Vaccini e bambini: che fare?

Di più
22/06/2017 18:54 #9852 da NRG
Risposta da NRG al topic Vaccini e bambini: che fare?
grafici e tabelle si possono leggere pure qui:

www.vacciniinforma.it/2015/02/22/vaccini...i-mai-visionati/2048

Di più
23/06/2017 11:02 #9857 da Human
Risposta da Human al topic Vaccini e bambini: che fare?
@ahmbar

Se permetti vorrei ripartire dal tuo post di un mese fa, che non ho ignorato affatto ma anzi ho letto con interesse. Poi torniamo con calma allo studio di Morgensen, alla Lesmo, a Wakefield, a quello che vuoi.

Non conosco la tua eta', ma hanno trasformato le piu' salutari forme naturali di potenziamento del sistema immunitario (le malattie infantili), che MAI erano state un pericolo per la salute (se non per casi singoli) per tutta la mia infanzia, giovinezza e maturita', in nemici mortali che vanno combattuti con ogni mezzo

Stai dicendo che prendere le malattie in modo naturale è meno rischioso che vaccinarsi per quelle stesse malattie? E vale per tutti i vaccini senza eccezioni?

Di più
23/06/2017 12:38 - 23/06/2017 12:55 #9858 da ahmbar
Risposta da ahmbar al topic Vaccini e bambini: che fare?

Stai dicendo che prendere le malattie in modo naturale è meno rischioso che vaccinarsi per quelle stesse malattie? E vale per tutti i vaccini senza eccezioni?



Questa e' la conclusione a cui sono giunto dopo tanto leggere: su come "lavorano" i vaccini: all'interno del corpo, quali rmeccanismi biologici attivano e quali conseguenze hanno sul sistema immunitario del bambino nelle risposte future ai millemila patogeni che incontrera' nella sua vita
Anche ammettendo una protezione completa contro uno specifico invasore, la pratica vaccinale altera in maniera sostanziale la capacita' dell'organismo di reagire a tutti gli altri

Lo studio danese che ho allegato precedentemente sulla comparazione della salute fra bambini vaccinati e non conferma completamente i miei pensieri sull'argomento


Immagino che quel "senza eccezioni"? sottintenda le malattie mortali e/o disabilitanti
Visti i risultati EFFETTIVI (non quelli propagandati ma privi di riscontri, che decantano una inesistente incidenza delle vaccinazioni nel proteggerci da dette malattie), e visti i danni documentati a breve, medio e lungo termine che la pratica vaccinale causa( inclusa la possibilita' concreta di contrarre/sviluppare la malattia contro cui si sta vaccinando....) , la risposta e' sempre si
Ultima Modifica 23/06/2017 12:55 da ahmbar.

Di più
23/06/2017 17:03 #9860 da mc
Risposta da mc al topic Vaccini e bambini: che fare?

Stai dicendo che prendere le malattie in modo naturale è meno rischioso che vaccinarsi per quelle stesse malattie? E vale per tutti i vaccini senza eccezioni?



Le complicazioni sono relativamente rare, ma il morbillo è pur sempre responsabile di un numero compreso tra le 30 e le 100 morti ogni 100.000 persone colpite. Le complicazioni sono dovute principalmente a superinfezioni batteriche: otite media, laringite, diarrea, polmonite o encefaliti (infiammazioni del cervello). Si riscontrano più spesso nei neonati, nei bambini malnutriti o nelle persone immunocompromesse. (passo preso da www.epicentro.iss.it/problemi/morbillo/morbillo.asp )
Naturalmente, questo e' un dato a livello globale e i morti a livello europeo sono azzerati da decenni, "balle Lorenzin" a parte.

Prendendo ad esempio il morbillo:
c'e' da scongiurare i numeri della probabilita' di infezione (popolazione e numero di infetti l'anno su tutto il territorio) e quelli, all'interno di questa scrematura statistica, di probabilita' di complicazioni da morbillo.
Per una encefalite da morbillo (intendendola come una complicazione grave) bisogna calcolare una percentuale di rischio che possa manifestarsi di circa nello 0.01 di chi abbia contratto il morbillo.

Se un adulto come me (vissuto a stretto contatto con bambini, famiglia numerosa che nel corso degli anni si e' pure allargata parecchio) e' riuscito a non contrarre la malattia (morbillo) ci sono buone, buonissime, possibilita' che anche a mio figlio possa non accadere, e nel caso dovesse ci sono ottimissime possibilita' che guarisca senza nessuna complicazione, come nella maggioranza assoluta dei casi (almeno nell'occidente avanzato e in buone condizioni igieniche generali)..

Dall'altro lato, ci sono effetti diretti causati da piu' fattori contenuti all'interno dei vaccini, e non sono filtrati da una casualita' di incontro in quanto ogni vaccinazione e' scientemente operata.
Qui siamo di fronte alla sola speranza di non essere tra i dati che vanno a rimpolpare le tabelle dei fogli illustrativi dei vaccini, e facendo due calcoli, i danni da reazione avversa da vaccini (sia lievi che gravi) sono ampiamente piu' probabili (e quelli anche sono dati ufficiali e anche quelli sono sgonfiati a dovere).

Gia' solo con i dati ufficiali relativi alla malattie (e che sono gia' sporcati da trucchi ignobili che gonfiano le cifre prima di darli in pasto all'opinione pubblica, tipo il confondere PRESUNTI casi totali con CONFERMATI casi totali di morbillo!!! ..la forbice dei confermati oscilla tra il 30-70% del numero dei casi Presunti, ma in giro si parla solo dei presunti, gonfiati a dovere x il gregge) basterebbe ragionare in termini di percentuali di rischio e si vedrebbe in concreto la maggior pericolosita' (matematica) delle vaccinazioni rispetto alle malattie.

(Da tenere presente che nei calcoli di rischio sono stati omessi: la possibilita', osservando il contesto, che esistano conflitti di interesse altissimi tra tutti i promotori di questa vaccinazione selvaggia, corroborata da esperienze passate e la relativa possibilita' che si facciano pressioni solo per i rientri finanziari, senza nessun interesse diretto nei confronti dei pazienti)

boh.

