMENTI ESSENZIALI" e spruzzandosi come sopra descritto in breve tempo è guarito da un basilioma.
Oggi cm ogni settembre dal 2007 mi reco x visita specialistica di controllo dp asportazione melanoma maligno, la cosa simpatica che davvero divertente notare l'incredulità del medico alla ricerca di un baslioma perduto.. Si avete capito bene, l infermiera che sghignazzava ed il dottore che cercava la regione esatta segnata l'anno precedente in cartella clinica, perché convinto di trovarlo e semmai peggiorato. Imbarazzato mi ha chiesto lumi del basilioma, ed io in tutta onestà gli ho raccontato che devess'er stato l'acido ascorbico il clm e la lisina, utilizzato x nn scottarmi al mare. Cn dispiacere ha ammesso che ebbi ragione a non eliminarlo l'anno precedente su sua richiesta. Mi aspettavo mi chidesse modi, dosi ecc, ma invece piombato in silenzio, capisco che ne era a conoscenza e mi limito ad aspettare ciò che scriveva nel referto. Gli chiedo cortesemente di evitarmi RX al torace e possibilmente di fare solo eco addominale x tener monitorato anche dei residui di calcoli renali, così lo riporta in referto e mi dice che nn è la prassi e mi dimette stizzito. Dopo 7 anni è la prima volta che esco da questo istituto cn un sorriso esplosivo ma soprattutto cn una grande consapevolezza" GLI ALIMENTI ESSENZIALI" e l'ennesimo ringraziamento ad una gran bella persona Genre Franco.
digilander.libero.it/genfranco2/Immagini/gigitumore.htm

come hai letto, come il solito siamo portati a NON TENERE CONTO DI CERTE situazioni che sono NASCOSTE perchè NON VOGLIONO che le vediamo e quindi ci fanno luccicare quello che VOGLIONO LORO e perdiamo di vista le VERE RAGIONI, ti pare? ed ora vorrei chiederti:
"MA SEI CERTO CHE A PORTARTI QUESTO "MELANOMA MALIGNO" NON SIANO I PRODOTTI CHE USI IN CASA? Vorrei che ti venisse il dubbio, in quanto il sole, mi risulta che lo abbiano preso TUTTI I NOSTRI AVI ed a meno che loro non siano stati cretini ed abbiano usato queste CREME DI CUI TU PARLI per arrivare fino a noi. ma non mi risulta perchè fino a che non sono venuto via dal paese NON AVEVO MAI SENTITO PARLARE DI CERTE MALATTIE. vero?"
.con un alto coefficente di protezione ed evitare scottature se si va al mare, altro che alto COEFFICIENTE, questa sono SOLO PORTA MALATTIE, tu devi far usare ACIDO ASCORBICO in alta concentrazione diluito nell'acqua e poi spruzzato sulla pelle. Questo lo puoi usare anche quanto ti scotti col sole, ma se usi come detto prima, NON TI SCOTTI PIU'. Eccoti una testimonianza:
e se contiamo che la maggior parte del tempo la passavo a mollo, possiamo pure dire che la crema sulla pelle rimaneva veramente poco, tutto questo è durato fino all'età di 15 anni quando mia zia per le vacanze mi regalò una crema per la protezione di una marca allora in voga (bilboa), beh per prima cosa mi presi subito un bel eritema solare da pronto soccorso, e da allora pur mettendomi creme comprate in farmacia ho sempre avuto la pelle molto sensibile, mi bastava un po di sole per avere subito prurito e una brutta sensazione sulla pelle, ti lascio immaginare che in tutti questi anni non ho avuto un gran rapporto con il sole, ebbene questa volta tutto questo non è successo, prima di tutto mi sono concessa 3 lampade abbronzanti (anche quelle mi provocavano eritema), e poi una volta al mare non ho praticamente usato nulla, Gianfranco è stata una sensazione straordinaria, niente eritema, niente pelle irritata, nessun bruciore o pizzicore, anzi pelle più spessa e resistente incredibile!
digilander.libero.it/genfraglo/Volontari...m_files/emanuela.htm
da questa pagina:
digilander.libero.it/genfranco1/Immagini...rbicocremesolari.htm

La riprova ce la offre il nostro caro amico Gigi Mar con questo video girato nel 2015 in Spagna:
www.facebook.com/gigi.mar.79/videos/7370...=0&app_id=6628568379

ciaooo Franco Genre
.
.

Di più
09/04/2016 15:35 #3565 da genfranco
Questi CIBI in passato erano ricchi di MAGNESIO, che data la RAFFINAZIONE o la COLTIVAZIONE INTENSIVA, ora non ne contengono più. Quindi noi onde ovviare questa CARENZA CONCLAMATA anche da questo importante articolo, per ovviare ingoiamo un cucchiaino di CLORURO DI MAGNESIO mattino e sera insieme agli altri "ALIMENTI ESSENZIALI", per cui le dosi di 30 grammi di questo CLORURO DI MAGNESIO disciolto nel litro di acqua, la tazzina secondo la età come consigliato dalle farmacie e da certi articoli tendenziosi del web è completamente da scartare. Pena la continuazione della CARENZA e quindi senza ottenere quei risultati auspicati.
Dell'articolo in oggetto
digilander.libero.it/genfranco5/Immagini/magnesionelsangue.htm

Come abbiamo letto del dott. Angelo Bona, abbiamo capito che la vitamina D è importantissima per ogni essere vivente, ma ed il MAGNESIO?
Su di questo MAGNESIO Lorenzo Acerra ci sottolinea la importanza fondamentale non solo per noi ma anche per tutti gli esseri viventi, informandoci che:
"pagina 62
La vita, ogni forma di vita, è nata nel mare tanti milioni di anni fa. Il DNA di esseri viventi per conservarsi e moltiplicarsi ha deciso, nel salgemma marino cristallizzato, di costruire una macchina basata su un unico programma di fondo, "il mantenimento dei sani livelli di MAGNESIO nei vari androni della cellula".
Il nostro corpo è quella macchina
Abbiamo sempre bisogno, sopratutto nelle strutture di basi cellulari, di attingere al sale più prezioso di cui è prodigo l'oceano. Il nostro cordone ombellicare con l'oceano è solo apparentemente spezzato.
La salinità dell'interno della cellula dipende dal MAGNESIO, non solo perchè esso è guardiano dei canali ionici della cellula, ma anche perchè il passaggio diretto attraverso la pareti (che riguarda l'acqua ed in maniera notevolmente più ridotta altre sostanze) dipende dal contenuto di MAGNESIO della cellula, cioè da quell'esercito di "soldati semplici" che nella descrizione precedente poteva sembrare avere un ruolo marginale. E invece l'organismo umano è tutto un gioco di micro-processi osmotici ed è per questo che la supplementazione di CLORURO DI MAGNESIO in un organismo carente, spesso si traduce in un sostanziale ringiovanimento.
L'acquisizione di acqua e la ritenzione al livello giusto nella cellula è una questione di presenza di forze osmotiche, cioè di MAGNESIO. Il CLORURO DI MAGNESIO ha un rapporto particolare con l'acqua, tanto è vero che, potete vederlo con i vostri occhi, attirerà acqua dall'aria in breve tempo. Cambiando la situazione osmotica di una cellula, gli scienziati sono riusciti ad ottenere un afflusso corretto di acqua al suo interno e dunque un flusso rigenerativo in cellule precedentemente invecchiate. Alterazioni della situazione osmotica si verificano man mano che un organismo subisce un impoverimento di MAGNESIO.
digilander.libero.it/genfranco2/Immagini...lorlorenzoacerra.htm

DEVO e VOGLIO far rilevare un fatto molto importante di cui la INCOMPETENZA dei nostri medici sottolinea la loro poca dedizione alla nostra salute, quindi al MAGNESIO, ma dimostra invece la loro dedizione al business.
Sottolineo quindi che i valori che si rilevano nel sangue di cui la medicina fà riferimento e di cui i medici pensano che con i valori segnalati il paziente abbia una OTTIMA SALUTE, in realtà è COMPLETAMENTE FALSO e fuorviante.
Quindi attenti a non essere carenti di questo elettrolita MAGNESIO, così importante per la salute di ognuno di noi.
Naturalmente dal sopradescritto fabbisogno si potrà capire che le dosi che si trovano sul web e che parlano di 30-33 grammi di CLORURO DI MAGNESIO (già pronte in farmacia a prezzi indicibili), della bottiglia dell'acqua, delle tazzine di questa secondo la età sono completamente FALSE e FUORVIANTI, e dato che questi consigli sono alla portata di tutti, anche solo questo fatto deve allarmare il lettore. Se poi vi viene consigliato da qualcuno sappiate che chi ve lo dice è al soldo delle case farmaceutiche, poichè la vostra malattia RENDE A TUTTI LORO. Alcuni di questi personaggi sono nel gruppo "Fans del cloruro di magnesio" su facebook. Quindi ritengo che il fabbisogno sia perlomeno di cucchiaini al giorno e più di uno come facciamo noi da anni. Se vi viene detto che la quantità può causare danni, ecco quanto dichiara il professor Delbert, lo scopritore nel 1915, e perchè il CLORURO DI MAGNESIO? Egli scrive:
pagina 9/51
il caso aiuta e ci dà entusiasmo nel nostro lavoro
Il caso spesso aiuta a sistemare le cose nel modo opportuno, come accadde all'improvviso nelle circostanze che egli descrive in questi termini: "Ricordo con precisione come una delle date importanti della mia vita, il giorno, il momento in cui per la prima volta lo somministrai per bocca". Nel suo reparto all'ospedale Necher c'era un ferito grave che rifiutava le iniezioni. Così suggerì di somministrargli la soluzione per via orale. La sorvegliante e le due infermiere presenti sorrisero:
"perchè ridete?" domanda loro.
"Lo prendiamo tutte", risponde Madame Boivin, la sorvegliante.
"E perchè?"
"Ci dà entusiasmo nel nostro lavoro!".
"Ma che cosa vi ha dato l'idea di prenderlo?"
"Abbiamo notato che i malati ai quali veniva iniettato provavano una sorta di benessere. Allora abbiamo provato a berlo e ci ha prodotto lo stesso effetto!".
E' dovuta a questo caso fortuito l'estensione del metodo citofilattico.
Egli si mette a somministrarlo a tutti i feriti del proprio reparto. Ne assunse anch'egli e lo dà a tutto il suo entourage sia familiare sia professionale. Sono tutti unanimamente entusiasti della sensazione di euforia, di energia, di resistenza alla fatica che provavano prendendo quello che tutti chiamavano "la loro droga". La notizia si sparge in un lampo, e gli procura una ricca messe di fatti che non si aspettava e che gli ispirano nuove ricerche.
"Tutto ciò mi portò a studiare l'azione dei sali di magnesio sulla narcosi cloroformica, sulle avitaminosi, sull'anafilassi, sulla secrezione, sull'eliminazione e sulle proprietà della bile, sull'acidificazione dell'urina", così importante nel cancro.
pagina 11/51
differenza del cloruro alle altre forme (carbonati)
Delbert aveva già sperimentato l'assunzione di dolomia per questo tipo di problema. ma senza ottenere risultati (la dolomia è un carbonato doppio di magnesio e calcio). La prosecuzione delle ricerche provò che l'azione del CLORURO DI MAGNESIO o delle DELBIASE era dovuta probabilmente non allo ione magnesio, ma alla molecola salina (il CLORURO). Esiste una grande differenza tra il carbonato e i sali alogenati! Egli potè constatare anche che, mentre i carbonati accelerano l'evoluzione di tumori neoplastici o delle lesioni precancerose, il CLORURO DI MAGNESIO, come la DELBIASE, ne arresta lo sviluppo e spesso li fa persino regredire.
I suoi numerosi esperimenti (ahime, sugli animali) prendendo quindi di mira la prevenzione e l'evoluzione di tumori innestati. I risultati, nettamente favorevoli, provano che è possibile rallentare l'evoluzione dei tumori saturando l'organismo di questi sali alogeni di magnesio, La loro azione sulla cellula neoplastica è indiscutibile. Tali fatti clinici gli permisero di attribuire ai sali alogenati di magnesio (CLORURO DI MAGNESIO e DELBIASE) un'azione preventiva contro il cancro.
Egli d'altra parte sottolinea che il CLORURO DI MAGNESIO non dev'essere considerato come tossico per la cellula neoplastica. In realtà "tutto quello che vive ha bisogno di magnesio, tanto le cellule neoplastiche quanto quelle sane". L'azione dei sali di magnesio, infatti, è citofilattica, vale a dire che essi aumentano la resistenza e l'attività delle cellule, ripristinando il buon funzionamento cellulare quando questo è compromesso da una qualsiasi patologia.
"pagina 18/51
anche per i bambini
Resterete sorpresi di vedrete i vostri figli abituarsi meglio di voi a questo trattamento: dopo le prime dosi, saranno loro stessi a chiedervi quando si sentiranno "uno straccio".
Spiegate loro i vantaggi del trattamento: "Vedrai, ti sentirai meglio in pochissimo tempo e potrai andare fuori a giocare prestissimo", "se mandi giù questo non avrai bisogno di punture" )va benissimo con i piccoli che di norma seguono terapie antibiotiche) ecc.
Avvertiteli del gusto sgradevole, giocate con loro a chi di voi due farà la boccaccia più bella..... e promettete un cucchiaino di miele, per esempio, dopo l'assunzione: il cattivo sapore si attenuerà all'istante. Quando i vostri bambini avranno verificato i risultati, si comporteranno come molti altri: diventeranno "elogiatori" del prodotto con i piccoli amici e riceverete sicuramente qualche telefonata da genitori curiosi di sapere di cosa si tratta!
pagina 21/51
per i neonati
In base all'età, si somministra loro la soluzione di CLORURO DI MAGNESIO con il contagocce, con un cucchiaino da caffè o con un cucchiaio da tavola, mantenendo gli stessi intervalli sopracitati.
NB Non esitate a diminuire le dosi in caso di disturbo intestinale prolungato, perchè non è quest'ultimo lo scopo perseguito. Anche se tale reazione è normale e spesso salutare all'inizio del trattamento, non è necessario mantenerla nel tempo: il fine principale è quello di nutrire le cellule per aumentare la loro resistenza all'infezione.
pagina 22/51
controindicazioni zero
Nè il professor Delbert, nè il dottor Neveu e tanto meno i loro successori hanno mai constatato intolleranza o reazioni negative al trattamento con la soluzione di CLORURO DI MAGNESIO o con la DELBIASE, che, ricordiamo, devono essere considerati non come medicine, ma come un integratore alimentare. Come afferma il dottor Neveu, "LA PAURA DI CAUSARE UNA NEFRITE NON DEVE IMPEDIRE L'USO DEL CLORURO DI MAGNESIO. NON HO MAI RISCONTRATO CASI DEL GENERE FRA I NUMEROSISSIMI MALATI AI QUALI HO FATTO
SEGUIRE LA TERAPIA MAGNESIACA".
Anche nei casi di ipertensione non è mai stata riscontrata alcuna situazione di aggravamento.
pagina 45/51
conclusioni e per animali
Le precedenti indicazioni degli si terapeutici e preventivi del CLORURO DI MAGNESIO non si limitano a pochi casi citati. Esse tuttavia valgono come esempi - dalle patologie più gravi a quelle più benigne - per consentirvi di imparare a utilizzare questo meraviglioso alimento. SOPRATUTTO NON CREDETEMI SULLA PAROLA, SAREBBE UN GRAVE DANNO. FATENE ESPERIENZA PERSONALMENTE: QUESTA PARLERA' DA SE'.
digilander.libero.it/genfranco/Immagini/...lorurodimagnesio.pdf
E questo dimostra maggiormente la mancanza di TOSSICITA' del CLORURO DI MAGNESIO a qualsiasi dose, resta il fatto che la maggior parte del MAGNESIO sulla terra è NEL MARE, quindi è comprensibile che se fosse TOSSICO come potrebbero vivere i pesci in questa acqua? E come potremmo noi avvicinarci al mare senza restarne intossicati?
PERCHE’ SIAMO TUTTI CARENTI IN MAGNESIO E COME RIMEDIARE
I segni di carenza di magnesio sono ovunque negli Stati Uniti, se si sa cosa cercare. Purtroppo, i sintomi sono così incredibilmente comune che costantemente passano inosservati!

Quasi nessuno, specialmente i medici, notano che i disturbi di cui soffriamo quotidianamente sono in realtà sintomi di carenza di magnesio … e stiamo tutti pagando per questo.
Quasi ogni singola persona con cui si viene a contatto – in particolare quelli con un problema di salute, ma anche quelli con solo piccole lamentele – soffrono in qualche modo da questa carenza a livello nazionale.
Compresi voi!

Che cosa è esattamente di magnesio?
Il magnesio è vita.
E ‘il 4 ° minerale più abbondante nel corpo, proprio accanto allo zolfo (che è altrettanto importante).
Oltre ad essere un minerale, magnesio è anche un elettrolita. Le “Bevande sportive” (una truffa piena di zucchero) pretendono di contenere elettroliti come magnesio, potassio, sodio e perché si suda via questi importanti nutrienti durante l’esercizio fisico, e la loro carenza è ciò che porta a problemi comuni che gli atleti devono affrontare, come crampi muscolari ! Gli elettroliti (soprattutto il magnesio) fanno molto più che curare e prevenire i crampi muscolari – Credetemi.
Prima di tutto, gli elettroliti sono ciò che ci permettono di essere vivi, esseri elettrici. Essi sono responsabili di tutta l’attività elettrica (e quindi la conducibilità del cervello) nel corpo. Senza gli elettroliti come magnesio, i muscoli non possono contrarsi, il cuore non può battere, e il tuo cervello non riceve alcun segnale.

Abbiamo bisogno di magnesio per rimanere in vita, di punto in bianco.
Non appena non ne abbiamo abbastanza, si comincia a perdere l’energia e la conduttività che ci fa andare avanti.
Tecnicamente, non appena si diventa carenti, lentamente cominciano a morire, sempre più dolori di giorno in giorno, sentendosi peggio anno dopo anno. Non smetterò mai di sottolinearlo abbastanza … i segni di carenza di magnesio sono ovunque, se si guarda.
Il magnesio è un cofattore in oltre trecento reazioni nel corpo, necessarie per

la trasmissione degli impulsi nervosi,
regolazione della temperatura,
la disintossicazione nel fegato, e
la formazione delle ossa e dei denti.

Tuttavia, il magnesio mostra il suo vero potere nel campo della salute cardiovascolare. La fondazione Weston A. Price scrive:

“Il magnesio da solo può svolgere il ruolo di molti farmaci cardiaci comuni: magnesio inibisce la formazione di coaguli di sangue (come l’aspirina), fluidifica il sangue (come Coumadin), l’assorbimento blocchi di calcio (come calcio durgs canale di blocco, come Procardia) e rilassa i vasi sanguigni (come ACE inibitori come Vasotec) (Pelton, 2001). “


Quasi tutti hanno segni di carenza di magnesio, ma non ce ne rendiamo conto …
I sintomi includono:

Costipazione
Alta pressione sanguigna (ipertensione)
Ansia
Depressione
Insonnia
Disturbi comportamentali
Letargo
Memoria deteriorate / pensiero
Sequestri
Stanchezza
Disturbi del sonno
Dolore
Crampi muscolari
Mal di schiena cronico
Mal di testa
Emicrania
Dolori muscolari
Tendinite
Rabbia
Aggressione
ADHD
Cervello annebbiato
Tensione
Disturbi d’ansia, come OCD


Tutto ciò che ti rende teso e stressato potrebbero potenzialmente essere dovuto a carenza di magnesio. Se non è possibile rilassarsi o non ci si può fermare – pensate al magnesio! Problemi di salute in piena regola possono anche essere legati ad una carenza di questo minerale essenziale.
La maggior parte delle persone affette da malattie croniche o problemi vari traggono grande beneficio dalla terapia di supplementazione di magnesio.
Questo perché la malattia cronica = stress e lo stress esaurisce magnesio.
Le seguenti condizioni che possono avere un legame con la carenza di magnesio come parte del puzzle sono:

Sindrome da Stanchezza Cronica
Surrenali affaticati
Fibromialgia
Malattia Del Cuore
Fibrillazione Atriale
Palpitazioni cardiache
Osteoporosi (sì, il magnesio è più importante di calcio per la salute delle ossa!)
Diabete
La morte improvvisa nei pazienti con insufficienza cardiaca congestizia
Calcoli Renali

“Allo stesso modo, i pazienti con diagnosi di depressione, epilessia, diabete mellito, tremore, parkinsonismo, aritmie, disturbi circolatori (ictus, infarto cardiaco, arteriosclerosi), ipertensione, emicrania, cefalea a grappolo, crampi, disturbi neuro-vegetativi, dolore addominale, l’osteoporosi, asma, disturbi a carico di stress, tinnito, atassia, confusione, preeclampsia, la debolezza, potrebbero anche essere conseguenze della sindrome da carenza di magnesio. “
– Journal of American College of Nutrition
Sorprendentemente, l’articolo di cui sopra menziona anche disturbi neurovegetativi come possibile causa di carenza di magnesio. Ciò include coma.
La produzione di ormoni dello stress richiede alti livelli di magnesio e le esperienze stressanti possono portare immediatamente al completo esaurimento della scorta di magnesio nel corpo; questo potrebbe essere un fattore che contribuisce al perché vediamo spesso casi di coma dopo incidenti traumatici / infortuni?
Come ho già detto, il magnesio è un elettrolita responsabile per i segnali del cervello e la conducibilità. Senza il magnesio, le persone in coma, non possono essere in grado di risvegliarsi e riprendere la conducibilità. Molte persone con diabete entrano in coma diabetico. Il diabete è elencato come un’altra possibile conseguenza della carenza di magnesio. Questo potrebbe essere un fattore in coma diabetico come bene? E’ qualcosa su cui riflettere!

Voglie
Senti il bisogno di cioccolato? Perché, quando le persone sono stressate, vanno in cerca di cioccolato? Il cioccolato è una delle più alte fonti alimentari di magnesio.
Il magnesio è associata a tanti disturbi che il Dr. Carolyn Dean delle nutrizionali Magnesio Association a dedicato un libro intero per discutere di come lei ha trattato migliaia di pazienti per una vasta gamma di malattie, con magnesio come componente primaria.
Il suo libro, The Magnesium Miracle, è una lettura obbligata se si dispone di uno qualsiasi dei sintomi da carenza di magnesio di cui sopra, o problemi di salute in generale – in quanto vi è la probabilità che un componente di magnesio possa risolvere tutto. Controlla il sito 50 Studies Suggest That Magnesium Deficiency Is Killing Us.

Perché i medici non fanno il test di carenza di magnesio?
Sfortunatamente, la medicina convenzionale non si è aggiornata sulla quantità di ricerca che è stato fatto sulla carenza di magnesio.
Una delle ragioni che dimostrano quanto la medicina occidentale sia sbagliata è il modo in cui lo testano: con esami del sangue.
Gli esami del sangue non danno alcuna informazione sul magnesio … perché? Poiché il corpo controlla i livelli di magnesio nel sangue molto strettamente.
Se il magnesio nel sangue scende solo un po ‘, si sta andando per avere un attacco di cuore. E ‘quel campione. Quindi, per evitare ciò, il corpo ruba da tutte le sue cellule, tessuti e ossa il magnesio per mantenere i livelli ematici costanti. Se si fa un esame del sangue per il magnesio, le cellule potrebbero essere completamente vuote, mentre i livelli nel sangue rimangono costanti.
Quel che è peggio è che il magnesio non è nemmeno nel sangue. 99% del magnesio nel corpo è immagazzinato nelle cellule che vengono derubate, mentre solo l’1% di magnesio totale del corpo è nel sangue. Questi test sono una completa perdita di tempo, e i medici sono all’oscuro da questa realtà.

“Un test del siero per il magnesio è in realtà più che inefficace, perché un risultato che è entro i limiti normali dà un falso senso di sicurezza sullo stato del minerale nel corpo. Ciò spiega anche perché i medici non riconoscono la carenza di magnesio; considerano i livelli di magnesio nel siero come una misura accurata di tutto il magnesio nel corpo. “- Dr. Carolyn Dean, il magnesio miracolo.


Perché siamo così carenti?
Ecco la versione breve (ish):

Numero uno, ci stiamo avvelenando con il nostro cibo.
Numero due, siamo sempre più stressati. Stiamo usando le nostre energie al massimo per tenere il passo con la vita e ci sta prosciugando. La produzione di ormoni dello stress richiede alti livelli di magnesio e le esperienze stressanti portano all’esaurimento dei depositi di magnesio.
Numero tre, stiamo mangiando più zucchero che mai. Per ogni molecola di zucchero che consumiamo, il nostro corpo utilizza 54 molecole di magnesio per elaborarlo.
Quarto, bassi livelli nel terreno e moderne tecniche di allevamento riducono depositi di magnesio.
E, infine, il magnesio è esaurito da molti farmaci e composti di estrogeno come i contraccettivi orali, antibiotici, cortisonici, prednisone e farmaci per la pressione del sangue (“esaurimento degli elementi nutritivi handbook indotta da farmaci,” Pelton, 2001). Diuretici in caffè e tè (caffeina) anche aumentare i livelli di escrezione. Oh, e dal modo in cui – flouride compete per l’assorbimento con magnesio!

Al giorno d’oggi, quasi tutte le persone sono carenti di magnesio – nessun test è necessario.
Cibi raffinati / trattati sono spogliati dei loro minerali, vitamine, e contenuto di fibre. Si tratta di alimenti anti-nutritivi perché in realtà rubano il magnesio per essere metabolizzati. Quando sono consumati, ci chiedono di integrare con magnesio o siamo destinati ad crollare finalmente a causa di carenza grave. Come ho detto, lo zucchero è il peggiore. Ogni singola molecola di zucchero che si consumano trascina oltre 50 volte la quantità di magnesio dal vostro corpo.

Beh, e se si mangia una dieta sana?
I prodotti trasformati non sono gli unici alimenti che sono privi di magnesio. In generale, il magnesio è stato impoverito da terriccio, diminuendo apporto dietetico su tutta la linea, mentre il nostro bisogno di magnesio è aumentato, a causa degli elevati livelli di esposizione tossica che incontriamo nella nostra vita quotidiana (aria, acqua, materie plastiche, prodotti chimici, la lista continua!).
Il terreno è impoverito di magnesio a causa dei pesticidi che vengono spruzzati su tutte le piante coltivate in maniera tradizionale e l’inquinamento in tutto il mondo che colpisce anche i campi puliti. Pesticidi anche uccidono i batteri benefici / funghi che sono necessari per consentire alle piante di convertire i nutrienti del suolo nelle piante i nutrienti utilizzabili dagli esseri umani.

Sei un consumatore di cannabis?
La cannabis ha così tanti effetti positivi in termini di cura di malattie come l’epilessia, il cancro, e più (Leggere 1, 2, 3e cureyourowncancer.org). Fidati di me, sarò il primo a dire che sono tutti per esso – è una pianta sicura ed efficace con innumerevoli benefici terapeutici che il governo ha tenuto nascosto per anni. L’unico modo in cui si può utilizzare è che se è brevettato uno dei suoi ‘composti chimici e lo possono vendere a voi per un loro profitto.
Tuttavia, dobbiamo anche guardare a ciò che accade al nostro corpo a livello cellulare se usiamo la cannabis quotidianamente. Vuoi prendere un erba parassita che fa pulizia ogni giorno per il resto della tua vita, o anche ogni pochi giorni? Probabilmente no. La prenderesti quando sei malato o durante una pulizia mensile, altrimenti svilupperesti alcuni effetti collaterali di un uso eccessivo. Dobbiamo ricordare che la cannabis è un farmaco efficace a base di erbe e deve essere trattato in questo modo.
Risulta che usando la marijuana si tende ad esaurire i depositi di magnesio del corpo, con il risultato che la persona si sente peggio.
Naturalmente, questo non significa che non sia sicuro se assunto con moderazione. Ciò significa che nel corso del tempo, se utilizzato in modo coerente, senza il giusto equilibrio attraverso il rifornimento di magnesio, può e causerà carenza di magnesio.

Il modo migliore per ottenere magnesio
1. Mangiare alimenti ricchi di magnesio coltivati sul suolo organico.
2. Prendere gocce di magnesio ionici. Questo è il mio nuovo metodo preferito, che ho imparato da The Miracle Magnesio.
3. Applicare l’olio di magnesio sulla vostra pelle! Questo è il secondo modo migliore per aumentare i livelli.
4. Mettere a bagno in bagni di sale di Epsom. Ciò fornirà non solo il magnesio, ma lo zolfo per il vostro fegato pure.
FONTE: Collective-Evolution
casabenessere.wordpress.com/2015/05/20/p...ny-signs-what-to-do/




§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§
CORREGGERE LE CARENZE DI MAGNESIO PUÒ PROLUNGARE LA VITA.
La carenza di calcio è una preoccupazione nutrizionale comune, tuttavia molte persone trascurano l'importanza vitale del magnesio per la salute umana e la malattia.

Una ricerca pubblicata sulla rivista BMC Bioinformatics indica che il ruolo del magnesio per la salute umana e la malattia è molto più significativo e complicato di quanto si immaginava.

Mentre è noto che tutti gli esseri viventi richiedono magnesio, e che si trova in oltre 300 enzimi nel corpo umano, un nuovo studio indica che una carenza di magnesio può influenzare profondamente una gamma molto più ampia di strutture biologiche di quanto precedentemente compreso.

La ricerca relativa al magnesio ha accumulato negli ultimi 40 anni un tasso costante di circa 2000 nuovi studi l'anno che mostrano gli innumerevoli benefici del magnesio per la salute.

Vediamone alcuni.

Invecchiamento.
Mentre il naturale invecchiamento è un processo naturale, l'invecchiamento precoce è una caratteristica della carenza di magnesio. Uno studio effettuato su cosmonauti e astronauti, ha dimostrato che la perdita della capacità funzionale del sistema cardiovascolare nel volo spaziale è oltre dieci volte più veloce rispetto al corso dell'invecchiamento sulla Terra.
Uno dei possibili meccanismi alla base dell'invecchiamento associato alla carenza di magnesio, è che il magnesio è necessario per stabilizzare il DNA e ne promuove la replica.
È coinvolto anche nella guarigione delle estremità dei cromosomi dopo che sono stati divisi nella mitosi. Il magnesio inoltre contrasta la calcificazione dell'organismo prevenendo l'invecchiamento precoce.

Fibromialgia.
La carenza di magnesio è comune nei pazienti con diagnosi di fibromialgia. È stato clinicamente dimostrato che una dose relativamente bassa di magnesio (50 mg.), in combinazione con l'acido malico in forma di magnesio malato, è in grado di migliorare il dolore e la tenerezza dei muscoli nei pazienti ai quali viene somministrato.

Fibrillazione atriale.
Un certo numero di studi mostra che la supplementazione di magnesio riduce la fibrillazione atriale, da sola o in combinazione con agenti farmaceutici convenzionali.

Sindrome premestruale.
La carenza di magnesio è stata rilevata nelle donne che soffrono di sindrome premestruale. In uno studio effettuato su donne di età compresa tra i 18 e i 45 anni, sono state somministrate compresse da 250 mg. per un periodo di tre mesi. La riduzione dei sintomi è stata di circa il 34%. È stato inoltre rilevato che il magnesio combinato con la vitamina B6 migliora i sintomi premestruali legati all'ansia.

Emicrania.
I livelli di magnesio nel sangue sono stati trovati significativamente più bassi in coloro che soffrono di attacchi di emicrania.
Un articolo pubblicato sul "Journal of Neural Transmission" ha sottolineato che gli esami del sangue non trasmettono con precisione i dati di riserve di magnesio nel corpo perché il 67% si trova nelle ossa e il 31% nelle cellule.
Gli autori hanno sostenuto che poiché gli esami del sangue di routine non sono indicativi dello stato del magnesio, il trattamento orale con il magnesio è consigliato a tutti i malati di emicrania.

Il magnesio agisce inoltre come calcio-antagonista, è ipotensivo, antispasmodico (può proteggere da spasmo coronarico) e anti-trombotico. La ricerca ha mostrato che il magnesio porta grandi benefici anche ai pazienti con diabete di tipo 2.

Migliori fonti di magnesio nel cibo.
Nei seguenti alimenti è indicata la percentuale di magnesio presente in 100 gr.
- Alghe agar, essiccate (770 mg.)
- Erba cipollina, liofilizzato (640 mg.)
- Foglia di coriandolo, essiccato (694 mg.)
- Semi di zucca, essiccati (535 mg.)
- Cacao, polvere secca senza zucchero (499 mg.)
- Basilico secco (422 mg.)
- Semi di lino (392 mg.)
- Semi di cumino (366 mg.)
- Prezzemolo liofilizzato (362 mg.)
- Semi, farina di sesamo (346 mg.)
- Burro di mandorle (303 mg.)
- Noci, anacardi tostati (273 mg.)
- Porri liofilizzati (156 mg.)
- Banane disidratate ( 108 mg.)
- Scalogno liofilizzato (104 mg.)
- Salmone crudo (95 mg.)
- Cipolle disidratate (92 mg.)

Nel caso si abbia bisogno di dosi più elevate ci si può aiutare con gli integratori di magnesio. È un minerale completamente sicuro in quanto il nostro organismo trattiene solo ciò che gli è necessario per il buon funzionamento eliminando il resto.

ciaooo Franco Genre
.
.

Di più
11/04/2016 14:52 #3607 da genfranco
La CELIACHIA? ma cosa è la CELIACHIA?
Vediamo di approfondire un pochino questo stato di cose, trattato così superficialmente da chi di questo si dovrebbe interessare per il bene dei loro simili, denominandola invece MALATTIA AUTOIMMUNE.
Si parla di PROVE SCIENTIFICHE, di STUDI per avere certezza che il "roundup" un diserbante molto utilizzato nelle coltivazioni di cui un componente è il "glifosate" non causino danni alla umanità.
Ma quali PROVE e STUDI "INGANNI PROGRAMMATI" per il bene delle industrie, sono necessari per farci ingoiare questi PRODOTTI CHIMICI?
I risultati senza PROVE o STUDI ed anche con questi PRODOTTI CHIMICI, li abbiamo sotto gli occhi ogni giorno. PER NOI SONO VELENO PURO, CAUSA DI TUTTI I NOSTRI PROBLEMI, mentre per gli altri animali che di questi semi, anche se con il glifosato, si nutrono tutta la vita ed allevano i loro figli, ma come si comporterebbero con la CELIACHIA se ne soffrissero?
Invece NO, un motivo deve pur esserci, vero? vediamolo sotto.

"""Ma quale celiachia. Chiamatela Roundup Maurizio Blondet 10 agosto 2015
Sono almeno 12 mila anni che l’umanità mediterranea si nutre di frumento, senza problemi. E di colpo, ecco sorgere la “intolleranza al glutine”, con relativo ipersviluppo degli affari relativi a questa “malattia”: paste senza glutine a 5 volte il prezzo delle normali, prodotti bio dove l’etichetta dichiara “senza glutine”, cibi spesso a carico del servizio sanitario nazionale… Il glutine è un veleno? Si deve sospettare del grano geneticamente modificato?
Per una volta no. Anche se c’entra il Roundup, il diserbante della Monsanto, specifiamente concepito dalla multinazionale per essere usato in abbondanza coi suoi semi geneticamente modificati (modificati appunto per resistere al diserbante, che uccide tutte le erbacce) .
Come ha scoperto la dottoressa Stephanie Seneff, ricercatrice senior al Massachusetts Institute of Technology (MIT), da una quindicina d’anni gli agricoltori americani, nelle loro vastissime estensioni, hanno preso l’abitudine di irrorarle di Roundup immediatamente prima della mietitura.
In questo caso, profittano delle qualità disseccanti del prodotto, con il suo agente attivo, glisofato. Hanno scoperto che, spargendo tonnellate di glisofato, la resa per ettaro aumenta. Perché? Perchè, prova a spiegare la Seneff, “le brattee protettive si frantumano, la spiga muore, e con l’ultimo sospiro, rilascia i chicchi” che altrimenti resterebbero attaccati nel resti della spiga ancor umida. L’aumento di resa non è enorme, ma è importante per coltivatori stra-indebitati con le banche. Inoltre, il disseccamento facilita la battitura condotta coi giganteschi macchinari industriali (spesso affittati, quindi se li si può usare per meno giorni, si risparmia) e consente di anticipare l’operazione di mietitura. “Un campo di grano matura di solito in modo ineguale; una irrorata di Roundup consente di disseccare ugualmente le zone ancor verdi e quelle già gialle, e procedere alla mietitura nello stesso tempo”, ha spiegato un coltivatore di nome Keith Lewis.
E’ dunque l’estrema manifestazione della industrializzazione totale dell’agricoltura americana, nel quadro della violenza generale sulla natura (hanno abolito la rotazione agricola, coltivano sempre le stesse colture da denaro sullo strssso campo, compensando l’impoverimento del terreno con tonnellate di fertilizzanti chimici), hubrys che resterà sempre come lo stigma dell’americanismo quando avrà condotto all’estinzione di questa civiltà. Lo stesso ministero americano dell’agricoltura ha reso noto che, dal 2012, il 99% del grano duro, il 97% del frumento prinaverile, e il 61 % di quello invernale subisce il trattamento al glisofato: il che costituisce un aumento dell’88% per il grano duro, e del 91% per il primaverile rispetto a quanto si faceva nel 1998.
Piccolo particolare, l’industria della birra non accetta l’orzo da trasformare in malto, se è irrorato di Roundup; i piselli e le lenticchie, se irrorate, non hanno parimenti mercato. Invece il grano si può vendere, e dar da mangiare agli esseri umani, oltre che agli animali allevati per la carne e il latte."""
digilander.libero.it/genfranca/Immagini/celiachia.htm

Purtroppo la CELIACHIA non è una malattia cosidetta immune o autoimmune ma è causata dal diserbante CHIMICO della Monsanto
"L’intolleranza al glutine e la Celiachia stanno crescendo in maniera esponenziale in Europa, negli USA e nel resto del mondo tanto da essere in forma epidemica e si stima che il 5% della popolazione Europea e Statunitense siano affette da questa patologia.
Uno studio pubblicato sulla rivista Interdisciplinary Toxicology (1) mette in discussione l’origine delle malattia che viene definita secondo la medicina ufficiale una malattia autoimmune, i cui effetti sono collegati al consumo di alimenti contenenti glutine una proteina presente nei cereali come frumento, orzo , segale e avena. Lo studio sostiene che un maggior uso del diserbante a base di glifosate, conosciuto principalmente con il nome commerciale di Roundup, nella coltivazione dei cereali e non solo, potrebbe essere la causa della crescita dei casi di celiachia, intolleranza al glutine, come mostra questo grafico riportato nell’articolo, ma anche della sindrome dell'intestino irritabile."
Come leggeremo sotto
La dimostrazione? semplicissima, già detta sopra ma la ripeto. Dato che ad ingoiare questi cereali non è solo l'uomo, ma molti altri animali che nel periodo se ne cibano abbondantemente e non solo ma con questo allevano le loro famiglie, se non si AUTOPRODUCESSERO l'ACIDO ASCORBICO si ammalerebbero come noi, vero?
..e loro, non avendo le alternative che ha l'uomo, si sarebbero ESTINTI di certo. Ma loro hanno appunto questa AUTOPRODUZIONE a loro favore che come scrive Linus Pauling di Irwin Stone:
"""pagina 107/340
dice Irwin: 1) battericida, 2) disintossica, 3) controlla, 4) è innocuo
Irwin Stone (1972) ha descritto l'ACIDO ACORBICO in relazione alle malattie batteriche nel modo seguente:
1) E' battericida o batteriostatico e uccide o previene la crescita di organismi patogeni.
2) Disintossica e rende innocui le tossine batteriche ed i veleni.
3) controlla e mantiene efficace la fagocitosi.
4) E' innocuo ed atossico, senza danno per il paziente, gli effetti sopramenzionati."""
digilander.libero.it/genfraglo/Immagini/originalelp.pdf

mentre noi avendo perso questa possibilità ne subiamo i VARI AVVELENAMENTI, che noi chiamiamo MALATTIE, compreso questa. Difatti a conferma Irwin Stone ci lascia un disegno:
digilander.libero.it/genfranca/Immagini/acidoascorbicomanca.htm

e scrive:
pagina 1/10
sostanza fondamentale
L'ACIDO ASCORBICO è una sostanza ubiquitaria fondamentale nel processo vitale. Tutti gli organismi viventi o la producono o la prendono dal nutrimento oppure periscono. I sistemi enzimatici per la produzione dell'ACIDO ASCORBICO sono di antica origine e si sono formati molto presto nello sviluppo del processo vitale su questo pianeta, probabilmente mentre le forme più altamente sviluppate erano ancora forme primitive unicellulari.
pagina 1/10
solo embrione ma produce molto ACIDO ASCORBICO
L'evidenza della embriologia sia delle piante che degli animali corrobora questo punto di vista dal momento che il seme dormiente della pianta e l'uovo dell'animale sono privi di ACIDO ASCORBICO. C'è una produzione immediata di ACIDO ASCORBICO nel seme che germina o nell'uovo in sviluppo, perfino quando l'embrione non è niente più che un grumo di alcune cellule.
pagina 1/10
alta produzione sia in piante che animali
Anche la sua diffusa presenza in tutti gli odierni organismi pluricellulari, sia piante che animali, lo testimonia. Possiamo anche dedurre che la produzione di ACIDO ASCORBICO era ben sviluppata prima che gli organismi viventi divergessero nelle forme di piante e di animali.
pagina 2/10
RENI E FEGATO
Il luogo degli enzimi per la produzione dell’acido ascorbico nei vertebrati a sangue freddo, i pesci, gli anfibi ed i rettili, è nei reni. I più altamente attivi mammiferi a sangue caldo tutti sintetizzano il loro acido ascorbico nel fegato. Una delle principali
funzioni dell’acido ascorbico nella fisiologia animale è il mantenimento della omeostasi biochimica sotto stress. Più grande è lo stress a cui è sottoposto l’animale, più acido ascorbico produce.
Circa 165 milioni di anni fa, quando la natura aveva in vista l’evoluzione dei più attivi e stressanti mammiferi, doveva essere presa una importante decisione morfologica e fisiologica. I reni, pure adeguati come sito di sintesi dell’acido ascorbico per i lenti vertebrati a sangue freddo, erano inadeguati per le aumentate richieste di acido ascorbico per i più altamente stressati mammiferi. La soluzione vincente di questo problema fu il trasferimento degli enzimi per la produzione dell’acido ascorbico dai
relativamente piccoli e biochimicamente affollati reni al più spazioso fegato, che è il più grande organo del corpo. Tutti gli odierni mammiferi capaci di sintetizzare acido ascorbico lo producono nel fegato perché ogni antica forma che non effettuò tale
passaggio era così handicappata biochimicamnte che fu eliminata dalle forze della evoluzione.
...racconta l'EVOLUZIONE DEGLI ESSERI VIVENTI E L'ACIDO ASCORBICO
e spiega la perdita di produrcelo autonomamente
pagina 6/10
l'ACIDO ASCORBICO è un metabolita per tutti gli animali e non una VITAMINA
Stone 20. Negli ultimi 60anni, l'ACIDO ASCORBICO è stato visto come"vitamina C" quando in realtà è un metabolita del fegato e certamente non una "vitamina" per la miriade di mammiferi che hanno intatto il gene per lo L-gulonolactone ossidase. Tali mammiferi non prendono lo scorbuto, anche se hanno una dieta completamente priva di vitamina C.
digilander.libero.it/genfranco/Immagini/irwinstorianaturale.pdf

ma il tutto SERVE a chi guida il mondo. Alla Monsanto vendere il suo diserbante, ai medici per lavorare che così possono prescrivere i loro INGANNI, alle industrie per produrre altri INGANNI. E come si dice TUTTI VISSERO FELICI E CONTENTI fuorchè il MALCAPITATO che vive una vita di CACCA. Ma lui, cosa conta mai?
Quindi l'unica arma a nostra disposizione, ma la più importante è DI EVITARE COME LA PESTE I PRODOTTI DELLE INDUSTRIE ALIMENTARI.
Quindi passa la informazione e ti assicuro che in breve questi CIBI VELENO: FARINA 00, "AROMI" o "AROMI NATURALI", CONSERVANTI, COLORANTI ecc., invenduti sugli scaffali faranno cambiare il comportamento dei produttori.
NON VI E' ALTERNATIVA.

Come ho detto, i FARMACI sono un INGANNO. Non sia mai che io dica una parolona senza prove. Eccotela e tira tu le tue personali conclusioni poichè il mio unico scopo è di dare le informazioni. Niente di più:
"""Questo lo propongo perchè sentendo diversi miei giovani amici, sui 40 anni, sono venuto a sapere che molti di loro hanno la tiroide di Hashimoto ed ingoiano giornalmente EUTIROX (ha un certo "principio attivo") da ingoiare PER TUTTA LA VITA.
Ma non pare strana questa cosa?
E che ne dite del COUMADIN (ha un altro certo "principio attivo") , proposto a qualsiasi età e PER TUTTA LA VITA?
E la pastiglia della IPERTENSIONE, RAMIPRIL (o altro nome, che hanno un altro certo "principio attivo"), da ingoiare mezza o intera, ogni giorno PER TUTTA LA VITA.
Ma non basta e per il COLESTEROLO, ARMOLIPID plus 20 (o altro nome, che hanno un altro certo "principio attivo") per ogni giorno PER TUTTA LA VITA.
oppure di tutto il sistema per misurare la GLICEMIA GIORNO DOPO GIORNO.
Non vi pare un bollettino di guerra?
Insomma un SISTEMA CATASTROFICO per non dire altra parola più pesante.
Ora sappiamo che per agire sulle varie patologie sono necessari quei famosi e straconosciuti "principi attivi".
Alla fine sarà poi così giusto affidarci al sistema sanitario con questa prospettiva futura?
Vogliamo provare ad analizzare e vedere se è possibile vi sia un'altra via più appropriata alla nostra SALUTE?"""
digilander.libero.it/genfranco/Immagini/esamedelsangue.htm

"""Ho fatto ricerche di malattie guarite da qualche FARMACO, ma non ne ho trovate neanche una, ma neppure con le invenzioni MECCANICHE di: raggi x, TAc, MOC e chi più ne ha più ne metta che non servono a nessun altro essere vivente.
Ed ora ecco le prove delle malattie guarite con gli "ALIMENTI ESSENZIALI":
Ho fatto altrettante ricerche se vi fossero malattie guarite con degli "ALIMENTI ESSENZIALI" ottenendo questi risultati:
La prima e più importante malattia guarita con uno di questi è
lo SCORBUTO guarito dall' ACIDO ASCORBICO
la PELLAGRA guarita dalla VITAMINA B3 (NIACINA)
il BERI-BERI guarito dalla VITAMINA B1 (TIAMINA)
il RACHITISMO guarito dalla vitamina D (ORMONE)
la POLIOMIELITE guarita dal CLORURO DI MAGNESIO
la SCLEROSI MULTIPLA e le malattie AUTOIMMUNI dalla VITAMINA D cura del dottor Coimbra
la OSTEOPOROSI dalla VITAMINA D
la TUBERCOLOSI (TBC) dalla VITAMINA D
la ANEMIA PERNICIOSA guarita dalla VITAMINA B12 (COBALAMINA)"""
digilander.libero.it/genfranca/Immagini/malattieguarite.htm

Chiedo scusa, si è parlato di danni da diserbanti CHIMICI, dei FARMACI CHIMICI, ma degli altri PRODOTTI CHIMICI ma sopratutto delle DROGHE?
CAFFE', TE', TABACCO, "AROMI" o "AROMI NATURALI", prodotti per la pulizia della persona e della casa, cosa sono?
Un'altra volta, con altro discorso....grazie.

e pensare che viviamo nella CIVILTA' e nel PROGRESSO, solo che lo viviamo DROGATI e quindi non riusciamo ad apprezzare nulla, anzi così siamo facili PREDE di chi si nasconde dietro queste due belle parole.

"""L’intolleranza al glutine e la Celiachia stanno crescendo in maniera esponenziale in Europa, negli USA e nel resto del mondo tanto da essere in forma epidemica e si stima che il 5% della popolazione Europea e Statunitense siano affette da questa patologia.
Uno studio pubblicato sulla rivista Interdisciplinary Toxicology (1) mette in discussione l’origine delle malattia che viene definita secondo la medicina ufficiale una malattia autoimmune, i cui effetti sono collegati al consumo di alimenti contenenti glutine una proteina presente nei cereali come frumento, orzo , segale e avena. Lo studio sostiene che un maggior uso del diserbante a base di glifosate, conosciuto principalmente con il nome commerciale di Roundup, nella coltivazione dei cereali e non solo, potrebbe essere la causa della crescita dei casi di celiachia, intolleranza al glutine, come mostra questo grafico riportato nell’articolo, ma anche della sindrome dell'intestino irritabile.

Hospital discharge diagnosis (any) of celiac disease ICD-9 579 and glyphosate applications to wheat (R=0.9759, p=1.862e-06). Sources: USDA:NASS; CDC. (Figure courtesy of Nancy Swanson).

I ricercatori suggeriscono che il glifosato, il principio attivo dell’erbicida Roundup, può essere il fattore principale che causa questa epidemia.
Secondo gli autori, la malattia celiaca è associata a squilibri nei batteri intestinali che possono essere completamente spiegati dagli effetti noti del glifosato sui batteri intestinali, tra cui la riduzione dei Lactobacilli e dei Bifidobateri da un lato e da una sovracrescita del C. difficilis e Desulfovibrio dall’altro come riportato in tabella 1.

Tabella 1: Distruzione dei batteri intestinali

Un recente studio sull’esposizione al glifosato nei pesci carnivori ha rivelato notevoli effetti negativi in tutto il sistema digerente (Senapati et al. , 2009 ). L’attività di proteasi, lipasi, amilasi sono tutti diminuiti in esofago, stomaco e nell’intestino di questi pesci in seguito all’esposizione al glifosato. Gli autori hanno anche osservato “distruzione delle pieghe delle mucose e disordine di struttura dei microvilli” nella parete intestinale, insieme ad una secrezione esagerata di mucina in tutto il tratto gastrointestinale. Queste caratteristiche ricordano molto la celiachia.

I peptidi del glutine nel grano sono idrofobici e quindi resistenti alla degradazione gastrica, pancreatica e alla proteasi intestinale (Hershko e Patz, 2008 ). Pertanto, l’evidenza di questo effetto sui pesci suggerisce che il glifosate può interferire con la riduzione delle proteine complesse nello stomaco umano, lasciando grandi frammenti di glutine nell’intestino umano che poi innesca una risposta autoimmune, portando a difetti nel rivestimento del tenue che sono caratteristici di questi pesci esposti al glifosato e dei pazienti celiaci.
Altre caratteristiche della malattia celiaca sono la riduzione di molti enzimi citocromo P450, che agiscono nella detossificazione di tossine ambientali, nell’attivazione della vitamina D3, nel catabolismo della vitamina A e nel mantenere la produzione di acidi biliari e fonti di solfato nell’intestino e, secondo gli autori dello studio, il glifosato è noto per inibire gli enzimi citocromo P450.

Anche carenze di ferro, cobalto, molibdeno, rame e altri metalli rari associati alla malattia celiaca possono essere attribuiti alla forte capacità di glifosato di chelare questi elementi. Analogamente, deficit di triptofano, tirosina, metionina e selenometionina associati alla malattia celiaca corrispondono alla capacità nota del glifosato di esaurire questi aminoacidi. I ricercatori sottolineano inoltre che i pazienti con malattia celiaca presentano un rischio più elevato di sviluppare il Linfoma non-Hodgkin, malattia che è stata anche associata all’esposizione al glifosato. Inoltre, essi sostengono che problemi riproduttivi associati alla malattia celiaca, come l’infertilità, aborti e la nascita di bambini con malformazioni possono essere spiegati dal glifosato.

Tutti i noti effetti biologici del glifosato (inibizione del citocromo P450, interruzione della sintesi di acidi aromatici amminoacidi, chelazione di metalli di transizione e azione antibatterica) contribuiscono all’insorgere della patologia della malattia celiaca, afferma il documento.
Gli autori riportano nelle seguenti tabelle gli effetti del glifosate e le relative disfunzioni e conseguenze.

Tabella 2: Chelazione dei metalli di transizione

Tabella 3: Inibizione citocromo P450

Tabella 4: soppressione della via dello Schikimato

Effetto del glifosate
L’utilizzo del diserbante glifosate nella coltivazione del grano
Il diserbante glifosato viene impiegato nella preparazione del letto di semina del grano e di recente è stato anche ammesso l’uso come disseccante totale nel trattamento pre raccolta tra i sette e i quattordici giorni dalla raccolta per provocare l’indurimento della granella soprattutto nelle annate piovose o se coltivato in zone con clima freddo.
I ricercatori hanno riferito che i residui di glifosato nel grano e in altre colture sono aumentati notevolmente negli ultimi anni grazie a questa pratica della essiccazione delle colture con il veleno per facilitare la raccolta e che ha aumentato l’esposizione della popolazione al veleno attraverso il cibo. Richiamano inoltre l’attenzione sul fatto che dal 2001, l’uso del glifosato in agricoltura è aumentato esponenzialmente a causa della diffusione di colture OGM Roundup Ready, ovvero resistenti al diserbante in questione.

L’uso del diserbante glifosate è vietato nel disciplinare di coltivazione del metodo biologico.

Figura 1: preparazione del letto di semina con diserbante glifosate

Celiachia e cofattori
Altri cofattori che intervengono nell’aumento dei casi di celiachia oltre a un sempre crescente utilizzo del diserbante glifosate potrebbero essere l’utilizzo di concimi chimici a base di nitrati che tendono ad aumentare la percentuale proteica e quindi di glutine nella farina ed anche il fatto che a partire dagli anni 60 i grani sono stati irraggiati per aumentare la produttività e quindi sono stati selezionati grani “nanizzati” ad alto rendimento che hanno bisogno di un maggior numero di trattamenti con pesticidi chimici di sintesi tra cui diserbanti, fungicidi e insetticidi, trattamenti che sono vietati nel metodo biologico.

Conclusioni
In base ai dati riportati nell’articolo (1) è molto probabile che la celiachia abbia origine dall’utilizzo del diserbante e/o disseccante totale glifosate e dalla relativa ingestione di residui più che dalla presenza di glutine nella farina stessa e che l’intolleranza al glutine sia una conseguenza piuttosto che la vera causa della malattia. Pertanto nella maggior parte dei casi, soprattutto quando viene esclusa la sua origine genetica, si può prevenire nutrendosi con farine ed alimenti coltivati con il metodo biologico. Interessanti e gustosi sono pane e pasta prodotti con grani antichi coltivati in Italia fino agli anni ‘60 circa e ora riscoperti, che non sono stati irraggiati e che si sviluppano con uno stelo alto un metro e mezzo circa per cui non hanno bisogno di diserbanti né di fungicidi e vengono coltivati con il metodo biologico mantenendo il profumo del pane e della pasta di una volta.

Glyphosate, pathways to modern diseases II: Celiac sprue and gluten intolerance, Anthony Samsel and Stephanie Senef, Interdiscip Toxicol. 2013, Vol. 6 (4): 159-184. www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3945755/ """

digilander.libero.it/genfranco5/Immagini...megranoglifosate.htm

ciaooo Franco Genre
.
.

Di più
13/04/2016 16:02 - 14/04/2016 06:25 #3691 da genfranco
Ciao, ecco la testimonianza di Roberto Giugovaz sulla sua guarigione dal tumore alla prostata.

