Secondo me si divertono come dei pazzi a prenderci per il culo. Non ci può essere altra spiegazione, per una notizia come quella circolata in questi giorni sull'imminente viaggio spaziale di Helga e Zohar intorno alla luna.

Helga e Zohar sono due manichini, il cui scopo sarà quello di misurare le radiazioni cosmiche ricevute dagli astronauti durante un viaggio circumlunare.

Dal sito della ESA, l'agenzia spaziale europea,  leggiamo: "Questi due manichini occuperanno il posto dei passeggeri durante la prima missione di Orion intorno alla luna, andando più lontano di quanto un essere umano abbia mai viaggiato fino ad oggi. Dotata di 5600 sensori, la coppia di manichini misurerà le quantità di radiazioni a cui gli astronauti potrebbero essere esposti nelle missioni future, con una precisione senza precedenti."

Ma allora, scusate, la misurazioni "fatte durante le missioni Apollo" sulla luna che fine hanno fatto? Non servono più a nulla?

Perchè mai la NASA, parlando delle missioni Apollo, dichiarò negli anni '70: "I dosaggi ricevuti dagli astronauti dell'Apollo erano insignificanti in termini di conseguenze mediche o biologiche"? Con che cosa le hanno misurate le radiazioni nel 1969? Con un centimetro da sartoria? O con un acchiappafarfalle?

E il buon Attivissimo, che nel suo libro ha scritto "una missione lunare di pochi giorni come quelle Apollo comporta radiazioni complessivamente equivalenti a una radiografia o a tre anni di vita sulla Terra" dove le ha prese le sue informazioni? Sul Corrierino dei Piccoli?

Ma la cosa più allucinante, nell'articolo dell'ESA, è che non ci sia nemmeno il più lontano riferimento alle missioni Apollo degli anni 60. E' come se non fossero mai esistite. E' per questo che parlo di presa per il culo. Ti vogliono sbattere sotto il naso la realtà di oggi, fingendo che quella di ieri (anche se in realtà era farlocca) non sia mai esistita.

Oppure c'è un'altra spiegazione, per questo dilemma amletico: il tempo scorre all'indietro. Ovvero, oggi siamo nel 2019, ma il 1969 non è ancora arrivato. Per cui non possiamo ancora sapere che in un futuro non lontano - ovvero fra 50 anni, andando all'indietro - degli esseri umani potranno tranquillamente circumnavigare la luna senza temere gli effetti negativi delle radiazioni cosmiche, perchè lo dirà la NASA stessa. Ma oggi questo non possiamo ancora saperlo, per cui siamo costretti a mandare dei manichini intorno alla luna per misurare il pericolo effettivo. Solo fra 50 anni scopriremo che non "fubbe" necessario.

Massimo Mazzucco

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. INFO