Questo ho maturato gia nei primi giorni di approccio (neutrale almeno agli albori) nei confronti dei vaccini, intrapreso qualche anno fa e ora messo repentaglio da questa masnada di opportunisti senza scrupoli.

mc


Di più
24/06/2017 20:01 #9867 da macco83
Risposta da macco83 al topic Vaccini e bambini: che fare?
Dopo essermi confrontato con una mia cara amica pediatra che lavora in uno dei piu' importanti ospedali europei sono uscito un po' piu' sereno. Vorrei quindi condividere con voi alcune considerazioni che spero possano chiarire alcune cose. Alla fine siamo arrivati al punto che questo caos da decreto e' principalmente scoppiato per una errata comunicazione ed un eccesso di allarmismo creato dell'incompetenza delle istituzioni (Ministra in primis).
*
I vaccini attualmente obbligatori in iItalia sono 4 mentre altri 5 sono consigliati e vengono gia' somministrati nella maggior parte dei bambini. Il che ci porta alla conclusione che, di quei famosi 12, attualmente 9 sono gia' somministrati in tutto il territorio Nazionale. I 3 rimanenti (varicella e meningococco) sono obbligatori solo in alcune regioni e, per uniformita', con questo decreto diventeranno obbligatori in tutto il territorio nazionale. Potete consultare il calendario vaccinale in questo link aggiornato ogni due anni.
Quindi rispetto alla situazione attuale, nella pratica, a parte l'obbligatorieta', non cambia molto: i consigliati diventano obbligatori e comunque questi consigliati sono gia' somministrati nella quasi totalita' della popolazione.
*
Effetto gregge: l''effetto in questione non e' scientificamente dimostrato ma non e' nemmeno dimostrato il contrario. Anche una copertura del 99% puo' produrre casi sporadici di malattia visto che questo effetto serve solo a ridurre il rischio di un'epidemia. Quei Paesi che non hanno l'obbligatorieta' sono comunque molto coperti per le principali malattie infettive (copertura maggiore dell'80% ampiamente nei limiti dell'effetto gregge). Probabilmente in questi paesi la comunicazione e la fiducia tra Stato e Cittadino e' piu' genuina e trasparente e quindi non c'e' bisogno di obbligare nessuno. Se in questi Paesi la copertura scendesse per alcune malattie, il Paese stesso dichiarerebbe obbligatori i vaccini per quelle malattie in modo da ritornare forzatamente alla copertura minima. Io vivo in Olanda e qui la copertura delle maggiori patologie virali e' alta ( link ) pur non essendoci l'obbligatorieta'.
*
Bambino morto: classica strumentalizzazione propagandistica, mi conferma che il bimbo non e' morto perche' i fratelli non erano vaccinati ma perche' leucemico e immunocompromesso. Poteva ucciderlo un qualsiasi virus cosi' come l'ha ucciso il morbillo. Vaccinare i fratelli avrebbe solo ridotto il rischio che il bimbo non si fosse preso la patologia dai fratelli e sarebbe comunque una profilassi consigliata nel caso un bimbo immunocompromesso abbia contatti con il resto della famiglia. L'uscita della ministra quindi e' falsa e' obiettivamente vomitevole.
*
Quello che resta di misterioso sono la fretta del ministero nell'attuare il decreto, le false notizie su epidemie inesistenti per promuovere le vaccinazioni. Il che ci fa pensare che qualche intrallazzo tra Stato e big-pharma ci sia lo stesso (probabilmente l'obbligatorieta' dei vaccini, che ora sono consigliati ma comunque somministrati, gli fara' guadagnare di piu' rispetto alla situazione attuale).
*
ps: il tutto non vuole escludere che i vaccini possano essere esenti da effetti collaterali nei grandi numeri.

Saluti.

Ad un certo punto la Storia diventò Mitologia.

Di più
24/06/2017 21:01 - 24/06/2017 21:12 #9868 da ahmbar
Risposta da ahmbar al topic Vaccini e bambini: che fare?
Se il consulto con la tua amica pediatra ha portato a questa frase (fra le altre) ....camaleontica

il tutto non vuole escludere che i vaccini possano essere esenti da effetti collaterali nei grandi numeri.

mi viene da pensare che non hai seguito il thread, ma solo le sue parole

Studio commissionato dal governo danese, comparazione fra la salute di bambini vaccinati ed un pari numero non vaccinati

...confrontando i due gruppi di bambini vaccinati con DTP e bambini non vaccinati, la mortalità del primo gruppo era cinque volte superiore rispetto al gruppo dei non vaccinati. Nella ricerca si forniscono le tabelle e i dati relativi.
www.ebiomedicine.com/article/S2352-3964(17)30046-4/pdf

Tutte le prove scientifiche, al momento disponibili suggeriscono che il vaccino DTP può uccidere più bambini di quanti ne potrebbe salvare evitando di farli ammalare di tetano, difterite o pertosse. In parole povere, il vaccino protegge i bambini dalle malattie coperte dal vaccino ma, al contempo, li rende più suscettibili ad ammalarsi di malattie infettive diverse e non correlate”.
www.assis.it/guinea-bissau-maggiore-mort...petto-non-vaccinati/


Non solo i vaccini si dimostrano dannosi nell'immediato, ma predispongono TUTTI i soggetti a maggiori problemi futuri, altro che possano essere esenti da effetti collaterali nei grandi numeri

E aggiungo che simili studi avrebbero dovuto essere avviati decenni fa', cosi' avrebbe agito chi aveva davvero l'interesse della salute come fine
Purtroppo e' rimasto solo l'interesse, e la salute e' stata dimenticata


Sono contento per te, che sei uscito sereno dopo il colloquio con la tua amica pediatra, perche' io sono sempre piu' preoccupato, avvilito e sconcertato
Ultima Modifica 24/06/2017 21:12 da ahmbar.

Di più
24/06/2017 21:17 #9869 da macco83
Risposta da macco83 al topic Vaccini e bambini: che fare?

ahmbar ha scritto: Se il consulto con la tua amica pediatra ha portato a questa frase (fra le altre) ....camaleontica

Ciao Ahmbar.
Questa frase l'ho aggiunta io in ps (capisco che ti possa sembrare camaleontica) ma non deriva dalla mia discussione con lei. E' solo un mio pensiero in quanto abbiamo parlato esclusivamente del Decreto attuale e non dei vaccini in generale. Io personalmente sono a favore della non obbligatorieta' e di una maggior trasparenza tra medici, pazienti e istituzioni. Ho preferito postare qui che su commenti liberi perche' preferisco la struttura a forum.

Ad un certo punto la Storia diventò Mitologia.