Notizie
Roberto Giugovaz
Ieri alle 12:01

Sarò breve nella descrizione della mia esperienza.
Dopo aver riscontrato l'incremento del PSA (antigene prostatico), in seguito ai controlli periodici di routine, la successiva biopsia seguita a visita urologica stabiliva che ero affetto, pur se in fase ancora iniziale, da adenocarcinoma prostatico Gleason 7 (mediamente aggressivo). Ho optato per la terapia (non riconosciuta ufficialmente) basata su endovene di vitamina C (acido ascorbico). Ho verificato una costante discesa del PSA con notevoli ulteriori picchi verso il basso e giovedì, dopo sei mesi di cura, la risonanza magnetica cui mi sono sottoposto ha rilevato solo tessuto cicatriziale al posto del tumore. Voilà.
Si può fare!!
I migliori auguri a tutti.
Mi piace
Commenta
14Tu, Antonio Carbone, Paolo Manzi e altri 11
Commenti
Antonio Carbone
Antonio Carbone Una testimonianza fortissima e senz'altro che ci porta a riflettere, l'ho postata io ma il diretto interessato ve la racconta.Grazie Roberto Giugovaz
Mi piace · Rispondi · 2 · Ieri alle 12:19
Antonio Carbone
Antonio Carbone Paolo ManziToro RossoAlvaro AlvezGenre FrancoEnnio De BartolomeiLuca Colapaoli
Mi piace · Rispondi · 1 · Ieri alle 12:28 · Modificato

oggi 13 aprile 2016 ore 16:12
Paola Terzi
Paola Terzi Roberto Giugovaz potresti dare qualche riferimento del medico che ti ha seguito?
Non mi piace più · Rispondi · 2 · 1 h
Roberto Giugovaz
Roberto Giugovaz Te lo dico in separata sede. Emoticon smile
Non mi piace più · Rispondi · 2 · 1 h
Genre Franco
Scrivi una risposta...
Paola Terzi
Paola Terzi Ok grazie
Non mi piace più · Rispondi · 2 · 1 h
Luca Colapaoli
Luca Colapaoli Roberto Giugovaz, posso chiederti circa le infuzioni di 50g (ricordo bene la dose) come le facevi? Ogni quanto, e se ci si associava qualche cosa oppure solo quelle? In quanto tempo l'infusione. E se hai avuto qualche effetto collaterale, o comunque notato qualche cosa di diverso dal solito.
Non mi piace più · Rispondi · 2 · 30 min
Roberto Giugovaz
Roberto Giugovaz Due volte la settimana, non cambia il giorno in più o in meno; il medico mi ha aggiunto qualche ml (10 mi pare) di glutatione, il tutto in soluzione fisiologica da 200 ml ca, e l'operazione dura circa un'ora e mezza. Nessun effetto collaterale, semmai un miglioramento delle condizioni fisiche generali, oltre che l'aspetto della pelle.
Non mi piace più · Rispondi · 2 · 11 min
Luca Colapaoli
Luca Colapaoli Grazie, sei gentilissimo.
Non mi piace più · Rispondi · 2 · 10 min
Roberto Giugovaz
Roberto Giugovaz Figurati. Emoticon smile
Non mi piace più · Rispondi · 1 · 9 min
digilander.libero.it/genfranco5/Immagini/robertogiugovaz.htm

ciaooo Franco Genre
.
.
Ultima Modifica 14/04/2016 06:25 da genfranco. Motivo: Aggiunto dialogo importante del giorno successivo

Di più
15/04/2016 20:58 #3803 da genfranco
Gabriella per suo padre di 83 anni operato di una ciste tumorale:
mail ricevuta il 15-apr-2016 9.33
----Messaggio originale----
Da: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. <Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.>
Data: 15-apr-2016 9.33
A: "Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo."<Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.>
Ogg: R: vittoria con le vitamine
Ciao Franco invia pure la testimonianza sperando che invogli le persone a percorrere strade alternative.
La salute è la cosa più importante che abbiamo.
Grazie ancora


----Messaggio originale----
Da: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. <Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.>
Data: 15-apr-2016 8.53
A: "curtigabriella1964 curtigabriella1964"<Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.>
Ogg: R: vittoria con le vitamine

Ciao Gabriella, prima di tutto, certo che puoi ingoiare la PROLINA.
Ora invece mi permetto di chiederti l'autorizzazione ad inviare ad ogni contatto la tua testimonianza che ritengo molto importante, anche perchè come tuo padre a me hanno tolto una ciste da 8.3 centimentri ed ora me ne devono levare altre due. Per fortuna non sono tumori, ma danno tanto fastidio.
Quindi resto in attesa di un tuo cenno e ti ringrazio anticipatamente anche se fosse un no.
Buona vita a te ed a tuo padre.
ciaooo Franco


----Messaggio originale----
Da: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. <Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.>
Data: 14-apr-2016 15.17
A: <Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.>
Ogg: vittoria con le vitamine


Ciao Franco,
vorrei sapere se è utile assumere la prolina insieme al resto (AA, magnesio, potassio, acido citrico, lisina + vit.A-B-D-E + Boro).


Ora ti riporto la testimonianza di mio papà, forse ricordi perchè ti avevo già scritto, ora ti porto i risultati.
Mio Papà, 83 anni è stato operato a gennaio al rene, gli hanno tolto una ciste di 3,5 cm. che si è rivelata essere maligna. Già da prima dell'intervento soffriva di aritmia cardiaca ed una forma di leucemia senile e piastrinopenia.
Da alcuni mesi era anche anemico.
Da settembre aveva iniziato con l'AA, magnesio e vit.B e D, subito dopo l'intervento, su tuo consiglio, tanto AA+magnesio+potassio+ vitamine.  
La settimana scorsa visita dal cardiologo: aritmia scomparsa, battito regolare. Il medico visibilmente imbarazzato gli ha consigliato di smettere di prendere l'antiaggregante,cardiospirina e diuretico (ma già da prima dell'intervento aveva smesso). 
Fatti anche gli esami del sangue: neanche un asterisco.
Ripeto...mio papà ha 83 anni !!!! ...... guida la macchina ed ha comprato l'I-Phone.


Un abbraccio e grazie di cuore.

digilander.libero.it/genfranco5/Immagini/gabriellaciste.htm

ciaooo Franco Genre
.
.

Di più
17/04/2016 21:24 #3846 da genfranco
Quanta pazienza avete! scusate la mia sfacciataggine.
Invece personalmente NON MI STANCO MAI!!!
Difatti rieccomi a parlarvi della vitamina D, quella che per AUTOPRODURCI servono SOLO DUE COSE:
1) il COLESTEROLO dichiarato CATTIVO dalla medicina, ma che in effetti è anche lui già AUTOPRODOTTO e non riesco a capire che il mio corpo sia tanto STUPIDO DA AUTOPRODURSENE IN PIU' PER ARRECARSI DANNO, e voi?
2) il SOLE, sorgente DI VITA PER OGNI ESSERE VIVENTE.
Eppure ci hanno insegnato per molti anni che il COLESTEROLO ci causa gli ICTUS e gli INFARTI facendoci ingoiare pastiglie CHIMICHE, il cui "PRINCIPIO ATTIVO" nel nostro corpo NON CI DEVE STARE. Che presa in giro!
"Ed ancora altri se lo riterrà opportuno, ma a questo punto, tu innocentemente dovresti chiedergli di fare nel tuo sangue pure la ricerca del "principio attivo" (così viene chiamato l'agente del FARMACO che stai ingoiando, vero?).
A questo punto lui ti dirà sorridendo che non si può.
Allora tu dovresti chiedergli:
"scusi dottore, ma se non si può vuol dire che questo "principio attivo" NON DEVE ESSERE NEL MIO SANGUE, vero?
Ma se non deve essere nel mio sangue, cosa farà mai nel mio corpo? lei me lo sà dire e spiegare chiaramente?"
digilander.libero.it/genfranco/Immagini/esamedelsangue.htm

Ed anche per molti anni ci hanno insegnato che il SOLE con i suoi raggi UVB (e ce ne hanno fatto delle pappardelle dei personaggi di primo piano) dichiarandoli CANCEROGENI. Facendoci spalmare sulla pelle PRODOTTI CHIMICI che non mangeremmo mai, ma che spalmandoli sulla pelle per preservare la SALUTE, permettiamo al nostro corpo di metterli direttamente nel sangue ed AVVELENARCI, sempre perchè questi prodotti CHIMICI nell'esame del sangue NON CI DEVONO ESSERE.
QUINDI QUANTE FALSITA' CI HANNO PROPINATO FIN'ORA E PER CHE COSA? SEMPLICE, NELLE NOSTRE MALATTIE
CI SGUAZZANO.
Scusate lo sfogo su tutte queste FALSITA'.
Ora invece dopo avervi parlato del dottor Coimbra:
"E' importante che si dica che la dose giornaliera che è raccomandata oggi, internazionalmente, non esclude nessun paziente dalla carenza di vitamina D, è una dose irrisoria, molto sotto la dose fisiologica.
E allora, quando abbiamo iniziato a dare la dose fisiologica, che è la dose di 10.000 unità giornaliere, cioè la dose che si produce con pochi minuti di esposizione solare, ossia, se hai addosso canottiera e bermuda, con le gambe e le braccia esposte al sole, produrrai in 20 minuti, se hai la pelle chiara e sei giovane, 10.000 unità di vitamina D al giorno.
Allora, 10.000 UI è una dose fisiologica, non è una super dose.
Però la maggior parte dei dottori considerano questa dose potenzialmente tossica."
digilander.libero.it/genfranco2/Immagini/vitaminadcoimbraa.htm
Lo affermano i ricercatori delle piu' importanti università del mondo come Harvard, Stanford University School of Medicine e tante altre.PubMed link 1.
digilander.libero.it/genfranco5/Immagini/link1a.htm
Clicca su author information per vedere da dove provengono gli articoli che ti indico. ??
PubMed è l'enciclopedia di tutti gli studi approvati dalla comunità scientifica mondiale ed ogni mia affermazione ha sempre una pezza d'appoggio sicura.??
E' molto importante che tu lo sappia perchè non mi pare che te lo dica nessuno. Sai perchè? Perchè la vitamina D costa pochissimo e nessuna lobbies privata ci puo' speculare sopra.??
Ti chiederai come si puo' curarsi preventivamente con la vitamina D.??
A questo punto si creerà attorno a te un vuoto incomprensibile. Nessuno ti vuole far fare l'esame fondamentale per capire la tua quasi certa carenza che si accerta con un piccolo prelievo di sangue per dosare la 25OHD3??.
Te lo dico perchè piu' della metà della popolazione è fortemente carente di vitamina D.??
Poi magari anche se qualcuno pensa di compensarla, ti daranno qualche gocciolina inutile che non serve assolutamente per aggiungere il dosaggio idoneo per prevenire il cancro che è tra i 60 gli 80 ng/ml. PubMed link 2.
digilander.libero.it/genfranco5/Immagini/link2a.htm .
L’Italia è tra i paesi con maggiori livelli di carenza di vitamina D ed è stato osservato che tra le persone anziane la percentuale di soggetti carenti raggiunge il 70-80%, ma è già nei giovani e soprattutto nei bambini obesi che possiamo parlare di pandemia, cioè di epidemia dilagante. PubMed link 3.
digilander.libero.it/genfranco5/Immagini/link3a.htm
Come molti studiosi sanno il cancro è poi profondamente legato alla depressione e guarda caso la vitamina D cura anche la depressione ed i disturbi d'ansia e di panico agendo sul gene TPH2 producendo la serotonina. PubMed link 4.??
digilander.libero.it/genfranco5/Immagini/link4a.htm

da questo link:
digilander.libero.it/genfranco5/Immagini...aminadangelobona.htm
...ora parliamo del dottor Andrea Rizzo, che inoltre riporta delle tabelle molto precise, delle dosi anche per i NOSTRI BAMBINI, che sono la nostra GENERAZIONE FUTURA quindi importante, poichè la nostra continuazione della specie, che purtroppo troppe persone si dimenticano il perchè della nostra venuta sulla terra. Questo perchè i mezzi di comunicazione e di informazione hanno il dovere di creare il MASSIMO CAOS. E COME CI RIESCONO!!!!

"""Quando parliamo di vitamina D, ci riferiamo normalmente alla D2 e D3.

La vitamina D, conosciuta per la sua principale attività antirachitica è un nutriente liposolubile indispensabile per un corretto sviluppo dei tessuti ossei e per una funzione neuromuscolare ottimale.

La sua funzione fisiologica principale consiste nel promuovere l’assorbimento di calcio e fosforo attraverso la mucosa intestinale, rendendo possibile la calcificazione dello scheletro.

Oggi riconsiderata per nuove molteplici altre funzioni: Svolge un ruolo importante nell’assicurare un corretto funzionamento di muscoli, nervi, coagulazione sanguigna e utilizzo dell’energia, essendo un fattore essenziale per l’omeostasi minerale. Inoltre agisce come antiossidante, immunomodulatore e antinfiammatorio.

Per questo è utilizzata in diverse patologie e disturbi quali sclerosi multipla, cardiopatie, psoriasi, artrite reumatoide.

La sua carenza è stata osservata in alcuni tipi di tumore e nella resistenza all’insulina.

Studi recenti sembrano confermare che la maggior parte della popolazione non assume quantità adeguate di vitamina D attraverso la dieta e l’esposizione al sole. Sono infatti molto poche le fonti alimentari di vitamina D (es. olio di fegato di merluzzo, uova di galline nutrite con vitamina D) e la maggior quantità viene assimilata grazie ad alimenti arricchiti.

Una corretta integrazione sopperisce a tali carenze, contribuendo alla salute dell’organismo.

LA VITAMINA D NELLO SPORT

La ricerca suggerisce che la vitamina D possiede un ruolo attivo nella funzione immunitaria, la sintesi delle proteine, la funzione muscolare, la risposta infiammatoria, la crescita cellulare e svariate regolazioni a livello del muscolo scheletrico [1,2,3,4]. Un sintomo comune di carenza di vitamina D è la debolezza muscolare.

Visti i molti ruoli essenziali della vitamina D nel corpo, è stato suggerito che le prestazione fisica può essere influenzata seriamente da un adeguata presenza di vitamina D, specialmente in quelli che sono clinicamente carenti.

La carenza di vitamina D è stata stimata in più di un miliardo di persone in tutto il mondo [5]. I dati Terzo National Health and Nutrition Examination Survey (NHANES III) hanno mostrato un aumento significativo di tale insufficienza di vitamina D negli Stati Uniti nel corso degli ultimi 30 anni, con oltre il 77% degli americani considerati carenti di vitamina D [6]. I tassi allarmanti di tale carenza, considerando le vaste proprietà metaboliche della vitamina D hanno portato i ricercatori a esaminare l’influenza della vitamina D, non solo sulla prevenzione delle malattie, ma anche sulle prestazioni fisiche e lesioni.

Vitamina D e tessuto muscolare

La via autocrina sembra essere di estrema importanza e ha recentemente ricevuto molta attenzione per quanto riguarda la vitamina D e l’ influenza sulla funzione del muscolo scheletrico [11]. I siti recettoriali per la vitamina D (VDR) sono stati individuati in quasi tutti i tessuti all’interno del corpo [12]. Il recettore VDR regola l’espressione in centinaia di geni che svolgono funzioni corporee essenziali. La scoperta del VDR all’interno dei muscoli ha suggerito un ruolo significativo per la vitamina D nel tessuto muscolare ed è stato identificato come un importante regolatore del muscolo scheletrico [3,11,13,14,15,16]. Ci sono due meccanismi proposti con cui lo stato della vitamina D può influenzare la forza muscolare: Una possibile spiegazione riguarda il ruolo diretto di 1,25-diidrossivitamina D [1,25 (OH) 2D] sui VDR all’interno delle cellule muscolari [11,17,18]. Una seconda spiegazione suggerisce che la vitamina D modifica il trasporto di calcio nel reticolo sarcoplasmatico aumentando l’efficienza o il numero di siti di legame del calcio coinvolti nella contrazione muscolare. Questo meccanismo indiretto Tuttavia, è stato esaminato solo in modelli animale(ratti) [11]. Uno studio contesta la presenza di VDR nelle cellule muscolari scheletriche e suggerisce che la colorazione immunocitochimica per rilevare VDR può essere responsabile per i risultati falsi positivi evidenziati in studi precedenti [18,19].

E’ stato suggerito che la supplementazione di vitamina D nei soggetti con basso livello di vitamina D può migliorare la forza muscolare. Si ritiene che ciò sia dovuto ad un aumento delle dimensioni e la quantità di fibre muscolari tipo II (contrazione veloce) associate alla presenza di vitamina D [11,20].

Vari ricercatori hanno trovato che la vitamina D può avere un effetto significativo sulla riduzione della debolezza muscolare, dolore, equilibrio e di rischio di fratture [3,4].

Diversi studi osservazionali hanno suggerito che i livelli della vitamina D influenzano la forza e la funzione muscolare negli anziani [11,21].

Questi risultati sulla correlazione di vitamina D e funzione muscolare suggeriscono che la sua adeguata presenza può avere un impatto significativo sulle prestazioni dei muscoli e la prevenzione degli infortuni, quindi influenzando le prestazioni atletiche. Tuttavia, devono essere svolte ulteriori ricerche per determinare l’entità dell’effetto della vitamina D sulla forza muscolare e le prestazioni.

Vitamina D e salute delle ossa

La vitamina D agisce in due modi distinti all’interno del corpo, attraverso meccanismi meccanismi endocrini eautocrini. Il primo è il più noto, tale meccanismo agisce aumenta l’attività di assorbimento del calcio e osteoclasti intestinale [1]. La vitamina D è essenziale per la crescita ossea, la densità e il rimodellamento, e senza adeguate quantità, si verifica facilmente perdita ossea e conseguenti lesioni[7]. Quando la vitamina D è bassa, l’ormone paratiroideo (PTH) aumenta l’attività di riassorbimento osseo al fine di soddisfare la domanda del corpo del fabbisogno di calcio [8]. Quindi bassi livelli di vitamina D aumentano il turnover osseo, che amplifica il rischio di una lesione ossea, spesso definite fratture da stress.

In uno studio esaminando un gruppo di reclute militari finlandesi si è scoperto che i livelli di vitamina D sono strettamente correlati con la massa ossea e il basso livello è correlato a fratture da stress [9]

In uno studio è stato dato un supplemento di vitamina D (800 UI al giorno) ad un gruppo di militari donne, per otto settimane, esse presentarono una minore incidenza del 20 per cento in fratture da stress rispetto al gruppo placebo [8] .

Questi studi in popolazioni attive, come reclute militari, mostrano il ruolo fondamentale che la vitamina D svolge sulla salute ottimale delle ossa. Questi risultati suggeriscono anche che un livello sufficiente di vitamina D può prevenire gli infortuni, come fratture da stress. Le fratture da stress sono abbastanza comune tra gli atleti le subiscono 10% -31% degli atleti [8]. Le fratture da stress possono influenzare in modo significativo le prestazioni a causa di dolore debilitante e addirittura disabilità permanente [8].

L’altra via per la quale la vitamina D svolge la sua azione è quella autocrina. E’ meno nota, ma molti processi metabolici essenziali avvengono per tale via. Infatti su base giornaliera, più dell’80% della vitamina D nel corpo viene utilizzata attraverso la via autocrina [10]. E’coinvolta nei processi essenziali dell’organismo come i segnali di risposta dei gene, l’espressione genetica, la sintesi delle proteine, la sintesi degli ormoni, la risposta immunitaria e quella infiammatoria ed infine il turnover cellulare e di sintesi [10]. “Senza la vitamina D, la capacità della cellula di rispondere adeguatamente alle patologiche e segnali fisiologici è compromessa” [10].

Livelli raccomandati di assunzione per la vitamina D

L’esposizione della pelle al sole è la più abbondante fonte di vitamina D, inoltre ci sono alcune fonti alimentari interessanti. Alcuni alimenti contengono naturalmente livelli significativi di vitamina D, tra essi annoveriamo: salmone, pesce grasso, tuorli d’uovo, inoltre esistono prodotti fortificati, come, latte, cereali e succo d’arancia [24]. Anche se queste fonti alimentari possono apparire utili come fonte di vitamina D,purtroppo il processo di assorbimento dietetico è efficace solo per circa il 50%; pertanto, gran parte del valore nutritivo si perde nella digestione [25].

La mancanza di vitamina D nella dieta è un altro fattore che aumenta il rischio di insufficienza di vitamina D. La maggior parte degli esperti concordano sul fatto che una maggiore assunzione di vitamina D, attraverso fonti alimentari, raggi ultravioletti B (UVB) dell’esposizione al sole, e l’integrazione sono necessari per ottenere livelli ottimali di vitamina D nel siero [10,26,27,28].

Nel novembre del 2010, l’Istituto di Medicina (IOM) ha pubblicato le nuove raccomandazioni per assunzione di vitamina D:

400-600 UI / die per i bambini e gli adulti (0-70 anni)

800 UI / giorno per gli adulti più anziani (> 70 anni ) [29].

Questi valori sono solo stati portati al rialzo rispetto alle precedenti raccomandazioni [29].

Molti esperti sostengono che le raccomandazioni di assunzione IOM possono adeguatamente prevenire la carenza di vitamina D clinica, ma sono significativamente inferiori al livello necessario per raggiungere ottimale di vitamina D [5,6,10,26]. La dose giornaliera consigliata (RDA) per la vitamina D, secondo l’Istituto Nazionale di Medicina (IOM) [29] è confrontata con quella dell’Endocrine Society [30] vedi Tabella 1.

Molti credono che la RDA sia troppo bassa [5, 6,10,26], compresa la Endocrine Society, che ha pubblicato le linee guida di assunzione di vitamine che sono significativamente più elevate [30].

La Endocrine Society raccomanda

400-1000 UI / die per i bambini sotto l’anno di vita,

600-1000 UI / die nei bambini (1-18 anni)

1500-2000 UI / giorno negli adulti

Per tutti questi valori oltre ad una sensibile esposizione al sole [30].

TABELLA 1

Recommended vitamin D intake levels of the Institute of Medicine vs. Endocrine Society [29,30].
Age.............Recommended Intake (IU/day)....Upper Limit (IU/day)
National Institute of Medicine
Children (0–18 years)....400–600...................2500 (1–3 years)
...................................................3000 (4–8 years)
...................................................4000 (13–18 years)
Adults (19–70 years).......600.....................4000
Older Adults (>70 years)...800.....................4000
Pregnancy/Lactation.......600......................4000
The Endocrine Society
Children (0–18 years)....400–1000..................2000–4000
Adults (19–70 years)....1500–2000...................10,000
Older Adults (>70 years).1500–2000..................10,000
Pregnancy/Lactation......600–1000 (14–18 years)
........................1500–2000 (19–50 years).....10,000

Un’altra area di dibattito tra i ricercatori di vitamina D sono i valori di riferimento utilizzati per definire gli ottimali livelli di ottimale di vitamina D, la carenza e l’insufficienza.

La concentrazione nel siero di 25 (OH) D (25-idrossivitamina D) come valori ottimali sono ancora controversi; Tuttavia, la maggior parte dei ricercatori hanno stabilito valori di riferimento molto simili tra loro [31].

La carenza di vitamina D è spesso definito come <20 ng / mL (50 nmol / L),

l’insufficienza come 20-32 ng / mL (50-80 nmol / L),

livelli ottimali sono> 40 ng / ml (100 nmol / L) [5,10,12,32].

Il termine insufficienza “sembra essere il termine attualmente preferito per i livelli di carenza di concentrazione teorica nel siero non sufficiente a proteggere contro svariate malattie croniche” [32].

Quando i livelli sierici di vitamina D sono > 32 ng / ml, l’ormone paratiroideo (PTH) mantiene livelli stabili e si ridurre il rischio di ipoparatiroidismo secondario, comunemente associato con bassi livelli di vitamina D. Inoltre, l’assorbimento di calcio intestinale migliora, riducendo il rischio di malattia ossee secondarie [5,28]. Queste funzioni di base della vitamina D sono efficacemente dimostrate con livelli a 25 (OH) D > 32 ng / ml; Tuttavia, i benefici superiori sono osservati a livelli ancora superiori. Ad esempio, solo a livelli 25 (OH) D

> 40 ng / ml, la vitamina D cominciano ad essere immagazzinata nel muscolo e grasso [20,28]. Pertanto, a livelli <40 ng / mL, il corpo si basa su un rifornimento giornaliera di vitamina D per soddisfare direttamente le esigenze quotidiane, ma in base all’apporto dietetico quotidiano non saranno quasi mai sufficienti.

A livelli <40 ng / mL, sembra che vi sia sufficiente circolazione 25 (OH) D disponibile per tutte le necessità metaboliche immediate. Tuttavia, la vitamina D non è probabilmente disponibile per vari processi avanzati coinvolti nei percorsi autocrini [20].

Si stima che il corpo richiede 3000-5000 UI di vitamina D al giorno per soddisfare le esigenze di “essenzialmente in ogni tessuto e cellula del corpo” [12].

L’OIM raccomanda 600 UI di vitamina D per la maggior parte degli adulti (18-70 anni di età) per prevenire la carenza di vitamina D clinica, definita come 25 (OH) D = 20 ng / mL [29].

Al contrario, le raccomandazioni più di esperti sono molto superiori a 600 UI al giorno, perché le loro raccomandazioni hanno lo scopo di contribuire a raggiungere livelli ottimali di 25 (OH) D di almeno 40 ng / mL. Livelli di assunzione superiori raccomandati dalla maggior parte degli esperti permettono il supporto per esigenze metaboliche quotidiane e consentono anche lo stoccaggio di vitamina D, promuovendoneb maggiore disponibilità, ciò sembra ridurre il rischio di molte malattie ed il miglioramento delle prestazioni. La vitamina D giornaliera raccomandata, secondo la maggior parte degli esperti, è di almeno 1000 UI al giorno per mantenere livelli ottimali di25 (OH) D; tuttavia sono necessari quantità superiori se i livelli di inizio non è ottimale [5,10,28]. Visto che oltre il 77% degli americani sono carenti di vitamina D, è evidente che le attuali raccomandazioni on sono ottimali [5,6,10,26].

Le raccomandazioni di assunzione aumentano con l’età, gravidanza, allattamento.

Inoltre, gli esperti raccomandano dosaggi molto più alti se i livelli di 25 (OH) D cominciano ad essere carenti, essi infatti variano da 2000 a 200.000 UI, finché i livelli di 25 (OH) D non tornano ad essere sufficienti, allora 1000-2000 UI / die sono sufficienti per il mantenimento [5,28 , 32].

Un trattamento comunemente prescritti per correggere rapidamente la carenza di vitamina D è una dose settimanale di 50.000 UI di vitamina D per otto settimane [12].

Il limite massimo tollerabile per la vitamina D è stata impostata dal IOM a 4000 UI per gli adulti, rispetto a 10.000 UI / die dal Endocrine Society [29,30] (Tabella 1).

I principali esperti sostengono che anche con una dose giornaliera di 10.000 UI ci vorrebbero mesi, o anche anni per manifestare sintomi di tossicità [28]. Una recente pubblicazione non ha trovato casi di tossicità con dosi giornaliere di 30.000 UI al giorno per un periodo di tempo [10] molto esteso.

Indipendentemente dal valore di assunzione alimentare, la quantità di vitamina D prodotta da 15 minuti di esposizione al sole senza protezione è di 10.000 a 20.000 UI, in un individuo di pelle chiara, ecco perché per la maggior parte degli esperti ritengono che la tossicità è un evento raro ed improbabile [10,12 ]. Durante i mesi che i raggi UVB sono disponibili dal sole, cinque a 15 minuti di esposizione al sole senza protezione, tra le ore 10:00 e 03:00 sembra fornire adeguate quantità di vitamina D [12].

Non sono mai stati segnalati casi di tossicità da vitamina D esposizione al sole; tuttavia, i sintomi di intossicazione, come ipercalcemia, sono stati osservati durante livelli 25 (OH) D superiori a 150 ng / mL [12]. I livelli nel siero di 25 (OH) D in individui che vivono vicino all’equatore e lavoro all’aperto sono mediamente di 50 ng / mL, ciò sostiene la teoria che la tossicità della vitamina D dal sole è estremamente improbabile, e suggeriscono che qualsiasi tossicità sia il risultato unicamente di eccessiva supplementazione [28]. Indipendentemente, molti esperti concordano di 1000 UI / die in assenza di esposizione al sole adeguata può mantenere livelli D 25 (OH) di almeno 32 ng / mL [12].

CARENZE DI VITAMINA D NEGLI ATLETI

La distanza dall’equatore, le stagioni e le ore di luce solare sono il termometro diretto che decide se la vitamina D disponibile dal sole è sufficiente. La produzione di vitamina D dal sole è dettata anche dalla copertura nuvolosa, l’inquinamento, crema protettive solari, pigmento della pelle e l’età. Durante i mesi estivi, le radiazioni UVB dal sole possono essere assorbite in quantità adeguate per sintetizzare la vitamina D [5]. Tuttavia, durante i mesi invernali, l’angolo del sole impedisce alla radiazione UVB di fare il loro dovere questo a latitudini maggiore di 35-37 gradi, di conseguenza, la vitamina D non può essere sintetizzata sufficientemente dal sole in queste aree [5,20].

La ricerca ha suggerito che bassi livelli di vitamina D sono molto diffuse nelle popolazioni che vivono a sud del parallelo 35° [26]. Anche se si sta tempo sufficiente al sole, ma si usa una crema solare con un fattore di protezione solare (SPF) di 15 ne risultati una diminuzione del 99% dell’assorbimento della vitamina D [5]. Nonostante le persone trascorrono molto tempo all’aria aperta possono avere bisogno di supplementazione di vitamina D per mantenere adeguati livelli durante l’inverno [33,34]. Molti atleti si allenano al chiuso e molti all’aperto alla mattina presto o la sera tardi, ciò riduce notevolmente l’esposizione UVB, mettendoli a rischio considerevole di ritrovarsi in carenza. Vari studi hanno trovato molti atleti ad alto rischio carenza, la Tabella 2 visualizza prevalenza insufficiente di vitamina D tra i diversi gruppi sportivi.

Hamilton et al. (2009) hanno rivelato che il 90% degli sportivi mediorientali erano carenti di vitamina D tra aprile e ottobre [33]. Anche se questi sportivi stavano addestrando a latitudini favorevoli, Qatar (25,4 ° N), hanno in media meno di 30 minuti di esposizione al sole al giorno.

Un altro studio condotto presso latitudine favorevole (Israele 31.8 ° N), ha suggerito che il 73% degli atleti erano in carenza [35].
La maggioranza (83%) delle donne, atleti interni australiani sono stati anche risultato essere la vitamina D [36].
Uno studio condotto a latitudini meno favorevole (Laramie, WY 41.3 ° N), ha rivelato l’insufficienza di vitamina D nel 63% degli atleti sia out dore che in dore durante l’inverno, [37].
Infine, uno studio condotto ulteriormente dall’equatore (Ellensburg, WA 46.9 ° N), con atleti esclusivamente all’aperto, ha trovato che il 25% -30% presentavainsufficienza di vitamina D dall’autunno a fine inverno [38].
Storlie et al. suggerì che 1000 UI / die di vitamina D non sono sufficienti a prevenire il declino stagionale di s della vitamina D [38]. Anche se i risultati sono variabili, la posizione geografica (latitudine) non sembra essere il principali fattore di rischio per l’insufficienza di vitamina D negli atleti.
Lo è invece la mancanza di esposizione al sole, il quale sembra essere il principale fattore di rischio, mettendo atleti a maggior rischio di insufficienza di vitamina D. [2,9,33,35,36,37,38 ].
La carenza di vitamina D può avere un effetto profondo sul sistema immunitario, lo stato infiammatorio e la funzione muscolare ell’atleta. Gli studi sulla valutazione alimentari hanno scoperto che gli atleti di tutto il mondo non soddisfano le raccomandazioni dietetiche per assunzione di vitamina D, la ragione più probabile è la sintesi inadeguata a causa della mancanza di esposizione al sole.
La ricerca sugli atletici suggerisce che il mantenimento di un adeguato livello di vitamina D può ridurre le fratture da stress, infiammazione in tutto l’organismo, malattie infettive comuni. Inoltre può garantire un ottimale funzione muscolare, oltre ad essere di grande aiuto nel recupero post infortunio [44]
La vitamina D è ben nota per il suo ruolo nella regolazione del calcio e la salute delle ossa, dalla letteratura emerge un ruolo centrale della vitamina D in altri processi vitali del corpo, come ad esempio: nei segnali di risposta dei geni, nella sintesi delle proteine, nella sintesi degli ormoni, nella risposta immunitaria, oltre a turnover cellulare e alla rigenerazione. La scoperta del recettore della vitamina D a livello muscolare suggerisce un ruolo significativo di questa vitamina per un ottimale efficienza dei muscoli. Questa scoperta ha portato i ricercatori a mettere in discussione l’impatto che la carenza di vitamina D potrebbe avere sulle prestazioni atletiche e sulle lesioni. Considerando che ben oltre il 77% della popolazione generale è carente di vitamina D è probabile che molti atleti rientrino in questa categoria.

La ricerca sostiene il ruolo della vitamina D nella prevenzione delle malattie croniche e acute, come ad esempio: cancro, malattie cardiovascolari, diabete di tipo 2, malattie autoimmuni e infettive malattie. Sia per gli atleti che le persone comuni, avere un ottimale livello di vitamina D è essenziale per innumerevoli funzioni fondamentali del corpo [45]

Prevalence of Vitamin D deficiency (<20 ng/mL) and insufficiency (<32 ng/mL) in various athletic populations.
Type of Athlete Indoor/Outdoor Gender Vitamin D Status Reference
Finnish military recruits Combination Male 39% deficient Valimaki et al. [8]
UK professional athletes (jockeys, rugby, soccer) Combination Male 62% deficient Close et al. [39]
UK athletes (football, rugby) Combination Male 57% deficient Close et al. [40]
Middle Eastern sportsman Combination Male 32% insufficient
58% deficient Hamilton et al. [33]
Australian gymnasts Indoor Female 33% insufficient Lovell [36]
Israeli athletes & dancers Indoor Male & Female 73% insufficient Constantini et al. [35]
USA indoor/outdoor athletes Combination Male & Female 12% insufficient Halliday et al. [37]
USA endurance athletes (runners) Outdoor Male & Female 42% insufficient
11% deficient Willis et al. [2]
USA outdoor athletes (rugby, football, track, cross country) Outdoor Male 25% insufficient Storlie et al. [38]



VITAMINA D E PERFORMANCE ATLETICA

Le prime ricerche riguardanti la vitamina D e le prestazioni atletiche risalgono ai primi anni del XX secolo. I ricercatori russi e tedeschi sono stati i primi a segnalare gli effetti convincenti dell’irradiazione da luce ultravioletta per migliorare le prestazioni atletiche e ridurre i dolori correlati all’attività sport iva cronica [20]. Questi primi ricercatori europei hanno suggerito miglioramenti significativi in prove a tempo, fitness cardiovascolare, e di forza con il trattamento di irradiazione UVB prima della performance [20]. Il comitato olimpico tedesco considera gli effetti delle radiazione UVB (vitamina D) abbastanza significativi da considerarli un aiuto ergogenico. A sostegno di questo concetto, molti atleti raggiungono il picco di forma fisica durante il periodo dell’anno che la vitamina D (UVB) presenta i livelli al loro massimo, estate e autunno [20].

Purtroppo, ci sono limitati studi sperimentali disponibili e ancora meno che dimostrano un miglioramento delle prestazioni con la supplementazione di vitamina D. Tuttavia, la ricerca esaminando l’invecchiamento della popolazione (> 65 anni) suggerisce vari benefici con la supplementazione di vitamina D. Studi su prestazioni multiple nell’adulto sono legati a bassi livelli di vitamina D si sono osservati diminuzione del tempo di reazione, scarso equilibrio, e un aumento del rischio di cadute [3]. Inoltre, la supplementazione di vitamina D (800 UI / die) in adulti più anziani ha mostrato miglioramenti nella resistenza e una diminuzione del disagio generale [3].

La ricerca corrente disponibile sulla vitamina D e la sua influenza sulle prestazioni atletiche.

La vitamina D presenta molti benefici per gli atleti:
Vi è una forte correlazione tra un ottimale quantità di vitamina D e un ottimale funzione muscolare. Aumentare i livelli di vitamina D riducono l’infiammazione, il dolore, miopatia, aumenta la sintesi proteica muscolare, la concentrazione di ATP, la forza, potenza e in genere le prestazioni fisiche.
La carenza di vitamina D è spesso presente negli atleti.
Per gli coloro che presentano fratture da stress, dolore muscolo-scheletrico, e malattie frequenti, si dovrebbe tener conto di una probabile carenza di vitamina D.
Correzione di questa carenza, grazie a protocolli di supplementazione orale standardizzati e controllati i quali possono produrre significativi benefici per la salute degli sportivi [43]
Sono stati esaminati i livelli di 25 (OH) D in relazione al massimo consumo di ossigeno (VO2max) per determinare l’effetto della vitamina D sulla prestazione aerobica nei maschi universitari fisicamente attivi [41]. Elevati livelli di 25 (OH) D sono stati associati ad un aumento del VO2max, rispetto a quelli con livelli di vitamina D inferiori (p <0,01) [41]. Questi risultati suggeriscono che buoni livelli di vitamina D sono favorevoli al miglioramento delle prestazioni aerobiche.
Chiudere et al. (2013) ha esaminato giovani atleti del Regno Unito (UK, 53 ° N) a base di (n = 30), e ha valutato gli effetti che la supplementazione di vitamina D (20-40,000 UI / settimana per 12 settimane) aveva sulla performance dei muscoli (1- RM panca, leg press e altezza del salto verticale) [39]. I soggetti sono stati assegnati a: placebo, 20.000 UI / settimana o 40.000 UI / settimana di vitamina D per 12 settimane. Il rendimento muscolare e i livelli di 25 (OH) D è stato misurato a sei e 12 settimane, rivelando che sei settimane di supplementazione è stato sufficiente per correggere la carenza di vitamina D, tuttavia, non è stato sufficiente per ottenere livelli ottimali di vitamina D> 40 ng / mL [39] . In generale sono stati osservati miglioramenti significativi nelle prestazioni muscolari dopo 6 o 12 settimane di supplementazione di vitamina D [39]. In questo studio, le concentrazioni basali inferiori sembravano rispondere maggiormente all’integrazione, quindi, studi futuri potrebbero valutare meglio gli effetti dividendo i soggetti in gruppi in base alle loro livelli basali.

Sebbene i livelli finali di 25 (OH) D ottenuti dagli atleti non erano più considerati carenti (> 20 ng / mL), i ricercatori hanno ipotizzato che elevati livelli sierici totali possono essere necessari per documentare le prestazioni muscolari in giovani atleti [8,39].

Secondo Chiudere et al. (2013), livelli di 25 (OH) D più elevati possono essere necessari per indurre una risposta fisiologica all’interno del muscolo scheletrico [39]. L’autore ha suggerito che il muscolo scheletrico può richiedere concentrazioni seriche più elevate per una risposta, rispetto ad altri tessuti [39]. La risposta significativa mostrata in soggetti anziani, tuttavia, può essere spiegata a causa della sarcopenia. Se Gli autori hanno suggerito che i risultati più convincenti possono essere osservati dando dosi supplementari di vitamina D per aumentare siero 25 (OH) D superiori a 40 ng / mL.

Una prova su atleti (n = 61 atleti, n = 31 soggetti sani di controllo) britannici ha valutato l’integrazione di vitamina D cercando di promuovere un aumento medio dei livelli di 25 (OH) D.

Il risultato all’integrazione di 5000 UI / giorno di vitamina D3 per otto settimane è davvero promettente sugli effetti della performance muscolare [40]. Questo regime d’integrazione ha significativamente aumentato i livelli medi di 25 (OH) D da (media ± SD) 11.62 ± 10.02 ng / mL a 41.27 ± 10.02 ng / mL, mentre un gruppo placebo non ha mostrato variazioni significative. Il gruppo supplementazione ha ottenuto miglioramenti significativi (p = 0.008) nello sprint su i 10 metri, sul salto verticale, nella prestazione di bench press e squat su 1-RM) rispetto al gruppo placebo [40].

In un atleta in particolare i livelli di 25 (OH) D sono passati da 22,40 ng / mL a 55.69 ng / mL mostrando miglioramenti in tutte le aree di performance, (ovviamente questo è solo un atleta).

Questi risultati supportano l’ipotesi di cui sopra che elevati livelli sierici di 25 (OH) D livelli (> 40 ng / mL) possono generare miglioramenti delle prestazioni molto convincenti [40]. I risultati suggeriscono anche che una dose giornaliera di vitamina D (5000 UI / giorno) possono essere superiore a sollevarei livelli di 25 (OH) D rispetto a una dose settimanale (40.000 UI / settimana) [39,40]. In base a questi due studi preliminari e le linee guida di esperti i livelli 25 (OH) D superiori a 40 ng / mL probabilmente sono necessari per migliorare in modo significativo le prestazioni atletiche anaerobiche. Non ci sono studi disponibili che hanno esaminato l’effetto della vitamina D sulla prestazione atletica aerobica o di resistenza.

Per mantenere livelli 25 (OH) D di 40 ng / mL, la supplementazione con integratori di vitamina D, soprattutto durante i mesi invernali, deve essere garantita [20,28,39,40].

L’obiettivo 25 D (OH) di 40 ng / mL è consigliato per atleti, perché a questo livello, la vitamina D comincia ad accumularsi come riserva nei muscoli e nel grasso per essere utilizzata in futuro.

Inoltre, a livelli inferiori a 32 ng / mL, la vitamina D non è probabile che sia prontamente disponibile per i processi avanzati coinvolti nei percorsi autocrini. Tali percorsi sono i più probabili ad influenzare le prestazioni atletiche [20,25].

Oltre ai agli studi sopra citati, recente ricerca sulla vitamina D e gli atleti si è concentrata sulla prevalenza di insufficienza di vitamina D tra gli atleti [66, 67]

Willis et al. (2012) hanno visto che la diminuzione di vitamina D è stata associata ad un aumento dei marker infiammatori negli atleti di resistenza [2]. Questi risultati richiedono indagini future per determinare se la diminuzione di vitamina D può aumentare il rischio di lesioni [2].
Razavi et al. (2011) hanno trovato che la vitamina D e l’esercizio aerobico migliora la tolleranza all’esercizio nei pazienti asmatici (rispetto al gruppo di controllo, solo chi faceva esercizio aerobico o solo chi ha supplementato con vitamina D ha ottenuto benefici), suggerendo che la vitamina D e l’esercizio aerobico insieme, possono fornire effetti anti-infiammatori all’interno polmoni [42].

Ulteriori approfondimenti in campo sportivo

La vitamina D3 aumenta l’effetto anabolico della leucina:

Aggiungere la leucina a pasti ricchi in proteine è forse la strategia di integrazione più efficace per gli atleti e body builder che cercano di accelerare la crescita muscolare.
I ricercatori della Clermont Universite in Francia hanno scoperto che maggiore è la concentrazione di vitamina D3 nel sangue, maggiore è l’ effetto anabolico della leucina .
questo è uno studio preliminare in vitro, ma che accredita quello che in altri studi si sospettava.
Nello studio si evince che la Vitamina D3 aumenta la sensibilità recettoriale all’insulina. Ed inoltre incrementa l’attività dei meccanismi anabolici cellulari.
In attesa di ulteriori studi su umani, la Vitamina D3 continua a dare eccellenti conferme del suo potenziale effetto per la crescita muscolare, oltre ai già ben noti effetti benefici e protettivi per molti organi e funzioni del nostro corpo [49]

Un ottimale presenza di vitamina D è correlata ad una migliore performance sportiva [46]
La vitamina D può aumentare la forza muscolare [47]
Gli studi confermano che la vitamina D3 (colecalciferolo) può realmente contribuire a stimolare la produzione di testosterone [48]
La vitamina D può ridurre il catabolismo muscolare dopo intenso esercizio fisico [50]
La vitamina D può ridurre i rischi di mortalità nell’adulto [51]
In soggetti sovrappeso la vitamina D abbinata all’allenamento con i pesi può contribuire a ridurre il tessuto adiposo [56]
Promettenti studi in vitro hanno evidenziato un interessante potenziale di crescita delle cellule muscolari grazie alla vitamina D [59, 60, 65]

Come accennato in precedenza, il corpo richiede una media di 3000-5000 UI / die di vitamina D ma gli elevati livelli di attività fisica negli atleti possono richiederne maggiori esigenze fisiologiche [12].

Poiché la vitamina D viene utilizzato attivamente in molte vie metaboliche, è possibile che l’atleta necessiti di un aumentata assunzione di vitamina D per assicurarsi un’adeguata disponibilità e stoccaggio così da ottenere prestazioni ottimali [32].

A questo punto, il regime di supplementazione di vitamina D appropriato per gli atleti sembra dipendere dai livelli di 25 (OH) D soggettivi, dalle stagioni e dal tempo di esposizione al sole, con l’obiettivo di raggiungere > 40 ng / mL.

Considerando questi fattori, molti atleti, in particolare chi si allena al coperto e quelli che presentano carenze, richiederanno fino a 5000UI di vitamina D / giorno per otto settimane, per raggiungere 40 ng / mL, e successivamente 1000-2000 IU / giorno per il mantenimento.

Un info interessante da rammentare è che l’assorbimento della vitamina D è ottimale quando assunta con un pasto abbondante [57]

Si è notato un interessante effetto sinergico o meglio potenziante della vitamina D per chi integra l’HMB [64]

Ulteriori studi clinici di particolare interesse per l’allenamento muscolare, la resistenza all’insulina e la rigenerazione muscolare, che la vitamina D è capace di esercitare. Sono da indagare le vie della vitamina D che regolano lo sviluppo muscolare in modelli animali e l’attività che tale vitamina possiede di alterare diversi pathways molecolari nelle cellule muscolari [65]

VITAMINA D UTILE ANCHE PER IL MORBO DI CROHN

Un integratore da banco come la vitamina D può essere utile per il morbo di Crohn?
Sembrerebbe di sì, secondo recenti studi che hanno valutato gli effetti della somministrazione di vitamina D nel contrastare questa patologia, che in Italia colpisce almeno 200mila persone.
Numerose evidenze scientifiche, infatti, hanno individuato un’associazione tra carenza di vitamina D e sviluppo del morbo di Crohn.
In questo studio pilota, condotto su pazienti con morbo di Crohn di entità leggero-moderata, si è voluto stabilire il dosaggio necessario di vitamina D per raggiungere il livello sierico ritenuto ottimale (superiore a 40 ng/ml).
I partecipanti (n= 18) sono stati valutati secondo la gravità dei sintomi utilizzando il CDAI (indice dell’attività del morbo).
La vitamina D è stata inizialmente somministrata a un dosaggio di 1.000 u.i. al giorno per 2 settimane, aumentando progressivamente fino al raggiungimento delle concentrazioni desiderate (40 ng/ml) o fino a raggiungere il dosaggio di 5.000 u.i. al giorno.
I partecipanti hanno proseguito l’assunzione per 24 settimane. All’inizio e al termine dello studio sono stati valutati parametri quali qualità della vita, densità minerale ossea, citochine, ormone paratiroideo e altri.
14 dei 18 pazienti ha richiesto il dosaggio massimo di vitamina D di 5.000 u.i. per produrre l’aumento desiderato dei livelli nel siero, migliorando il punteggio relativo alla qualità di vita, lasciando invariati gli altri parametri.
In conclusione, in un piccolo studio 24 settimane di assunzione di 5.000 u.i. di vitamina D, ha mostrato di aumentare effettivamente i livelli di vitamina D, riducendo il punteggio di CDAI, suggerendo che il ripristino dei livelli di vitamina D possa essere utile per il controllo di questa patologia [52]

LA VITAMINA D PUO’ ATTENUARE I SINTOMI DELLA DEPRESSIONE

Sembra infatti che la vitamina D sia importante per la salute cerebrale e possa essere coinvolta nella patogenesi o nella prevenzione della depressione.
È stato condotto uno studio in doppio cieco, placebo controllo, per comparare l’effetto della vitamina D associata a fluoxetina (farmaco prescritto per depressione, disturbo ossessivo compulsivo e bulimia nervosa) e fluoxetina da sola in pazienti con depressione maggiore.
Ai partecipanti è stato diagnosticato un disturbo depressivo maggiore secondo il DSM-IV (manuale diagnostico per i disturbi mentali).
Divisi in due gruppi, i pazienti hanno ricevuto giornalmente 1500 U.I. di vitamina D più 20 mg di fluoxetina, oppure solo 20 mg di fluoxetina per 8 settimane.
La combinazione vitamina D più fluoxetina ha mostrato miglioramenti nella sintomatologia già a partire dalla quarta settimana, suggerendo che l’associazione tra i due composti abbia effetti superiori nel controllo dei sintomi che non la fluoxetina da sola.
Precedenti studi avevano mostrato che i soggetti affetti da depressione sono a rischio di carenza di vitamina D, sia per la tendenza a non uscire spesso di casa (l’organismo produce la vitamina D autonomamente quando esposto alla luce solare), sia perché generalmente non praticano attività fisica.
Altri dati indicano che questa vitamina aumenta i livelli di serotonina, il neurotrasmettitore su cui gli antidepressivi agiscono.
Sembra, inoltre, che l’incremento dell’inquinamento ambientale produca la riduzione dell’assorbimento della luce solare, assorbimento ulteriormente ridotto dall’uso di creme protettive.
D’altra parte, un’eccessiva esposizione al sole non è consigliabile per il rischio di fotoinvecchiamento e fotodanneggiamento, pertanto il ricorso ad una integrazione nutrizionale può rappresentare un’alternativa interessante da valutare [53]

Metanalisi sulla vitamina D e la presunta azione antidepressiva

Una meta-analisi di tutti gli studi ha dimostrato un miglioramento statisticamente significativo nella depressione grazie alla supplementazione di vitamina D.

L’integrazione di vitamina D (=800 UI al giorno) è risultato utile nell’alleviare i sintomi della depressione, l’effetto era paragonabile a quella di farmaci anti-depressivi [54]

LA VITAMINA D3 PUO’ CONTRIBUIRE A RIDURRE IL TESSUTO ADIPOSO [55, 58, 61, 62, 63]

REFERENZE SCIENTIFICHE
Le si trova sull'originale

digilander.libero.it/genfranco5/Immagini...naddrandrearizzo.htm
ciaooo Franco Genre

Di più
17/04/2016 21:26 #3847 da genfranco
Quanta pazienza avete! scusate la mia sfacciataggine.
Invece personalmente NON MI STANCO MAI!!!
Difatti rieccomi a parlarvi della vitamina D, quella che per AUTOPRODURCI servono SOLO DUE COSE:
1) il COLESTEROLO dichiarato CATTIVO dalla medicina, ma che in effetti è anche lui già AUTOPRODOTTO e non riesco a capire che il mio corpo sia tanto STUPIDO DA AUTOPRODURSENE IN PIU' PER ARRECARSI DANNO, e voi?
2) il SOLE, sorgente DI VITA PER OGNI ESSERE VIVENTE.
Eppure ci hanno insegnato per molti anni che il COLESTEROLO ci causa gli ICTUS e gli INFARTI facendoci ingoiare pastiglie CHIMICHE, il cui "PRINCIPIO ATTIVO" nel nostro corpo NON CI DEVE STARE. Che presa in giro!
"Ed ancora altri se lo riterrà opportuno, ma a questo punto, tu innocentemente dovresti chiedergli di fare nel tuo sangue pure la ricerca del "principio attivo" (così viene chiamato l'agente del FARMACO che stai ingoiando, vero?).
A questo punto lui ti dirà sorridendo che non si può.
Allora tu dovresti chiedergli:
"scusi dottore, ma se non si può vuol dire che questo "principio attivo" NON DEVE ESSERE NEL MIO SANGUE, vero?
Ma se non deve essere nel mio sangue, cosa farà mai nel mio corpo? lei me lo sà dire e spiegare chiaramente?"
digilander.libero.it/genfranco/Immagini/esamedelsangue.htm

Ed anche per molti anni ci hanno insegnato che il SOLE con i suoi raggi UVB (e ce ne hanno fatto delle pappardelle dei personaggi di primo piano) dichiarandoli CANCEROGENI. Facendoci spalmare sulla pelle PRODOTTI CHIMICI che non mangeremmo mai, ma che spalmandoli sulla pelle per preservare la SALUTE, permettiamo al nostro corpo di metterli direttamente nel sangue ed AVVELENARCI, sempre perchè questi prodotti CHIMICI nell'esame del sangue NON CI DEVONO ESSERE.
QUINDI QUANTE FALSITA' CI HANNO PROPINATO FIN'ORA E PER CHE COSA? SEMPLICE, NELLE NOSTRE MALATTIE
CI SGUAZZANO.
Scusate lo sfogo su tutte queste FALSITA'.
Ora invece dopo avervi parlato del dottor Coimbra:
"E' importante che si dica che la dose giornaliera che è raccomandata oggi, internazionalmente, non esclude nessun paziente dalla carenza di vitamina D, è una dose irrisoria, molto sotto la dose fisiologica.
E allora, quando abbiamo iniziato a dare la dose fisiologica, che è la dose di 10.000 unità giornaliere, cioè la dose che si produce con pochi minuti di esposizione solare, ossia, se hai addosso canottiera e bermuda, con le gambe e le braccia esposte al sole, produrrai in 20 minuti, se hai la pelle chiara e sei giovane, 10.000 unità di vitamina D al giorno.
Allora, 10.000 UI è una dose fisiologica, non è una super dose.
Però la maggior parte dei dottori considerano questa dose potenzialmente tossica."
digilander.libero.it/genfranco2/Immagini/vitaminadcoimbraa.htm
Lo affermano i ricercatori delle piu' importanti università del mondo come Harvard, Stanford University School of Medicine e tante altre.PubMed link 1.
digilander.libero.it/genfranco5/Immagini/link1a.htm
Clicca su author information per vedere da dove provengono gli articoli che ti indico. ??
PubMed è l'enciclopedia di tutti gli studi approvati dalla comunità scientifica mondiale ed ogni mia affermazione ha sempre una pezza d'appoggio sicura.??
E' molto importante che tu lo sappia perchè non mi pare che te lo dica nessuno. Sai perchè? Perchè la vitamina D costa pochissimo e nessuna lobbies privata ci puo' speculare sopra.??
Ti chiederai come si puo' curarsi preventivamente con la vitamina D.??
A questo punto si creerà attorno a te un vuoto incomprensibile. Nessuno ti vuole far fare l'esame fondamentale per capire la tua quasi certa carenza che si accerta con un piccolo prelievo di sangue per dosare la 25OHD3??.
Te lo dico perchè piu' della metà della popolazione è fortemente carente di vitamina D.??
Poi magari anche se qualcuno pensa di compensarla, ti daranno qualche gocciolina inutile che non serve assolutamente per aggiungere il dosaggio idoneo per prevenire il cancro che è tra i 60 gli 80 ng/ml. PubMed link 2.
digilander.libero.it/genfranco5/Immagini/link2a.htm .
L’Italia è tra i paesi con maggiori livelli di carenza di vitamina D ed è stato osservato che tra le persone anziane la percentuale di soggetti carenti raggiunge il 70-80%, ma è già nei giovani e soprattutto nei bambini obesi che possiamo parlare di pandemia, cioè di epidemia dilagante. PubMed link 3.
digilander.libero.it/genfranco5/Immagini/link3a.htm
Come molti studiosi sanno il cancro è poi profondamente legato alla depressione e guarda caso la vitamina D cura anche la depressione ed i disturbi d'ansia e di panico agendo sul gene TPH2 producendo la serotonina. PubMed link 4.??
digilander.libero.it/genfranco5/Immagini/link4a.htm

da questo link:
digilander.libero.it/genfranco5/Immagini...aminadangelobona.htm
...ora parliamo del dottor Andrea Rizzo, che inoltre riporta delle tabelle molto precise, delle dosi anche per i NOSTRI BAMBINI, che sono la nostra GENERAZIONE FUTURA quindi importante, poichè la nostra continuazione della specie, che purtroppo troppe persone si dimenticano il perchè della nostra venuta sulla terra. Questo perchè i mezzi di comunicazione e di informazione hanno il dovere di creare il MASSIMO CAOS. E COME CI RIESCONO!!!!

"""Quando parliamo di vitamina D, ci riferiamo normalmente alla D2 e D3.

La vitamina D, conosciuta per la sua principale attività antirachitica è un nutriente liposolubile indispensabile per un corretto sviluppo dei tessuti ossei e per una funzione neuromuscolare ottimale.

La sua funzione fisiologica principale consiste nel promuovere l’assorbimento di calcio e fosforo attraverso la mucosa intestinale, rendendo possibile la calcificazione dello scheletro.

Oggi riconsiderata per nuove molteplici altre funzioni: Svolge un ruolo importante nell’assicurare un corretto funzionamento di muscoli, nervi, coagulazione sanguigna e utilizzo dell’energia, essendo un fattore essenziale per l’omeostasi minerale. Inoltre agisce come antiossidante, immunomodulatore e antinfiammatorio.

Per questo è utilizzata in diverse patologie e disturbi quali sclerosi multipla, cardiopatie, psoriasi, artrite reumatoide.

La sua carenza è stata osservata in alcuni tipi di tumore e nella resistenza all’insulina.

Studi recenti sembrano confermare che la maggior parte della popolazione non assume quantità adeguate di vitamina D attraverso la dieta e l’esposizione al sole. Sono infatti molto poche le fonti alimentari di vitamina D (es. olio di fegato di merluzzo, uova di galline nutrite con vitamina D) e la maggior quantità viene assimilata grazie ad alimenti arricchiti.

Una corretta integrazione sopperisce a tali carenze, contribuendo alla salute dell’organismo.

LA VITAMINA D NELLO SPORT

La ricerca suggerisce che la vitamina D possiede un ruolo attivo nella funzione immunitaria, la sintesi delle proteine, la funzione muscolare, la risposta infiammatoria, la crescita cellulare e svariate regolazioni a livello del muscolo scheletrico [1,2,3,4]. Un sintomo comune di carenza di vitamina D è la debolezza muscolare.

Visti i molti ruoli essenziali della vitamina D nel corpo, è stato suggerito che le prestazione fisica può essere influenzata seriamente da un adeguata presenza di vitamina D, specialmente in quelli che sono clinicamente carenti.

La carenza di vitamina D è stata stimata in più di un miliardo di persone in tutto il mondo [5]. I dati Terzo National Health and Nutrition Examination Survey (NHANES III) hanno mostrato un aumento significativo di tale insufficienza di vitamina D negli Stati Uniti nel corso degli ultimi 30 anni, con oltre il 77% degli americani considerati carenti di vitamina D [6]. I tassi allarmanti di tale carenza, considerando le vaste proprietà metaboliche della vitamina D hanno portato i ricercatori a esaminare l’influenza della vitamina D, non solo sulla prevenzione delle malattie, ma anche sulle prestazioni fisiche e lesioni.

Vitamina D e tessuto muscolare

La via autocrina sembra essere di estrema importanza e ha recentemente ricevuto molta attenzione per quanto riguarda la vitamina D e l’ influenza sulla funzione del muscolo scheletrico [11]. I siti recettoriali per la vitamina D (VDR) sono stati individuati in quasi tutti i tessuti all’interno del corpo [12]. Il recettore VDR regola l’espressione in centinaia di geni che svolgono funzioni corporee essenziali. La scoperta del VDR all’interno dei muscoli ha suggerito un ruolo significativo per la vitamina D nel tessuto muscolare ed è stato identificato come un importante regolatore del muscolo scheletrico [3,11,13,14,15,16]. Ci sono due meccanismi proposti con cui lo stato della vitamina D può influenzare la forza muscolare: Una possibile spiegazione riguarda il ruolo diretto di 1,25-diidrossivitamina D [1,25 (OH) 2D] sui VDR all’interno delle cellule muscolari [11,17,18]. Una seconda spiegazione suggerisce che la vitamina D modifica il trasporto di calcio nel reticolo sarcoplasmatico aumentando l’efficienza o il numero di siti di legame del calcio coinvolti nella contrazione muscolare. Questo meccanismo indiretto Tuttavia, è stato esaminato solo in modelli animale(ratti) [11]. Uno studio contesta la presenza di VDR nelle cellule muscolari scheletriche e suggerisce che la colorazione immunocitochimica per rilevare VDR può essere responsabile per i risultati falsi positivi evidenziati in studi precedenti [18,19].

E’ stato suggerito che la supplementazione di vitamina D nei soggetti con basso livello di vitamina D può migliorare la forza muscolare. Si ritiene che ciò sia dovuto ad un aumento delle dimensioni e la quantità di fibre muscolari tipo II (contrazione veloce) associate alla presenza di vitamina D [11,20].

Vari ricercatori hanno trovato che la vitamina D può avere un effetto significativo sulla riduzione della debolezza muscolare, dolore, equilibrio e di rischio di fratture [3,4].

Diversi studi osservazionali hanno suggerito che i livelli della vitamina D influenzano la forza e la funzione muscolare negli anziani [11,21].

Questi risultati sulla correlazione di vitamina D e funzione muscolare suggeriscono che la sua adeguata presenza può avere un impatto significativo sulle prestazioni dei muscoli e la prevenzione degli infortuni, quindi influenzando le prestazioni atletiche. Tuttavia, devono essere svolte ulteriori ricerche per determinare l’entità dell’effetto della vitamina D sulla forza muscolare e le prestazioni.

Vitamina D e salute delle ossa

La vitamina D agisce in due modi distinti all’interno del corpo, attraverso meccanismi meccanismi endocrini eautocrini. Il primo è il più noto, tale meccanismo agisce aumenta l’attività di assorbimento del calcio e osteoclasti intestinale [1]. La vitamina D è essenziale per la crescita ossea, la densità e il rimodellamento, e senza adeguate quantità, si verifica facilmente perdita ossea e conseguenti lesioni[7]. Quando la vitamina D è bassa, l’ormone paratiroideo (PTH) aumenta l’attività di riassorbimento osseo al fine di soddisfare la domanda del corpo del fabbisogno di calcio [8]. Quindi bassi livelli di vitamina D aumentano il turnover osseo, che amplifica il rischio di una lesione ossea, spesso definite fratture da stress.

In uno studio esaminando un gruppo di reclute militari finlandesi si è scoperto che i livelli di vitamina D sono strettamente correlati con la massa ossea e il basso livello è correlato a fratture da stress [9]

In uno studio è stato dato un supplemento di vitamina D (800 UI al giorno) ad un gruppo di militari donne, per otto settimane, esse presentarono una minore incidenza del 20 per cento in fratture da stress rispetto al gruppo placebo [8] .

Questi studi in popolazioni attive, come reclute militari, mostrano il ruolo fondamentale che la vitamina D svolge sulla salute ottimale delle ossa. Questi risultati suggeriscono anche che un livello sufficiente di vitamina D può prevenire gli infortuni, come fratture da stress. Le fratture da stress sono abbastanza comune tra gli atleti le subiscono 10% -31% degli atleti [8]. Le fratture da stress possono influenzare in modo significativo le prestazioni a causa di dolore debilitante e addirittura disabilità permanente [8].

L’altra via per la quale la vitamina D svolge la sua azione è quella autocrina. E’ meno nota, ma molti processi metabolici essenziali avvengono per tale via. Infatti su base giornaliera, più dell’80% della vitamina D nel corpo viene utilizzata attraverso la via autocrina [10]. E’coinvolta nei processi essenziali dell’organismo come i segnali di risposta dei gene, l’espressione genetica, la sintesi delle proteine, la sintesi degli ormoni, la risposta immunitaria e quella infiammatoria ed infine il turnover cellulare e di sintesi [10]. “Senza la vitamina D, la capacità della cellula di rispondere adeguatamente alle patologiche e segnali fisiologici è compromessa” [10].

Livelli raccomandati di assunzione per la vitamina D

L’esposizione della pelle al sole è la più abbondante fonte di vitamina D, inoltre ci sono alcune fonti alimentari interessanti. Alcuni alimenti contengono naturalmente livelli significativi di vitamina D, tra essi annoveriamo: salmone, pesce grasso, tuorli d’uovo, inoltre esistono prodotti fortificati, come, latte, cereali e succo d’arancia [24]. Anche se queste fonti alimentari possono apparire utili come fonte di vitamina D,purtroppo il processo di assorbimento dietetico è efficace solo per circa il 50%; pertanto, gran parte del valore nutritivo si perde nella digestione [25].

La mancanza di vitamina D nella dieta è un altro fattore che aumenta il rischio di insufficienza di vitamina D. La maggior parte degli esperti concordano sul fatto che una maggiore assunzione di vitamina D, attraverso fonti alimentari, raggi ultravioletti B (UVB) dell’esposizione al sole, e l’integrazione sono necessari per ottenere livelli ottimali di vitamina D nel siero [10,26,27,28].

Nel novembre del 2010, l’Istituto di Medicina (IOM) ha pubblicato le nuove raccomandazioni per assunzione di vitamina D:

400-600 UI / die per i bambini e gli adulti (0-70 anni)

800 UI / giorno per gli adulti più anziani (> 70 anni ) [29].

Questi valori sono solo stati portati al rialzo rispetto alle precedenti raccomandazioni [29].

Molti esperti sostengono che le raccomandazioni di assunzione IOM possono adeguatamente prevenire la carenza di vitamina D clinica, ma sono significativamente inferiori al livello necessario per raggiungere ottimale di vitamina D [5,6,10,26]. La dose giornaliera consigliata (RDA) per la vitamina D, secondo l’Istituto Nazionale di Medicina (IOM) [29] è confrontata con quella dell’Endocrine Society [30] vedi Tabella 1.

Molti credono che la RDA sia troppo bassa [5, 6,10,26], compresa la Endocrine Society, che ha pubblicato le linee guida di assunzione di vitamine che sono significativamente più elevate [30].

La Endocrine Society raccomanda

400-1000 UI / die per i bambini sotto l’anno di vita,

600-1000 UI / die nei bambini (1-18 anni)

1500-2000 UI / giorno negli adulti

Per tutti questi valori oltre ad una sensibile esposizione al sole [30].

TABELLA 1

Recommended vitamin D intake levels of the Institute of Medicine vs. Endocrine Society [29,30].
Age.............Recommended Intake (IU/day)....Upper Limit (IU/day)
National Institute of Medicine
Children (0–18 years)....400–600...................2500 (1–3 years)
...................................................3000 (4–8 years)
...................................................4000 (13–18 years)
Adults (19–70 years).......600.....................4000
Older Adults (>70 years)...800.....................4000
Pregnancy/Lactation.......600......................4000
The Endocrine Society
Children (0–18 years)....400–1000..................2000–4000
Adults (19–70 years)....1500–2000...................10,000
Older Adults (>70 years).1500–2000..................10,000
Pregnancy/Lactation......600–1000 (14–18 years)
........................1500–2000 (19–50 years).....10,000

Un’altra area di dibattito tra i ricercatori di vitamina D sono i valori di riferimento utilizzati per definire gli ottimali livelli di ottimale di vitamina D, la carenza e l’insufficienza.

La concentrazione nel siero di 25 (OH) D (25-idrossivitamina D) come valori ottimali sono ancora controversi; Tuttavia, la maggior parte dei ricercatori hanno stabilito valori di riferimento molto simili tra loro [31].

La carenza di vitamina D è spesso definito come <20 ng / mL (50 nmol / L),

l’insufficienza come 20-32 ng / mL (50-80 nmol / L),

livelli ottimali sono> 40 ng / ml (100 nmol / L) [5,10,12,32].

Il termine insufficienza “sembra essere il termine attualmente preferito per i livelli di carenza di concentrazione teorica nel siero non sufficiente a proteggere contro svariate malattie croniche” [32].

Quando i livelli sierici di vitamina D sono > 32 ng / ml, l’ormone paratiroideo (PTH) mantiene livelli stabili e si ridurre il rischio di ipoparatiroidismo secondario, comunemente associato con bassi livelli di vitamina D. Inoltre, l’assorbimento di calcio intestinale migliora, riducendo il rischio di malattia ossee secondarie [5,28]. Queste funzioni di base della vitamina D sono efficacemente dimostrate con livelli a 25 (OH) D > 32 ng / ml; Tuttavia, i benefici superiori sono osservati a livelli ancora superiori. Ad esempio, solo a livelli 25 (OH) D

> 40 ng / ml, la vitamina D cominciano ad essere immagazzinata nel muscolo e grasso [20,28]. Pertanto, a livelli <40 ng / mL, il corpo si basa su un rifornimento giornaliera di vitamina D per soddisfare direttamente le esigenze quotidiane, ma in base all’apporto dietetico quotidiano non saranno quasi mai sufficienti.

A livelli <40 ng / mL, sembra che vi sia sufficiente circolazione 25 (OH) D disponibile per tutte le necessità metaboliche immediate. Tuttavia, la vitamina D non è probabilmente disponibile per vari processi avanzati coinvolti nei percorsi autocrini [20].

Si stima che il corpo richiede 3000-5000 UI di vitamina D al giorno per soddisfare le esigenze di “essenzialmente in ogni tessuto e cellula del corpo” [12].

L’OIM raccomanda 600 UI di vitamina D per la maggior parte degli adulti (18-70 anni di età) per prevenire la carenza di vitamina D clinica, definita come 25 (OH) D = 20 ng / mL [29].

Al contrario, le raccomandazioni più di esperti sono molto superiori a 600 UI al giorno, perché le loro raccomandazioni hanno lo scopo di contribuire a raggiungere livelli ottimali di 25 (OH) D di almeno 40 ng / mL. Livelli di assunzione superiori raccomandati dalla maggior parte degli esperti permettono il supporto per esigenze metaboliche quotidiane e consentono anche lo stoccaggio di vitamina D, promuovendoneb maggiore disponibilità, ciò sembra ridurre il rischio di molte malattie ed il miglioramento delle prestazioni. La vitamina D giornaliera raccomandata, secondo la maggior parte degli esperti, è di almeno 1000 UI al giorno per mantenere livelli ottimali di25 (OH) D; tuttavia sono necessari quantità superiori se i livelli di inizio non è ottimale [5,10,28]. Visto che oltre il 77% degli americani sono carenti di vitamina D, è evidente che le attuali raccomandazioni on sono ottimali [5,6,10,26].

Le raccomandazioni di assunzione aumentano con l’età, gravidanza, allattamento.

Inoltre, gli esperti raccomandano dosaggi molto più alti se i livelli di 25 (OH) D cominciano ad essere carenti, essi infatti variano da 2000 a 200.000 UI, finché i livelli di 25 (OH) D non tornano ad essere sufficienti, allora 1000-2000 UI / die sono sufficienti per il mantenimento [5,28 , 32].

Un trattamento comunemente prescritti per correggere rapidamente la carenza di vitamina D è una dose settimanale di 50.000 UI di vitamina D per otto settimane [12].

Il limite massimo tollerabile per la vitamina D è stata impostata dal IOM a 4000 UI per gli adulti, rispetto a 10.000 UI / die dal Endocrine Society [29,30] (Tabella 1).

I principali esperti sostengono che anche con una dose giornaliera di 10.000 UI ci vorrebbero mesi, o anche anni per manifestare sintomi di tossicità [28]. Una recente pubblicazione non ha trovato casi di tossicità con dosi giornaliere di 30.000 UI al giorno per un periodo di tempo [10] molto esteso.

Indipendentemente dal valore di assunzione alimentare, la quantità di vitamina D prodotta da 15 minuti di esposizione al sole senza protezione è di 10.000 a 20.000 UI, in un individuo di pelle chiara, ecco perché per la maggior parte degli esperti ritengono che la tossicità è un evento raro ed improbabile [10,12 ]. Durante i mesi che i raggi UVB sono disponibili dal sole, cinque a 15 minuti di esposizione al sole senza protezione, tra le ore 10:00 e 03:00 sembra fornire adeguate quantità di vitamina D [12].

Non sono mai stati segnalati casi di tossicità da vitamina D esposizione al sole; tuttavia, i sintomi di intossicazione, come ipercalcemia, sono stati osservati durante livelli 25 (OH) D superiori a 150 ng / mL [12]. I livelli nel siero di 25 (OH) D in individui che vivono vicino all’equatore e lavoro all’aperto sono mediamente di 50 ng / mL, ciò sostiene la teoria che la tossicità della vitamina D dal sole è estremamente improbabile, e suggeriscono che qualsiasi tossicità sia il risultato unicamente di eccessiva supplementazione [28]. Indipendentemente, molti esperti concordano di 1000 UI / die in assenza di esposizione al sole adeguata può mantenere livelli D 25 (OH) di almeno 32 ng / mL [12].

CARENZE DI VITAMINA D NEGLI ATLETI

La distanza dall’equatore, le stagioni e le ore di luce solare sono il termometro diretto che decide se la vitamina D disponibile dal sole è sufficiente. La produzione di vitamina D dal sole è dettata anche dalla copertura nuvolosa, l’inquinamento, crema protettive solari, pigmento della pelle e l’età. Durante i mesi estivi, le radiazioni UVB dal sole possono essere assorbite in quantità adeguate per sintetizzare la vitamina D [5]. Tuttavia, durante i mesi invernali, l’angolo del sole impedisce alla radiazione UVB di fare il loro dovere questo a latitudini maggiore di 35-37 gradi, di conseguenza, la vitamina D non può essere sintetizzata sufficientemente dal sole in queste aree [5,20].

La ricerca ha suggerito che bassi livelli di vitamina D sono molto diffuse nelle popolazioni che vivono a sud del parallelo 35° [26]. Anche se si sta tempo sufficiente al sole, ma si usa una crema solare con un fattore di protezione solare (SPF) di 15 ne risultati una diminuzione del 99% dell’assorbimento della vitamina D [5]. Nonostante le persone trascorrono molto tempo all’aria aperta possono avere bisogno di supplementazione di vitamina D per mantenere adeguati livelli durante l’inverno [33,34]. Molti atleti si allenano al chiuso e molti all’aperto alla mattina presto o la sera tardi, ciò riduce notevolmente l’esposizione UVB, mettendoli a rischio considerevole di ritrovarsi in carenza. Vari studi hanno trovato molti atleti ad alto rischio carenza, la Tabella 2 visualizza prevalenza insufficiente di vitamina D tra i diversi gruppi sportivi.

Hamilton et al. (2009) hanno rivelato che il 90% degli sportivi mediorientali erano carenti di vitamina D tra aprile e ottobre [33]. Anche se questi sportivi stavano addestrando a latitudini favorevoli, Qatar (25,4 ° N), hanno in media meno di 30 minuti di esposizione al sole al giorno.
continua su altro post
continua
>

Di più
17/04/2016 21:44 #3848 da genfranco
Un altro studio condotto presso latitudine favorevole (Israele 31.8 ° N), ha suggerito che il 73% degli atleti erano in carenza [35].
La maggioranza (83%) delle donne, atleti interni australiani sono stati anche risultato essere la vitamina D [36].
Uno studio condotto a latitudini meno favorevole (Laramie, WY 41.3 ° N), ha rivelato l’insufficienza di vitamina D nel 63% degli atleti sia out dore che in dore durante l’inverno, [37].
Infine, uno studio condotto ulteriormente dall’equatore (Ellensburg, WA 46.9 ° N), con atleti esclusivamente all’aperto, ha trovato che il 25% -30% presentavainsufficienza di vitamina D dall’autunno a fine inverno [38].
Storlie et al. suggerì che 1000 UI / die di vitamina D non sono sufficienti a prevenire il declino stagionale di s della vitamina D [38]. Anche se i risultati sono variabili, la posizione geografica (latitudine) non sembra essere il principali fattore di rischio per l’insufficienza di vitamina D negli atleti.
Lo è invece la mancanza di esposizione al sole, il quale sembra essere il principale fattore di rischio, mettendo atleti a maggior rischio di insufficienza di vitamina D. [2,9,33,35,36,37,38 ].
La carenza di vitamina D può avere un effetto profondo sul sistema immunitario, lo stato infiammatorio e la funzione muscolare ell’atleta. Gli studi sulla valutazione alimentari hanno scoperto che gli atleti di tutto il mondo non soddisfano le raccomandazioni dietetiche per assunzione di vitamina D, la ragione più probabile è la sintesi inadeguata a causa della mancanza di esposizione al sole.
La ricerca sugli atletici suggerisce che il mantenimento di un adeguato livello di vitamina D può ridurre le fratture da stress, infiammazione in tutto l’organismo, malattie infettive comuni. Inoltre può garantire un ottimale funzione muscolare, oltre ad essere di grande aiuto nel recupero post infortunio [44]
La vitamina D è ben nota per il suo ruolo nella regolazione del calcio e la salute delle ossa, dalla letteratura emerge un ruolo centrale della vitamina D in altri processi vitali del corpo, come ad esempio: nei segnali di risposta dei geni, nella sintesi delle proteine, nella sintesi degli ormoni, nella risposta immunitaria, oltre a turnover cellulare e alla rigenerazione. La scoperta del recettore della vitamina D a livello muscolare suggerisce un ruolo significativo di questa vitamina per un ottimale efficienza dei muscoli. Questa scoperta ha portato i ricercatori a mettere in discussione l’impatto che la carenza di vitamina D potrebbe avere sulle prestazioni atletiche e sulle lesioni. Considerando che ben oltre il 77% della popolazione generale è carente di vitamina D è probabile che molti atleti rientrino in questa categoria.

La ricerca sostiene il ruolo della vitamina D nella prevenzione delle malattie croniche e acute, come ad esempio: cancro, malattie cardiovascolari, diabete di tipo 2, malattie autoimmuni e infettive malattie. Sia per gli atleti che le persone comuni, avere un ottimale livello di vitamina D è essenziale per innumerevoli funzioni fondamentali del corpo [45]

Prevalence of Vitamin D deficiency (<20 ng/mL) and insufficiency (<32 ng/mL) in various athletic populations.
Type of Athlete Indoor/Outdoor Gender Vitamin D Status Reference
Finnish military recruits Combination Male 39% deficient Valimaki et al. [8]
UK professional athletes (jockeys, rugby, soccer) Combination Male 62% deficient Close et al. [39]
UK athletes (football, rugby) Combination Male 57% deficient Close et al. [40]
Middle Eastern sportsman Combination Male 32% insufficient
58% deficient Hamilton et al. [33]
Australian gymnasts Indoor Female 33% insufficient Lovell [36]
Israeli athletes & dancers Indoor Male & Female 73% insufficient Constantini et al. [35]
USA indoor/outdoor athletes Combination Male & Female 12% insufficient Halliday et al. [37]
USA endurance athletes (runners) Outdoor Male & Female 42% insufficient
11% deficient Willis et al. [2]
USA outdoor athletes (rugby, football, track, cross country) Outdoor Male 25% insufficient Storlie et al. [38]



VITAMINA D E PERFORMANCE ATLETICA

Le prime ricerche riguardanti la vitamina D e le prestazioni atletiche risalgono ai primi anni del XX secolo. I ricercatori russi e tedeschi sono stati i primi a segnalare gli effetti convincenti dell’irradiazione da luce ultravioletta per migliorare le prestazioni atletiche e ridurre i dolori correlati all’attività sport iva cronica [20]. Questi primi ricercatori europei hanno suggerito miglioramenti significativi in prove a tempo, fitness cardiovascolare, e di forza con il trattamento di irradiazione UVB prima della performance [20]. Il comitato olimpico tedesco considera gli effetti delle radiazione UVB (vitamina D) abbastanza significativi da considerarli un aiuto ergogenico. A sostegno di questo concetto, molti atleti raggiungono il picco di forma fisica durante il periodo dell’anno che la vitamina D (UVB) presenta i livelli al loro massimo, estate e autunno [20].

Purtroppo, ci sono limitati studi sperimentali disponibili e ancora meno che dimostrano un miglioramento delle prestazioni con la supplementazione di vitamina D. Tuttavia, la ricerca esaminando l’invecchiamento della popolazione (> 65 anni) suggerisce vari benefici con la supplementazione di vitamina D. Studi su prestazioni multiple nell’adulto sono legati a bassi livelli di vitamina D si sono osservati diminuzione del tempo di reazione, scarso equilibrio, e un aumento del rischio di cadute [3]. Inoltre, la supplementazione di vitamina D (800 UI / die) in adulti più anziani ha mostrato miglioramenti nella resistenza e una diminuzione del disagio generale [3].

La ricerca corrente disponibile sulla vitamina D e la sua influenza sulle prestazioni atletiche.

La vitamina D presenta molti benefici per gli atleti:
Vi è una forte correlazione tra un ottimale quantità di vitamina D e un ottimale funzione muscolare. Aumentare i livelli di vitamina D riducono l’infiammazione, il dolore, miopatia, aumenta la sintesi proteica muscolare, la concentrazione di ATP, la forza, potenza e in genere le prestazioni fisiche.
La carenza di vitamina D è spesso presente negli atleti.
Per gli coloro che presentano fratture da stress, dolore muscolo-scheletrico, e malattie frequenti, si dovrebbe tener conto di una probabile carenza di vitamina D.
Correzione di questa carenza, grazie a protocolli di supplementazione orale standardizzati e controllati i quali possono produrre significativi benefici per la salute degli sportivi [43]
Sono stati esaminati i livelli di 25 (OH) D in relazione al massimo consumo di ossigeno (VO2max) per determinare l’effetto della vitamina D sulla prestazione aerobica nei maschi universitari fisicamente attivi [41]. Elevati livelli di 25 (OH) D sono stati associati ad un aumento del VO2max, rispetto a quelli con livelli di vitamina D inferiori (p <0,01) [41]. Questi risultati suggeriscono che buoni livelli di vitamina D sono favorevoli al miglioramento delle prestazioni aerobiche.
Chiudere et al. (2013) ha esaminato giovani atleti del Regno Unito (UK, 53 ° N) a base di (n = 30), e ha valutato gli effetti che la supplementazione di vitamina D (20-40,000 UI / settimana per 12 settimane) aveva sulla performance dei muscoli (1- RM panca, leg press e altezza del salto verticale) [39]. I soggetti sono stati assegnati a: placebo, 20.000 UI / settimana o 40.000 UI / settimana di vitamina D per 12 settimane. Il rendimento muscolare e i livelli di 25 (OH) D è stato misurato a sei e 12 settimane, rivelando che sei settimane di supplementazione è stato sufficiente per correggere la carenza di vitamina D, tuttavia, non è stato sufficiente per ottenere livelli ottimali di vitamina D> 40 ng / mL [39] . In generale sono stati osservati miglioramenti significativi nelle prestazioni muscolari dopo 6 o 12 settimane di supplementazione di vitamina D [39]. In questo studio, le concentrazioni basali inferiori sembravano rispondere maggiormente all’integrazione, quindi, studi futuri potrebbero valutare meglio gli effetti dividendo i soggetti in gruppi in base alle loro livelli basali.

Sebbene i livelli finali di 25 (OH) D ottenuti dagli atleti non erano più considerati carenti (> 20 ng / mL), i ricercatori hanno ipotizzato che elevati livelli sierici totali possono essere necessari per documentare le prestazioni muscolari in giovani atleti [8,39].

Secondo Chiudere et al. (2013), livelli di 25 (OH) D più elevati possono essere necessari per indurre una risposta fisiologica all’interno del muscolo scheletrico [39]. L’autore ha suggerito che il muscolo scheletrico può richiedere concentrazioni seriche più elevate per una risposta, rispetto ad altri tessuti [39]. La risposta significativa mostrata in soggetti anziani, tuttavia, può essere spiegata a causa della sarcopenia. Se Gli autori hanno suggerito che i risultati più convincenti possono essere osservati dando dosi supplementari di vitamina D per aumentare siero 25 (OH) D superiori a 40 ng / mL.

Una prova su atleti (n = 61 atleti, n = 31 soggetti sani di controllo) britannici ha valutato l’integrazione di vitamina D cercando di promuovere un aumento medio dei livelli di 25 (OH) D.

Il risultato all’integrazione di 5000 UI / giorno di vitamina D3 per otto settimane è davvero promettente sugli effetti della performance muscolare [40]. Questo regime d’integrazione ha significativamente aumentato i livelli medi di 25 (OH) D da (media ± SD) 11.62 ± 10.02 ng / mL a 41.27 ± 10.02 ng / mL, mentre un gruppo placebo non ha mostrato variazioni significative. Il gruppo supplementazione ha ottenuto miglioramenti significativi (p = 0.008) nello sprint su i 10 metri, sul salto verticale, nella prestazione di bench press e squat su 1-RM) rispetto al gruppo placebo [40].

In un atleta in particolare i livelli di 25 (OH) D sono passati da 22,40 ng / mL a 55.69 ng / mL mostrando miglioramenti in tutte le aree di performance, (ovviamente questo è solo un atleta).

Questi risultati supportano l’ipotesi di cui sopra che elevati livelli sierici di 25 (OH) D livelli (> 40 ng / mL) possono generare miglioramenti delle prestazioni molto convincenti [40]. I risultati suggeriscono anche che una dose giornaliera di vitamina D (5000 UI / giorno) possono essere superiore a sollevarei livelli di 25 (OH) D rispetto a una dose settimanale (40.000 UI / settimana) [39,40]. In base a questi due studi preliminari e le linee guida di esperti i livelli 25 (OH) D superiori a 40 ng / mL probabilmente sono necessari per migliorare in modo significativo le prestazioni atletiche anaerobiche. Non ci sono studi disponibili che hanno esaminato l’effetto della vitamina D sulla prestazione atletica aerobica o di resistenza.

Per mantenere livelli 25 (OH) D di 40 ng / mL, la supplementazione con integratori di vitamina D, soprattutto durante i mesi invernali, deve essere garantita [20,28,39,40].

L’obiettivo 25 D (OH) di 40 ng / mL è consigliato per atleti, perché a questo livello, la vitamina D comincia ad accumularsi come riserva nei muscoli e nel grasso per essere utilizzata in futuro.

Inoltre, a livelli inferiori a 32 ng / mL, la vitamina D non è probabile che sia prontamente disponibile per i processi avanzati coinvolti nei percorsi autocrini. Tali percorsi sono i più probabili ad influenzare le prestazioni atletiche [20,25].

Oltre ai agli studi sopra citati, recente ricerca sulla vitamina D e gli atleti si è concentrata sulla prevalenza di insufficienza di vitamina D tra gli atleti [66, 67]

Willis et al. (2012) hanno visto che la diminuzione di vitamina D è stata associata ad un aumento dei marker infiammatori negli atleti di resistenza [2]. Questi risultati richiedono indagini future per determinare se la diminuzione di vitamina D può aumentare il rischio di lesioni [2].
Razavi et al. (2011) hanno trovato che la vitamina D e l’esercizio aerobico migliora la tolleranza all’esercizio nei pazienti asmatici (rispetto al gruppo di controllo, solo chi faceva esercizio aerobico o solo chi ha supplementato con vitamina D ha ottenuto benefici), suggerendo che la vitamina D e l’esercizio aerobico insieme, possono fornire effetti anti-infiammatori all’interno polmoni [42].

Ulteriori approfondimenti in campo sportivo

La vitamina D3 aumenta l’effetto anabolico della leucina:

Aggiungere la leucina a pasti ricchi in proteine è forse la strategia di integrazione più efficace per gli atleti e body builder che cercano di accelerare la crescita muscolare.
I ricercatori della Clermont Universite in Francia hanno scoperto che maggiore è la concentrazione di vitamina D3 nel sangue, maggiore è l’ effetto anabolico della leucina .
questo è uno studio preliminare in vitro, ma che accredita quello che in altri studi si sospettava.
Nello studio si evince che la Vitamina D3 aumenta la sensibilità recettoriale all’insulina. Ed inoltre incrementa l’attività dei meccanismi anabolici cellulari.
In attesa di ulteriori studi su umani, la Vitamina D3 continua a dare eccellenti conferme del suo potenziale effetto per la crescita muscolare, oltre ai già ben noti effetti benefici e protettivi per molti organi e funzioni del nostro corpo [49]

Un ottimale presenza di vitamina D è correlata ad una migliore performance sportiva [46]
La vitamina D può aumentare la forza muscolare [47]
Gli studi confermano che la vitamina D3 (colecalciferolo) può realmente contribuire a stimolare la produzione di testosterone [48]
La vitamina D può ridurre il catabolismo muscolare dopo intenso esercizio fisico [50]
La vitamina D può ridurre i rischi di mortalità nell’adulto [51]
In soggetti sovrappeso la vitamina D abbinata all’allenamento con i pesi può contribuire a ridurre il tessuto adiposo [56]
Promettenti studi in vitro hanno evidenziato un interessante potenziale di crescita delle cellule muscolari grazie alla vitamina D [59, 60, 65]

Come accennato in precedenza, il corpo richiede una media di 3000-5000 UI / die di vitamina D ma gli elevati livelli di attività fisica negli atleti possono richiederne maggiori esigenze fisiologiche [12].

Poiché la vitamina D viene utilizzato attivamente in molte vie metaboliche, è possibile che l’atleta necessiti di un aumentata assunzione di vitamina D per assicurarsi un’adeguata disponibilità e stoccaggio così da ottenere prestazioni ottimali [32].

A questo punto, il regime di supplementazione di vitamina D appropriato per gli atleti sembra dipendere dai livelli di 25 (OH) D soggettivi, dalle stagioni e dal tempo di esposizione al sole, con l’obiettivo di raggiungere > 40 ng / mL.

Considerando questi fattori, molti atleti, in particolare chi si allena al coperto e quelli che presentano carenze, richiederanno fino a 5000UI di vitamina D / giorno per otto settimane, per raggiungere 40 ng / mL, e successivamente 1000-2000 IU / giorno per il mantenimento.

Un info interessante da rammentare è che l’assorbimento della vitamina D è ottimale quando assunta con un pasto abbondante [57]

Si è notato un interessante effetto sinergico o meglio potenziante della vitamina D per chi integra l’HMB [64]

Ulteriori studi clinici di particolare interesse per l’allenamento muscolare, la resistenza all’insulina e la rigenerazione muscolare, che la vitamina D è capace di esercitare. Sono da indagare le vie della vitamina D che regolano lo sviluppo muscolare in modelli animali e l’attività che tale vitamina possiede di alterare diversi pathways molecolari nelle cellule muscolari [65]

VITAMINA D UTILE ANCHE PER IL MORBO DI CROHN

Un integratore da banco come la vitamina D può essere utile per il morbo di Crohn?
Sembrerebbe di sì, secondo recenti studi che hanno valutato gli effetti della somministrazione di vitamina D nel contrastare questa patologia, che in Italia colpisce almeno 200mila persone.
Numerose evidenze scientifiche, infatti, hanno individuato un’associazione tra carenza di vitamina D e sviluppo del morbo di Crohn.
In questo studio pilota, condotto su pazienti con morbo di Crohn di entità leggero-moderata, si è voluto stabilire il dosaggio necessario di vitamina D per raggiungere il livello sierico ritenuto ottimale (superiore a 40 ng/ml).
I partecipanti (n= 18) sono stati valutati secondo la gravità dei sintomi utilizzando il CDAI (indice dell’attività del morbo).
La vitamina D è stata inizialmente somministrata a un dosaggio di 1.000 u.i. al giorno per 2 settimane, aumentando progressivamente fino al raggiungimento delle concentrazioni desiderate (40 ng/ml) o fino a raggiungere il dosaggio di 5.000 u.i. al giorno.
I partecipanti hanno proseguito l’assunzione per 24 settimane. All’inizio e al termine dello studio sono stati valutati parametri quali qualità della vita, densità minerale ossea, citochine, ormone paratiroideo e altri.
14 dei 18 pazienti ha richiesto il dosaggio massimo di vitamina D di 5.000 u.i. per produrre l’aumento desiderato dei livelli nel siero, migliorando il punteggio relativo alla qualità di vita, lasciando invariati gli altri parametri.
In conclusione, in un piccolo studio 24 settimane di assunzione di 5.000 u.i. di vitamina D, ha mostrato di aumentare effettivamente i livelli di vitamina D, riducendo il punteggio di CDAI, suggerendo che il ripristino dei livelli di vitamina D possa essere utile per il controllo di questa patologia [52]

LA VITAMINA D PUO’ ATTENUARE I SINTOMI DELLA DEPRESSIONE

Sembra infatti che la vitamina D sia importante per la salute cerebrale e possa essere coinvolta nella patogenesi o nella prevenzione della depressione.
È stato condotto uno studio in doppio cieco, placebo controllo, per comparare l’effetto della vitamina D associata a fluoxetina (farmaco prescritto per depressione, disturbo ossessivo compulsivo e bulimia nervosa) e fluoxetina da sola in pazienti con depressione maggiore.
Ai partecipanti è stato diagnosticato un disturbo depressivo maggiore secondo il DSM-IV (manuale diagnostico per i disturbi mentali).
Divisi in due gruppi, i pazienti hanno ricevuto giornalmente 1500 U.I. di vitamina D più 20 mg di fluoxetina, oppure solo 20 mg di fluoxetina per 8 settimane.
La combinazione vitamina D più fluoxetina ha mostrato miglioramenti nella sintomatologia già a partire dalla quarta settimana, suggerendo che l’associazione tra i due composti abbia effetti superiori nel controllo dei sintomi che non la fluoxetina da sola.
Precedenti studi avevano mostrato che i soggetti affetti da depressione sono a rischio di carenza di vitamina D, sia per la tendenza a non uscire spesso di casa (l’organismo produce la vitamina D autonomamente quando esposto alla luce solare), sia perché generalmente non praticano attività fisica.
Altri dati indicano che questa vitamina aumenta i livelli di serotonina, il neurotrasmettitore su cui gli antidepressivi agiscono.
Sembra, inoltre, che l’incremento dell’inquinamento ambientale produca la riduzione dell’assorbimento della luce solare, assorbimento ulteriormente ridotto dall’uso di creme protettive.
D’altra parte, un’eccessiva esposizione al sole non è consigliabile per il rischio di fotoinvecchiamento e fotodanneggiamento, pertanto il ricorso ad una integrazione nutrizionale può rappresentare un’alternativa interessante da valutare [53]

Metanalisi sulla vitamina D e la presunta azione antidepressiva

Una meta-analisi di tutti gli studi ha dimostrato un miglioramento statisticamente significativo nella depressione grazie alla supplementazione di vitamina D.

L’integrazione di vitamina D (=800 UI al giorno) è risultato utile nell’alleviare i sintomi della depressione, l’effetto era paragonabile a quella di farmaci anti-depressivi [54]

LA VITAMINA D3 PUO’ CONTRIBUIRE A RIDURRE IL TESSUTO ADIPOSO [55, 58, 61, 62, 63]

REFERENZE SCIENTIFICHE
sono sull'originale

digilander.libero.it/genfranco5/Immagini...naddrandrearizzo.htm
ciaooo Franco Genre
.
.

Di più
21/04/2016 21:04 - 22/04/2016 05:49 #3899 da genfranco
La testimonianza è di Giuliano Longo con un esame del sangue direi AL TOP:

Attività recenti
Giuliano Longo
16 marzo

Ciao, dopo poco più di un mese dalle ultime, ho rifatto le analisi. Premesso che ho sospeso l'integrazione di vitamina D ed ho solo cercato di mangiare un po' di verdura in più, i risultati sono questi:
- vit. D3 75,6 (era 144)
- Paratormone 18
- Glicemia 106
- Colesterolo tot. 247 (era 284)
- HDL 57
- LDL 166
- Trigliceridi 170
- Ferro 107
- Potassio 4
- Calcio 9,3
- Fosforo 3
- Magnesio 2,1
Non ci sono più quegli antipatici asterischi, tranne che per il colest. totale, che però ho sempre avuto sopra i 200 e che - ricordo - negli anni '80 era considerato normale fino a 240. Sono moderatamente soddisfatto!



Commenti
Marika Previtali
Marika Previtali Io ho ldl a 156 e mi hanno messo l'asterisco

Giuliano Longo
Giuliano Longo I valori di riferimento sono: 65-175 mg/dl... boh... non so, forse dipenderà dal metodo di analisi usato dal laboratorio.

Marika Previtali
Marika Previtali Infatti i miei arrivavano a 150

Andrea Andulea
Andrea Andulea Marika Previtali le valutazioni vengono fatte in base al laboratorio


..
Luca Morselli
Luca Morselli Importante e' il rapporto tra colesterolo totale e HDL.
Col.Tot/HDL deve essere < di 5 per uomini e < di 4,5 per donne

Mariarosa Galuzzi
Mariarosa Galuzzi Mi sembra di capire che la vitamina D influisca sul colesterolo ,è così ?grazie

Andrea Andulea
Andrea Andulea digilander.libero.it/genfraglo/Immagini/vitaminadsesso.htm
Vitamina D: il “nuovo” ormone per il dimagrimento, testosterone e…
netintegratori.it



Genre Franco
Genre Franco Ciao Giuliano Longo, posso confermare senza ombra di dubbio che i tuoi esami sono AL TOP. Anche perchè il COLESTEROLO non può essere considerato alto poichè è il tuo corpo che se lo AUTOPRODUCE e ritengo che non sia STUPIDO a tal punto da AUTODISTRUGGERSI, o dici il contrario?
continua
>

Genre Franco
Genre Franco ..anche perchè il tuo CORPO ti dimostra che si stà AUTOGUARENDO come lo è per TUTTI gli esseri viventi che altrimenti si sarebbero ESTINTI DA SEMPRE. E quindi come puoi capire che il contrario sia solo per il COLESTEROLO? Per fortuna i valori della medicina non sono quelli di ognuno di noi. ciaooo Franco

Genre Franco
Genre Franco Ciao Mariarosa Galuzzi, che il COLESTEROLO e la vitamina D siano legati a filo stretto, ormai ne abbiamo avute molte prove. Le più evidenti e DOCUMENTATI sono quelli di Franca e me:
continua
>

Genre Franco
Genre Franco I valori di vitamina D e del COLESTEROLO di Franca e mio dopo un anno di vitamina D3, quindi dal 10 febbraio 2010 con dosi di 60 gocce pari a 15000 UI per Franca mentre per me 40 gocce pari a 10000 UI .
Per il sottoscritto, oggi in data 23 settembre 2014 dopo la visione degli esami eseguiti il 17 settembre 2014 ne riporto i risultati ottenuti nel valore di 36.7 mg/ml
digilander.libero.it/genfranco2/Immagini/esame14a.htm
dai precedenti in data 21 gennaio 2014 era di 22.9 come si può rilevare mentre il COLESTEROLO era 223
digilander.libero.it/genfranco2/Immagini/esame14.htm
Per Franca, oggi in data 23 settembre 2014 dopo la visione degli esami eseguiti il 17 settembre 2014 ne riporto i risultati ottenuti nel valore di 78 mg/ml
digilander.libero.it/genfranco2/Immagini/esamefranca14a.htm
dai precedenti in data 21 gennaio 2014 era di 38.6 come si può rilevare mentre il COLESTEROLO era 207
digilander.libero.it/genfranco2/Immagini/esamefranca14.htm
Ed arrivo al dunque:
tenendo conto che Franca ingoia l'ACIDO ASCORBICO e gli altri "ALIMENTI ESSENZIALI" dal 2012 e delle dosi di vitamina D dal 10 febbraio 2014 di 60 gocce, pari a 15000 UI giornalieri i suoi valori rilevati il 21 gennaio 2015 sono:
VITAMINA D TOTALE (25-OH D) 78.2 ng/ml
Come rilevato sopra, il valore del suo COLESTEROLO era 207
oggi è al valore di 200, quindi è DIMINUITO con l'ALZARSI DELLA vitamina D a 78.2.
digilander.libero.it/genfranca/Immagini/esamefranca15.htm
Ed ora ecco i miei valori ingoiando l'ACIDO ASCORBICO e gli altri "ALIMENTI ESSENZIALI" da molti anni ed ingoiando la vitamina D dal 10 febbraio di 40 gocce, pari a 10000 UI giornalieri i miei valori rilevati il 21 gennaio 2015 sono:
VITAMINA D TOTALE (25-OH D) 35.2 ng/ml
Come rilevato sopra, il valore del mio COLESTEROLO era di 223
oggi è al valore di 200, quindi è DIMINUITO con l'ALZARSI DELLA vitamina D a 35.2 che purtroppo non è ancora l'ideale, quindi ho aumentato la dose giornaliera a 60 gocce pari a 15000 UI come Franca.
digilander.libero.it/genfranca/Immagini/esame15.htm
Rilevo anche che il valore della mia vitamina D è AUMENTATO di poco rispetto a quella di Franca in quanto questa è stata usata per ABBASSARE il mio COLESTEROLO, ma che in effetti si è abbassata rispetto all'esame del 17 settembre 2014 il cui valore era 36.7 mg/ml mentre nell'ultimo del 21 gennaio 2015 è del valore di 35.2 ng/ml, quindi anzichè alzarsi si è abbassato nonostante le dose maggiorata. Però, e dato che sono certo che il mio corpo NON E' STUPIDO, sono certo che la stà usando per altro che sicuramente scoprirò e ve ne darò comunicazione.
Appena avrò altri riscontri rispetto a questo COLESTEROLO ve ne porterò a conoscenza senza ombra di dubbio anch'essa.
QUESTO ESAME CONFERMA APPIENO IL LEGAME A DOPPIO NODO DEL COLESTEROLO GIA' AUTOPRODOTTO E LA CONSEGUENTE AUTOPRODUZIONE DELLA VITAMINA D CHE PER FARLO E' INDISPENSABILE IL SOLE CON I SUOI RAGGI UV.
NE ABBIAMO CONFERMA DA QUESTI ESAMI CUI IL VALORE DELLA VITAMINA D E' DA 86 del 13-04-2015
digilander.libero.it/genfranca/Immagini/esamevitaminab12.htm
A 124 odierno del 17-07-2015,
MENTRE IL COLESTEROLO
DA 200 del 13-04-2015 dall'esame in pari data
A 176 odierno del 17-07-2015
CON STESSE DATE ANCHE GLI ESAMI DI FRANCA CONFERMANO APPIENO QUANTO DETTO SOPRA. I SUOI VALORI SONO DELLA VITAMINA D
DA 104 del 13-04-2015
digilander.libero.it/genfranca/Immagini/esamefravitaminab12.htm
A 125 odierno del 17-07-2015,
MENTRE IL COLESTEROLO
DA 200 del 13-04-2015 dall'esame in pari data
A 181 odierno del 17-07-2015
DA QUESTA PAGINA:
digilander.libero.it/genfranca/Immagini/...ravitdcolester15.htm
DA QUESTA PAGINA LA CONFERMA DI FRANCA:
digilander.libero.it/genfranca/Immagini/...ravitdcolester15.htm
Un'altra conferma l'abbiamo oggi 09/09/2015 con i miei valori rilevabili sotto di:
Vitamina D diminuita a 121
ed il COLESTEROLO passato a 180
Questo perchè alla metà di agosto e cioè 20 giorni prima degli esami sono passato da 40000 UI a 10000 UI anche esponendomi al sole.
digilander.libero.it/genfranca/Immagini/...evitdcolester15a.htm
Altra conferma ancora ci viene dal mio esame del sangue del 9/09/ 2015 come si potrà rilevare sotto
con vitamina D a 90.8 da 121 del 17-07-2015,
MENTRE IL COLESTEROLO
da 180 del 9-09-2015 dall'esame in pari data
a 172 odierno
digilander.libero.it/anna945/Immagini/esameomocist15.htm
ciaooo Franco
Esami sangue 2014 per vitamina D
acido ascorbico,acido ascorbico puro,acido ascorbico farmacia,acido ascorbico per la pelle,acido ascorbico…
digilander.libero.it

Questo è stato scritto sul messaggio elaborato e riportato sul web.

Brunella Sartor Crich Sei veramente molto preparato...grazie per tutti i consigli che dai....

Nico Duje
Nico Duje Ultimanente ho visto una trasmissione con il dr. Mainardi e dice che bisogna avere il colesterolo alto e non fa male come dicono, anzi bisogna mangiare burro x l'acido buttirico che farebbe bene!

Andrea Andulea
Andrea Andulea Prima della 2 guerra mondiale il valore era del colesterolo a 320 poi vennero gli americani portando la margarina e lo fecero abbassare a 220 per vendere la schifezza di margarina

Elena Vio
Elena Vio E poi negli ultimi anni hanno abbassato il limite x vendere tutti i farmaci e i prodotti anticolesterolo.. ricordiamoci che al mondo comandano multinazionali e case farmaceutiche.

digilander.libero.it/genfranco5/Immagini/giulianolongo.htm

ciaooo Franco Genre
.
.
Ultima Modifica 22/04/2016 05:49 da genfranco. Motivo: Aggiunto dei post

Di più
23/04/2016 22:14 - 25/04/2016 09:37 #3933 da genfranco
In questi ultimi giorni mi sono fatto una esperienza che ritengo molto negativa. Per la prima volta nella mia vita ho avuto un calo della libidine e di conseguenza calo del desiderio di fare l'amore.
E' successo anche a te?
Certo non è il desiderio dei 20 anni, ma con una cadenza di un giorno si ed uno no o al massimo il giorno successivo quindi 2 volte la settimana, anche se a 76 anni.
Naturalmente questo è grazie alla buona salute che mi ritrovo, ed ormai si sà come l'ho ottenuta, grazie agli "ALIMENTI ESSENZIALI" iniziando dall'ACIDO ASCORBIC0 ed il SELENIO nel 1992..
Nonostante in questo ultimo periodo e precisamente dal 19 ottobre 2015, avessi dei problemi causati prima dalla vitamina D, e poi dalle cisti renali quella cadenza non è mai venuta meno.
Un sintomo comune tra la intossicazione della vitamina D e le cisti, mi ha obbligato ad ingoiare mezza pastiglia e solo al bisogno quindi molto raramente, ed ultimamente dal 14 aprile una pastiglia ogni giorno per la PRESSIONE ALTA.
Ed è da questa data che ho dovuto rilevare il suddetto calo.
Questo fatto mi ha fatto pensare molto ed ho dovuto concludere che queste pastiglie e non solo quella della pressione, contengono sicuramente il famoso BROMURO o qualcos'altro che causa il medesimo effetto.
"Esiste qualche sostanza (o pillola) che fa calare il desiderio sessuale a un uomo?
Segui
5 risposte
Segnala abuso
Risposte
Classificazione
?
Migliore risposta: si che c,è , è il BROMURO che lo trovi molto facilmente nelle farmacie in alcune situazioni lo danno pure hai militari , si ti frena l erezione e l eccitamento ma ATTENTO prima d prendere iniziative personale parlane con qualcuno potrebbe essere che hai uno sviluppo eccessivo di ormoni e cioè che ne produca in grandi quantità e quindi sarebbe da curare cio e nn la tua frequente erezione.poi in base all età che tu hai ,;immaggino tu sia molto giovane !!! bhe! se è cosi fregatene sei nell età d un vulcano appena attivo ma consultare qualche persona nn guasta e vai tranquillo se nn dovessi essere giovanissimo allora fai un controllo d testo -sterone ma prima d assumere il bromuro almeno consigliati col farmacista e fatti spiegare x filo e x segno tutto nn correre inutili rischi x una virilità eccessiva d cui ti vergogni è sempre bello avere un eccitazione e chi magari se ne accorge edovrebbe esserne lusingata xchè vorrà dire che è gustosa sia ai tuoi occhi che alla tua virilità ciao ed in bocca al lupo
Fonte/i: yahoo
digilander.libero.it/genfranco5/Immagini/bromuro.htm

Senza contare che a conferma di quanto riportato sulle CONTROINDICAZIONI volutamente prodotte ecco sotto la testimonianza del Dr. Giuseppe De Pace (ortopedico ospedaliero), che in parte recita:
Da molto tempo mettevo in discussione la “medicina ufficiale” in quanto incapace di curare le malattie, al massimo poteva lenire i sintomi apparenti spostandoli su altri organi. Ed è proprio su questo equivoco che si basa tutta la piramide della “medicina della malattia”. Se la malattia “A” ha come sintomi - x, y, z - , sopprimendoli si ritiene che il paziente sia guarito. Non interessa che, come conseguenza, si sia sviluppata la malattia “B” con i sintomi - j, k, w - in quanto avremo il farmaco per bloccare anche questi ultimi, e così via. Non si capisce, o non si vuole capire, che la malattia “B” è solo l’espressione del blocco della malattia “A”, cioè di un meccanismo di difesa dell’organismo che cerca una nuova via per disintossicarsi.
digilander.libero.it/genfranco1/Immagini...ensionepastiglia.htm

Il FINE? semplicissimo.
Inizio questa pagina con un dato fisso stabilito dai cosidetti " scienziati" del secolo scorso:
LA POPOLAZIONE MONDIALE E' ECCESSIVA, BISOGNA DIMINUIRLA.
VUOI ESSERE UNA DELLE PERSONE
ELIMINATE COME PROGETTATO SOTTO?
E' molto facile esserlo continuando con l'ALIMENTAZIONE ATTUALE fornita dalle INDUSTRIE dell'ALIMENTAZIONE, progettata per TOGLIERTI QUELLE DIFESE IMMUNITARIE NECESSARIE PER VIVERE LA TUA VITA IN SALUTE. Quindi, SENZA LE DIFESE IMMUNITARIE NECESSARIE sei un facile candidato a quanto proposto sotto. Voglio far notare che questo articolo è riportato niente meno che da "MAURIZIO BLONDET" per chi lo conosce.
Questi cibi MOLTO COLORATI e all'apparenza MOLTO FRESCHI, sono saturi di COLORANTI E CONSERVANTI CHIMICI e MOLTO ALTRO che tu non riesci neppure ad immaginare.

Così scrive il famoso Maurizio Blondet:
"ELIMINARE 4 MILIARDI DI UOMINI
.......
«Non siamo meglio dei batteri!», ha detto lo scienziato, ridanciano, fra gli applausi.
La crescita della popolazione umana sta «rovinando» il pianeta.
Bisogna salvare il pianeta prima che sia troppo tardi.
Per salvarlo, ha detto, occorre che la popolazione umana sia ridotta al 10% di quella attuale («oltretutto, i carburanti fossili sono alla fine»).
.......
Pianka ha lodato la politica cinese del figlio unico, con sterilizzazione forzata delle donne che infrangono la norma: «dovremmo sterilizzare ognuno sul pianeta», ha esclamato: «se no, gli incoscienti erediteranno la terra» (applausi, risate).
Ma la sua preferenza va al cavaliere della «peste»: una qualche forma di pandemia è quel che ci vuole per uccidere rapidamente miliardi di persone.
Nuova diapositiva: file di teschi umani.
L’influenza aviaria?
Magari scoppiasse, ma ancora non basterebbe (risate dal pubblico).
L’Aids?
Decisamente troppo lento.
Il primato dell’efficienza va all’Ebola: è straordinariamente letale e uccide in giorni, non in anni.
«Si diffonde per via aerea e ammazza il 90 % degli infettati. Pensateci», ha detto sognante.
Di fatto – ma questo lo zoologo non l’ha detto – l’Ebola è «troppo» letale: il virus uccide così rapidamente, da essere «auto-spegnente».
.......
Le vittime dell’Ebola infatti sanguinano copiosamente da ogni orifizio corporeo. Il virus funziona liquefacendo gli organi interni; dissolve letteralmente il corpo malato, fra atroci dolori."
digilander.libero.it/genfranco1/Immagini/personeinmeno.htm

Ma non basta:
"Il professore, inventore ed ingegnere genetico risponde alle domande sulla sovrappopolazione con la battuta: “Nessuno ha visto ‘Contagion’? Ecco la risposta! Utilizzare l'ingegneria genetica per creare un virus migliore”
Durante una discussione pubblica al dipartimento di Biotecnologia dell'Università statale dell'Arizona che si è svolta il 2 febbraio del 2012, l'inventore dei vaccini commestibili geneticamente modificati ha scherzato sull'eliminazione del 25% della popolazione con un virus geneticamente modificato.£
digilander.libero.it/genfranco2/Immagini/personeinmenoa.htm

Ed ancora:
"Negli anni '50, lo spettro di un mondo predestinato ad un eccesso di popolazione allarmava scienziati e governi dell'Occidente industrializzato. Cominciò così una corsa frenetica per controllare le popolazioni. Ciò coincise con la scoperta di un processo relativamente poco costoso per fabbricare estrogeno sintetico e progesterone che potevano essere usati come contraccettivi, conosciuti come la Pillola in associazione.
Benché sin dall’inizio del 1932 si sapesse da esperimenti su animali che l'estrogeno ed il progesterone potevano causare il cancro al seno, all'utero, alle ovaie ed alla ghiandola pituitaria, si pensò che la Pillola fosse una soluzione efficace alla crisi di sovrapopolamento. I piani per produrre ormoni sessuali erano già a buon punto e vennero iniziati i test clinici richiesti.
Il premio Nobel Frederick Robbins espresse l'opinione prevalente di quel periodo quando si rivolse ad una riunione della American Association of Medical Colleges dicendo: “I pericoli del sovrapopolamento sono così grandi che potremmo essere costretti ad usare certe tecniche di controllo delle nascite che possono portare rischi considerevoli alle singole donne”.
Uno studio recente dell'Ufficio dell'Ispettore Generale del Department of Health and Human Services statunitense ha rivelato che più del 70 per cento delle informazioni ai medici sui contraccettivi orali sono “fuorvianti o poco esatte”, facendo dei contraccettivi la categoria di medicine prescritte più ingannevolmente pubblicizzata", con gli antibiotici al secondo posto.(3)
Il Dr. David Clark, un neurologo dell'Università della Kentucky School of Medicine, ha esposto una verità quando ha detto: “La pillola permette degli esperimenti sul totale della popolazione che non sarebbero mai permessi come esperimenti pianificati.”(4) Come sono generose le donne ad offrire i loro corpi alla scienza medica, anche se non è stato mai dato un consenso basato su informazioni".
digilander.libero.it/genfraglo/Immagini/...lacontraccettiva.htm

E CHISSA' COS'ALTRO AGGIUNGONO A QUESTE PASTIGLIE DENOMINATE INGANNEVOLMENTE "SALVAVITA"?