Di più
24/06/2017 22:08 #9870 da Marauder
Risposta da Marauder al topic Vaccini e bambini: che fare?
Effetto gregge: l''effetto in questione non e' scientificamente dimostrato ma non e' nemmeno dimostrato il contrario.


Questo perché è una supposizione statistica fallace in quanto basata sulla falsa conseguenza che vaccinare significhi immunizzare che, stando ai casi di vaccinati ammalati, risulta evidentemente falsa.

Perché funzioni statisticamente occorre avere una reale immunità definitiva e non degradante ossia quella ottenibile contraendo e superando la malattia da virus selvaggio.

Certo che se ancora si sta a trattare la medicina come la fisica senza considerare tutte le differenze tra una persona e un'altra è ovvio che si incappi in queste cantonate.
Rincaro la dose: nemmeno la stessa persona nel corso degli anni reagisce ugualmente agli stessi protocolli farmacologici, basti pensare ai diversi dosaggi da adottare quando si assumono farmaci.

Considerato quanto sopra voler esporre tutta la popolazione agli effetti collaterali del farmaco, esistenti, dimostrate e anche gravissime se non letali, è un atto scellerato dettato esclusivamente da interessi economici.

Non c'è proprio un cazzo da star sereni.

You'll not see this coming.

Di più
24/06/2017 22:24 #9871 da macco83
Risposta da macco83 al topic Vaccini e bambini: che fare?

Marauder ha scritto: Considerato quanto sopra voler esporre tutta la popolazione agli effetti collaterali del farmaco, esistenti, dimostrate e anche gravissime se non letali, è un atto scellerato dettato esclusivamente da interessi economici.


Il punto e' che attualmente siamo gia' esposti agli effetti collaterali in quanto l'obbligatorieta' non aumenterebbe la copertura in modo significativo. Quindi il problema resta tale e quale a prima.

Ad un certo punto la Storia diventò Mitologia.

Di più
25/06/2017 00:29 #9873 da Marauder
Risposta da Marauder al topic Vaccini e bambini: che fare?
Non mi pare che la copertura effettiva attuale sia uguale a quella che s'otterrebbe con l'obbligo, per niente.

You'll not see this coming.

Di più
25/06/2017 00:52 #9874 da Human
Risposta da Human al topic Vaccini e bambini: che fare?
@ahmbar

Lo studio danese che ho allegato precedentemente sulla comparazione della salute fra bambini vaccinati e non conferma completamente i miei pensieri sull'argomento

In realtà li smentisce completamente: è uno studio di comparazione fra vaccinati e non vaccinati (dicevi che non esistevano), che prende in considerazione anche l'interazione fra i vaccini DTP e OPV (dicevi che non esistevano) e l'immunità di gregge come fattore importante (dicevi che era solo una scusa per vaccinare).

Gli studiosi concludono che somministrare DTP+OPV è meno dannoso che somministrare DTP e basta. Se questa conclusione fosse corretta, gli effetti fuori target (chiamati effetti non specifici o NSE) sarebbero negativi per il DTP ma positivi per l'OPV (tu invece sostieni che siano negativi per qualsiasi vaccino).

Ma come una rondine non fa primavera, uno studio non fa scienza. Aspettiamo ulteriori studi che lo confermino o lo smentiscano.

Di più
25/06/2017 00:55 #9875 da Human
Risposta da Human al topic Vaccini e bambini: che fare?
@mc

basterebbe ragionare in termini di percentuali di rischio e si vedrebbe in concreto la maggior pericolosita' (matematica) delle vaccinazioni rispetto alle malattie.

Il tuo è tutto un discorso ipotetico.
Mostraceli per favore questi calcoli che dimostrerebbero quello che affermi.

Di più
25/06/2017 11:21 #9877 da Virtus
Risposta da Virtus al topic Vaccini e bambini: che fare?
Visto che, secondo i nostri governanti, esiste un'epidemia di Morbillo suppongo che i luoghi super affollati come le spiagge sono da evitare. Giusto?

Di più
25/06/2017 14:36 - 25/06/2017 14:56 #9879 da ahmbar
Risposta da ahmbar al topic Vaccini e bambini: che fare?
@ahmbar
Lo studio danese che ho allegato precedentemente sulla comparazione della salute fra bambini vaccinati e non conferma completamente i miei pensieri sull'argomento

[email protected]

In realtà li smentisce completamente: è uno studio di comparazione fra vaccinati e non vaccinati (dicevi che non esistevano),

Lo studio e' dell' aprile 2017, portato alla mia conoscenza solo settimana scorsa, ed e' il primo che leggo da quando mi sono interessato dell'argomento

Hanno iniziato a vaccinare ca 100 anni fa', ma non hanno mai sentito il bisogno di controllare attraverso l'osservazione di bambini non vaccinati se questo metodo provocava piu' danni di quanti (ipoteticamente) ne risolveva
Indubbiamente un modo di procedere scientifico e rispettoso della salute generale

che prende in considerazione anche l'interazione fra i vaccini DTP e OPV (dicevi che non esistevano)

Cosa avrei detto che non esiste?

l'immunità di gregge come fattore importante (dicevi che era solo una scusa per vaccinare).

Potresti indicarmi dove questo e' specificato nello studio? Il mio inglese non e' un granche'

E comunque, IO non dico niente, tranne il mio parere quando leggo che le malattie si sviluppano ( o NON si sviluppano) indipendentemente dal raggiungimento di percentuali di vaccinati anche molto maggiori di quelle indicate dal nostro ministro e dai vari "esperti" come "indispensabili per raggiungere l'immunita' di gregge"

Gli studiosi concludono che somministrare DTP+OPV è meno dannoso che somministrare DTP e basta. Se questa conclusione fosse corretta, gli effetti fuori target (chiamati effetti non specifici o NSE) sarebbero negativi per il DTP ma positivi per l'OPV (tu invece sostieni che siano negativi per qualsiasi vaccino).