Ma si deve aggiungere quello che viene aggiunto ai CIBI INDUSTRIALI, iniziamo dalla farina 00:
"Sapevate che la farina panificabile che arriva nelle panetterie comuni può contenere fino a 109 additivi diversi? La farina biologica, invece, non contiene assolutamente alcun additivo. Questo articolo riguarda non solo il pane, ma tutti i prodotti fatti con la farina bianca, ovvero dolci, pizze, ecc.
La porcheria che si consuma sotto il sinonimo di pane, è una combinazione di sostanze chimiche che sono utili solo per chi vende il pane ma che danneggiano chi lo consuma.
Tutti abbiamo sentito dire che anticamente si sopravviveva a volte con solo pane e cipolla, ma chi pretende di fare una cosa simile oggi, sarebbe un suicida.
Il pane che oggi ingeriamo, è una pasta di amido che non nutre, anzi, sovraccarica di calorie vuote e porta all’obesità e alla perdita di minerali. Chi non sa che il pane bianco produce stitichezza? Quello che non tutti sanno è che produce molte altre malattie tra le quali:
Obesità
Cancro al colon
Mancanza di minerali (osteoporosi, artrosi, etc.)
Emorroidi
Colesterolo
Diverticoli
Gli additivi che per legge sono aggiunti alle farine sono l’acido ascorbico (E300), la L-cisteina (E920) e l’acido fosforico e i suoi fosfati (E338 – E452). Inoltre nell’estratto di malto contenuto ci sono additivi con effetto conservativo (E270, 280) e addittivi antiossidanti (E325, 326, 327). Questi additivi aumentano la forza della farina o la diminuiscono, e sono usati come agenti lievitanti e per panificare. Nei pani speciali ve ne sono molti di più perchè vengono aggiunti al latte in polvere. allo strutto, agli oli, ecc. per la conservazione, per il colore, per l’emulsione ecc.
I mulini industriali usano prodotti chimici differenti per lo sbiancamento come: l’ossido di azoto, diossido di cloro e nitrosyl e perossido di benzoile miscelato con sali chimici vari.
Un agente sbiancante, il diossido di cloro, combinato con le proteine qualunque siano, ancora rimaste nella farina, produce allossana. L’allossana è velenosa, ed è stata utilizzata per produrre il diabete in animali da laboratorio. Il diossido di cloro serve anche ad allungare la durata di conservazione della farina, ma non è propriamente salutare, infatti può uccidere la flora intestinale ed è usato anche nei detergenti.
Il pane bianco e i falsi pani integrali (fatti con farina bianca e un po’ di crusca, lievito artificiale e prodotti chimici, e non ha importanza che la marca sia famosa), contengono molte delle seguenti sostanze chimiche:
gesso bianco
monogliceridi e digliceridi
stearoil-2-lactilato di sodio
azodicarbonamido
acido tartarico
diacetilo
glicol propileno
muschio d’Irlanda
farina di riso
pappa di amido
soia in polvere (residui di estratti di olio)
diossido di cloro
farina di pesce
farina di ossa
dose di calcio
fosfato de ammonio
bromato di calcio
azodicarbonato
polisorbato 60 e certo molto sale…
Credete che tutto questo è aggiunto per il bene della vostra salute?
Il gesso bianco, detto solfato di calcio, non è aggiunto per togliere le crepe dal vostro stomaco, ma perché è più facile impastare la massa da infornare pari a 250 Kg. in macchine gigantesche.
Inoltre, nel processo di raffinazione che porta alla farina bianca, vengono persi all’incirca:
la metà dei preziosi acidi grassi polinsaturi (si perdono nel processo di fresatura)
quasi tutte le vitamine
il 98% del magnesio
l’80% del ferro
il 75% del manganese
il 70% del fosforo
il 50% del calcio
il 50% del potassioCome risultato, il resto della farina del pane bianco che si acquista, contiene solo proteine di scarsa qualità ( 9-13%) e amido modificato.
L’osservazione di questi dati ci dice che consumare alimenti prodotti con farina integrale (meglio da agricoltura biologica) come la pasta ed il pane integrali, è una forma di alimentazione a più elevato valore nutritivo e meno dannosa all’organismo di una dieta ricca di cibi prodotti con farine raffinate.
Per gli alimenti composti da farina bianca si parla opportunamente di “calorie vuote” in quanto assumendo troppi carboidrati semplici si giunge a:
aumento del glucosio nel sangue (ha lo stesso indice glicemico dello zucchero)
produzione di insulina (essenzialmente ormone dell’accumulo e immagazinamento del grasso)
impedimento al riutilizzo del grasso
soppressione del glucagone (ormone che favorisce il consumo dei grassi e degli zuccheri)
soppressione dell’ormone della crescita (che è quello che favorisce l’aumento della massa muscolare a scapito di quella grassa)
aumento della sensazione di fame (per il calo del livello zuccherino nel sangue conseguente al picco di insulina).
Infatti la farina bianca veniva usata, sciolta in acqua, per attaccare i manifesti o per rilegare i testi antichi. E’ proprio questa proprietà che, sopratutto nell’ultima parte dell’intestino, il colon, crea degli strati collosi che, col tempo possono diventare incrostazioni molto spesse e restringere il passaggio intestinale.
Secondo il professor Arnold Ehret, metà delle persone hanno un accumulo nell’intestino di parecchi chili di scorie mai eliminate. [Vedi Rimuovere il muco intestinale e l’ehretismo]
Anche il Dr. Jensen, sottolinea come tutto questo materiale determina un cattivo funzionamento dell’intestino, e provoca una contrazione eccessiva o insufficiente con possibile alterazione della flora batterica intestinale. [Vedi Colon e Sistema Immunitario. Ecco dove risiede la nostra forza]
Si possono verificare delle infiammazioni delle pareti intestinali con perdita dell’impermeabilità delle stesse a sostanze tossiche, parassiti o particelle di cibo non ben digerite che entrano così in circolo nel nostro corpo tramite il sangue o altri liquidi org]anici. [Vedi Il nostro tempio sacro è il Colon è l’hanno usurpato
Le conseguenze possono essere: emicranie croniche, allergie, acne, psoriasi ed altre malattie della pelle, disturbi alla prostata, diverticoli, gravi costipazioni, prolassi intestinali, artriti, reumatismi, disturbi cardiaci, asma, problemi respiratori, noduli al seno, perdita di vitalità, stanchezza, depressione, mancanza di concentrazione, aggressività, attacchi di panico, infezioni, infiammazioni, poliartrite, problemi ai capelli, parassitosi intestinale che porta a digrignare i denti nella notte e diverse altre ancora. [Vedi Dott. Berrino: ‘Farina 00, Il più grande veleno della storia]
Una dieta basata sul pane bianco fatto con farina bianca che non mantiene vivi né gli insetti né gli animali da laboratorio, non può evidentemente mantenere in salute i nostri figli. L’alternativa è il pane biologico integrale.
digilander.libero.it/genfranca/Immagini/farinaperpane.htm

ed ora allo zucchero bianco:
"Studio su Nature afferma la pericolosità dello zucchero (e degli altri dolcificanti) per la salute
Uno studio recentemente pubblicato sulla famosa rivista Nature (non certo nota per la sua eccessiva apertura a simili tesi controcorrente) afferma senza mezzi termini che lo zucchero fa male!
Come possiamo leggere su yahoo notizie “Lo zucchero e altri dolcificanti sono di fatto così tossici per il corpo umano che i governi di tutto il mondo dovrebbero sottoporli a leggi severe come quelle sull’alcol.” E ancora: “circa il 75% dei fondi della sanità Usa sono spesi per curare malattie causate da una dieta poco equilibrata“.
In realtà lo studio di Robert H. Lustig, Laura A. Schmidt e Claire D. Brindis si riferisce espressamente a tutti gli “Added sweeteners” ovvero ai dolcificanti aggiunti e non solo al saccarosio, sebbene si occupi particolarmente proprio di questo composto (il famoso zucchero bianco).
Lo studio originale è stato pubblicato anche on line, ma occorre pagare per poterlo leggere su quel sito; per fortuna esiste anche unaversione liberamente consultabile (in lingua inglese).
Da notare che gli autori di questa ricerca propongono di tassare cibi e bevande con zucchero aggiunto, di vietarne la vendita vicino alle scuole e di introdurre dei limiti alla possibilità di acquisto legati all’età (secondo la loro proposta occorrerebbe essere maggiorenni per acquistare cibi dolcificati, così come per comprare alcolici).
Intanto leggiamo anche di uno studio su cavie realizzato dal dottor Bart Hoebel (Istituto di Neuroscienze di Princeton) che mostra come lo zucchero possa causare dipendenza e crisi di astinenza al pari di una droga; non ci piace la vivisezione e non crediamo che il nostro metabolismo sia uguale a quello dei roditori, però ricordiamo che secondo i canoni della scienza medica ortodossa questo esperimento dovrebbe portare ad un allarme internazionale. La sperimentazione sugli animali è infatti quella che permette ad un farmaco di essere messo in commercio e consumato anche da noi esseri umani.
Alternative? Mangiare la frutta che è naturalmente dolce, ed evitare di dolcificare alcunché. Le torte? Si possono anche dimenticare se si apprezza il dolce della buona frutta, delle carote, della zucca. E caso mai c’è sempre la stevia.
Il dott. Franco Berrino suggerisce di dare ai bambini, per la merenda, due noci e qualche fico secco, una vera manna per il nostro organismo, ma ve li immaginate come sarebbero oggetto di scherno se in classe tirassero fuori dal cestino questi poveri alimenti dimenticati?
digilander.libero.it/anna945/Immagini/zuccherobianco.htm

ed il SALE RAFFINATO?
"Perchè il sale da cucina fa male e quali sono le alternative
A cosa pensate se vi parlo di sale? Al sale da cucina probabilmente, ma “sale” è un termine generico che può indicare diversi tipologie di questo elemento. Il sale da cucina che mettiamo sulle nostre tavole cosi come quello utilizzato per la preparazione della maggior parte dei cibi, è uno dei tanti prodotti nato nell’era dell’industrializzazione. Parliamo quindi di un ingrediente che in questa forma non esiste in natura e che il nostro corpo non conosceva fino a un secolo fa."
www.benesserecorpomente.it/perche-il-sal...ma-sale-cristallino/

"Chiedo scusa a tutti per la richiesta che mi permetto di fare, ma penso che sia importante sottoporre ad ognuno di voi la seguente domanda:
Usi il SALE DA CUCINA?
Ed in che quantità?
Hai il COLESTEROLO ALTO?
Prova a NON usare ogni tipo di SALE dei supermercati o dei tabaccai per un periodo e poi rifai il dovuto controllo.
Ho certezza che questo SALE ne sia la causa......... poi facci sapere, GRAZIE....
Come nel tabacco aggiungono gli additivi per creare la DIPENDENZA, come nel CAFFE' ci mettono i GUSTI CHIMICI per aumentare la picevolezza (troppe volte mi sono sentito dire "PROPRIO MI PIACE", anche nei VACCINI hanno inserito quanto è servito per STERILIZZARE il sottoscritto, come tanti altri maschi come me, ma non solo per sterilizzare. Stanno mettendo nelle pastiglie della varie patologie, come nella IPERTENSIONE ciò che crea altre malattie."
digilander.libero.it/genfranco2/Immagini...acucinaraffinato.htm

e come penultimi:
"Quelli che trovi scritti negli ingredienti sono piccole ma significative parole "AROMI" o "AROMI NATURALI" come spiegato chiaramente da questa pagina che dice:
"Svelato il segreto più gelosamente custodito dalle multinazionali alimentari
Tutte le aziende alimentari custodiscono gelosamente UN PICCOLO SPORCO SEGRETO e oggi voglio rivelartelo mettendo a nudo tutta la questione!
Molte persone parlano degli additivi chimici utilizzati come ingredienti, questo però non è il solo problema: le aziende alimentari inseriscono qualcos'altro negli alimenti, qualcosa che sfugge alle regolamentazioni qualcosa di DAVVERO MESCHINO.
Il problema principale di ogni azienda alimentare è vendere di più spendendo di meno.
Per far ciò le aziende nell'ultimo secolo si sono sempre più modernizzate, implementando sistemi di produzione ad alta resa e bassa spesa.
Questi sistemi di produzione sono stati applicati all'agricoltura, agli allevamenti e tutta la produzione successiva.
Procedimenti altamente tecnologici producono enormi quantità di cibo in pochissimo tempo.
Tutto ciò però ha contribuito a far crescere un problema: il cibo industriale NON E' SAPORITO, PERDE TUTTO IL SUO SAPORE NATURALE le diverse fasi di lavorazione: la lavorazione è diventata iper-tecnologica, ma LA VERDURA, LA FRUTTA, LA CARNE, IL LATTE. I LATTICINI e le materie prime non sono risultate adatte per essere sottoposte a questo tipo di stress meccanico e chimico, risultato il cibo che esce dalla filiera ad alta tecnologia non ha più sapore, è cattivo, e nessun uomo lo accoglierebbe come cibo in quello stato.
Ma un momento! Il cibo che troviamo al supermercato è gustoso, pieno di sapore, eppure proviene da procedimenti industriali: come è possibile tutto ciò?
La risposta è semplice:
CHIMICA!
Questo è il segreto delle aziende alimentari, tutto il sapore dei loro cibi proviene da quell'unica piccola parolina sul fondo della lista degli ingredienti:
“AROMI”.
digilander.libero.it/genfranca/Immagini/aromia.htm

e come buon ultimo le DROGHE come il CAFFE'
"Il CAFFE' DROGA-INSETTICIDA. Questo il titolo del loro video di informazione come è fatto per il bugiardino e le scritte sulle sigarette:
"Una droga legale: il caffé (VIDEO)"
che è TUTTO UN PROGRAMMA, vero?
www.guidafinlandia.it/informazioni/curio...nlandia/caffe-video/
da questa pagina:
digilander.libero.it/genfraglo/Immagini/caffevideoa.htm
dove trovi in ORIGINALE le scritte che poi sono state ELIMINATE, ma ho immortalato con le mie correzioni. Ma sull pagina trovi anche il link del VIDEO ORIGINALE .
ed ora il video intitolato:
LA TRAPPOLA DEL CAFFE'

che nel ragno causa un certo comportamento, ma nell'individuo umano cosa comporterà mai?
Causa certa di tutte le nostre MALATTIE.
Quindi continuare e perseverare nel berlo, nel tempo, è assolutamente MALATTIA CERTA.
Ed ora prima di iniziare vorrei portarti a conoscenza di un ragionamento che spiega TUTTO quanto mi stà succedendo in relazione alla mia SALUTE, che è spiegata dal fatto che
NELLA SALUTE, NESSUN ESSERE VIVENTE E' DIPENDENTE DA UN SUO SIMILE TRANNE L'HOMO SAPIENS. NON TI PARE STRANA LA COSA? sono certo che Madre Natura o la EVOLUZIONE NON possano punire solo l'Homo Sapiens, quindi
per conferma ti chiedo:
"Mi sai dire anche una sola specie animale della quale un individuo si reca da un altro individuo suo simile per la salute?"
NOOOO!?!?!?!?!
Allora il tuo pensiero è uguale al mio, ma non è il pensiero di chi dichiara di interessarsi della nostra salute, vero?
A dimostrazione pratica i vegetali che non possono addirittura muoversi per dare questo aiuto, e fra gli animali, di cui noi facciamo parte di questo REGNO, siamo certi che nelle varie specie questo NON PUO' SUCCEDERE mancandogliene la possibilità, quindi è mai possibile che solo all'Homo Sapiens questo succeda?
digilander.libero.it/genfranco2/Immagini...igioneevoluzione.htm
Questo ragionamento allora è quello che determina con certezza che le parole AUTOGUARIGIONE ed EVOLUZIONE sono la base della vita, quindi della SALUTE di ogni ESSERE VIVENTE.
E' da questo principio che dobbiamo partire per mantenerci quella SALUTE a cui TUTTI noi Homo Sapiens agogniamo, perchè di questa ne siamo carenti, ricercando COSA può causare tale dipendenza individuale, accertato che il nostro simile non riesce a provvedere in nessun modo a darcela, anzi il più delle volte riesce solo a PEGGIORARE LE COSE causate autonomamente.
Naturalmente si deve escludere il fatto temporaneo di disgrazia in cui questo aiuto è sicuramente ed indiscutibilmente valido.
Inoltre ora sappiamo che ai nostri amici cani e gatti anzichè mettere PRODOTTI CHIMICI per liberarli dalle zecche o qual'altro, invece di acquistare questi prodotti basta mettere nel loro pelo del CAFFE' macinato e non usato e se ne vedranno presto dei risultati INCREDIBILI.
Questo perchè la CAFFEINA oltre che DROGA è anche un ottimo INSETTICIDA, anzi direi IL MIGLIORE.
Pensa un pò come può far bene al nostro corpo!
"""Giuseppe Scarpino
30 aprile alle ore 9.39
A proposito di caffè.
Franco Genre sostiene nei suoi scritti che è un insetticida, un paio di mesi fa su Rai 1 una dottoressa in veterinaria insegnava che è inutile bombardare i nostri cani con i soliti veleni in pipette o collari, ma bastava della polvere di caffè molto efficace per pulci e zecche.
Ora con l’inizio delle belle giornate sono iniziati i primi parassiti, ho provato personalmente la polvere di caffè sul mio cane e devo dire che ha funzionato alla grande, e gli ho risparmiato la pipetta di veleno.
Quindi per concludere questo dovrebbe far riflettere sul bere il caffè.
Buona giornata."""
digilander.libero.it/genfranca/Immagini/caffeezecchecani.htm
Per farti capire il vero scopo per il quale ti dicono, Veronesi compreso che è un oncologo, che almeno 3 CAFFE' ti fanno la salute. Ora, sappiamo che un CAFFE' costa 1 euro, vero? quindi 3 CAFFE' fanno 3 euro, ma 3 euro per 60.000.000 (sessantamilioni) di italiano, è vero che fanno 180.000.000 (centottantamiliono) di euro al GIORNO? Una bella cifretta, vero? una cifra dalla quale si può ben pagare un individuo che inoltre senza malati di tumore, cosa potrebbe fare altro?

Non dimentichiamoci della vitamina D che invece:
"Del resto, non certo a caso, l’ estate è da sempre la stagione degli amori, stimolati anche da una maggiore esposizione al sole in spiaggia, che permette così una surplus di sano testosterone per ambedue i sessi.
Controllare che i propri livelli di vitamina D siano nella norma, potrebbe essere addirittura fondamentale anche per poter dimagrire, in quando gli obesi producono il 10% di questa sostanza rispetto ai normopeso e questa carenza interferisce con la funzionalità della leptina. Quest’ ultima è un ormone-messaggero costituita da cellule adipose che comunica all’ipotalamo (un piccola ghiandola del cervello) quanto grasso è immagazzinato nel corpo e quindi segnala che lo stomaco è pieno, togliendo cosi la fame.
digilander.libero.it/genfraglo/Immagini/vitaminadsesso.htm

ed allora ecco che:
"La pagina recita una grossa verità nascosta:
"Io non sono mai stato una persona facilmente propensa ad accettare, e neppure a prendere in considerazione, le teorie cospirazioniste. Anzi, per tutta la vita ho fatto proprio l'opposto: ho criticato le teorie del complotto!
Recentemente, però, ho iniziato a chiedermi se non avessi scoperto io stesso una possibile teoria cospirazionista!
Questa cospirazione coinvolge i medici che da anni si prodigano in consigli quasi criminali: evitare il sole, usare i filtri solari e non assumere troppa vitamina D3 perchè è pericolosa!
Fin dagli anni Ottanta, quando i medici iniziarono ad avvertirci di evitare il sole e usare i filtri solari, i tassi di OBESITA', autismo, asma e altre malattie sono AUMENTATI esponenzialmente.
La first lady degli Stati Uniti Michelle Obama, stà cercando di combattere l'OBESITA' infantile esortando i bambini a mangiare cibi migliori e fare più attività fisica.
Ma se fossa qualcos'altro a causare i loro problemi, ad esempio una carenza di vitamina D3 dovuta alla poca esposizione solare? Da bambino, avevo avuto problemi medici quali asma, sindrome da deficit di attenzione-iperattività e sclerodermia morphea."

ma ancora:
"IL FALSO MITI DELLA TOSSICITA' DELLA VITAMINA D
Ora torniamo alla strana storia della vitamina D e, in particolare, ai tentativi di renderla illegale da parte delle lobby farmaceutiche e della FDA degli Stati Uniti (l'agenzia regolatrice per farmaci ed alimenti).
Dopo la scoperta di un metodo per produrre in modo semplice ed economico grandi quantità di vitamina D2 irradiando di luce UV sulla materia organica, l'America di fine anni Venti iniziò a consumarne a palate. Decine di alimenti, compresi gli hot dog e la birra, venivano arricchiti con la vitamina D attraverso l'irraggiamento. Gli articolo di giornale parlavano del "miracolo del sole" e ne enumeravano i tanti benefici per la salute.
Secondo il resoconto di uno scienziato, fra la fine degli anni Venti ed i primi anni Trenta, una persona media assumeva 20 mg di vitamina D2 al giorno, e gli ospedali si erano rapidamente svuotati. Nessuno si ammalava più. Gli ospedali stavano andando in bancarotta, insieme ai medici ed alle case farmaceutiche."
digilander.libero.it/genfranco2/Immagini/vitaminadluciano.htm

CONCLUSIONI:
Come vedi ti ho dato l'occasione di mettere insieme delle VERITA' INCONFUTABILI E DOCUMENTATE.
Ti stupisci ancora se a qualsiasi età fare all'AMORE è diventato solo più un OPTONAL?
Ed ora che sei arrivato fino a quì, pensi che la mia sia TUTTA FANTASIA?
ciaooo Franco Genre
.
.
Ultima Modifica 25/04/2016 09:37 da genfranco. Motivo: Aggiunto il dottor Pace

Di più
26/04/2016 09:47 #3951 da genfranco
Ciao condividendo un mio post ritenendolo importante Lella Gya Nigro scrive sotto:
www.facebook.com/lella.nigro/posts/1014858185249520

Notizie
Lella Gya Nigro ha condiviso un link.
23 aprile 2016 ore 23.12


Commenti
Genre Franco
Genre Franco Ciao Lella Gya Nigro, GRAZIE per la collaborazione. ciaooo Franco

Lella Gya Nigro
Lella Gya Nigro Grazie infinite a te per le illuminanti informazioni su cui sono completamente d'accordo. Sei arrivato come un fulmine a ciel sereno in un momento in cui cercavo disperatamente una risposta a certi sintomi che il corpo mi sta mandando da un po' di tempo e che non riesco a debellare. Non vado dai dottori, non credo alla medicina ufficiale, ho provato con la naturopatia ma non ho ottenuto nessun risultato. Ora so come curarmi. Metterò in pratica i tuoi preziosi consigli. Grazie ancora.

digilander.libero.it/genfranco5/Immagini/lellagyanigro.htm

ciaooo Franco Genre
.
.

Di più
27/04/2016 12:56 - 27/04/2016 13:17 #3961 da genfranco
Ciao, questa è la COCA-COLA:
acidoascorbico.altervista.org/filepsp/L'...a_o_la_COCA-COLA.pps
La pagina recita:
"Svelato il segreto più gelosamente custodito dalle multinazionali alimentari
Tutte le aziende alimentari custodiscono gelosamente UN PICCOLO SPORCO SEGRETO e oggi voglio rivelartelo mettendo a nudo tutta la questione!
Molte persone parlano degli additivi chimici utilizzati come ingredienti, questo però non è il solo problema: le aziende alimentari inseriscono qualcos'altro negli alimenti, qualcosa che sfugge alle regolamentazioni qualcosa di DAVVERO MESCHINO.
Il problema principale di ogni azienda alimentare è vendere di più spendendo di meno.
Per far ciò le aziende nell'ultimo secolo si sono sempre più modernizzate, implementando sistemi di produzione ad alta resa e bassa spesa.
Questi sistemi di produzione sono stati applicati all'agricoltura, agli allevamenti e tutta la produzione successiva.
Procedimenti altamente tecnologici producono enormi quantità di cibo in pochissimo tempo.
Tutto ciò però ha contribuito a far crescere un problema: il cibo industriale NON E' SAPORITO, PERDE TUTTO IL SUO SAPORE NATURALE le diverse fasi di lavorazione: la lavorazione è diventata iper-tecnologica, ma LA VERDURA, LA FRUTTA, LA CARNE, IL LATTE. I LATTICINI e le materie prime non sono risultate adatte per essere sottoposte a questo tipo di stress meccanico e chimico, risultato il cibo che esce dalla filiera ad alta tecnologia non ha più sapore, è cattivo, e nessun uomo lo accoglierebbe come cibo in quello stato.
Ma un momento! Il cibo che troviamo al supermercato è gustoso, pieno di sapore, eppure proviene da procedimenti industriali: come è possibile tutto ciò?
La risposta è semplice:
CHIMICA!
Questo è il segreto delle aziende alimentari, tutto il sapore dei loro cibi proviene da quell'unica piccola parolina sul fondo della lista degli ingredienti:
“AROMI”.
Dietro a questa semplice e onnipresente scritta si può celare di tutto.
E non farti ingannare dal termine “Aromi naturali”: la differenza con il semplice termine
“Aromi” è davvero minima e di naturale c'è ben poco (potremmo dire niente!).
Gli aromi costituiscono un mercato fiorente gestito da poche compagnie di punta in tutto il
mondo.
Si parla addirittura di servizi segreti del cibo.
I servigi di queste aziende produttrici di inganni, (Aromi), sono rilasciati sotto stretto riserbo, non sia mai che l'opinione pubblica venga a conoscenza che lo yogurt alla fragola presente in tutti i supermercati contiene:
amil-acetato, amil-butirato, amil-valerato, anetolo, anisil-formato, benzil-acetato, benzile-isobutirato, acido butirrico, cinnamil-isobutirato, cinnamil-valerato, olio essenziale di cognac, díacetíle, dipropil-chetone, etil-acetato, etil-amilchetone, etil-butirato, etil-cinnamato, etil-eptanoato, etil-eptilato, etil-Iactato, etil-metilfenilglucidato, etil-nitrato, etil-propionato, etil-valerato, eliotropina, idrossifreniP2-butanone (soluzione al dieci percento in alcol), alfa-ionone, isobutil-antranilato, isobutil-butirato, olio essenziale di limone, maltolo, 4metilacetofenone, metil-antranilato, metil-benzoato, metil-cinnamato, carbonato di metil-eptina, metil-naftil_chetone, metilsalicìlato, olio essenziale di menta, olio essenziale dì neroli, nerolina, neril-isobutirato, burro di giaggiolo, alcol fenetilico, etere di rum, gamma-undecalactone, vanillina e solvente.
Tutto questo elenco di ingredienti dietro la piccola scritta “Aromi”
Fra questi ingredienti troviamo un estere (anisil-formato) dell'acido formico, nonché esteri
(metil-antranilato, metil-benzoato, metil-cinnamato) dell'alcole metilico: nel corpo gli esteri in genere vengono "smontati" (non al 100%), ossia nel caso specifico si liberano appunto, a seconda della sostanza, alcole metilico ed acido formico che sono entrambi assai velenosi!
Senza gli aromi il cibo industriale risulterebbe pessimo e quindi invendibile.
Gli aromi sono un inganno colossale che ogni giorno ci portiamo a casa sulle nostre tavole. Esistono migliaia di aromi e nessuno sa che tipo di interazioni possono verificarsi all'interno del corpo umano:non esistono studi in tal senso, questo per due motivi:
1. Sarebbero davvero molto lunghi e costosi.
2. Le multinazionali alimentari non ne vogliono sapere di uno studio di questo tipo, un'eventuale bocciatura senza appello degli aromi farebbe crollare l'intera industria.
Buona parte del cibo che ti porti a casa ogni giorno contiene un inganno e mina la tua salute in modo che nemmeno immagini."
digilander.libero.it/genfranca/Immagini/aromia.htm
E tra gli altri PRODOTTI CHIMICI si distingue l' ASPARTAME, noto come:
"pagina 7/23 ECCO L'ALIMENTO CHIMICO DA EVITARE
SABRINA GIANNINI FUORI CAMPO
E' in quell'occasione che parlò Jacquekine Verret, la tossicologa del governo che aveva trovato le irregolarità nelle ricerche condotte dall'azienda produttrice.
JACQUELINE VERRET - TOSSICOLOGA FDA
Non mi faccio scrupoli nell'affermare che se la quantità di ASPARTAME che oggi mettiamo negli alimenti si basa su questi studi, allora è un disastro.
SABRINA GIANNINI FUORI CAMPO
Invece è un successo commerciale, anche grazie alla strategia pubblicitaria che tende a minimizzare l'origine CHIMICA dell'ASPARTAME. Infatti la sua molecola è composta da due aminoacidi: la fenilalanina e l'acido aspartico.
SE, HOWARD METZENBAUM
Dia un'occhiata a questa pubblicità.
PUBBLICITA' NUTRASWEET MOSTRATA NELL'AUDIZIONE DEL SENATO USA 1987
" Le piante di banana non producono il NUTRASWEET e nemmeno le mucche, ma potrebbero! Se tu mangiassi banane e latte sarebbe come mangiare NUTRASWEET. E' fatto di elementi che troveresti naturalmente nelle cose buone da mangiare, E' costruito con due blocchetti di proteine. La natura non produce il NUTRASWEET, ma NUTRASWEET non potrebbe essere fatto senza"!
DR. RICHARD WURTMAN - DIR,CLINICAL RESEARCH CENTER MIT
(ride ironicamente)... penso sia ingannevole! Credo che uno spettatore medio guardando questa pubblicità penserebbe che gli aminoacidi contenuti nell'ASPARTAME producano nel corpo gli stessi effetti di un cibo naturale. E noi sappiamo che non è così. E questo perchè la FENILALANINA contenuta nell'ASPARTAME arriva direttamente nel cervello perchè non ci sono altri aminoacidi che lo bloccano, invece quando mangiamo quello che producono le mucche i livelli di FENILALANINA nel cervello non aumentano. Anzi, diminuiscono.
SABRINA GIANNINI FUORI CAMPO
Sarà per questo che viene segnalato sull'etichetta. Si legge infatti "contiene una fonte di FENILALANINA", ma c'è un'omissione incomprensibile. Il consumatore non può sapere dall'etichetta che quella fonte deriva proprio dall'ASPARTAME. Ovviamente la stessa dicitura non compare sull'etichetta del latte e di tutti gli altri alimenti proteici.
Essendo questi ultimi naturali e non artificiali. Differenza che il produttore ha sempre cercato di nascondere. Dal lancio pubblicitario con le vacche bucoliche fino ad oggi, Infatti, la multinazionale che ha acquistato il brevetto dell'ASARTAME, la giapponese Ajinomoto, dichiara che il dolcificante è composto da aminoacidi che si trovano in tantissimi alimenti comuni, e che vengono metabolizzati dal corpo esattamente come avviene per la carne, il formaggio, il pesce. Ma tralasciano il dettaglio fondamentale: che negli alimenti naturali l'aminoacido è bloccato in una proteina, quindi innocuo.
digilander.libero.it/genfranco/Immagini/aspartame.pdf

da questa pagina:
digilander.libero.it/genfranco1/Immagini/aspartame.htm

Ecco i prodotti per i BAMBINI su questa pagina
digilander.libero.it/genfranco5/Immagini/aabambiniaromi.htm

Ed ora ecco le bibite, ma non della coca-cola poichè gli ingredienti sono segreti. Certo, perchè se si conoscessero non la si berrebbe MAI.
TUTTI gli esseri viventi bevono SOLO ACQUA ed anche dalle paludi, senza alcun danno:
digilander.libero.it/genfranco5/Immagini/aabibitearomi.htm

Ecco i prodotti Ferrero
digilander.libero.it/genfranco5/Immagini/aaferrero.htm

Ecco i prodotti pubblicizzati:
digilander.libero.it/genfranco5/Immagini...imeldanacolaromi.htm
Con questi PRODOTTI CHIMICI si promette LA SALUTE e LA ENERGIA.
Ora sappiamo che i PRODOTTI CHIMICI invece fanno in gran lavoro opposto, lascio ad ognuno di voi decidere del comportamento da tenere per tenere lontane le MALATTIE ed i TUMORI.
Sono quanto di più deleterio si possa ingoiare e se si vuole mantenere la SALUTE E' INDISPENSABILE TORNARE AI CIBI NATURALI DEI NOSTRI AVI, anche perchè i PRODOTTI CHIMICI NEL NOSTRO CORPO COSA POTRANNO MAI FARE SE NEL NOSTRO SANGUE NON CI DEVONO ESSERE?
In proposito la pagina recita:
"Sapendo però che ormai sono passati molti anni di gestione del sistema sanitario e del nostro medico e quindi è ora che si tirino quelle indispensabili conclusioni, come detto sopra.
Questo lo propongo perchè sentendo diversi miei giovani amici, sui 40 anni, sono venuto a sapere che molti di loro hanno la tiroide di Hashimoto ed ingoiano giornalmente EUTIROX (ha un certo "principio attivo") da ingoiare PER TUTTA LA VITA.
Ma non pare strana questa cosa?
E che ne dite del COUMADIN (ha un altro certo "principio attivo") , proposto a qualsiasi età e PER TUTTA LA VITA?
E la pastiglia della IPERTENSIONE, RAMIPRIL (o altro nome, che hanno un altro certo "principio attivo"), da ingoiare mezza o intera, ogni giorno PER TUTTA LA VITA.
Ma non basta e per il COLESTEROLO, ARMOLIPID plus 20 (o altro nome, che hanno un altro certo "principio attivo") per ogni giorno PER TUTTA LA VITA.
oppure di tutto il sistema per misurare la GLICEMIA GIORNO DOPO GIORNO.
Non vi pare un bollettino di guerra?
Insomma un SISTEMA CATASTROFICO per non dire altra parola più pesante.
Ora sappiamo che per agire sulle varie patologie sono necessari quei famosi e straconosciuti "principi attivi".
Alla fine sarà poi così giusto affidarci al sistema sanitario con questa prospettiva futura?
Vogliamo provare ad analizzare e vedere se è possibile vi sia un'altra via più appropriata alla nostra SALUTE?
Quindi di tutto quanto sopra, la cosa più importante da sapere è che se tu dici al tuo medico che hai dei dolori diffusi mentre già stai ingoiando una medicina per altra malattia da lui o da un suo collega consigliata, lui ti proporrà un esame del sangue onde conoscere i valori dei vari ed ormai tanto conosciuti COLESTEROLO, DIABETE, CELIACHIA ed allergie varie.
Quindi sulla ricetta scriverà per la ricerca nel sangue che ti dovrà essere prelevato a digiuno:
GLICEMIA, COLESTEROLO, CALCEMIA, FERRO, MAGNESIO, POTASSIEMIA, AZOTEMIA, CREATININA, SODIO, TRANSAMINASI GP (ALT), TRANSAMINASI GP (AST), D-DIMERO
dei quali nei risultati fatti dal Centro Analisi, si otterranno dei valori che se non sono nei parametri stabiliti ti metteranno un segno di evidenziazione che probabilmente hai già visto negli eventuali esami precedenti.
Ma questi sono esattamente quelli che fanno parte di quel liquido seminale maschile di TUTTI i maschi animali al mondo chiamato SPERMA e che sono la base della mia e della tua vita.
Leggilo sul link dove in parte trovi:
"A TOTALE GARANZIA della PROVA SCIENTIFICA di quanto è la mia ORIGINE descritta sopra, quale dubbio posso avere se questo è fatto da Madre Natura dall'inizio della vita?
E dato che sono venuto al mondo per la CONTINUAZIONE DELLA MIA SPECIE come progettato da Madre Natura all'inizio del mondo, come potrò trasmettere ai miei posteri quei prodotti CHIMICI tanto RICERCATI dalla medicina ed usati per la mia MANUTENZIONE sognando di guarire le mie malattie?
La RICERCA?
Bella parola, vero? basta questa per dare SPERANZA, ma speranza di cosa? quella per gli STUPIDI onde ritirare montagne di denaro?"
digilander.libero.it/genfranco2/Immagini/originidellavita.htm
Ed ancora altri se lo riterrà opportuno, ma a questo punto, tu innocentemente dovresti chiedergli di fare pure la ricerca del "principio attivo" (così viene chiamato l'agente del FARMACO che stai ingoiando, vero?).
A questo punto lui ti dirà sorridendo che non si può.
Allora tu dovresti chiedergli:
"scusi dottore, ma se non si può vuol dire che questo "principio attivo" NON DEVE ESSERE NEL MIO SANGUE, vero?
Ma se non deve essere nel mio sangue, cosa farà mai nel mio corpo? lei me lo sà dire e spiegare chiaramente?"
digilander.libero.it/genfranco/Immagini/esamedelsangue.htm

CONCLUSIONE TUTTI I PRODOTTI CHIMICI DI QUALSIASI NATURA ESSI SIANO, FARMACI, "AROMI" o "AROMI NATURALI", PRODOTTI PER LA PULIZIA DELLA CASA O DELLA PERSONA O DI QUALSIASI ALTRA NATURA, DEVONO STARE LONTANO DA ME.

Sinceramente fare questa scoperta mi ha scioccato, anche perchè è una bevanda che quotidianamente mi accompagna in tutto l’arco delle 24 ore.

Tutti sappiamo che bere Coca Cola in grandi quantità può avere un impatto disastroso sul nostro fisico, ma il perchè nessuno lo sa. Eccolo cosa succede quando beviamo una lattina di questa bevanda……

Cominciamo col dire che il nostro corpo non sa metabolizzare certi zuccheri contenuti nelle bevande zuccherine (non solo nella Coca cola, ma anche nella Fanta, nella Sprite e altre bevande gassate ricche di zuccheri…). Questi non vengono utilizzati come energia, ma vanno ad accumularsi nell’organismo sotto forma di grassi, quelli formati dal fegato dopo la strizzata di insulina del pancreas. Sembra, tra l’altro, che nelle donne aumenti il rischio di cellulite. Negli uomini promuove una modificazione della struttura androide in ginoide (pancetta, aumento delle “maniglie dell’amore”, laterale delle cosce arrotondato).
La Coca cola è una bevanda a ph acido

Questo significa che, non solo che la Coca cola non fa digerire come molti credono, ma va ad interferire con il lavoro della bile (che è alcalina), che serve per alcalinizzare gli alimenti prima dell’assorbimento intestinale. La Coca cola crea un ambiente acido (più se ne beve, più aumenta l’acidità) in opposizione alla basicità necessaria del nostro sangue e del nostro organismo. Un’acidosi continuata crea le condizioni ideali per una condizione di infiammazione minima persistente dell’organismo, e si sa che un’infiammazione cronica è in grado di provocare slatentizzazioni che sfociano nelle malattie più disparate, da sindromi degenerative a problemi cardiovascolari e tumorali.
Cosa succede subito dopo aver bevuto un bicchiere di Coca cola?

Nei primi 10 minuti una quantità pari a 10 cucchiaini di zucchero colpisce le pareti del nostro stomaco. Questa quantità è pari o superiore alla dose giornaliera di zuccheri raccomandati. L’unico motivo per cui non vomitiamo è per la quantità di acido fosforico che “taglia” e affievolisce il sapore eccessivamente dolce.
Entro i primi 20 minuti la quantità di zucchero va a stimolare l’incremento di insulina con conseguente formazione di grasso endogeno da parte del fegato.
Entro i primi 40 minuti la caffeina viene assorbita, con tutti gli effetti di dipendenza da adrenergici (una strizzata alle ghiandole surrenali), le pupille si dilatano, la pressione del sangue aumenta e aumentano gli zuccheri nel sangue.
Entro i primi 45 minuti aumenta la produzione di dopamina, ormone del piacere, con un effetto simile agli effetti di eroina e cocaina.
Entro i primi 60 minuti si ha un crollo degli zuccheri in circolo: si attiva il senso di fame e si può andare in ipotensione da carenza di zuccheri nel sangue. Le dosi di zucchero e caffeina ritenute pericolose, sono pari ad una quantità che varia dai 2 litri ai 10 litri al giorno

Purtroppo ha la stessa pericolosità che hanno le sigarette. Secondo gli ultimi studi riportati sul Journal of public health, chi beve Coca Cola continuamente, ha telomeri, (sono piccole porzioni di Dna che si trovano alla fine di ogni cromosoma), più brevi nei globuli bianchi; Ciò vuol dire che si è esposti a maggiori rischi per quanto riguarda le malattie cardiovascolari e i tumori, oltre che il diabete. I ricercatori, hanno dichiarato che bere una bibita gassata al giorno corrisponde ad avere un invecchiamento precoce biologico di 4 anni e mezzo, ossia come per chi fuma.

Il nemico comunque non è la Coca Cola, ma la combinazione di dose eccessive di zucchero unite alla caffeina e all’acido fosforico…combinazione che è bene sapere, la si trova nella maggior parte delle bibite gassate.

Comunque se siete ancora scettici, gli studiosi hanno anche portato a riprova dei loro studi i seguenti esempi:

-La bevanda viene usata negli Stati Uniti, quando avviene un incidente, infatti versata sulla strada, fa scomparire tutte le tracce di sangue.

-Se si versa una lattina della bevanda in un water incrostato e si lascia agire per un’ ora, basta poi tirare l’acqua e si avrà un water splendente

-Se ponete un osso in un bicchiere contenente la bevanda, dopo 2 giorni l’osso sarà completamente dissolto

-Se volete togliere le macchie dalle vostre stoviglie, basta versare sopra di esse un pò della bevanda e l’acido citrico contenuto agirà rendendole pulite

-Se dovete svitare una vite corrosa dalla ruggine, basta applicare su di essa uno straccio imbevuto della bibita, lasciare agire qualche minuto e il gioco è fatto

-Se avete abiti sporchi di grasso che non riuscite a pulire, basta che unite al vostro abituale detersivo una lattina della bevanda e il grasso si scioglierà immediatamente

-Se il vostro parabrezza è veramente sporco basta pulirlo con uno straccio imbevuto della bibita

La Coca Cola light, è una bomba a scoppia ritardato per colpa del connubio Coca Cola + Aspartame

Mai poi mai lavarsi i denti dopo aver bevuto Coca Cola, perchè toglie tutto lo smalto.

digilander.libero.it/genfranco5/Immagini/aacocacola.htm

ciaooo Franco Genre
.
.
Ultima Modifica 27/04/2016 13:17 da genfranco.

Di più
28/04/2016 17:17 #3993 da genfranco
Ciao, prima di tutto DEVO SMENTIRE nel modo più categorico che il sottoscritto abbia avuto dei danni ai reni dalla INTOSSICAZIONE della vitamina D come MALIGNAMENTE stà dichiarando la INCOMPETENZA di certi personaggi,(non faccio nomi, ma non è necessario farlo, vero?) poichè al contrario le alte dosi di ACIDO ASCORBICO ingerito giornalmente nel periodo lo hanno impedito e ne posterò sia la ECO che la TAC a conferma.
Se mai devo dichiarare che vi è quasi la certezza che questa INTOSSICAZIONE sia stata provocata della vitamina D in polvere che ho ingoiato per quasi un anno.
Difatti come si potrà rilevare dai valori sotto, che quelli della vitamina D di Franca, in pari data, sono quasi uguali ai miei, la sola differenza è che lei ha ingoiato quella della Dibase 10000 UI gocce, che è testata da molto tempo, al contrario della mia in polvere che non è mai stata testata da nessuno se non da noi.
Le cisti ai reni NON SONO STATE CAUSATE dalla vitamina D, nè dagli "ALIMENTI ESSENZIALI" che però nulla possono contro questa anomalia, se mai dal fumo che nel 1985 quando ho smesso di fumare, gestivo una tabaccheria, e fumavo circa 60 sigarette al giorno da anni. Le cisti sono dalla nascita e sono prerogativa di una persona su tre ma asintomatiche, e si sono ingrossate nel tempo già prima che ingoiassi l'ACIDO ASCORBICO dal 1992. Senza contare le droghe transene e valium che ho ingoiato dal 1972 al 1985, quindi per 13 anni consecutivi. In merito l'articolo riporta:
"Non è chiaro come si formino le cisti: si sa che esistono dei fattori predisponenti, inoltre, potrebbero incidere alcuni fattori ambientali come il FUMO, l’inquinamento atmosferico, l’esposizione prolungata a certe sostanze tossiche o l’abuso di alcune particolari tipologie di farmaci antidolorifici. Un ruolo importante sembra giocare la genetica, soprattutto per alcune tipologie di cisti più complesse, che tuttavia insorgono precocemente tanto che possono essere già presenti alla nascita. Queste particolari cisti rappresentano però delle patologie a sé stanti che hanno caratteristiche peculiari e possono mettere a repentaglio la funzionalità del rene."
digilander.libero.it/genfranco5/Immagini/cistirenalia.htm
Nella data odierna 28 aprile 2016 stò aspettando che mi chiamino per togliere le altre due al rene destro, di circa 7.5 centimetri l'una, mentre in data 22 aprile 2016 mi è stata tolta la prima da 9.3 centimetri con un contenuto in acqua di 1200 ml. come si può vedere su questo link:
digilander.libero.it/genfranco5/Immagini...irenimiacompleta.htm
Devo far notare che è dal 2010 luglio che ingoio ogni giorno vitamina D, 5 gocce, dal 2011 luglio sono passato a 10 gocce.
Non ho mai avuto l'idea di farla controllare con gli esami del sangue eseguiti a suo tempo e fattolo questa volta ne risulto CARENTE a 22.9 di (30-74). Sono quindi passato a 40 gocce al giorno che corrispondono a 10.000 UI, che tra un anno ripeterò l'esame.
Oggi in data 23 settembre 2014 dopo la visione degli esami eseguiti il 17 settembre 2014 ne riporto i risultati ottenuti nel valore di 36.7 mg/ml dai precedenti 22.9 come si può rilevare dell'esame allegato:
digilander.libero.it/genfranco2/Immagini/esame14a.htm

Come da deduzione che se il COLESTEROLO è ALTO di conseguenza la vitamina D3 è bassa.
La conferma di quanto sotto è che il COLESTEROLO mio che nell'esame del 21 gennaio 2014 il
COLESTEROLO 223 ma/dl (110-200)
in data 23 gennaio 2015 è
COLESTEROLO TOTALE 200 mg/dl (110-200)
pur mantenendo la medesima alimentazione.
Quindi questa è una GRANDE CONFERMA coadiuvata da quella di Franca:
digilander.libero.it/genfranca/Immagini/esamefranca15.htm

Dal 10 gennaio 2014 ingoio 40 gocce di vitamina D della DIBASE 10000 UI gocce pari a 10000 UI.
Devo far notare invece che i valori della vitamina D3 in data 23 settembre 2014 è risultata
VITAMINA D TOTALE (25-OH D) 36.7 ng/ml (30.0-74.0)
mentre ora è
VITAMINA D TOTALE (25-OH D) 35.2 ng/ml (30.0-74.0)
diminuendo di valore quindi è un segnale di impiego nella manutenzione del corpo come da spiegazione di
di Leonardo Rubini che rappresenta il dott. Cicero G. Coimbra riguardo alle controindicazioni:
Ed ora invece è importante essere a conoscenza di cosa può causare nel primo periodo il fatto di ingoiare la vitamina D costantemente.
Anche questo pezzo lo trovi nell'articolo sotto:
"Dolore ai muscoli e alle ossa
Questo è un effetto collaterale della vitamina D, che non è così facile che accada ed è in realtà un segno che è davvero necessario continuare a prendere la vitamina D. Se si verificano dolori da vitamina D molto probabilmente significa che le ossa si sono un po' demineralizzate per la carenza di vitamina D, per un periodo molto lungo. Quando le ossa sono demineralizzate e si inizia la terapia di vitamina D, questo comporta un ritorno del calcio nelle ossa. Quando il calcio va nelle ossa, porta con sé fluidi. Questi fluidi possono effettivamente causare una piccola espansione della "matrice del collagene" all'interno delle ossa e questa espansione spinge contro la copertura esterna dell'osso, che è molto flessibile e ha ampie terminazioni nervose.
In questo caso, si può sperimentare questo dolore osseo o, addirittura, dolore muscolare. In caso di insorgenza o peggioramento del dolore in seguito all'assunzione della vitamina D, che non fa parte delle controindicazioni della vitamina D, non c'è un motivo per essere spaventati o per smettere di prendere la vitamina D. Se si continua con la terapia di vitamina D, il dolore dovrebbe diminuire in alcune settimane. A questo disagio, si evidenzia un grosso vantaggio nel lungo termine, se si riesce a gestire il dolore per questo periodo e andare oltre."
digilander.libero.it/genfranca/Immagini/vitaminademagnesio.htm

Questo perchè:
"Se il risultato è la CARENZA di questa importantissima vitamina D, è comprensibile che la maggiore produzione di COLESTEROLO è direttamente legata alla AUTOPRODUZIONE di questa sapendo che una parte di questo COLESTEROLO è tramutato nei capillari con l'intervento dei raggi UV del sole in vitamina D.
IN SEGUITO AD VARIE SEGNALAZIONI SU FACEBOOK E CON MAIL DI CHI AVENDO IL COLESTEROLO ALTO E' CARENTE DI VITAMINA D
ho quindi dedotto e scritto:
"Ciao, GRAZIE, quindi per uno il COLESTEROLO è a 245 e la vitamina D a 17.10, quindi CARENTE, per l'altra il COLESTEROLO è a 270 e la vitamina D a 16.5 quindi CARENTE, il mio personale COLESTEROLO a 223 e la vitamina D a 22.9, quindi CARENTE e pensare che ingoiavo dal 2010 della vitamina D a 10 gocce al giorno, pari a 2500 UI al giorno.
digilander.libero.it/genfranco2/Immagini/esame14.htm

Quindi è chiaro che il COLESTEROLO ALTO è sintomo di CARENZA di vitamina D.
Non importa il valore del CALCIO, perchè a me interessava solo quello della vitamina D. Questo tuo è una ulteriore conferma a ciò che il tuo corpo che è TREMENDAMENTE FURBO, che tradotto in parole povere e sintetiche TI DICE: "Per mantenermi una SALUTE DECENTE ho bisogno di vitamina D poichè NE SONO CARENTE, che è la seconda vitamina OLEOSA (GRASSO) che mi AUTOPRODUCO per la MANUTENZIONE del mio essere, prodotta subito dopo il COLESTEROLO un "GRASSO" che ha le medesime funzione per la MANUTENZIONE. Ma dato che per AUTOPRODURMI questa vitamina D ho bisogno del COLESTEROLO che già mi produco, e te ne PRODUCO MOLTO, IN ABBONDANZA, e quindi basta che tu ti esponga al SOLE OGNI GIORNO in modo che con i suoi UV io possa AUTOPRODURMI la vitamina D INDISPENSABILE, poichè NE SONO CARENTE!!!! e come devo dirtelo? ti devo mandare un telegramma?". Quindi detto questo ti direi che il CIBO è importante, ma non più di tanto come vogliono farti credere i ciarlatani cominciando dai media e come ti è consigliato sopra, visto il LAVAGGIO DEL CERVELLO SUBITO, senza offesa per nessuno, poichè se questo succedesse negli animali, nostri cugini diretti, senza la possibilità di scelta poichè sono certo che mangiano CIO' CHE TROVANO senza alcun problema, MAI, a quest'ora si sarebbero ESTINTI TUTTI mentre in ESTINZIONE accompagnano noi e le nostre PAURE. Quindi se fai come Franca e me ingoi vitamina D, ma non a dosi consigliate dal tuo dottore, ed allora sì che col tempo il tuo COLESTEROLO si abbassa, poichè il tuo corpo, come il mio, SONO FURBI e non sono MAI AUTOLESIVI, ma IL TUO SIMILE SI' poichè il LUCRO è la cosa più importante, ma non la tua salute. Dico questo in quanto vorrei che tu mi dicessi se conosci una tizio di una specie animale che dipenda da un altro tizio della stessa specie nella salute. Per intenderci, un leone da un altro leone, un elefante da un altro elefante o una mucca da un'altra mucca ecc. Ma ti sembra mai possibile che per l'Homo Sapiens sia così? ma riesci a concepire che Madre Natura lo CASTIGHI così di brutto?"
"Scusami, se vuoi l'apporto di CALCIO, non sbagliare, usa il LATTE che è il CIBO più NATURALE e COMPLETO al mondo e che ne contiene di più come contiene di più vitamina D e molti altri "ALIMENTI ESSENZIALI". Non dare retta alle chiacchiere ed ai sentimentalismi o ai FINTI IGIENISTI, poichè se impunturano un vitello per lucrare con prodotti CHIMICI, il suo corpo reagisce immediatamente producendo dal FEGATO tanto ACIDO ASCORBICO da tramutare quelle TOSSINE in ACQUA che quel corpo non ha il tempo di smaltire perchè se il tempo lo avesse se ne libererebbe volentieri con le urine come è per noi. La dimostrazione pratica è che se compri una fettina di carne impunturata, come la metti in padella si dimezza ma non escono VELENI, ma ACQUA, PURA ACQUA. Ora leggiti questa pagina che in sintesi ti dice la VERITA' sul : "Generato, la gestazione e l'allattamento. Cosa hanno in comune"
digilander.libero.it/genfranco2/Immagini/spermalatte.htm
il tutto dalla pagina:
digilander.libero.it/genfranco2/Immagini...eroloecorpofurbo.htm

Esami in data 17-07-2015

COLESTEROLO TOTALE 180 mg/dl (110-200)
PARATORMONE INTACT(1.84 PTH) 27.5 pg/ml (6.5-42)
VITAMINA D TOTALE (25-OH D) 121 ng/ml (30.0-74.0)

QUESTO ESAME RICONFERMA APPIENO IL LEGAME A DOPPIO NODO DEL COLESTEROLO GIA' AUTOPRODOTTO E LA CONSEGUENTE AUTOPRODUZIONE DELLA VITAMINA D CHE PER FARLO E' INDISPENSABILE IL SOLE CON I SUOI RAGGI UV.
NE ABBIAMO CONFERMA DA QUESTI ESAMI CUI IL VALORE DELLA VITAMINA D E' DA 86 del 13-04-2015
digilander.libero.it/genfranca/Immagini/esamevitaminab12.htm
continua
>

Di più
28/04/2016 17:17 #3994 da genfranco
124 del 17-07-2015,
MENTRE IL COLESTEROLO
DA 200 del 13-04-2015 dall'esame in pari data
A 176 del 17-07-2015
digilander.libero.it/genfranca/Immagini/esamevitdcolester15.htm
CON STESSE DATE ANCHE GLI ESAMI DI FRANCA CONFERMANO APPIENO QUANTO DETTO SOPRA. I SUOI VALORI SONO DELLA VITAMINA D
DA 104 del 13-04-2015
digilander.libero.it/genfranca/Immagini/esamefravitaminab12.htm
A 125 del 17-07-2015,
MENTRE IL COLESTEROLO
DA 200 del 13-04-2015 dall'esame in pari data
A 181 del 17-07-2015
digilander.libero.it/genfranca/Immagini/...ravitdcolester15.htm
Un'altra conferma l'abbiamo oggi 09/09/2015 con i miei valori rilevabili sotto di:
Vitamina D diminuita a 121
ed il COLESTEROLO passato a 180
Questo perchè alla metà di agosto e cioè 20 giorni prima degli esami sono passato da 40000 UI a 10000 UI anche esponendomi al sole.
Mentre per Franca in medesima data, i valori rilevabili sono
Vitamina D è sceso a 114
mentre il COLESTEROLO è aumentato a 190
digilander.libero.it/genfranca/Immagini/...avitdcolester15a.htm

Lei ha mantenuto le dosi di 15000 UI giornalieri anche esponendosi al sole.
Ottenuto questi valori ora sapendo che il valore nel sangue di massimo deve essere 70 ng/ml come indicato: "In persone in buona salute, i livelli di calcidiol sono normalmente fra 32 - 70 ng/mL (80 - 175 nmol/L)" Quindi passiamo sicuramente a 5000 UI pari a 20 gocce giornaliere monitorando il valore appena sotto i 70.
digilander.libero.it/anna945/Immagini/vi...adintossicazione.htm
Il 27-11-2015,
Vitamina D è scesa a 90.8
è dal 19/10/2015 che non ne ingoio più.
digilander.libero.it/anna945/Immagini/esameomocist15.htm
QUESTO ANCHE QUANDO SIAMO ANDATI AL MARE PER 15 GIORNI E CI ESPONEVAMO AL SOLE PER ORE USANDO COME CREMA L'ACIDO ASCORBICO ED IL CLORURO DI MAGNESIO DILUITI IN ACQUA E SPRUZZATA SOVENTE PER I PRIMI GIORNI.
ABBIAMO ANCHE NOTATO CHE DA QUANDO ABBIAMO INIZIATO CON QUESTE DOSI LA DIARREA NON E' STATA PIU' DI CASA, POICHE' PRIMA SOVENTE QUESTA L'AVEVAMO ENTRAMBI, QUASI OGNI GIORNO. ANZI, CERTI GIORNI PARE DI ESSERE STITICI E SI SALTA UN GIORNO DALL'AVER BISOGNO DI EVACUARE. SIAMO PIU' REGOLARI INSOMMA
QUINDI POSSO DEDURRE CON CERTEZZA CHE LA DIARREA DOPO IL PERIODO INIZIALE DI ELIMINAZIONE DELLE TOSSINE, E' SEGNO EVIDENTE DI CARENZA DI VITAMINA D.
PERTANTO CONSIGLIO A CHI NON HA ANCORA FATTO L'ESAME DEL SANGUE PER UN CONTROLLO DI RICHIEDERE I VALORI DI:
VITAMINA D
PARATORMONE
CALCIO
POTASSIO.
FERRO
FOSFOREMIA
vitamina B12
MAGNESIO
OMOCISTEINA
e sono certo che oltre che avere il COLESTEROLO ALTO hai anche CARENZA di vitamina D, poichè questi due sono legati l'uno all'altro e sono inversamente proporzionali, quindi se alzi la seconda abbassi il primo.
Se invece hai la OMOCISTEINA alta sei a rischio infarto o ictus, quindi alle malattie cardiovascolari legate.
Questa OMOCISTEINA è nei cibi, ma sopratutto è aumentata dalle DROGHE come il TABACCO ed il CAFFE'. Quindi evitarle è TANTA SALUTE.
Una vitamina e precisamente la vitamina B9 (ACIDO FOLICO) è quello che te la fà abbassare. Questo ACIDO FOLICO è nei vegetali, sopratutto nelle verdure a foglia verde che vanno ingoiate CRUDE.
digilander.libero.it/anna945/Immagini/omocisteina.htm
Insieme agli esami del sangue, per avere una fotografia completa della tua SALUTE, è IMPORTANTISSIMO il valore del pH delle urine. L'interpretazione è semplicissima, con il pH sotto il 5.5 (ACIDO) il corpo è a disposizione delle malattie, mentre il valore uguale e sopra il 6 (BASICO) le malattie stanno lontano da quel corpo.
Ma insieme non deve mancare una ECOGRAFIA ai RENI per avere la certezza che non vi siano delle CISTI, le quali, come abbiamo visto, possono creare dei disturbi senza dare alcun segnale poichè ASINTOMATICHE. Primo fra questi la IPERTENSIONE, di cui ormai troppe persone ne soffrono.
"I reni, inoltre, producono sostanze che aiutano a tenere sotto controllo la pressione e a fabbricare i globuli rossi."
digilander.libero.it/genfranco5/Immagini...irenalipressione.htm

mentre l'altra dice:
"QUALI I SINTOMI DI MALATTIA RENALE?
I sintomi sono precisi. Si parla di sete insistente, di mancanza di appetito, di gonfiori alle mani e ai piedi, di dolori all’inguine e allo stomaco, segnalatori di disordine renale. Si parla di dolori lombari alla bassa schiena o ai fianchi. Si parla di ematuria, ovvero di sangue nelle urine per rottura di qualche ciste. Si parla di ipertensione arteriosa. Si parla di nausea e vomito. Si parla di urine scarse, torbide e colore rosso cupo (anziché acquose trasparenti o giallo paglierino). Le irritazioni hanno come causa comune la presenza nel sangue di sostanze estranee introdotte con nutrizione sballata per via nasale, orale e cutanea.
digilander.libero.it/genfranco5/Immagini/reniilcentro.htm

DEVO ANCHE FAR PRESENTE CHE DAI NOSTRI CIBI ABBIAMO ELIMINATO GLI "AROMI" O "AROMI NATURALI", IL GLUTAMMATO MONOSODICO, L'OLIO DI PALMA E TUTTI I DERIVATI DELLA FARINA 00. MANGIAMO INVECE OGNI MATTINA IL LATTE, SEMPRE I LATTICINI E DUE VOLTE LA SETTIMANA ANCHE LA CARNE SAPENDO ORA DELLA NECESSITA' DELLA VITAMINA B12 DI CUI ABBIAMO FATTO L'ESAME E NE SIAMO SUL MINIMO.
NON PARLO DELLE DROGHE CAFFE' ECC. POICHE' QUESTI LI ABBIAMO ELIMINATI ENTRAMBI DA MOLTO TEMPO, E LE BIBITE PROPOSTE DALLE INDUSTRIE ALIMENTARI POICHE' BEVIAMO SOLAMENTE ACQUA POTABILE, MENTRE TUTTI GLI ANIMALI BEVONO DALLE POZZANGHERE, DAI RIVOLETTI ECC. MA PUR SEMPRE SOLO ACQUA. LORO PERO' A DIFFERENZA NOSTRA HANNO LA SALUTE
ALTRA CONFERMA SUL COLESTEROLO CI VIENE DALL'ESAME DI LUCIANO FATTO IN DATA 04-03-2015
Queste quattro parole scrive Luciano:
"Quindi Come richiesto,ti invio le analisi distanziate di un mese, dalle prime alle seconde.... ecco i risultati. Naturalmente tutti gli integratori che ingoi tu e con le tue dosi dal 2011, che ho continuato ad ingerire ogni girono.
Da circa un anno ho aggiunto la vitamina D3 ma con dosi massime di 5000 UI.
Ho aumentato a 10000 UI alcuni giorni prima del primo esame, e cioè del 04-02-2015.
Mi sento meglio anche come energie, resistenza alla fatica ecc. considerando che già mi sentivo molto bene, anche prima delle prime analisi."
digilander.libero.it/genfranca/Immagini/esamiluciano15.htm

Questo ultimo esame è un'altra conferma di quanto ho già affermato sopra, ed è che il valore della vitamina D è inversamente proporzionale al valore del COLESTEROLO TOTALE. Difatti i valori che si rilevano sotto sono:
oggi 21/04/2016 ecco i valori rilevabili sotto di:
Vitamina D diminuita a 39.8 dal precedente 90.8 del 27/11/2015. Faccio presente che non la ingoio più dal 19 ottobre 2015 per intossicazione.
mentre il COLESTEROLO è passato a 196 dal precedente 172 del 27/11/2015, quindi in pari data della vitamina D. Quindi mentre il primo si è abbassato il secondo si è alzato come conferma.
digilander.libero.it/genfranco5/Immagini...evitdcolester16a.htm
Quindi questa è la chiara dimostrazione che chi ingoia le micidiali pastiglie o crede che il suo corpo sia TANTO STUPIDO da AUTOPRODURSI COLESTEROLO in più del necessario da arrecarsi danni, oppure è condizionato da chi di competenza per la sua salute, ma deve rendersi conto che la sua SALUTE è EVITARE come la peste i PRODOTTI CHIMICI con i suoi "PRINCIPI ATTIVI"che non devono essere nel suo sangue
digilander.libero.it/genfranco/Immagini/esamedelsangue.htm
da questa èpagina:
digilander.libero.it/genfranco5/Immagini...evitdcolester16a.htm

ciaooo Franco Genre
.
.