Hai decisamente un "selezionatore di notizie" sempre al lavoro, quando leggi certe cose, dato che ti sei soffermato sul fatto che e' stato effettivamente notato un decremento di mortalita' fra chi aveva ricevuto il solo vaccino trivalente e chi aveva ricevuto entrambi
Puo' essere che un veleno attenui gli effetti di un altro, gli stessi ricercatori, pur non capendone i motivi reali, lo indicano come una possibilita' (e non una certezza), , may have reduced significa e' possibile, forse, potrebbe

Ma quel che e' certo e' che le conclusioni dello studio sono queste:
I bambini vaccinati hanno un rateo di mortalita' 5 volte superiore a quelli non vaccinati
Nessuno studio ha mostrato benefici effetti nell'uso del vaccino
L'uso del vaccino predispone chi ne e' vittima a future infezioni, che possono diventare anche mortali a causa della danneggiata risposta immunitaria

Aspettiamo ulteriori studi che lo confermino o lo smentiscano

.
Ed intanto lo ignoriamo e continuiamo a vaccinare, giusto?
Poi, appena avremo lo studio della glaxo che lo smentisce, lo cestiniamo del tutto


Edit:
[email protected]

basterebbe ragionare in termini di percentuali di rischio e si vedrebbe in concreto la maggior pericolosita' (matematica) delle vaccinazioni rispetto alle malattie.



[email protected]

Mostraceli per favore questi calcoli che dimostrerebbero quello che affermi.


Sono li' da leggere, ma tu non li vuoi vedere
Ultima Modifica 25/06/2017 14:56 da ahmbar.

Di più
25/06/2017 15:00 #9880 da macco83
Risposta da macco83 al topic Vaccini e bambini: che fare?

Marauder ha scritto: Non mi pare che la copertura effettiva attuale sia uguale a quella che s'otterrebbe con l'obbligo, per niente.


La variazione secondo i conti del ministero sarebbe del 5% circa, infatti come ho detto sopra, non aumenterebbe in modo significativo ma aumenterebbe. Comunque, visto che la copertura attuale e' al di sopra del 90%, si poteva tranquillamente evitare questo decreto e pensare a problemi piu' importanti.

Ad un certo punto la Storia diventò Mitologia.

Di più
26/06/2017 08:45 #9885 da Al2012
Risposta da Al2012 al topic Vaccini e bambini: che fare?
E’ finalmente arrivato il momento di valutare lo stato di salute dei bambini non vaccinati
www.assis.it/finalmente-arrivato-momento...mbini-non-vaccinati/

(…) “Questi in dettaglio i risultati dello studio:

“I bambini vaccinati hanno un rischio 3 volte superiore di sviluppare un disturbo dello Spettro Autistico (OR 4.3)”

“I bambini vaccinati hanno un rischio 30 volte superiore di sviluppare rinite allergica rispetto ai bambini non vaccinati”

“I bambini vaccinati hanno un rischio 22 volte superiore di ricevere terapie farmacologiche per un qualsiasi disturbo allergico, rispetto ai non vaccinati”

“I bambini vaccinati hanno un rischio 4 volte superiore di ricevere una diagnosi di disturbo dell’apprendimento (OR 5.2), rispetto ai non vaccinati”

“I bambini vaccinati hanno un rischio superiore al 300% di ricevere una diagnosi di ADHD rispetto ai non vaccinati”

“I bambini vaccinati hanno un rischio superiore al 340% di contrarre una polmonite rispetto ai non vaccinati”

“I bambini vaccinati hanno un rischio superiore al 300% di ammalarsi di otite rispetto ai non vaccinati”

“I bambini vaccinati hanno un rischio superiore al 700% di subire un intervento di drenaggio trans-timpanico rispetto ai non vaccinati”

“I bambini vaccinati hanno un rischio di due volte e mezzo superiore di ammalarsi di una malattia cronica”

I bambini dello studio, vaccinati e non vaccinati, si ammalano, come normalmente accade ai bambini.
Non sorprende che tra i bambini vaccinati ci siano meno casi di varicella, pertosse o rosolia, malattie normalmente coperte dai vaccini pediatrici.

Quello che invece sorprende è che, in entrambi i gruppi, si abbia la stessa incidenza di morbillo, parotite, epatite A e B, influenza, rotavirus e meningite (sia virale sia batterica), cioè anche i bambini vaccinati non sono protetti dalle malattie per cui sono stati vaccinati.

Cadrebbe così uno dei dogmi della “religione dei vaccini”, cioè quello della loro efficacia sempre e comunque e della loro capacità, sempre e comunque, di produrre anticorpi specifici.

Un dato ulteriore è che, nonostante che dal 2000 sia stato introdotto il vaccino anti-pneumococco, inizialmente rivolto contro sette ceppi, diventati tredici dal 2010, l’incidenza di polmonite nei bambini vaccinati, è 340% superiore rispetto al gruppo dei non vaccinati. (…)”

Di più
26/06/2017 11:57 - 26/06/2017 13:27 #9886 da mc
Risposta da mc al topic Vaccini e bambini: che fare?

[email protected]
Mostraceli per favore questi calcoli che dimostrerebbero quello che affermi.

Di quale malattia vuoi parlare?

Morbillo? Difterite?

Guardati i grafici dei casi (io all'epoca guardai anche le statistiche di mortalita' riguardanti le singole malattie che, ovviamente, nell'occidente "igienicamente avanzato", sono lapidariamente definitive nel dichiararne la scarsissima pericolosita' generica e statistica) e mettili in relazione con il numero di abitanti e la densita' di popolazione della zona geografica in cui sono stati estrapolati... e poi calcolati le percentuali del numero di danni su numero di vaccinati e confrontale con i numeri che hai ottenuto precedentemente con la malattie.

Poi, immagina il numero di individui (di tutte le eta') immunodepressi e mettili in relazione con gli individui che otterranno delle reazioni avverse (delle quali alcune gravi e molto gravi! ... ovvero disabilita' tutta la vita) e poi ne riparliamo:
Perche', e' solo qui che si puo' andare a parare una volta dimostrato che i rischi epidiemiologici sono pressoche' nulli, si tirano in ballo retoricamente coloro i quali siano DAVVERO (perche' la mortalita' in occidente e' STATISTICAMENTE NULLA!!!!) a rischio per le malattie non essendo in grado di combatterle naturalmente come tutti gli altri fanno (anche e soprattutto senza l'aiuto dei vaccini). Una volta trovato il numero, prova ad immedesimarti nella vita di uno di questi individui e prova a capire che queste persone non possono gestire nemmeno un raffreddore: non possono condurre una vita normale, non vivono a stretto contatto con altri individui e se lo fanno, lo fanno in ambienti controllati. L'utopia di sconfiggere ogni malanno/malattia dal resto del mondo per poterli reinserire nella societa' nonostante il loro problemi immunologici e' sicuramente lodevole dal punto di vista umano ma e', sostanzialmente, una cagata.
Ma, come al solito, a queste considerazioni raramente ci si arriva in preda alle spinte emotive del terrorismo di regime sanitario che ci tocca subire quotidianamente: si da moto ai neuroni ma solo a quelli imbrigliati dalla retorica piu' becera (e disgustosa) e si entra in modalita' difesa / confusione per cui la via piu' semplice e' accettare le porcherie fatte calare dal cielo.