Di più
30/04/2016 16:03 - 01/05/2016 08:42 #4009 da genfranco
Ora però venuto a conoscenza di quanto ha dichiarato in una trasmissione televisiva posso solo apprezzare il suo comportamento riguardo ai CIBI che ingoiano TUTTE le persone che viviamo nel mondo cosi detto CIVILE.
Questo è sia per gli adulti che per i bambini, tanto che nel suo discorso dichiara:
"Stiamo avvelenando i nostri bambini" e secondo l'epidemiologo stiamo causando un 'disastro epocale'.
Con mio sommo piacere finalmente qualcuno si è accorto di questo GRAVISSIMO PROBLEMA di cui le persone disinformate che grazie alla complicità dei media, ma sopratutto delle TV, non riescono a capire che stiamo vivendo un periodo della nostra storia umana, VERAMENTE GRAVE.
Prima di continuare però è bene che vi riporti quanto ha dichiarato in quella puntata in TV il prof. Berrino:
"Stiamo avvelenando i nostri bambini"
"Sono tutti questi prodotti: queste merendine, queste patatine... La libertà è una cosa estremamente importante, ma dobbiamo essere informati e dobbiamo avere la libertà di scegliere un'alternativa. E questa alternativa deve essere disponibile. Oggi per molte persone l'alternativa non è di fatto disponibile. Perché i bambini mangiano a scuola della MERDA, nelle mense mangiamo della MERDA, e poi la gente vede la televisione e dice: Ah, com’è buona quella MERDA lì!"Lo ha detto il Professor Franco Berrino durante una puntata de Le Invasioni Barbariche, il programma condotto da Daria Bignardi. L'epidemiologo dell'Istituto dei Tumori di Milano ha spiegato che il "junk food", il cibo spazzatura, è "una delle componenti della crisi" ed è una delle cause principali dell'obesità. Il Ministero dell'Agricoltura americano aveva stabilito che nell'alimentazione dei bambini si devono escludere le farine raffinate e che i cibi nelle mense devono avere come ingredienti i cereali integrali. Infatti negli Stati Uniti stanno iniziando ad accorgersi che i malati costano caro alla collettività e non producono.Berrino ha lanciato l'allarme: "La potenza del messaggio televisivo è clamorosa. Noi stiamo avvelenando i nostri bambini. Stiamo causando un disastro epocale, nel senso che le malattie croniche stanno aumentando"."Le patatine - ha aggiunto il professore - sono una delle cose che fanno ingrassare di più"


Vogliamo ora fare insieme una panoramica di quanto Berrino chiama con una parola forte: "MERDA"?
Parla in primis del prodotto largamente usato per produrre CIBO per la nostra specie, ma che è diventato anche il più nocivo, che è la FARINA BIANCA 00, di cui auspica che non venga più usata almeno per i bambini, ma che personalmente mi chiedo perchè dovrebbero ingoiarla gli adulti? E' perchè questi adulti non hanno il diritto di VIVERE IN SALUTE?
Ecco che allora per farvi capire meglio vi sottopongo cosa è la FARINA BIANCA 00, dichiarata negli ingredienti, anche FARINA DI FRUMENTO.
Non è che la FARINA BIANCA 0 sia poi molto migliore, anche solo per il fatto che è SBIANCATA con prodotti chimici che vanno meglio se usati per fare manutenzione delle vernici.
digilander.libero.it/genfranco5/Immagini...mipanoramicaberr.htm
Sul viso onde evitare le rughe future?
Ti serve un cucchiaio, una tazzina, dell'ACIDO ASCORBICO, del CLORURO DI MAGNESIO e della LISINA (va bene anche senza LISINA, poichè fatto con profitto per anni), meglio se c'è poichè l'hai letto sopra in quanto partecipa alla formazione del COLLAGENE.
I cucchiai di acqua di rubinetto sono 2 e la metti nella tazzina. Aggiungi un pizzico di ACIDO ASCORBICO, un pizzico di CLORURO DI MAGNESIO ed un pizzico di LISINA. Con l'indice fai girare e poi quando è sciolto il tutto lo metti nel palmo della mano e te la passi sulla pelle del viso, sul contorno occhi, tanto sai che danni non te ne causerà mai e se ne prepari di più, su tutto il corpo.
Le creme proposte, anche SE COSTOSISSIME, le mangeresti? NO? ma lo sai che i pori, quei prodotti VELENOSI poichè CHIMICI, che non mangeresti per bocca li fai ingoiare dai pori che questi prodotti li immettono direttamente nel sangue?
Basta poco, vero? meno che lavarti i denti.
Vuoi prendere il sole senza bruciarti mai anche esponendoti per ore?
Procurati un bicchiere da vino colmo di acqua di rubinetto, dell'ACIDO ASCORBICO, del CLORURO DI MAGNESIO ed uno spruzzatore.
Ora metti 3 cucchiaini di ACIDO ASCORBICO nel bicchiere di acqua, ti faccio presente che più la pelle è bianca o per i bambini, e più cucchiaini di ACIDO ASCORBICO dovrai mettere, ma come sai non ti porta alcun danno, MAI, coma capirai è solo più concentrato, ed aggiungi un cucchiaino di CLORURO DI MAGNESIO poi gira fino a far sciogliere il tutto. Mettilo nello spruzzatore e sei in condizioni di affrontare ore di sole.
Dovrai usarlo nei porimi giorni come facevi con le creme e devi spruzzarlo ogni mezz'ora o dopo che hai fatto il bagno e vedrai che pelle. Se un tuo vicino si è scottato spruzza e vedrai che ti ringrazierà poichè non le si formaranno più le classiche bolle e neppure non brucerà più
A proposito se ti bruci in cucina o ti tagli con un coltello, prima disinfetta con acqua di rubinetto con disciolto del CLORURO DI MAGNESIO, brucia un pochino ma subito passa, e poi spargi sopra dell'ACIDO ASCORBICO in polvere e lascia che faccia il suo lavoro EVITANDO di mettere cerotti, garze e quant'altro per coprire.
Se la ferita sanguina, vedrai che si ferma e si forma una crosta più dura della pietra e non dovrai più medicare in futuro. Ti accorgerai che non ne rimane nessun segno.
Ed ora ecco come prepararti un COLLIRIO che ti renderà gli occhi quella perfezione che è per TUTTI gli animali al mondo. Pensa all'aquila che per vivere deve vedere NITIDAMENTE un topolino a km di distanza.
E' dai primi di maggio 2015 che questo COLLIRIO lo metto nei miei occhi e ti garantisco che mi ha reso più nitida la mia visuale.
Procurati un cucchiaino di metallo, dell'ACIDO ASCORBICO, del CLORURO DI MAGNESIO, del BICARBONATO DI SODIO, quello di cucina, e una pompetta, quella della Dibase per la vitamina D. Riempi il cucchiaino di acqua di rubinetto, mettici poi un pizzico di ACIDO ASCORBICO, qualche granello di CLORURO DI MAGNESIO ed infine un pizzico e mezzo di BICARBONATO DI SODIO. Vedi che frigge e tu aiuta il tutto girando con la pompetta. Quando non frigge più riempi la pompetta i quest'acqua e mettila negli occhi. All'inizio può bruciare un pochino, ma subito passa e lascia che compia il suo lavoro.
Lo faccio mattina e sera poichè ai miei occhi ci tengo particolarmente poichè inoltre mi servono per stare ore davanti al video onde comunicare con te.
Ma tu puoi farlo ogni volta che vuoi nella giornata, in quanto questo ti eviterà problemi futuri tipo CATARATTA, STACCO DELLA RETINA, impianto dell'IRIDE e tutti gli altri problemi connessi di cui la medicina ortodossa ti propone OPERAZIONI, ma sopratutto ti eviterai MOLTA SOFFERENZA.
Ora invece se soffri di ACUFENE agli orecchi, hai un modo di guarire questo disturbo per il quale sò che la medicina è impotente, detto dalla testimonianza sotto di Vincenzo Laratta.
Prima di tutto devi accertarti di non avere del CERUME. Questo CERUME ti rende il suono ovattato e non sempre viene segnalato. Al riguardo ecco cosa devi sapere:
"Il CERUME è una sostanza cerosa giallastra secreta nel condotto uditivo esterno. Anche se può sembrare strano questa secrezione è fondamentale per proteggere il nostro orecchio. poiché serve a mantenere la superficie del condotto uditivo lubrificata e morbida, preservandola da traumi e/o infezioni cutanee. infatti, in virtù della sua composizione a pH acido la secrezione possiede anche un’attività antibatterica. Ecco perché il CERUME non deve essere visto come una sostanza da eliminare a tutti i costi."
Se hai l'udito ovattato è perchè hai del CERUME nell'orecchio, quindi leggi quanto sotto prima di recarti a fartelo levare, sei in grado di fartelo da solo, o levarlo a tuo figlio senza alcun problema.
Come sempre la natura pensa in anticipo ai problemi che un suo eccesso può generare. Il CERUME infatti viene fisiologicamente sospinto dalle cellule epiteliali verso l'esterno del condotto uditivo e quindi viene eliminato senza nessuno sforzo. Ecco perché i vari tentativi di pulizia meccanica, a differenza di quanto si possa pensare, nulla aggiungono alla sua eliminazione. Anzi, possono provocare lesioni della parete del condotto e del timpano.
Un classico esempio di pulizia dannosa è rappresentata dall’utilizzo dei bastoncini di cotone. Questi presidi aiutano il CERUME a compattarsi verso l’interno e, in alcuni casi, portano all’occlusione del canale compromettendo la funzione uditiva. I cotton-fioc dovrebbero essere usati solamente per la pulizia del padiglione auricolare esterno.
Quindi nel caso tu abbia il sospetto di avere questo CERUME, metti in un cucchiaino vuoto un pizzico di ACIDO ASCORBICO, un pizzico di CLORURO DI MAGNESIO ed un pizzico di LISINA. Poi aggiungi acqua di rubinetto e fai sciogliere il tutto usando una pompetta delle gocce della Dibase.
Dal cucchiaini, aspira poi quest'acqua e mettila nell'orecchio poi lasci che questa agisca per almeno un quarto d'ora.
Previo acquisto dei coni di cera ad accensione che trovi nei supermercati, procedi con questa operazione.
Estratto l'eventuale CERUME, rimetti quanto sopra e lo lasci agire contro l'ACUFENE. Puoi ripetere quest'acqua quante volte vuoi nella giornata.
digilander.libero.it/genfranco5/Immagini...zolarattaacufene.htm
Come evitare le punture delle zanzare?
Al posto dell'autan, prodotto CANCEROGENO poichè CHIMICO, spruzzati la medesima soluzione che spruzzi per prendere il sole, ma se qualche zanzara tosta ti morde, nessun problema. Premi sulla puntura quest'acqua e poi premici sopra dell'ACIDO ASCORBICO in polvere e vedrai che il prurito sparisce e ti dimentichi che quella zanzara ti ha morso. Vale per qualsiasi tipo di puntura. Se invece ti morde una vipera, dopo aver tagliato la parte ed aspirato il veleno da qualcuno che ti è vicino, oltre quanto sopra, dovrai ingoiare 3 cucchiaini di ACIDO ASCORBICO con un cucchiaino di CLORURO DI MAGNESIO ogni mezz'ora per almeno 3-4 volte di seguito ed avrai il tempo di recarti dove provvederanno al caso.
Ti potrà causare la diarrea, e che sia la BENVENUTA, ma ti salva la vita
Perchè l'ACIDO ASCORBICO?
Lo scrive Linus Pauling perchè detto da Irwin Stone, due dei maggiori SCIENZIATI del secolo scorso, che a questo hanno dedicato moltissimi anni studiandolo approfonditamente:
"pagina 107/340
dice Irwin: 1) battericida, 2) disintossica, 3) controlla, 4) è innocuo
Irwin Stone (1972) ha descritto l'ACIDO ACORBICO in relazione alle malattie batteriche nel modo seguente:
1) E' battericida o batteriostatico e uccide o previene la crescita di organismi patogeni.
2) Disintossica e rende innocui le tossine batteriche ed i veleni.
3) controlla e mantiene efficace la fagocitosi.
4) E' innocuo ed atossico, senza danno per il paziente, gli effetti sopramenzionati.
digilander.libero.it/genfraglo/Immagini/originalelp.pdf

Per gli acquisti, dato che ho ricevuto delle sfide riguardo agli "ALIMENTI ESSENZIALI" distribuiti dai vari fornitori e mi sono state richieste delle certificazioni non di mia competenza, ma di competenza delle ditte venditrici, mi permetto di riportare prove inconfutabili della serietà e della competenza di questa ditta Materia Madre che attualmente ce li rifornisce con uno sconto immediato del 10%.
mentre ecco le foto di due "ALIMENTI ESSENZIALI": la LISINA ed il RIBOSIO della ditta Materia Madre dove si legge chiaramente la scritta dell'uso che se ne può fare di questi prodotti:
"MATERIA PRIMA PER USO FARMACEUTICO SOLO PER USO PROFESSIONALE"
Resta il fatto che ognuno può richiedere alla ditta la relativa CERTIFICAZIONI che riportano esattamente la composizione e le caratteristiche dei prodotti.
Non mi permetto di citare altre ditte poichè questo non di mia competenza, ma al riguardo, la giusta considerazione la lascio fare al singolo individuo facendo autonomamente i giusti confronti.
Però mi viene un dubbio:
"Cosa ci metteranno nelle confezioni chi sopra non vi scrive nulla?"
Per l'eventuale acquisto comportarsi come segue:
digilander.libero.it/genfranco/Immagini/vitaminaefornitori.htm

Chi ci fornisce questi meravigliosi "ALIMENTI ESSENZIALI" è la Materia Madre di Brescia che ci consegna direttamente al domicilio il tutto con serietà e competenza e con un prezzo veramente concorrenziale.
Questo il link dove trovi VITAMINE E MINERALI (ALIMENTI ESSENZIALI):
www.materiamadre.it/shop/index.php?id_ca...r=category&id_lang=1
e procedi con l'ordine.
Alla cassa ti richiede il
Vouche
e nello spazio scrivi
genfranco
e ti viene conteggiato lo sconto del 10% immediato.
Faccio presente a chi ha la ditta a portata di mano, in Brescia Via del Sebino 3/c, e vi si reca personalmente per l'acquisto, onde ottenere lo sconto del 10% deve comunicare che fà parte del gruppo genfranco.
Se si fà la ordinazione per telefono al +39 030 8730303, basta dire che si fà parte del gruppo genfranco e lo sconto viene praticato come l'ordine fatto col computer.
Naturalmente questo sconto del 10% è praticato SOLO per gli "ALIMENTI ESSENZIALI", anzi si fà presente che aggiungendo all'ordine prodotti di generi diversi non viene più praticato lo sconto per tutto l'ordine poichè non di competenza.

ciaooo Franco Genre
.
.
Ultima Modifica 01/05/2016 08:42 da genfranco. Motivo: Date le varei richieste dove acquistare, aggiunto ditta acquisti.

Di più
02/05/2016 12:26 #4045 da genfranco
digilander.libero.it/genfranco/Immagini/vaccinimortali.htm

Oggi primo maggio 2016, ho sentito alla TV un medico che invitava a fare i vaccini dichiarando che la partecipazione è diminuita e che di conseguenza sicuramente aumenteranno le malattie e le morti.
Proprio ieri 30 aprile 2016 mi è venuto in mano l'articolo che vi propongo ed è intitolato:
"PROGRAMMARE LA NOSTRA MORTE CON I VACCINI!!!"
Il FINE? semplicissimo.
Inizio questa pagina con un dato fisso stabilito dai cosidetti " scienziati" del secolo scorso:
LA POPOLAZIONE MONDIALE E' ECCESSIVA, BISOGNA DIMINUIRLA.
VUOI ESSERE UNA DELLE PERSONE
ELIMINATE COME PROGETTATO SOTTO?
E' molto facile esserlo continuando con l'ALIMENTAZIONE ATTUALE fornita dalle INDUSTRIE dell'ALIMENTAZIONE, progettata per TOGLIERTI QUELLE DIFESE IMMUNITARIE NECESSARIE PER VIVERE LA TUA VITA IN SALUTE. Quindi, SENZA LE DIFESE IMMUNITARIE NECESSARIE sei un facile candidato a quanto proposto sotto. Voglio far notare che questo articolo è riportato niente meno che da "MAURIZIO BLONDET" per chi lo conosce.
Questi cibi MOLTO COLORATI e all'apparenza MOLTO FRESCHI, sono saturi di COLORANTI E CONSERVANTI CHIMICI e MOLTO ALTRO che tu non riesci neppure ad immaginare.

Così scrive il famoso Maurizio Blondet:
"ELIMINARE 4 MILIARDI DI UOMINI
.......
«Non siamo meglio dei batteri!», ha detto lo scienziato, ridanciano, fra gli applausi.
La crescita della popolazione umana sta «rovinando» il pianeta.
Bisogna salvare il pianeta prima che sia troppo tardi.
Per salvarlo, ha detto, occorre che la popolazione umana sia ridotta al 10% di quella attuale («oltretutto, i carburanti fossili sono alla fine»).
.......
Pianka ha lodato la politica cinese del figlio unico, con sterilizzazione forzata delle donne che infrangono la norma: «dovremmo sterilizzare ognuno sul pianeta», ha esclamato: «se no, gli incoscienti erediteranno la terra» (applausi, risate).
Ma la sua preferenza va al cavaliere della «peste»: una qualche forma di pandemia è quel che ci vuole per uccidere rapidamente miliardi di persone.
Nuova diapositiva: file di teschi umani.
L’influenza aviaria?
Magari scoppiasse, ma ancora non basterebbe (risate dal pubblico).
L’Aids?
Decisamente troppo lento.
Il primato dell’efficienza va all’Ebola: è straordinariamente letale e uccide in giorni, non in anni.
«Si diffonde per via aerea e ammazza il 90 % degli infettati. Pensateci», ha detto sognante.
Di fatto – ma questo lo zoologo non l’ha detto – l’Ebola è «troppo» letale: il virus uccide così rapidamente, da essere «auto-spegnente».
.......
Le vittime dell’Ebola infatti sanguinano copiosamente da ogni orifizio corporeo. Il virus funziona liquefacendo gli organi interni; dissolve letteralmente il corpo malato, fra atroci dolori."
digilander.libero.it/genfranco1/Immagini/personeinmeno.htm

Ma non basta:
"Il professore, inventore ed ingegnere genetico risponde alle domande sulla sovrappopolazione con la battuta: “Nessuno ha visto ‘Contagion’? Ecco la risposta! Utilizzare l'ingegneria genetica per creare un virus migliore”
Durante una discussione pubblica al dipartimento di Biotecnologia dell'Università statale dell'Arizona che si è svolta il 2 febbraio del 2012, l'inventore dei vaccini commestibili geneticamente modificati ha scherzato sull'eliminazione del 25% della popolazione con un virus geneticamente modificato.£
digilander.libero.it/genfranco2/Immagini/personeinmenoa.htm

Ed ancora:
"Negli anni '50, lo spettro di un mondo predestinato ad un eccesso di popolazione allarmava scienziati e governi dell'Occidente industrializzato. Cominciò così una corsa frenetica per controllare le popolazioni. Ciò coincise con la scoperta di un processo relativamente poco costoso per fabbricare estrogeno sintetico e progesterone che potevano essere usati come contraccettivi, conosciuti come la Pillola in associazione.
Benché sin dall’inizio del 1932 si sapesse da esperimenti su animali che l'estrogeno ed il progesterone potevano causare il cancro al seno, all'utero, alle ovaie ed alla ghiandola pituitaria, si pensò che la Pillola fosse una soluzione efficace alla crisi di sovrapopolamento. I piani per produrre ormoni sessuali erano già a buon punto e vennero iniziati i test clinici richiesti.
Il premio Nobel Frederick Robbins espresse l'opinione prevalente di quel periodo quando si rivolse ad una riunione della American Association of Medical Colleges dicendo: “I pericoli del sovrapopolamento sono così grandi che potremmo essere costretti ad usare certe tecniche di controllo delle nascite che possono portare rischi considerevoli alle singole donne”.
Uno studio recente dell'Ufficio dell'Ispettore Generale del Department of Health and Human Services statunitense ha rivelato che più del 70 per cento delle informazioni ai medici sui contraccettivi orali sono “fuorvianti o poco esatte”, facendo dei contraccettivi la categoria di medicine prescritte più ingannevolmente pubblicizzata", con gli antibiotici al secondo posto.(3)
Il Dr. David Clark, un neurologo dell'Università della Kentucky School of Medicine, ha esposto una verità quando ha detto: “La pillola permette degli esperimenti sul totale della popolazione che non sarebbero mai permessi come esperimenti pianificati.”(4) Come sono generose le donne ad offrire i loro corpi alla scienza medica, anche se non è stato mai dato un consenso basato su informazioni".
digilander.libero.it/genfraglo/Immagini/...lacontraccettiva.htm

da questa pagina
digilander.libero.it/genfranco5/Immagini/bromuropillole.htm

Ormai è un secolo che chiedono soldi per le varie RICERCHE, anno dopo anno e nelle varie occasioni, ed ultimamente anche insistentemente e sopratutto per TV.
Una volta per la RICERCA SUL CANCRO.
Una volta per la SLA
Un'altra per le malattie NUOVE
E così via....
Nel frattempo le malattie sono diventate:
AUTOIMMUNI
DEGENERATIVE
EREDITARIE
e chi più ne ha più ne metta.
Sò con CERTEZZA che non hanno mai trovato NULLA, per guarire nessuna malattia, ed a voi questa mia CERTEZZA risulta?
Mentre ho CERTEZZA che molte malattie sono guarite con la semplice ingestione di "ALIMENTI ESSENZIALI", quali?
"Ho fatto ricerche di malattie guarite da qualche FARMACO, ma non ne ho trovate neanche una.
Ed ora ecco le prove delle malattie guarite con gli "ALIMENTI ESSENZIALI":
Ho fatto altrettante ricerche se vi fossero malattie guarite con degli "ALIMENTI ESSENZIALI" ottenendo questi risultati:
La prima e più importante malattia guarita con uno di questi è
lo SCORBUTO guarito dall' ACIDO ASCORBICO
la PELLAGRA guarita dalla VITAMINA B3 (NIACINA)
il BERI-BERI guarito dalla VITAMINA B1 (TIAMINA)
il RACHITISMO guarito dalla vitamina D (ORMONE)
la POLIOMIELITE guarita dal CLORURO DI MAGNESIO
la SCLEROSI MULTIPLA e le malattie AUTOIMMUNI dalla VITAMINA D cura del dottor Coimbra
la OSTEOPOROSI dalla VITAMINA D
la TUBERCOLOSI (TBC) dalla VITAMINA D
la ANEMIA PERNICIOSA guarita dalla VITAMINA B12 (COBALAMINA)
Un ricercatore dell’Istituto Lister di Medicina Preventiva di Londra stava sperimentando su dei ratti una dieta a base di chiara d’uovo cruda come fonte unica di proteine. Dopo qualche settimana i ratti diedero segni di squilibrio: comparvero dermatiti ed emorragie cutanee: gli animali perdevano il pelo, gli arti si paralizzavano, diminuivano di peso, e infine morivano.
guarita dalla BIOTINA del gruppo B."
digilander.libero.it/genfranca/Immagini/malattieguarite.htm
Queste sono solo alcune delle realtà che col tempo, e neanche troppo, scopriremo che ne saranno guarite molte altre.
Sapendo invece che il dottor il dottor William Osler, considerato il capostipite della medicina scrisse ai suoi tempi:
"Sotto trovi il detto del dottor Wiliam Osler, considerato il capostipite moderno della medicina attuale:
La persona che prende una medicina deve guarire 2 (due) volte:
deve guarire dalla malattia e
deve guarire dalla medicina
William Osler
digilander.libero.it/genfranco2/Immagini...liamoslerdottore.htm
e se vuoi la sua scritta clicca sul link
digilander.libero.it/genfranco2/Immagini...iamoslerdottorea.htm
e ti salverai la vita con L'ACIDO ASCORBICO di cui ti parla Abram Hoffer, Linus Pauling, Irwin Stone e gli altri SCIENZIATI del secolo scorso che trovi su questa pagina:.
digilander.libero.it/genfranco/Immagini/scienziati.htm
Dall'articolo sotto pare invece che qualcosa abbiano TROVATO.
"PROGRAMMARE LA NOSTRA MORTE CON I VACCINI!!!"

Allarme dal Dott Montanari: “Questo vaccino dopo anni fa morire”. La scoperta choc: “Lo fanno tutti”

Il FINE? semplicissimo e sempre uguale.
Inizio questa pagina con un dato fisso stabilito dai cosidetti " scienziati" del secolo scorso:
LA POPOLAZIONE MONDIALE E' ECCESSIVA, BISOGNA DIMINUIRLA.
VUOI ESSERE UNA DELLE PERSONE
ELIMINATE COME PROGETTATO SOTTO?
E' molto facile esserlo continuando con l'ALIMENTAZIONE ATTUALE fornita dalle INDUSTRIE dell'ALIMENTAZIONE, progettata per TOGLIERTI QUELLE DIFESE IMMUNITARIE NECESSARIE PER VIVERE LA TUA VITA IN SALUTE. Quindi, SENZA LE DIFESE IMMUNITARIE NECESSARIE sei un facile candidato a quanto proposto sotto. Voglio far notare che questo articolo è riportato niente meno che da "MAURIZIO BLONDET" per chi lo conosce.
Questi cibi MOLTO COLORATI e all'apparenza MOLTO FRESCHI, sono saturi di COLORANTI E CONSERVANTI CHIMICI e MOLTO ALTRO che tu non riesci neppure ad immaginare.

Così scrive il famoso Maurizio Blondet:
"ELIMINARE 4 MILIARDI DI UOMINI
.......
«Non siamo meglio dei batteri!», ha detto lo scienziato, ridanciano, fra gli applausi.
La crescita della popolazione umana sta «rovinando» il pianeta.
Bisogna salvare il pianeta prima che sia troppo tardi.
Per salvarlo, ha detto, occorre che la popolazione umana sia ridotta al 10% di quella attuale («oltretutto, i carburanti fossili sono alla fine»).
.......
Pianka ha lodato la politica cinese del figlio unico, con sterilizzazione forzata delle donne che infrangono la norma: «dovremmo sterilizzare ognuno sul pianeta», ha esclamato: «se no, gli incoscienti erediteranno la terra» (applausi, risate).
Ma la sua preferenza va al cavaliere della «peste»: una qualche forma di pandemia è quel che ci vuole per uccidere rapidamente miliardi di persone.
Nuova diapositiva: file di teschi umani.
L’influenza aviaria?
Magari scoppiasse, ma ancora non basterebbe (risate dal pubblico).
L’Aids?
Decisamente troppo lento.
Il primato dell’efficienza va all’Ebola: è straordinariamente letale e uccide in giorni, non in anni.
«Si diffonde per via aerea e ammazza il 90 % degli infettati. Pensateci», ha detto sognante.
Di fatto – ma questo lo zoologo non l’ha detto – l’Ebola è «troppo» letale: il virus uccide così rapidamente, da essere «auto-spegnente».
.......
Le vittime dell’Ebola infatti sanguinano copiosamente da ogni orifizio corporeo. Il virus funziona liquefacendo gli organi interni; dissolve letteralmente il corpo malato, fra atroci dolori."
digilander.libero.it/genfranco1/Immagini/personeinmeno.htm

Ma non basta:
"Il professore, inventore ed ingegnere genetico risponde alle domande sulla sovrappopolazione con la battuta: “Nessuno ha visto ‘Contagion’? Ecco la risposta! Utilizzare l'ingegneria genetica per creare un virus migliore”
Durante una discussione pubblica al dipartimento di Biotecnologia dell'Università statale dell'Arizona che si è svolta il 2 febbraio del 2012, l'inventore dei vaccini commestibili geneticamente modificati ha scherzato sull'eliminazione del 25% della popolazione con un virus geneticamente modificato.£
digilander.libero.it/genfranco2/Immagini/personeinmenoa.htm

Ed ancora:
"Negli anni '50, lo spettro di un mondo predestinato ad un eccesso di popolazione allarmava scienziati e governi dell'Occidente industrializzato. Cominciò così una corsa frenetica per controllare le popolazioni. Ciò coincise con la scoperta di un processo relativamente poco costoso per fabbricare estrogeno sintetico e progesterone che potevano essere usati come contraccettivi, conosciuti come la Pillola in associazione.
Benché sin dall’inizio del 1932 si sapesse da esperimenti su animali che l'estrogeno ed il progesterone potevano causare il cancro al seno, all'utero, alle ovaie ed alla ghiandola pituitaria, si pensò che la Pillola fosse una soluzione efficace alla crisi di sovrapopolamento. I piani per produrre ormoni sessuali erano già a buon punto e vennero iniziati i test clinici richiesti.
Il premio Nobel Frederick Robbins espresse l'opinione prevalente di quel periodo quando si rivolse ad una riunione della American Association of Medical Colleges dicendo: “I pericoli del sovrapopolamento sono così grandi che potremmo essere costretti ad usare certe tecniche di controllo delle nascite che possono portare rischi considerevoli alle singole donne”.
Uno studio recente dell'Ufficio dell'Ispettore Generale del Department of Health and Human Services statunitense ha rivelato che più del 70 per cento delle informazioni ai medici sui contraccettivi orali sono “fuorvianti o poco esatte”, facendo dei contraccettivi la categoria di medicine prescritte più ingannevolmente pubblicizzata", con gli antibiotici al secondo posto.(3)
Il Dr. David Clark, un neurologo dell'Università della Kentucky School of Medicine, ha esposto una verità quando ha detto: “La pillola permette degli esperimenti sul totale della popolazione che non sarebbero mai permessi come esperimenti pianificati.”(4) Come sono generose le donne ad offrire i loro corpi alla scienza medica, anche se non è stato mai dato un consenso basato su informazioni".
digilander.libero.it/genfraglo/Immagini/...lacontraccettiva.htm

E CHISSA' COS'ALTRO AGGIUNGONO A QUESTE PASTIGLIE DENOMINATE INGANNEVOLMENTE "SALVAVITA"?

Ma si deve aggiungere quello che viene aggiunto ai CIBI INDUSTRIALI, iniziamo dalla farina 00:
"Sapevate che la farina panificabile che arriva nelle panetterie comuni può contenere fino a 109 additivi diversi? La farina biologica, invece, non contiene assolutamente alcun additivo. Questo articolo riguarda non solo il pane, ma tutti i prodotti fatti con la farina bianca, ovvero dolci, pizze, ecc.
La porcheria che si consuma sotto il sinonimo di pane, è una combinazione di sostanze chimiche che sono utili solo per chi vende il pane ma che danneggiano chi lo consuma.
Tutti abbiamo sentito dire che anticamente si sopravviveva a volte con solo pane e cipolla, ma chi pretende di fare una cosa simile oggi, sarebbe un suicida.
Il pane che oggi ingeriamo, è una pasta di amido che non nutre, anzi, sovraccarica di calorie vuote e porta all’obesità e alla perdita di minerali. Chi non sa che il pane bianco produce stitichezza?
digilander.libero.it/genfranca/Immagini/farinaperpane.htm

Ed ancora
"Dell'articolo voglio far notare e sottolineare queste due parti:
"IL NOSTRO ORGANISMO E’ COME UN SISTEMA IDRAULICO
“Se osserviamo il corpo umano noteremo che ospita un complicatissimo apparato idraulico, con una grande quantità di tubi e tubicini in cui circolano i liquidi del corpo: principalmente sangue e linfa. Vi sono alcuni alimenti che, durante la digestione,diventano una specie di colla, detta muco, capace di attaccarsi alle pareti intestinali ed altre condutture organiche, e ricoprirle con uno strato sempre più spesso.
Il muco intestinale, sostanzialmente, è il risultato di anni ed anni di accumulo di sostante organiche collose sulle pareti dell’intestino. Si pensi che, mediante autopsia, si è riscontrata in certe persone una presenza di muco ammontante fino a 7-8 kg.”"
Ed ecco che possiamo capire la diarrea iniziale causata da ACIDO ASCORBICO, CLORURO DI MAGNESIO e vitamina D, anche se ingoiati da soli, senza gli altri "ALIMENTI ESSENZIALI", come denunciato da persone che hanno iniziato col solo CLORURO DI MAGNESIO. Questi devono DEPURARE gli intestini da questa specie di colla che impedisce l'assorbimento dei nutrienti da parte del sangue che scorre in loro.
Quindi ecco che anche solo questo DEVE FAR CAPIRE CHE IMPEDIRE QUESTA DIARREA LIBERATRICE NON PUO' CHE ESSERE NOCIVO.
Avendo poi certezza che per formare quel malloppo di colla ci vuole molto tempo e molto tempo ci vuole perchè il corpo ne sia liberato.
Per questo di solito, quella diarrea insistente viene nel primo periodo, quello che noi indichiamo come la purificazione dalle TOSSINE che ora capiamo anche come liberazione da questa specie di colla. Quindi cercare quella denominata TI (Tolleranza Intestinale) è controproducente e direi perfino LESIVO poichè non permette al corpo di svolgere la sua primaria necessità di liberarsi da problemi che ha dovuto sopportare per anni.
Non solo, ma possiamo capire il perchè il dottor Gerson ha riscontrato dei benefici nelle persone che facevano il CLISTERE DI CAFFE' e la dottoressa Catherine Kousmine: "
digilander.libero.it/anna945/Immagini/intestinifarinabianca.htm

Quindi come possiamo capire l'intenzione è di DIMEZZARE LA POPOLAZIONE seguendo il detto di Macchiavelli:
"IL FINE GIUSTIFICA I MEZZI"
Ora, tu, avendo capito questo da che parte stai avendo a disposizione il mezzo per evitare questo MACELLO?
Altro che ANIMALISTI!

Il Dott. Stefano Montanari, direttore scientifico del laboratorio Nanodiagnostics di Modena, fa ricerche e pubblicazioni nel campo delle nanopatologie (tutto ciò che è causato da nanoparticelle inquinanti) da molti anni.

Il tema vaccini è un argomento molto scottante di recente soprattutto perché sempre più genitori scelgono di non vaccinare i propri figli sia perché sono in aumento i casi di effetti collaterali dei vaccini e gli studi che evidenziano la connessione con l’autismo, disturbi dell’apprendimento, disordini intestinali ed immunitari a vita. Le istituzioni non aiutano dato che sembrano non rispondere alle richieste dei medici che chiedono chiarezza sul contenuto di questi vaccini e soprattutto sull’età migliore per realizzarli, ma anzi obbligano i bambini che vanno a scuola a vaccinarsi, creando così ancora più confusione e conflitto nei genitori che vogliono fare la scelta migliore per l’amore dei loro figli.

In questo caos dove centinaia di miliardi di fatturato delle big pharma si intrecciano con le politiche dei governi e le linee guida alimentari, qualche giorno fa il ricercatore indipendente Stefano Montanari se ne esce con questo breve e conciso articolo sul suo blog in cui afferma chiaramente:

Grazie agli ascoltatori di Radio Studio 54 di Firenze abbiamo analizzato un altro vaccino. Questa volta si trattava del Menveo, un anti-meningite A, C, W135 e Y.

Con buona pace dei luminari che ci rassicurano facendoci dormire sonni tranquilli, anche il campione analizzato ha mostrato la presenza evidente di particelle inquinanti. In particolare, e tra le altre, si trattava di frammenti di ferro-cromo-silicio-zolfo, alluminio-silicio, zolfo-bario-silicio, ferro-calcio-silicio-alluminio, alluminio-rame.

Restiamo in attesa di dimostrazione scientifica che iniettare materiale di quel genere sia benefico per l’organismo o, quanto meno, sia innocuo.

Il titolo dell’articolo è “E così fanno 29 vaccini”, dato che in totale sono 29 i vaccini analizzati dal dottore nel corso degli ultimi anni con all’interno particelle inquinanti dimetalli pesanti. Puoi approfondire cosa contengono gli altri vaccini che per quanto mi risulta non sono stati ritirati in commercio e anzi non c’è stato nessun seguito a questa inquietante scoperta,

in questo articolo ECCO Tutti i Vaccini analizzati che risultano contaminati da Particelle Inorganiche e Metalli Pesanti.

L’argomento è molto importante e quelli che ci rimettono sono i bambini alla fine, i genitori cercano risposta nei medici di base ma non sono informati su tutti gli studi scientifici e ricerche recenti, che per approfondire rimando ai libri consigliati a fine articolo. E la cosa sorprendente è che se gli viene chiesto di prendersi la responsabilità delle possibili conseguenze del vaccino si rifiutano categoricamente.
digilander.libero.it/genfranco/Immagini/vaccinimortali.htm

ciaooo Franco Genre
.
.

Di più
04/05/2016 14:27 #4088 da genfranco
Per capire il concetto di quanto voglio comunicare, devo partire da un dato di fatto, di cui fin'ora era solo un dubbio che ho letto in molti articoli sul web.
La CERTEZZA mi viene dal fatto che tutti gli esseri viventi sono FRATELLI, quindi gli ANIMALI ed i VEGETALI hanno una ORIGINE UNICA, che poi con la EVOLUZIONE si sono divisi, prima in ANIMALE e VEGETALI, poi nelle varie specie, sia di uno che dell'altro in quelle che conosciamo ai nostri tempi.
Questa CERTEZZA mi viene dal fatto che lo SPERMA ANIMALE ha gli stessi contenuti del GERME cosi detto del grano ma che è il germe di ogni seme VEGETALE al mondo. In merito le due pagine recitano:
Per il liquido seminale maschile di TUTTI i maschi animali al mondo chiamato SPERMA, la pagina recita:
"Micronutrimenti Impatto : Caratteristiche In quali alimenti ? Vitamina C o ACIDO ASCORBICO
Diminuzione del no. di spermatozoi anomali
Lotta contro agglutinazione degli spermatozoi
Antiossidante
Vitamina idrosolubile coinvolta nella sintesi di purine e pirimidine, componenti gli acidi nucleici (DNA e RNA) Whole wheat, spinach, egg yolk, calf liver, fennel, lettuce… Selenio
La mobilità degli spermatozoi
Antiossidante
Vitamina idrosolubile presente nello sperma in quantità 6 volte superiore a quella del sangue. Kiwi, bacche, pomodori, peperoni, arance ... Vitamina E
Motilità spermatica
Antiossidante
Vitamina antiossidante lipofila che garantisce la stabilità delle strutture cellulari. Grano intero, spinaci, tuorlo d'uovo, fegato, carne di vitello, insalata di finocchi ... Vitamina B9
Concentrazione spermatica
Componente minerale della kératinoïde proteina responsabile dell'integrità del flagello degli spermatozoi. Uova, carne, pesce, cereali, lenticchie, pane ... Zinco
Numero degli spermatozoi
La mobilità degli spermatozoi
Antiossidante
Lo zinco contiene numerosi enzimi. E 'essenziale in tutto ciò che implica una duplicazione delle cellule. Una eiaculazione normale contiene 4-14 micromol di zinco. Frutti di mare, fegato, carne, pesce, tuorlo d'uovo, cereali integrali ... CARNITINA
Lo sviluppo e la maturazione degli spermatozoi
Numero degli spermatozoi
La mobilità degli spermatozoi
Carnitina è essenziale per la maturazione degli spermatozoi nei testicoli. Una eiaculazione normale contiene 0,8-2,85 micromol di carnitina, che costituisce una fonte di energia per lo sperma dopo l'eiaculazione La carne rossa, latticini, avocado"fs
digilander.libero.it/genfraglo/Immagini/spermaelementi.htm
Mentre per il GERME, la pagina recita:
"Dell'articolo sotto, devo fare presente che:
"Il germe di grano contiene agenti fitoattivi, calcio, potassio, fosforo, zolfo, zinco, rame, ferro, magnesio, manganese, molibdeno, selenio, silicio, lecitina, vitamina del complesso B, vitamine A e D, inoltre contiene anche una grande quantità di vitamina E. Quest’ultima rallenta in modo naturale lo sviluppo delle malattie degenerative causate dall’inquinamento dell’aria, inoltre rinforza il sistema immunitario."
digilander.libero.it/anna945/Immagini/germegranosperma.htm
Provato questo allora posso dichiarare senza ombra di dubbio che, tutto quello che è nella vita della SPECIE UMANA è per ogni specie vivente sia ANIMALE che VEGETALE.
Con questo mi riferisco alle MALATTIE, quindi alla SOFFERENZA ed ai SENTIMENTI, quindi alla PAURA ed all'AMORE. Di queste ultime ne abbiamo esempi continui dalle specie ANIMALI che vivono intorno a noi. In una specie ANIMALE, un esempio della PAURA è la fuga di una lucertola quando vede un individuo di altra specie, e dell'AMORE l'esempio ci viene da ogni coppia che si prepara alla continuazione della loro specie e non solo.
Ma allora è comprensibile che la stessa cosa sia per i VEGETALI, sia per la SOFFERENZA che per i SENTIMENTI.
Però, mentre per un animale ne sentiamo la SOFFERENZA che in questo caso è in grado di urlare, quindi si sente, nei VEGETALI sono certo che la stessa cosa è per ogni individuo, e che anche gridando non li sentiremo mai, ma questo non vuol dire che non gridino e soffrano.
Purtroppo però entrambi, sia ANIMALI che VEGETALI, per l'Homo Sapiens, in quanto ONNIVORO, fanno parte di quella CATENA ALIMENTARE che è per TUTTI gli esseri viventi, che troppo persone si dimenticano di farne parte anche per loro.
Ora non sono quì per giudicare se è giusto o meno il preferire di ingoiare l'una o l'altra specie, ma per far capire a tutti che sia che si sia vegetariani o che si sia onnivori o altra alimentazione, per cibarsi è necessaria la morte dell'individuo che egli si accinge ad ingoiare. Così è per OGNI essere vivente in quanto egli fà parte appunto di questa catena alimentare.
E' certo però che con qualsiasi essere vivente sia ANIMALE che VEGETALE, causarne la morte vuol dire procurare della sofferenza.
Sappiamo anche che causata la morte, il corpo dell'individuo, se non consumato entra in decomposizione, sia che sia un ANIMALE che un VEGETALE e questo sono certo che lo sappiamo tutti.
Questa è la indicazione che quel corpo è NATURALE ed in breve tempo non ne rimarrà che terra, che se invece ingoiato darà sostentamento alla salute di chi lo ingoia fornendogli i suoi contenuti.
Fissato questo vorrei collegarmi all'articolo che riporto sotto, il quale invece dimostra senza ombra di dubbio che la maggior parte dei CIBI MODERNI di NATURALE hanno ben poco se non nulla.
A conferma inserisco la fotografia di una brioss della Ferrero con vicino un pezzo di mollica di pane bianco, che dopo 6 mesi si presenta in quanto modo:
digilander.libero.it/genfranco5/Immagini/cibobrioss.htm

senza alcun deterioramento visibile, Quindi come si potrà vedere questi CIBI non si sono deteriorati minimamente, quindi niente decomposizione come dovrebbe essere se i prodotti fossero NATURALI.
La riprova di questa mancata decomposizione ci è data da questa fotografia dell'articolo stto.
digilander.libero.it/genfranco5/Immagini/cibimodernia.htm

L'articolo però non informa che il corpo umano NON ha il necessario per trasformare questi PRODOTTI CHIMICI i quali non potranno che circolare nel corpo che li ha ingeriti causando danni infiniti alle cellule cui questi vengono in contatto, fino a causare i tumori. E' facile capire che quando entrano in contatto delle cellule ne causano dei comportamenti anormali di cui ne vediamo le trasformazioni esterna di obesità e di malattie della pelle.

Un medico americano ha fatto un esperimento: ha acquistato del cibo in un fast food e lo ha “dimenticato” per qualche anno sulla scrivania del suo studio. Alla domanda sul perchè avesse fatto questo, ha dichiarato “per mostrare alla gente quello che sta mettendo nei loro corpi”. Questi che vedete nella foto sono “alimenti trasformati“, non è cibo vero. Nel corso del tempo il cibo vero decade, ammuffisce, produce odore di decomposizione. Questi “alimenti trasformati” non hanno fatto nulla di tutto ciò, Hanno infatti mantenuto la loro dimensione originale, forma e consistenza. Il nostro corpo deve quindi lavorare di più per la decomposizione e la digestione di questa roba rispetto al cibo vero.
Gli “alimenti trasformati” si trovano ovunque, non solo nei fast food, ma sono facilmente riconoscibili leggendo gli ingredienti. Meglio quindi, come sempre, acquistare informati!
digilander.libero.it/genfranco5/Immagini/cibimoderni.htm

ciaooo Franco Genre
.

Di più
06/05/2016 13:01 #4147 da genfranco
digilander.libero.it/genfranco5/Immagini/johnsoncancerogeno.htm

L'articolo cita le "PROVE SCIENTIFICHE", e ci si nasconde dietro a queste parole, ma cosa sono queste prove? e sopratutto perchè sono fatte? e a cosa servono?
Le "PROVE SCIENTIFICHE": queste parole sono state inventate dalla industria nel secolo scorso, all'inizio della espansione industriale.
Sono state inventate per convincere i reticenti clienti che avevano paura delle cose nuove, che i loro prodotti NON CAUSANO PROBLEMI AL LORO CORPO ed erano affidabili.
Questo è stato sia per l'industria della igiene, che per la industria alimentare
Furono istituite delle testate di informazione sempre gestite dalle industrie dichiarate autonome, ma che di autonomo non hanno proprio nulla. Difatti la maggior parte di queste prove sono finanziate dale industrie interessate al prodotto. Lascio ad ognuno le vere conclusioni, dato che in mezzo vi è il LUCRO.
Piano piano, con costanza queste industrie sono riuscite ad ingannare i CREDULONI che diedero valore a queste testate aumentando le vendite fino a convincere tutta la popolazione.
Ma cosa si provava e cosa si continua a provare?
PRODOTTI CHIMICI che col nostro corpo NON HANNO NULLA A CHE FARE, che alla fine dopo anni si scopre come per questa ditta, che è solo una delle tante, che i loro prodotti sono CANCEROGENI. Prima di arrivare al cancri però causano diverse malattie nuove di cui nessuno sà del perchè di queste.
Mi permetto in proposito di citare un paio di passaggi dell'articolo che la dicono molto lunga su questo discorso:
Il primo:
“Non abbiamo alcuna responsabilità superiore a quella della salute e della sicurezza dei consumatori e siamo delusi per l’esito del processo. Siamo solidali con la famiglia del ricorrente ma crediamo fermamente nella sicurezza del talco cosmetico, supportata da decenni di prove scientifiche.”
Ed il secondo:
Non è un segreto che molti prodotti per la casa siano tossici per la nostra salute. La scienza conferma la loro pericolosità da anni – non che molti di noi avessimo bisogno di questa conferma; all’interno di questi prodotti sono letteralmente disseminate un certo numero di sostanze chimiche nocive pericolose. Ricercatori nel Regno Unito, per esempio, hanno scoperto che i prodotti domestici come spray anti-insetti, deodoranti, prodotti per la pulizia, cosmetici e altro ancora, contengono un certo numero di sostanze chimiche che causano il cancro.
e l'atro
Gran parte della letteratura scientifica, forse la metà, può essere semplicemente falsa. Studi con campioni di piccole dimensioni, effetti molto piccoli, analisi esplorative non valide e flagranti conflitti di interesse, insieme con l’ossessione di perseguire le tendenze della moda… la scienza ha preso una svolta verso il buio.
E di questo ultimo mi permetto di dire che
"QUESTI PRODOTTI CHIMICI DEVONO ESSERE ELIMINATI DAL COMMERCIO, A QUALSIASI USO SIANO STATI ADIBITI."
COME QUESTO CHE CI AVVELENA OGNI GIORNO:
"Svelato il segreto più gelosamente custodito dalle multinazionali alimentari
Tutte le aziende alimentari custodiscono gelosamente UN PICCOLO SPORCO SEGRETO e oggi voglio rivelartelo mettendo a nudo tutta la questione!
Molte persone parlano degli additivi chimici utilizzati come ingredienti, questo però non è il solo problema: le aziende alimentari inseriscono qualcos'altro negli alimenti, qualcosa che sfugge alle regolamentazioni qualcosa di DAVVERO MESCHINO.
Il problema principale di ogni azienda alimentare è vendere di più spendendo di meno.
Per far ciò le aziende nell'ultimo secolo si sono sempre più modernizzate, implementando sistemi di produzione ad alta resa e bassa spesa.
Questi sistemi di produzione sono stati applicati all'agricoltura, agli allevamenti e tutta la produzione successiva.
Procedimenti altamente tecnologici producono enormi quantità di cibo in pochissimo tempo.
Tutto ciò però ha contribuito a far crescere un problema: il cibo industriale NON E' SAPORITO, PERDE TUTTO IL SUO SAPORE NATURALE le diverse fasi di lavorazione: la lavorazione è diventata iper-tecnologica, ma LA VERDURA, LA FRUTTA, LA CARNE, IL LATTE. I LATTICINI e le materie prime non sono risultate adatte per essere sottoposte a questo tipo di stress meccanico e chimico, risultato il cibo che esce dalla filiera ad alta tecnologia non ha più sapore, è cattivo, e nessun uomo lo accoglierebbe come cibo in quello stato.
Ma un momento! Il cibo che troviamo al supermercato è gustoso, pieno di sapore, eppure proviene da procedimenti industriali: come è possibile tutto ciò?
La risposta è semplice:
CHIMICA!
Questo è il segreto delle aziende alimentari, tutto il sapore dei loro cibi proviene da quell'unica piccola parolina sul fondo della lista degli ingredienti:
“AROMI”.
Dietro a questa semplice e onnipresente scritta si può celare di tutto.
E non farti ingannare dal termine “Aromi naturali”: la differenza con il semplice termine
“Aromi” è davvero minima e di naturale c'è ben poco (potremmo dire niente!).
Gli aromi costituiscono un mercato fiorente gestito da poche compagnie di punta in tutto il
mondo.
Si parla addirittura di servizi segreti del cibo.
I servigi di queste aziende produttrici di inganni, (Aromi), sono rilasciati sotto stretto riserbo, non sia mai che l'opinione pubblica venga a conoscenza che lo yogurt alla fragola presente in tutti i supermercati contiene:
amil-acetato, amil-butirato, amil-valerato, anetolo, anisil-formato, benzil-acetato, benzile-isobutirato, acido butirrico, cinnamil-isobutirato, cinnamil-valerato, olio essenziale di cognac, díacetíle, dipropil-chetone, etil-acetato, etil-amilchetone, etil-butirato, etil-cinnamato, etil-eptanoato, etil-eptilato, etil-Iactato, etil-metilfenilglucidato, etil-nitrato, etil-propionato, etil-valerato, eliotropina, idrossifreniP2-butanone (soluzione al dieci percento in alcol), alfa-ionone, isobutil-antranilato, isobutil-butirato, olio essenziale di limone, maltolo, 4metilacetofenone, metil-antranilato, metil-benzoato, metil-cinnamato, carbonato di metil-eptina, metil-naftil_chetone, metilsalicìlato, olio essenziale di menta, olio essenziale dì neroli, nerolina, neril-isobutirato, burro di giaggiolo, alcol fenetilico, etere di rum, gamma-undecalactone, vanillina e solvente.
Tutto questo elenco di ingredienti dietro la piccola scritta “Aromi”
Fra questi ingredienti troviamo un estere (anisil-formato) dell'acido formico, nonché esteri
(metil-antranilato, metil-benzoato, metil-cinnamato) dell'alcole metilico: nel corpo gli esteri in genere vengono "smontati" (non al 100%), ossia nel caso specifico si liberano appunto, a seconda della sostanza, alcole metilico ed acido formico che sono entrambi assai velenosi!
Senza gli aromi il cibo industriale risulterebbe pessimo e quindi invendibile.
Gli aromi sono un inganno colossale che ogni giorno ci portiamo a casa sulle nostre tavole. Esistono migliaia di aromi e nessuno sa che tipo di interazioni possono verificarsi all'interno del corpo umano:non esistono studi in tal senso, questo per due motivi:
1. Sarebbero davvero molto lunghi e costosi.
2. Le multinazionali alimentari non ne vogliono sapere di uno studio di questo tipo, un'eventuale bocciatura senza appello degli aromi farebbe crollare l'intera industria.
Buona parte del cibo che ti porti a casa ogni giorno contiene un inganno e mina la tua salute in modo che nemmeno immagini."
digilander.libero.it/genfranca/Immagini/aromia.htm
SONO CERTO CHE COL TEMPO, E ANCHE NON TROPPO LUNGO, CON LA INFORMAZIONE LA ELIMINAZIONE DEI PRODOTTI CHIMICI AVRA' DA SUCCEDERE.
Johnson & Johnson, multinazionale americana specializzata nello sviluppo di dispositivi medici e nella vendita di prodotti farmaceutici e beni di consumo confezionati, condannata a pagare 72 milioni di dollari alla famiglia di una donna la cui morte per cancro ovarico è legata all’utilizzo, per decenni, di talco prodotto dall’azienda.

La decisione è stata presa lo scorso Lunedì da una giuria dello Stato del Missouri, e The Globe & Mail ha condiviso i dettagli del verdetto:

I giurati nella corte di di St. Louis hanno assegnato alla famiglia di Jacqueline Fox 10 milioni di dollari per i danni effettivi e 62 milioni di dollari per danni punitivi, stando a quanto raccontano gli avvocati della famiglia e i documenti del tribunale. Secondo l’accusa, la Johnson & Johnson, nel tentativo di aumentare le vendite, per decenni non ha ritenuto opportuno mettere in guardia i consumatori che i suoi prodotti a base di talco potrebbero causare il cancro.
Circa 1.000 casi sono stati depositati nel tribunale statale del Missouri, altri 200 nel New Jersey ma questo potrebbe essere solamente la punta di un iceberg. In questo caso specifico, i giurati hanno effettivamente dichiarato Johnson & Johnson responsabili di frode, negligenza, e cospirazione. Jere Beasly, l’avvocato della famiglia della vittima, ha rivelato che, in Johnson & Johnson, “sapevano fin dal 1980 del rischio” ma hanno continuato a “mentire al pubblico, che giace alle agenzie di regolamentazione.”

Il portavoce della Johnson & Jonson, tuttavia, ha continuato a negare queste affermazioni:

“Non abbiamo alcuna responsabilità superiore a quella della salute e della sicurezza dei consumatori e siamo delusi per l’esito del processo. Siamo solidali con la famiglia del ricorrente ma crediamo fermamente nella sicurezza del talco cosmetico, supportata da decenni di prove scientifiche.”

Johnson & Johnson
I “decenni di prove scientifiche” a cui il portavoce si riferisce, a quanto pare, non sono state ritenute sufficienti dai membri della giuria che, probabilmente, sarebbero interessati a sapere chi finanzia tali ricerche. L’osservazione evidenzia anche la preoccupante tendenza alla totale e cieca fiducia nei confronti di tutto ciò che ci viene detto, senza mettere in discussione o effettuare proprie ricerche indipendenti.

Frodi scientifiche indotte da grandi aziende, in questo campo, non sono un segreto e vari esperti medici di tutto il Mondo lo hanno evidenziato e dimostrato in più occasioni.

Il Dottor Richard Horton, corrente Editor-in-Chief di The Lancet, una delle più grandi riviste mediche del Mondo, ha pubblicamente e inequivocabilmente dato la colpa alla comunità scientifica, accusata di negligenza e frode:

Gran parte della letteratura scientifica, forse la metà, può essere semplicemente falsa. Studi con campioni di piccole dimensioni, effetti molto piccoli, analisi esplorative non valide e flagranti conflitti di interesse, insieme con l’ossessione di perseguire le tendenze della moda… la scienza ha preso una svolta verso il buio.

La triste realtà è che i dipendenti di queste grandi aziende stanno dietro i loro prodotti, lavorando per una scienza che, ovviamente, ha in mente i profitti, piuttosto che la sicurezza. Questo è un problema diffuso e allarmante ed è bello vedere sempre più persone che alzano la voce contro queste pratiche.

Marcia Angell, un medico di lunga data, nonché Editor-in-Chief del New England Medical Journal, è un altro professionista che si esprime in questi termini:

Non è un segreto che molti prodotti per la casa siano tossici per la nostra salute. La scienza conferma la loro pericolosità da anni – non che molti di noi avessimo bisogno di questa conferma; all’interno di questi prodotti sono letteralmente disseminate un certo numero di sostanze chimiche nocive pericolose. Ricercatori nel Regno Unito, per esempio, hanno scoperto che i prodotti domestici come spray anti-insetti, deodoranti, prodotti per la pulizia, cosmetici e altro ancora, contengono un certo numero di sostanze chimiche che causano il cancro.

DeodorantiUn altro esempio di un insider che si esprime contro l’industria è Foster Gamble, il diretto discendente di uno dei fondatori della Procter & Gamble (una società simile alla Johnson & Johnson). Lui stesso ha spiegato come preoccupazioni etiche lo abbiano spinto a cambiare direzione.

Quando si tratta di salute, i deodoranti sono, probabilmente, alcuni tra i prodotti peggiori che si possono avere in casa. Questi contengono 2, 5-diclorofenolo (2, 5-DCP), un metabolita del 1,4 diclorobenzene. Questa roba è presente nel sangue di quasi tutti gli americani ed è stata collegata a danni ai polmoni. Secondo il National Resources Defense Council:

I deodoranti sono diventati un fiore all’occhiello in molte case ed uffici, commercializzati con la promessa di creare un ambiente pulito, sano e profumato. Ma molti di questi prodotti contengono ftalati – sostanze chimiche pericolose che causano anomalie ormonali, malformazioni alla nascita e problemi riproduttivi. Dei test indipendenti effettuati dal NRDC su 14 deodoranti per ambienti comuni, hanno evidenziato come, sebbene nessuno presentasse la dicitura ftalati tra gli ingredienti, queste sostanze chimiche erano presenti in 12 prodotti su 14, nell’86 per cento dei prodotti testati, compresi quelli pubblicizzati come “tutto naturale” o “inodore”.
digilander.libero.it/genfranco5/Immagini/johnsoncancerogeno.htm

ciaooo Franco Genre
.
.

Di più
07/05/2016 20:21 - 07/05/2016 21:10 #4206 da genfranco
Mi fà veramente male dover riportare un articolo come questo, poichè conferma appieno le mie vedute, anche se non ne avevo delle prove concrete, come invece ce le elenca l'autore dell'articolo Mike Adams, di Natural News.
Sono certo che alla maggior parte delle persone normali, quanto descritto appare come fantascientifico, quindi incredibile, mentre invece questa è la incontestabile verità.
Mi permetto di citare questo pezzo, che purtroppo devo confermare in quanto sono una vittima inconsapevole ed ignara fin dagli anni 60 in cui sono state fatte le prime VACCINAZIONI per l'influenza a tappeto e l'eventuale antitetanica.
"Il mio laboratorio ha scoperto prova scientifica che le sostanze sono intenzionalmente formulate e messe nei prodotti alimentari, per indurre nei consumatori disturbi mentali, causando al contempo infertilità a largo raggio, danno agli organi e perdita di ogni abilità di poter pensare in modo razionale e consapevole."

Ora però ti devo fare una domanda chiara: SAI PERCHE' SEI VENUTO AL MONDO?
Lo sai che il tuo passaggio su questa terra è perchè tua abbia modo di continuare la TUA SPECIE e quindi la SPECIE UMANA?
SIII?!?!?!? BENE, NE SONO FELICE.
Però ciò che purtroppo NON SAI e che invece devi sapere chiaramente, è che da questi "ALIMENTI ESSENZIALI" dipende questa tua possibilità, che tu sia maschio o che tu sia femmina. Lo scoprirai sotto, se avrai la voglia di ed tempo di capirlo. Scoprirai che l'ACIDO ASCORBICO è la BASE di quel liquido seminale maschile di TUTTI i maschi animali al mondo chiamato SPERMA, Scoprirai che questo ACIDO ASCORBICO insieme a tutti gli altri"ALIMENTI ESSENZIALI" essi permettono di GENERARE quello spermatozoo dal quale tuo figlio nascerà e dandoti un nipote potrà continuare la tua specie e che da questi dipende la NOSTRA SALUTE, questo perchè SONO LA BASE DELLA NOSTRA VITA.
QUINDI AVVISO CHE SE CHI GUIDA LE REDINI DEL MONDO VOLESSE IMPEDIRTI DI INGOIARE NEI CIBI O A CUCCHIAINI COME FACCIO DAL 1992, SE I CIBI NE SONO CARENTI COME NEI MOMENTI ATTUALI, CAUSA LA RAFFINAZIONE INDUSTRIALE, QUESTI "ALIMENTI ESSENZIALI", EGLI TI IMPEDIRA' QUESTA TUA CONTINUAZIONE RENDENDO INUTILE LA TUA VENUTA AL MONDO, COME HA RESO INUTILE E VANA LA MIA, STERILIZZANDOMI CON I VACCINI NEGLI ANNI 60.
IN QUESTO CASO, LASCERAI FARE TERMINANDO LA TUA SPECIE O TI RIBELLERAI COME STO' FACENDO PERSONALMENTE OGNI GIORNO?
Eccoti chiaro il perchè della mia instancabile e continua INFORMAZIONE con ogni mezzo possibile a mia disposizione.
...sono stato sterilizzato CON I VACCINI DELLA INFLUENZA E DEL TETANO negli anni 60 come puoi rilevare dal video che dice:
"Non vi sono parole per descrivere quello che è scritto nel video, lascio l'interpretazione al lettore.
Da allora, il governo britannico è stato costretto a sospendere i vaccini relativi all'H1 N1 per i bambini al di sotto dei 5 anni, ammettendo che il vaccino avesse determinato una crescita di dieci volte di fenomeni quali violente convulsioni nei bambini.
...ed ancora....
Il governo della Finlandia si è esposto pubblicamente, ed ed ha affermato come quest'ultimo stia causando ogni genere di disordini neurologici, quali la stessa narcolessia.
...Altro pezzo importante.....
Signore e signori, noi abbiamo a disposizione i documenti delle Nazioni Unite, i documenti delle Fondazione Rochkefeller, risalenti agli anni '60, '70, '80 e '90, fino ai giorni nostri, ed è possibile leggere e rendersi conto di come ammettono di aver sviluppato vaccini per l'influenza o il tetano, all'interno dei quali hanno inserito elementi chimici ed ormoni per ridurre la vostra fertilità, o per sterilizzarvi.
...ed ancora....
Inviate tutti gli articoli mainstream che saranno sistemati in basso rispetto a questo video, in cui si parla di come governi tra i più importanti del pianeta siano stati costretti a sospendere le vaccinazioni perchè queste ultime stavano determinando un'incredibile devastazione, e avvertite tutti che i vaccini contro la influenza stagionale realizzati quest'anno conterranno anche il vaccino contro l'H1 N1, oltre naturalmente a tutti gli "extra" che loro inseriranno.
Avvertite tutti quelli che conoscete. Questa è una questione straordinariamente seria.
L'industria farmaceutica Bayer ha ammesso in tribunale di aver consapevolmente distribuito per oltre un decennio.
Lo hanno fatto a sangue freddo, si tratta di un elemento che è parte di un più ampio programma eugenetico.
I crimini delle grandi compagnie farmaceutiche sono "legioni", e (tali compagnie) dovrebbero essre messe sotto accusa, dovrebbero essere portate di fronte alla giustizia, anche perchè le loro condotte rappresentano l'elemento che pone in connessione le grandi compagnie farmaceutiche, gli organismi geneticamente modificati (OGM), e il governo.
digilander.libero.it/genfranco/Immagini/vaccinispeciale.htm
..ma la cosa peggiore è che negli anni 70, circa 10 anni dopo, hanno istituito i Centri Sterilità per fingere di CURARE i malcapitati GUADAGNANDO. BELLA MOSSA, vero? così questi centri LAVORANO e nascondono le MALEFATTE. Ma non basta, poichè nel 1977 ad ottobre un medico del centro mi ha proposto di sezionare i testicoli per vedere se poteva fare qualcosa per farmi avere figli.
...difatti fui ricoverato all'ospedale Mauriziano di Torino per sottopormi alla operazione. Non ti dico i dolori sofferti al risveglio, che mi hanno tenuto in rianimazione per tre giorni. Non auguro a nessuno tale operazione. Ma la mia sorpresa è stata che quando sono stato dimesso, alcuni giorni dopo mi sono recato al Centro Sterilità di Torino e di questo medico neppure più l'ombra.
Mi fu consegnato un foglio quadrato con dei disegni colorati a cerchio. Ora però che ho visto i video che ti ho riportato sopra ho capito che quel dott. Jekyl mi ha USATO COME CAVIA per vedere i danni avuti. Ecco per cui la mia continua INFORMAZIONE. Qualcuno si è preso la responsabilità di STERILIZZARMI ed ora è ora che questi personaggi vengano scoperti poichè i VACCINI SERVONO SOLO A QUESTO.
Per tua principale informazione ti riporto che nel 2011 a novembre ho scoperto che l'ACIDO ASCORBICO e gli altri "ALIMENTI ESSENZIALI" compongono quel liquido seminale di TUTTE le specie animale
digilander.libero.it/genfraglo/Immagini/sperma.htm
ma non basta, poichè nel 2015 a novembre ho scoperto che fuorchè l'ACIDO ASCORBICO, perchè la EVOLUZIONE lo ha sostituito con la vitamina E, TUTTI gli altri "ALIMENTI ESSENZIALI" stanno nel GERME di TUTTI I SEMI VEGETALI al mondo. Sì perchè il GERME non è solo nel grano ma in TUTTI i semi al mondo.
"Dell'articolo sotto, devo fare presente che:
"Il germe di grano contiene agenti fitoattivi, calcio, potassio, fosforo, zolfo, zinco, rame, ferro, magnesio, manganese, molibdeno, selenio, silicio, lecitina, vitamina del complesso B, vitamine A e D, inoltre contiene anche una grande quantità di vitamina E. Quest’ultima rallenta in modo naturale lo sviluppo delle malattie degenerative causate dall’inquinamento dell’aria, inoltre rinforza il sistema immunitario. La vitamina E ha un ruolo importante anche nel trattamento del cancro: Impedisce la riproduzione delle cellule cancerose, previene il danneggiamento del DNA, si utilizza con molta efficacia contro il cancro della prostata. Aiuta a prevenire il morbo di Alzheimer, le malattie del cuore, dei polmoni e del sistema circolatorio."
digilander.libero.it/anna945/Immagini/germegranosperma.htm
E come potrebbe essere diverso? difatti da questi SPERMA e GERME INIZIA LA NUOVA VITA.
Quindi è facile smentire chi dice che nei laboratori si è dato vita e dei virus. Per fortuna della umanità è IMPOSSIBILE in quanto il suo CERVELLO è troppo STUPIDO per poterlo fare, anche se con ARROGANZA si erge a dio per immagine e somiglianza.

A creare "disturbi mentali" però ecco la DROGA-INSETTICIDA LEGALE, il beneamato CAFFE':
Il CAFFE' DROGA-INSETTICIDA. Questo il titolo del loro video di informazione come è fatto per il bugiardino e le scritte sulle sigarette:
"Una droga legale: il caffé (VIDEO)"
che è TUTTO UN PROGRAMMA, vero? il link lo trovi su questa pagina in quanto è segnalato come SPAM:
digilander.libero.it/genfraglo/Immagini/caffevideoa.htm
dove trovi in ORIGINALE le scritte che poi sono state ELIMINATE, ma ho immortalato con le mie correzioni. Ma sull pagina trovi anche il link del VIDEO ORIGINALE .
ed ora il video intitolato:
LA TRAPPOLA DEL CAFFE'

che nel ragno causa un certo comportamento, ma nell'individuo umano cosa comporterà mai?
Causa certa di tutte le nostre MALATTIE.
Ed ecco spiegato il motivo per cui molte persone non riescono a leggere i miei lunghi e interessanti (detto da chi li legge del tutto) interventi.
Si perdono dopo la terza riga.
digilander.libero.it/genfraglo/Immagini/caffebase.htm

“Le forniture di cibo sembrano intenzionalmente progettate per porre fine alla vita umana anziché nutrirla. Dopo aver analizzato più di 1000 cibi nel mio laboratorio devo annunciare che la battaglia per l’umanità è quasi persa. Il mio laboratorio ha scoperto che le sostanze sono intenzionalmente formulate e messe nei prodotti alimentari per causare nei consumatori disturbi mentali, infertilità a largo raggio, danni agli organi e perdita di ogni abilità di poter pensare in modo razionale e consapevole.” Mike Adams, di Natural News

Dietro le quinte di #EXPO un progetto intenzionale di distruzione di massa è già in atto, mentre a Milano sfilano i criminali e i loro camerieri in livrea. Le scoperte di Mike Adams nel Natural News Forensic Food Labs, un ricercatore indipendente, sul cibo immesso nella grande distribuzione alimentare.

Sull'originale trovi un breve il video che cambierà il tuo modo di vedere il cibo. Buona visione.

Il mio laboratorio ha scoperto prova scientifica che le sostanze sono intenzionalmente formulate e messe nei prodotti alimentari, per indurre nei consumatori disturbi mentali, causando al contempo infertilità a largo raggio, danno agli organi e perdita di ogni abilità di poter pensare in modo razionale e consapevole.

Queste sostanze tossiche si possono trovare in tutta la catena alimentare, inclusi cibi convenzionali, cibi biologici, prodotti “naturali” e integratori alimentari. Questo va ben oltre la semplice contaminazione da metalli pesanti nei cibi: un tema in sè che comunque si scava la fossa da solo. Si tratta invece di una formulazione intenzionale di sostanze tossiche nei prodotti consumati regolarmente dalle masse.
Il risultato è cio’ che vedete intorno a voi ora

Pazzia di massa, incredibili escalation di criminalità negli operativi politici, disturbi mentali clinici in aumento tra scrittori e reporter dei media mainstream, diffusa infertilità tra le giovani coppie, enormi problematiche legate a disfunzioni renali e pazienti dializzati oltre ad una quasi totale mancanza di pensiero razionale tra le masse votanti.

Gli effetti di tutto questo sono devastanti per la civiltà umana: il collasso di una forza lavoro capace, l’aumento di masse che dipendono dal governo per la loro sopravvivenza, il collasso delle libere democrazie causa il ritardo cognitivo delle masse votanti, una popolazione carceraria in esplosione, l’aumento di sistemi detentivi multinazionali allo scopo di fare profitto e persino il quasi totale collasso di ogni abilità da parte del pubblico “consumatore di notizie”, di fare l’analisi grammaticale e comprendere persino le informazioni piu’ basiche sui grafici del debito nazionale.

Qui al Natural News Forensic Food Lab abbiamo raccolto sempre piu’ risultati documentati e questo ha per me reso sempre piu’ evidente, che l’umanità non puo’ sopravvivere all’avvelenamento ingegnerizzato e di massa nella catena alimentare.

Mike Adams, Natural News
digilander.libero.it/genfranco5/Immagini/cibovelenoso.htm

ciaooo Franco Genre
.
.
Ultima Modifica 07/05/2016 21:10 da genfranco.

Di più
09/05/2016 21:09 #4257 da genfranco
digilander.libero.it/genfranco5/Immagini/cancroricercafalsa.htm

In questi giorni si parla nuovamente delle RICERCA SUL CANCRO e l'AIRC chiede soldi, anzi, ti vende un fiore per la festa della mamma al prezzo di 15 euro.
Niente di più toccante, così si addestrano i bambini e si convincono gli adulti di quanto sia importante per loro questa RICERCA SUL CANCRO.
Però mi chiedo: "COSA NE FARANNO MAI IN REALTA' DI TUTTO QUESTO DENARO?"
Come individuo del genere umano, MI VERGOGNO di far parte di questa comunità basata sull'EGOISMO, sulla FALSITA' e sul LUCRO.
Chi si starà mai arricchendo, quindi vivendo una vita di agi, dietro le quinte di queste istituzioni?
Certo, l'AIRC non è la sola, basta accendere la TV che in ogni programma, con la scusa di aiutare dei bambini, magari neri, si chiede denaro.
COMPLICI, quindi COMPAGNI DI MERENDA I MEDIA QUINDI LE TV, anzi per quelle è peggio in quanto pubblicizzano CIBI, BEVANDE e PRODOTTI CHIMICI (ED ANCHE I FARMACEUTICI E PER LA PULIZIA DELLA PERSONA E DELLA CASA), CANCEROGENI.
Ma non basta, capillarmente da personaggi molto conosciuti, hanno convinto le persone che le DROGHE-INSETTICIDA, DANNO LA SALUTE e che i CIBI NATURALI (LATTICINI E CARNE) causano il cancro.
Ma se così fosse, ed avendone in mano la causa, perchè NON HANNO ANCORA TROVATO IL RIMEDIO?
Basta levare questi cibi dalla alimentazione per guarire?
MA QUANDO MAI!!!!!
Personalmente è dalla nascita, quindi da 76 anni che ingoio giornalmente questi CIBI NATURALI ottenendo una SALUTE INVIDIABILE.
Mi sento proprio preso per i fondelli. e come si dice "fino in fondo", poichè non sono sicuramente gli "AROMI" o "AROMI NATURALI" dei prodotti tanto consigliati da questi personaggi ricavati CHIMICAMENTE DA UN FAGIOLO:
"LA SOIA"
a darmi la salute., vero? (controllate sugli scaffali, tra gli ingredienti dei CIBI ricavati!!!)
Ma possibile che non vi siano controlli?
E pensare che i medici che dovrebbero dedicarsi alla mia SALUTE, quindi esserne un controllo, sono LORO COMPLICI e nascondendosi dietro alla parole RICERCHE SCIENTIFICHE lasciano che ogni invenzione che procaccia DENARO vada avanti indisturbata, anche se LESIVA. Certo ne ricavano un compenso.
VOLENTE O NOLENTE, QUESTA E' LA REALTA' DEI GIORNI NOSTRI, ED E' UN PRESAGIO MOLTO NEGATIVO, DA FINE DELL'HOMO SAPIENS. DA ESTINZIONE INSOMMA.

Una pagina adibita (di pubblicità dell' AIRC) allo scopo di raccogliere denaro recita:
"La tutela della fertilità nelle giovani donne dopo le cure è solo uno dei numerosi traguardi raggiunti anche grazie alla manifestazione che, l'8 maggio in occasione della Festa della Mamma, torna in tutta Italia con i suoi 20mila volontari per finanziare il lavoro dei ricercatori impegnati ogni giorno a rendere i tumori femminili sempre più curabili.

Se si cerca il significato dei fiori l’azalea nella cultura cinese rappresenta la femminilità e non è un caso che da oltre trent’anni sia la pianta scelta da Airc, l’Associazione italiana per la Ricerca sul Cancro a simboleggiare la battaglia contro i tumori femminili. Ed è proprio l’Azalea della Ricerca che in occasione della Festa della Mamma torna in 3.600 piazze italiane grazie a 20mila volontari che distribuiranno 600mila piantine a fronte di una donazione minima di 15 euro.
Un regalo per le mamme e per tutte le donne che sostiene in modo concreto il lavoro di tutti i ricercatori di Airc impegnati a trovare le cure più adeguate da portare dal laboratorio al paziente. Insieme alle piantine di azalea, i volontari Airc distribuiranno anche una speciale Guida dedicata a maternità e cancro con tutte le informazioni sui più recenti studi, commenti degli esperti e indicazioni sull’importanza di aderire agli screening raccomandati e di adottare stili di vita corretti. Comportamenti che, nell’insieme, possono ridurre fino al 70% l’insorgenza dei tumori. In copertina il volto di Maddalena Corvaglia, mamma e ambasciatrice di Airc, e all’interno la storia di Francesca, che ha potuto diventare mamma dopo la malattia."

Proprio delle belle parole, che continuano ad essere come SEMPRE SOLO DELLE BELLE PAROLE perchè il titolo di questo articolo recita:

Ti sei mai chiesto perché, nonostante i miliardi spesi da decenni per la ricerca e la promessa di una cura che è da sempre “dietro l’angolo”, il cancro continua ad aumentare e a fare vittime?

digilander.libero.it/genfranco5/Immagini...croricercafalsaa.htm


MA NON DICONO INVECE CHE:

"LO SCOPO NASCOSTO DELLA PILLOLA
Negli anni '50, lo spettro di un mondo predestinato ad un eccesso di popolazione allarmava scienziati e governi dell'Occidente industrializzato. Cominciò così una corsa frenetica per controllare le popolazioni. Ciò coincise con la scoperta di un processo relativamente poco costoso per fabbricare estrogeno sintetico e progesterone che potevano essere usati come contraccettivi, conosciuti come la Pillola in associazione.
Benché sin dall’inizio del 1932 si sapesse da esperimenti su animali che l'estrogeno ed il progesterone potevano causare il cancro al seno, all'utero, alle ovaie ed alla ghiandola pituitaria, si pensò che la Pillola fosse una soluzione efficace alla crisi di sovrapopolamento. I piani per produrre ormoni sessuali erano già a buon punto e vennero iniziati i test clinici richiesti.
Il premio Nobel Frederick Robbins espresse l'opinione prevalente di quel periodo quando si rivolse ad una riunione della American Association of Medical Colleges dicendo: “I pericoli del sovrapopolamento sono così grandi che potremmo essere costretti ad usare certe tecniche di controllo delle nascite che possono portare rischi considerevoli alle singole donne”.
Uno studio recente dell'Ufficio dell'Ispettore Generale del Department of Health and Human Services statunitense ha rivelato che più del 70 per cento delle informazioni ai medici sui contraccettivi orali sono “fuorvianti o poco esatte”, facendo dei contraccettivi la categoria di medicine prescritte più ingannevolmente pubblicizzata", con gli antibiotici al secondo posto.(3)"
digilander.libero.it/genfraglo/Immagini/...lacontraccettiva.htm

Ora analizzando quanto dell'articolo sotto è facilissimo capire questo INGANNO.
A riprova che questi prodotti CHIMICI tanto ricercati NON POSSONO E NON POTRANNO MAI essere utili allo scopo di guarire il cancro, se mai servono a produrlo.
La riprova? semplicissima. Personalmente sono stato GENERATO ne liquido seminale maschile di TUTTI i maschi animali al mondo chiamato SPERMA, che contiene gli STESSI "ALIMENTI ESSENZIALI" che contiene il GERME di TUTTI i semi vegetali al mondo di cui si dice GERM....OGLIANO.
digilander.libero.it/anna945/Immagini/germegranosperma.htm

Allora da entrambi: SPERMA e GERME, NASCE LA VITA ma sicuramente NON NEI LABORATORI CHIMICI.
Comprensibile, vero?

Quindi e dato che ognuno di noi ad una certa età, deve tirare un bilancio onde rendersi conto di quanto sia stato proficuo il suo comportamento riguardo all'investimento fatto per la SALUTE FUTURA, quindi quale migliore periodo se non quello della fine dell'anno come per le aziende?
Ora per poter tirare quelle giuste conclusione però si devono avere a portata di mano anche le eventuali modifiche da apportare onde ottenere un comportamento migliore nel prossimo futuro.
Fin'ora siamo stati portati a credere che affidandoci al proprio medico di base, in caso di necessità, ci saremmo mantenuti UNA SALUTE OTTIMA, come è per ogni altro essere vivente al mondo che non si reca dal suo simile per la SALUTE, ma sarà proprio giusto fare così?
Affidandoci al nostro medico o al sistema sanitario, dobbiamo obbligatoriamente anche avere fiducia nei FARMACI.
Sapendo però che ormai sono passati molti anni di gestione del sistema sanitario e del nostro medico e quindi è ora che si tirino quelle indispensabili conclusioni, come detto sopra.
Questo lo propongo perchè sentendo diversi miei giovani amici, sui 40 anni, sono venuto a sapere che molti di loro hanno la tiroide di Hashimoto ed ingoiano giornalmente EUTIROX (ha un certo "principio attivo", Eutirox - Foglio Illustrativo Principi attivi: Levotiroxina (Levotiroxina sodica)) da ingoiare PER TUTTA LA VITA.
Ma non pare strana questa cosa?
E che ne dite del COUMADIN (ha un altro certo "principio attivo") , proposto a qualsiasi età e PER TUTTA LA VITA?
E la pastiglia della IPERTENSIONE, RAMIPRIL (o altro nome, che hanno un altro certo "principio attivo"), da ingoiare mezza o intera, ogni giorno PER TUTTA LA VITA.
Ma non basta e per il COLESTEROLO, ARMOLIPID plus 20 (o altro nome, che hanno un altro certo "principio attivo") per ogni giorno PER TUTTA LA VITA.
oppure di tutto il sistema per misurare la GLICEMIA GIORNO DOPO GIORNO.
Non vi pare un bollettino di guerra?
Insomma un SISTEMA CATASTROFICO per non dire altra parola più pesante.
Ora sappiamo che per agire sulle varie patologie sono necessari quei famosi e straconosciuti "principi attivi".
Alla fine sarà poi così giusto affidarci al sistema sanitario con questa prospettiva futura?
Vogliamo provare ad analizzare e vedere se è possibile vi sia un'altra via più appropriata alla nostra SALUTE?
Quindi di tutto quanto sopra, la cosa più importante da sapere è che se tu dici al tuo medico che hai dei dolori diffusi mentre già stai ingoiando una medicina per altra malattia da lui o da un suo collega consigliata, lui ti proporrà un esame del sangue onde conoscere i valori dei vari ed ormai tanto conosciuti COLESTEROLO, DIABETE, CELIACHIA ed allergie varie.
Quindi sulla ricetta scriverà per la ricerca nel sangue che ti dovrà essere prelevato a digiuno:
GLICEMIA, COLESTEROLO, CALCEMIA, FERRO, MAGNESIO, POTASSIEMIA, AZOTEMIA, CREATININA, SODIO, TRANSAMINASI GP (ALT), TRANSAMINASI GP (AST), D-DIMERO
dei quali nei risultati fatti dal Centro Analisi, si otterranno dei valori che se non sono nei parametri stabiliti ti metteranno un segno di evidenziazione che probabilmente hai già visto negli eventuali esami precedenti.
Ma questi sono esattamente quelli che fanno parte di quel liquido seminale maschile di TUTTI i maschi animali al mondo chiamato SPERMA e che sono la base della mia e della tua vita ma che ci sono TUTTI anche nel GERME cosidetto del grano, che in effetti è il GERME di ogni seme vegetale dai quali GERMOGLIA la pianta.
Leggilo sul link dove in parte trovi:
"A TOTALE GARANZIA della PROVA SCIENTIFICA di quanto è la mia ORIGINE descritta sopra, quale dubbio posso avere se questo è fatto da Madre Natura dall'inizio della vita?
E dato che sono venuto al mondo per la CONTINUAZIONE DELLA MIA SPECIE come progettato da Madre Natura all'inizio del mondo, come potrò trasmettere ai miei posteri quei prodotti CHIMICI tanto RICERCATI dalla medicina ed usati per la mia MANUTENZIONE sognando di guarire le mie malattie?
La RICERCA?
Bella parola, vero? basta questa per dare SPERANZA, ma speranza di cosa? quella per gli STUPIDI onde ritirare montagne di denaro?"
digilander.libero.it/genfranco2/Immagini/originidellavita.htm
Ed ancora altri se lo riterrà opportuno, ma a questo punto, tu innocentemente dovresti chiedergli di fare pure la ricerca del "principio attivo" (così viene chiamato l'agente del FARMACO che stai ingoiando, vero?).
A questo punto lui ti dirà sorridendo che non si può.
Allora tu dovresti chiedergli:
"scusi dottore, ma se non si può vuol dire che questo "principio attivo" NON DEVE ESSERE NEL MIO SANGUE, vero?
Ma se non deve essere nel mio sangue, cosa farà mai nel mio corpo? lei me lo sà dire e spiegare chiaramente?
Senza tenere conto delle descrizioni del foglio illustrativo allegato, che a volte sono diverse pagine di raccomandazioni e di avvertenze sulle controindicazioni che possono causare danni al mio corpo.
Come potrà mai farmi BENE?
E quindi come posso permettere che questi "PRINCIPI ATTIVI" entrino nel mio corpo?
E quali BENEFICI potranno mai apportare se non quello di riempire il mio corpo di VELENOSE TOSSINE? Ed cosa faranno mai gli "AROMI" o "AROMI NATURALI" o i CONSERVANTO o COLORANTI, anche lo CHIMICI, messi nei CIBI che ingoiamo ogni giorno o quelli che ci spalmiamo addosso o usiamo per le pulizie, sia personali che della casa, senza ricordare che questi entrano direttamente nel nostro sangue attraverso i PORI?
IL dottor William Osler, considerato il capostipite della medicina scrisse ai suoi tempi:
"Sotto trovi il detto del dottor Wiliam Osler, considerato il capostipite moderno della medicina attuale:
La persona che prende una medicina deve guarire 2 (due) volte:
deve guarire dalla malattia e
deve guarire dalla medicina
William Osler
digilander.libero.it/genfranco2/Immagini...liamoslerdottore.htm
e se vuoi la sua scritta clicca sul link
digilander.libero.it/genfranco2/Immagini...iamoslerdottorea.htm
e ti salverai la vita con L'ACIDO ASCORBICO di cui ti parla Abram Hoffer, Linus Pauling, Irwin Stone e gli altri SCIENZIATI del secolo scorso che trovi su questa pagina:.
digilander.libero.it/genfranco/Immagini/scienziati.htm
Intanto il dottor Abram Hoffer in una sua intervista dichiara:
"AWS: Le vitamine sono state accusate di essere in qualche modo realmente pericolose.
AH: Sono veramente impressionato della preoccupazione di alcuni scienziati rispetto a queste "pericolose" vitamine. Vorrei che fossero più preoccupati per quei pericolosi veleni chiamati farmaci. Ogni flacone di pillole dovrebbero avere una etichetta veleno con teschio e ossa, e "veleno" scritto a grandi lettere."
digilander.libero.it/genfranco1/Immagini/niacinaabramhoffer.htm
da questo link
digilander.libero.it/genfranco/Immagini/esamedelsangue.htm
Ho fatto ricerche di malattie guarite da qualche FARMACO, ma non ne ho trovate neanche una.
Ed ora ecco le prove delle malattie guarite con gli "ALIMENTI ESSENZIALI":
Ho fatto altrettante ricerche se vi fossero malattie guarite con degli "ALIMENTI ESSENZIALI" ottenendo questi risultati:
La prima e più importante malattia guarita con uno di questi è
lo SCORBUTO guarito dall' ACIDO ASCORBICO
la PELLAGRA guarita dalla VITAMINA B3 (NIACINA)
il BERI-BERI guarito dalla VITAMINA B1 (TIAMINA)
il RACHITISMO guarito dalla vitamina D (ORMONE)
la POLIOMIELITE guarita dal CLORURO DI MAGNESIO
la SCLEROSI MULTIPLA e le malattie AUTOIMMUNI dalla VITAMINA D cura del dottor Coimbra
la OSTEOPOROSI dalla VITAMINA D
la TUBERCOLOSI (TBC) dalla VITAMINA D
la ANEMIA PERNICIOSA guarita dalla VITAMINA B12 (COBALAMINA)
Un ricercatore dell’Istituto Lister di Medicina Preventiva di Londra stava sperimentando su dei ratti una dieta a base di chiara d’uovo cruda come fonte unica di proteine. Dopo qualche settimana i ratti diedero segni di squilibrio: comparvero dermatiti ed emorragie cutanee: gli animali perdevano il pelo, gli arti si paralizzavano, diminuivano di peso, e infine morivano.
guarita dalla BIOTINA del gruppo B.
digilander.libero.it/genfranca/Immagini/malattieguarite.htm
Queste sono solo alcune delle realtà che col tempo, e neanche troppo, scopriremo che ne saranno guarite molte altre.

Quindi abbiamo certezza che la direzione in cui stanno andando queste RICERCHE, di cui ne dubito fortemente che siano fatte, non potranno MAI FUNZIONARE, poichè come ho dimostrato sopra, NON vengono sperimentati quegli "ALIMENTI ESSENZIALI" in cui siamo stati GENERATI e che sono scritti nel nostro DNA, ma dei PRODOTTI CHIMICI inventati in laboratorio, come se un uomo (lui misero CHIMICO) fosse capace a dare la vita a qualcosa!".
Non solo, ma per prevenire e sconfiggere in cancro fin dalla sua apparizione, quindi FARE PREVENZIONE, è INDISPENSABILE che vengano eliminati dal commercio ogni PRODOTTO CHIMICO, MEDICINALI compresi e le DROGHE, specialmente quelle legalizzate.
Ma fare questo a chi conviene?
Il giro di affari impostato in quanto senso è veramente grande.
Quindi tocca al consumatore capire la FALSITA' di queste RICERCHE e che i prodotti suddetti possono solo causare TUTTE le malattie conosciute e sconosciute che si scoprono ogni giorno.

Ti sei mai chiesto perché, nonostante i miliardi di dollari spesi per la ricerca sul cancro nel corso di molti decenni e la promessa di una cura costante, che è da sempre “dietro l’angolo”, il cancro continua ad aumentare e a fare vittime? «Tutti dovrebbero sapere che la ricerca sul cancro è in gran parte una frode, e che le principali organizzazioni di ricerca sul cancro sono abbandonate nei loro doveri alle persone che le sostengono». Lo afferma Linus Carl Pauling, ricercatore e vincitore del Premio Nobel per la Chimica nel 1954 e per la Pace nel 1962. E’ considerato un genio del XX secolo che ha posto le basi per la chimica quantistica, la biologia molecolare e la medicina ortomolecolare. La ricerca sul cancro? E’ stata un fallimento. Afferma la dottoressa Marcia Angell, medico e direttore della rivista “New England Medical Journal” (Nemj), considerata una delle più prestigiose riviste mediche peer-reviewed di tutto il mondo: «Semplicemente non è più possibile credere a gran parte della ricerca clinica che viene pubblicata, o fare affidamento sul giudizio dei medici di fiducia o delle linee-guida mediche autorevoli. Non ho alcun piacere nel giungere a questa conclusione, che ho maturato lentamente e con riluttanza durante i miei due decenni come direttore della rivista medica».

Il dottor John Bailer, che ha trascorso 20 anni nello staff del National Cancer Institute ed è anche un ex redattore della sua rivista, ha dichiarato pubblicamente in una riunione dell’American Association for the Advancement of Science: «La mia Linus Pauling, due volte Premio Nobelvalutazione complessiva è che il programma nazionale sul cancro deve essere giudicato un fallimento qualificato. La nostra ricerca sul cancro degli ultimi 20 anni è stata un totale fallimento. Oggi sempre più persone dai 30 anni in su muoiono di cancro, molto più che in passato. Ci sembra che i nostri pazienti vivano di più con la malattia ma la verità è che la diagnostichiamo prima. Molte persone con malattie lievi o benigne vengono incluse nelle statistiche e riportate come ‘guarite’ dal cancro grazie alla medicina. Quando i funzionari del governo indicano i dati di sopravvivenza e dicono che stanno vincendo la guerra contro il cancro, in verità stanno utilizzando i tassi di sopravvivenza in modo improprio».

Un altro punto da sottolineare è che la maggior parte del denaro donato alla ricerca sul cancro è speso per la sperimentazione sugli animali, che da molti è stata considerata del tutto inutile. Ad esempio, nel 1981 il dottor Irwin Bross, l’ex direttore del Sloan-Kettering Cancer Research Institute (il più grande istituto di ricerca sul cancro di tutto il mondo), ha dichiarato: «L’inutilità della maggior parte degli studi su modelli animali non è molto conosciuta. Ad esempio, la scoperta di agenti chemioterapici per il trattamento del cancro umano è stata ampiamente considerata un trionfo grazie alla sperimentazione sugli animali. Ci sono pochissime evidenze che potrebbero sostenere tali affermazioni». Un’altra citazione che si riferisce a come la medicina sia diventata industria farmaceutica è stata fatta dal dottor Dean Burk, biochimico americano del National Dean BurkCancer Institute: «Quando hai il potere non devi dire la verità. Questa è una regola che è stata tramandata in questo mondo da generazioni. E ci sono moltissime persone che non dicono la verità quando sono al potere in posizioni amministrative».

Burk ha anche affermato che «il fluoro provoca più decessi per il cancro rispetto a qualsiasi altro prodotto chimico: è una delle conclusioni scientifiche ed evidenze biologiche a cui sono arrivato nei miei 50 anni nel campo della ricerca sul cancro». Nell’edizione del 15 aprile 2015 della rivista medica “Lancet”, il caporedattore Richard Horton ha dichiarato: «Il caso contro la scienza è molto semplice: gran parte della letteratura scientifica, forse la metà, può essere dichiarata semplicemente falsa. La scienza ha preso una direzione verso le tenebre». Nel 2005, il dottor John P.A. Ioannidis, professore presso la Stanford University, ha pubblicato un articolo sulla “Public Library of Science” (Plos) intitolato “Perché i risultati pubblicati sulla ricerca sono falsi”, dove ha dichiarato: «C’è sempre più preoccupazione che i risultati pubblicati dalle più recenti ricerche siano falsi». Nel 2009, il centro anticancro dell’Università del Michigan ha pubblicato un’analisi dove ha rivelato che gli studi sul cancro sono falsi a causa di conflitti di interesse. Hanno dichiarato che i risultati prodotti erano la conseguenza di ciò che avrebbe funzionato meglio per le aziende farmaceutiche.

Ci sono molte informazioni disponibili provenienti da persone direttamente coinvolte nella ricerca sul cancro. Non solo l’informazione della tv è manipolata, ma la nostra società è diventata un grande conflitto di interessi e le grandi multinazionali vogliono sempre più profitto a scapito della nostra salute e dell’ambiente. La verità è che, secondo l’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro, «l’80-90 per cento dei casi di cancro sono determinati dall’ambiente e quindi teoricamente evitabili». Le cause ambientali del cancro includono la qualità dell’aria che respiriamo, l’acqua che beviamo, pesticidi, erbicidi, ormoni ed John Ioannidisantibiotici presenti nel cibo del supermercato, le radiazioni elettromagnetiche a cui siamo quotidianamente esposti e anche l’inquinamento luminoso che danneggia le nostre ghiandole.

Inoltre fin da piccoli siamo sottoposti a vaccini e medicinali che danneggiano il nostro sistema immunitario e che si accumulano a vita producendo molti disturbi. Vanno infine inclusi anche i traumi emotivi come dimostra la psicosomatica e la nuova medicina germanica. Ma purtroppo, come ha espresso il dottor Hans Ruesch: «Nonostante il riconoscimento generale che l’85% di tutti i tumori è causato da fattori ambientali, meno del 10% del bilancio del National Cancer Institute è affidato alla ricerca sulle cause ambientali. E nonostante il riconoscimento che la maggior parte delle cause ambientali sono legate alla nutrizione, meno dell’1% del bilancio National Cancer Institute è dedicato agli studi sulla nutrizione». Questo è principalmente il motivo per cui così tante persone si stanno interessando e dirigendo verso trattamenti alternativi e naturali che non vengono approvati dalle case farmaceutiche che controllano la medicina moderna. Come ha detto Pauling riguardo al perché non viene comunicato alle persone quanto la vitamina C possa essere utile per prevenire il cancro: «La mancanza d’interesse delle multinazionali risiede nel fatto che la vitamina C è una sostanza naturale che è disponibile a bassi costi e che non può essere brevettata».

(“Medici rivelano: le ricerche sono false, il cancro è una frode”, da “DioniDream” del 30 dicembre 2015).
digilander.libero.it/genfranco5/Immagini/cancroricercafalsa.htm

ciaooo Franco Genre
.
.

Di più
12/05/2016 21:06 #4313 da genfranco
Dato i momenti dedicati alla DEMONIZZAZIONE della CARNE ci si può aspettare di TUTTO pur di incutere TERRORE. Ma ammettendo che questo sia vero, MI CHIEDO : "DOVE STANNO CHI DI QUESTO PROBLEMA SI DEVE INTERESSARE?" Non credo che i veterinari, così dediti al loro dovere ed alla salute pubblica, permettano queste ignominie.

Non posso e non voglio crederlo, perchè sono certo che la legge italiana esiste ed anche le regole. Invece capisco che alle industrie ALIMENTARI sia molto più importante fornire come CIBO NATURALE gli scaffali dei negozi i quali come sappiamo contengono quei VELENI CHIMICI chiamati "AROMI" o "AROMI NATURALI".

"""Svelato il segreto più gelosamente custodito dalle multinazionali alimentari
Tutte le aziende alimentari custodiscono gelosamente UN PICCOLO SPORCO SEGRETO e oggi voglio rivelartelo mettendo a nudo tutta la questione!
Molte persone parlano degli additivi chimici utilizzati come ingredienti, questo però non è il solo problema: le aziende alimentari inseriscono qualcos'altro negli alimenti, qualcosa che sfugge alle regolamentazioni qualcosa di DAVVERO MESCHINO.
Il problema principale di ogni azienda alimentare è vendere di più spendendo di meno.
Per far ciò le aziende nell'ultimo secolo si sono sempre più modernizzate, implementando sistemi di produzione ad alta resa e bassa spesa.
Questi sistemi di produzione sono stati applicati all'agricoltura, agli allevamenti e tutta la produzione successiva.
Procedimenti altamente tecnologici producono enormi quantità di cibo in pochissimo tempo.
Tutto ciò però ha contribuito a far crescere un problema: il cibo industriale NON E' SAPORITO, PERDE TUTTO IL SUO SAPORE NATURALE le diverse fasi di lavorazione: la lavorazione è diventata iper-tecnologica, ma LA VERDURA, LA FRUTTA, LA CARNE, IL LATTE. I LATTICINI e le materie prime non sono risultate adatte per essere sottoposte a questo tipo di stress meccanico e chimico, risultato il cibo che esce dalla filiera ad alta tecnologia non ha più sapore, è cattivo, e nessun uomo lo accoglierebbe come cibo in quello stato.
Ma un momento! Il cibo che troviamo al supermercato è gustoso, pieno di sapore, eppure proviene da procedimenti industriali: come è possibile tutto ciò?
La risposta è semplice:
CHIMICA!
Questo è il segreto delle aziende alimentari, tutto il sapore dei loro cibi proviene da quell'unica piccola parolina sul fondo della lista degli ingredienti:
“AROMI”.
Dietro a questa semplice e onnipresente scritta si può celare di tutto.
E non farti ingannare dal termine “Aromi naturali”: la differenza con il semplice termine
“Aromi” è davvero minima e di naturale c'è ben poco (potremmo dire niente!).
Gli aromi costituiscono un mercato fiorente gestito da poche compagnie di punta in tutto il
mondo.
Si parla addirittura di servizi segreti del cibo.
I servigi di queste aziende produttrici di inganni, (Aromi), sono rilasciati sotto stretto riserbo, non sia mai che l'opinione pubblica venga a conoscenza che lo yogurt alla fragola presente in tutti i supermercati contiene:
amil-acetato, amil-butirato, amil-valerato, anetolo, anisil-formato, benzil-acetato, benzile-isobutirato, acido butirrico, cinnamil-isobutirato, cinnamil-valerato, olio essenziale di cognac, díacetíle, dipropil-chetone, etil-acetato, etil-amilchetone, etil-butirato, etil-cinnamato, etil-eptanoato, etil-eptilato, etil-Iactato, etil-metilfenilglucidato, etil-nitrato, etil-propionato, etil-valerato, eliotropina, idrossifreniP2-butanone (soluzione al dieci percento in alcol), alfa-ionone, isobutil-antranilato, isobutil-butirato, olio essenziale di limone, maltolo, 4metilacetofenone, metil-antranilato, metil-benzoato, metil-cinnamato, carbonato di metil-eptina, metil-naftil_chetone, metilsalicìlato, olio essenziale di menta, olio essenziale dì neroli, nerolina, neril-isobutirato, burro di giaggiolo, alcol fenetilico, etere di rum, gamma-undecalactone, vanillina e solvente.
Tutto questo elenco di ingredienti dietro la piccola scritta “Aromi”
Fra questi ingredienti troviamo un estere (anisil-formato) dell'acido formico, nonché esteri
(metil-antranilato, metil-benzoato, metil-cinnamato) dell'alcole metilico: nel corpo gli esteri in genere vengono "smontati" (non al 100%), ossia nel caso specifico si liberano appunto, a seconda della sostanza, alcole metilico ed acido formico che sono entrambi assai velenosi!
Senza gli aromi il cibo industriale risulterebbe pessimo e quindi invendibile.
Gli aromi sono un inganno colossale che ogni giorno ci portiamo a casa sulle nostre tavole. Esistono migliaia di aromi e nessuno sa che tipo di interazioni possono verificarsi all'interno del corpo umano:non esistono studi in tal senso, questo per due motivi:
1. Sarebbero davvero molto lunghi e costosi.
2. Le multinazionali alimentari non ne vogliono sapere di uno studio di questo tipo, un'eventuale bocciatura senza appello degli aromi farebbe crollare l'intera industria.
Buona parte del cibo che ti porti a casa ogni giorno contiene un inganno e mina la tua salute in modo che nemmeno immagini.
ebookdautore.it/inganno-nel-cibo """
digilander.libero.it/genfranca/Immagini/aromia.htm

...e non solo, ma da un FAGIOLO, "LA SOIA" trasformata CHIMICAMENTE e di cui con gli "AROMI" o "AROMI NATURALI" tra gli ingredienti, ne fanno CARNE, LATTE, FORMAGGI, YOGURTH, e quant'altro da far ingoiare ai VEGETARIANI acquisiti, TERRORIZZANDOLI con video come questo.

Senza informarli che evitando questi CIBI NATURALI diventano CARENTI di vitamina B12, quindi andando verso la malattia CERTA e che i kg che perdono alimentandosi in questo modo è perchè diventano malati di ANEMIA PERNICIOSA che alla lunga porta al TUMORE.
Quindi mi permetto di consigliare di fare bene attenzione con chi si ha a che fare. IL MONDO E' FALSO CHE INDIVIDUARLO NON E' FACILE, MA ESSERE SOSPETTOSI DEVE ESSERE UNA REGOLA.

Anche perchè se fosse vero quanto dichiara l'articolo coadiuvandosi con quel video, di polli se ne vendono talmente tanti che dovrebbe esserci una fila di malati della stessa malattia, ma questo NON MI RISULTA. Tumori esclusi, ma di questi siamo certi che la causa sono i PRODOTTI CHIMICI chiamati "AROMI" o "AROMI NATURALI".

Senza contare poi che dato che la carne dei polli è come la nostra se quanto dichiarato da questo articolo fosse veramente NOCIVO per noi, prima sarebbe nocivo per loro UCCIDENDOLI. Quindi non potrebbero finire sulle nostre tavole.
QUINDI E' UN FALSO ED UNA BELLA BUFALA a vantaggio delle industrie alimentari della SOIA coi suoi "AROMI".

"""Si riaffaccia il grave rischio per la salute pubblica a causa degli alti livelli di antibiotici nel pollo.

Riflettori nuovamente puntati sui polli: a quanto riferirebbe un recente report del ministero della Salute, le carni di pollo presenterebbero livelli molto alti di antibiotico-resistenza.

La grave minaccia per la salute pubblica arriva dalla stessa relazione che già dai contenuti della sua anticipazione nello scorso novembre aveva fatto decidere la Federazione nazionale degli Ordini veterinari italiani (Fnovi) a parlare di “situazione alquanto allarmante”.

IN ALTO IL VIDEO SHOCK DEGLI ALLEVAMENTI ITALIANI

Dai risultati degli accertamenti condotti su alcuni campioni prelevati da diversi allevamenti nazionali, mostrano che quasi il 13% è risultato positivo alla presenza di Salmonella; il 73% al Campylobacter; il 95,4%all’Escherichia coli e l’81,33% all’E.coli.

Un problema che trova spiegazione nella dura realtà che nascondono gli allevamenti intensivi di polli (fino a 20 animali per mq), come sottolinea l’associazione no profit che si occupa del benessere degli animali negli allevamenti: “L’uso eccessivo di antibiotici negli allevamenti di polli è necessario perché le difese immunitarie degli animali sono estremamente ridotte dalla selezione genetica e dalle condizioni di allevamento, tra cui le altissime densità – dichiara Annamaria Pisapia, direttrice di CIWF Italia Onlus -. Il miglioramento delle condizioni ambientali da solo non basta a risolvere questo problema: solo lavorando anche sugli aspetti di selezione delle razze e sulla riduzione delle densità sarà possibile ridurre l’uso di antibiotici e tenere sotto controllo il fenomeno dell’antibiotico-resistenza, che attualmente rappresenta una vera e propria minaccia per la salute pubblica”."""
digilander.libero.it/genfranca/Immagini/polliantibiotici.htm

ciaooo Franco Genre
.
.