La scienza non ha bisogno di evitare il confronto su nulla quando e' tale:
quella propinataci sui vaccini e' fuffaccia di marketing, tralaltro, molto, MOLTO, riconoscibile (ad una mente lucida... ).

Quand'e' L'ULTIMA VOLTA CHE SI E' VISTO UNO SPOT PUBBLICITARIO DI UN QUALSIASI PRODOTTO CHE ENTRI NEL MERITO DEL PRODOTTO PUBBLICIZZATO E NE APPROFONDISCA LE CARATERISTICHE ED I DIFETTI??
Mai?

Perche' il marketing non se ne occupa: non deve convincere informando, deve vendere.
Purtroppo la peggiore novita' degli utlimi tempi e che quando non ci riesce, obbliga (ed esempi storici ce n'e' a iosa: questo e' solo l'ultimo in ordine cronologico).

mc


Ultima Modifica 26/06/2017 13:27 da mc.

Di più
26/06/2017 12:52 - 26/06/2017 13:25 #9887 da mc
Risposta da mc al topic Vaccini e bambini: che fare?
[email protected]

Il tuo e' un discorso ipotetico

Perche' far vaccinare obbligatoriamente a fronte della remota possibilita' di contrarre una malattia e/o a fronte dell'ancora meno probabile possibilita' di poterne essere danneggiato seriamente, quella remota possibilita' di pericolo, come la chiami??
Comunque, teoria o non teoria, i numeri non sono cosi' opinabili, tutto sommato, ed io a quelli mi riferisco, mentre, chi fa terrorismo di sicuro non ha i numeri dalla propria parte.

Non cazzeggiare con i termini:
il termine "ipotetico" non esclude a priori la veridicita' delle proprie valutazioni. Infatti, chiamala "ipotesi", chiamale "teorie", "tu chiamale se vuoi, emozioni", ma prendi in considerazione i numeri senza rimanere indietro, in maniera imbarazzante, ancorato al "il tuo e' un discorso ipotetico" perche' se provassi ad andare oltre questo "safe place", questa "confort zone" per le tue di ipotesi, un territorio in cui non ti proccupi minimamente di guardare i numeri nonostante ti siano stati forniti a piu' riprese, ti accorgeresti che e' si una ipotesi, ma una di quelle valide.
Ci sono "ipotesi" e "ipotesi valide e confermate dai numeri".

Il punto e' proprio quello:
con gli stessi numeri il governo e i suoi lacche' "coproattivi" (volevo scrivere corporativi ma mi e' venuto questo termine che, licenza poetica, per carita', mi sembra un capolavoro del mio lessico subconscio) afferma cose differenti da cio' che viene determinato in quelle tabelle proprio perche' entrambi CONTANO SUL POPOLINO CHE NON SI DEGNA NEMMENO DI LEGGERLI QUEI DATI PER CAPIRCI QUALCOSA DI PIU', e non lo fa assumendo, superficialmente, che qualcuno lo abbia gia' fatto per loro (che fatica ragionare con la propria testa) e che, ovviamente, lo abbia fatto in modo onesto e disinteressato ed in buona fede. Le circostanze in cui il tutto (proposta decreto) si sta consumando, come se non bastasse, determinano in maniera VERGOGNOSAMENTE PALESE la malafede di tutti gli attori coinvolti a livello istituzionale.

Quindi, "il tuo e' un discorso ipotetico" se rimani alla parole e non guardi i fatti ti definisce per quello che superficialmente ragiona per fede.


www.who.int/immunization/monitoring_surv...onalsummary.png?ua=1

Basta guardare i dati europei:
Dei circa 5100 casi di morbillo "segnalati" nel 2016 (prendo quelli in considerazione perche' dati ormai temporalmente consolidati) 345 sono stati clinicamente confermati (cio' significa che si sono manifestati i sintomi della malattia), mentre 3462 casi sono stati confermati in laboratorio (ovvero, sono stati isolati i bacilli/virus/ceppo della malattia in questione). Il tutto senza specificare le percentuali degli individui vaccinati e quelli non vaccinati nelle statistiche... assurdo no?
E' strano, soprattutto, perche' nella retorica fuffariana di marketing di questi individui "scientifici contro il medioevo antivaccinista", non si perde occasione di sottolineare l'eventualita' che i malatti infetti fossero non vaccinati:
il silenzio su quelle statistiche, in realta', sta gridando a squarciagola qualcosa di omesso al riguardo.

Questa spaventosa malattia in alcuni individui nemmeno si manifesta.
345 casi su quanti milioni di persone? (50 Stati su 53) : Wow.

Se si vuole si puo' prendere i numeri della difterite... o della polio ... e provare a fare gli stessi ragionamenti: tenere presente, che ho preso i dati sui quali si sta tentando di fare propaganda terroristica e sono i piu' "eclatanti" se ci si limita ad ascoltare i pappagalli di regime, ma che, letti approfonditamente e con approccio analitico, determinano tutt'altra situazione da quella raccontata. Se si prendessero queste malattie ancora piu' rare e meno radicate, nessuna propaganda potrebbe resistere dinnanzi alla reale lettura dei fatti in concreto molto distanti da una qualsiasi condizione d'emergenza che possa giustificare questo decreto vergognoso.

mc


Ultima Modifica 26/06/2017 13:25 da mc.

Di più
26/06/2017 17:01 #9889 da Al2012
Risposta da Al2012 al topic Vaccini e bambini: che fare?
Penso che sia utile avere determinate informazioni nel malaugurato caso di sospetto reazione avversa alla vaccinazione

COME SEGNALARE LE SOSPETTE REAZIONI AVVERSE E CALCOLO DEL NESSO DI CAUSALITA’
www.assis.it/segnalare-le-sospette-reazi...del-nesso-causalita/

Di più
26/06/2017 19:50 #9891 da Human
Risposta da Human al topic Vaccini e bambini: che fare?
@ahmbar

Riassumendo, il tuo ragionamento è il seguente:
1) lo studio conclude che il DTP fa più male che bene QUINDI lo studio dice la Verità QUINDI tutti i vaccini del mondo fanno più male che bene;
2) questo è il primo studio vax/unvax che leggo QUINDI è il primo studio vax/unvax della storia QUINDI gli altri scienziati non se ne sono mai preoccupati in 100 anni QUINDI sono brutti e cattivi.