Di più
15/05/2016 09:18 #4347 da genfranco
Ciao,come sappiamo la vitamina K è importante per la vitamina D, quindi ingoiarne insieme aiuta sicuramente il connubio.
Però abbiamo notizia che con la vitamina D3 per le ossa è necessaria anche la vitamina K2.
Che se ne sia carenti non lo ritengo vero, in quanto il nostro corpo negli intestini, grazie a 3 (tre) componenti se la AUTOPRODUCE, usando i batteri ESCHERICHIA COLI, che in questo intestino ci vivono in simbiosi, l'ACIDO ASCORBICO ed il LATTOSIO.
"Per vitamina K s’intende una serie di composti che derivano dal 2-metil-1,4-naftochinone. Il nome di vitamina K deriva dal nome Koagulation vitamin con cui fu nominato uno di questi fattori allorché venne identificato nel 1935 da Henrik Carl Peter Dam. Negli anni successivi tale composto risultò essenziale nel mantenere i livelli di alcuni fattori della coagulazione e vennero identificati altri derivati dotati della stessa azione biologica. Nel 1974 venne scoperto il meccanismo di funzionamento della vitamina K.
Struttura del fillochinone (K1)
Struttura dei menachinoni (K2)
Struttura del menadione (K3)
Forme
Le vitamine K vengono suddivise in tre gruppi:
Vitamina K1 o fillochinone (2-metil-3-fitil-1,4-naftochinone) di origine vegetale e che costituisce la forma più presente nella dieta,
Vitamina K2 o menachinoni di origine batterica (sintetizzata dai batteri simbionti normalmente presenti nella flora intestinale umana, come quelli appartenenti al genere Escherichia (come E. coli); i menachinoni differiscono per il numero di unità isopreniche che si trovano nella catena laterale),
Vitamina K3 o menadione, liposolubile, di origine sintetica ed il suo derivato bisolfitico, idrosolubile.
Le diverse forme della vitamina K vengono assorbite in tratti differenti dell'intestino."
digilander.libero.it/genfranca/Immagini/vitaminakwiki.htm

Avendo trovato dei cibi che contengono questa vitamina K ne dò comunicazione affinche si possa provvedere

Alimenti che contengono Vitamina K
Elenco degli alimenti che contengono Vitamina K, dal più ricco al meno ricco.
Il contenuto di Vitamina K si riferisce a 100 g di parte edibile di ogni alimento.
Alimento Categoria Vitamina K % RDA
Basilico essiccato Aromi e spezie 1714,5 µg 2449,29 %
Salvia Aromi e spezie 1714,5 µg 2449,29 %
Timo Aromi e spezie 1714,5 µg 2449,29 %
Prezzemolo Verdura 1640 µg 2342,86 %
Coriandolo ess.(foglie) Aromi e spezie 1359,5 µg 1942,14 %
Prezzemolo essiccato Aromi e spezie 1359,5 µg 1942,14 %
continua........
digilander.libero.it/genfranco5/Immagini/vitaminakbasilico.htm

ciaooo Franco Genre
.
.

Di più
17/05/2016 14:56 #4386 da genfranco
digilander.libero.it/genfranco5/Immagini/danoneoikos.htm

Danone OIKOS
"Danone presenta Oikos non è una novità, lo yogurt è già presente sui mercati esteri, in Italia è il terzo tentativo di Danone d'entrare nelle scelte dei consumatori con uno yogurt colato, non uno yogurt greco ma uno yogurt alla greca, la differenza sembra sottile ma non lo è, non ha niente a che vedere con la nazionalità ma con la lavorazione.
---
Ho voluto confrontate Danio alla fragola yogurt colato prima versione e Danone Oikos alla fragola, il gusto sembra identico, la tabella nutrizionale anche, qualche novità nelle dizione ingredienti, è scomparsa la preparazione alla frutta, qualche addensante sostituito, un elenco più semplice, sono scomparsi gli E con il numero sostituendoli con il loro nome. Anche se la dizione preparazione alla frutta è scomparsa, questa rimane sul fondo, come a differenziare lo yogurt e la frutta."
papillevagabonde.blogspot.it/2016/05/oik...-lo-yogurt-alla.html

Devo SOTTOLINEARE lo scritto: "sono scomparsi gli E con il numero sostituendoli con il loro nome." UN CHIARO IMBROGLIO, poichè le persone negli ingredienti cercano i CONSERVATI ed i COLORANTI con le sigle E.... che quindi col loro nome non si riconoscono.

Ed ancora altri se lo riterrà opportuno, ma a questo punto, tu innocentemente dovresti chiedergli di fare pure la ricerca del "principio attivo" (così viene chiamato l'agente del FARMACO che stai ingoiando, vero?).
A questo punto lui ti dirà sorridendo che non si può.
Allora tu dovresti chiedergli:
"scusi dottore, ma se non si può vuol dire che questo "principio attivo" NON DEVE ESSERE NEL MIO SANGUE, vero?
Ma se non deve essere nel mio sangue, cosa farà mai nel mio corpo? lei me lo sà dire e spiegare chiaramente?"
digilander.libero.it/genfranco/Immagini/esamedelsangue.htm
Da questa pagina l'aspartame:
digilander.libero.it/genfranco1/Immagini/aspartame.htm

Ecco i prodotti pubblicizzati:
digilander.libero.it/genfranco5/Immagini...imeldanacolaromi.htm

Ed ora ecco le bibite, ma non della coca-cola poichè gli ingredienti sono segreti. Certo, perchè se si conoscessero non la si berrebbe MAI.
TUTTI gli esseri viventi bevono SOLO ACQUA ed anche dalle paludi, senza alcun danno:
digilander.libero.it/genfranco5/Immagini/aabibitearomi.htm

Ecco i prodotti Ferrero
digilander.libero.it/genfranco5/Immagini/aaferrero.htm

Non dimentichiamoci della COCA-COLA, veleno puro per grandi e piccini
digilander.libero.it/genfranco5/Immagini/aacocacola.htm
Ecco i prodotti per i BAMBINI su questa pagina
digilander.libero.it/genfranco5/Immagini/aabambiniaromi.htm
Vogliamo ora fare insieme una panoramica di quanto Berrino chiama con una parola forte: "MERDA"?
Parla in primis del prodotto largamente usato per produrre CIBO per la nostra specie, ma che è diventato anche il più nocivo, che è la FARINA BIANCA 00, di cui auspica che non venga più usata almeno per i bambini, ma che personalmente mi chiedo perchè dovrebbero ingoiarla gli adulti? E' perchè questi adulti non hanno il diritto di VIVERE IN SALUTE?
digilander.libero.it/genfranco5/Immagini...mipanoramicaberr.htm

Fragola
11,9 g di proteine e 0% grassi
Denominazione di vendita: Yogurt colato con frutta in pezzi
Ingredienti: Latte scremato, fragole 10 %, zucchero, addensanti: amido modificato, carragenina, gomma di guar; succo concentrato di carota, succo di limone concentrato, correttore di acidità: citrato di sodio; aromi, fermenti lattici.
Senza glutine, senza coloranti artificiali e senza conservanti.
Noi sappiamo però che gli "AROMI" sono PRODOTTI CHIMICI che nel nostro sangue non ci devono stare, come non ci devono stare alcun prodotto che non sia NATURALE, ecco che in merito la pagina recita:

Svelato il segreto più gelosamente custodito dalle multinazionali alimentari
Tutte le aziende alimentari custodiscono gelosamente UN PICCOLO SPORCO SEGRETO e oggi voglio rivelartelo mettendo a nudo tutta la questione!
Molte persone parlano degli additivi chimici utilizzati come ingredienti, questo però non è il solo problema: le aziende alimentari inseriscono qualcos'altro negli alimenti, qualcosa che sfugge alle regolamentazioni qualcosa di DAVVERO MESCHINO.
Il problema principale di ogni azienda alimentare è vendere di più spendendo di meno.
Per far ciò le aziende nell'ultimo secolo si sono sempre più modernizzate, implementando sistemi di produzione ad alta resa e bassa spesa.
Questi sistemi di produzione sono stati applicati all'agricoltura, agli allevamenti e tutta la produzione successiva.
Procedimenti altamente tecnologici producono enormi quantità di cibo in pochissimo tempo.
Tutto ciò però ha contribuito a far crescere un problema: il cibo industriale NON E' SAPORITO, PERDE TUTTO IL SUO SAPORE NATURALE le diverse fasi di lavorazione: la lavorazione è diventata iper-tecnologica, ma LA VERDURA, LA FRUTTA, LA CARNE, IL LATTE. I LATTICINI e le materie prime non sono risultate adatte per essere sottoposte a questo tipo di stress meccanico e chimico, risultato il cibo che esce dalla filiera ad alta tecnologia non ha più sapore, è cattivo, e nessun uomo lo accoglierebbe come cibo in quello stato.
Ma un momento! Il cibo che troviamo al supermercato è gustoso, pieno di sapore, eppure proviene da procedimenti industriali: come è possibile tutto ciò?
La risposta è semplice:
CHIMICA!
Questo è il segreto delle aziende alimentari, tutto il sapore dei loro cibi proviene da quell'unica piccola parolina sul fondo della lista degli ingredienti:
“AROMI”.
Dietro a questa semplice e onnipresente scritta si può celare di tutto.
E non farti ingannare dal termine “Aromi naturali”: la differenza con il semplice termine
“Aromi” è davvero minima e di naturale c'è ben poco (potremmo dire niente!).
Gli aromi costituiscono un mercato fiorente gestito da poche compagnie di punta in tutto il
mondo.
Si parla addirittura di servizi segreti del cibo.
I servigi di queste aziende produttrici di inganni, (Aromi), sono rilasciati sotto stretto riserbo, non sia mai che l'opinione pubblica venga a conoscenza che lo yogurt alla fragola presente in tutti i supermercati contiene:
amil-acetato, amil-butirato, amil-valerato, anetolo, anisil-formato, benzil-acetato, benzile-isobutirato, acido butirrico, cinnamil-isobutirato, cinnamil-valerato, olio essenziale di cognac, díacetíle, dipropil-chetone, etil-acetato, etil-amilchetone, etil-butirato, etil-cinnamato, etil-eptanoato, etil-eptilato, etil-Iactato, etil-metilfenilglucidato, etil-nitrato, etil-propionato, etil-valerato, eliotropina, idrossifreniP2-butanone (soluzione al dieci percento in alcol), alfa-ionone, isobutil-antranilato, isobutil-butirato, olio essenziale di limone, maltolo, 4metilacetofenone, metil-antranilato, metil-benzoato, metil-cinnamato, carbonato di metil-eptina, metil-naftil_chetone, metilsalicìlato, olio essenziale di menta, olio essenziale dì neroli, nerolina, neril-isobutirato, burro di giaggiolo, alcol fenetilico, etere di rum, gamma-undecalactone, vanillina e solvente.
Tutto questo elenco di ingredienti dietro la piccola scritta “Aromi”
Fra questi ingredienti troviamo un estere (anisil-formato) dell'acido formico, nonché esteri
(metil-antranilato, metil-benzoato, metil-cinnamato) dell'alcole metilico: nel corpo gli esteri in genere vengono "smontati" (non al 100%), ossia nel caso specifico si liberano appunto, a seconda della sostanza, alcole metilico ed acido formico che sono entrambi assai velenosi!
Senza gli aromi il cibo industriale risulterebbe pessimo e quindi invendibile.
Gli aromi sono un inganno colossale che ogni giorno ci portiamo a casa sulle nostre tavole. Esistono migliaia di aromi e nessuno sa che tipo di interazioni possono verificarsi all'interno del corpo umano:non esistono studi in tal senso, questo per due motivi:
1. Sarebbero davvero molto lunghi e costosi.
2. Le multinazionali alimentari non ne vogliono sapere di uno studio di questo tipo, un'eventuale bocciatura senza appello degli aromi farebbe crollare l'intera industria.
Buona parte del cibo che ti porti a casa ogni giorno contiene un inganno e mina la tua salute in modo che nemmeno immagini."
ebookdautore.it/inganno-nel-cibo
da questa pagina
digilander.libero.it/genfranca/Immagini/aromia.htm

ECCO GIUSTIFICATO IL CANCRO.
Ormai tutti sappiamo che anche i cani ed i gatti muoiono di tumore come l'Homo Sapiens, vero?
Abbiamo anche certezza che essi sono animali carnivori.
Orbene le industrie alimentari alla macellazione dividono questa carne in PRIMA SCELTA destinata all'Homo Sapiens, e la SECONDA SCELTA destinata a loro.
Questa SECONDA SCELTA però non ha le cure della PRIMA SCELTA ed a volte marcisce nei contenitori all'aperto e sotto il sole. Questo è comprensibile vero?
"Nutrire gli animali d'affezione - Cosa contengono i cibi per animali
Tranci di polli sani e ben pasciuti, tagli scelti di bovino e cereali freschi sono tutto ciò che serve per l'alimentazione completa e bilanciata di cani e gatti. Questo è quanto affermano i produttori di pet food tramite i media. Questo è ciò che le loro industrie (11 miliardi di dollari di fatturato) vogliono far credere ai consumatori. Questo rapporto esplora le differenze tra ciò che questi ultimi credono di acquistare e cosa realmente comprano. Ci siamo focalizzati sulle marche più note, quelle distribuite nei supermercati e nei discount, ma converrà ricordare che anche molte altre marche "rispettabili" producono prodotti simili a quelli qui descritti. Ciò che sembra sfuggire alla maggior parte dei consumatori, è che l'industria dei pet food rappresenta un'estensione delle industrie di alimenti destinati al consumo umano. Il settore pet food apre un mercato per gli scarti della macellazione, per i cereali considerati "non adatti all'alimentazione umana" e per altri prodotti di scarto che non potrebbero altrimenti garantire profitti. Per "scarti" bisogna intendere intestini, mammelle, esofagi e, probabilmente, le parti malate o cancerose degli animali macellati.
...poi invece
Ingredienti
Il prezzo non sempre ne garantisce la bontà, ma spesso costituisce un buon indicatore della qualità dei pet food: utilizzare proteine di qualità e grano di prima scelta sarebbe ovviamente impossibile, per aziende che vendono cibo per cani a 1 euro al chilo, dato che il costo di ingredienti di buona qualità risulterebbe molto maggiore del ricavato. Le proteine utilizzate nei pet food possono provenire da diverse fonti. Quando bovini, suini, polli, ovini ed altri animali vengono macellati, i tagli scelti vengono separati dalla carcassa e destinati ad uso umano, mentre circa il 50% viene impiegato diversamente. Nella produzione dei pet food, viene usato tutto ciò che rimane della carcassa: ossa, sangue, intestini, tendini, legamenti e tutte le altre parti non consumate dagli umani. Sulle etichette, queste parti vengono descritte sottoprodotti. L'etichettatura è ambigua, perché indica gli ingredienti ma non definisce i prodotti elencati. Negli Stati Uniti, l'associazione di categoria dei produttori di pet food riconosce che l'uso di sottoprodotti rappresenta un introito addizionale sia per l'industria della macellazione che per gli allevatori: "La crescita dell'industria del pet food non solo fornisce ai proprietari di animali domestici un cibo migliore per i propri animali, ma apre altri mercati per le industrie che preparano il cibo per il consumo umano".
...e continua
Farine di carne, sottoprodotti ed ossa sono ingredienti comuni nei pet food. Il termine farina significa che questi prodotti non vengono utilizzati freschi: sono riciclati. In cosa consiste il riciclaggio? Stando al dizionario, "il riciclaggio è un processo di tipo industriale: riciclare carcasse di bestiame per estrarne olio dal grasso tramite fusione". La zuppa di pollo fatta in casa, con lo spesso strato di grasso che si forma sulla superficie quando viene cotta, è una sorta di mini-processo di riciclaggio. Il riciclaggio separa il grasso dai materiali idrosolubili e solidi, uccidendo i batteri. Purtroppo, può alterare o distruggere anche gli enzimi e le proteine che si trovano nella "materia prima".
Quali possono essere le conseguenze per cani e gatti alimentati con questi prodotti? Alcuni veterinari sostengono che gli scarti della macellazione aumentano il rischio di cancro e di altre malattie degenerative. I metodi di cottura usati nella produzione di pet food, come il riciclaggio e l'estrusione (pressione a caldo usata per "espandere" il cibo secco, trasformandolo in crocchette)."
digilander.libero.it/genfranco1/Immagini/cibocanibene.htm
L'articolo purtroppo però NON TIENE CONTO degli "AROMI" o "AROMI NATURALI" poichè disinformato.
Determinato che questi cibi alla fine della preparazione hanno sicuramente un gusto TERRIBILE per cui i cani ed i gatti, dotati di un gusto infallibile NON MANGEREBBERO MAI questo cibo SPAZZATURA.
Ecco che allora a queste industrie vene in aiuto la CHIMICA con questi
AROMI
CONCLUSIONE TUTTI I PRODOTTI CHIMICI DI QUALSIASI NATURA ESSI SIANO, FARMACI, "AROMI" o "AROMI NATURALI", PRODOTTI PER LA PULIZIA DELLA CASA O DELLA PERSONA O DI QUALSIASI ALTRA NATURA, DEVONO STARE LONTANO DA ME.
digilander.libero.it/genfranco5/Immagini/danoneoikos.htm

ciaooo Franco Genre
.
.

Di più
19/05/2016 18:18 #4430 da genfranco
CREME SOLARI: VITAMINA A ,RETINILE PALMITATO CANCEROGENO,TOSSICO
Uno studio condotto da scienziati del governo degli Stati Uniti suggerisce che retinile palmitato, una forma di vitamina A, può accelerare lo sviluppo di tumori della pelle e lesioni quando applicato sulla pelle, in presenza della luce solare (NTP 2012). I funzionari in Germania e Norvegia hanno ammonito che retinile palmitato e altri ingredienti di vitamina A nei prodotti cosmetici potrebbero contribuire alla vitamina A tossicità a causa di un'eccessiva esposizione (tedesco BfR 2014, norvegese 2012a SCFS).

Oggi 30/04/2011 prima che tu legga delle CREME VARIE: antirughe, per il viso, per il corpo, solari e chi più ne ha più ne metta, voglio proporti un ragionamento che ti renderà possibile la valutazione di tutti questi "PRODOTTI CHIMICI", anche quelli comprati in erboristeria e dichiarati come naturali. Quando il tuo cervello determina che una parte del tuo corpo ha bisogno di un piccolo ritocco o ritieni di doverlo proteggere dai raggi solari, il tuo pensiero và subito ai vari prodotti che hai registrato in un angolo del cervello. Non pensi lontanamente che tutto ciò che ti ha colpito: la forma, il colore ed nome del prodotto scritto sul vasetto contenitore, la pubblicità fatta dalla casa produttrice, le parole così convincenti e poi il detto "se costa caro vale molto"; tutto questo è fatto in modo da poterti influenzare nelle scelta indirizzandoti verso un prodotto piuttosto che verso un altro. Sicuramente non ti passa neanche lontanamente nel cervello di farti la domanda che mi permetto di farti ora:
IL PRODOTTO CHE USI O DEVI COMPRARE, CHE SAI ESSERE UN "PRODOTTO CHIMICO", lo mangeresti? NOOOOOOOOOOO???????
Ti chiedo "ma perchè no????" Questo te lo dico io:
Hai paura che ingerendolo ti possa fare male. Ma NON hai mai pensato che sotto il piccolissimo strato di pelle hai la carne che fà parte del tuo corpo? Lo sai che la tua pelle tramite i pori respira e si nutre di ciò che le viene spalmato e quindi quei "PRODOTTI CHIMICI" che non ingerisci mettendoli in bocca, glieli fai avere attraverso la pelle? Cosa pensi che possano fare alla tua pelle ed alla tua salute "QUESTE CREME"?
A TE LA RISPOSTA.
Quindi ora che ne sei consapevole ti dico: "SULLA TUA PELLE METTICI SOLO QUELLO CHE MANGERESTI". Esistono numerose sostanze di origine naturale che sono schermanti, idratanti e restitutive: ACIDO ASCORBICO PURO,  macadamia, olio di semi di vite, tè verde, burro di Caritè, olio di sesamo, olio di cartamo, vitamina E, aloe vera, certi tipi di frutta, cera d’api, cera di Carnauba (Copernica prunifera), acido caprico e caprilico, alga corallina, alga litotamnio, Porphyria umbilicalis, ecc. Anche l’ossido di zinco micronizzato e alcuni minerali possono andare bene. Idealmente, il cosmetico migliore dovrebbe essere talmente naturale che potresti anche tranquillamente mangiartelo: if you can't eat it don't wear it!

Dall'articolo sotto mi permetto di riportare una parte IMPORTANTISSIMA sopratutto per le mamme o prossime mammine.
"Carenza Vitamina D nei bambini
Come recitano la stessa OMS e FAO, i bambini costituiscono una popolazione a rischio di carenza di vitamina D a causa delle grandi esigenze di vitamina D necessarie per la crescita scheletrica. Alla nascita, i neonati hanno acquisito la vitamina attraverso l'utero ma indagini di neonati francese ha rivelato che il 64% aveva valori di 25-OH-D inferiore a 30 nmol / l, ( limite inferiore del range di normalità). Inoltre il latte materno, seppur ricco di tantissimi nutrienti e stimolatori immunitari, è carente di questo pro-ormone.. Questo problema è ulteriormente aggravato in alcuni neonati da una restrizione in esposizione ai raggi ultravioletti (UV) per la stagione, latitudine, culturali, o ragioni sociali. I bambini nati nei mesi autunnali a latitudini estreme sono particolarmente a rischio perché trascorrono i primi 6 mesi di vita in ambienti chiusi e quindi hanno scarse possibilità di sintetizzare la vitamina D nella loro pelle.
Negli USA obesità e carenza di vitamina D nei bambini sono considerate le due epidemie più importanti.
Purtroppo la vita al chiuso riduce ulteriormente la sua sintetizzazione attraverso il sole, per questo diventa importante vivere i raggi solari il più possibile.
Nella tabella potete vedere gli orari in cui il sole è alto quanto basta per far passare gli UVB e consentire, quindi, la sintesi della vitamina D in Italia."
digilander.libero.it/genfranco5/Immagini/vitaminadorelocali.htm

"Non devi sapere che la vitamina D previene il cancro e la depressione: troppo economico?
Il British Journal of Nutrition, sembra suggerire come più di un terzo della popolazione mondiale patisca gravissime carenze di vitamina D.
Vedremo quindi insieme
- i ruoli della vitamina D legati all'insorgenza di molte patologie
- il ruolo del sole per la sua sintetizzazione
- la dissonanza tra aumento di raggi UVB, causa ozono rovinato e diminuzione Vitamina D
- range necessari discordanti
- come l'OMS si stia premunendo di definire le "patologie" di salute mentale in maggior crescita e di come assisterle in particolare con l'assunzione di psicofarmaci.
La vitamina D viene da una produzione endogena a livello cutaneo ed è in sè un pro-ormone. Non è ancora attiva quando noi la produciamo o introduciamo dall'esterno, deve subire due idrossilazioni, una a livello epatico ed una a livello renale, solo allora diventa attiva, quindi vero ormone.
Lo start lo fa comunque il pro-ormone che noi produciamo attraverso la dieta (poca), con il sole (il 90-95%) o con la vitamina D supplementare."
Dall'articolo sotto mi permetto di riportare una parte IMPORTANTISSIMA sopratutto per le mamme o prossime mammine.
"Carenza Vitamina D nei bambini
Come recitano la stessa OMS e FAO, i bambini costituiscono una popolazione a rischio di carenza di vitamina D a causa delle grandi esigenze di vitamina D necessarie per la crescita scheletrica. Alla nascita, i neonati hanno acquisito la vitamina attraverso l'utero ma indagini di neonati francese ha rivelato che il 64% aveva valori di 25-OH-D inferiore a 30 nmol / l, ( limite inferiore del range di normalità). Inoltre il latte materno, seppur ricco di tantissimi nutrienti e stimolatori immunitari, è carente di questo pro-ormone.. Questo problema è ulteriormente aggravato in alcuni neonati da una restrizione in esposizione ai raggi ultravioletti (UV) per la stagione, latitudine, culturali, o ragioni sociali. I bambini nati nei mesi autunnali a latitudini estreme sono particolarmente a rischio perché trascorrono i primi 6 mesi di vita in ambienti chiusi e quindi hanno scarse possibilità di sintetizzare la vitamina D nella loro pelle.
Negli USA obesità e carenza di vitamina D nei bambini sono considerate le due epidemie più importanti.
Purtroppo la vita al chiuso riduce ulteriormente la sua sintetizzazione attraverso il sole, per questo diventa importante vivere i raggi solari il più possibile.
Nella tabella potete vedere gli orari in cui il sole è alto quanto basta per far passare gli UVB e consentire, quindi, la sintesi della vitamina D in Italia."
digilander.libero.it/genfranco5/Immagini...ilepalmitatovitA.htm

Quindi se usi le CREME SOLARI la vitamina D NON puoi sicuramente AUTOPRODURTELA.
Inoltre uno studio condotto da scienziati del governo degli Stati Uniti suggerisce che retinile palmitato, una forma di vitamina A, può accelerare lo sviluppo di tumori della pelle e lesioni quando applicato sulla pelle, in presenza della luce solare (NTP 2012). I funzionari in Germania e Norvegia hanno ammonito che retinile palmitato e altri ingredienti di vitamina A nei prodotti cosmetici potrebbero contribuire alla vitamina A tossicità a causa di un'eccessiva esposizione (tedesco BfR 2014, norvegese 2012a SCFS).
Devo riportare una esperienza fatta da Franca e me. Siamo neri come il carbone!!! e sapete come abbiamo ottenuto questa abbronzatura? Facile. Franca si è procurata uno spruzzino ed ogni mattina preparavo 1/2 bicchiere di acqua di rubinetto con sciolto 4.5-5 grammi di ACIDO ASCORBICO, oppure 1 bicchiere con 10 grammi di ACIDO ASCORBICO, secondo se lo passavamo anche a qualche vicino. Appena distesi sul lettino ci spruzzavamo quel liquido su tutto il corpo e VIA!!! se capitava che si entrava in acqua si ripetevano gli spruzzi dopo esserci asciugati, e quindi lo lo ripetevamo, buttando l'avanzo prima di tornare in albergo. Il pomeriggio tornavo a prepararne un'altra dose che rispruzzavamo come se fossero micidiali creme ma senza il bisogno di spalmare. I risultati? Ieri il nostro amico Lucio, albergatore si è complimentato poichè eravamo i più abbronzati dell'albergo. Faccio presente che le persone che erano vicini di ombrellone e si sono scottate l'abbiamo spruzzato con profitto, difatti più nessun dolore e la loro pelle non ha sviluppato le classiche bolle. Provare per credere.

Questo il video che ti dimostra la mia salute attuale:
A Rimini la corsa sulla passerella:
www.facebook.com/photo.php?v=10201526855...5891408656788&type=3
digilander.libero.it/genfranco1/Immagini...rbicocremesolari.htm
continua
>

Di più
19/05/2016 18:19 #4431 da genfranco
come hai letto, come il solito siamo portati a NON TENERE CONTO DI CERTE situazioni che sono NASCOSTE perchè NON VOGLIONO che le vediamo e quindi ci fanno luccicare quello che VOGLIONO LORO e perdiamo di vista le VERE RAGIONI, ti pare? ed ora vorrei chiederti:
"MA SEI CERTO CHE A PORTARTI QUESTO "MELANOMA MALIGNO" NON SIANO I PRODOTTI CHE USI IN CASA? Vorrei che ti venisse il dubbio, in quanto il sole, mi risulta che lo abbiano preso TUTTI I NOSTRI AVI ed a meno che loro non siano stati cretini ed abbiano usato queste CREME DI CUI TU PARLI per arrivare fino a noi. ma non mi risulta perchè fino a che non sono venuto via dal paese NON AVEVO MAI SENTITO PARLARE DI CERTE MALATTIE. vero?"
.con un alto coefficente di protezione ed evitare scottature se si va al mare, altro che alto COEFFICIENTE, questa sono SOLO PORTA MALATTIE, tu devi far usare ACIDO ASCORBICO in alta concentrazione diluito nell'acqua e poi spruzzato sulla pelle. Questo lo puoi usare anche quanto ti scotti col sole, ma se usi come detto prima, NON TI SCOTTI PIU'. Eccoti una testimonianza:
e se contiamo che la maggior parte del tempo la passavo a mollo, possiamo pure dire che la crema sulla pelle rimaneva veramente poco, tutto questo è durato fino all'età di 15 anni quando mia zia per le vacanze mi regalò una crema per la protezione di una marca allora in voga (bilboa), beh per prima cosa mi presi subito un bel eritema solare da pronto soccorso, e da allora pur mettendomi creme comprate in farmacia ho sempre avuto la pelle molto sensibile, mi bastava un po di sole per avere subito prurito e una brutta sensazione sulla pelle, ti lascio immaginare che in tutti questi anni non ho avuto un gran rapporto con il sole, ebbene questa volta tutto questo non è successo, prima di tutto mi sono concessa 3 lampade abbronzanti (anche quelle mi provocavano eritema), e poi una volta al mare non ho praticamente usato nulla, Gianfranco è stata una sensazione straordinaria, niente eritema, niente pelle irritata, nessun bruciore o pizzicore, anzi pelle più spessa e resistente incredibile!
digilander.libero.it/genfraglo/Volontari...m_files/emanuela.htm
da questa pagina:
digilander.libero.it/genfranco1/Immagini...rbicocremesolari.htm

La riprova ce la offre il nostro caro amico Gigi Mar con questo video girato nel 2015 in Spagna:
www.facebook.com/gigi.mar.79/videos/7370...=0&app_id=6628568379

Quindi una smentita a questa enorme falsità, ecco la pagina del libro che riporto sotto.
digilander.libero.it/genfranco5/Immagini/vitaminadpelle.htm

TRADUZIONE dall'inglese
Consumer Attenzione: cancerose Vitamina-A retinoidi si trovano in molti prodotti per la cura personale, oltre protezioni solari
Senatore Charles Schumer (D) ha recentemente sollecitato un'azione rapida da parte della FDA relativa alle nuove prove cliniche di un legame tra Palmitate Retinyl per uso topico e il cancro della pelle per le creme solari, giusto in tempo per l'estate. Retinyl palmitato è un derivato della vitamina A stabilizzato, utilizzato in oltre 500 filtri solari popolari, ma come ad una società emergente naturale cura della pelle, i potenziali pericoli si estendono ben oltre i prodotti solari.

"Centro Nazionale della FDA per la ricerca tossicologica e il National Toxicology Program hanno condotto studi che suggeriscono un possibile legame tra il cancro della pelle e palmitato retinile," Schumer ha detto nel corso di una recente conferenza.

Retinyl palmitato è un derivato della vitamina A stabilizzato, utilizzato in oltre 500 filtri solari popolari, ma come ad una società emergente naturale cura della pelle, i potenziali pericoli si estendono ben oltre i prodotti solari.

"Protezioni solari sono solo una piccola parte del mercato palmitato retinile. Ci sono centinaia di altri prodotti che lo utilizzano come ingrediente attivo tra sieri anti-età, creme per la pelle, cosmetici ed anche prodotti alimentari. Abbiamo sempre guidato lontano da usare palmitato retinile o qualsiasi suo contenuto di vitamina A sintetica parenti, perché le prove per i potenziali problemi è stato fuori per anni ", dice Wayne Perry, sviluppatore di prodotti di piombo per Greensations, una società naturale cura della pelle conosciuta per loro marchi ThermaSkin , ThermaScalp e tendenze giovanili .

Retinyl palmitato è un ingrediente molto popolare la cura della pelle conosciuta per le sue proprietà anti-rughe benefici. Una volta assorbito nella pelle, palmitato di retinile viene convertito in retinolo e acido retinoico in ultima analisi, la forma attiva della vitamina A noto come Retin-A. Retinile palmitato è anche usato come antiossidante e vitamina A sorgente che viene aggiunto a molti prodotti caseari a basso contenuto di grassi per sostituire il contenuto di vitamina perso durante la rimozione di grasso di latte.

Perry ritiene che il legame tra palmitato retinile e il cancro della pelle è stata soppressa perché così tante grandi aziende di cura della pelle si utilizza l'ingrediente in centinaia di prodotti per uso topico popolari e redditizi.

"Tanti prodotti utilizzano questo ingrediente, tra cui una serie di prodotti naturali che sembrano sicuri per i consumatori. Se la FDA è costretto a regolare il suo uso per le creme solari, che inoltre devono fare altrettanto con altri prodotti per la cura della pelle, e questo potrebbe causare turbolenze importante nel settore della cura della pelle. L'intera famiglia dei retinoidi dovranno essere prese in esame, tra cui Retinolo, Retin-A e il popolare anti-acne Tretinoin ingrediente ", ha detto Perry.

Mentre fonti naturali di vitamina A sono mostrate per fornire benefici topici, concentrati versioni sintetiche non hanno dimostrato di fornire vantaggi aggiuntivi oltre natura. Secondo Perry, retinile uso produttori palmitato perché è abbondante ea buon mercato. Egli ritiene che le aziende di cura della pelle dovrebbe usare fonti botaniche naturali per fornire vitamine e anti-ossidanti invece di usare versioni di sintesi chimica.

"Le fonti naturali di vitamina A includono verdure a foglia verde come spinaci e verdure Collard, oltre ad arancione frutta e verdure colorate come le arance e patate dolci. Peperoni Cayenne sono un'altra ottima fonte di vitamina A che può essere consegnato per via topica, e troverete che ingrediente in molti dei nostri prodotti per la pelle per la cura. Utilizziamo solo estratti naturali botanici perché, francamente, non ci fidiamo versioni più elaborate. Per esempio, la capsaicina è un fantastico ingrediente cura della pelle, ma non abbiamo mai usare la capsaicina pura sintetizzata. Invece usiamo resine naturali derivati ??direttamente dai peperoni di Caienna, "Perry dice.

L'Environmental Working Group ( EWG ) è stata in prima linea di questo problema per mesi, mettendo in guardia i consumatori circa palmitato retinile e filtri solari in generale. Il gruppo non-profit si concentra anche su altre sostanze chimiche potenzialmente dannose presenti nei prodotti per la cura personale. Il loro sito web ospita uno dei database più estesi e informativo per gli ingredienti per la cura personale in tutto il mondo.

L'EWG ha recentemente pubblicato un lettera aperta alla FDA sul loro sito web che dichiara quanto segue,

"Lo sviluppo drammaticamente accelerato dei tumori e delle lesioni in retinile palmitato animali trattati, rispetto agli animali non trattati, ha implicazioni potenzialmente importanti per la salute pubblica, ed è per questo EWG sollevato preoccupazioni circa la chimica nel nostro 2010 Rassegna di prodotti di protezione solare. Produttori di protezione solare hanno aggiunto palmitato retinile e le relative forme di vitamina A al 41 per cento dei filtri solari presenti sul mercato quest'anno, secondo l'analisi di EWG etichette degli ingredienti per i quasi 500 prodotti. Siamo preoccupati che i consulenti del settore protezione solare stanno cercando di minimizzare la rilevanza dello studio federale ".

Per ulteriori informazioni sui pericoli delle sostanze chimiche nei prodotti per la cura personale, visitare l'Environmental Working Group e Greensations online.

digilander.libero.it/genfranco5/Immagini...almitatocremesol.htm

ciaooo Franco Genre
.
.

Di più
21/05/2016 12:38 #4476 da genfranco
DAL CANCRO ALLA DEPRRESSIONE VITAMINA D: L'IMPORTANZA DEL SOLE, COSA NON CI DICONO E VALORI DA RAGGIUNGERE

Dall'articolo sotto mi permetto di riportare una parte IMPORTANTISSIMA sopratutto per le mamme o prossime mammine.
"Carenza Vitamina D nei bambini
Come recitano la stessa OMS e FAO, i bambini costituiscono una popolazione a rischio di carenza di vitamina D a causa delle grandi esigenze di vitamina D necessarie per la crescita scheletrica. Alla nascita, i neonati hanno acquisito la vitamina attraverso l'utero ma indagini di neonati francese ha rivelato che il 64% aveva valori di 25-OH-D inferiore a 30 nmol / l, ( limite inferiore del range di normalità). Inoltre il latte materno, seppur ricco di tantissimi nutrienti e stimolatori immunitari, è carente di questo pro-ormone.. Questo problema è ulteriormente aggravato in alcuni neonati da una restrizione in esposizione ai raggi ultravioletti (UV) per la stagione, latitudine, culturali, o ragioni sociali. I bambini nati nei mesi autunnali a latitudini estreme sono particolarmente a rischio perché trascorrono i primi 6 mesi di vita in ambienti chiusi e quindi hanno scarse possibilità di sintetizzare la vitamina D nella loro pelle.
Negli USA obesità e carenza di vitamina D nei bambini sono considerate le due epidemie più importanti.
Purtroppo la vita al chiuso riduce ulteriormente la sua sintetizzazione attraverso il sole, per questo diventa importante vivere i raggi solari il più possibile.
Nella tabella potete vedere gli orari in cui il sole è alto quanto basta per far passare gli UVB e consentire, quindi, la sintesi della vitamina D in Italia."
digilander.libero.it/genfranco5/Immagini/vitaminadorelocali.htm
Per poter capire il comportamento consapevolmente DANNOSO verso i loro simili di chi guida la medicina ed il SISTEMA, dobbiamo tenere presente che l'essere umano, per mantenersi la SALUTE si deve AUTOPRODURRE la vitamina D come descrive dettagliatamente l'articolo in oggetto.
Abbiamo certezza che per fare questo il corpo ha bisogno di 2 (due) componenti. Se fossero 3 (tre) sarebbe sicuramente difficile determinare la carenza di uno di loro, ma di solo 2 la cosa non può essere che semplicissima e certa.
Abbiamo certezza, come l'articolo lo riporta, che sono:
i raggi UV del SOLE
ed il COLESTEROLO
Sappiamo anche che il COLESTEROLO è già AUTOPRODOTTO dal fegato, quindi un metabolita, e sappiamo anche che non esiste vita senza di lui in quanto un GRASSO.
Questo di solito viene prodotto per l'80% mentre il restante 20% il corpo lo prende dai cibi, che se questi non sono ingoiati, automaticamente la AUTOPRODUZIONE diventa il 100% del fabbisogno.
In caso di valori oltre una cifra da loro stabilita, i medici consigliano FALSAMENTE di evitare i cibi che forniscono quel 20%, che se però, dopo un periodo, il valore nel sangue non scende il medico consiglia di ridurlo con la pastiglia. (statine = LUCRO)
Non solo, ma ne sostengono la vericidità la pubblicità dei media, le industrie alimentari che hanno inventato di tutto pur di sfruttare questa dichiarazione.
Ma il tutto è FALSO, poichè sono certo che data la AUTOPRODUZIONE di COLESTEROLO non riesco a pensare che il mio corpo sia talmente STUPIDO, quindi se ne produca in più per causarsi dei danni.
Questo ME LO DEVONO DIMOSTRARE, ma non solo in chiacchiere.
Tornando alla vitamina D e sapendo invece che per AUTOPRODURRE la vitamina D il corpo usa i sopradetti raggi UV del sole ed appunto questo COLESTEROLO già AUTOPRODOTTO, abbiamo certezza che chi è CARENTE di vitamina D non può di conseguenza avere il COLESTEROLO ALTO in quanto NON USATO.
Ecco il motivo per cui i medici sono restii a richiedere i valori della vitamina D negli esami del sangue, ed il Ministero della Salute a fine 2015 ne ha stabilito un tempo minimo per l'eventuale ripetizione dichiarandolo costoso.
E' quindi facile capire la CONNIVENZA di molte istituzioni e non solo.
Il denaro conta più della vita umana.

Ora, chiedo scusa se mi permetto, ma fra l'INGANNO con la vitamina D letto sopra, e l'INGANNO delle industrie alimentari con i CIBI, quanto LUCRO sia per loro che per le industrie farmaceutiche! Ma infine gli azionisti, chi sono?
La pagina recita:
"Svelato il segreto più gelosamente custodito dalle multinazionali alimentari
Tutte le aziende alimentari custodiscono gelosamente UN PICCOLO SPORCO SEGRETO e oggi voglio rivelartelo mettendo a nudo tutta la questione!
Molte persone parlano degli additivi chimici utilizzati come ingredienti, questo però non è il solo problema: le aziende alimentari inseriscono qualcos'altro negli alimenti, qualcosa che sfugge alle regolamentazioni qualcosa di DAVVERO MESCHINO.
Il problema principale di ogni azienda alimentare è vendere di più spendendo di meno.
Per far ciò le aziende nell'ultimo secolo si sono sempre più modernizzate, implementando sistemi di produzione ad alta resa e bassa spesa.
Questi sistemi di produzione sono stati applicati all'agricoltura, agli allevamenti e tutta la produzione successiva.
Procedimenti altamente tecnologici producono enormi quantità di cibo in pochissimo tempo.
Tutto ciò però ha contribuito a far crescere un problema: il cibo industriale NON E' SAPORITO, PERDE TUTTO IL SUO SAPORE NATURALE le diverse fasi di lavorazione: la lavorazione è diventata iper-tecnologica, ma LA VERDURA, LA FRUTTA, LA CARNE, IL LATTE. I LATTICINI e le materie prime non sono risultate adatte per essere sottoposte a questo tipo di stress meccanico e chimico, risultato il cibo che esce dalla filiera ad alta tecnologia non ha più sapore, è cattivo, e nessun uomo lo accoglierebbe come cibo in quello stato.
Ma un momento! Il cibo che troviamo al supermercato è gustoso, pieno di sapore, eppure proviene da procedimenti industriali: come è possibile tutto ciò?
La risposta è semplice:
CHIMICA!
Questo è il segreto delle aziende alimentari, tutto il sapore dei loro cibi proviene da quell'unica piccola parolina sul fondo della lista degli ingredienti:
“AROMI”.
Dietro a questa semplice e onnipresente scritta si può celare di tutto.
E non farti ingannare dal termine “Aromi naturali”: la differenza con il semplice termine
“Aromi” è davvero minima e di naturale c'è ben poco (potremmo dire niente!).

Gli aromi costituiscono un mercato fiorente gestito da poche compagnie di punta in tutto il
mondo.
Si parla addirittura di servizi segreti del cibo.
I servigi di queste aziende produttrici di inganni, (Aromi), sono rilasciati sotto stretto riserbo, non sia mai che l'opinione pubblica venga a conoscenza che lo yogurt alla fragola presente in tutti i supermercati contiene:
amil-acetato, amil-butirato, amil-valerato, anetolo, anisil-formato, benzil-acetato, benzile-isobutirato, acido butirrico, cinnamil-isobutirato, cinnamil-valerato, olio essenziale di cognac, díacetíle, dipropil-chetone, etil-acetato, etil-amilchetone, etil-butirato, etil-cinnamato, etil-eptanoato, etil-eptilato, etil-Iactato, etil-metilfenilglucidato, etil-nitrato, etil-propionato, etil-valerato, eliotropina, idrossifreniP2-butanone (soluzione al dieci percento in alcol), alfa-ionone, isobutil-antranilato, isobutil-butirato, olio essenziale di limone, maltolo, 4metilacetofenone, metil-antranilato, metil-benzoato, metil-cinnamato, carbonato di metil-eptina, metil-naftil_chetone, metilsalicìlato, olio essenziale di menta, olio essenziale dì neroli, nerolina, neril-isobutirato, burro di giaggiolo, alcol fenetilico, etere di rum, gamma-undecalactone, vanillina e solvente.
Tutto questo elenco di ingredienti dietro la piccola scritta “Aromi”
Fra questi ingredienti troviamo un estere (anisil-formato) dell'acido formico, nonché esteri
(metil-antranilato, metil-benzoato, metil-cinnamato) dell'alcole metilico: nel corpo gli esteri in genere vengono "smontati" (non al 100%), ossia nel caso specifico si liberano appunto, a seconda della sostanza, alcole metilico ed acido formico che sono entrambi assai velenosi!
Senza gli aromi il cibo industriale risulterebbe pessimo e quindi invendibile.
Gli aromi sono un inganno colossale che ogni giorno ci portiamo a casa sulle nostre tavole. Esistono migliaia di aromi e nessuno sa che tipo di interazioni possono verificarsi all'interno del corpo umano:non esistono studi in tal senso, questo per due motivi:
1. Sarebbero davvero molto lunghi e costosi.
2. Le multinazionali alimentari non ne vogliono sapere di uno studio di questo tipo, un'eventuale bocciatura senza appello degli aromi farebbe crollare l'intera industria.
Buona parte del cibo che ti porti a casa ogni giorno contiene un inganno e mina la tua salute in modo che nemmeno immagini."
digilander.libero.it/genfranca/Immagini/aromia.htm

...e scusate ancora, ma non dobbiamo dimenticarci della RICERCA per qualsiasi fine sia fatta. Ormai è un secolo che prende per i fondelli la popolazione con un detto veramente toccante: "può servire anche a te". Personalmente ho ricevuto per anni delle lettere con all'interno un vaglia addirittura intestano dove mancava solo la cifra del versamento postale. Mi piacerebbe proprio sapere dove sono finiti tutti quei denari ritirati nel tempo e cosa hanno TROVATO da queste ricerche. Me lo chiedo perchè, dato che si ricercano FARMACI CHIMICI, sono CERTO che questi contro le malattie NON POTRANNO MAI SERVIRE. Il motivo lo riporto ed è SEMPLICISSIMO e comprensibile da tutti:
"Non solo, ma da queste conclusioni devono trarre le eventuali modifiche da apportare per un miglioramento economico nel prossimo esercizio.
Quindi e dato che ognuno di noi ad una certa età, deve tirare un bilancio onde rendersi conto di quanto sia stato proficuo il suo comportamento riguardo all'investimento fatto per la SALUTE FUTURA, quindi quale migliore periodo se non quello della fine dell'anno come per le aziende?
Ora per poter tirare quelle giuste conclusione però si devono avere a portata di mano anche le eventuali modifiche da apportare onde ottenere un comportamento migliore nel prossimo futuro.
Fin'ora siamo stati portati a credere che affidandoci al proprio medico di base, in caso di necessità, ci saremmo mantenuti UNA SALUTE OTTIMA, come è per ogni altro essere vivente al mondo che non si reca dal suo simile per la SALUTE, ma sarà proprio giusto fare così?
Affidandoci al nostro medico o al sistema sanitario, dobbiamo obbligatoriamente anche avere fiducia nei FARMACI.
Sapendo però che ormai sono passati molti anni di gestione del sistema sanitario e del nostro medico e quindi è ora che si tirino quelle indispensabili conclusioni, come detto sopra.
Questo lo propongo perchè sentendo diversi miei giovani amici, sui 40 anni, sono venuto a sapere che molti di loro hanno la tiroide di Hashimoto ed ingoiano giornalmente EUTIROX (ha un certo "principio attivo", Eutirox - Foglio Illustrativo Principi attivi: Levotiroxina (Levotiroxina sodica)) da ingoiare PER TUTTA LA VITA.
Ma non pare strana questa cosa?
E che ne dite del COUMADIN (ha un altro certo "principio attivo") , proposto a qualsiasi età e PER TUTTA LA VITA?
E la pastiglia della IPERTENSIONE, RAMIPRIL (o altro nome, che hanno un altro certo "principio attivo"), da ingoiare mezza o intera, ogni giorno PER TUTTA LA VITA.
Ma non basta e per il COLESTEROLO, ARMOLIPID plus 20 (o altro nome, che hanno un altro certo "principio attivo") per ogni giorno PER TUTTA LA VITA.
oppure di tutto il sistema per misurare la GLICEMIA GIORNO DOPO GIORNO.
Non vi pare un bollettino di guerra?
Insomma un SISTEMA CATASTROFICO per non dire altra parola più pesante.
Ora sappiamo che per agire sulle varie patologie sono necessari quei famosi e straconosciuti "principi attivi".
Alla fine sarà poi così giusto affidarci al sistema sanitario con questa prospettiva futura?
Vogliamo provare ad analizzare e vedere se è possibile vi sia un'altra via più appropriata alla nostra SALUTE?

Quindi di tutto quanto sopra, la cosa più importante da sapere è che se tu dici al tuo medico che hai dei dolori diffusi mentre già stai ingoiando una medicina per altra malattia da lui o da un suo collega consigliata, lui ti proporrà un esame del sangue onde conoscere i valori dei vari ed ormai tanto conosciuti COLESTEROLO, DIABETE, CELIACHIA ed allergie varie.
Quindi sulla ricetta scriverà per la ricerca nel sangue che ti dovrà essere prelevato a digiuno:
GLICEMIA, COLESTEROLO, CALCEMIA, FERRO, MAGNESIO, POTASSIEMIA, AZOTEMIA, CREATININA, SODIO, TRANSAMINASI GP (ALT), TRANSAMINASI GP (AST), D-DIMERO
dei quali nei risultati fatti dal Centro Analisi, si otterranno dei valori che se non sono nei parametri stabiliti ti metteranno un segno di evidenziazione che probabilmente hai già visto negli eventuali esami precedenti.
Ma questi sono esattamente quelli che fanno parte di quel liquido seminale maschile di TUTTI i maschi animali al mondo chiamato SPERMA e che sono la base della mia e della tua vita ma che ci sono TUTTI anche nel GERME cosidetto del grano, che in effetti è il GERME di ogni seme vegetale dai quali GERMOGLIA la pianta.
Leggilo sul link dove in parte trovi:
"A TOTALE GARANZIA della PROVA SCIENTIFICA di quanto è la mia ORIGINE descritta sopra, quale dubbio posso avere se questo è fatto da Madre Natura dall'inizio della vita?
E dato che sono venuto al mondo per la CONTINUAZIONE DELLA MIA SPECIE come progettato da Madre Natura all'inizio del mondo, come potrò trasmettere ai miei posteri quei prodotti CHIMICI tanto RICERCATI dalla medicina ed usati per la mia MANUTENZIONE sognando di guarire le mie malattie?
La RICERCA?
Bella parola, vero? basta questa per dare SPERANZA, ma speranza di cosa? quella per gli STUPIDI onde ritirare montagne di denaro?"
digilander.libero.it/genfranco2/Immagini/originidellavita.htm
Ed ancora altri se lo riterrà opportuno, ma a questo punto, tu innocentemente dovresti chiedergli di fare pure la ricerca del "principio attivo" (così viene chiamato l'agente del FARMACO che stai ingoiando, vero?).
A questo punto lui ti dirà sorridendo che non si può.
Allora tu dovresti chiedergli:
"scusi dottore, ma se non si può vuol dire che questo "principio attivo" NON DEVE ESSERE NEL MIO SANGUE, vero?
Ma se non deve essere nel mio sangue, cosa farà mai nel mio corpo? lei me lo sà dire e spiegare chiaramente?
Senza tenere conto delle descrizioni del foglio illustrativo allegato, che a volte sono diverse pagine di raccomandazioni e di avvertenze sulle controindicazioni che possono causare danni al mio corpo.
Come potrà mai farmi BENE?
E quindi come posso permettere che questi "PRINCIPI ATTIVI" entrino nel mio corpo?
E quali BENEFICI potranno mai apportare se non quello di riempire il mio corpo di VELENOSE TOSSINE? Ed cosa faranno mai gli "AROMI" o "AROMI NATURALI" o i CONSERVANTO o COLORANTI, anche lo CHIMICI, messi nei CIBI che ingoiamo ogni giorno o quelli che ci spalmiamo addosso o usiamo per le pulizie, sia personali che della casa, senza ricordare che questi entrano direttamente nel nostro sangue attraverso i PORI?
IL dottor William Osler, considerato il capostipite della medicina scrisse ai suoi tempi:
"Sotto trovi il detto del dottor Wiliam Osler, considerato il capostipite moderno della medicina attuale:
La persona che prende una medicina deve guarire 2 (due) volte:
deve guarire dalla malattia e
deve guarire dalla medicina
William Osler
digilander.libero.it/genfranco2/Immagini...liamoslerdottore.htm
e se vuoi la sua scritta clicca sul link
digilander.libero.it/genfranco2/Immagini...iamoslerdottorea.htm

e ti salverai la vita con L'ACIDO ASCORBICO di cui ti parla Abram Hoffer, Linus Pauling, Irwin Stone e gli altri SCIENZIATI del secolo scorso che trovi su questa pagina:.
digilander.libero.it/genfranco/Immagini/scienziati.htm
Intanto il dottor Abram Hoffer in una sua intervista dichiara:
"AWS: Le vitamine sono state accusate di essere in qualche modo realmente pericolose.
AH: Sono veramente impressionato della preoccupazione di alcuni scienziati rispetto a queste "pericolose" vitamine. Vorrei che fossero più preoccupati per quei pericolosi veleni chiamati farmaci. Ogni flacone di pillole dovrebbero avere una etichetta veleno con teschio e ossa, e "veleno" scritto a grandi lettere."
digilander.libero.it/genfranco1/Immagini/niacinaabramhoffer.htm
da questo link
digilander.libero.it/genfranco/Immagini/esamedelsangue.htm
Ho fatto ricerche di malattie guarite da qualche FARMACO, ma non ne ho trovate neanche una.
Ed ora ecco le prove delle malattie guarite con gli "ALIMENTI ESSENZIALI":
Ho fatto altrettante ricerche se vi fossero malattie guarite con degli "ALIMENTI ESSENZIALI" ottenendo questi risultati:
La prima e più importante malattia guarita con uno di questi è
lo SCORBUTO guarito dall' ACIDO ASCORBICO
la PELLAGRA guarita dalla VITAMINA B3 (NIACINA)
il BERI-BERI guarito dalla VITAMINA B1 (TIAMINA)
il RACHITISMO guarito dalla vitamina D (ORMONE)
la POLIOMIELITE guarita dal CLORURO DI MAGNESIO
la SCLEROSI MULTIPLA e le malattie AUTOIMMUNI dalla VITAMINA D cura del dottor Coimbra
la OSTEOPOROSI dalla VITAMINA D
la TUBERCOLOSI (TBC) dalla VITAMINA D
la ANEMIA PERNICIOSA guarita dalla VITAMINA B12 (COBALAMINA)
Un ricercatore dell’Istituto Lister di Medicina Preventiva di Londra stava sperimentando su dei ratti una dieta a base di chiara d’uovo cruda come fonte unica di proteine. Dopo qualche settimana i ratti diedero segni di squilibrio: comparvero dermatiti ed emorragie cutanee: gli animali perdevano il pelo, gli arti si paralizzavano, diminuivano di peso, e infine morivano.
guarita dalla BIOTINA del gruppo B.
digilander.libero.it/genfranca/Immagini/malattieguarite.htm
Queste sono solo alcune delle realtà che col tempo, e neanche troppo, scopriremo che ne saranno guarite molte altre."
Quindi come abbiamo capito molto chiaramente le RICERCHE sono un FALSO, come sono FALSE le linee guida sulla vitamina D e peggio ancora le PROVE SCIENTIFICHE dei prodotti CHIMICI che di scientifico non hanno proprio nulla, mentre la realtà contro le malattie sono gli "ALIMENTI ESSENZIALI" iniziando dall' ACIDO ASCORBICO, nei quali siamo stati GENERATI che col tempo elimineranno questo IMMONDO SISTEMA di DELINQUENZA.