Per favore, dimmi che ho capito male.

Di più
26/06/2017 21:31 #9892 da ahmbar
Risposta da ahmbar al topic Vaccini e bambini: che fare?
Xhuman

Ti auguro tutto il bene del mondo

Di più
26/06/2017 22:21 #9893 da Anteater
Risposta da Anteater al topic Vaccini e bambini: che fare?
Oh d'io...che fare..!?
Beh ripetendomi, direi..al terzo piano di via vatte la pesca, dove si fanno anche "aborti clandestini"...un bel "certificato"!

Poi diamine..una fiaccolata in memoria di..oppure qualcosa di due pagine da far firmare..all'inoculatore "smarrito" davanti all'impegno di un ri$arcimento...

Una denuncia ai NAS di un campione zeppo di schifo e scaduto pure...dopo di che..

Obbligare sta roba obbligatoria a severa analisi...mille motivi ci potrebbero essere! a farlo!

La massa è demente di suo..educare è fuorviante, ma comunque necessario almeno per la morale! e i sensi di colpa!

♤♤♤♤♤♤♤♤♤♤♤♤♤♤♤♤♤♤♤♤♤♤♤♤♤

Stasera ho visto la TV svizzera e parlavano di vaccini...davano come esempio l'Italia...
..fumare in un bar? L'Italia come esempio...ma come la mettiamo con la "mafia"? Che zittii il governo dopo Aiala...?

Dai la soluzione è la patente facile o la laurea in Kosovo...

Slobbando il problema come singolo

La speranza e la preghiera sono un chiedere...MEGLIO INVECE DARE! ...Slobbysta

Di più
26/06/2017 22:33 #9894 da Al2012
Risposta da Al2012 al topic Vaccini e bambini: che fare?
La meravigliosa salute dei bambini non vaccinati
autismovaccini.org/2010/06/25/la-meravig...mbini-non-vaccinati/

Di più
28/06/2017 09:22 #9898 da Al2012
Risposta da Al2012 al topic Vaccini e bambini: che fare?



Vaccini: Codacons in senato “fuori le multinazionali dal Ministero e dall’AIFA”
www.vacciniinforma.it/2017/06/27/vaccini...tero-e-dallaifa/5293

"“Abbiamo presentato un esposto all’Anac e a Raffaele Cantone per agire sui conflitti di interesse legati alle multinazionali farmaceutiche nelle istituzioni”, dice il presidente Codacons Carlo Rienzi, “L’80% di coloro che hanno scritto il piano vaccinale biennale è stato in rapporti economico-finanziari con le case farmaceutiche. Queste persone devono andare fuori dal ministero, dall’Aifa, dalle istituzioni”. (...)

Di più
28/06/2017 10:14 - 28/06/2017 11:31 #9899 da Al2012
Risposta da Al2012 al topic Vaccini e bambini: che fare?
Vaccini si, ma puliti e sicuri. E libertà di scelta informata
www.radioradicale.it/scheda/513102/vacci...-di-scelta-informata

Partecipa il presidente Codacons, Carlo Rienzi.

Registrazione audio della conferenza stampa dal titolo "Vaccini si, ma puliti e sicuri. E libertà di scelta informata" che si è tenuta a Roma martedì 27 giugno 2017 alle 10:00.

"La conferenza stampa è stata organizzata da Movimento Popolare Vaccini Puliti.

Sono stati trattati i seguenti argomenti: Salute, Sanita', Vaccinazioni.

Questa conferenza stampa ha una durata di 1 ora e 13 minuti."



ps: video
Ultima Modifica 28/06/2017 11:31 da Al2012. Motivo: inserimento link video segnlato da Mg

Di più
28/06/2017 14:30 - 28/06/2017 14:32 #9902 da NRG
Risposta da NRG al topic Vaccini e bambini: che fare?

sì a vaccini puliti?!?


Io continuo a dire vaccini NO anche se "sicuri" :roll: e puliti...
vaccinare la popolazione anche se ci fossero vaccini puliti vuole dire indebolirla...

andate al 13m10s


non lo avete ancora compreso?!?

un sistema immunitario completamente formato (senza interferenze dall'esterno durante la sua formazione) è perfettamente capace di attuare tutte le mosse per restare in salute purchè noi glielo permettiamo e non inquiniamo l'organismo a partire da ciò che ingeriamo dopo lo svezzamento infantile

LETTERA

Ciao Valdo, piacere di conoscerti sono uno studente della facoltà di chimica farmaceutica di Catania, ti sarei grato se perdessi 5 minuti del tuo tempo per vedere il video di presentazione della mia iniziativa sulla divulgazione del tema vaccinale.
*****
RISPOSTA

SE NE PARLA ADDIRITTURA TROPPO


Per quanta importanza venga data a questo argomento, per quante siano le sofferenze assurde inflitte a bambini ignari ed indifesi nonché alle rispettive famiglie, trovo che l’argomento vaccini sia un argomento troppo banale e blasfemo per essere ulteriormente trattato, discusso e ridiscusso all’infinito.

ESISTE L’INNOCENZA BATTERICO-VIRALE ED ESISTE LA RESPONSABILITÀ DELLE MATERIE TOSSICHE

Come libero studioso di scienza igienistica e non di tecniche mediche prive di capo e di coda e condotte in nome e per conto dei fabbricanti di veleni, ribadisco per l’ennesima volta che malattie ed epidemie nulla hanno a che vedere con microrganismi, nulla a che vedere con batteri vivi che si moltiplicano e si diradano intelligentemente e cooperativamente in proporzione al loro cibo di elezione ovvero alle scorie interne e specie ai detriti cellulari o virus endogeni prodotti nel nostro organismo, nulla a che vedere con virus-mostruosi che altro non sono se non polvere morta del nostro fisiologico ricambio cellulare, in accumulazione giornaliera e non moltiplicazione, causante al massimo ostruzione metabolica quando il nostro corpo va in tilt e va in carenza depurativa per altri problemi pregressi.

SE IL CORPO NON DEPURA REGOLARMENTE SOVRAVVENGONO LE INCROSTAZIONI INSIDIOSE E CORROSIVE

La scienza trasparente e non prostituita alle multinazionali del farmaco, e non soggiacente ai diktat coloniali di Atlanta-Georgia-Usa, sostiene la totale innocenza diretta di tipo batterico-virale da ogni patologia. La presenza di batteri e di virus non significa affatto responsabilità patologica, ma semmai conseguenza di situazione patologica già in essere per motivazioni di tipo tossico, per prolungata incapacità del corpo di depurarsi giornalmente grazie a una normale condizione ipotalamica-endocrina-immunitaria.

ASSISTIAMO TUTTI I GIORNI A UNA BARAONDA DISEDUCATIVA

Parlare dunque di vaccini a volte buoni e a volte cattivi, a volte utili e a volte no, a volte puri e a volte carichi di particelle metalliche pericolose, rimane a mio avviso una grande baraonda diseducativa e uno spreco indecente di tempo prezioso. Tutte le vaccinazioni vanno messe rigorosamente fuori legge perché sbagliate nel concetto, nei contenuti, negli obiettivi. Tutte le vaccinazioni vengono contrabbandate come cure preventive, come allenamento graduale ai veleni.

SI AVVELENANO I BAMBINI IGNARI CON L’ALIBI DI ALLENARLI AI VELENI

Si può essere così deficienti, incompetenti ed irresponsabili a questo mondo? Quando mai vengono dati fumo, caffè espresso, cognac e vodka ai bambini per prepararli ed allenarli a un domani fatto di etilismo e di nicotinismo acuto? Troppo grandi e troppo superlativi i nostri maestri millenari per essere traditi ed insultati da gentaglia priva di scienza, di coscienza e di conoscenza. “Il concetto di contagio è il rifugio delle menti mediocri, deboli ed instabili della medicina”, affermò magnificamente una grande fiorentina-londinese del calibro di Florence Nightingale. “Se non cambi radicalmente il suo milieu interieur, il tuo ambiente biochimico interno, il tuo terreno altamente tossico, non uscirai mai e poi mai dal tuo tunnel patologico, si chiami esso banale raffreddore o grave crisi cancerogena”, affermò uno dei medici più avanzati e geniali della storia come Claude Bernard, aggiungendo che il terreno è tutto ed il microbo è niente, radendo al suolo il misero bagaglio culturale di Louis Pasteur. “Solo la pulizia interna del corpo può guarire. Niente altro che quella”, aggiunse un altro colosso della salute come Louis Kuhne, autore del best seller più tradotto nelle varie lingue cento e oltre anni orsono.

VIOLENZA E PREPOTENZA SANITARIA A TUTTO SPIANO

Il problema è che il mondo intero, e l’Italia in particolare, è caduto in una trappola mortale da cui non è facile saltar fuori. Ci troviamo tutti, incluso i medici radiati e non radiati, nelle spire di una violenza e di una sopraffazione mai vista prima. Siamo vittime di un regime sanitario traballante e inconcludente che però continua a sopravvivere e a praticare le sue sballate, spesso scellerate ed arroganti, tecniche. Lo fa non certo in forza dei suoi risultati, mascherati, esaltati, e dei suoi dati statistici manipolati, ma semplicemente in forza degli appoggi legali ed istituzionali, in forza della impunità seriale e sistematica di cui gode, in forza della coalizione mondiale tra politica, economia, banche, assicurazioni, servizi segreti, media televisivi, multinazionali del macello, del cibo e delle bevande spazzatura, oltre che del farmaco-vaccino-integratore, in forza delle sue condizioni di monopolio e di esclusiva.

LE CURE MEDICHE IN AUGE SONO SISTEMICAMENTE PEGGIORATIVE E COMPLICANTI

All’infuori degli interventi di emergenza ovviamente indispensabili, nessuno dei metodi di cura e di prevenzione in auge sono concepiti-intesi-mirati-disegnati alla cura reale della causa di malattia. Intervenire sul sintomo e sopprimendo il sintomo non significa certo rimuovere la causa, non significa affatto guarire. Non significa mandar fuori le acque stagnanti, ma costringere il sistema a trattenere il putridume e il materiale corrosivo e non-self a restare pericolosamente all’interno, causando guasti a ripetizione.

NON ESISTONO AL MONDO CURE AL DI FUORI DELLA RIMOZIONE DI CAUSA

There is no cure short of cause-removal, usava ammonire Herbert Shelton, rivolto alla gente comune ma soprattutto alla classe medica. Se una cura non rimuove la causa, vuol dire che non è cura ma è imbroglio. Non esiste al mondo cura vera all’infuori della rimozione della causa, e non dell’effetto, e non della cisti, e non del tumore, e non del dolorino, e non dell’infiammazione. La medicina odierna procede per tentativi goffi e con occhi bendati, senza mai spiegare con chiarezza il perché ed il per come dei suoi interventi.

LA MEDICINA ODIERNA NON È AFFATTO LA RISPOSTA AI PROBLEMI SALUTISTICI DELL’UMANITÀ

È sempre e solo la Natura a condurre le danze in fatto di salute e di guarigione. Sono cose ultra-note che si conoscono da migliaia di anni. È fondamentale che la gente si svegli del tutto e si renda finalmente conto che la Medicina Odierna, tronfia, arrogante, esteriormente te ed apparentemente tecnologica, presuntuosa oltre ogni limite, non è affatto la risposta giusta ai nostri problemi di salute e di benessere, e che i medici di oggi vengono fuori purtroppo da una scuola sbagliata e deviante.

MENO MEDICI ARROGANTI, MENO TRATTAMENTI E MENO OSPEDALI

Occorre che la gente venga educata e rieducata dalla Scuola Vera, dalla Scienza Igienistica. Occorre che impari le cose apparentemente inverosimili. Il che vale soprattutto per i medici Occorre che si renda conto che la natura della malattia è un processo intelligente e non casuale, ovvero che la natura della malattia è costantemente difensiva, rimediale, eliminativa ed adattiva, e che il ripristino continuo della salute è la normale tendenza di un corpo umano che non va mai contro se stesso se soltanto glielo permettiamo, evitando sciocche interferenze e cure invasive e devastanti, evitando in particolare accanimenti terapeutici privi di ogni prudenza e costruttività.