Ora vuoi ovviare a queste FALSITA' dei "PROTETTIVI SOLARI" prodotti CHIMICI CANCEROGENI?
E' molto semplice, fai come noi Franca e me:
"Devo riportare una esperienza fatta da Franca e me. Siamo neri come il carbone!!! e sapete come abbiamo ottenuto questa abbronzatura? Facile. Franca si è procurata uno spruzzino ed ogni mattina preparavo 1/2 bicchiere di acqua di rubinetto con sciolto 2 cucchiaini di ACIDO ASCORBICO, oppure 1 bicchiere con 3-4 cucchiaini di ACIDO ASCORBICO, ed 1 cucchiaino di CLORURO DI MAGNESIO, secondo se lo passavamo anche a qualche vicino. Appena distesi sul lettino ci spruzzavamo quel liquido su tutto il corpo e VIA!!! se capitava che si entrava in acqua si ripetevano gli spruzzi dopo esserci asciugati, e quindi lo lo ripetevamo, buttando l'avanzo prima di tornare in albergo. Il pomeriggio tornavo a prepararne un'altra dose che rispruzzavamo come se fossero micidiali creme ma senza il bisogno di spalmare. I risultati? Ieri il nostro amico Lucio, albergatore si è complimentato poichè eravamo i più abbronzati dell'albergo. Faccio presente che le persone che erano vicini di ombrellone e si sono scottate l'abbiamo spruzzato con profitto, difatti più nessun dolore e la loro pelle non ha sviluppato le classiche bolle. Provare per credere.
Questo il video che ti dimostra la mia salute attuale:
A Rimini la corsa sulla passerella:
www.facebook.com/photo.php?v=10201526855...5891408656788&type=3

L'ultima esperienza, quella di Gigi Mar ne è un'altra conferma che le creme solari causano i tumori, ma che ingoiando gli "ALIMENTI ESSENZIALI" e spruzzandosi come sopra descritto in breve tempo è guarito da un basilioma.
Oggi cm ogni settembre dal 2007 mi reco x visita specialistica di controllo dp asportazione melanoma maligno, la cosa simpatica che davvero divertente notare l'incredulità del medico alla ricerca di un baslioma perduto.. Si avete capito bene, l infermiera che sghignazzava ed il dottore che cercava la regione esatta segnata l'anno precedente in cartella clinica, perché convinto di trovarlo e semmai peggiorato. Imbarazzato mi ha chiesto lumi del basilioma, ed io in tutta onestà gli ho raccontato che devess'er stato l'acido ascorbico il clm e la lisina, utilizzato x nn scottarmi al mare. Cn dispiacere ha ammesso che ebbi ragione a non eliminarlo l'anno precedente su sua richiesta. Mi aspettavo mi chidesse modi, dosi ecc, ma invece piombato in silenzio, capisco che ne era a conoscenza e mi limito ad aspettare ciò che scriveva nel referto. Gli chiedo cortesemente di evitarmi RX al torace e possibilmente di fare solo eco addominale x tener monitorato anche dei residui di calcoli renali, così lo riporta in referto e mi dice che nn è la prassi e mi dimette stizzito. Dopo 7 anni è la prima volta che esco da questo istituto cn un sorriso esplosivo ma soprattutto cn una grande consapevolezza" GLI ALIMENTI ESSENZIALI" e l'ennesimo ringraziamento ad una gran bella persona Genre Franco.
digilander.libero.it/genfranco2/Immagini/gigitumore.htm
come hai letto, come il solito siamo portati a NON TENERE CONTO DI CERTE situazioni che sono NASCOSTE perchè NON VOGLIONO che le vediamo e quindi ci fanno luccicare quello che VOGLIONO LORO e perdiamo di vista le VERE RAGIONI, ti pare? ed ora vorrei chiederti:
"MA SEI CERTO CHE A PORTARTI QUESTO "MELANOMA MALIGNO" NON SIANO I PRODOTTI CHE USI IN CASA? Vorrei che ti venisse il dubbio, in quanto il sole, mi risulta che lo abbiano preso TUTTI I NOSTRI AVI ed a meno che loro non siano stati cretini ed abbiano usato queste CREME DI CUI TU PARLI per arrivare fino a noi. ma non mi risulta perchè fino a che non sono venuto via dal paese NON AVEVO MAI SENTITO PARLARE DI CERTE MALATTIE. vero?"
.con un alto coefficente di protezione ed evitare scottature se si va al mare, altro che alto COEFFICIENTE, questa sono SOLO PORTA MALATTIE, tu devi far usare ACIDO ASCORBICO in alta concentrazione diluito nell'acqua e poi spruzzato sulla pelle. Questo lo puoi usare anche quanto ti scotti col sole, ma se usi come detto prima, NON TI SCOTTI PIU'. Eccoti una testimonianza:
e se contiamo che la maggior parte del tempo la passavo a mollo, possiamo pure dire che la crema sulla pelle rimaneva veramente poco, tutto questo è durato fino all'età di 15 anni quando mia zia per le vacanze mi regalò una crema per la protezione di una marca allora in voga (bilboa), beh per prima cosa mi presi subito un bel eritema solare da pronto soccorso, e da allora pur mettendomi creme comprate in farmacia ho sempre avuto la pelle molto sensibile, mi bastava un po di sole per avere subito prurito e una brutta sensazione sulla pelle, ti lascio immaginare che in tutti questi anni non ho avuto un gran rapporto con il sole, ebbene questa volta tutto questo non è successo, prima di tutto mi sono concessa 3 lampade abbronzanti (anche quelle mi provocavano eritema), e poi una volta al mare non ho praticamente usato nulla, Gianfranco è stata una sensazione straordinaria, niente eritema, niente pelle irritata, nessun bruciore o pizzicore, anzi pelle più spessa e resistente incredibile!
digilander.libero.it/genfraglo/Volontari...m_files/emanuela.htm

"Non devi sapere che la vitamina D previene il cancro e la depressione: troppo economico?

Il British Journal of Nutrition, sembra suggerire come più di un terzo della popolazione mondiale patisca gravissime carenze di vitamina D.

Vedremo quindi insieme
- i ruoli della vitamina D legati all'insorgenza di molte patologie
- il ruolo del sole per la sua sintetizzazione
- la dissonanza tra aumento di raggi UVB, causa ozono rovinato e diminuzione Vitamina D
- range necessari discordanti
- come l'OMS si stia premunendo di definire le "patologie" di salute mentale in maggior crescita e di come assisterle in particolare con l'assunzione di psicofarmaci.

La vitamina D viene da una produzione endogena a livello cutaneo ed è in sè un pro-ormone. Non è ancora attiva quando noi la produciamo o introduciamo dall'esterno, deve subire due idrossilazioni, una a livello epatico ed una a livello renale, solo allora diventa attiva, quindi vero ormone.
Lo start lo fa comunque il pro-ormone che noi produciamo attraverso la dieta (poca), con il sole (il 90-95%) o con la vitamina D supplementare.

Questo pro ormone è presente nell'organismo in 5 forme. D1, D2, D3, D4, D5 ma le due forme principali che, pur differendo minimamente per la loro struttura chimica, hanno un metabolismo molto simile sono:
- vitamina D3 o colecalciferolo: contenuta in piccola quantità in prodotti di origine animale ma per la maggior parte è prodotta nella cute umana dopo irradazione ultravioletta (UVB con lunghezza d’onda di 290-315 nm) a partire dal 7-deidro-colesterolo;
- vitamina D2 o ergocalciferolo: prodotta solo nei vegetali dall’irradazione UVB a partire dall’ergosterolo e, pertanto, può esser assunta dall’uomo solo con la dieta.

La vitamina D stimola l'assorbimento di calcio e fosfati nell'intestino, è fondamentale per il sistema nervoso e per il cuore.. La sua carenza innesca tantissime patologie e malattie a catena. È stato recentemente evidenziato un positivo effetto della vitamina D nella prevenzione di numerose malattie degenerative, come alcuni tipi di tumore (mammella, prostata, colon), nelle malattie cardiovascolari (infarto, ictus), patologie neurologiche come la demenza ed il morbo Parkinson, nel diabete mellito ed anche in alcune malattie autoimmuni ed infettive, non per ultimo la depressione.

La mancanza di vitamina D è definita ipovitaminosi D.
Pertanto, con il termine di ipovitaminosi D si intende ufficialmente una riduzione dei livelli sierici di 25(OH)-vitamina D (calcifediolo) al di sotto di 30 ng/ml, ulteriormente distinta in:
- insufficienza: 25(OH)-vitamina D compresa fra 20 e 30 ng/ml;
- deficit: 25(OH)-vitamina D <20 ng/ml.

Intossicazione da vitamina D (concentrazione plasmatica maggiore di 150 ng/ml). Segni clinici di intossicazione acuta e cronica da vitamina D sono: nausea, diarrea, poliuria, perdita di peso, ipercalcemia, ipercalciuria, nefrocalcinosi, ridotta funzione renale e calcificazione dei tessuti molli.
continua
>

Di più
21/05/2016 12:39 #4477 da genfranco
Chi risulta carente?

Partendo dal presupposto che "alcune schermature globali", compresi provvedimenti di protezione UVB rendono tutti noi soggetti a rischio, vi sono alcuni, che per motivi di costituzione fisica e biologica risultano maggiormente sensibili ad un suo deficit:

- donne in menopausa e post menopausa
- persone sopra i 60-65 anni (sopra i 60 e sotto i 20 anni di età la produzione può richiedere un tempo anche 4 volte superiore. L'età avanzata riduce anche la capacità di sintesi indotta dagli UVB. Dopo dosi uguali di esposizione alla luce solare, una persona di 70 anni produce il 75% in meno di vitamina D3 di una persona di 20 anni)
- obesi, anoressici
insufficienza di vitamina D associate all'obesità è probabilmente dovuto alla diminuzione della biodisponibilità di vitamina D, da fonti cutanee e alimentari, a causa della sua deposizione in compartimenti di grasso corporeo.

altri fattori:
Maggiore distanza dall'equatore
Stagione invernale
Cute pigmentata
Carcerati o costretto a domicilio
Cover-Up di abbigliamento e / o la protezione solare
Inquinamento atmosferico
Malassorbimento
Malattia renale
Malattia del fegato
Farmaci: anticonvulsivanti, glucocorticoidi, farmaci antirigetto, e del virus dell'immunodeficienza umana

Studi epidemiologici dimostrato che oggi giorno la carenza di Vitamina D è sempre più diffusa, senza distinzione di età.
Anche ragazze molto giovani ne soffrono prima ancora di raggiungere il picco di maturazione ossea (25 anni), in parte dovuto all'alimentazione, alla magrezza (la vitamina D si registra nella massa adiposa..)
Difatti, come vedremo, carenza di Vitamina D è correlata a così tanti fattori e così tante patologie che diventa essenziale un controllo di check up almeno una volta all'anno e questo la maggior parte dei medici di base non lo fanno fare.

È presente in più del 50% dei giovani adulti e bambini apparentemente sani. La terza National Health and Nutrition Examination Survey (NHANES III) ha riportato che la carenza di vitamina D negli Stati Uniti risulta tra il 25% e il 57% degli adulti.

Carenza Vitamina D nei bambini
Come recitano la stessa OMS e FAO, i bambini costituiscono una popolazione a rischio di carenza di vitamina D a causa delle grandi esigenze di vitamina D necessarie per la crescita scheletrica. Alla nascita, i neonati hanno acquisito la vitamina attraverso l'utero ma indagini di neonati francese ha rivelato che il 64% aveva valori di 25-OH-D inferiore a 30 nmol / l, ( limite inferiore del range di normalità). Inoltre il latte materno, seppur ricco di tantissimi nutrienti e stimolatori immunitari, è carente di questo pro-ormone.. Questo problema è ulteriormente aggravato in alcuni neonati da una restrizione in esposizione ai raggi ultravioletti (UV) per la stagione, latitudine, culturali, o ragioni sociali. I bambini nati nei mesi autunnali a latitudini estreme sono particolarmente a rischio perché trascorrono i primi 6 mesi di vita in ambienti chiusi e quindi hanno scarse possibilità di sintetizzare la vitamina D nella loro pelle.

Negli USA obesità e carenza di vitamina D nei bambini sono considerate le due epidemie più importanti.

Purtroppo la vita al chiuso riduce ulteriormente la sua sintetizzazione attraverso il sole, per questo diventa importante vivere i raggi solari il più possibile.

Nella tabella potete vedere gli orari in cui il sole è alto quanto basta per far passare gli UVB e consentire, quindi, la sintesi della vitamina D in Italia.
digilander.libero.it/genfranco5/Immagini/vitaminadorelocali.htm

Come ottenere la vitamina D

Ci sono solo due vie affidabili:

esposizione ai raggi ultravioletti più corti (UVB);
integratori di vitamina D3.

I pochi cibi che contengono vitamina D non ne contengono a sufficienza per essere considerati come fonte affidabile, dunque rimangono solo l'esposizione agli UVB e l'integrazione di D3.

La cura del sole
Per decenni, i malati di Tbc, prima che fossero disponibili gli antibiotici, venivano mandati in luoghi esposti al sole per sottoporsi a elioterapia, senza conoscere il perchè delle guarigioni. Ora, per la prima volta, lo studio della Queen Mary University di Londra evidenzia che la vitamina D ad alto dosaggio, somministrata in aggiunta alla terapia antibiotica, aiuta i pazienti a recuperare più rapidamente grazie a una migliore risposta immunitaria. «Fino a pochi anni fa, infatti, si credeva che fosse l’abbinamento sole, aria pura e frizzante della montagna – spiega Giancarlo Isaia, geriatra ed esperto di malattie metaboliche dell’osso all’università di Torino delle Molinette – a produrre le guarigioni, ma oggi c’è la conferma che il sole metabolizzando la vitamina, aumenta la capacità immunitaria dell’organismo, tanto da contribuire a debellare le infezioni da Tbc».

E ormai noto che il 90-95% della nostra vitamina D viene dall’irradiazione della pelle da parte della luce solare.

Sappiamo anche che l'irradiazione del sole è insufficiente per la maggior parte dell'anno alle nostre latitudini e solo pochi mesi all'anno le irradiazioni ultraviolette hanno un quantitativo ottimale tale da determinare una buona produzione cutanea di Vitamina D.

Il sole agisce su un derivato della cute che diminuisce drasticamente nei soggetti anziani, il 7-deidro-colesterolo, che produce un derivato inattivo che poi si convertirà in Vitamina D attraverso i due passaggi di idrossilazione.

30 MINUTI AL GIORNO DI UVB
L'OMS indica che 30 minuti di esposizione senza schermo solare a buoni UVB a braccia e viso sono sufficienti per la riserva quotidiana di Vitamina D.
L'esposizione agli UVB solari richiede che il sole sia alto più di 45° dall'orizzonte, e ciò può essere valutato con una prova semplice: se, stando in piedi su una superficie piana, la propria ombra è più corta della propria altezza, allora la produzione di vitamina D può avere luogo!

In questo modo si verificano semplicemente ed automaticamente tre dei molti fattori che influenzano la sintesi solare della vitamina D: latitudine, stagione e orario di esposizione; più è alto il sole, comunque, più la produzione è efficiente, quindi sono sempre da preferire le ore centrali della giornata, e senza creme solari (a partire dal fattore SPF 8, bloccano almeno il 95% dei raggi ultravioletti oltre ad essere cancerogene).

CREME SOLARI TOSSICHE,interferiscono con gli ormoni e dopo qualche ora rilasciano radicali liberi
www.lifeme.it/2015/06/CREME-SOLARI-PROTE...RI-TUMORE-PELLE.html
CREME SOLARI: VITAMINA A ,RETINILE PALMITATO CANCEROGENO,TOSSICO
www.lifeme.it/2015/08/creme-solari-vitam...lle-cancerogeno.html
CREMA SOLARE NEUTROGENA TOSSICA E DANNOSA PER ADULTI E BAMBINI
www.lifeme.it/2015/06/crema-solare-neutrogena-tossica-e.html

Vi sono però alcuni fattori bloccanti importanti che l' OMS evidenzia:

pigmentazione della pelle (presenza di pigmenti scuri interferisce con il processo sintetico perché la luce UV non può raggiungere l'appropriato strato di pelle)
abbigliamento-pressoché completa copertura della pelle per motivi medici, sociali, culturali,strutturale, o per motivi religiosi - che lascia la pelle insufficientemente esposta alla luce solare
protezione solare, l'uso diffuso e abbondante di creme solari, colpisce in modo deleterio la sintesi della vitamina D. Una protezione del 15 blocca del 99% la sintesi della vitamina.

1)Le nubi sottili lasciano passare oltre il 90% della RUV solare

2) La neve fresca riflette fino all'80% della radiazione UV-B

3) Il 60% della dose giornaliera di RUV solare arriva a terra nell'intervallo 10 :- 14

4) L'intensità della radiazione UV aumenta del 4% per ogni 300 metri d'incremento dell'altitudine

5) La dose annuale di RUV dei lavoratori al coperto è il 10-20% di quella dei lavoratori all'esterno

6) L'ombra riduce l'intensità della RUV di oltre il 50%

7) A mezzo metro di profondità l'intensità della RUV è il 40% del valore in superficie

8) La sabbia riflette la RUV fino al 25%

Poiché non tutti questi problemi possono essere risolti in tutte le posizioni geografiche, in particolare durante l'inverno a latitudini superiori a 42 °( intorno a Roma) dove la sintesi è virtualmente pari a zero, si raccomanda che gli individui che non sintetizzano la vitamina D correggano il loro status di vitamina D consumando le quantità appropriata per la loro fascia di età.
Tutto questo l'OMS e la FAO lo dichiaravano nel lontano 1998 quando la Vitamina D era ancora solo essenzialmente legata alla fissazione del calcio!!
apps.who.int/iris/bitstream/10665/42716/1/9241546123.pdf?ua=1

Ufficialmente anche i fattori ambientali influenzano la produzione di vitamina D: l'altitudine (in montagna l'atmosfera filtra meno raggi UVB rispetto al mare, quindi la produzione è più efficiente), la presenza di nuvole (riflettono molti UVB indietro nello spazio, anche se è instabile e non completamente vero il concetto, i raggi UV possono attraversare anche la nuvolosità fine), l'inquinamento (il particolato fine sospeso nell'atmosfera può sia assorbire che riflettere gli UVB), i vetri (bloccano tutti gli UVB).

Ed è sui due punti evidenziati che inizia la vera confusione informativa, sino ad arrivare dissociativa, contraddittoria palesemente manipolata.

La presenza di nuvole, inquinamento, assottigliamento di ozono, dove sta la verità informativa?

Proviamo a non darci nessun tipo di risposta, proviamo semplicemente ad osservare il cielo, osservare i dati che ci forniscono e proviamo a porci semplici domande, lasciando che i pezzi si incastrino da soli.

Ci dicono che in generale le nubi diminuiscono la quantità di energia solare in arrivo. Un cielo con nuvole sparse, attenua del 10% l’intensità dei raggi UV. La frazione in arrivo al suolo si riduce del 25 % circa con cielo molto nuvoloso ma con cielo coperto l’attenuazione raggiunge il 70 % circa.

Quindi ammettendo un cielo "normale" come quello che viviamo, (foto sopra- basta comunque alzare gli occhi al cielo), secondo il dire militare-ufficile queste situazioni VISIBILI, sole offuscato per tantissimi giorni all'anno, porterebbero una riduzione dei raggi UV dal 10 al 70%, quindi un rischio di danno da UVB in alcuni casi decisamente ridotto.
Immaginiamo poi a latitudini di per se poco favorevoli in pratica i raggi UVB non dovrebbero minimamente arrivare.

Se poi aggiungono che il particolato sospeso (teniamo conto anche dell'effetto correnti aeree che trasportano, quindi non pensiamo solo alla nuvoletta di smog sopra la testa) riflette anche lui i raggi, città come Monaco,Parigi.. dove tra nuvolosità vera e chimica( nanoparticolato ) e profusa, inquinamento e latitudine si ritrovano veramente in una situazione decisamente al sicuro contro i danni UVB... ma come loro potremmo portare tanti esempi. Eppure l'allerta UVB è altissima. Nonostante la realtà tangibile e visibile della maggior parte dei paesi industrializzati, proprio in questi paesi la campagna contro gli UVB è forte.
Teoricamente in sempre più vaste regioni, dove gli UVB quasi non "dovrebbero arrivare", siamo "costretti" sotto minaccia cancro a schermare il corpo con creme, vestiti, addirittura non uscendo di casa..

(Ritornando in parentesi alla nostra Vitamina D perciò? Come pensano potremmo assumerla?)

La spiegazione a tutto questo non è facile, anzi razionalmente e per logica aristotelica non esisterebbe, in realtà gli organi di controllo sono riusciti a diffondere alcune notizie, che prese singolarmente potrebbero giustificare questo doversi proteggere dagli UVB.. "lo strato di ozono si sta riducendo", si è ridotto sino a creare un vero buco in particolare nella zona antartica, quindi i raggi UVB possono entrare in maggior quantità, e "lo si sente", "dicono".. quindi è bene proteggersi. Infatti, sostengono che per colpa del sole si ha un aumento di tumori alla pelle etc...

L'EPA dichiara che lo strato di ozono è danneggiato ma grazie ai "provvedimenti" e piano d'azione preso, entro il 2065 sarà riparato.
Essendo danneggiato, ricordate quindi, che gli UVB entrano maggiormente ed entrano anche gli UVC che venivano schermati appunto dall'ozono.
Alcuni studi teorizzano che una diminuzione dell' 1% dell' ozono colonnare possa comportare un aumento delle radiazioni ultraviolette a livello del suolo pari all' 1.2%.

( UVC: estremamente pericolosi e cancerogeni hanno una lunghezza d'onda che fa si che vengono teoricamente "completamente" schermati dall'Ozono stratosferico, del quale però dobbiamo tornarne a parlare fra poco. Ma attenzione: se la sua concentrazione diminuisce dell'1%, aumenta l'incidenza dei raggi UVB di circa il 2%.)

UVB, ricordo, hanno effetti dannosi acuti e cronici sulla pelle, occhi e sul sistema immunitario, si hanno alterazioni degenerative sulle cellule, sul tessuto fibroso e sui vasi sanguigni possono essere cancerogene, danneggiando il DNA delle cellule.
I raggi ultravioletti possono causare inoltre un' inibizione parziale della fotosintesi delle piante, causandone un rallentamento della crescita e, ovviamente, nel caso si tratti di piante coltivate, una diminuzione dei raccolti. I raggi UV possono anche diminuire l’attività fotosintetica del plancton vegetale che si trova alla base della catena alimentare marina, causando di conseguenza uno scompenso notevole a carico degli ecosistemi oceanici

Per questo motivo vengono sollecitate precauzioni a livelli d'alto pericolo, addirittura il Meteo Svizzero secondo l’indice UV, indicato giornalmente nel sito sotto forma di misurazione effettiva, sia sotto forma di
previsione, al valore 11 consiglia di non uscire di casa.

Un valore che in Svizzera, a legger loro, non è poi così irrealizzabile, consultate da voi.

In realtà il non uscire di casa, fra le 10.00 e le 14.00, risulta una delle raccomandazioni fatte a livello generale

Prevenzione promossa

Limitare il più possibile l’esposizione alla luce solare nelle ore più calde, tra le 11 e le 15, possibilmente non uscire di casa.
Stare all’ombra nelle ore più calde, ricordando che alberi, ombrelli e tettoie non proteggono completamente dalla luce solare.
Indossare vestiti protettivi: un cappello a falda larga protegge adeguatamente occhi, orecchie, faccia e retro del collo; gli occhiali da sole ad alta protezione riducono enormemente i rischi per gli occhi; abiti aderenti e coprenti offrono un’ulteriore protezione dalla luce solare.
Usare creme solari protettive (almeno +15), applicandole nuovamente ogni due ore oppure dopo aver lavorato, nuotato, fatto attività fisica all’aperto. Ricordare che le creme solari non servono per stare di più al Sole, ma per proteggersi quando l’esposizione è inevitabile.
Evitare l’uso di lampade o lettini abbronzanti, soprattutto prima dei 18 anni.
Tenere conto dell’indice UV, scala internazionale che correla il livello di radiazione UV con il grado di rischio: quando l’indice è superiore a 3, occorre mettere in atto le misure preventive.

Ora, questo tipo di informazione che viene diffusa sembra decisamente apocalittica e viene rafforzata dal fatto che ormai è consuetudine comprare creme a schermo quasi totale.. 15, 20 SPF sono nella norma, un tempo dire schermo 3 era "totale"..
Qualcosa quindi è cambiato e non è solo consapevolezza dei danni dei raggi solari, visto che le precauzioni adottate fanno si d'evitarci completamente i raggi UVB.
Se infatti riprendete in mano lo schema dei momenti in cui è necessario stare al sole, perche si possa sintetizzare la Vitamina, noterete che gli orari in cui è "vitale" evitare il sole, proteggendosi come non mai sono proprio le ore in cui è "vitale" esporsi senza schermatura e che consigliano per altro di fare.

Però ci dicono anche che lo strato di ozono verrà risolto entro il 2050-2065.

Però se andiamo a vedere la situazione ozono intorno alla terra monitorato dalla NASA, nasce un nuovo conflitto informativo.

Proviamo ad osservare tramite le loro immagini o i filmati la condizione dell'Emisfero Nord.

Sicuramente la situazione fra l'emisfero nord e sud è molto diversa, sicuramente l'Antartico è quello che soffre maggiormente della presunta riduzione dell'ozono ma guardate invece l'animazione ( e poi potete consultare anche la situazione giornaliera) dell'ozono nell'emisfero nord.
Le parti che vanno dal blu al viola sono con meno ozono
Le parti che vanno dal giallo al rosso è dove c'è maggior ozono.

Palette relating map colors to ozone values

Noterete come nell'emisfero Nord , guardando il video che mostra ad esempio maggio dal 1979 al 2016, in realtà non sia mai stato in nessuna soglia di pericolo come minacciato, idem per la situazione che va da novembre 2015 sino ad oggi, se non per piccole folate azzurre.. Perchè invece si continua a diffondere che "alle medie latitudini si riscontra un progressivo depauperamento dello strato di ozono stratosferico che suscita molta preoccupazione e che rende necessario un impegno ben maggiore da parte della comunità internazionale" ?

Quindi perfetto direte, il buco dell'ozono però "esiste" .. comunque sarebbe circoscritto all'Antartico. Perchè allora creare una situazione allarmistica non facendo quasi uscire le persone di casa ed obbligarle, sotto il velo della paura del cancro.. ad una schermatura totale? visto inoltre che il buco dell’ozono si riduce e loro stessi dicono che si potrebbe richiudere nel 2050?
A dirlo è l’Assessment for Decision-Makers: Scientific Assessment of Ozone Depletion: 2014, realizzato da più di 300 scienziati del Global Ozone Research and Monitoring Project della World Meteorological Organization (Wmo), United Nations Environment Programme (Unep), National Oceanic and Atmospheric Administration (Noaa) , Nasa e Commissione europea.

Perchè non parlare che invece, certamente con riguardo come in tutte le cose, è importante stare al sole senza schermo (assolutamente non 15 visto che blocca al 99% la sintetizzazione della vitamina D) almeno per 30 minuti?

I conti non tornano e non tornano confrontando anche i valori dell'ozono colonna e UVB.

Sappiamo che gli UVB hanno incidenza maggiore per latitudine, stagione e condizone atmosferica ma i dati indicati da siti preposti al monitoraggio e diffusione dati alla popolazione per regolarsi con la schermatura solare sono decisamente allarmistici!!

Approfondito esempio è dato dal Tropospheric Emission Monitoring Internet Service, TEMIS, di cui riportiamo una tabella che associa i valori dell'indice con le condizioni di esposizione.

Categoria di esposizione Indice UV Raccomandazioni
Bassa 0-2 Nessuna protezione
Moderata 3-5 Protezione richiesta.
Nelle ore centrali della giornata
evitare l'esposizione diretta
Alta 6-7 Protezione richiesta.
Nelle ore centrali della giornata
evitare l'esposizione diretta
Molto alta 8-10 Protezione richiesta quasi totale.
Evitare completamente l'esposizione
nelle ore centrali della giornata
Estrema >11 Protezione richiesta totale.
Evitare completamente l'esposizione
nelle ore centrali della giornata

In TEMIS è anche possibile ottenere la previsione sia dell'Indice UV su una data località (basta inserire latitudine e longitudine) sia il DU.

Il cosiddetto ozono colonnare è la quantità di ozono tra una quota data (per esempio il suolo) e il top dell’atmosfera e viene appunto misurata in Unità Dobson (DU). Immaginando di portare la colonna di ozono che si considera a pressione e temperatura standard (1 atm e 0°C), l’altezza della colonna così ottenuta, espressa in millesimi di centimetri, è la misura in Dobson dell’ozono colonnare. Se tutto l’ozono che circonda la terra venisse portato in condizioni standard lo spessore sarebbe solo di circa 0.3/0.4 cm, ovvero 300/400 DU. Tale quantità varia molto con le stagioni e non è simmetrica tra i due emisferi: alle alte latitudini e in inverno-primavera si ha la massima quantità di ozono (a parte il problema dei CFC). La produzione è massima nella stratosfera tropicale (sono i venti poi ad accumulare l'ozono verso i poli) e diminuisce verso le alte latitudini e nella bassa stratosfera. Anche le condizioni meteorologiche, infine, influenzano l’ozono colonnare, che è sensibile alle variazioni di pressione.

Di fatto quindi qualcuno sta mentendo, o nascondendo dati e fatti.

Quali interessi si nascondono dietro?
Perchè l'unico risultato a tutto questo caos è che noi la Vitamina D la stiamo assumendo sempre meno, che le patologie connesse ad ipovitaminosi D sono sempre maggiori, che l'uso di creme solari è aumentato, creme per altro potenzialmente cancerogene.. e in tutto questo nulla di chiaro ci è dovuto sapere sulla reale situazione dell'ozono?

L'unica cosa che possiamo constatare è questo cielo e le nostre patologie.
digilander.libero.it/genfranco5/Immagini...ilepalmitatovitA.htm

ciaooo Franco Genre
.
.

Di più
23/05/2016 12:38 #4505 da genfranco
digilander.libero.it/genfranco5/Immagini/medicinainganno.htm
Oggi invece parliamo di VIRUS, INFLUENZE, vitamina D (ORMONE), SCIENZA e VACCINI per scoprire quali sono le FALSITA', perchè di questo si tratta e ve lo dimostro chiaramente sotto.
Un bel discorso, vero?
Eppure a metterlo insieme bastano 4 parole (diciamo otto, per chi dopo la terza riga non connette più. Ma se gli succede ha solo da evitare le DROGHE LEGALI: CAFFE', TE', TABACCO, ed allora non avrà più problemi a capire questo discorso. Mi scuso per essermi permesso.)
Ora noi sappiamo riguardo ai VIRUS che:
"Alla fine della sua vita, Pasteur, inventore della teoria dei germi (o teoria patogena), ammise di essersi sbagliato pronunciando sul letto di morte al suo assistente, la celebre frase: “IL TERRENO E' TUTTO, IL MICROBO E' NIENTE”.
Ho trovato un articolo veramente interessante che dice:
"Tutti sono pronti a credere che la CIA menta, che il governo menta, che l'FBI menta, che la Casa Bianca menta. MA CHE MENTA L'ISTITUTO DI SANITA', non è possibile, la Sanità è sacra, tutto ciò che esce dagli Istituti Nazionali di Sanità è parola di Dio. Niente fa differenza, nemmeno la storia di come Gallo scoprì il virus, nemmeno il fatto che sia uno scienziato screditato e condannato per truffa. La strategia dell'establishment è sempre la stessa: ignorare. Meglio non rispondere, vuoi vedere che ci si accorge che c'è qualcosa di strano?" Harvey Bialy, microbiologo.
Questo è il pensiero di moltissime persone che fiduciose nelle istituzioni NON CREDONO nella nostra esperienza con le quali ogni giorno mi incontro e che a volte mi rendo conto che sentendo questi discorsi mi prendono per pazzo.
Questo ed altro è su questo link dal titolo "L’incredibile AIDS
Quello che i media non dicono sulla "peste del nuovo millennio" sicuramente da visionare:
tinyurl.com/ygn7vq
Quindi possiamo capire che questo articolo dica il giusto:
"La Teoria dell’origine virale delle malattie
di Arthur M. Baker - Estratto da Exposing the Myth of the Germ Theory
a cura del College of Practical Homeopathy, 2005 - Traduzione di Gianluca Freda
pensierolaterale.blog.com/
Un altro articolo recita:
"In origine la parola “virus” significava veleno e il termine “virulento” voleva dire velenoso. Oggi intendiamo per virus una entità submicroscopica e “virulento”, in generale, significa contagioso. La medicina moderna utilizza il termine “virus” per indicare una microscopica forma di vita capace di infettare le cellule e a cui viene pertanto attribuita la responsabilità di molte delle nostre malattie.
Nell’immaginario popolare, il virus è una forma di vita in grado di parassitare ogni altra forma di vita, inclusi gli animali, le piante e i saprofiti (funghi e batteri).
Nella descrizione delle infezioni virali, ai virus vengono attribuiti comportamenti quali “iniettarsi”, “incubare”, “essere in latenza”, “invadere”, avere uno “stadio attivo”, “impadronirsi”, “riattivarsi”, “mascherarsi”, “infettare”, “assediare” ed essere “devastanti” e “mortali”.
La teoria medica convenzionale sostiene che i virus nascono da cellule morte che essi stessi hanno infettato. Il virus “si inietta” nella cellula e le “ordina” di riprodurlo, fino al momento in cui la cellula esplode per lo sforzo. I virus sono a questo punto liberi di cercare altre cellule in cui ripetere il processo, infettando così l’intero organismo.
Tuttavia i virologi ammettono che i virus, pur avendo natura peculiarmente organica, non possiedono metabolismo, non possono essere replicati in laboratorio, non possiedono alcuna caratteristica degli esseri viventi e, in realtà, non sono mai stati osservati vivi!!
digilander.libero.it/genfraglo/Immagini/virus.htm

Cosa sono i virus, i batteri ecc. che sono nel nostro corpo?
e quelli che vivono sulla terra dichiarati infestatori del genere umano?
Ci stupisce che siano così piccoli ed invisibili?
La solita "favola" raccontata ai bambini per tenerli BUONI ed in RIGA.
Chissà perchè li si può vedere solo con il microscopio, una INVENZIONE usata ed interpretata da pochi.
Solo dalle solite persone del ramo che fanno parte di una CONGREGAZIONE.
Quindi chi ci racconta di questi è una persona in pieno CONFLITTO DI INTERESSI e che da questi racconti ne ricava del PROFITTO.
Sono quindi certo che sono
UNA PURA INVENZIONE
per tenere BUONI ed in RIGA gli adulti.
Sì perchè anche gli adulti devono essere trattati come i bambini, poichè anche col passare degli anni si rimane TUTTI BAMBINI.
Questo lo dichiaro con certezza, poichè negli anni e con gli "ALIMENTI ESSENZIALI", anche solo l'ACIDO ASCORBICO alla età di 75 anni ho voglia di GIOCARE come quando ero bambino, ma questo da molti anni e molte persone lo possono testimoniare.
Una testimonianza certa poi la danno i miei video.
Ora tornando ai VIRUS
SONO CERTO CHE SONO ESISTENTI SOLO NELLA FANTASIA grazie al costante LAVAGGIO DEL CERVELLO.
Che non esistano è PROVATO dal fatto di non poterli vedere, e questo ci mette in una condizione che è quella solita del
CREDO
NON CREDO
come in molte altre occasioni che sono:
quando si và da una cartomante, da una chiromante, da un mago o si segue una religione:
O CREDI O NON CREDI, questo è sempre lo stesso dilemma, vero?.
Questo ti mette in una posizione di inferiorità che ti condiziona la vita, mentre la controparte approfitta di questa posizione di superiorità per abusare di te.
Ma ormai abbiamo capito tutti che l'abuso è quello di ESTORCERE DANARO.
digilander.libero.it/genfranco/Immagini/virusfalsita.htm
Quindi nel grosso dubbio che i VIRUS NON ESISTONO, possiamo avere conferma nel perchè nessun animale si influenza nel periodo invernale come indicato dalla medicina.
Non solo, ma dato che nessun animale mangia sul tavolo con piatti, forchette e cucchiai, ma direttamente in terra nella polvere senza averne mai alcun problema, è un'altra conferma che i VIRUS NON ESISTONO.
Sappiamo inoltre che il condor o la iena, mangiano anche carne quasi putrefatta poichè non è conservata in frigorifero, senza averne alcun danno, questo conferma la nostra teoria.
Vi sarà pure un motivo valido che giustifichi questo loro comportamento, vero?

Ci dicono che i virus arrivano da noi percorrendo chilometri e chilometri di distanze per arrivare quì nel periodo freddo.
Vogliamo controllare se questo è vero?
L'articolo riporta:
"""Per decenni abbiamo aderito alla credenza che l’influenza arrivava in inverno a causa del clima più rigido. Ma numerosi studi hanno completamente falsificato una tale teoria, indicando come l’influenza si presenti ai tropici nel loro “inverno, quando è ancora abbastanza caldo (solitamente durante la stagione delle piogge). No, la ragione per cui l’influenza colpisce d’inverno è un’altra. E suggerisce una facile maniera per prevenirla. E non si tratta di farsi vaccinare. Lo sappiamo già che i nostri corpi producono molta meno vitamina D durante l'inverno. Ma è mai possibile che i livelli ridotti di vitamina D in inverno contribuiscano all’influenza?
Le prove sono evidenti. Anni fa, un attento medico generico inglese, R. Edgar Hope-Simpson, ha collegato le epidemie influenzali dell'emisfero nord con il solstizio invernale. Pertanto, l’influenza arriva proprio quando i livelli di vitamina D cominciano a calare. Finora, la medicina convenzionale ha in gran parte ignorato il suo lavoro.
Proprio questo anno, due importanti pubblicazioni mediche hanno pubblicato un report firmato dal Dott. John Cannell, uno psichiatra dello Atascadero State Hospital, California. Si tratta di una struttura di massima sicurezza riservata a criminali infermi di mente. Nel suo resoconto, il Dott. Cannell ha notato che gli altri reparti intorno al suo erano stati soggetti a un violento attacco d’influenza nell'aprile 2005. Ma nessuno dei suoi 32 pazienti ha preso l’influenza, sebbene si fossero anche mischiati con i reclusi infetti degli altri reparti.
Il Dott. Cannell si è interrogato sul perché il suo reparto avesse evitato l’influenza che pur aveva colpito tutti gli altri reparti. Rapidamente ha capito che si trattava delle dosi elevate di vitamina D prescritte a tutti gli uomini sul suo reparto. Aveva riscontrato che i suoi pazienti, come la maggior parte di tutta l’altra gente dei paesi industrializzati, ne avevano un deficit. (Deve essere uno dei pochissimi psichiatri che prestano attenzione alla nutrizione!) I suoi sforzi per rimediare al deficit hanno potenziato il sistema immunitario dei suoi pazienti, proteggendoli completamente dall’influenza.
Perché funziona? La scienza recentemente ha scoperto che la vitamina D stimola i nostri globuli bianchi a produrre una sostanza denominata catelicidina. I ricercatori non hanno ancora studiato questo prodotto chimico sul virus dell’influenza, ma da tempo hanno segnalato che esso attacca un'ampia varietà di agenti patogeni, tra cui funghi, virus, batteri e perfino la tubercolosi.
Così, troviamo che il mio suggerimento di farvi controllare il livello di vitamina D a quest’epoca dell’anno era quanto mai centrato. Ma ora, alla luce di queste nuove informazioni, penso che non sia nemmeno necessario spendere i soldi per sottoporsi agli esami. La vitamina D è poco costosa. E stimola il vostro corpo a produrre quello che potrebbe essere l’antibiotico definitivo! Completamente atossico e che uccide soltanto gli organismi invasori (non le vostre cellule). Dotatevi dell’incredibile protezione della vitamina D. Esponetevi al sole quando potete. Fate semplicemente attenzione a non scottarvi. Se state per lo più all'interno, suggerisco fortemente che aggiungiate vitamina D al vostro regime quotidiano. Raccomando 5.000 IU al giorno. Non vedo controindicazioni a questa dose, particolarmente nei mesi invernali!"""
digilander.libero.it/genfranco2/Immagini...aminadinfluenza1.htm
Ma allora se chi ha inventato questo termine si è rimangiato la parola o è addirittura uno scienziato screditato e condannato per truffa, allora questa teoria è FALSA quindi i VIRUS NON ESISTONO.
Che poi questi VIRUS arrivano da noi solo nel periodo freddo anche questo è FALSO, in quanto l'abbiamo letto sopra: "Le prove sono evidenti. Anni fa, un attento medico generico inglese, R. Edgar Hope-Simpson, ha collegato le epidemie influenzali dell'emisfero nord con il solstizio invernale. Pertanto, l’influenza arriva proprio quando i livelli di vitamina D cominciano a calare. Finora, la medicina convenzionale ha in gran parte ignorato il suo lavoro."
Quindi il Dott. Cannell ha dimostrato che non sono i VIRUS a causare la influenza, ma il freddo in CARENZA di vitamina D.
Ecco che a questo punto iniziamo ad avere le idee più chiare.
Sappiamo che la CARENZA di vitamina D fà la differenza, avendo certezza però che questa vitamina se la AUTOPRODUCE il nostro corpo usando il COLESTEROLO ed i RAGGI UV del SOLE, ecco che se abbiamo la CARENZA vuol dire che manca uno dei due componenti, o il COLESTEROLO o i RAGGI UV.
Avendo certezza che il COLESTEROLO è in abbondanza per moltissimi individui, allora possiamo dedurre senza ombra di dubbio che allora mancano i RAGGI UV.
Ma sì certo, nel periodo invernale, quindi periodo freddo, che sia in Asia, che in Africa, che nelle Americhe o che in Europa, il SOLE è debole, quindi i RAGGI UV vi arrivano con meno potenza.
Ecco che allora abbiamo anche determinato che è la CARENZA di vitamina D (ORMONE), a tenere basse le DIFESE IMMUNITARIE necessarie per combattere il freddo.
L'Homo Sapiens, pur avendo eccesso di COLESTEROLO, difatti molte persone ingoiano le statine per farlo abbassare, è soggetto alla CARENZA di vitamina D TUTTO l'anno, causa la mancata esposizione al sole anche nel periodo estivo.
Un'altra causa di questa CARENZA però sono le CREME SOLARI che evitano che i RAGGI UV facciano il loro lavoro.
La pagina recita:
"Per decenni ci hanno terrorizzato con la storia che il sole ci fa venire il cancro della pelle, su cui non tutti concordano. Le creme solari, forse prevengono il cancro della pelle, ma in compenso potrebbero farci venire il tumore da qualche altra parte, considerata la concentrazione di porcherie chimiche che contengono. In America l’ industria del cosmetico vende creme solari con sostanze cancerogene e poi fa donazioni alla “American Cancer Society” (associazione non-profit per la lotta contro il tumore), che a sua volta raccomanda alla gente l’uso delle creme solari per prevenire il cancro. La solita storia di interessi economici che si cela dietro molto del contemporaneo terrorismo medico (1, 2).
Gli industriali del cosmetico affermano che i prodotti chimici presenti nelle loro creme non vengono assorbiti all’interno del corpo, ma gli studi dimostrano il contrario: almeno quattro tra i più comuni filtri solari vengono assorbiti eccome, dato che sono stati ritrovati non solo negli strati più profondi della pelle, ma anche nelle urine (4). E poi, c’è da chiedersi come potrebbero funzionare certi farmaci veicolati con il cerotto (nicotina, ormoni, cardiologici) ?"
digilander.libero.it/genfranco5/Immagini/cremesolariinganno.htm

Nel frattempo è stata inventata la parola SCIENZA dalle industrie alimentari per convincere la popolazione che i CIBI da loro forniti sono ottimi per la loro salute, quindi non causano danni, complice la medicina che di questa parola ne ha fatto un baluardo, impostando delle testate che ne riportano le PROVE SCIENTIFICHE fatte per i vari PRODOTTI CHIMICI usati allo scopo (anche FALSE), riuscendo così a guadagnarsi la fiducia dei malcapitati lettori e quindi consumatori. Ed è con questa parola SCIENZA che hanno INVENTATO il termine VIRUS e sempre con questa parola hanno inventato i vari PRODOTTI CHIMICI, che complice i media con la loro pubblicità, ci hanno abituati a vivere tra i VELENI addirittura in casa. Difatti su molte confezione troviamo la scritta: "TENERE LONTANO DALLA PORTATA DEI BAMBINI" come se per noi adulti questi VELENI fossero DOLCI.
Ma non è finita quì, un'altra mossa ben architettata, LE SCADENZE dei prodotti forniti.
Prima sulle confezioni ALIMENTARI ed in un secondo tempo sui FARMACI CHIMICI.
Sui prodotti ALIMENTARI che contengono prodotti SCIENTIFICAMENTE PROVATI di cui le testate più affidabili hanno riportato la loro bontà.
La pagina recita:
"Un medico americano ha fatto un esperimento: ha acquistato del cibo in un fast food e lo ha “dimenticato” per qualche anno sulla scrivania del suo studio. Alla domanda sul perchè avesse fatto questo, ha dichiarato “per mostrare alla gente quello che sta mettendo nei loro corpi”. Questi che vedete nella foto sono “alimenti trasformati“, non è cibo vero. Nel corso del tempo il cibo vero decade, ammuffisce, produce odore di decomposizione. Questi “alimenti trasformati” non hanno fatto nulla di tutto ciò, Hanno infatti mantenuto la loro dimensione originale, forma e consistenza. Il nostro corpo deve quindi lavorare di più per la decomposizione e la digestione di questa roba rispetto al cibo vero.
Gli “alimenti trasformati” si trovano ovunque, non solo nei fast food, ma sono facilmente riconoscibili leggendo gli ingredienti. Meglio quindi, come sempre, acquistare informati!
digilander.libero.it/genfranco5/Immagini/cibimoderni.htm

Quindi se mettono nei CIBI questo PRODOTTI CHIMICI SCIENTIFICAMENTE PROVATI a cosa servirà mai la DATA DI SCADENZA?
Difatti siamo certi che i CIBI NATURALI si deteriorano in breve tempo, poichè contengono loro stessi degli enzimi messi lì allo questo scopo addirittura da >Madre >Natura. Ecco perchè i frigoriferi, di cui i cibi degli scaffali non ne hanno bisogno, in quanto troviamo delle date di scadenza ben oltre la durata normale dei prodotti contenuti. Certo i PRODOTTI CHIMICI usati nei cibi uccidono i naturali enzimi che gli avrebbero arrecato danni, ma permettono alle industrie di mantenere integrali le loro confezioni.
Come dimostrato dall'articolo, sarà che ci vogliono mummificare aspettando la risurrezione. accorciando però la vita e facendocela vivere in malattia d'accordo con la medicina?
Ma la mossa più fantastica è quella della medicina, la quale mette sui FARMACI CHIMICI questa data di scadenza.
Vorrei vedere se sulla confezione del nelsen piatti, PRODOTTO CHIMICO, ci stà la scadenza!!!!
Su questo è peggio, dovrebbero scrivere "VELENO" con disegnato la testa da morto.
Dovrebbero scrive la stessa cosa anche sui FARMACI.
Difatti il dr. Abram Hoffer, quel medico che usando la vitamina B3 (NIACINA) e gli "ALIMENTI ESSENZIALI" iniziando dall'ACIDO ASCORBICO, ha guarito migliaia di persone addirittura dalla SCHIZOFRENIA, di cui gli specialisti moderni invece la SCHIZOFRENIA, alle persone, gliela fanno venire pur di prescrivere i FARMACI di bigpharma. Egli dichiara in una intervista:
"AWS: Le vitamine sono state accusate di essere in qualche modo realmente pericolose.
AH: Sono veramente impressionato della preoccupazione di alcuni scienziati rispetto a queste "pericolose" vitamine. Vorrei che fossero più preoccupati per quei pericolosi veleni chiamati farmaci. Ogni flacone di pillole dovrebbero avere una etichetta veleno con teschio e ossa, e "veleno" scritto a grandi lettere."
digilander.libero.it/genfranco1/Immagini/niacinaabramhoffer.htm

Altro che data di scadenza! Questa è stata messa appunto per convincere le persone che questi FARMACI CHIMICI curano le malattie, ma di cui invece la verità è questa:
"Quindi sulla ricetta scriverà per la ricerca nel sangue che ti dovrà essere prelevato a digiuno:
GLICEMIA, COLESTEROLO, CALCEMIA, FERRO, MAGNESIO, POTASSIEMIA, AZOTEMIA, CREATININA, SODIO, TRANSAMINASI GP (ALT), TRANSAMINASI GP (AST), D-DIMERO
dei quali nei risultati fatti dal Centro Analisi, si otterranno dei valori che se non sono nei parametri stabiliti ti metteranno un segno di evidenziazione che probabilmente hai già visto negli eventuali esami precedenti.
Ma questi sono esattamente quelli che fanno parte di quel liquido seminale maschile di TUTTI i maschi animali al mondo chiamato SPERMA e che sono la base della mia e della tua vita ma che ci sono TUTTI anche nel GERME cosidetto del grano, che in effetti è il GERME di ogni seme vegetale dai quali GERMOGLIA la pianta.
Leggilo sul link dove in parte trovi:
"A TOTALE GARANZIA della PROVA SCIENTIFICA di quanto è la mia ORIGINE descritta sopra, quale dubbio posso avere se questo è fatto da Madre Natura dall'inizio della vita?
E dato che sono venuto al mondo per la CONTINUAZIONE DELLA MIA SPECIE come progettato da Madre Natura all'inizio del mondo, come potrò trasmettere ai miei posteri quei prodotti CHIMICI tanto RICERCATI dalla medicina ed usati per la mia MANUTENZIONE sognando di guarire le mie malattie?
La RICERCA?
Bella parola, vero? basta questa per dare SPERANZA, ma speranza di cosa? quella per gli STUPIDI onde ritirare montagne di denaro?"
digilander.libero.it/genfranco2/Immagini/originidellavita.htm
Ed ancora altri se lo riterrà opportuno, ma a questo punto, tu innocentemente dovresti chiedergli di fare pure la ricerca del "principio attivo" (così viene chiamato l'agente del FARMACO che stai ingoiando, vero?).
A questo punto lui ti dirà sorridendo che non si può.
Allora tu dovresti chiedergli:
"scusi dottore, ma se non si può vuol dire che questo "principio attivo" NON DEVE ESSERE NEL MIO SANGUE, vero?
Ma se non deve essere nel mio sangue, cosa farà mai nel mio corpo? lei me lo sà dire e spiegare chiaramente?
Senza tenere conto delle descrizioni del foglio illustrativo allegato, che a volte sono diverse pagine di raccomandazioni e di avvertenze sulle controindicazioni che possono causare danni al mio corpo.
Come potrà mai farmi BENE?
E quindi come posso permettere che questi "PRINCIPI ATTIVI" entrino nel mio corpo?
E quali BENEFICI potranno mai apportare se non quello di riempire il mio corpo di VELENOSE TOSSINE?"
digilander.libero.it/genfranco/Immagini/esamedelsangue.htm

Da Greenpeace Italia il video della mela che parla e spiega dei PRODOTTI CHIMICI (VELENO PURO), usati nella agricoltura, cui ho scritto.
"Ecco i prodotti della SCIENZA, parola inventata dall'UOMO per l'UOMO, di cui TUTTI gli altri esseri viventi ne subiscono le conseguenze MORTALI.
Difatti per FARE LA SCIENZA usano gli animali da laboratorio per un unico fine:
IL LUCRO
Quindi a cosa serve la SCIENZA?
AD UCCIDERE IL MONDO?
Ma per far cessare questo IGNOBILE DISEGNO è indispensabile che si usi l'unico modo possibile:
LA NOSTRA SALUTE
acidoascorbico.altervista.org/
che per mantenercela è necessario che i CIBI VELENO delle industrie rimangano sugli scaffali."
Così scrive Pharmamedix, il sito di una casa farmaceutica del termine:
Influenza
Monografia scientifica
La Definizione di Influenza - Che cos'è l'Influenza?
L’influenza è un’infezione virale acuta delle alte vie respiratorie.
Le Cause dell'Influenza - Quali sono le cause dell'Influenza?
L’influenza è causata dall’infezione di un virus, il virus influenzale, appartenente al genere Orthomixovirus, famiglia Orthomyxoviridae.
I Sintomi dell'Influenza - Quali sono i sintomi dell'Influenza?
Nella maggior parte dei casi, l’influenza si risolve in pochi giorni, mediamente una settimana; in alcuni casi l’infezione può provocare gravi complicanze che richiedono l’ospedalizzazione del paziente.
www.pharmamedix.com/patologiavoce.php?pa...inizione#Definizione

A ma allora la medicina e le case farmaceutiche pur di mantenere la supremazia ed il lucro, ha ignorato molte cose di questo secolo. Molte SCOPERTE IMPORTANTI, a partire da quella dell'ACIDO ASCORBICO di cui OGNI ESSERE VIVENTE si AUTOPRODUCE la sua RAZIONE GIORNALIERA dal concepimento alla morte.
Ma non solo, ma ogni animale si AUTOPRODUCE anche la sua RAZIONE GIORNALIERA, ed anche di più immagazzinandola per il periodo freddo, di vitamina D (ORMONE), INDISPENSABILI ENTRAMBI PER NON RECARSI DAL LORO SIMILE PER LA SALUTE, ed in parole povere
AUTOGUARIRSI
pena la ESTINZIONE.

Ora invece come buon ultimo vediamo cosa sono i VACCINI.
Ma perchè sono stati inventati i VACCINI?
E' vero che se si vuole fare PREVENZIONE con i VACCINI è perchè loro sanno che con i FARMACI NON CURANO NULLA?
Di questo ne abbiamo certezza poichè i "PRINCIPI ATTIVI" NON DEVONO essere nel mio sangue.
Sapendolo, allora perchè ce li vendono ed a prezzi esorbitanti? e perchè vi hanno messo la data di scadenza convincendoci ad usarli e facendovi addirittura la pubblicità?
Chi fà questo sono ESSERE IMMONDI, perchè non trovo altra definizione adatta.
Invece non ci dicono che per fare PREVENZIONE ed addirittura guarire le malattie

Ho fatto ricerche di malattie guarite da qualche FARMACO, ma non ne ho trovate neanche una.
Ed ora ecco le prove delle malattie guarite con gli "ALIMENTI ESSENZIALI":
Ho fatto altrettante ricerche se vi fossero malattie guarite con degli "ALIMENTI ESSENZIALI" ottenendo questi risultati:
La prima e più importante malattia guarita con uno di questi è
lo SCORBUTO guarito dall' ACIDO ASCORBICO
la PELLAGRA guarita dalla VITAMINA B3 (NIACINA)
il BERI-BERI guarito dalla VITAMINA B1 (TIAMINA)
il RACHITISMO guarito dalla vitamina D (ORMONE)
la POLIOMIELITE guarita dal CLORURO DI MAGNESIO
la SCLEROSI MULTIPLA e le malattie AUTOIMMUNI dalla VITAMINA D cura del dottor Coimbra
la OSTEOPOROSI dalla VITAMINA D
la TUBERCOLOSI (TBC) dalla VITAMINA D
la ANEMIA PERNICIOSA guarita dalla VITAMINA B12 (COBALAMINA)
Un ricercatore dell’Istituto Lister di Medicina Preventiva di Londra stava sperimentando su dei ratti una dieta a base di chiara d’uovo cruda come fonte unica di proteine. Dopo qualche settimana i ratti diedero segni di squilibrio: comparvero dermatiti ed emorragie cutanee: gli animali perdevano il pelo, gli arti si paralizzavano, diminuivano di peso, e infine morivano.
guarita dalla BIOTINA del gruppo B.
digilander.libero.it/genfranca/Immagini/malattieguarite.htm
Queste sono solo alcune delle realtà che col tempo, e neanche troppo, scopriremo che ne saranno guarite molte altre. "

Riguardo ai VACCINI la pagina riporta:
"Da allora, il governo britannico è stato costretto a sospendere i vaccini relativi all'H1 N1 per i bambini al di sotto dei 5 anni, ammettendo che il vaccino avesse determinato una crescita di dieci volte di fenomeni quali violente convulsioni nei bambini.
...ed ancora....
Il governo della Finlandia si è esposto pubblicamente, ed ed ha affermato come quest'ultimo stia causando ogni genere di disordini neurologici, quali la stessa narcolessia.
...Altro pezzo importante.....
Signore e signori, noi abbiamo a disposizione i documenti delle Nazioni Unite, i documenti delle Fondazione Rochkefeller, risalenti agli anni '60, '70, '80 e '90, fino ai giorni nostri, ed è possibile leggere e rendersi conto di come ammettono di aver sviluppato vaccini per l'influenza o il tetano, all'interno dei quali hanno inserito elementi chimici ed ormoni per ridurre la vostra fertilità, o per sterilizzarvi.
...ed ancora....
Inviate tutti gli articoli mainstream che saranno sistemati in basso rispetto a questo video, in cui si parla di come governi tra i più importanti del pianeta siano stati costretti a sospendere le vaccinazioni perchè queste ultime stavano determinando un'incredibile devastazione, e avvertite tutti che i vaccini contro la influenza stagionale realizzati quest'anno conterranno anche il vaccino contro l'H1 N1, oltre naturalmente a tutti gli "extra" che loro inseriranno.
Avvertite tutti quelli che conoscete. Questa è una questione straordinariamente seria.
L'industria farmaceutica Bayer ha ammesso in tribunale di aver consapevolmente distribuito per oltre un decennio.
Lo hanno fatto a sangue freddo, si tratta di un elemento che è parte di un più ampio programma eugenetico.
I crimini delle grandi compagnie farmaceutiche sono "legioni", e (tali compagnie) dovrebbero essre messe sotto accusa, dovrebbero essere portate di fronte alla giustizia, anche perchè le loro condotte rappresentano l'elemento che pone in connessione le grandi compagnie farmaceutiche, gli organismi geneticamente modificati (OGM), e il governo.
digilander.libero.it/genfranco/Immagini/vaccinispeciale.htm

Ma non solo, servono anche e sopratutto per LUCRARE con tutti I PRODOTTI CHIMICI usati in ogni dove, nei CIBI, nei FARMACI, in casa, nei luoghi pubblici poichè l'attenzione è volutamente spostata nella direzione di loro convenienza.
VOLETE UN CAPRO ESPIATORIO?
ECCOVELI:
LATTE, LATTICINI, CARNE, CEREALI e quant'altro esiste al mondo di NATURALE, che i nostri avi hanno ingoiato da SEMPRE poichè contengono quegli "ALIMENTI ESSENZIALI" nei quali SIAMO STATI TUTTI GENERATI indispensabili quindi alla nostra OTTIMA SALUTE.
ECCO QUINDI GLI INGANNI cui siamo sottoposti ogni giorno.
digilander.libero.it/genfranco5/Immagini/medicinainganno.htm

ciaooo Franco Genre
.
.

Tempo creazione pagina: 0.263 secondi

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. INFO