CURARE LA MALATTIA E NON LE SUE CAUSE È PERNICIOSA SUPERSTIZIONE VUDU

La gente deve insomma comprendere che curare la malattia, curare una malattia che ha le sopra citate caratteristiche, è davvero perniciosa superstizione, è davvero stupidità manifesta. L’errore non sta tanto nei diversi metodi messi in campo dai signori medici (spesso minati da sostanze pericolose e nocive, non rispondenti affatto al principio ippocratico del primo non nuocere), ma nel fatto stesso di tentare una cura, quando la miglior cura è il più delle volte la non-cura sul sintomo, quella cura dove il medico è bravo e coraggioso non nel fare e nell’intervenire, ma bensì nel sapersi trattenere, nel saper prudentemente e pazientemente aspettare, nel favorire quei poteri interni del paziente che conducono alla remissione naturale della malattia.

RIEDUCAZIONE IGIENISTICA PER MEDICI E PAZIENTI

Servono formidabili piani educativi, scuole nuove ed aggiornate per medici e pazienti. Servono Scuole Libere, Scuole Superiori e Trasparenti, e non Carrozzoni Medici collusi e corrotti, e non Carrozzoni specializzati a diffondere angoscia e paura mediante patologie inventate e create a tavolino, tipo l’Aids, e virus ipotizzati e mai provati come l’Hiv. Di queste cose e di altro ancora parlerò questa domenica 18 giugno alla 6° Lezione della HSU, Health Science University in Imola.

Valdo Vaccaro

Fonte: www.valdovaccaro.com/2017/06/smettiamola...iamo-cose-piu-serie/
Ultima Modifica 28/06/2017 14:32 da NRG.

Di più
28/06/2017 23:11 #9908 da Al2012
Risposta da Al2012 al topic Vaccini e bambini: che fare?
@ NRG

Io continuo a dire vaccini NO anche se "sicuri" e puliti...
vaccinare la popolazione anche se ci fossero vaccini puliti vuole dire indebolirla


Pur condividendo il tuo pensiero, non mi sento nel diritto di poter vietare a chi vuole fare un vaccino o più di farlo.
Io sono per la libertà di scelta, che può avvenire solo dopo una corretta informazione, nessuna imposizione, nessun obbligo, libertà di pensiero e nessuna minaccia di radiazione per imedici.

In questo momento è importante che quelli che vogliono fare i vaccini, perché così si sentono più sicuri capiscano che questo lo possono fare, ma proprio per la loro sicurezza e quelle dei loro figli devono lottare e devono pretendere dei vaccini sicuri, monodose e un maggior controllo dello stato di salute di chi deve fare la vaccinazione.

Scelta consapevole e nel caso una scelta qualitativamente garantita, questa è la meta da raggiungere ora per poter uscire dall’incubo di una TSO fascista.

Di più
28/06/2017 23:17 #9910 da Al2012
Risposta da Al2012 al topic Vaccini e bambini: che fare?
Tutti i vaccini con virus vivo, anche se attenuati, si riproducono all’interno dell’organismo a cui è stato iniettano.

Analizzando i campioni di urina di vaccinati con MPR si è rilevato la presenza del virus del morbillo anche dopo una quindicina di giorni dopo la vaccinazione.

Sappiamo anche che i vaccinati con virus vivo non possono far visita a soggetti immunodepressi, se non dopo un certo tempo dopo la vaccinazione, proprio per evitare una trasmissione del virus vaccinale.

Fatte queste considerazioni, mi sembra più che lecito pensare che le vaccinazioni mantengano la circolazione di un certo numero di virus, che possono contagiare anche altri soggetti specialmente quelli più deboli.

In pratica i veri untori non sarebbero quelli non vaccinati, ma quelli vaccinati con virus vivi, anche se attenuati.

Sarebbe scientificamente corretto poter determinare l’origine del virus quando si diffondono malattie infettive, per poter comprendere l’origine e trovare le corrette soluzioni, quelle scientifiche e non quelle della propaganda.

C’è un test, reazione a catena della polimerasi trascrittasi inversa RT-PCR che è altamente sensibile e specifico che può distinguere il ceppo vaccinale da quello selvaggio e quindi potrebbe esser utilizzato per una corretta analisi scientifica delle cause che hanno determinato la diffusione della malattia.

Per comprender meglio ed approfondire:

La diffusione del virus vaccinale del morbillo è la vera causa dei focolai epidemici
autismovaccini.org/2015/02/08/la-diffusi...i-focolai-epidemici/

°°°

Di più
29/06/2017 09:57 #9916 da Giano
Risposta da Giano al topic Vaccini e bambini: che fare?
Domanda (anche se forse non è il forum giusto).
Non mi è ben chiara una cosa a proposito dell' immunità di gregge: si dice che la copertura vaccinale per il morbillo, ad esempio, ora sia dell' 85% e che vogliano arrivare al 95% per avere, appunto, l' effetto immunità di gregge.
Da quello che ho capito queste percentuali si riferiscono alle cavie in età scolare e non a tutta la popolazione. È così?
La disponibilità del vaccino-morbillo in Italia risale a circa il 1980, così che i neonati vaccinati in quegli anni oggi hanno circa 35 anni. I dati ISTAT del 2015 sulla popolazione contavano circa 20 milioni di italiani con un' età compresa tra gli 0 e i 35 anni e questi dovrebbero essere i soggetti con un immunità al morbillo del 85%.
E gli altri 40 milioni di italiani over 35?
Ipotizziamo che la metà di loro abbia contratto il morbillo "naturalmente" e che dei restanti 20 milioni di adulti il 20% abbia fatto il vaccino (ottimistica). Avanzano circa 16 milioni di untori che fanno pari e patta (circa) con l' 85% degli immunizzati under 35. Se aggiungiamo il 15% dagli under non vaccinati, gli untori vincono a mani basse.
Dov'é l' immunità di gregge? Anzi, dove sto sbagliando?:question: :question:
Grazie.

Di più
29/06/2017 11:05 #9919 da ahmbar
Risposta da ahmbar al topic Vaccini e bambini: che fare?

la copertura vaccinale per il morbillo..... vogliano arrivare al 95% per avere, appunto, l' effetto immunità di gregge.


Benvenuto nel magico mondo degli imbonitori (ma col camice bianco), dove 2+2 fa' sempre.... cio' che ti serve al momento per trovare una giustificazione alle tue azioni :lies:


Come disse l'amica pediatra di macco83...
l''effetto in questione non e' scientificamente dimostrato ma non e' nemmeno dimostrato il contrario.

Tempo creazione pagina: 0.261 secondi

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. INFO